E i rischi legati all'uso di smartphone durante l'infanzia?

Alcuni attivisti hanno chiesto ad Apple di tutelare i piccoli utilizzatori degli smartphone. Ma anche di mettere in cantiere studi approfonditi su come l'utilizzo indiscriminato possa danneggiarli

Roma – I ricchi proventi di Apple provengono ormai da un decennio in larga misura dalle vendite di iPhone (48,35 miliardi di dollari solo nel 2017). Secondo gli investitori Jana Partners LLC e il California State Teachers’ Retirement System, che detengono 2 miliardi di dollari di azioni, l’azienda dovrebbe assumersi la responsabilità di sviluppare strumenti volti ad aiutare i genitori a controllare e limitare l’utilizzo di smartphone da parte dei più piccoli . Gli stakeholder hanno inoltrato la scorsa settimana una lettera d’invito ai vertici dell’azienda: sensibilizzano sul cattivo ed eccessivo utilizzo dei dispositivi mobili che – effettivamente – potrebbe avere influenze sulla salute mentale dei bambini che li usano in maniera sempre più indiscriminata. A renderlo noto è il Wall Street Journal.

Apple

Quello che viene chiesto ad Apple non è una rinuncia ai proventi o un loro riversamento in attività di charity, quanto piuttosto la dimostrazione di un maggior rispetto della responsabilità sociale o corporate social responsability (CSR). Gli studi e lo sviluppo di tool specifici volti a garantire la salute dei più piccoli rappresenterebbero nel loro insieme un rafforzamento di altri impegni già contemplati . Cupertino risulta attiva nel sostegno alle comunità locali , nell’appoggio di iniziative benefiche a livello mondiale (ne è un esempio il recente RED program ) dimostrando anche impegno a carattere filantropico, oltre che attenzione per la sicurezza e l’ambiente. L’assunzione di questo ulteriore impegno, sostenuto e voluto dagli attivisti, potrebbe rassicurare gli investitori e migliorare ancor più l’immagine di Apple.

Per i sostenitori, tra i quali spiccano anche il cantante Sting e la sua coniuge, oltre che studiosi ed ecclesiastici noti per aver portato avanti campagne a favore di un cambio di condotta nei confronti dell’azienda petrolifera Exxon Mobil, “Apple può svolgere un ruolo determinante nel segnalare all’industria che prestare particolare attenzione alla salute e allo sviluppo della prossima generazione è sia un buon affare che la cosa giusta da fare”. “C’è un consenso crescente in tutto il mondo, compreso nella Silicon Valley, che le nuove tecnologie devono essere prese in considerazione in questo intento e nessuna azienda può esternalizzare tale responsabilità”.

Nonostante l’ interessamento del mondo accademico e alcune iniziali valutazioni degli effetti che l’utilizzo di alcuni tipi di tecnologia possono apportare nella persona (difficoltà nelle interazioni umane, depressione e persino suicidio), aziende del calibro di Facebook, Google, Amazon, Snapchat stanno affrontando il problema in maniera un po’ tardiva. E lo stanno facendo perlopiù informando i genitori circa i rischi correlati e offrendo alcuni blocchi ad applicazioni poco consone ad un pubblico “piccolo”.

Apple finora non ha fatto molto, salvo l’introduzione di alcune funzionalità di parental control (e guardando oltre il tema dell’infanzia introducendo la possibilità di bloccare l’utilizzo dello smartphone nel caso in cui l’utente sia alla guida).

Tutto sommato rispondere in maniera positiva alla richiesta potrebbe tramutarsi per Apple in un interessante potenziamento per il business . I grandi investitori e le banche stanno scommettendo infatti proprio su quelle aziende che dimostrano di avere a cuore la responsabilità sociale. Cook coglierà questa opportunità?

