Ebook, per un pugno di IVA

Approvato l'emendamento italiano per abbassare l'aliquota sui volumi digitali: ma l'Europa non ci sta, e minaccia multe. Il problema è la concezione stessa di cos'è un libro digitale

Roma – Al grido di #unlibroèunlibro , il ministro per i Beni e le attività culturali e il Turismo Dario Franceschini ha annunciato l’ approvazione da parte della Commissione bilancio dell’emendamento per portare l’IVA sugli eBook al 4 per cento .

La modifica alla Legge di Stabilità fortemente voluta da Palazzo Chigi prevede anche la copertura del mancato gettito generato, calcolato in 7,2 milioni di euro l’anno : saranno recuperati dal fondo per gli interventi strutturali di poltica economica.

Nonostante la soddisfazione espressa dall’Associazione Italiana Editori, la mossa del Governo italiano, in realtà, potrebbe essere solo simbolica se non addirittura dannosa: se non cambia l’impostazione europea l’Italia rischierà una procedura per infrazione ed una multa da parte di Bruxelles.

La UE, infatti, già nel 2012 è intervenuta sulla tassazione dei libri digitali multando Francia e Lussemburgo che l’avevano abbassata rispettivamente al 7 e al 3 per cento ed obbligandole a riallinearla a quella degli altri paesi (15 per cento) e per il momento sembra aver bocciato tutti i tentativi di mediazione in materia portati avanti da Italia e Francia. Per Bruxelles il problema rimane ideologico: gli ebook sono equiparati ai beni e servizi digitali e per questo hanno una tassazione superiore (al momento in Italia 22 per cento) ed una tassazione differente costituirebbe dunque un aiuto statale illecito al settore.

D’altra parte, come osserva Stefano Quintarelli, alla tassazione è legato anche un problema di interpretazione: quando acquistano un ebook gli utenti si ritrovano in realtà con una licenza d’uso (un servizio per definizione) e non un prodotto che possono liberamente gestire in piena autonomia. Quindi con l’Iva dovrebbe cambiare anche la gestione di questo tipo di beni. Ulteriore problema è poi quello della transnazionalità dei negozi digitali che li vendongo: Amazon ha sede in Lussemburgo, Apple e Kobo ancora altrove, e mentre ora l’Iva è calcolata in base alla nazione dove il libro viene vendut dal 2015 sarà calcolata in base al Paese dell’acquirente.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • BimBumBam scrive:
    differenze
    che differenza c'è tra premere un pulsante del telecomando e cliccare su un icona o tappare uno schermo?Perchè una persona che tappa o che clicca deve essere più intelligente di una che preme un pulsante del telecomando? Per me è la stessa cosa.Il grande vantaggio è che è molto più interattivo e che sono io a decidere cosa fruire, ma da come stanno andando le cose anche internet si sta trasformando in una sorta di televisore tutto commerciale e controllato, dove tutti prendono e nessuno mette, non è un caso che tutte le adsl siano fortemente sbilanciate in tal senso.
    • mcmcmcmcmc scrive:
      Re: differenze
      - Scritto da: BimBumBam
      Perchè una persona che tappa o che clicca deve
      essere più intelligente di una che preme un
      pulsante del telecomando? Per me è la stessa
      cosa.non deve essere più intelligente. Deve sapere cosa sta facendo. Altrimenti...Guarda un po' qua https://goo.gl/oAjXtZdivulgativo, non preciso, soprattutto la parte di tal Toniutti, ma che potrebbe essere utile.
  • Il Punto scrive:
    Il miglioramento.
    33% si', ma intanto cominciamo a migliorare la connettivita' in Italia, altrimenti e' come il fatto di aumentare l' espansione della rete ferroviaria(esempio la rete del caso dei No TAV) quando invece sono da migliorare quelle poche che ci sono.
  • dimmelo e dammelo scrive:
    quest
    Dimmelo e dammelo vanno in guerra muore dimmelo chi rimane?
  • bubba scrive:
    perche' 56% sono pochi?
    fare cose impiegando internet non e' mica come premere [1] sul telecomando TV... c'e' un set di conoscenze informatiche & tecnologiche (e perfino sociologiche) da acquisire e cose da gestire... Naturalmente c'e' chi spaccia la questione come sovrapponibile al premere [1] (in genere mass-marketer) ma la realta' e' ben diversa...
    • Leguleio scrive:
      Re: perche' 56% sono pochi?
      Il 56 % è poco in rapporto agli altri Paesi dell'Unione Europea. Tutto è relativo: se il confronto lo si faceva con lo Stato di Kiribati l'Italia faceva un figurone! :)Grazie alla diffusione pervasiva di telefonini che danno acXXXXX a internet in Italia lo usa anche chi di informatica non capisce un'acca, e non vuole capirci un'acca. Per le operazioni più elementari su feissbuc non è necessario.
      • panda rossa scrive:
        Re: perche' 56% sono pochi?
        - Scritto da: Leguleio
        in Italia lo usa
        anche chi di informatica non capisce un'acca, e
        non vuole capirci un'acca. E questo e' sbagliato.Compito di uno stato moderno e' quello di acculturare i cittadini, non fermarli allo stadio di popolo bue.La scuola, i media, la societa' intera devono trasmettere il messaggio che "non volerci capire un'acca" e' una cosa di cui vergognarsi.Meno moda, piu' informatica.Meno TV, piu' informatica.Meno calcio, piu' informatica.Meno gossip, piu' informatica.
        • k1j0mbux scrive:
          Re: perche' 56% sono pochi?
          - Scritto da: panda rossa
          Compito di uno stato moderno e' quello di
          acculturare i cittadini, non fermarli allo stadio
          di popolo
          bue.uno stato moderno è quello che la smette di volere indottrinare la popolazione 24 x 7 x 365

          La scuola, i media, la societa' intera devono
          trasmettere il messaggio che "non volerci capire
          un'acca" e' una cosa di cui
          vergognarsi.questa si chiama ideologia

          Meno moda, piu' informatica.
          Meno TV, piu' informatica.
          Meno calcio, piu' informatica.
          Meno gossip, piu' informatica.tu vorresti un mondo libero, già.. libero di pensarla sempre e solo come vuoi tu
          • panda rossa scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?
            - Scritto da: k1j0mbux
            - Scritto da: panda rossa

            Compito di uno stato moderno e' quello di

            acculturare i cittadini, non fermarli allo
            stadio

            di popolo

            bue.

            uno stato moderno è quello che la smette di
            volere indottrinare la popolazione 24 x 7 x
            365




            La scuola, i media, la societa' intera devono

            trasmettere il messaggio che "non volerci
            capire

            un'acca" e' una cosa di cui

            vergognarsi.

            questa si chiama ideologia




            Meno moda, piu' informatica.

            Meno TV, piu' informatica.

            Meno calcio, piu' informatica.

            Meno gossip, piu' informatica.

            tu vorresti un mondo libero, già.. libero di
            pensarla sempre e solo come vuoi
            tuFinche' c'e' in giro gente come te che pensa di ingrassare grazie all'ignoranza degli altri, si che lo vorrei.
          • ruppolo scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?
            - Scritto da: panda rossa
            Finche' c'e' in giro gente come te che pensa di
            ingrassare grazie all'ignoranza degli altri, si
            che lo
            vorrei.Se la cultura serve a rubare il lavoro degli altri, proprio datore di lavoro compreso, è meglio restare ignoranti.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            Finche' c'e' in giro gente come te che pensa
            di

            ingrassare grazie all'ignoranza degli altri,
            si

            che lo

            vorrei.

            Se la cultura serve a rubare il lavoro degli
            altri, proprio datore di lavoro compreso, è
            meglio restare
            ignoranti.Questa risposta è totalmente fuori luogo, non c'entra un razzo con l'argomento, ruppolo.
          • ruppolo scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?
            - Scritto da: Sg@bbio
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: panda rossa


            Finche' c'e' in giro gente come te che
            pensa

            di


            ingrassare grazie all'ignoranza degli
            altri,

            si


            che lo


            vorrei.



            Se la cultura serve a rubare il lavoro degli

            altri, proprio datore di lavoro compreso, è

            meglio restare

            ignoranti.

            Questa risposta è totalmente fuori luogo, non
            c'entra un razzo con l'argomento,
            ruppolo.C'entra eccome: la maggior parte della gente sta facendo un uso errato di Internet, un uso che va dal criminale all'autolesionista.
          • Passante scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?
            - Scritto da: ruppolo
            C'entra eccome: la maggior parte della gente sta
            facendo un uso errato di Internet, un uso che va
            dal criminale all'autolesionista.Ottimo esempio di uso autolesionista...
          • Darwin scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • panda rossa scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?
            - Scritto da: ruppolo
            C'entra eccome: la maggior parte della gente sta
            facendo un uso errato di Internet, un uso che va
            dal criminale
            all'autolesionista.E per farlo usa un iPhone.
          • aphex_twin scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?
            Naaaa ormai é Android che va per la maggiore ed é leader indiscusso del mercato OS mobile.Riprovaci. 8)
          • Darwin scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?
            Ma come?Non eravate voi che dicevate che chi usava Android non lo usava come smartphone ma come normale telefono, e che le sue percentuali di diffusione su internet erano ridicole, mentre quelle di iOS erano molto più alte?(newbie)(newbie)(newbie)
          • aphex_twin scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?
            Dipende tutto dal device che hai in mano, se ha schermo piccolo e hw poco potente molto probabilmente non é il massimo per visualizzare pagine internet, magari apri solo le 4 cacate che vanno per la maggiore, facebook, twitter, ecc.
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Sg@bbio
            C'entra eccome: la maggior parte della gente sta
            facendo un uso errato di Internet, un uso che va
            dal criminale
            all'autolesionista.per cui uno stato che diffonde cultura (digitale e non) servirebbe eccome. Grazie per la conferma.
          • cicciobello scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?

