Facebook e Google, duello sui contatti

Continua la lotta tra i due colossi sul "diritto di esportazione" dei contatti degli utenti dai social network. Facebook usa trucchi non autorizzati, Google si dice dispiaciuta e invia messaggi allarmanti

Roma – Google e Facebook aumentano il livello dello scontro per i contatti degli utenti, e la possibilità per questi ultimi di esportare le informazioni sui profili “amici” dovunque essi vogliano, possibilmente senza restrizioni di sorta. Google esprime delusione per la scelta di Facebook di adottare un hack al blocco precedentemente imposto da Mountain View invece di cambiare la propria policy , provando a convincere gli utenti che esportare le informazioni di contatto in Facebook è un male ; mentre il social network accusa: noi siamo più “open” e consapevoli di voi nella gestione dei dati personali.

“Siamo delusi dal fatto che Facebook non abbia investito il proprio tempo nel rendere possibile per i suoi utenti l’esportazione dei loro contatti fuori da Facebook”, si è lamentata ufficialmente Mountain View dopo l’hack del “deep link” al download diretto delle informazioni di contatto messo in piedi di FB. Qui a Mountain View siamo “appassionati sostenitori della possibilità per le persone di controllare i dati da loro creati” dice Google, e nonostante tutto “continueremo a permettere ai nostri utenti di esportare i propri contatti da Google Contacts”.

Gli utenti Google potranno continuare a esportare informazioni di contatto a piacimento, ma quando la destinazione di tali informazioni sarà il massiccio database di Facebook i succitati utenti si troveranno d’ora in poi davanti a un avviso dall’eloquente titolo “Metti in trappola i miei contatti ora” : “Sei stato diretto su questa pagina da un sito che non permette di ri-esportare le tue informazioni ad altri servizi”, si legge sull’avviso, “sostanzialmente imprigionando i tuoi dati di contatto sui tuoi amici”.

Si tratta di “un fatto importante” che Google ci tiene a far presente ai suoi utenti, continua l’avviso, anche se alla fin fine il controllo dei dati dovrebbe essere comunque nelle mani all’utente e quindi resta la possibilità di esportare comunque i dati di contatto su Facebook. Qualora si rifiutasse di procedere oltre, l’utente potrebbe anche “inviare una lamentela contro il protezionismo dei dati” gestita direttamente da Mountain View per scopi ancora ignoti.

Il controllo dei dati personali dovrebbe sempre essere nelle mani dell’utente e non del management di Facebook, accusa Google. Ma Facebook risponde picche e ribalta l’accusa del suo acerrimo rivale concorrente evidenziando il fatto che quando si parla di liste di contatti, si prendono in considerazione informazioni come le email e altri dati personali che non possono appartenere all’utente che detiene quella lista.

“Per Facebook il principio più importante è che ogni persona possiede e controlla le proprie informazioni – dice Mike Vernal di Facebook – Ogni persona possiede la sua lista di contatti, ma non le informazioni dei suoi contatti. Una persona non ha il diritto di esportare in massa le mailbox private dei suoi contatti più di quanto abbia il diritto di esportare in massa tutti gli album fotografici privati di tutti i suoi contatti”. Le risposte di Google non sono altro che reazioni protezionistiche alla concorrenza sempre più serrata di Facebook, sostiene Vernal, e poco o nulla hanno a che fare con il controllo dei dati personali gestiti dall’utente.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Fiber scrive:
    securityFix:una strage di vulnerabilità
    ma vi siete visti le vulnerabilita' critiche di sicurezza rattoppate con Osx 10.6.5 ?http://support.apple.com/kb/HT4435un bollettino da guerrachissà come mai non vengono sbandierate ben in vista ai 4 venti nella sezione sicurezza di PI come quelle sui sistemi Microsft sembra che per Apple tutto debba tacere.. non ditelo a nessuno...shshshsh..non deve sapersi il colabrodo
    • Orlandofuri oso scrive:
      Re: securityFix:una strage di vulnerabilità
      Taci demente... Cazzelan
    • Anonymous scrive:
      Re: securityFix:una strage di vulnerabilità

      sembra che per Apple tutto debba tacere.. non
      ditelo a nessuno...shshshsh..non deve sapersi il
      colabrodoSu MacOSX 10.7 (Lion), han risolto il problema dei malware introducendo l'AppStore pure lì. Se usi i software indicizzati da loro, è ovvio che non t'infetti, ma è solo uno specchietto per le allodole. Non è certo il sistema per mettere al sicuro un OS, ma solo per nascondere la polvere sotto il tappeto.
      • Rover scrive:
        Re: securityFix:una strage di vulnerabilità
        Che sui software presenti sull'app store non ti infetti, aspetterei a dirlo.Certo, è più probabile infettarsi con un sw craccato.
      • Funz scrive:
        Re: securityFix:una strage di vulnerabilità
        - Scritto da: Anonymous
        Su MacOSX 10.7 (Lion), han risolto il problema
        dei malware introducendo l'AppStore pure lì. Se
        usi i software indicizzati da loro, è ovvio che
        non t'infetti, ma è solo uno specchietto per le
        allodole. Non è certo il sistema per mettere al
        sicuro un OS, ma solo per nascondere la polvere
        sotto il
        tappeto.Il passo successivo sarà che non si potrà più installare programmi all'infuori dell'app store? Come sugli i-ageggi? Nonostante qui si sia assicurato sempre il contrario? Ci hanno preso tutti per i fondelli? Come faranno i macachi a giustificarsi stavolta?
    • srappo scrive:
      Re: securityFix:una strage di vulnerabilità
      - Scritto da: Fiber
      ma vi siete visti le vulnerabilita' critiche di
      sicurezza rattoppate con Osx 10.6.5
      ?

