Download mobile/ TeaShark e oltre

Un navigatore Java per cellulari completo e gratuito, calcolo delle rate e interessi e grafici matematici mobili

a cura di Luca Saccomani

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • felici andrea scrive:
    andrea
    ciao
  • ichim miruna scrive:
    microsoft windows 2008
    vorrei microsoft Windows 2009
  • ciao scrive:
    idiotiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
    ciao
  • kkk hhhh scrive:
    hhf
    mtnynmymnm
  • alessandro spagnolo scrive:
    window
    lo vorrei per il mio computer
  • alessandro spagnolo scrive:
    window 2008
    vorrei window 2008
  • Lillo scrive:
    Nella grandi aziende
    Windows server ormai è relegato a servizi di contorno.Sto seguendo la creazione del nuovo sistema di billing di uno dei prossimi operatori telefonici italiani virtuali e su centinaia di server ci sono solo 2 Windows che per ovvi motivi vengono messi in una sottorete configurata ad hoc come jail con programmazioni particolari dei router.Windows alla fine costa di più è più inefficiente e necessita di maggiori attenzioni perché se non è un colabrodo comunque ormai ha questa nomina e nessuno lo vuole più tra i piedi.Il resto sono tutti Linux, Solaris e alcuni FreeBSD per le attività di monitoring.
  • Pinguino Saltino scrive:
    storia già vista
    Costerà più di Linux e *BSD, offrirà meno in fatto di stabilità e velocità, sarà meno compatibile con l'hardware, costringerà l'utente a sottoscrivere contratti di supporto onerosissimi e alla fine sarà comunque vittima di virus, spyware e trojan ricevuti dall'esterno o preconfezionati nel sistema.E dopo anni di bestemmie, i dodici poveri amministratori (che sarebbero stati tre se le stesse macchine fossero state Unix based, ma questa è un'altra storia) dovrà andare dal suo capo e informarlo che il supporto terminerà entro un anno e che i soldi per le licenze e per i contratti dovranno essere spesi nuovamente perchè proprio quando il sistema sta assumendo i connotati di un oggetto funzionante dopo innumerevoli aggiornamenti, la casa produttrice deve per forza renderlo obsoleto e farne uscire un altro perchè nessuno spende soldi per riparare qualcosa che funziona. In campo commerciale il software che non dà problemi all'utente, quindi che non richiede servizi, genera perdite.Aveva ragione chi diceva che Windows non è un sistema operativo ma una piattaforma di business. Sfortunatamente sono ancora tanti quelli che ci cascano.
    • Ufficio CED scrive:
      Re: storia già vista
      PAROLE SANTE !!!!!!
    • Perplesso scrive:
      Re: storia già vista
      Secondo me tu Windows lo conosci poco.
    • 0xFF scrive:
      Re: storia già vista
      - Scritto da: Pinguino Saltino
      e alla fine sarà comunque vittima di
      virus, spyware e trojan ricevuti dall'esterno o
      preconfezionati nel
      sistema.conosci un sistema operativo che sia immune ai virus? E non mi dire che linux è immune ai virus, perchè non ci sono ragioni tecniche affichè non possa esistere dato che un virus è un programma che viene mandato in esecuzione
      • Sergio scrive:
        Re: storia già vista

        conosci un sistema operativo che sia immune ai
        virus? E non mi dire che linux è immune ai virus,
        perchè non ci sono ragioni tecniche affichè non
        possa esistere dato che un virus è un programma
        che viene mandato in esecuzioneTra la teoria e la pratica c'è però una certa differenza... il dato di fatto è che di virus versi per Unix quasi non ne esistono (anzi, togliamo pure il quasi), mentre per Windows ce ne sono a centinaia di migliaia... e non dite che è perché Windows è il sistema più diffuso: smanettoni nei laboratori universitari dove si usano Sun ce ne sono sempre stati, ma di virus ne sono usciti praticamente zero. Exploit, tentativi di accesso come root, ma tutte cose che richiedono un accesso tramite console o un utente esistente...Quanto al discorso del "programma che viene mandato in esecuzione" ci sono diversi progetti sia su Linux che sui *bsd (in particolar modo su Openbsd) per limitare i possibili bachi di sicurezza legati all'accesso in esecuzione ad aree di memoria dedicate ai dati (ovvio, se tu da root dai un rm -rf sulle cartelle degli utenti sei un virus micidiale :-)
    • Gom scrive:
      Re: storia già vista
      - Scritto da: Pinguino Saltino
      Costerà più di Linux e *BSD, offrirà meno in
      fatto di stabilità e velocità, sarà meno
      compatibile con l'hardware, costringerà l'utente
      a sottoscrivere contratti di supporto
      onerosissimi e alla fine sarà comunque vittima di
      virus, spyware e trojan ricevuti dall'esterno o
      preconfezionati nel
      sistema.i tuoi sono solo luoghi comuni... di quelli che se ne trovano a centinaia per ogni OShai mai provato windows 2003 server?

      E dopo anni di bestemmie, i dodici poveri
      amministratori (che sarebbero stati tre se le
      stesse macchine fossero state Unix based, ma
      questa è un'altra storia) dovrà andare dal suo
      capo e informarlo che il supporto terminerà entro
      un anno e che i soldi per le licenze e per i
      contratti dovranno essere spesi nuovamente perchè
      proprio quando il sistema sta assumendo i
      connotati di un oggetto funzionante dopo
      innumerevoli aggiornamenti, la casa produttrice
      deve per forza renderlo obsoleto e farne uscire
      un altro perchè nessuno spende soldi per riparare
      qualcosa che funziona. In campo commerciale il
      software che non dà problemi all'utente, quindi
      che non richiede servizi, genera
      perdite.

      Aveva ragione chi diceva che Windows non è un
      sistema operativo ma una piattaforma di business.
      Sfortunatamente sono ancora tanti quelli che ci
      cascano.ma sono anche tanti quelli che ci lavorano senza tutti i problemi da te mensionati
    • Dambodi Dambodi scrive:
      Re: storia già vista
      quoto e straquoto!parole sante!!(da: un geek di linux che per motivi lavorativi e' costretto a fare anche il sysadmin su piattaf windoz)- Scritto da: Pinguino Saltino
      Costerà più di Linux e *BSD, offrirà meno in
      fatto di stabilità e velocità, sarà meno
      compatibile con l'hardware, costringerà l'utente
      a sottoscrivere contratti di supporto
      onerosissimi e alla fine sarà comunque vittima di
      virus, spyware e trojan ricevuti dall'esterno o
      preconfezionati nel
      sistema.

      E dopo anni di bestemmie, i dodici poveri
      amministratori (che sarebbero stati tre se le
      stesse macchine fossero state Unix based, ma
      questa è un'altra storia) dovrà andare dal suo
      capo e informarlo che il supporto terminerà entro
      un anno e che i soldi per le licenze e per i
      contratti dovranno essere spesi nuovamente perchè
      proprio quando il sistema sta assumendo i
      connotati di un oggetto funzionante dopo
      innumerevoli aggiornamenti, la casa produttrice
      deve per forza renderlo obsoleto e farne uscire
      un altro perchè nessuno spende soldi per riparare
      qualcosa che funziona. In campo commerciale il
      software che non dà problemi all'utente, quindi
      che non richiede servizi, genera
      perdite.

      Aveva ragione chi diceva che Windows non è un
      sistema operativo ma una piattaforma di business.
      Sfortunatamente sono ancora tanti quelli che ci
      cascano.
    • anonimo01 scrive:
      Re: storia già vista
      un po' esagerato, però QUOTO IN TOTO (QiT).da più problemi il 2003 server che il novell in macchina gemella o i 4 linux su macchine "nient'affattocheserver" convertiti a server (uptime di centinaia di giorni)...(e no, con 2k non avevo di questi problemi)
    • Zzzzz! scrive:
      Re: storia già vista
      Mi associo alla tua posizione. Io sono molto contento del passaggio di metà dei miei server da LINUX (SuSE) a 2003. Certo che ho dovuto studiare per capire come è fatto Windows.
Chiudi i commenti