            C'entra eccome: la maggior parte della gente sta
            facendo un uso errato di InternetQuale sarebbe l'uso corretto?
            , un uso che va
            dal criminale
            all'autolesionista.Addirittura? In che modo si farebbero del male?
          • Sg@bbio scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Sg@bbio

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: panda rossa



            Finche' c'e' in giro gente come te
            che

            pensa


            di



            ingrassare grazie all'ignoranza
            degli

            altri,


            si



            che lo



            vorrei.





            Se la cultura serve a rubare il lavoro
            degli


            altri, proprio datore di lavoro
            compreso,
            è


            meglio restare


            ignoranti.



            Questa risposta è totalmente fuori luogo, non

            c'entra un razzo con l'argomento,

            ruppolo.

            C'entra eccome: la maggior parte della gente sta
            facendo un uso errato di Internet, un uso che va
            dal criminale
            all'autolesionista.Tipo ? Come ? Quando ?
          • Joe Tornado scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?
            Parla per te !
          • ... scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?
            Che succede Joe? :
          • cicciobello scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?

            meglio restare
            ignoranti.In tal caso stai facendo un ottimo lavoro.
          • cicciobello scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?

            Se la cultura serve a rubare il lavoro degli
            altri, proprio datore di lavoro compreso, è
            meglio restare
            ignoranti.Non preoccuparti, ci stai riuscendo benissimo.
        • iRoby scrive:
          Re: perche' 56% sono pochi?
          Noooo, e chi glielo dice ora a Berluska ma anche a tutti i magnati dei network mondiali che non serve essere intelligenti ed aver studiato per diventare famosi ed essere fighi?Basta fare un provino del Grande Fratello/Big Brother e andare a fare qualche XXXXXta in TV seguendo un copione.O se sai zampettare e cantare vai ad Amici.Cosa serve studiare?Lo Stato dovrebbe?La TV dovrebbe?Ma se sono 70 anni che perseguono l'instupidimento della popolazione e ci sono riusciti!Berlusconi ai suoi figli vietava di guardare le sue TV come Jobs vietava iPad e iPhone ai suoi, ed entrambi li hanno mandati in scuole speciali. Evidentemente conoscono bene come sono studiati i loro prodotti e programmi e quanto siano deleteri per la psiche e la personalità dei giovani.La scuola pubblica piena di compiti e un sistema che isola l'individuo, è basata sul merito individuale, e soffoca dove può la tendenza al pensiero critico, per creare solo ingranaggi del sistema produttivo, che poi viene controllato dai ricchi che invece hanno mandato i propri figli in scuole che formano dirigenti, e si tramandano così le redini del potere proprio come nei sistemi feudali.Oggi sei senza difese davanti alla TV. Usano le neuroscienze. Mettono soggetti di tutte le età, sesso, estrazione sociale davanti alla TV con EEG o risonanza magnetica funzionale e misurano, osservano, imparano cosa alla gente piace o non piace.E gli studi che vengono fuori finiscono dritti in Goldman Sachs e la sua azienda di format TV: Endemol e a Hollywood, dove costruiscono film e programmi che orientano mode, consensi, atteggiamenti, per creare popolo bue.La gente ormai non può più chiedere agli Stati che sono solo fantocci in mano al neo-feudalesimo mercantile.Ormai deve organizzarsi da sola dove riesce, dove è rimasto un barlume di senso critico ed intelligenza.Per esempio ho letto di gruppi di famiglie che hanno formato comitati che chiedono l'indipendenza educativa.Ossia i genitori si formano i figli insieme con altri genitori, lontano dalle scuole pubbliche.E i loro insegnamenti ed il risultato chiedono venga accettato dallo Stato dando il titolo di studio primario (e si spera in futuro anche secondario) dopo qualche sessione di esame.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?
            Perle complottistiche.
          • iRoby scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?
            Lascia perdere discorsi troppo complicati per te...Guarda sg@abbio-fuffi, pallina pallina, vai a prenderla...
          • ruppolo scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?
            - Scritto da: iRoby
            Oggi sei senza difese davanti alla TV. E allora perché resti davanti a fare il bersaglio?Un consiglio a tutti: buttate la TV. Non ci riuscite? Ovvio, ne siete schiavi.
          • panda rossa scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: iRoby

            Oggi sei senza difese davanti alla TV.

            E allora perché resti davanti a fare il bersaglio?

