Echoprint, il riconoscimento musicale open

Echo Nest lancia sul mercato il proprio servizio di rilevazione musicale aperto. Sviluppatori e utenti potranno partecipare al miglioramento delle funzionalità già presenti. Sfida a Shazam?

Roma – Shazam e Soundhound dovranno fare i conti con un nuovo concorrente sul mercato dei software per l’identificazione musicale. Echo Nest ha lanciato Echoprint , un servizio open di riconoscimento musicale che permetterà agli utenti di creare applicazioni corrispondenti.

Il servizio, sviluppato in collaborazione con 7digital , permetterà agli sviluppatori di accedere a un catalogo contenente 13 milioni di canzoni in via di accrescimento con l’ingresso di altri partner. Diversamente dai concorrenti, Echoprint migliorerà il proprio servizio ogni volta che gli sviluppatori di app e gli utenti di tali applicazioni metteranno a disposizione nuova musica. I partner di Echo Nest hanno testato il servizio per 18 mesi così da debuttare sul mercato nel migliore dei modi.

Secondo Brian Whitman, cofondatore e CTO di Echo Nest , Echoprint intende rispecchiare il carattere aperto della Rete. “Il servizio di rilevazione musicale dovrebbe appartenere a Internet”, sostiene Whitman, che spiega: “Dovrebbe essere un servizio che ogni sviluppatore può dispiegare senza preoccupazioni riguardo alle licenze o alle complicate implementazioni sui database”.

I creatori di Echoprint puntano a collocarsi entro il mercato delle app, provvedendo a fornire nuove funzioni . In particolare, si guarda ai social network e ai servizi di geolocalizzazione come due categorie che potrebbero ben combinarsi con un simile prodotto. Un servizio di streaming musicale come Spotify, notano gli osservatori, potrebbe utilizzare Echoprint per portare il riconoscimento musicale all’interno della propria app invece che servirsi della partnership siglata con Shazam.

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • az Nock scrive:
    Ma tu guarda un po'...
    http://www.corriere.it/esteri/11_giugno_26/lulzsec-gruppo-hacker-scioglimento-burchia_89d6bace-9fe4-11e0-9ac0-9a48d7d7ce31.shtml
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: Ma tu guarda un po'...
      - Scritto da: az Nock
      http://www.corriere.it/esteri/11_giugno_26/lulzsecColpa di ruppolo!
  • ruppolo scrive:
    si inizia ad evocare la parola...
    terroristi.Come da me previsto:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3196043&m=3196709#p3196709A cui sono seguiti i commenti dei soliti troll.Questi ragazzini deficienti scopriranno presto che non è un video game.
    • Pepito il breve scrive:
      Re: si inizia ad evocare la parola...
      capirai, lo facevano gia' ai tempi dei primi virus su DOS a meta' anni '80.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: si inizia ad evocare la parola...

        capirai, lo facevano gia' ai tempi dei primi
        virus su DOS a meta' anni
        '80.Avrai tanti difetti, ma per lo meno hai buona memoria. È una delle poche volte in cui sono d'accordo con te.
    • lul scrive:
      Re: si inizia ad evocare la parola...
      - Scritto da: ruppolo
      terroristi.

      Come da me previsto:
      http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3196043&m=319

      A cui sono seguiti i commenti dei soliti troll.

