Esselunga, musica al supermercato

Lanciata una nuova piattaforma di distribuzione musicale, frutto degli accordi tra la catena e Play.me di Dada. Gli utenti potranno acquistare una music card, pagando per il download e lo streming
Lanciata una nuova piattaforma di distribuzione musicale, frutto degli accordi tra la catena e Play.me di Dada. Gli utenti potranno acquistare una music card, pagando per il download e lo streming

“L’annuncio della nuova piattaforma per il download di musica di Esselunga rappresenta un altro tassello importante per lo sviluppo del mercato digitale musicale in Italia. L’ingresso di un brand così conosciuto nel settore della musica online è il segnale del consolidamento di un mercato che ha enormi prospettive nel nostro Paese, con una crescita a due cifre e milioni di brani venduti”.

Così il presidente della Federazione Industria Musicale Italiana (FIMI) Enzo Mazza, recentemente intervenuto a commentare l’apertura della nota catena Esselunga al mercato della musica in formato digitale. La grande distribuzione organizzata ha così incontrato i servizi forniti da Play.me di Dada, annunciando un nuova piattaforma virtuale per l’acquisto di brani musicali .

E tra gli scaffali di Esselunga MusicStore saranno a disposizione oltre 6 milioni di canzoni in formato MP3 , scaricabili sul proprio computer e/o riversabili su qualsiasi tipologia di device esterno. Gli utenti registrati sul sito di Esselunga potranno avere accesso alla piattaforma, solo dopo aver acquistato una Music Card in vendita presso i vari supermercati della catena.

Questa Music Card consentirà agli utenti non solo il download, ma anche l’ascolto illimitato in streaming di tutti i brani presenti nel catalogo. I tagli di vendita saranno tre, a partire da circa 10 euro per ottenere il download di 15 brani e un mese di streaming illimitato . Per 30 euro circa si avrà invece la possibilità di scaricare 50 canzoni, che diventeranno 120 – con tre mesi di streaming – dopo l’esborso di circa 50 euro.

“Con questo progetto ci proponiamo di offrire un’accessibile alternativa al canale della pirateria musicale – ha dichiarato Roberto Selva, direttore acquisti non-food di Esselunga – rivolgendoci a clienti giovani che cercano risposte adeguate dal web. Esselunga MusicStore vanta un catalogo sempre aggiornato con milioni di brani italiani e internazionali”.

Il progetto Esselunga MusicStore ha dunque trovato appoggio da parte delle varie etichette discografiche, da Sony Music a Universal Music. “Quello che offriamo non è solo tecnologia – ha spiegato Massimiliano Pellegrini di Dada – ma anche una vera a propria esperienza musicale al servizio dei consumatori, che rende disponibile, sempre ed in modo legale, l’immenso catalogo delle principali major e di varie etichette indipendenti ad un prezzo competitivo”.

Mauro Vecchio

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

30 03 2011
Link copiato negli appunti