      http://support.apple.com/kb/HT4435

      un bollettino da guerra

      chissà come mai non vengono sbandierate ben in
      vista ai 4 venti nella sezione sicurezza di PI
      come quelle sui sistemi Microsft


      sembra che per Apple tutto debba tacere.. non
      ditelo a nessuno...shshshsh..non deve sapersi il
      colabrodotante chiacchiere, ma non esiste UN CASO CONCRETO di un mac che, in una situazione reale (lasciamo stare i contest) sia stato violato. quando usavo windows era un disastro coi virus, col mac liscio come l'olio. e così tutti gli utentti mac. chiedi in giro, e poi tappati la bocca niubbo
      • Jacopo Monegato scrive:
        Re: securityFix:una strage di vulnerabilità
        in realtà... ogni volta che formattavo l'xp erano molte bestemmie perché i 30 secondi per aprire IE6 per scaricare firefox beh... riempivano di XXXXX (naturalmente bastava visualizzare i file nascosti, toglierli e tutto si sistemava, ma non è il massimo)prima ho avuto il mio primo kernel panic... oddio in realtà non ho visto qualcosa come un bsod ma l'audio incantato e una finestra grigia che diceva in 6 lingue di tenere premuto il pulsante di accensione e per spegnere e riavviare.problemi non ne ho mai avuti, tranne quando uso programmi con wine e simili o programmi non specificatamente scritti per osx o che non ho compilato ioammetto che mi manca il poter spulciare senza problemi tra le opzioni e il registro (stavo imparando a leggerlo a forza di guardarci dentro) ma in fondo preferisco questo sistema, derivato da unix con una grafica accattivante e snella, ma soprattutto un sistema costruito intorno all'hardware... mi da l'idea di qualcosa di più sicuro (mi trovo a volte decisamente meglio che usando gnome o kde e ho certi software (AUDIO) che su linux fanno svenire... non sono mai riuscito a configurare asla e jack sul fisso, non mi va di tentare su un computer che ho preso MOLTO ANCHE per quello)
  • uno qualsiasi scrive:
    Non vendere la pelle del leopardo...
    ... prima di averlo catturato!
  • Ho letto e approvato la policy scrive:
    Pensate di essere il meglio?
    Se pensate di essere gli unici a potersi permettere il lusso di schifare qualcosa, vi sbagliate di brutto! Allora anche a noi fa schifo qualcosa di vostro! Eh? Come la mettiamo adesso? Eh? Adesso faccio il noiosetto con Quicktime. Mi impalla sempre il pc ed è scritto col (_I_). Da quando ho messo Quicktime Alternative fila tutto liscio come l'olio.Eh? Come la mettiamo? Non parliamo poi di iTunes[img]http://news.tecnozoom.it/img/steve-jobs-3g-iphone.jpg[/img] La migliore applicazione per windows! Sì, certo! Infatti dovevo risvegliare il pc a sberle perchè si ciucciava un sacco di risorse e l'ho dovuta togliere pure quella!Quindi? Chi è meglio di chi? Eh?
    • Pompeo scrive:
      Re: Pensate di essere il meglio?
      Il tuo computer deve essere proprio una ciofeca
    • lellykelly scrive:
      Re: Pensate di essere il meglio?
      ti consiglio questo:http://www.blinky.it/Scheda.asp?codice=OSB00493
      • Ho letto e approvato la policy scrive:
        Re: Pensate di essere il meglio?
        Certo certo. Peccato che con tutto il resto funziona a meraviglia. Ma non sia mai! Un'applicazione macaca scritta col (_I_) !? Solo gli altri sbagliano! Noi ci permettiamo di sputare sulla roba altrui, di fare gli aristocratici che non si vogliono sXXXXXre coi plug-ini rifiutati da lord Jobs, ma tu plebeo non permetterti di schifare la nostra roba superiore! E invece io lo dico e lo ridico: Quicktime e iTunes sono fatti male e ho dovuto toglierli. La vostra roba "superiore" si ciuccia un sacco di risorse! Veri e propri bloatware!
        • lellykelly scrive:
          Re: Pensate di essere il meglio?
          http://i.imgur.com/vVB86.jpg
        • OliverHardy scrive:
          Re: Pensate di essere il meglio?
          se è per questo Office è stato scritto col XXXXX per anni su Mac. XXXXX vuoi dire? prova quicktime o iTunes su Mac; di certo io non mi indigno per la stracagata di MSN su mac.
    • bertuccia scrive:
      Re: Pensate di essere il meglio?
      - Scritto da: Ho letto e approvato la policy

      Eh? Adesso faccio il noiosetto con Quicktime. Mi
      impalla sempre il pc ed è scritto col (_I_). Da
      quando ho messo Quicktime Alternative fila tutto
      liscio come l'olio.
      Eh? Come la mettiamo? Non parliamo poi di iTunesahi ragione,anch'io facevo così su win
    • Jacopo Monegato scrive:
      Re: Pensate di essere il meglio?
      si stessa cosa su pc per me... quicktime alternative e mai e poi mai itunes... pc del 2003, sai e poi non mi piacevano i player ma.... toh sul macbook è non istantaneo però molto rapido... sarà sarà sarà perché sono componenti di un sistema fatti su misura per quello? sarà che un eseguibile universale forse non funziona altrettanto bene di uno dedicato per adattarsi a dello specifico hardware?sono molto bene integrati con mac per grafica e risposta agli stimoli (anche se per i video continuo ad usare vlc)stessa cosa per openoffice... lento molto lento ad avviarsi (su windows) mentre microsoft office.. non fai a tempo ad accorgerti che ne è passato.. chissà perché???
    • OliverHardy scrive:
      Re: Pensate di essere il meglio?
      Ma che XXXXX di computer hai?
Chiudi i commenti