eBay spera nell'open source

API libere: avanti tutta. Il gigante delle aste online apre un forum per lo sviluppo di progetti open source basati sui servizi eBay e PayPal. Una strategia per stroncare le mire espansionistiche di Google?
API libere: avanti tutta. Il gigante delle aste online apre un forum per lo sviluppo di progetti open source basati sui servizi eBay e PayPal. Una strategia per stroncare le mire espansionistiche di Google?


Roma – I sostenitori del codice libero possono gioire: eBay soddisfa finalmente le richieste di numerosi utenti ed apre le porte all’ open source . La grande net-company, proprietaria del noto sistema di pagamento PayPal , ha così lanciato il servizio Community Codebase : un portale completamente dedicato all’uso delle API messe a disposizione da eBay.

“La Community Codebase”, si legge nel comunicato ufficiale, “è un ambiente di sviluppo che permette la discussione tra programmatori ed il download di codice liberamente utilizzabile”. Gli utenti possono accedere alle varie sezioni del portale solo se in possesso di un account per i servizi eBay: alcuni progetti sono già attivi e molti messaggi stanno già iniziando a popolare i forum.

L’obiettivo del sito è di mettere in contatto gli sviluppatori di tutto il mondo, facilitando la creazione di applicativi basati sulle tecnologie che hanno reso eBay un protagonista del web. Le routine di pagamento attraverso PayPal, ad esempio, potranno essere personalizzate a piacimento. Molti dei kit di sviluppo scaricabili sono rilasciati sotto licenza MIT e comprendono strumenti per la vendita di prodotti ed il pagamento online .

“I pregi dell’open source sono noti – dichiara Greg Isaacs, direttore del Community Codebase – riduce i costi ed i tempi per lo sviluppo di software, aumentando la qualità del prodotto grazie al continuo contributo degli stessi utenti”. La mossa di eBay sembra tutta rivolta a fronteggiare le mire espansionistiche di Google , già sulla rampa di lancio per colonizzare il lucroso mercato della gestione telematica dei pagamenti.

Tommaso Lombardi

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 06 2005
Link copiato negli appunti