Facebook, 70 milioni di dollari per Snaptu

Il sito blu acquisisce lo sviluppatore israeliano di applicazioni mobile. L'obiettivo è chiaro: entrare nel mondo degli smartphone e dei dispositivi mobile a basso costo

Roma – Secondo quanto riportato da diverse fonti israeliane, Facebook ha acquisito lo sviluppatore di applicazioni mobili Snaptu impegnata nella fornitura di servizi online utilizzabili tramite smartphone per una cifra stimata intorno ai 60 – 70 milioni di dollari .
A confermare l’acquisizione è stato un dirigente della società israeliana sul blog ufficiale di Snaptu, che ha però rifiutato di discutere i numeri dell’acquisto o di rivelare ulteriori dettagli della transazione.

“Abbiamo deciso da subito – si legge nel post – che lavorare come parte del team di Facebook offriva la migliore opportunità per continuare ad incrementare il ritmo di sviluppo dei nostri prodotti. E unirsi a Facebook significa ottenere un impatto ancora maggiore nel mondo”.
“L’acquisizione – continua – dovrebbe chiudersi entro poche settimane. Avremo più aggiornamenti su Snaptu presto, e lavoreremo duramente per offrire una più ricca e più avanzata applicazione Facebook praticamente su ogni telefono cellulare”.

Snaptu crea software basati su Java in grado di sbarcare non solo sugli smartphone ma anche su cellulari meno avanzati, diffusi anche nei paesi emergenti, ai cui il sito blu guarda come potenziale spazio di espansione. Tale tecnologia funziona su più di 2.500 dispositivi.

Snaptu offre una soluzione per lo sviluppo, l’implementazione e il mantenimento di servizi web come ad esempio Twitter e LinkedIn per qualsiasi telefono.

Facebook ha già sfruttato, a partire dall’inizio dell’anno, alcune potenzialità della tecnologia Snaptu, ad esempio per creare la sua applicazione mobile con la sincronizzazione dei contatti.

Raffaella Gargiulo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Paolo Marani scrive:
    ATI sacrificata a onor di marketing
    Sciocchezze. Il marchio ATI era comunque largamente più riconosciuto.Quello che in realtà vorrebbero ottenere è l'effetto traino per i microproXXXXXri, in cui il brand AMD sta perdendo piede a favore della integerrima rivale Intel. Confidano che accoppiando CPU AMD all'hardware della scheda grafica (AMD), i consumatori pensino che ci sia una migliore sinergia ed efficienza.
    • James Kirk scrive:
      Re: ATI sacrificata a onor di marketing
      Quoto quasi tutto anche se, a dire il vero, mentre ATI è Leader del proprio settore (o perlomeno si scambia spesso la leadership con Nvidia) AMD è una pulce rispetto ad Intel.Se poi sia più noto il Brand AMD di ATI non lo saprei dire; certo è che se AMD è ancora in vita ed oggi è in grado di sfornare Fusion lo deve ad ATI. Per il resto spero che ATI non venga gestita come lo è stata AMD ngli ultimi 3 anni.
      • ces scrive:
        Re: ATI sacrificata a onor di marketing
        - Scritto da: James Kirk
        Quoto quasi tutto anche se, a dire il vero,
        mentre ATI è Leader del proprio settore (o
        perlomeno si scambia spesso la leadership con
        Nvidia) AMD è una pulce rispetto ad
        Intel.

