Derby Roma-Lazio sull'anagrafe comunale

Alessandra Mussolini accusa Storace di aver usato... hacker. Il Comune di Roma prepara una denuncia. Ma non di hacker né di cracker s'è trattato


Roma – Un candido esempio di malainformazione e malgoverno tutto in una volta. Il Comune di Roma denuncia la violazione dei server dell’anagrafe comunale da parte nientemeno che da parte della Regione Lazio, che però, sotto sotto, aveva l’autorizzazione.

Un titolo in prima pagina sul sito dell’Ansa (rilanciato anche da alcuni tg nazionali) annuncia: “REGIONALI, CAMPIDOGLIO: VIOLATI COMPUTER DELL’ANAGRAFE”. A leggerlo cosi` la prima cosa che viene in mente e` che uno dei soliti hacker cattivi abbia deciso di divertirsi con i server dell’anagrafe e pasticciare con i dati delle prossime elezioni regionali. Giusto? No, sbagliato.

Andando avanti con la lettura dell’articolo si scopre che si parla di Laziomatica , ovvero, citando dalla relativa home page: “lo strumento della Regione Lazio per la realizzazione del sistema informativo regionale in sostegno allo svolgimento dei compiti e delle funzioni istituzionali dell?Amministrazione Pubblica Regionale”. Chiaro? No? Ok, spieghiamo meglio. La Regione Lazio, tramite Laziomatica, e` autorizzata alla consultazione dei dati dell’anagrafe limitatamente alle informazioni necessarie per l’erogazione delle prestazioni sanitarie per i cittadini del capoluogo. Chiaro ora? Vi state chiedendo dove sia finita quella famosa intrusione hackerosa? Bene, non c’e` stata! Molto piu` semplicemente il Comune di Roma ha analizzato tempi e modalita` degli accessi effettuati da Laziomatica (833 verifiche anagrafiche dalle ore 04,51 alle ore 07,50 e dalle ore 13,55 alle ore 23,34; inoltre, il 13 marzo, altre 1879 verifiche dalle ore 16,54 alle ore 23,04) ed ha ritenuto che si configurasse una possibile violazione della normativa vigente per il trattamento dei dati.

I dati “asportati” riguarderebbero oltre ai dati anagrafici anche i numeri di carta di identità, parrebbe quindi molto probabile una qualche connessione con l’affair firme false che vede coinvolta la lista “Alternativa Sociale” e Alessandra Mussolini (che afferma: “Storace ha utilizzato gli hacker, violando la legge”).

L’Avvocatura comunale è stata incaricata di informare dei fatti l’autorità giudiziaria. La procura di Roma aprirà un fascicolo, secondo quanto si è appreso, sulla vicenda della presunta intrusione nel sistema informatico dell’anagrafe.

Il procuratore aggiunto Achille Toro ed il sostituto Francesco Ciardi, titolari dei procedimenti aperti in questi giorni sulla regolarità delle firme apposte negli elenchi delle liste di partito, attendono l’esposto annunciato dal Comune di Roma per procedere all’apertura del nuovo fascicolo processuale. Saranno poi valutate le eventuali fattispecie di reato configurabili.

