Duplex: al debutto l'IA di Google, come funziona

L'intelligenza artificiale Duplex sviluppata da Google in fase di rollout: alcuni utenti Pixel possono già sfruttarla per prenotare un ristorante.

Tra gli annunci dell’I/O 2018 organizzato da Google nei mesi scorsi, uno in particolare ha suscitato curiosità e sollevato qualche discussione sul ruolo dell’intelligenza artificiale: quello relativo a Duplex. Una tecnologia in grado di gestire autonomamente e in ogni sua fase una conversazione telefonica, impiegata in un primo momento per effettuare la prenotazione di un tavolo al ristorante.

L’IA che prenota il ristorante

È palese come la reale finalità di un sistema tanto complesso sia ben altra, ma in questa prima fase di training e di raccolta feedback il gruppo di Mountain View ha scelto di limitarne il raggio d’azione a compiti relativamente semplici. Stando a quanto riportato dalla redazione del sito VentureBeat e confermato da bigG, Duplex è in fase di rollout negli Stati Uniti in alcune città (probabilmente New York, Atlanta, Phoenix, San Francisco) e per un numero non meglio precisato di utenti in possesso di uno smartphone della linea Pixel. Costituisce dunque una funzionalità esclusiva per i device a marchio Google.

Google Duplex: come funziona

Il suo funzionamento è ben riassunto dal filmato in streaming di seguito che mostra l’utente interagire con l’Assistente Google chiedendogli di occuparsi della prenotazione.

Riportiamo qui sotto l’intera conversazione in forma tradotta, passaggio per passaggio (in corsivo le interazioni dell’IA).

  • Effettua una prenotazione al ristorante.
  • Ok, ho trovato alcune scelte, quale posto vuoi?
  • Cafe Instanbul.
  • Certo, effettuerò una prenotazione a Cafe Instanbul. Per quanti?
  • Due persone.
  • Ok, per due persone. Per quando?
  • Venerdì.
  • Ok, a che ora?
  • 7:00 pm.
  • Bene, per le 7:00 pm di venerdì. Nel caso non fosse disponibile, posso provare tra le 7:00 pm e le 8:00 pm?
  • Sì.
  • Bene, tra le 7:00 pm e le 8:00 pm. Ho un numero di telefono che finisce con 8321. Posso usarlo per effettuare la prenotazione?
  • Sì.
  • Ok, prenoterò a nome Kyle, con il numero che finisce con 8321. Vuoi che effettui la prenotazione?
  • Sì.
  • Bene, ora proverò a chiamare e ti aggiornerò entro i prossimi 15 minuti. Puoi in ogni momento chiedermi informazioni sulla prenotazione per controllarne lo stato.

Il video si interrompe qui. Di seguito invece quanto accade all’altro capo della comunicazione, dove l’IA si interfaccia con il ristoratore.

  • Buongiorno, Cafe Prague.
  • Salve, chiamo per effettuare una prenotazione per un cliente. Chiamo da Google e la telefonata potrebbe essere registrata. Potrei prenotare un tavolo per domani, per favore?
  • Sì, a che ora vorrebbe prenotare?
  • Alle 7:00 pm.
  • Ok, perfetto. Quante persone?
  • Per due persone.
  • Ok, due persone, domani alle 7:00 pm. Qual è il suo nome?
  • Anna.
  • Anna, ok. Grazie.
  • Ok.
  • Ci vediamo domani, grazie.
  • Grazie molte, grazie. Bye bye.

È solo l’inizio

Per dirla tutta, il funzionamento non è esattamente quello mostrato da Sundar Pichai a maggio sul palco dell’I/O 2018. Bisogna rispondere a diverse domande, seguendo una prassi rigida e ben precisa. A conti fatti, si potrebbe impiegare meno tempo chiamando direttamente il ristorante, ma questo aspetto potrà essere migliorato e ottimizzato in futuro. In ogni caso, la voce dell’IA simula in modo convincente quella di un essere umano grazie all’impiego tecnologia WaveNet. Queste le parole del portavoce di bigG a proposito della fase di rollout.

Al momento stiamo perfezionando la possibilità di prenotare al telefono un ristorante attraverso l’Assistente Google utilizzando la tecnologia Duplex. Per poter fornire una buona esperienza agli utenti Pixel e alle attività, iniziamo con un rollout ristretto, raggiungendo altri utenti più avanti.

Per evitare abusi, dopo aver cancellato una prenotazione Duplex non potrà effettuarne un’altra fino al giorno successivo nello stesso posto. Se poi la pratica viene ripetuta più volte, l’IA smette di offrire la feature all’utente. Per quanto riguarda invece i ristoranti, coloro che non hanno intenzione di partecipare al programma possono specificarlo attraverso la dashboard My Business. Al momento non è dato a sapere quando il sistema raggiungerà altri territori o introdurrà il supporto a lingue diverse dall’inglese.

Fonte: VentureBeat

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • GIg scrive:
    Non ho guardato i video, ma nella trascrizione l'assistente prima dice che avrebbe prenotato a nome Kyle e che avrebbe lasciato un numero di telefono... mentre poi prenota a nome Anna e senza lasciare alcun numero di telefono... Uhm... Forse il numero di telefono non lo ha dato perché non era stato richiesto... ma il nome diverso????
Chiudi i commenti