Shazam, dalla musica alla TV

Il servizio mobile per la ricerca e l'identificazione di "impronte" musicali conquista nuovi investitori e si prepara a sbarcare sulla TV. In luogo della musica si identificheranno messaggi pubblicitari e contenuti esclusivi
Il servizio mobile per la ricerca e l'identificazione di "impronte" musicali conquista nuovi investitori e si prepara a sbarcare sulla TV. In luogo della musica si identificheranno messaggi pubblicitari e contenuti esclusivi

Dopo essersi guadagnato la sua buona fetta di popolarità sulle piattaforme mobile, il servizio di identificazione musicale Shazam è pronto a espandersi in nuovi territori e a mettere a frutto la nuova tornata di fondi di investimento raggranellata di recente.

La app mobile di Shazam consente di riconoscere la musica a cui appartiene lo spezzone ascoltato mettendo a distanza ravvicinata lo speaker che trasmette e il microfono dello smartphone – un passatempo utile e apparentemente molto attraente se si considera che la app è disponibile su tutte le maggiori piattaforme ed è già stata utilizzata da 150 milioni di utenti in totale.

Ora Shazam potrà estendere ulteriormente la sua popolarità con i 32 milioni di dollari raccolti grazie all’interesse di investitori e capitalisti di ventura. L’interesse primario della start-up è attualmente quello di espandere i propri orizzonti oltre il mobile e l’identificazione musicale , finendo direttamente sullo schermo LCD domestico con il programma “Shazam for TV”.

Shazam ha infatti stretto un accordo con “partner selezionati” come MTV e NBCUniversal, con l’obiettivo di integrare l’invito a usare la app mobile direttamente negli show televisivi. La “ricompensa” per gli utenti disposti ad alzarsi dal divano, prendere il cellulare e piazzarlo in direzione dello schermo saranno contenuti “esclusivi”, messaggi pubblicitari a tema e quant’altro l’azienda sarà in grado di inventarsi.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 06 2011
Link copiato negli appunti