da Maddler.net

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Più celebre? Ma chi li conosce?
    Dov'erano questi DOD negli anni 80? Definirli la più celebre organizzazione di cracker mi sembra alquanto azzardato.
    • Ottav(i)o Nano scrive:
      Re: Più celebre? Ma chi li conosce?
      - Scritto da: Anonimo
      Dov'erano questi DOD negli anni 80? Definirli la
      più celebre organizzazione di cracker mi sembra
      alquanto azzardato.E dov'erano negli anni '70?Non ho mai visto un nastro con un compilatore Fortran craccato che porti la loro firma...SVEGLIA!!!! Dov'eri negli ultimi 20 anni? ;-)
  • Anonimo scrive:
    Massimo rispetto....
    ..e solidarietà agli sfortunati membri di DrinkOrDie... sono degli eroi! (love) p-)
    • TheGynius scrive:
      Re: Massimo rispetto....
      - Scritto da: Anonimo
      ..e solidarietà agli sfortunati membri di
      DrinkOrDie... sono degli eroi! (love) p-)Non sono assolutamente d'accordo. Distribuire crack e warez dei software corrisponde a danneggiare le società che li hanno prodotto, umiliare i programmatori che ci hanno lavorato.E questo vale sia per software di intrattenimento che per i software con cui la gente lavora.Se è vero che i prezzi per Microsoft Office, 3DStudio o per l'ultimo gioco uscito sono esagerati, bè esistono sempre alternative a portata di qualunque portafogli. Basta saperle cercare.==================================Modificato dall'autore il 18/03/2005 12.14.29
      • Anonimo scrive:
        Re: Massimo rispetto....
        - Scritto da: TheGynius
        Se è vero che i prezzi per Microsoft Office,
        3DStudio o per l'ultimo gioco uscito sono
        esagerati, bè esistono sempre alternative a
        portata di qualunque portafogli. Basta saperle
        cercare.si', esistono, ma poi parli solo con te stesso.e quindi ben venga l'antipirateria e tali repressioni, ma che sia resa obbligatoria l'interoperabilita' e i formati aperti.che i vantaggi siano sempre e solo da una parte, di questo passo che facciamo? rendiamo illegale qualsiasi cosa gratis o che costi meno perche' danneggia un'azienda?
        • TheGynius scrive:
          Re: Massimo rispetto....
          - Scritto da: munehiro
          si', esistono, ma poi parli solo con te stesso.
          e quindi ben venga l'antipirateria e tali
          repressioni, ma che sia resa obbligatoria
          l'interoperabilita' e i formati aperti.Come OpenOffice e l'XML...
          che i vantaggi siano sempre e solo da una parte,
          di questo passo che facciamo? rendiamo illegale
          qualsiasi cosa gratis o che costi meno perche'
          danneggia un'azienda?Assolutamente no, anzi tutto il contrario direi ma forse non mi sono spiegato bene.Ben vengano i programmi free e open, e che si diffondano le licenze gratuite, ma se un software viene distribuito con una licenza a pagamento, bè deve essere pagato, chi ne usufruisce tramite crack o warez è un criminale.A casa ho una partizione linux (Mepis) ed una winXP. Tutto il software che ci gira è legalissimo, ma so già che la mia situazione è rara. Evito i giochi appena usciti e controllo che ne escano in versione economica. Il Microsoft Works fornitomi col PC l'ho provato e non mi piace, quindi ho installato OOo e mi trovo benissimo.Quando cerco un software butto sempre un'occhiata su SourceForge.net o FreshMeat.net e raramente non trovo un programma che fa quello che cerco.Se ho necessità di un programma... lo compro.Credo che così facendo si stimoli anche la concorrenza leale fra produttori di software, cosa che -spero- porta all'abbassamento dei prezzi al pubblico.
          • Anonimo scrive:
            Re: Massimo rispetto....
            - Scritto da: TheGynius
            Come OpenOffice e l'XML...l'oasis e' ancora ben lontano dall'essere approvato come formato standard. E in ogni caso devi poi convincere gli utenti ad usarlo, quindi o ci dai di leggi (ergo entrano in vigore con molta calma, giusto per dare il tempo a chi sai di sviluppare il plugin opportuno, magari si' dai... con qualche "personalizzazione") o senno' ciccia.
            Assolutamente no, anzi tutto il contrario direi
            ma forse non mi sono spiegato bene.
            Ben vengano i programmi free e open, e che si
            diffondano le licenze gratuiteti ricordo che la GPL e' tutt'altro che gratuita, solo che banalmente paghi in codice anziche' in denaro.Ad ogni modo, questo mese ho personalmente speso almeno un centinaio di euro in donazioni tra wikipedia, cyberduck, wordpress. e sono contento di averlo fatto. Mi hanno sempre ringraziato nel giro di 12 ore. Questa gente mi risparmia tempo, e il mio tempo costa, esattamente come il loro. Ma se avessero fatto uno shareware, le modifiche che sto facendo a wordpress me le sognerei. Proprio per questo, non scarico e non uso shareware ne' freeware. Voglio i sorgenti, te li pago, sono disposto anche a pagarti per degli enhancement (come sto chiedendo per wordpress) ma voglio i sorci, altrimenti mi tengo i soldi.
            , ma se un software
            viene distribuito con una licenza a pagamento, bè
            deve essere pagato, chi ne usufruisce tramite
            crack o warez è un criminale.perfettamente d'accordo.