        Se poi sia più noto il Brand AMD di ATI non lo
        saprei dire; certo è che se AMD è ancora in vita
        ed oggi è in grado di sfornare Fusion lo deve ad
        ATI.Eppure proprio perché AMD punta su Fusion, non sarebbe logico avere un proXXXXXre amd ed una scheda integrata ati visto che si tratta di un prodotto unico.Il marchio ATI ha di sicuro più prestigio, ma secondo voi se Intel comrprasse Nvidia ne assumerebbe il nome?Per il resto spero che ATI non venga
        gestita come lo è stata AMD ngli ultimi 3
        anni.Non capisco a cosa ti riferisci; se parli dell'annuncio ai 4 venti del progetto Fusion quando erano ben lontani dall'uscita, sono d'accordo.
  • ces scrive:
    Il titolo
    Ingannevole come al solito, ma scrivere AMD abbandona il marchio ATI non sarebbe stato altrettanto sensazionalistico.
    • permille scrive:
      Re: Il titolo
      PI fa XXXXXX.Recenti ricerche indipendenti affermano che PI è letto al mattino quando ci si reca in bagno, su PC portatili e tablet. Ciò testimonia l'indiscusso sucXXXXX di questa testata giornalistica che spopola in rete.
    • entromezzanotte scrive:
      Re: Il titolo
      Concordo al 100%.
  • terminator2 scrive:
    AMD sí ATI no
    Mi son sempre trovato favolosamente coi proXXXXXrei AMD e sempre penosamente con le schede ATI (causa driver). Non avevo piú intenzione di comprarle ma mi sono fatto XXXXXXX ancora una volta dal prezzo piú basso e dal consiglio di un amico. MAI PIU'. In futuro sempre cpu AMD e video NVidia. E vedremo un pó com'é stó FUSION...
    • Anonymous scrive:
      Re: AMD sí ATI no
      - Scritto da: terminator2
      Mi son sempre trovato favolosamente coi
      proXXXXXrei AMD e sempre penosamente con le
      schede ATI (causa driver). Non avevo piú
      intenzione di comprarle ma mi sono fatto XXXXXXX
      ancora una volta dal prezzo piú basso e dal
      consiglio di un amico. MAI PIU'. In futuro sempre
      cpu AMD e video NVidia. E vedremo un pó com'é stó
      FUSION...Mah, io ho avuto problemi anche con le NVidia di fascia alta. Certo comunque sempre meglio di ATI, quello è sicuro.
      • ces scrive:
        Re: AMD sí ATI no

        quello è
        sicuro.A dire la verità più o meno si equivalgono, quindi no, non è sicuro.
        • jiraya scrive:
          Re: AMD sí ATI no
          lascia stare, certa gente si fissa e nessuno puo' fargli cambiare idea... Io , ad esempio preferisco intel ad amd, ma almeno ho la dignita' di dire che e' una questione di abitudine, oppure si puo' dire che sono affezionato, ma non inizio a dire "sono superiori, lo sanno tutti... " o altre panzane del genere...
          • ces scrive:
            Re: AMD sí ATI no
            - Scritto da: jiraya
            lascia stare, certa gente si fissa e nessuno puo'
            fargli cambiare idea...


