Ecobonus auto 2022: prenotazioni dal 2 novembre

Ecobonus auto 2022: prenotazioni dal 2 novembre

Il contributo per l'acquisto di veicoli elettrici e ibridi plug-in (massimo 7.500 e 6.000 euro, rispettivamente) può essere richiesto dal 2 novembre.
Il contributo per l'acquisto di veicoli elettrici e ibridi plug-in (massimo 7.500 e 6.000 euro, rispettivamente) può essere richiesto dal 2 novembre.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha comunicato che i nuovi incentivi per l’acquisto di veicoli non inquinanti possono essere richiesti a partire dalle ore 10:00 del 2 novembre. Rispetto al precedente ecobonus ci sono tre novità principali: esclusi i motori endotermici, aumento del contributo e maggiorazione del 50% per cittadini con ISEE inferiore a 30.000 euro.

Ecobonus per veicoli elettrici e ibridi plug-in

Il nuovo ecobonus è stato introdotto con il DPCM del 6 aprile 2022, modificato dal DPCM del 4 agosto 2022 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 4 ottobre 2022. La circolare del Ministero dello Sviluppo Economico del 19 ottobre 2022 fornisce tutti i dettagli. Gli incentivi sono riservati unicamente per l’acquisto di veicoli elettrici e ibridi plug-in, omologati in una classe non inferiore a Euro 6. Questi sono i nuovi contributi:

  • fino a un massimo di 7.500 euro con rottamazione (4.500 euro senza rottamazione) per l’acquisto di nuovi veicoli con emissioni di 0-20 g/km CO2 e con prezzo di listino pari o inferiore a 35.000 euro IVA esclusa;
  • fino a un massimo di 6.000 euro con rottamazione (3.000 euro senza rottamazione) per l’acquisto di nuovi veicoli con emissioni di 21-60 g/km CO2 e con prezzo di listino pari o inferiore a 45.000 euro IVA esclusa.

Il contributo viene aumentato del 50% (fino al 31 dicembre 2022) per le persone fisiche con un indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) inferiore a euro 30.000. È necessario presentare una dichiarazione sostitutiva che attesta il valore dell’ISEE.

Il nuovo ecobonus spetta anche alle persone giuridiche che svolgono attività di noleggio auto con finalità commerciali, diverse dal car sharing, purché mantengano la proprietà dei veicoli almeno per 12 mesi e secondo la seguente ripartizione:

  • fino a un massimo di 2.500 euro con rottamazione (1.500 euro senza rottamazione) per l’acquisto di nuovi veicoli con emissioni di 0-20 g/km CO2 e con prezzo di listino pari o inferiore a 35.000 euro IVA esclusa;
  • fino a un massimo di 2.000 euro con rottamazione (1.000 euro senza rottamazione) per l’acquisto di nuovi veicoli con emissioni di 21-60 g/km CO2 e con prezzo di listino pari o inferiore a 45.000 euro IVA esclusa.
Fonte: MiSE
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 22 ott 2022
Link copiato negli appunti