            Un consiglio a tutti: buttate la TV. Non ci
            riuscite? Ovvio, ne siete
            schiavi.Ma secondo te abbiamo la tv noialtri?
      • nonmidire scrive:
        Re: perche' 56% sono pochi?
        - Scritto da: Leguleio
        se il
        confronto lo si faceva con lo Stato di Kiribati
        l'Italia faceva un figurone!se il confronto lo si fosse fatto con lo Stato di Kiribati l'Italia avrebbe fatto un figurone!
        • Leguleio scrive:
          Re: perche' 56% sono pochi?


          se il

          confronto lo si faceva con lo Stato di Kiribati

          l'Italia faceva un figurone!

          se il confronto lo si fosse fatto con lo Stato di
          Kiribati l'Italia avrebbe fatto un
          figurone!Ancora con questa storia... e pensare che l'avevamo già affrontata.Il congiuntivo in frasi come questa è facoltativo, soprattutto in contesti informali:http://www.accademiadellacrusca.it/it/printpdf/lingua-italiana/consulenza-linguistica/domande-risposte/periodo-ipotetico
        • Leguleio scrive:
          Re: perche' 56% sono pochi?


          se il

          confronto lo si faceva con lo Stato di Kiribati

          l'Italia faceva un figurone!

          se il confronto lo si fosse fatto con lo Stato di
          Kiribati l'Italia avrebbe fatto un
          figurone!Commento saltato, vai a capire i criteri di Punto Informatico.Rifo:Della questione si è già parlato in passato, non so a che serva insistere. Nel periodo ipotetico il congiuntivo e il condizionale non sono obbligatori, in particolare non lo sono nel linguaggio informale; vedi:http://www.accademiadellacrusca.it/it/lingua-italiana/consulenza-linguistica/domande-risposte/periodo-ipotetico
        • Leguleio scrive:
          Re: perche' 56% sono pochi?


          se il

          confronto lo si faceva con lo Stato di Kiribati

          l'Italia faceva un figurone!

          se il confronto lo si fosse fatto con lo Stato di
          Kiribati l'Italia avrebbe fatto un
          figurone!Commento saltato, vai a capire i criteri di Punto Informatico.Rifo:Della questione si è già parlato in passato, non so a che serva insistere. Nel periodo ipotetico il congiuntivo e il condizionale non sono obbligatori, in particolare non lo sono nel linguaggio informale; vedi:http://www.accademiadellacrusca.it/it/lingua-italiana/consulenza-linguistica/domande-risposte/periodo-ipotetico
        • Leguleio scrive:
          Re: perche' 56% sono pochi?


          se il

          confronto lo si faceva con lo Stato di Kiribati

          l'Italia faceva un figurone!

          se il confronto lo si fosse fatto con lo Stato di
          Kiribati l'Italia avrebbe fatto un
          figurone!Commento saltato, vai a capire i criteri di Punto Informatico.Rifo:Della questione si è già parlato in passato, non so a che serva insistere. Nel periodo ipotetico il congiuntivo e il condizionale non sono obbligatori, in particolare non lo sono nel linguaggio informale; vedi:http://www.accademiadellacrusca.it/it/lingua-italiana/consulenza-linguistica/domande-risposte/periodo-ipotetico
          • nonmidire scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?
            - Scritto da: Leguleio


            se il


            confronto lo si faceva con lo Stato di
            Kiribati


            l'Italia faceva un figurone!



            se il confronto lo si fosse fatto con lo
            Stato
            di

            Kiribati l'Italia avrebbe fatto un

            figurone!

            Commento saltato, vai a capire i criteri di Punto
            Informatico.
            Rifo:

            Della questione si è già parlato in passato, non
            so a che serva insistere. Nel periodo ipotetico
            il congiuntivo e il condizionale non sono
            obbligatori, in particolare non lo sono nel
            linguaggio informale;
            vedi:

            http://www.accademiadellacrusca.it/it/lingua-italirotfl, la crusca no dai, riservala per i periodi di stitichezza; prendo atto che tu preferisca esprimerti come un bimbominkia di 15 anni.
          • Leguleio scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?

            prendo atto che tu preferisca
            esprimerti come un bimbominkia di 15
            anni.L'importante è non esserlo. Non si può dire lo stesso dal tenore dei tuoi interventi.
      • Nome e cognome scrive:
        Re: perche' 56% sono pochi?
        - Scritto da: Leguleio
        confronto lo si faceva con lo Stato di KiribatiProbabilmente i perfettini che rompono agli altri sulla grammatica sarebbero risultati più preparati dei legulei locali...
      • Leguleio scrive:
        Re: perche' 56% sono pochi?


        Non proprio: abbiamo il 44 % di popolazione

        fra i 16 e il 74 anni che è analfabeta

        informatica.