            Io , ad esempio preferisco intel ad amd, ma
            almeno ho la dignita' di dire che e' una
            questione di abitudine, oppure si puo' dire che
            sono affezionato, ma non inizio a dire "sono
            superiori, lo sanno tutti... " o altre panzane
            del
            genere...D'accordissimo, troppi fanboy e persone che usano un loro caso particolare come se fosse un paradigma.In quanto rapporto prestazioni prezzo amd è la migliore, per quanto riguarda le prestazioni pure intel è decisamente avanti, insomma le differenze ci sono (come viene testimoniato dai benchmark) ma non sono assolute e bisogna guardarle in prospettiva.A seconda delle esigenze ti converrà scegliere un prodotto piuttosto che un altro, ma ciò non togle che entrambi siano validi. Lo stesso discorso si può applicare alla disputa ATI-Nvidia.
    • came88 scrive:
      Re: AMD sí ATI no
      Pensa te che io ho formattato il computer di un mio amico, scheda video ATI: windows (XP SP3) riconosce la scheda video e la fa andare oltre il classico VGA, ma io voglio mettere su i driver "originali", quindi vado sul sito ATI, scarico i driver, installo, riavvio... e mi trovo in 640x480 a 16 colori... Inutile dire che i driver sono rimasti poco e sono tornato a quelli generici microsoft, che perlomeno funzionano...
      • fox82i scrive:
        Re: AMD sí ATI no
        Aaaah però!Mai capitato un problema simile...Sicuro di aver installato correttamente?
        • came88 scrive:
          Re: AMD sí ATI no
          Il modello della scheda per cui ho scaricato i driver è quello giusto (l'ho rifatto perché era venuto il dubbio anche a me), e ho provato a reinstallare tutto (anche riformattando...) ma niente da fare.Alla fine li ho installati e disinstallati in modo da avere il catalyst control center (che forse però non funziona)
          • Fai il login o Registrati scrive:
            Re: AMD sí ATI no
            E' capitato anche a me poco tempo fa, avrò scaricato quei maledetti driver una decina di volte e mi si impallava tutto con una risoluzione max di 800x600. Poi da Google sono capitato sul sito in inglese anziché in italiano, da lì ho scaricato i driver e tutto funziona a meraviglia! Mah! Se vuoi provare...
      • informo scrive:
        Re: AMD sí ATI no
        Se ti affidavi a Linux non avevi tutti questi problemi: tutto funzionante al meglio fin da prima dell'installazione (da live)
        • came88 scrive:
          Re: AMD sí ATI no
          Io infatti sul mio computer uso linux, anche se ho un dual boot con win7, e non ho nessun problema di driver (salvo da live che non ho gli effetti grafici e la scheda wireless, ma installando su disco rigido, installando i driver che vengono consigliati e riavviando funziona tutto).Per fortuna o purtroppo non tutti usano linux, quindi bisogna convivere con tutti i sistemi operativi.
    • ces scrive:
      Re: AMD sí ATI no
      - Scritto da: terminator2
      Mi son sempre trovato favolosamente coi
      proXXXXXrei AMD e sempre penosamente con le
      schede ATI (causa driver). Non avevo piú
      intenzione di comprarle ma mi sono fatto XXXXXXX
      ancora una volta dal prezzo piú basso e dal
      consiglio di un amico. MAI PIU'. In futuro sempre
      cpu AMD e video NVidia. E vedremo un pó com'é stó
      FUSION...Sarai stato sfortunato, che scheda era?Comunque Amd Fusion ha schede ATI integrate, quindi...
    • Paolo Marani scrive:
      Re: AMD sí ATI no
      ATI e NVidia oggi come driver fanno schifo praticamente uguale, dato che sono entrambe vittima del "Bloatware". Ovvero driver macchinosi, farragginosi, ipercomplessi, con occupazione spaventosa di ram, che rallentano il PC con tanti orpelli inutili.Se uscisse un serio competitor dove "semplice è bello", e dalle performance adeguate, verrebbero spazzate via entrambi. Ho avuto schede di entrambe le marche, e configurare un semplice dual monitor è sempre stato un incubo.
      • came88 scrive:
        Re: AMD sí ATI no
        - Scritto da: Paolo Marani
        ATI e NVidia oggi come driver fanno schifo
        praticamente uguale, dato che sono entrambe
        vittima del "Bloatware". Ovvero driver
        macchinosi, farragginosi, ipercomplessi, con
        occupazione spaventosa di ram, che rallentano il
        PC con tanti orpelli
        inutili.

        Se uscisse un serio competitor dove "semplice è
        bello", e dalle performance adeguate, verrebbero
        spazzate via entrambi. Ho avuto schede di
        entrambe le marche, e configurare un semplice
        dual monitor è sempre stato un
        incubo.Magari che facesse pure i driver open source con una licenza che permetta la modifica e la redistribuzione, in modo che le varie community (soprattutto linux, non penso windows) possa addirittura migliorarli e integrarli al meglio con i vari tipi di sistema...
Chiudi i commenti