Elon Musk su Twitter: Trudeau come Hitler (poi lo rimuove)

Elon Musk su Twitter: Trudeau come Hitler (poi lo rimuove)

Un tweet scomposto di Elon Musk rialza la polemica sulla sua figura e sulle posizioni che il magnate ha intrapreso durante la pandemia.
Un tweet scomposto di Elon Musk rialza la polemica sulla sua figura e sulle posizioni che il magnate ha intrapreso durante la pandemia.

Il tweet è stato eliminato, ma la sua eliminazione ha forse contribuito a creare ancora più rumore attorno all’ultima scomposta uscita di Elon Musk. Si tratta infatti di un tweet evidentemente violento, nel quale Hitler chiede di non essere paragonato a Justin Trudeau, primo ministro canadese.

Trudeau come Hitler

Il riferimento è del tutto chiaro rispetto ai disordini che stanno avvenendo nel Paese, dove la protesta dei camionisti ha fermato alcune importanti vie di comunicazione creando gravi disagi ed un notevole danno economico al Paese. Si tratta di disordini legati alle restrizioni anti-Covid, ma rapidamente cavalcate da movimenti estremisti e populisti che hanno velocemente deviato una legittima protesta in qualcosa di più violento. Quando tra i manifestanti hanno iniziato a comparire bandiere naziste, del resto, la situazione si è fatta chiara e la protesta ha preso il largo come successo con i gilet gialli in Francia o altri movimenti simili.

Tweet di Elon Musk

Ma il tweet ha una potenza particolare. Accompagnato da un meno comprensibile “avevo un budget” (che sembra però un rafforzativo nell’attacco a Trudeau), l’effige hitleriana getta nello stesso calderone vaccini, difesa sanitaria, restrizioni, olocausto: accostamenti troppo violenti e che arrivano da un uomo troppo in vista per passare inosservati.

Non è certo la prima volta che Musk usa Twitter come un potente manganello e soprattutto non è la prima volta che si esprime pesantemente contro le restrizioni antipandemiche: fin dal 2020 è stato contro qualsivoglia misura restrittiva e oggi, ad attività ormai pienamente aperte, continua la sua battaglia spostando il focus contro le campagne di vaccinazione. Musk ha fatto sapere di essere vaccinato e favorevole ai vaccini, ma contrario ad ogni forma di obbligo.

La sua protesta contro Trudeau è andata però decisamente sopra le righe e (per consiglio o per pentimento) il tweet è stato infine rimosso non prima di aver raccolto un forte seguito. Un passo falso a prescindere da come la si pensi su vaccini e restrizioni, insomma, perché tirare in ballo l’epoca nazista ad ogni afflato di restrizione non può che essere un richiamo poco commisurato e mal composto.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 18 feb 2022
Link copiato negli appunti