      Questi ragazzini deficienti scopriranno presto
      che non è un video
      game.ci sta un altro in italia che come te grida spesso la parola terroristi, è la carta igenica di berlusconi, si chiama umilio fede, tu sei la carta igenica di jobs (ti piacerebbe eh?) sei ruppolo e come lui non capisci nulla di quello che succede intorno a te.
    • krane scrive:
      Re: si inizia ad evocare la parola...
      - Scritto da: ruppolo
      terroristi.
      Come da me previsto:
      http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3196043&m=319
      A cui sono seguiti i commenti dei soliti troll.
      Questi ragazzini deficienti scopriranno presto
      che non è un video game.Cuzzali...
  • Pepito il breve scrive:
    la cosa tragica e' ...
    La cosa tragica non e' che questi pubblichino dei leaks, quanto che quasi nessuno si prenda la briga di leggere i leaks, farne un sunto, o divulgare una sintesi almeno delle cose scottanti nei leaks !Non ho intenzione di scaricare 500MB di torrent connesso in 3G e perdere una settimana a leggere decine di migliaia di emails e come sembra non ne abbiano intenzione neppure i giornalisti visto che non si e' visto alcun articolo in merito neppure sui leaks di CIA e FBI del mese scorso ...Quindi, cui prodest ? E dov'e' lo scoop ? come e quando tutto cio' puo' liberare il popolino e bla bla bla ? Se fossero persone serie anziche' i cialtroni che sono, oltre all'hack e al leak spenderebbero un bel po' di tempo per creare uno scoop che metta a nudo tutte le porcherie governative, basta anche un bell'articolo di 2 pagine, non serve scrivere un libro, invece zero, solo "lulz" e infatti il risultato mediatico e politico e' nullo.Pensiamo agli scandali su Abu Grahib o Guantanamo, ripeto basterebbero una decine di foto e un buon articolo che fa il sunto di 10-20.000 emails di leaks ... e invece ? un XXXXX .. credono di aver finito il lavoro e gia' promettono altri leaks .. ma questo e' esattamente quel che fa comodo ai governi, che tutto si insabbi e gia' la notizia sia vecchia di ieri ... e fanno bene in molti a sostenere che wikileaks sia in realta' non solo tollerato ma fomentato proprio dagli enti governativi in chiave psy-op e counter-psyop visto che il risultato e' proprio quello voluto.Quando questi lulzers avranno finito la loro utilita' verranno arrestati senza tanto clamore e avanti il prossimo, come e' sempre stato.
    • ZioTibia scrive:
      Re: la cosa tragica e' ...
      Infatti!A nessuno e' venuto in mente che sono solo una squadra della polizia che "fa il lavoro sXXXXX" per poi permettere alla polizia stessa di avere piu' potere? Come i black block nelle manifestazioni, fanno finta di caricare la polizia, poi magicamente passano attraverso il blocco, lasciando quelli che li hanno seguiti a prendersi le manganellate...
      • Pepito il breve scrive:
        Re: la cosa tragica e' ...
        non si sa con certezza ma come loro stessi scrivono sono direttamente o indirettamente manipolati dalle blatere anarcoidi di wikileaks & friends ossia sinistri e post-comunisti delusi ora riciclati con mille nomee diverse e piu' alla moda.
        • Ozymandias scrive:
          Re: la cosa tragica e' ...
          - Scritto da: Pepito il breve
          non si sa con certezza ma come loro stessi
          scrivono sono direttamente o indirettamente
          manipolati dalle blatere anarcoidi di wikileaks &
          friends ossia sinistri e post-comunisti delusi
          ora riciclati con mille nomee diverse e piu' alla
          moda.Pepito, non commento neanche i tuoi deliri su wikileaks e sinistra: sono troppo idioti per meritarlo. Quanto alla dimensione dei dati pubblicati, ti faccio solo notare che Lulzsec o Wikileaks non hanno mica l'obbligo di fare un'esegesi o un'analisi di quello che pubblicano. Loro recuperano le informazioni, analisi e commenti, poi, li possono fare comodamente altri, prendendo quello che più gli interessa. Proprio come è sucXXXXX per Guantanamo o Abu Ghraib.
          • Pepito il breve scrive:
            Re: la cosa tragica e' ...
            massi' continuiamo a scaricare il barile sugli altri.intanto l'ultimo scoop su di loro e' che si sono apparentemente "sciolti", pure li' nessuna menzione su contenuti scottanti nei loro leaks, che ancora una volta in pochissimi hanno letto e se lo hanno fatto non sembra sia sorta alle cronache dei giornali.
      • cotton scrive:
        Re: la cosa tragica e' ...
        in realtà per me sono gli alieni....
    • io123456 scrive:
      Re: la cosa tragica e' ...
      si come no, guarda che i lulzsec sono esperti informatici, non spetta a loro fare gli articoli sul cotenuto dei documenti ma ai giornalisti, e infatti ci sono giornalisti che hanno analizzato i documenti..se solo sapessimo l'inglese eh? noi popolino di ignoranti col botto!http://www.boingboing.net/2011/06/23/breaking-lulzsec-lea.htmlleggi qui (col google traduttore ovviamente) e forse capirai qualcosa..ma ne dubito..e comuqnue i lulzsec ormai sono agli sgoccioli, ma il bello(?) è che non li prenderanno mai,specialmente il loro leader Sabu, quando se la vedranno veramente brutta forte.. distrugeranno un paio di pendrive e pfff svaniti nel nulla i lulzsec e si ricomincia co altri nick e altre crew, come ha scritto Sabu su un suo tweet:@anonymouSabu: You know what's the joke on everyone? If we simply changed our pseudonyms we essentially disapear. You're all chasing ghosts. ROFLper la traduzione rivolgersi a guggol traduttorePS:e aggiungo una frase che vi fara' aprire la mente.."i lulzsec non sono il virus ma il vaccino"ci sono nel mondo migliaia di persone altrettant preparate che entrano nei sistemi tutti i giorni e rubano quasiasi dato e lo rivendono o lo usano per loro profitto, e questi sono il vero virus, i lulzsec appunt sono il vaccino, ci mettono in guardia sulle falle di sicurezza e ci fanno capire come è facile fare social engineering nell'era di facebook e co.ovviamente non lo fano per il nosro bene.è ovvio lo fanno per accrescere il loro ego..ma questo non cambia il ragionamento-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 giugno 2011 12.52-----------------------------------------------------------
      • Pepito il breve scrive:
        Re: la cosa tragica e' ...
        beh parlando di inglese hai proprio trovato la persona piu' sbagliata qua dentro.se boingboing per te e' giornalismo poi contento tu .. io non vedo nulla in merito su testate piu' autorevoli internazionali e qui sta il punto, non serve che qualche blog di IT o qualche blog politico underground o cospirazionista ne faccia un caso eclatante, serve che lo scoop vada nelle prime pagine worldwide e arrivi all'orecchio della casalinga di voghera, solo cosi' la pulce gli puo' entrare nell'orecchio, se resta nell'underground non cambia nulla, chi legge notizie non-mainstream sa benissimo cosa succede intorno a banche e governi e propaganda occulta o meno.non a caso la notizia nei giornali che l'hanno riportata e' che i Lulzsec hanno hackerato un sito governativo e fatto un leak di alcuni dati interni, non c'e' nulla in merito ai contenuti di questi leaks pero'...
        • io123456 scrive:
          Re: la cosa tragica e' ...
          beh se boingboing scrive cose veritiere e interessanti è giornalismo anche quello!poi sul fatto che le testate importanti non ne parli ti do ragione, ma non è certo "colpa" dei lulzsec! ma penso che sia solo questione di tempo e qualcosa scriveranno anche loro qualcosa sul contenuto dei documenti,specialmente le testate americane ..forse.
  • paton scrive:
    gen
    queti sono i veri eroi dio li benedica e lunga vita a annonimus e LulzSec
  • marco freccero scrive:
    wow
    La guerra è cominciata, finalmente la prima guerra mondiale nello spazio cibernetico, hacker vs gov, io tifo per gli hacker i nuovi eroi del XXI secolo, gli architetti del futuro, giovani eroi vs vecchi
    • fasollasi scrive:
      Re: wow
      Quelli di LulzSec sono cracker.(senza sale)
      • ruppolo scrive:
        Re: wow
        - Scritto da: fasollasi
        Quelli di LulzSec sono cracker.
        (senza sale)Questa battuta merita l'oscar! :)
        • lul scrive:
          Re: wow
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: fasollasi