Mirko Zago
fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • andrea scrive:
    protocollo ok e le frequenze?
    Più che cambi di protocolli di trasmissione bisognerebbe avere a livello ministeriale maggiori gamme di frequenze e controlli. Il Band plan non viene rispettato e le frequenze outdoor vengono usate anche dagli apparati indoor generando solo confusione. Aumentare la banda vuol dire anche aumentare le problematiche di trasmissione e il rumore di fondo diventa l'unico vero ostacolo.... anche il ministero dovrebbe fare il suo lavoro!
  • Sbloccatore scrive:
    influenza
    l'influenza deve aver fatto un brutto effetto su questo forum
  • Il Fuddaro scrive:
    nuovi standard....
    snniiiff....macAddress, snniiiff....SSID, ssnniiifff....BSSID, ssnniiiff....BEACONS, snniiiff....ESSID, snniiiff....WPA, snniiiff....ECC, snniiiff....ECC, snniiiff...., snniiiff....Che bella scorpacciata!
  • 1e6ce4dc1e6 scrive:
    Abusare il concetto di standard
    Per quanto ne sapevo io uno standard è un insieme di punti fermi che permettono la compatibilità tra strumenti prodotti da aziende diverse per periodi di tempo significativi. Le telecom in meno di trent'anni sono arrivate al 5G, con Wi-Fi si sta giocando ancora di più. Ora si verifica l'ennesimo caso di un produttore che anticipa il rilascio dei prodotti per imporre le sue scelte a chi prepara le specifiche dello standard. Ma tra durate limitate nel tempo, instabilità delle specifiche e compatibilità incerta dei prodotti marcati per uno standard è veramente il caso di chiamarlo standard?
  • Escobar scrive:
    Due riflessioni
    - non è che sia un momento idilliaco per Intel, doveva presentare proprio adesso?- al posto di allargare la banda, non si può anche pensare a ridurre il traffico generato? Sta rincorsa a chi lo ha più lungo per poi trasmettere una mare di spazzatura non ha senso secondo me, come fare PC sempre più potenti e poi metterci SO pachidermi e con bloatware, è un non-sense
    • Fetente scrive:
      Re: Due riflessioni
      la banda larga serve a far passare tutto il traffico generato dal malware che sfrutta i bachi delle cpu. E' il progresso!!!
      • Il Fuddaro scrive:
        Re: Due riflessioni
        - Scritto da: Fetente
        la banda larga serve a far passare tutto il
        traffico generato dal malware che sfrutta i bachi
        delle cpu. E' il
        progresso!!!Progresso firmato agenzia GOV USA.
    • Joshthemajor scrive:
      Re: Due riflessioni
      - Scritto da: Escobar
      - non è che sia un momento idilliaco per Intel,
      doveva presentare proprio
      adesso?Per quanto grande il problema alle CPU possa essere, questa tua affermazione ci azzecca poco. Non è che intel ha una sola business unit e al posto che arginare il danno alle cpu ha deciso di dedicarsi ha fare un wifi migliore...
      - al posto di allargare la banda, non si può
      anche pensare a ridurre il traffico generato? Il vero problema del wifi è la latenza. Giocare online con il wifi, ad oggi, è ancora impossibile.
      • panda rossa scrive:
        Re: Due riflessioni
        - Scritto da: Joshthemajor
        Il vero problema del wifi è la latenza. Giocare
        online con il wifi, ad oggi, è ancora
        impossibile.Dipende dai giochi.A Travian si gioca benissimo con il wi-fi, per esempio.
        • Giulia scrive:
          Re: Due riflessioni
          Se lui ti parla di latenza , perche tu invece di portare ad esempio un qualunque fps tiri fuori uno strategico ?Fai pace con la testa.
          • nemmeno leggere scrive:
            Re: Due riflessioni
            - Scritto da: Giulia
            Se lui ti parla di latenza , perche tu invece di
            portare ad esempio un qualunque fps tiri fuori
            uno strategico
            ?

            Fai pace con la testa.ma voi non siete capaci a leggere, confondete il GSM/3G con il wifi, l'articolo parla di wifi
          • Il Fuddaro scrive:
            Re: Due riflessioni
            - Scritto da: Giulia
            Se lui ti parla di latenza , perche tu invece di
            portare ad esempio un qualunque fps tiri fuori
            uno strategico
            ?

            Fai pace con la testa.Ma tu essere la Giulia, che negli anni 90 bazzicava i newsgroup maIcrosoft? O essere solo un uomo che voleva essere donna alla nascita?Sai sono uno che di solito non si fà i pipini suoi. :)
          • ... scrive:
            Re: Due riflessioni
            fuddaro l'altro XXXXXXXX di p.i.
          • ... scrive:
            Re: Due riflessioni
            fuddaro l'altro XXXXXXXX di p.i.
          • panda rossa scrive:
            Re: Due riflessioni
            - Scritto da: Giulia
            Se lui ti parla di latenza , perche tu invece di
            portare ad esempio un qualunque fps tiri fuori
            uno strategico
            ?

