Exchange 12 sotto test

Alcuni clienti e partner selezionati hanno potuto mettere le mani, in anteprima, su di una prima beta del nuovo server di posta elettronica e messaggistica di Microsoft. Ecco le maggiori novità
Alcuni clienti e partner selezionati hanno potuto mettere le mani, in anteprima, su di una prima beta del nuovo server di posta elettronica e messaggistica di Microsoft. Ecco le maggiori novità


Redmond (USA) – Ieri è ufficialmente partito il beta testing di Exchange 12, nome in codice della prossima release del noto server di Microsoft per la messaggistica e la collaborazione. La Beta 1 costituisce un passo importante verso il rilascio della versione definitiva del prodotto, atteso tra la fine del 2006 e l’inizio del 2007.

“Oggi gli utenti finali richiedono l’accesso completo e continuo, da una serie sempre più ampia di dispositivi, alle proprie caselle di posta in arrivo. Allo stesso tempo, le organizzazioni devono affrontare le minacce da spamming e virus, oltre ad adeguarsi ai requisiti imposti dalle recenti normative”, sostiene David Thompson, Corporate Vice Presidente Exchange Server di Microsoft. “Exchange 12 è una soluzione di messaggistica caratterizzata da elevata disponibilità che consente agli amministratori IT di affrontare al meglio queste sfide”.

Come anticipato lo scorso mese, Exchange 12 sarà disponibile esclusivamente per i sistemi operativi a 64 bit, che secondo Microsoft offrono maggiori funzionalità e scalabilità.

Tra le maggiori novità della prossima versione di Exchange si cita l’ installazione e la configurazione basata sui “ruoli” del server : questo approccio, già abbracciato da Microsoft con Windows Server 2003 e altri recenti prodotti, permette agli amministratori di installare e configurare solo i componenti realmente necessari all’azienda, riducendo così l’esposizione agli attacchi provenienti dall’esterno.

Gli amministratori avranno poi a disposizione una nuova console grafica di gestione, una shell a linea di comando basata su Monad e gestibile tramite script, e tool per la rilevazione e la configurazione automatica dei client Outlook.

Per l’utente finale Exchange 12 offrirà invece la possibilità di accedere alla inbox indipendentemente dal luogo in cui si trova e dal dispositivo che sta utilizzando : PC, PDA o smartphone. La nuova piattaforma include anche gli aggiornamenti a Outlook Web Access, il client per accedere alla casella di posta in arrivo con un browser, virtualmente ovunque, senza bisogno di una particolare connessione di rete. In quest’area le principali novità della Beta 1 sono:

– un sistema di messaggistica unificato che archivia i messaggi vocali e i fax nella inbox di Exchange, a cui, come avviene per la posta elettronica, è possibile accedere utilizzando Outlook, Outlook Web Access, dispositivi mobili e qualsiasi telefono tramite Outlook Voice Access con il riconoscimento vocale;
versione migliorata di Outlook Web Access , ora maggiormente integrato con Outlook;
Scheduling Assistant , che permette agli utenti di pianificare le riunioni consentendo di convocare i partecipanti, prenotare le sale e altre risorse in maniera semplice e presentando visivamente le diverse opzioni che vengono offerte.

Sotto il profilo della sicurezza, il nuovo server di Microsoft fornirà filtri antispam integrati, aggiornamenti automatici per filtri antispam, block-list e reputation service, un antivirus per la posta elettronica, e un filtro che consente agli amministratori di bloccare gli allegati in ingresso e in uscita in base all’estensione del file, al nome del file o al tipo di contenuto.

A dispetto di quanto promesso inizialmente, pare che Microsoft non farà in tempo ad integrare in Exchange 12 un motore di database basato sul proprio SQL Server: tale funzionalità potrebbe dunque essere rimandata alla release successiva.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

15 12 2005
Link copiato negli appunti