          Quelli di LulzSec sono cracker.

          (senza sale)

          Questa battuta merita l'oscar! :)mi ricordi le scimmie ammaestrate che battono le mani in maniera disarticolata perchè non comprendono cosa succede intorno a loro
          • ruppolo scrive:
            Re: wow
            - Scritto da: lul
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: fasollasi


            Quelli di LulzSec sono cracker.


            (senza sale)



            Questa battuta merita l'oscar! :)

            mi ricordi le scimmie ammaestrate che battono le
            mani in maniera disarticolata perchè non
            comprendono cosa succede intorno a
            loroQuelli che non comprendono cosa accade sono quei bimbiminkia che credo di giocare ad un videogame, e si ritroveranno, ben che vada, in galera fino a quando avranno la barba bianca.Ma è più probabile che finiranno sotto terra.
    • Papple scrive:
      Re: wow
      - Scritto da: marco freccero
      La guerra è cominciata, finalmente la prima
      guerra mondiale nello spazio cibernetico, hacker
      vs gov, io tifo per gli hacker i nuovi eroi del
      XXI secolo, gli architetti del futuro, giovani
      eroi vs vecchiLa stupidità non va mai in vacanza
      • say no scrive:
        Re: wow
        - Scritto da: Papple
        - Scritto da: marco freccero