        Non me ne vanterei.
        non c'e' alcun vanto. ma e' meno della % di
        popolazione ignorante in riparazioni
        automobilistiche, certo ben piu' alta. Eppure
        nessuno scandalo su questo.
        ;)Ma che discorsi. Imparare a riconoscere dai "sintomi" di che guasto si tratta male non fa; dopodiché bisogna ricorrere la meccanico in ogni caso, perché nelle auto moderne le riparazioni esigono una forza erculea, macchinari sofisticatissimi, oppure mezza giornata a disposizione per smontare e rimontare. E in quest'ultimo caso parlo di cose banali come la sostituzione di una lampadina. E non tutti hanno una forza erculea oppure macchinari sofisticatissimi a disposizione.
        Tra l'altro la tua considerazione fa un po
        cortocircuito con quello che si diceva altrove...
        accedere a internet non fa di per se' un
        alfabetizzato informatico, MA solo un bersaglio
        caprone... come un 15enne col
        Suv.Sì, confermo.Anche così, le possibilità che un caprone un giorno si trasformi in una persona consapevole dell'importanza dell'informatica e dei rischi connessi alla disseminazione dei dati c'è. Magari leggendo i commenti di PI, mi piace sognare oggi. :DCon le persone che internet non la usano mai questa possibilità è esclusa in partenza. :(

        Per fare un paragone illuminante, nel romanzo di

        Ignazio Silone <I
        Fontamara </I


        (1933), un gruppo di contadini, il ceto

        numericamente più significativo in quel paese

        abruzzese (chiamati affettuosamente da Silone

        "cafoni"), ad un certo punto c'è una diatriba su

        di un torrente da deviare verso certe terre. Un

        mediatore propone ai contadini di deviare tre

        quarti verso il loro terreno, e tre quarti verso

        il padrone. Gli animi si calmano subito.



        Funziona così.
        Non me ne vanterei.Non siamo più nel 1933, bubba. Oggi al trucco di tre quarti a te e tre quarti a me non cascherebbe più nessuno, la matematica la insegnano.
        Ne vorrei che la popolazione-eloi accresca... tu
        si?Cos'è la popolazione eloi?
        • ... scrive:
          Re: perche' 56% sono pochi?
          - Scritto da: Leguleio
          Non siamo più nel 1933, bubba. Oggi al trucco di
          tre quarti a te e tre quarti a me non cascherebbe
          più nessuno, la matematica la
          insegnano.Quella non è matematica, è logica intuitiva elementare. Nemmeno un bambino di 6 anni che non è mai stato a scuola ci cascherebbe. (a patto che abbia un cervello funzionante)
          • Leguleio scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?


            Non siamo più nel 1933, bubba. Oggi al trucco di

            tre quarti a te e tre quarti a me non
            cascherebbe

            più nessuno, la matematica la

            insegnano.

            Quella non è matematica, è logica intuitiva
            elementare. Nemmeno un bambino di 6 anni che non
            è mai stato a scuola ci cascherebbe. (a patto che
            abbia un cervello
            funzionante)La questione è aperta: tempo fa avevo visto un documentario su bambini in età da asilo nido, che ancora parlavano a malapena, ma che rispondevano correttamente a domande su facili operazioni aritmetiche. Oppure, ancora più intuitivo, che sapevano contare correttamente quando le palline venivano sottratte o aggiunte da un recipiente. Il punto è che per potere capire che "¾ a me ¾ quarti a te" non esiste in natura bisogna anche capire il linguaggio delle frazioni, e non è detto che tutti siano in grado.Facendo quell'esempio Ignazio Silone voleva anche sottolineare la barriera fra i conoscitori della lingua ufficiale, dei concetti articolati, e la semplice lingua dei contadini della provincia abruzzese, che non trovava parole adeguate per esprimere le frazioni. È un assunto falso, non esistono lingue intrinsecamente più povere o più ricche di altre, ma Silone aveva sposato una precisa ideologia e questo passaggio la rivela.
          • Mario scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?
            - Scritto da: Leguleio


            Non siamo più nel 1933, bubba. Oggi al
            trucco
            di


            tre quarti a te e tre quarti a me non

            cascherebbe


            più nessuno, la matematica la


            insegnano.



            Quella non è matematica, è logica intuitiva

            elementare. Nemmeno un bambino di 6 anni che
            non

            è mai stato a scuola ci cascherebbe. (a
            patto
            che

            abbia un cervello

            funzionante)


            La questione è aperta: tempo fa avevo visto un
            documentario su bambini in età da asilo nido, che
            ancora parlavano a malapena, ma che rispondevano
            correttamente a domande su facili operazioni
            aritmetiche. Oppure, ancora più intuitivo, che
            sapevano contare correttamente quando le palline
            venivano sottratte o aggiunte da un recipiente.