            Fai pace con la testa.Se non sai giocare a Travian, evita di essere saccente.Ci sono azioni in fase di attacco e di difesa che richiedono sincronizzazione precisa.Un paio di secondi di latenza e rischi di perdere un villaggio o fallire una conquista.E comunque il tizio mica ha specificato.Ha scritto genericamente "giocare online", e fino a prova contraria Travian e' un game online.
          • ... scrive:
            Re: Due riflessioni
            [img]http://replygif.net/i/279.gif[/img]
          • maxsix scrive:
            Re: Due riflessioni
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Giulia

            Se lui ti parla di latenza , perche tu
            invece
            di

            portare ad esempio un qualunque fps tiri
            fuori

            uno strategico

            ?



            Fai pace con la testa.

            Se non sai giocare a Travian, evita di essere
            saccente.
            Ci sono azioni in fase di attacco e di difesa che
            richiedono sincronizzazione
            precisa.
            Un paio di secondi di latenza e rischi di perdere
            un villaggio o fallire una
            conquista.

            E comunque il tizio mica ha specificato.
            Ha scritto genericamente "giocare online", e fino
            a prova contraria Travian e' un game
            online.Un paio di secondi?Dico, ma sei diventato così XXXXXXXXX o ci sei nato?
          • panda rossa scrive:
            Re: Due riflessioni
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Giulia


            Se lui ti parla di latenza , perche tu

            invece

            di


            portare ad esempio un qualunque fps tiri

            fuori


            uno strategico


            ?





            Fai pace con la testa.



            Se non sai giocare a Travian, evita di essere

            saccente.

            Ci sono azioni in fase di attacco e di
            difesa
            che

            richiedono sincronizzazione

            precisa.

            Un paio di secondi di latenza e rischi di
            perdere

            un villaggio o fallire una

            conquista.



            E comunque il tizio mica ha specificato.

            Ha scritto genericamente "giocare online", e
            fino

            a prova contraria Travian e' un game

            online.

            Un paio di secondi?
            Dico, ma sei diventato così XXXXXXXXX o ci sei
            nato?Ovviamente non sai di che parli.Ma piuttosto che lasciare il beneficio del dubbio, parli e togli ogni dubbio.
          • Sbloccatore scrive:
            Re: Due riflessioni
            ho visto un cinese sbloccare iphone e' il tuo?
          • ... scrive:
            Re: Due riflessioni
            maxsix il XXXXXXXX di p.i.
        • Joshthemajor scrive:
          Re: Due riflessioni
          Certo. I browser game non hanno bisogno di ping basso per giocare.
      • 1e6ce4dc1e6 scrive:
        Re: Due riflessioni

        Il vero problema del wifi è la latenza. Giocare
        online con il wifi, ad oggi, è ancora
        impossibile.L'etere è una risorsa limitata. Già il marketing e l'industria delle telecomunicazioni, il potere delle televisioni e le esigenze di tecnocontrollo ci hanno portato ad abusarlo, ma questo è proprio il colmo. Attaccati ad una rete fisica e basta.
        • Il Fuddaro scrive:
          Re: Due riflessioni
          - Scritto da: 1e6ce4dc1e6

          Il vero problema del wifi è la latenza. Giocare

          online con il wifi, ad oggi, è ancora

          impossibile.

          L'etere è una risorsa limitata. Già il marketing
          e l'industria delle telecomunicazioni, il potere
          delle televisioni e le esigenze di tecnocontrollo
          ci hanno portato ad abusarlo, ma questo è proprio
          il colmo. Attaccati ad una rete fisica e
          basta.Non basta ancora, dormi pure un'attimino più tranquillo, con un bel cavo ethernet conficcato nei pertugi, in confronto al gran chiacchierone wifi!.
          • ... scrive:
            Re: Due riflessioni
            fuddaro l'altro XXXXXXXX di p.i.
          • 1e6ce4dc1e6 scrive:
            Re: Due riflessioni