        La guerra è cominciata, finalmente la prima

        guerra mondiale nello spazio cibernetico, hacker

        vs gov, io tifo per gli hacker i nuovi eroi del

        XXI secolo, gli architetti del futuro, giovani

        eroi vs vecchi

        La stupidità non va mai in vacanzaeh si... dovresti proprio prendertela una bella vacanza, papple
    • age scrive:
      Re: wow
      - Scritto da: marco freccero
      La guerra è cominciata, finalmente la prima
      guerra mondiale nello spazio cibernetico, hacker
      vs gov, io tifo per gli hacker i nuovi eroi del
      XXI secolo, gli architetti del futuro, giovani
      eroi vs
      vecchia dir la verità la WWWW cominciata da molto tempo una data ufficiale potrebbe essere il caso "wikileaks"
  • . . . scrive:
    Questa storia si fa...
    ... sempre più interessante.
    • hermanhesse scrive:
      Re: Questa storia si fa...
      Mah, informaticamente parlando non è che hanno portato chissà quale innovazione nella tecnica.Fino a quando le pasw. saranno 12345 (e ce n'erano parecchie così) sarà sempre uno scherzo rubare dati ed email-.
      • mt07 scrive:
        Re: Questa storia si fa...
        Bravo, poi devi fare in modo che dopo un quarto d'ora non ti suoni il campanello... :P
        • Metsada scrive:
          Re: Questa storia si fa...
          - Scritto da: mt07
          Bravo, poi devi fare in modo che dopo un quarto
          d'ora non ti suoni il campanello...Quale campanello? In questi casi si butta giù la porta, non stiamo a fare troppo i formali.
      • ospite scrive:
        Re: Questa storia si fa...
        - Scritto da: hermanhesse
        Mah, informaticamente parlando non è che hanno
        portato chissà quale innovazione nella
        tecnica.

        Fino a quando le pasw. saranno 12345 (e ce
        n'erano parecchie così) sarà sempre uno scherzo
        rubare dati ed
        email-.Infatti la cosa più sorprendente è con quanta facilità questi server vengano violati, segno evidente che queste aziende e governi non sanno nulla della sicurezza. Non a caso le leggi sulla violazione dei sistemi informatici si basano proprio su questo presupposto: non sappiamo come rendere sicuro un server quindi puniamo chiunque entri dentro senza essere autorizzato, anche se la password è 12345.Dovrebbero essere puniti gli amministratori dei sistemi, chi prende milioni di euro/dollari per mettere su un server da quattro soldi e non è capace di amministrarlo. Dovrebbero essere punti gli utenti che usano la data di nascita come password.Questi gruppi fanno bene a violare e divulgare notizie imbarazzanti, se non sei capace di mettere un server al sicuro fatti tuoi se te lo bucano.
        • bertuccia scrive:
          Re: Questa storia si fa...
          - Scritto da: ospite

          Dovrebbero essere puniti gli amministratori dei
          sistemi, chi prende milioni di euro/dollari per
          mettere su un server da quattro soldi e non è
          capace di amministrarlo. Dovrebbero essere punti
          gli utenti che usano la data di nascita come
          password.[img]http://soxandthecity.net/smilies/whistle-1.gif[/img] http://attivissimo.blogspot.com/2011/06/le-password-delle-poste-italiane.html
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Questa storia si fa...
            Dovrebbero essere puniti i sistemisti che PERMETTONO agli utenti di scegliersi la password senza alcuna regola e senza escludere le cose più semplici e ovvie. E' compito di chi realizza il sistema prevedere i possibili problemi compresa l'"utontità"! Se io non ti lascio mettere "pippo" come pw tu non la metti e se te la scrivi sul post-it e la metti sul monitor quando ti vedo ti infilo il post-it dove sai tu... E' con gli utonti che va usata la forza non con i "terroristi"!
          • mah scrive:
            Re: Questa storia si fa...
            dovrebbero essere puniti i manager che obbligano i sistemisti a mettere policy ridicole sulle password per che' se no poi c'hanno i "comitati" di utenti incacchiati che remano contro perche' devono cambiare le pwd ogni 30 gg, min 9 caratteri con lettere numeri maiuscole etc.Le politiche di sicurezza sui sistemi informatici non sono decise dal sistemista o dallo sviluppatore di software: generalmente si fa una bella riunione dove il sistemista dice A, il boss dice C ed il manager edp dice B per mediare.
        • Tekkaman scrive:
          Re: Questa storia si fa...
          Vabbè dai che discorso è...se tu lasci la porta di casa aperta ed un ladro entra e ruba tutto, il ladro resta un ladro e tu resti un imb.cille. :-)
          • fasollasi scrive:
            Re: Questa storia si fa...
            - Scritto da: Tekkaman
            Vabbè dai che discorso è...se tu lasci la porta
            di casa aperta ed un ladro entra e ruba tutto, il
            ladro resta un ladro e tu resti un imb.cille.
            :-)no, resti uno che ha esercitato il suo diritto di inviolabilità del domicilio (articolo 14 della Costituzione... non una legge qualsiasi, la COSTITUZIONE)Comunque io credo, come del resto Team Ninja, che questi siano script kiddie: usano programmi preconfezionati nella scena underground e fanno i fenomeni sfruttando falle conosciute.Il fatto che loro stessi siano stati "bucati" dimostra che non è che siano mostri di sicurezza e/o che la sicurezza informatica non esiste e basta (una serratura è sicura solo finché qualcuno non scopre come forzarla)
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Questa storia si fa...
            - Scritto da: fasollasi
            - Scritto da: Tekkaman

