Elon Musk invoca il ritorno del lettore Microsoft Zune

Elon Musk invoca il ritorno di Microsoft Zune

Il numero uno di Tesla e SpaceX si è rivolto al CEO di Microsoft, intervenendo su Twitter con una richiesta alquanto bizzarra: effetto nostalgia.
Il numero uno di Tesla e SpaceX si è rivolto al CEO di Microsoft, intervenendo su Twitter con una richiesta alquanto bizzarra: effetto nostalgia.

Il restyling dell'interfaccia di Windows 11? Uno store ufficiale tutto inedito per il sistema operativo con la possibilità di scaricare direttamente le applicazioni mobile? Un suono di avvio mai sentito prima? Macché, la novità di casa Microsoft che più entusiasma Elon Musk è quella che non è stata annunciata: il ritorno di Zune.

Musk a Nadella: “Ridateci Zune”

Il CEO di Tesla ha replicato a un tweet di Satya Nadella chiedendo di lanciare nuovamente il lettore multimediale, concorrente di iPod. Perché? Semplicemente “perché è il momento”. Non fa una piega.

Zune è stato un dispositivo promettente, per certi versi innovativo, ma del tutto incapace di reggere il confronto con l'avvento degli smartphone che hanno ben presto offerto le medesime funzionalità senza richiedere un apparecchio dedicato. Chi ha più di qualche primavera alle spalle non faticherà a ricordarlo: introdotto sul mercato nel 2006, non ha mai davvero saputo competere con l'alternativa di casa Apple, fino all'abbandono cinque anni più tardi. Nel 2015 la definitiva chiusura dei servizi associati.

Sette le versioni commercializzate, ognuna con capacità e funzionalità differenti: Zune 30, Zune 4, Zune 8, Zune 16, Zune 80, Zune 120 e Zune HD, quest'ultimo con display multitouch. La linea fu chiamata in causa anche da Steve Jobs in occasione di un evento organizzato da Cupertino.

Altri tempi, altri CEO. Che nostalgia.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti