Elden Ring: salvataggi su PC a rischio hacker

Elden Ring: salvataggi su PC a rischio hacker

Gli hacker hanno preso di mira Elden Ring, stanno sfruttando un grave bug del gioco per invadere gli utenti e rendere inservibili le partite.
Gli hacker hanno preso di mira Elden Ring, stanno sfruttando un grave bug del gioco per invadere gli utenti e rendere inservibili le partite.

Elden Ring è il nuovo videogame a tema fantasy che sta facendo appassionare tutti in tutto il mondo, regalando ore e ore di gioco su console e computer. Come però spesso accade con i titoli di gran successo, un gruppo di hacker si sta approfittando della situazione, sabotando le partite degli utenti.

Elden Ring: gli hacker sabotano le partite degli utenti

Su Reddit e social network vari, infatti, hanno iniziato a comparire riferimenti ad interventi di sabotaggio delle partite da parte di altri giocatori di Elden Ring, i quali agiscono andando a danneggiare le run di altri Senzaluce tramite invasione. Gli utenti colpiti, vedono inizialmente la partita interrotta da un crash. Una volta riattivato il gioco ci si ritrova intrappolati in un loop infinito di morti da caduta. Il problema sembrerebbe essere relativo solo alla versione per PC del gioco.

In attesa che il team di sviluppo di Elden Ring provveda a far fronte alla cosa, una possibile soluzione “fai date” identificata dalla community consiste nell’attuare la seguente procedura: chiudere il gioco premendo rapidamente la combinazione di tasti Alt + F4 quando viene avviato il salvataggio, riavviare Elden Ring e la propria partita, aprire la mappa in-game, aprire la lista dei Luoghi di Grazia scoperti e premere il tasto di conferma per il teletrasporto. Riuscendo a portare a termine tutta la procedura, sembra che sia possibile rompere il ciclo ininterrotto di morti che viene innescato dagli hacker.

A scopo preventivo, invece, si possono realizzare dei backup manuali dei dati di salvataggio della propria partita prima di avviare il gioco, recandosi nel percorso “C:/Users/[nome]/AppData/Roaming/EldenRing” e copiando ove desiderato la cartella avente come nome una lunga stringa numerica. Un’altra soluzione, consiste nel rinunciare alla componente online del titolo, ma ovviamente in questo modo molti aspetti di Elden Ring e tipici del genere vanno inevitabilmente persi.

Fonte: PC Gamer
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 21 mar 2022
Link copiato negli appunti