            Vabbè dai che discorso è...se tu lasci la porta

            di casa aperta ed un ladro entra e ruba tutto,
            il

            ladro resta un ladro e tu resti un imb.cille.

            :-)

            no, resti uno che ha esercitato il suo diritto di
            inviolabilità del domicilio (articolo 14 della
            Costituzione... non una legge qualsiasi, la
            COSTITUZIONE)
            prova a dirlo al perito dell'assicurazione e al commissariato e vediamo dopo quante ore smettono di ridere.
          • fasollasi scrive:
            Re: Questa storia si fa...
            - Scritto da: ciccio quanta ciccia
            - Scritto da: fasollasi

            - Scritto da: Tekkaman


            Vabbè dai che discorso è...se tu lasci la
            porta


            di casa aperta ed un ladro entra e ruba tutto,

            il


            ladro resta un ladro e tu resti un imb.cille.


            :-)



            no, resti uno che ha esercitato il suo diritto
            di

            inviolabilità del domicilio (articolo 14 della

            Costituzione... non una legge qualsiasi, la

            COSTITUZIONE)




            prova a dirlo al perito dell'assicurazione e al
            commissariato e vediamo dopo quante ore smettono
            di
            ridere.Sul mio contratto di assicurazione ho fatto scrivere per esteso che l'eventuale scasso è solo un'aggravante e che posso lasciare la porta spalancata.Se tu sei fesso non è colpa mia.
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Questa storia si fa...
            certo certo i contratti li redige notoriamente il beneficiario.. si saconosco uno che ha fatto mettere sul contratto incendio che se invita un comitato di noti piromani e innaffia di benzina l'intero condominio l'assicurazione, oltre a risarcirlo in toto, lo nomina presidente della repubblica!Ma per favore!non ho nessuna assicurazione contro il furto
          • krane scrive:
            Re: Questa storia si fa...
            - Scritto da: fasollasi
            - Scritto da: ciccio quanta ciccia

            - Scritto da: fasollasi


            - Scritto da: Tekkaman



            Vabbè dai che discorso è...se tu lasci la

            porta



            di casa aperta ed un ladro entra e ruba
            tutto,


            il



            ladro resta un ladro e tu resti un
            imb.cille.



            :-)





            no, resti uno che ha esercitato il suo diritto

            di


            inviolabilità del domicilio (articolo 14 della


            Costituzione... non una legge qualsiasi, la


            COSTITUZIONE)








            prova a dirlo al perito dell'assicurazione e al

            commissariato e vediamo dopo quante ore smettono

            di

            ridere.