            A casa ho una partizione linux (Mepis) ed una
            winXP.io OSX. E si', non ho i sorci, ma apple ha comunque un po' piu' di rispetto per il cliente di chi sai. Non e' perfetta, ha le sue rogne, ha cose che non mi piacciono ma almeno innova realmente, e lo fa senza pigliare per il culo chi ha deciso di aiutarla. Su OSX c'e' praticamente tutto quello che c'e' su linux. molta roba e' addirittura preinstallata, come apache, python, bash, openssh, senza isterismi stile "dagli al comunista cantinaro".
            Tutto il software che ci gira è
            legalissimo, ma so già che la mia situazione è
            rara. Evito i giochi appena usciti e controllo
            che ne escano in versione economica. Il Microsoft
            Works fornitomi col PC l'ho provato e non mi
            piace, quindi ho installato OOo e mi trovo
            benissimo.Non e' il massimo dell'usabilita', in particolare su osx. ma comprendo molti dei problemi relativi (mouse, interfaccia X ecc..)
            Credo che così facendo si stimoli anche la
            concorrenza leale fra produttori di software,
            cosa che -spero- porta all'abbassamento dei
            prezzi al pubblico.I singoli agiscono, ma e' la somma vettoriale delle azioni dei singoli che porta avanti il mondo, purtroppo.
          • Linaro scrive:
            Re: Massimo rispetto....
            - Scritto da: TheGynius
            - Scritto da: munehiro...
            A casa ho una partizione linux (Mepis) ed una
            winXP. Tutto il software che ci gira è
            legalissimo, ma so già che la mia situazione è
            rara. Evito i giochi appena usciti e controllo
            che ne escano in versione economica....Neanche tanto. A casa ho solo SuSE, in ufficio SuSE e una partizione WinXP che non viene avviata da quando ho "assimilato" la postazione.Giochi? Cosa sono i giochi?Ah, si ne ho due DVD e mezzo pieni, presi da linux-gamers.net, http://www.happypenguin.org/, icculus.org, ... Non che poi giochi molto. Giusto una partitella di tanto in tanto.Quando vorrò giocare seriamente, vedrò di prendere una console. Col PC ci faccio altro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Massimo rispetto....
      Si.-Keep Warez Free-
    • Garson Poole scrive:
      Re: Massimo rispetto....
      Software libero = degno anchesso di massimo rispetto....closed source=rapacità antisociale delle corporation...crackers[ke nn lo fanno per arricchirsi]=robinhoods ...- Scritto da: Anonimo
      ..e solidarietà agli sfortunati membri di
      DrinkOrDie... sono degli eroi! (love) p-)
      • Anonimo scrive:
        HASTA LA VICTORIA
        - Scritto da: Garson Poole
        Software libero = degno anchesso di massimo
        rispetto....closed source=rapacità antisociale
        delle corporation...
        crackers[ke nn lo fanno per
        arricchirsi]=robinhoods ...siempre pure per tehttp://goddoubleplusblessamerica.org/jest/card-fidel_castro.jpg
    • Mijato scrive:
      Re: Massimo rispetto....
      No. Niente rispetto. Fanno più male che bene in generale. Tralascio i discorsi di legalità, open o close source e rispetto del lavoro di chi migliora un software: c'è chi lo ha già fatto bene in questo thread. Aggiungo un punto di vista che all'apparenza può sembrare stravagante, ma non lo è. Rendere gratuito un software, in qualunque modo, favorisce enormemente la sua diffusione. Poi, ottenuto lo scopo di diffusione, fai in modo che la protezione non sia più aggirabile.Hai ottenuto soprattutto di tagliare le gambe ai tuoi concorrenti, diffondere il prodotto e fidelizzare. Poi passi a raccogliere: anzi, a volte non ce n'è neppure bisogno, quanti di noi hanno imparato ad usare da ragazzini il computer su copie pirata di windows, salvo poi comprarle o farle comprare quando è stato il momento di lavorarci sopra? Per una ditta, si sa, il rischio di usare sw pirata è maggiore e comunque il costo d'acquisto più sostenibile.Per fare un paragone è come pretendere di aiutare il terzo mondo con aiuti alimentari diretti anzichè sviluppare le possibilità di coltivazione: è una finta soluzione di un problema che anzi in prospettiva lo aggrava.Tre esempi, non tutti sw:1) Windows non aveva protezione, salvo alcuni codici in installazione che andavano bene su tutte le copie e strapostati su internet, ora è già diverso con netlogon ed il controllo online di genuinità e lo sarà sempre di più, complice il famigerato DRM.2) Stream e Tele + trasmettevano in Irdeto e Seca, codifiche che chiunque riusciva a bucare. Una volta fatte montare le parabole alla gente, già prima di unirsi in Sky passano ad una codifica proprietaria inviolabile. Adesso non c'è più nemmeno l'hardware per la decodifica (CAM) disponibile. L'utente o butta la parabola, o paga (purtroppo i canali FTA non interessano a nessuno). 3) La PS1 aveva addirittura il posto vuoto nello chassis per inserire la basettina col chip di modifica per leggere i cd masterizzati e codificati!Insomma, non tutto il male viene per nuocere e l'azione dei cracker altro non fa che danneggaire la distribuzione di software o hardware analogo concorrente, magari meno costoso o addirittura gratuito. Meditare prima di scaricare.
Chiudi i commenti