Eee PC 8G, consegne sospese a Taiwan

Colpa di contrattempi nella fornitura di memorie e batterie

Taipei – Asus ha fatto sapere di aver sospeso, a Taiwan, le consegne dell’Eee PC 8G, un modello del proprio subnotebook low-cost con disco a stato solido da 8 GB. Il problema, secondo Asus, è da imputare alla scarsità di memorie NAND flash e di batterie.

Al momento l’8G non viene commercializzato in Europa. In Italia è possibile acquistare, da meno di due settimane, il modello 4G, a cui Punto Informatico ha dedicato questa recensione .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • rotfl scrive:
    Re: hanno scoperto l'acqua calda
    - Scritto da: Stargazer
    passiamo dalle scie chimiche a controllo del
    clima come arma ecc ed è grazie a aquesti
    professori falliti che con la loro
    disinformazione portano a un regresso
    totaleNon e' certo colpa della rete. Quelli che credono alle scie chimiche, a tutte le tesi complottistiche possibili, alle catene di sant'Antonio e via dicendo lo farebbero indipendentemente dalla rete. Magari su altre cose (o forse no).
  • krane scrive:
    Re: hanno scoperto l'acqua calda
    - Scritto da: Stargazer
    Prendiamo l'italia come esempio
    come si fa ad avere senso critico o usare la
    materia grigia se la maggior parte della
    popolazione adolescenziale spreca buona parte del
    tempo a giocare coi giochini, a ascoltare
    striscia la notizia perchè ci sono le veline a
    guardare un film dei colossi cinematografici dove
    il regista e gli attori sono deiEcco... Vuoi mettere giocare con le costruzioni e guardare cartoni di robottoni giapponesi come ai nostri tempi !(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Zap scrive:
    Ricorda tanto Wikipedia...
    Il problema mi ricorda tanto i comportamenti che si vedono su Wikipedia. Tanti che scrivono, pochi che leggono. Non si limita neanche solo ai "giovani", ma è trasversale e intergenerazionale.
    • ... scrive:
      Re: Ricorda tanto Wikipedia...
      mah è semplice, oggi la gente vuole far finta di sapere tutto, e usa wikipedia e compagnia per farlospesso ci sono scritte cavolate assurde, ma nessuno se ne preoccupainfondo "l'ho letto su wikipedia"
      • rotfl scrive:
        Re: Ricorda tanto Wikipedia...
        - Scritto da: ...
        mah è semplice, oggi la gente vuole far finta di
        sapere tutto, e usa wikipedia e compagnia per
        farlo
        spesso ci sono scritte cavolate assurde, ma
        nessuno se ne
        preoccupa
        infondo "l'ho letto su wikipedia"Ma la stessa cosa succede con l'enciclopedia di turno (ribadisco che non stiamo discutendo l'affidabilita' della fonte, ma quanto la gente "si fidi" di quello che legge).
  • anoninona scrive:
    Lezione multimediale a scuola
    Perché non fare un corso sull'utilizzo dei sistemi multimediali nelle scuole?Così i ragazzini imparerebbero finalmente qualcosa su internet, i vari applicativi, come usare un telefonino (così non si fanno infinocchiare dalle catene fasulle)
    • Severissimus scrive:
      Re: Lezione multimediale a scuola
      A me pare che Internet sia riuscita a mettere in risalto il problema, ma non a crearlo. Quando vai a scuola e studi quello che ti dicono i professori, rischi di prendere per oro colato tutto quello che dicono, anche quando sbagliano (e lo fanno!). Ora con Internet puoi sentire diverse fonti, magari anche più errate, ma di fronte a questa scelta molti, non essendo abituati a discriminare autonomamente, sbagliano le loro valutazioni. Internet non rincretinisce, mette solo più in difficoltà gli "utonti".
      • rotfl scrive:
        Re: Lezione multimediale a scuola
        - Scritto da: Severissimus
        A me pare che Internet sia riuscita a mettere in
        risalto il problema, ma non a crearlo. Quando vai
        a scuola e studi quello che ti dicono i
        professori, rischi di prendere per oro colato
        tutto quello che dicono, anche quando sbagliano
        (e lo fanno!). Ora con Internet puoi sentire
        diverse fonti, magari anche più errate, ma di
        fronte a questa scelta molti, non essendo
        abituati a discriminare autonomamente, sbagliano
        le loro valutazioni. Internet non rincretinisce,
        mette solo più in difficoltà gli
        "utonti"Quoto tutto.
    • Tsukishiro Yukito scrive:
      Re: Lezione multimediale a scuola
      - Scritto da: anoninona
      Perché non fare un corso sull'utilizzo dei
      sistemi multimediali nelle
      scuole?
      Così i ragazzini imparerebbero finalmente
      qualcosa su internet, i vari applicativi, come
      usare un telefonino (così non si fanno
      infinocchiare dalle catene
      fasulle)Stai scherzando?! Non lo sai che internet è il male e ha il potere di traviare ragazzini, ragazzi, donne, nonni e cagnolini?!Internet nelle scuole?! Così poi i brufolosi vanno a cercarsi la pornoschifografia e rimangono traumatizzati per tutta la vita e poi vanno a violentare gli alberi?!Sia mai! Vade retro!Dobbiamo tornare alle lavagnette col gesso!! Alle tavolette di cera! Quella sì che era vera cultura !La carta stampata è già troppo pericolosa per i nostri figli (giù le mani dai nostri figli!), incita al bullismo, al nonnismo, al buddismo, al buonismo e alla sclerofilia!!(rotfl)
  • rotfl scrive:
    Completamente senza senso
    In che modo delle informazioni su Internet renderebbero i lettori meno "critici" e piu' "creduloni" rispetto alle stesse informazioni trovate su un libro? Il passaggio logico e' assolutamente inesistente.
    • lu nonne scrive:
      Re: Completamente senza senso
      beh, spesso le informazioni online vengono pubblicate a costo zero, mentre quelle sui libri sono costate SICURAMENTE qualcosa... il passaggio logico c'è..
      • rotfl scrive:
        Re: Completamente senza senso
        - Scritto da: lu nonne
        beh, spesso le informazioni online vengono
        pubblicate a costo zero, mentre quelle sui libri
        sono costate SICURAMENTE qualcosa... il passaggio
        logico
        c'è..No, non c'e'. Tralasciando il fatto che se sono costate "qualcosa" non significa che siano affidabili, qui si discute del fatto che quando si leggono giornali o libri l'approccio sia piu' "critico" verso la fonte; non si sta discutendo dell'affidabilita' della fonte, ma dell'approccio del lettore. Credi che il lettore quando consulta giornali o libri sia particolarmente "critico", mentre quando consulta Internet sia "credulone"?
        • Fabrizio scrive:
          Re: Completamente senza senso
          hey attenzione... qui non si parla di semplici "lettori", ma di studenti e ricercatori... gente che dovrebbe essere Molto ma Molto critica nei confronti di quello che legge... l'idea di fondo é che il fatto stesso che google (o chi per lui) riporti un risultato in cima a una lista venga interpretato come indice di autorevolezza accordata da altri utenti della rete. Il problema è che quella autorevolezza non viene accordata da esperti del settore, ma da semplici "lettori", e crea una distorta percezione.Non è necessariamente da interpretare come l'ennesimo ingiustificabile attacco a internet a mio avviso!
        • Olmo scrive:
          Re: Completamente senza senso
          Una riprova è il numero impressionante di persone che abbocca alla catena di S.Antonio di turno.
    • xyzklc scrive:
      Re: Completamente senza senso
      "Il passaggio logico e' assolutamente inesistente."non solo è esistente, ma mi sembra preoccupante che non sia stato percepito precedentemente.
      • Kling scrive:
        Re: Completamente senza senso
        Sono assolutamente d'accordo. Troppo spesso il copia-incolla da Google è diventato un sistema di linguaggio, quando in realtà il contenuto della citazione non è stato nemmeno preso in considerazione. Accade spesso anche in questo "consesso". Decine di persone perorano le loro affermazioni senza senso linkando Google, quando in realtà è la loro logica a essere scollegata dal loro encefalo. Che, in fondo, è ciò che dice l'articolo. La cultura enciclopedica si era già dimostrata un fallimento acclarato pochi anni dopo Diderot: non è che la disponibilità in rete di enciclopedie vastissime sta riportando indietro il "pensiero"?
        • rotfl scrive:
          Re: Completamente senza senso
          - Scritto da: Kling
          Sono assolutamente d'accordo. Troppo spesso il
          copia-incolla da Google è diventato un sistema di
          linguaggio, quando in realtà il contenuto della
          citazione non è stato nemmeno preso in
          considerazioneNon succede la stessa cosa con i libri?
        • rotfl scrive:
          Re: Completamente senza senso
          - Scritto da: Kling
          Sono assolutamente d'accordo. Troppo spesso il
          copia-incolla da Google è diventato un sistema di
          linguaggio, quando in realtà il contenuto della
          citazione non è stato nemmeno preso in
          considerazioneNon succede la stessa cosa con i libri? Hai presente come scrivevano le tesi di laurea il 90% abbondante degli studenti 10/15 anni fa? Te lo dico io: copiavano semplicemente gli scritti di altri.
    • ciccio scrive:
      Re: Completamente senza senso
      non hai capito niente.Sei il soggetto dell'articolo qui pubblicato e non te ne sei neanche accorto.I miei complimenti!!!! :-))))
      • rotfl scrive:
        Re: Completamente senza senso
        - Scritto da: ciccio
        non hai capito nienteAh meno male che ci sei tu che l'hai spiegato cosi' bene.
        Sei il soggetto dell'articolo qui pubblicato e
        non te ne sei neanche
        accortoAh si'? Perche'? A me sembra che sia tu quello che ha bevuto la notizia in modo acritico.
        I miei complimenti!!!! :-)))Tieniteli. Dei complimenti di uno come te non so che farmene.
Chiudi i commenti