Diritto d'autore, emendamento

Approvato un emendamento che potrebbe portare alla modifica in senso meno restrittivo del diritto d'autore

Roma – È la Federazione della Musica italiana (FIMI) a sottolineare il rilievo di un emendamento che è stato introdotto nelle scorse ore al cosiddetto disegno di legge SIAE, una piccola ma significativa modifica alla legge sul diritto d’autore che, se “resisterà” fino al termine dell’iter, potrebbe rivelarsi importante per molte attività su web.

In particolare, l’emendamento apre ad una maggiore facilità nell’uso a scopo didattico ed enciclopedico di immagini e musiche:

Art. 1-bis.
(Usi liberi didattici ed enciclopedici).
1. Dopo il comma 1 dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941 sono inseriti i seguenti:
“1-bis. È consentita la libera pubblicazione attraverso la rete internet a titolo gratuito di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradati, per uso didattico o enciclopedico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro. Con decreto del Ministro per i beni e le attività culturali, sentito il Ministro della pubblica istruzione e dell’università e della ricerca, previo parere delle Commissioni parlamentari competenti, sono definiti i limiti all’uso didattico o enciclopedico di cui al precedente periodo”.
1.01.Folena, Guadagno detto Vladimir Luxuria, Sasso, Bono, Garagnani, Goisis, Ghizzoni, Barbieri (nuova formulazione).

Da parte sua FIMI considera l’emendamento una “buona mediazione tra le necessità di accedere ai contenuti culturali e le necessità di tutelare il copyright come un buon compromesso che soddisfa gli interessi di tutti”.

“Con questa limitazione – specifica FIMI – si chiarisce e rafforza peraltro il messaggio che altri usi che esulano da quanto stabilito dall’articolo votato sono invece illegali e sanzionabili ai sensi della normativa italiana”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • codroipo scrive:
    Leggendo i Sorgenti...
    MovieMakerModule.cpp Line 497: // Stolen code, beginLine 560: // Stolen code - end Mi spiego?Nei sorgenti dei loro tool c'era codice "Stolen" e l'hanno pure scritto nei commenti :DDa una rapida ricerca su google se ne evince anche la fonte.Interessante anche leggere che le loro mail erano protette alla free version di AVG, che pero' per uso "business" andrebbe acquistato, stando alla licenza.
  • codroipo scrive:
    Leggendo i Sorgenti...
    MovieMakerModule.cpp Line 497: // Stolen code, beginLine 560: // Stolen code - end Mi spiego?Nei sorgenti dei loro tool c'era codice "Stolen" e l'hanno pure scritto nei commenti :DDa una rapida ricerca su google se ne evince anche la fonte.Interessante anche leggere che le loro mail erano protette alla free version di AVG, che pero' per uso "business" andrebbe acquistato, stando alla licenza.
    • Anonimo01 unlogged scrive:
      Re: Leggendo i Sorgenti...
      - Scritto da: codroipo
      MovieMakerModule.cpp Line 497: // Stolen code,
      begin
      Line 560: // Stolen code - end

      Mi spiego?
      Nei sorgenti dei loro tool c'era codice "Stolen"
      e l'hanno pure scritto nei commenti
      :D

      Da una rapida ricerca su google se ne evince
      anche la
      fonte.

      Interessante anche leggere che le loro mail erano
      protette alla free version di AVG, che pero' per
      uso "business" andrebbe acquistato, stando alla
      licenza.iperlol!
  • akappa scrive:
    50MB di sorgente?
    Ma ho capito bene? Con 50MB ci scrivi un sistema operativo ed una shell...
  • akappa scrive:
    50MB di sorgente?
    Ma ho capito bene? Con 50MB ci scrivi un sistema operativo ed una shell...
  • Ste scrive:
    complimenti sicurezza
    La sicurezza interna della mediadefender è un colabrodo: ora non so chi sia questa crew (MDD), ne quanto sia dotata o agguerrita. Ma sta di fatto che è riuscita a penetrare completamente la mediadefender, mettendoli in braghe di tela.Al momento non si capisce se abbiano agito dall'interno o dall'esterno, resta il fatto che nessuno si è accorto di nulla fino al patatrac. Complimenti. E questi dovevano condurre indagini di profilo potenzialmente penale...vatti a fidare!Questa è la dimostrazione pratica che non erano in grado di proteggere i dati sensibili che archiviavano, che l'affidabilità di tali dati è altamente a rischio.Insomma ciò mina fortemente le basi di tutto ciò che questi signori stanno portando avanti.
  • Ste scrive:
    complimenti sicurezza
    La sicurezza interna della mediadefender è un colabrodo: ora non so chi sia questa crew (MDD), ne quanto sia dotata o agguerrita. Ma sta di fatto che è riuscita a penetrare completamente la mediadefender, mettendoli in braghe di tela.Al momento non si capisce se abbiano agito dall'interno o dall'esterno, resta il fatto che nessuno si è accorto di nulla fino al patatrac. Complimenti. E questi dovevano condurre indagini di profilo potenzialmente penale...vatti a fidare!Questa è la dimostrazione pratica che non erano in grado di proteggere i dati sensibili che archiviavano, che l'affidabilità di tali dati è altamente a rischio.Insomma ciò mina fortemente le basi di tutto ciò che questi signori stanno portando avanti.
    • Roberto Di scrive:
      Re: complimenti sicurezza
      - Scritto da: Ste
      ora non so chi sia questa crew (MDD),
      ne quanto sia dotata o agguerrita. http://www.mediadefender-defenders.com/Ora lo sai p)
    • Roberto Di scrive:
      Re: complimenti sicurezza
      - Scritto da: Ste
      ora non so chi sia questa crew (MDD),
      ne quanto sia dotata o agguerrita. http://www.mediadefender-defenders.com/Ora lo sai p)
Chiudi i commenti