            Il punto è che per potere capire che "¾ a me
            ¾ quarti a te" non esiste in natura bisogna
            anche capire il linguaggio delle frazioni, e non
            è detto che tutti siano in
            grado.
            Facendo quell'esempio Ignazio Silone voleva anche
            sottolineare la barriera fra i conoscitori della
            lingua ufficiale, dei concetti articolati, e la
            semplice lingua dei contadini della provincia
            abruzzese, che non trovava parole adeguate per
            esprimere le frazioni. È un assunto falso,
            non esistono lingue intrinsecamente più povere o
            più ricche di altre, ma Silone aveva sposato una
            precisa ideologia e questo passaggio la
            rivela.Guarda che i contadini si sono acquietati perché avevano ricevuto la stessa quantità di acqua del padrone, 3/4 in entrambi i casi, quanto fossero 3/4 a loro non poteva importar di meno.
          • Leguleio scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?

            Guarda che i contadini si sono acquietati perché
            avevano ricevuto la stessa quantità di acqua del
            padrone, 3/4 in entrambi i casi, quanto fossero
            3/4 a loro non poteva importar di
            meno.Be', è un romanzo. :)Nel prosieguo si viene a sapere che era tutta una tattica per prendere tempo, il torrente lo deviano al 100 % verso la terra del padrone. Anche così, cascare su una promessa del genere...
        • Leguleio scrive:
          Re: perche' 56% sono pochi?




          Non siamo più nel 1933, bubba. Oggi al
          trucco
          di

          tre quarti a te e tre quarti a me non
          cascherebbe

          più nessuno, la matematica la

          insegnano.

          Ma che cosa insegnano che e' pieno di gente che
          gioca al lotto, al bingo e alle slot
          machines!Non è detto che non sappiano quali siano le possibilità di vincere. È che ci sperano, la speranza non obbedisce a leggi matematiche. Alla fine un vincitore esiste davvero, oltre ovviamente allo Stato:http://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/provincia/2013/07/31/927900-superenalotto-galliera-vincitori-14-milioni-costruiranno-scuola-san-venanzio-terremoto.shtmlNon è un imbroglio in senso stretto.

          Cos'è la popolazione eloi?

          Niente che interessi a chi ignora i capisaldi
          della letteratura del secolo
          scorso.Meglio, mi fai risparmiare tempo.
          • al-gnuppis scrive:
            Re: perche' 56% sono pochi?
            gli inetti-ma-buoni di Time Machine http://en.wikipedia.org/wiki/Eloi
        • Nome e cognome scrive:
          Re: perche' 56% sono pochi?
          - Scritto da: Leguleio
          Cos'è la popolazione eloi?Ecco: http://it.wikipedia.org/wiki/La_macchina_del_tempo_%28romanzo%29Ne hanno fatto anche un bel film che ti consiglio di vedere:http://it.wikipedia.org/wiki/L%27uomo_che_visse_nel_futuro
        • anverone99 scrive:
          Re: perche' 56% sono pochi?
          - Scritto da: Leguleio
          dopodiché bisogna ricorrere la meccanico in ogni
          caso, perché nelle auto moderne le riparazioni
          esigono una forza erculea, macchinari
          sofisticatissimi, oppure mezza giornata a
          disposizione per smontare e rimontare. E in
          quest'ultimo caso parlo di cose banali come la
          sostituzione di una lampadina. E non tutti hanno
          una forza erculea oppure macchinari
          sofisticatissimi a
          disposizione.E alcuni potrebbero non avere neanche la lampadina di ricambio...
  • Alex scrive:
    Vabbè...
    Accedere alla rete solo per FB, Whatsapp, ascoltare musica sul tubo o cercare pornazzi è esattamente quello che fa una buona percentuale delle persone che si connettono, ed è sconfortante.
    • Leguleio scrive:
      Re: Vabbè...

      Accedere alla rete solo per FB, Whatsapp,
      ascoltare musica sul tubo o cercare pornazzi è
      esattamente quello che fa una buona percentuale
      delle persone che si connettono, ed è
      sconfortante.E il dato fa il paio con le statistiche sulla lettura dei giornali nell'epoca pre internet: quando le statistiche registravano un (lieve) aumento nelle abitudini di lettura, si scopriva che questo aumento riguardava solo i quotidiani sportivi. :Certo, alcuni si consolavano dicendo che non importa di che materia si legga, basta esercitare la lettura per non diventare analfabeti di ritorno. Ma solo alcuni...
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Vabbè...
        - Scritto da: Leguleio
        E il dato fa il paio con le statistiche sulla
        lettura dei giornali nell'epoca pre internet:
        quando le statistiche registravano un (lieve)
        aumento nelle abitudini di lettura, si scopriva
        che questo aumento riguardava solo i quotidiani
        sportivi.
        :
        Certo, alcuni si consolavano dicendo che non
        importa di che materia si legga, basta esercitare
        la lettura per non diventare analfabeti di
        ritorno. Ma solo alcuni...Il problema è stato risolto alla base, facendo scrivere gli articoli ad analfabeti.
        • Leguleio scrive:
          Re: Vabbè...