            Sul mio contratto di assicurazione ho fatto
            scrivere per esteso che l'eventuale scasso è solo
            un'aggravante e che posso lasciare la porta
            spalancata.
            Se tu sei fesso non è colpa mia.Io ho assicurato una scatola di sigari contro l'incendio, naturalmente ho aggiunto la clausola che qualora l'incendio fosse volontariamente provocato mi ricoprono di soldi e convertono la societa' assicurativa in un convento francescano.
          • io123456 scrive:
            Re: Questa storia si fa...
            fasollasi:quindi secondo te l'FBI la CIA ,Scotland Yard e tutte le organizzazioni del mondo non riescono a predere degli script kiddies? e allora queste organizzazioni da chi sono formate? da dei dilettanti allo sbaraglio? davvero il tuo discorso non fa una piega.i lulzsec sono degli esperti di sicurezza informatica, programmatori e sistemisti, o pensi che siano bimbi di 14 anni a cui hanno appena regalato il pc?e poi scusa ma quando sarebbero stati "bucati"? o.O-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 giugno 2011 12.38-----------------------------------------------------------
          • fasollasi scrive:
            Re: Questa storia si fa...
            Si vede che non segui.Sono tutti stati doxed dall'A-team (lulzsecexposed)E sono stati bucati da Teampoison...Ma perché la gente chiacchiera prima di informarsi?
          • ospite scrive:
            Re: Questa storia si fa...
            - Scritto da: Tekkaman
            Vabbè dai che discorso è...se tu lasci la porta
            di casa aperta ed un ladro entra e ruba tutto, il
            ladro resta un ladro e tu resti un imb.cille.
            :-)Il paragone non calza visto che non si tratta di un domicilio, seppure virtuale. Si può paragonare ad una cassaforte con dentro qualche mazzetta di banconote e documenti segreti lasciata aperta per strada. Non si può pretendere che nessuno ci guardi dentro e si porti a casa quello che trova.
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Questa storia si fa...
            combinazione perfetta! :@
        • ruppolo scrive:
          Re: Questa storia si fa...
          - Scritto da: ospite
          - Scritto da: hermanhesse

          Mah, informaticamente parlando non è che hanno

          portato chissà quale innovazione nella

          tecnica.



          Fino a quando le pasw. saranno 12345 (e ce

          n'erano parecchie così) sarà sempre uno scherzo

          rubare dati ed

          email-.

          Infatti la cosa più sorprendente è con quanta
          facilità questi server vengano violati, segno
          evidente che queste aziende e governi non sanno
          nulla della sicurezza. Non a caso le leggi sulla
          violazione dei sistemi informatici si basano
          proprio su questo presupposto: non sappiamo come
          rendere sicuro un server quindi puniamo chiunque
          entri dentro senza essere autorizzato, anche se
          la password è
          12345.Mi sembra giusto. O forse se il crimine è facile da perpetrare allora diventa lecito?
          • io123456 scrive:
            Re: Questa storia si fa...
            c'è un vecchio detto popolare che dice: i detti popolari hanno sempre una parte di verita, bene.. e il detto l'occasione fa l'uomo ladro l'hai mai sentito?passando alle cose serie io penso che chi ruba una cosa è sempre colpevole, ma allo stesso tempo è colpevole anche chi non custodisce bene qualcosa, SPECIALMENTE quando cio che custodisci appartiene ad altre persone che te le affidano per proteggerle.. o non sei d'accordo?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 giugno 2011 13.14-----------------------------------------------------------
          • ruppolo scrive:
            Re: Questa storia si fa...
            - Scritto da: io123456
            c'è un vecchio detto popolare che dice: i detti
            popolari hanno sempre una parte di verita, bene..
            e il detto l'occasione fa l'uomo ladro l'hai mai
            sentito?Sentito e da me citato più volte, in questo forum.
            passando alle cose serie io penso che chi ruba
            una cosa è sempre colpevole, ma allo stesso tempo
            è colpevole anche chi non custodisce bene
            qualcosa, SPECIALMENTE quando cio che custodisci
            appartiene ad altre persone che te le affidano
            per proteggerle.. o non sei
            d'accordo?Si, concordo. Ma dubito che il ladro possa chiedere un concorso di colpa perché la refurtiva non era ben protetta.Di contro chi non ha custodito le cose altrui senza la necessaria diligenza, è responsabile verso di questo (o di questi).Quindi se io do' una cosa a te, che non custodisci bene e quindi te la rubano, tu sei responsabile nei miei confronti. Ma il ladro non avrà alcuno sconto e tu nessuna condanna.
          • lul scrive:
            Re: Questa storia si fa...
            quindi è meglio diventare tutti ladri, guadagni, è difficile che ti becchino, è difficile che possano provare che sei un ladro, e facile fare il ladro
          • ruppolo scrive:
            Re: Questa storia si fa...
            - Scritto da: lul
            quindi è meglio diventare tutti ladri, guadagni,
            è difficile che ti becchino, è difficile che
            possano provare che sei un ladro, e facile fare
            il
            ladroBuona carriera.
  • no problem scrive:
    chiudete i tag
    che fa corrente!
Chiudi i commenti