Enel X, Be Charge, Eni: fondamentale accordo sulle colonnine

Enel X, Be Charge, Eni: fondamentale accordo sulle colonnine

Enel ed Eni per la mobilità sostenibile: l'accordo semplifica l'accesso alle colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici da parte dei clienti.
Enel ed Eni per la mobilità sostenibile: l'accordo semplifica l'accesso alle colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici da parte dei clienti.

Una importantissima stretta di mano tra Enel ed Eni consente di far compiere un grande passo avanti alla rete per la ricarica dei veicoli elettrici in Italia. L'accordo firmato tra le parti, infatti, crea di fatto una rete univoca tra i due principali player, consentendo di utilizzare indifferentemente le colonnine dell'uno o dell'altro gruppo.

Enel X + Be Charge

Enel X da una parte, Be Charge dall'altra. Ed i numeri in ballo sono importanti, consentendo pressoché un raddoppio dei punti di ricarica accessibili dai clienti dei due gruppi attraverso le app Enel X, Be Charge ed Eni Live:

Enel X, il più grande operatore nel settore delle infrastrutture di ricarica pubbliche del Paese con oltre 13 mila punti, e Be Charge, secondo player in Italia, gestiscono infatti le principali reti di ricarica per veicoli elettrici del Paese. Hanno una presenza capillare in tutte le regioni e nelle principali città e un piano di investimenti che punta alla diffusione dell'e-mobility anche grazie all’installazione dei caricatori ad alta potenza che consentono un’esperienza di ricarica ultrarapida, facile e in totale sicurezza.

Ciò apre un nuovo contesto sulle ali dell'interoperabilità: mettere a sistema le risorse che i singoli gruppi hanno in dote significa dar vita ad una rete organica più capillare, moltiplicando le occasioni di ricarica e rendendo quindi più semplice l'utilizzo dell'auto elettrica su tutti i territori coperti. L'estensione ulteriore della rete è fondamentale per favorire la mobilità elettrica in Italia: Eni ed Enel aprono ad una compartecipazione negli investimenti, con una interoperabilità che va tutta a vantaggio del cliente finale e dei produttori di auto.

Federico Caleno, Responsabile Mobilità Elettrica per l'Italia, plaude a questa partnership elogiando i nuovi orizzonti a cui apre il mondo della mobilità elettrica per gli utenti:

L'interoperabilità delle infrastrutture di ricarica è un tassello fondamentale nella strategia di diffusione della mobilità elettrica in Italia ed è per questo che siamo molto soddisfatti di aver raggiunto un accordo con Be Charge e con Eni, operatori che come noi credono fortemente nell’elettrificazione dei trasporti. In questi anni abbiamo creato una rete di ricarica capillare che copre tutta la penisola e permette alle persone di guidare un'auto elettrica in totale tranquillità. Oggi, attraverso questa collaborazione, dimostriamo ulteriormente quanto sia importante lavorare in sinergia con i partner per far sì che il passaggio all’elettrico diventi sempre più facile e conveniente.

L'acquisizione di Be Power da parte di Eni durante la scorsa estate è stato il primo passo di un percorso che ha obiettivi di lungo raggio. L'accordo con Enel X indica l'esistenza di una strategia che si baserà anzitutto sulla cooperazione: ci sono grandi spazi ancora da occupare e c'è spazio per tutti gli attori che hanno intenzione di investire in questo ambito per accompagnare la transizione elettrica della mobilità durante il suo divenire.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 12 2021
Link copiato negli appunti