          Il problema è stato risolto alla base, facendo
          scrivere gli articoli ad
          analfabeti.Gli articoli di PI, intendi? O)
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Vabbè...
            - Scritto da: Leguleio

            Il problema è stato risolto alla base,

            facendo scrivere gli articoli ad

            analfabeti.

            Gli articoli di PI, intendi? O)Magari solo quelli...Ho smesso di leggere repubblica quando ho letto che "Il grande muro di fuoco" brucia i programmi pirata prima che entrino in cina... Convinto eh !Poi è stata la volta della stampa... PI già da anni.Al momento si salva solo più il sole 24 ore a livello tecnico :(
    • BimBumBam scrive:
      Re: Vabbè...
      - Scritto da: Alex
      Accedere alla rete solo per FB, Whatsapp,
      ascoltare musica sul tubo o cercare pornazzi è
      esattamente quello che fa una buona percentuale
      delle persone che si connettono, ed è
      sconfortante.Cosa serve esattamente internet?
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Vabbè...
        - Scritto da: BimBumBam
        - Scritto da: Alex

        Accedere alla rete solo per FB, Whatsapp,

        ascoltare musica sul tubo o cercare pornazzi è

        esattamente quello che fa una buona percentuale

        delle persone che si connettono, ed è

        sconfortante.

        Cosa serve esattamente internet?PORN !!!
    • bradipao scrive:
      Re: Vabbè...
      - Scritto da: Alex
      Accedere alla rete solo per FB, Whatsapp,Il 56% è meno degli utenti italiani di FB e WHATSAPP, per cui dubito fortemente di questa statistica (anche perchè io non uso ne' FB ne' WHATSAPP).
  • panda rossa scrive:
    Statistica falsa!
    La siae sostiene che il 99% degli italiani scarica contenuti pirata.Questi qua dicono che due terzi degli italiani non usa la rete e il rimanente terzo la usa solo per aggiornare il profilo su fessbuk.Decidetevi!Chi dei due ci sta raccontando balle?O entrambi?
    • ego scrive:
      Re: Statistica falsa!
      Tutto regolare dal momento che la siae ha deciso che prenderà compensi, tasse e mazzette anche dai profili su facebook, che saranno anch'essi sottoposti a diritti senza il consenso o avviso dell'autore
      • Leguleio scrive:
        Re: Statistica falsa!

        Tutto regolare dal momento che la siae ha deciso
        che prenderà compensi, tasse e mazzette anche dai
        profili su facebook, che saranno anch'essi
        sottoposti a diritti senza il consenso o avviso
        dell'autoreCos'ha deciso la SIAE? Questa non la sapevo...
    • Leguleio scrive:
      Re: Statistica falsa!

      La siae sostiene che il 99% degli italiani
      scarica contenuti
      pirata.

      Questi qua dicono che due terzi degli italiani
      non usa la rete e il rimanente terzo la usa solo
      per aggiornare il profilo su
      fessbuk.

      Decidetevi!

      Chi dei due ci sta raccontando balle?

      O entrambi?Temo entrambi. :Ma per due motivi ben diversi.I dati della SIAE (che non ho trovato da nessuna parte, ma nemmeno ha importanza controllare) sono sparati a casaccio, come qualsiasi dato, proveniente da qualsiasi istituto, che riguardi le abitudini di navigazione dei singoli: non è possibile tecnicamente dare questi numeri; si possono quantificare le attività del P2P, non si può sapere quanti film e quanti file musicali protetti da diritto d'autore vengono scambiati. Per non parlare dei cyberlocker.Per quanto riguarda questa ricerca, l'elaborazione è stata compiuta soprattutto da un soggetto che ha interesse a spingere per una infrastruttura più capillare e a incassare denaro per questo, qual è la fondazione Ugo Bordoni. Tanto per cominciare: i dati provengono da un'indagine ISTAT, "aspetti della vita quotidiana", ma nelle 145 pagine non è mai specificato a quanto ammonta il campione. Secondo la pagina Istat:http://www.istat.it/it/archivio/4630Si tratta di 20 000 famiglie italiane, ma il dato si ferma qui, senza ulteriori specificazioni sull'individuazione del campione e sulla rappresentatività di tutte le fasce sociali. Senza un campione rappresentativo solido una statistica non vale nulla.
      • prova123 scrive:
        Re: Statistica falsa!
        Per avere delle statistiche poco attendibili non ha senso spendere tutti questi soldi!http://www.istat.it/it/archivio/29540A questo punto chiudere l'ISTAT porterebbe quantomeno a risparmiare molto denaro per il contribuente!
        • Leguleio scrive:
          Re: Statistica falsa!

          Per avere delle statistiche poco attendibili non
          ha senso spendere tutti questi
          soldi!

          http://www.istat.it/it/archivio/29540

          A questo punto chiudere l'ISTAT porterebbe
          quantomeno a risparmiare molto denaro per il
          contribuente!L'Italia è in recessione, e alla gente vengono in mente queste cose qui. E vabbè, è fisiologico.
    • k1j0mbux scrive:
      Re: Statistica falsa!
      - Scritto da: panda rossa
      La siae sostiene che il 99% degli italiani
      scarica contenuti
      pirata.ma dove hai letto questa cosa?link please
      • panda rossa scrive:
        Re: Statistica falsa!
        - Scritto da: k1j0mbux
        - Scritto da: panda rossa

        La siae sostiene che il 99% degli italiani

        scarica contenuti

        pirata.

        ma dove hai letto questa cosa?
        Qui, su questo forum, scritta da tutti i videotecari e altra gente che vive delle briciole dei proventi dei diritti d'autore.
        • aphex_twin scrive:
          Re: Statistica falsa!
          Prima hai detto che é la SIAE. "La siae sostiene che il 99% degli italiani scarica contenuti pirata.""Chi dei due ci sta raccontando balle?"Ora non so chi dei due dica balle ma tu sicuramente SI. 8)
      • anverone99 scrive:
        Re: Statistica falsa!
        - Scritto da: k1j0mbux
        - Scritto da: panda rossa

        La siae sostiene che il 99% degli italiani

        scarica contenuti

        pirata.

        ma dove hai letto questa cosa?

        link pleaseSe io faccio statistica, confermo la dichiarazione SIAE. Dovro' pure rientrare dei soldi che mi rubano con l'equo compenso, tassa copia privata ecc...
    • murtione scrive:
      Re: Statistica falsa!
      - Scritto da: panda rossa
      La siae sostiene che il 99% degli italiani
      scarica contenuti
      pirata.

      Questi qua dicono che due terzi degli italiani
      non usa la rete e il rimanente terzo la usa solo
      per aggiornare il profilo su
      fessbuk.

      Decidetevi!

      Chi dei due ci sta raccontando balle?

      O entrambi?In entrambi i casi si possono chiudere e sequestrare i siti che promuovono il download di materiale pirata dunque, nel primo caso sarebbe giusto perché lo usano quasi tutti (il 99% degli aventi acXXXXX ad Internet), nel secondo caso perché nessuno ne sentirebbe la mancanza visto che o non accedono e se accedono è solo per facebook.Decidi tu, oppure trovo una statistica personale che faccia comodo a te.
    • ruppolo scrive:
      Re: Statistica falsa!
      - Scritto da: panda rossa
      La siae sostiene che il 99% degli italiani
      scarica contenuti
      pirata.Non sono i contenuti ad essere "pirata", sono le persone: PIRATI.
      Chi dei due ci sta raccontando balle?Che differenza fa?
      • Sg@bbio scrive:
        Re: Statistica falsa!
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: panda rossa

        La siae sostiene che il 99% degli italiani

        scarica contenuti

        pirata.

        Non sono i contenuti ad essere "pirata", sono le
        persone:
        PIRATI.


        Chi dei due ci sta raccontando balle?

        Che differenza fa?Complimenti: Sei andato da tutt'altra parte.
    • anverone99 scrive:
      Re: Statistica falsa!
      33-34 personesolo uno o due NON scaricano piratatutti lo usano anche per aggiornare il profilo facebook
  • BeddaMatrix scrive:
    ecco
    A dimostrazione del fatto che l'Italia culturalmente e tecnologicamente e' a tutti gli effetti una propaggine africana che nulla ha a che fare con l'Europa
    • necromante scrive:
      Re: ecco
      - Scritto da: BeddaMatrix
      A dimostrazione del fatto che l'Italia
      culturalmente e tecnologicamente e' a tutti gli
      effetti una propaggine africana che nulla ha a
      che fare con
      l'Europahai qualcosa contro gli africani?
  • ottomano scrive:
    Ma per favore...
    Con offerte telefoniche da 5-10 /mese per navigare da tablet, smartphone e PC, il problema è solo culturale.I 50-60 enni (per non parlare della popolazione più anziana), semplicemente non hanno voglia di stare al passo con i tempi.Facciano, piuttosto, una statistica su un range di età 14-50 anni e vedrete che i numeri cambiano sensibilmente.
    • necromante scrive:
      Re: Ma per favore...
      - Scritto da: ottomano
      Con offerte telefoniche da 5-10 /mese per
      navigare da tablet, smartphone e PC, il problema
      è solo
      culturale.

      I 50-60 enni (per non parlare della popolazione
      più anziana), semplicemente non hanno voglia di
      stare al passo con i
      tempi.più che altro fanno fatica a sbarcare il lunario, con la misera pensione che si ritrovano internet è l'ultimo dei problemi.

      Facciano, piuttosto, una statistica su un range
      di età 14-50 anni e vedrete che i numeri cambiano
      sensibilmente.ma accedere abitualmente per fare cosa? per postare su facebook o twittare?
Chiudi i commenti