            Non basta ancora, dormi pure un'attimino più
            tranquillo, con un bel cavo ethernet conficcato
            nei pertugi, in confronto al gran chiacchierone
            wifi!.Classico trucco da propaganda. Invece di rispondere sposta il discorso su toni estremisti oppure finto-complottisti.
          • ... scrive:
            Re: Due riflessioni
            - Scritto da: 1e6ce4dc1e6
            Classico trucco da propaganda. Invece di
            rispondere sposta il discorso su toni estremisti
            oppure finto-complottistiNo, semplicemente è quel XXXXXXXX del fuddaro.
          • Il Fuddaro scrive:
            Re: Due riflessioni
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: 1e6ce4dc1e6

            Classico trucco da propaganda. Invece di

            rispondere sposta il discorso su toni estremisti

            oppure finto-complottisti

            No, semplicemente è quel XXXXXXXX del fuddaro.Si XXXXXXXX, cioè tu ... tre puntini l'omosex.
          • ... scrive:
            Re: Due riflessioni
            fuddaro l'altro XXXXXXXX di p.i.
    • xte scrive:
      Re: Due riflessioni
      Punto interessante il tuo: da un lato abbiamo un mucchio di *spreco* di banda da parte di tonnellate di web(c)ap (non solo client-side) per mero design di **rda, ma dall'altro abbiamo anche un tonnellata di servizi che potrebbero nascere man mano che aumenta la banda, soprattutto in termini simmetrici.Pensa a Plan9: pensa alla possibilità di avere un vero computing distribuito, li banda MOLTO larga e simmetrica sono iper-necessari. Pensa per esempio ad uno scenario parzialmente già attuale: scambio di files tra utenti; vi sono (pochi) ISP che offrono IPv6 statici ai loro clienti, aggiungici un nome a dominio anche i .ovh&c da 0.99cent/anno e pensa a come si può comunicare. Chiamate VoIP IP2IP (grazie al dns in mezzo, ovvio), scambio files diretto ecc. Estendilo e pensa ad IPFS, ZeroNet, ... Prima o poi anche il modello "cloud" attuale sarà MORTO perché per tanti link a 100Gbps a datacenters non basteranno più. Se la banda cresce regolarmente ci arriveremo e *potrebbe* essere un bene (condizionale perché si può implementare anche in maniera sgradevole per noi utenti), se ci fermiamo manteniamo e peggioriamo lo stato attuale delle cose.
      • Escobar scrive:
        Re: Due riflessioni
        - Scritto da: xte
        Punto interessante il tuo: da un lato abbiamo un
        mucchio di *spreco* di banda da parte di
        tonnellate di web(c)ap (non solo client-side) per
        mero design di **rda, ma dall'altro abbiamo anche
        un tonnellata di servizi che potrebbero nascere
        man mano che aumenta la banda, soprattutto in
        termini
        simmetrici.
        Infatti ad essere sincero ho rivisto la mia posizione riflettendo meglio sull'articolo: si parla principalmente di enterprise per quanto riguarda le soluzioni wired (e penso a tutte quelle situazioni dove la connettività a banda ultralarga è un vantaggio, come per le SAN ad esempio ma non solo), e di accessi multipli per quando riguarda il wi-fi (penso a reti wireless estese come campus, eventi ma anche musei o enti pubblici). Inizialmente gli avevo dato un taglio più "consumer"
        • xte scrive:
          Re: Due riflessioni
          Mh, se ti ho inteso bene temo sia un pelo un mito: l'idea che gira in questi tempi ovvero fuori dal datacenter e dalle dorsali solo "wireless" è IMVHO impensabile e sopratutto NON auspicabile ad oggi.Anche se il 4G è decisamente meglio di tutte le tecnologie precedenti e il 5G magari sarà lo stesso, se l'WiFi a livello di "densità" migliorerà pure, ma il punto è che non basta la banda, non basta la densità, serve anche l'affidabilità oggi. Internet anche domestico non è più solo elenco telefonico, ricerche stile biblioteca e youtube, è anche uno strumento per il controllo remoto di vari dispositivi personali, videosorveglianza&c, telelavoro, studio, operazioni finanziarie&fiscali ecc in sintesi ha una criticità pari o superiore al classico servizio telefonico, a quello che aveva un tempo il servizio telegrafico e postale. Questo, ad oggi e anche nel prossimo decennio o più se non scopriamo chissà che novità non possiamo averlo.
Chiudi i commenti