Doraemon, il robot

Viene dal Giappone uno dei personaggi più amati di tutti i tempi, il gattone robot dalla tasca magica

Roma – Sarebbe bello avere la soluzione a portata di tasca, proprio come Doraemon, l’adorabile gattone sovrappeso dipinto di blu che ha appassionato intere generazioni salvando quel giovane inetto di nome Nobita. Dalla serie animata, alla realtà, il grazioso robot diventa vero, parla e reagisce agli stimoli esterni. Tutto questo è My Doraemon Robot .

il robot di Doraemon

Creato dalla fabbrica delle meraviglie del Sol Levante, ovvero la Bandai, il gatto robot presenta le ormai classiche fattezze di Doraemon. Anche se non in grado di camminare, il robot sa muovere la testa e comunicare con chi gli sta intorno, grazie ad un ricco vocabolario di circa 1300 frasi.

Inoltre, il piccolo robot baffuto dispone di sensori in grado di comprendere quello che avviene nell’ambiente circostante: per esempio, se si spegne la luce, Doraemon darà la buona notte, mentre se i suoi sensori rileveranno una temperatura troppo alta il robot esclamerà qualcosa del tipo “Wow, sta diventando bollente qua dentro”. My Doraemon Robot arriverà sul mercato agli inizi di settembre: al momento non sono state rilasciate alcune dichiarazioni relative al possibile prezzo.

(via Ubergizmo )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Igino Ancoretta scrive:
    Oddio
    E se succedesse anche in Italia che i giornalisti indagassero sulla veridicità delle notizie...?
  • nome e cognome scrive:
    Saro' troppo Italiano
    ... ma persone come queste, che vendono la fontana di Trevi ad un passante o convicono un fesso di avere una compagnia aerea (!!!) mi suscitano piu' un sorriso che una smorfia.Ok - non si fa, e' una truffa.Ma come esiste il reato di truffa, c'e' anche l'incauto acquisto.
  • ninjaverde scrive:
    :-)))))))
    Lo ha fatto per gioco, ma occorrerebbe farlo sul serio, ecco allora che si viene presi in considerazione.Chissà come mai i $$$ aprono tutte le porte, anche se sono solo presunti!!!Vecchia realtà.
  • asvero panciatici scrive:
    mettiamo una tassa sull'idiozia...
    ...e si risolve la crisi... belli i siti, realistici. Ma quando si tratta di fare affari non si controlla nemmeno un recapito postale?? mah...PSIl plurale maschile di "Socio" è "Soci", non "Socii".La O finale si trasforma in I soltanto se costituisce sillaba autonoma (Come in brusio, vocio...), se invece fa dittongo con la I che la precede (socio, bacio...) semplicemente cade.
    • ExfreePress scrive:
      Re: mettiamo una tassa sull'idiozia...
      Meditate gente meditate... su chi ci fa le prediche... di non capirci niente di capitalismo; a meno che il capitalismo non sia proprio questo: un poker pieno di bluff.
Chiudi i commenti