eBay vede le stelle. Grazie a PayPal

I dati dell'ultimo trimestre mostrano l'ottima crescita del marketplace online più famoso del mondo grazie alla performance da record del suo sistema di pagamento

Roma – Un trimestre ricco per eBay, che vede salire le sue quotazioni del 22 per cento grazie all’ottima crescita di PayPal. I risultati si dimostrano migliori rispetto alle aspettative degli analisti, garantendo un guadagno pari a 432 milioni di dollari (33 centesimi per ogni azione) nel periodo luglio-settembre, cifra superiore ai 350 milioni di dollari incassati lo scorso anno nello stesso periodo.

I risultati segnalano una performance più che solida da parte del sistema di pagamento adottato dal marketplace online, evidenziando una crescita nei ricavi, nel volume dei pagamenti e nel numero degli account attivi registrati. Per rendere l’idea: PayPal ha chiuso l’ultimo trimestre con 90 milioni di utenti, aggiungendo un milione di account per ogni mese trascorso.

John Donahoe, CEO di eBay, commenta positivamente i numeri dell’ultimo trimestre, sottolineando la grande performance di PayPal e la sostanziale tenuta della piattaforma. Se le aste procedono con una certa lentezza, PayPal continua a rappresentare il “gioiello della corona” all’interno del tesoro di eBay: motivo per il quale il sistema di pagamento, ancora una volta, provvede a tenere alti i guadagni del sito di e-commerce.

L’ottmismo non manca di certo. Sandeep Aggarwal, analista presso la Caris & Co di San Francisco, evidenzia il momento positivo, affermando che c’è “un segnale chiaro che dimostra come la svolta di eBay stia diventando più convincente”. Per quanto concerne il comportamento di PayPal, Jordan Rohan, analista alla Stifel Nicolaus & Co di New York, afferma che si trova nella posizione ideale per diventare, de facto , leader del comparto in tutto il Web.

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ruppolo scrive:
    E quando la nuvola si condenserà...
    ...pioveranno bit.E tornerà a splendere il sole.
    • Rover scrive:
      Re: E quando la nuvola si condenserà...
      Ruppolo!Ricollega il cervello, inserisci la patc e fai un reboot.Vedi se ti si assestano i bit.Perchè qua i tuoi stanno piovendo in modo confuso e privi di senso.La città di NY ha fatto una scelta di risparmio (visto che sono soldi pubblici) per migliorare il servizio risparmiando.Questo è un genere di problematica che non rientra ne' nelle competenze ne' nelle capacità di apple. Ma non è un male. Ad ognuno il suo campo. Oppure pensate di essere omniscenti e indispensabili?Poi cosa vuoi che sia! 100 ml di dollari in 5 anni = 100mila ipad. Jobs li vende i 3 giorni, o no?
      • bubba scrive:
        Re: E quando la nuvola si condenserà...
        - Scritto da: Rover
        Ruppolo!
        Ricollega il cervello, inserisci la patc e fai un
        reboot.
        Vedi se ti si assestano i bit.
        Perchè qua i tuoi stanno piovendo in modo confuso
        e privi di
        senso.
        La città di NY ha fatto una scelta di risparmio
        (visto che sono soldi pubblici) per migliorare il
        servizio
        risparmiando.
        Questo è un genere di problematica che non
        rientra ne' nelle competenze ne' nelle capacità
        di apple. Ma non è un male. Ad ognuno il suo
        campo. Oppure pensate di essere omniscenti e
        indispensabili?
        Poi cosa vuoi che sia! 100 ml di dollari in 5
        anni = 100mila ipad. Jobs li vende i 3 giorni, o
        no?Cioe' adesso per criticare giustamente Ruppolo, dobbiamo anche sostenere le buzzword del momento? certo cala il costo -immediato e visibile-dell'amministrazione, ma tutti gli altri costi?- costi dal down di una tratta internet (e mancato acXXXXX ai dati)- costi dalla perdita di dati della P.A.- costi dal affidare in gestione i dati della gente presenti nella P.A. a una bestia commerciale come M$?- ecc..ecc..
      • Fiber scrive:
        Re: E quando la nuvola si condenserà...
        - Scritto da: Rover
        Ruppolo!
        Ricollega il cervello, inserisci la patc e fai un
        reboot.
        Vedi se ti si assestano i bit.
        Perchè qua i tuoi stanno piovendo in modo confuso
        e privi di
        senso.
        La città di NY ha fatto una scelta di risparmio
        (visto che sono soldi pubblici) per migliorare il
        servizio
        risparmiando.
        Questo è un genere di problematica che non
        rientra ne' nelle competenze ne' nelle capacità
        di apple. Ma non è un male. Ad ognuno il suo
        campo. Oppure pensate di essere omniscenti e
        indispensabili?
        Poi cosa vuoi che sia! 100 ml di dollari in 5
        anni = 100mila ipad. Jobs li vende i 3 giorni, o
        no?le capacita' di Apple nel far risparmiare e' solo quella di vendere gli Imac con CPU Intel I7 ENTRY LEVEL a 2200 l'uno-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 ottobre 2010 18.28-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti