Eni: dopo Enjoy, ecco YOYO

Eni: dopo Enjoy, ecco YOYO

YOYO è la vettura che Eni porterà dal 2022 all'interno di Enjoy: non prevede solo la ricarica elettrica, ma anche il cambio al volo delle batterie.
YOYO è la vettura che Eni porterà dal 2022 all'interno di Enjoy: non prevede solo la ricarica elettrica, ma anche il cambio al volo delle batterie.

Prima l’esperienza di successo con la quale ha trasformato Enjoy nel leader italiano del car sharing, ora un passo ulteriore per affondare le mani nella mobilità elettrica: Eni ha comunicato l’accordo con la torinese XEV per creare l’ecosistema necessario sul quale sviluppare il progetto YOYO. Presto le due realtà andranno anche a convergere e questo potrebbe essere un importante passo avanti per il car sharing italiano.

Enjoy, welcome YOYO

YOYO è il nome dietro cui si celano particolarissime city car completamente elettriche, già guidabili dai 16 anni con patente B1, che in dote ha una caratteristica del tutto peculiare: non prevedono soltanto la tradizionale ricarica elettrica, ma anche la possibile sostituzione rapida del pacco batterie per quello che viene ad essere un autentico pit-stop per il rifornimento.

La tecnologia che rende rivoluzionarie queste auto è il cosiddetto “battery swapping“: ricarica istantanea, disponibilità continua e miglior cura generale degli asset preziosi rappresentati dagli accumulatori. Questi ultimi sono archiviati in un vano posteriore, rendendo l’auto stabile e facilitando al contempo la semplicissima sostituzione: il tempo è quello di un pieno di benzina.

In XEV siamo impegnati nello sviluppo di una mobilità urbana sostenibile e nell’offerta ai nostri clienti di servizi innovativi ed eccellenti esperienze. Siamo lieti che Eni, compagnia leader in Europa, condivida la nostra visione che punta a creare un futuro più sostenibile. La nostra partnership è una pietra miliare per raggiungere tale obiettivo. In alcune selezionate stazioni di servizio Eni, i nostri clienti YOYO potranno utilizzare il servizio Battery Xchange e ottenere in pochi minuti un nuovo set di batterie completamente cariche. Riteniamo che questo innovativo modello di business eliminerà le difficoltà e le limitazioni che i nostri consumatori devono affrontare per ricaricare le auto elettriche

Luo Tik, CEO di XEV

Eni metterà a disposizione le proprie stazioni di servizio fin da subito, ma già dal 2022 il passo in avanti sarà decisivo: le city car XEV YOYO entreranno nella flotta Enjoy, diventando così veicoli aggiuntivi per la mobilità nel tessuto urbano affianco alle Fiat 500 rosse che sono diventate l’icona del car sharing in Italia. Con l’arrivo delle nuove vetture anche il progetto Enjoy sarà presumibilmente ricalibrato, immettendo sulle strade veicoli più piccoli e agili, ampliando la platea raggiungibile e probabilmente riducendo i costi di accesso alla mobilità condivisa.

Se ne riparla nel 2022:

Con questa partnership nella mobilità sostenibile Eni conferma il proprio impegno nella transizione energetica e l’assoluta rilevanza attribuita alla leva dell’innovazione, nell’ambito di una strategia che le consentirà di raggiungere la totale decarbonizzazione di prodotti e processi entro il 2050. La partnership con XEV rafforza la nostra leadership nel fornire energia pulita e soluzioni concrete, efficienti e sostenibili ai consumatori. Con XEV siamo i primi in Europa a fornire il servizio di sostituzione della batteria presso le nostre stazioni di servizio, e saremo i primi a metterle a disposizione degli utenti del nostro servizio di car sharing Enjoy, per ampliare il più possibile l’offerta di servizi e prodotti sostenibili

Giovanni Maffei, Responsabile Commerciale Green & Traditional Refining & Marketing di Eni

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 3 set 2021
Link copiato negli appunti