El Capitan, l'OS X più mobile che c'è

Apple omaggia i suoi fan con la nuova versione di OS X, un aggiornamento gratuito con poche novità se non in termini di performance e una vocazione alla "unificazione" con iOS. Anche se, conferma Cupertino, i due sistemi operativi resteranno separati

Roma – Sta per scattare l’ora X per l’arrivo di OS X 10.11, nuova versione del sistema operativo per Mac nota anche come El Capitan e dispensata agli utenti tramite aggiornamento gratuito scaricabile a partire dalle prossime ore dall’App Store. OS X 10.11 non è un update particolarmente ricco di novità, ma Apple promette miglioramenti sul fronte del software, delle prestazioni e dell’integrazione con gli altri gadget dell’ecosistema di Cupertino.

La lista di sistemi compatibili con l’installazione di El Capitan include iMac (modelli venduti dal 2007 in poi), MacBook (2008), MacBook Air (2008), MacBook Pro (dal 2007 in poi), Mac Mini (2009), Mac Pro (2008) e Xserve (2009). Lo spazio necessario all’update è di 10 Gigabyte, mentre un’installazione diretta non è possibile per versioni di OS X precedenti a Snow Leopard (10.6).
Come Windows e gli altri OS per computer, anche El Capitan è soggetto alla comparsa di possibili incompatibilità con il software già installato sul Mac – e come su Windows il consiglio più ricorrente prima dell’installazione prevede il salvataggio/backup dei dati in caso qualcosa vada male.

Le nuove caratteristiche di OS X 10.11 che per prime balzano all’occhio includono una nuova app Notes, visualizzazione split-screen per le app a pieno schermo, nuovi comandi gestuali, una migliore capacità di ricerca di Spotlight, una gestione migliorata dei desktop multipli.

Le performance sono migliorate in maniera sensibile, sostiene Apple, al punto da arrivare a un +50 per cento nel rendering di sistema e a un’efficienza superiore del 40 per cento; la API grafica Metal arriva su OS X dopo aver debuttato negli anni passati su iOS, e Cupertino parla di rivoluzione nella grafica 3D, nei videogiochi e più in generale nell’utilizzo della GPU presente sul sistema.

Proprio l’integrazione di Metal – oltre a tutto il resto – lascia intendere quale sia il reale valore di un aggiornamento minore come El Capitan , soprattutto nell’ottica degli utenti di Apple: il nuovo OS X è pensato per funzionare in armonia con iPhone e gli altri gadget basati su iOS, un OS mobile che si è trasformato nel vero centro di interesse e utilizzo quotidiano per i fan di Cupertino.

OS X 10.11 preparerebbe il terreno a una “fusione”, di nome o di fatto, di un ecosistema Apple sempre più cloud e distribuito su schermi e dispositivi interdipendenti. Per ora, in ogni caso, il CEO Tim Cook ha riferito di non avere piani per produrre un singolo sistema operativo “universale” alla maniera di quanto fatto da Microsoft con Windows 10.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Utente scrive:
    Yum!
    Appena sbarca in Italia mi propongo subito,non vedo l'ora di consegnare il vibratore nuovoalla tipa bona del terzo piano... ;-D
  • luc294 scrive:
    siamo alle solite
    Se lo facesse una piccola azienda sarebbe lavoro nero e guai grossi, invece lo fa Amazon quindi è shering economy!Ipocrisia allo stato puro
    • ... scrive:
      Re: siamo alle solite
      - Scritto da: luc294
      Se lo facesse una piccola azienda sarebbe lavoro
      nero e guai grossiA quanto pare non conosci la definizione di "lavoro in nero". Praticamente stai dicendo che un lavoro part-time è un lavoro in nero.
      • Luc 294 scrive:
        Re: siamo alle solite
        Vuoi dire che sta gente sarà assunta? Stai fresco
        • ... scrive:
          Re: siamo alle solite
          - Scritto da: Luc 294
          Vuoi dire che sta gente sarà assunta? Stai frescoNon so, ma anche se non lo fosse contratto a tempo determinato != lavoro in nero. Continui a confondere le cose, non è che sei uno che assume lavoratori in nero e vorrebbe giustificarsi dicendo che Amazon secondo te fa praticamente lo stesso? No perché il dubbio viene.
          • Utente scrive:
            Re: siamo alle solite
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Luc 294

            Vuoi dire che sta gente sarà assunta? Stai
            fresco

            Non so, ma anche se non lo fosse contratto a
            tempo determinato != lavoro in nero. Continui a
            confondere le cose, non è che sei uno che assume
            lavoratori in nero e vorrebbe giustificarsi
            dicendo che Amazon secondo te fa praticamente lo
            stesso? No perché il dubbio
            viene.Ma nei paesi in cui non sarà possibile pagare fiscalmentei corrieri, daranno in cambio dei buoni spesa... E risolverannoi problemi. Poi se conviene o no al singolo operatore spettaa lui decidere.
      • Viandande scrive:
        Re: siamo alle solite
        In Italia devi assicurarli anche part time e sarebbe lo stesso di uberpop
  • Aniello Caputo scrive:
    ...
    ma che me ne frega a me di amazone
Chiudi i commenti