Evento Apple: un abbonamento per i giochi iOS?

Un abbonamento mensile per i giochi iOS su iPhone e iPad: forse anche questo tra i nuovi servizi annunciati da Apple durante l'evento di questa sera.

Quando mancano ormai poche ore all’evento Apple di questa sera, ecco spuntare nuove indiscrezioni su ciò che la mela morsicata annuncerà dal palco dello Steve Jobs Theater di Cupertino: non solo servizi legati a streaming video ed editoria, come ampiamente anticipato, ma forse anche un abbonamento gaming. Non si tratterebbe di un concorrente per Stadia, bensì di una sottoscrizione per i giochi iOS.

Un abbonamento per i giochi iOS

Utilizzare il condizionale è d’obbligo, almeno per il momento. Facciamo riferimento al rumor comparso sulle pagine di Bloomberg per saperne di più. Non saranno interessati dall’iniziativa i titoli free-to-play che generano la maggior parte dei download da App Store, guadagnando poi dalla visualizzazione di advertising o dagli acquisti in-app, ma quelli di terze parti offerti a pagamento. Stiamo dunque parlando di produzioni come Minecraft, la serie NBA 2K e il franchise Grand Theft Auto. Anziché acquistarli singolarmente, gli utenti potranno scaricarli senza limiti a fronte di una sottoscrizione mensile dalla cifra non meglio precisata. I proventi verrebbero poi distribuiti agli sviluppatori in base al tempo trascorso in-game dagli abbonati.

Goldman Sachs e la carta di credito

Un ennesimo step nel percorso che, sotto la guida del CEO Tim Cook, porterà la mela morsicata a concentrare sempre più il proprio business sull’erogazione di servizi anziché sulla commercializzazione di prodotti hardware, anche se iPhone, iPad e Mac continueranno a rimanere nel catalogo e a ricevere upgrade regolari. Tornando all’evento di oggi, da non escludere nemmeno l’annuncio di una partnership con Goldman Sachs per il lancio di una carta di credito legata a doppio filo all’ecosistema iOS.

L’appuntamento è fissato per questa sera: l’evento inizierà alle 18:00 (ora italiana). Allora sarà tutto chiaro. Conosceremo ciò che ha messo in cantiere Apple per il suo “Netflix Killer”, la piattaforma per l’accesso ai contenuti editoriali forniti da Wall Street Journal e altre circa 200 testate e, forse, anche cosa include la sottoscrizione per i giochi destinati a iPhone e iPad.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    Ma quanti "Netflix killer" Per vedere tutto quello che mi potrebbe interessare, quanti abbonamenti dovrei fare, a diecioventi euro cadauno? Non ho nemmeno voglia di mettermi a cercare, di informarmi. Vadano a quel paese loro e i loro giardinetti recintati. Mi offrano un servizio *unico*, a un prezzo *ragionevole*, che mi permetta di accedere a *tutto* quello che c'è online in streaming, legalmente. Si mettano d'accordo tra loro sul come dividersi la torta. Fino a quel momento, mi tengo giusto Prime Video perché ce l'ho incluso. Se poi mi chiedono di pagare extra levo pure quello.
Fonte: Bloomberg
Chiudi i commenti