Facebook spinge i suoi crediti

Da luglio tutti gli sviluppatori dovranno accettare la moneta ufficiale

Roma – La valuta virtuale di Facebook, Facebook Credits , diventerà dal primo luglio 2011 la moneta ufficiale sul social network in blu.

Tutti gli sviluppatori terzi di social game , infatti, dovranno accettare pagamenti tramite i crediti Facebook, sui cui scambi il social network si accaparra il 30 per cento . Da qui a luglio Facebook collaborerà con gli sviluppatori affinché la novità sia tecnicamente disponibile.

Per il momento resta aperta la possibilità di impiegare altre monete virtuali accanto a essi (con conseguenti valutazioni diverse). Facebook, tuttavia, incentiverà il loro impiego, sponsorizzando per esempio i beni venduti con crediti Facebook sul suo Games dashboard.

Attualmente essi venivano impiegati per più del 70 per cento delle transazioni per beni virtuali sul social network. E circa 350 app di 150 sviluppatori li accettavano.

Da quando due anni fa Facebook ha introdotto i crediti, la sua moneta per i beni virtuali è dunque giunta ora a piena maturazione. Dopo l’accordo con EA e quello con Zynga , che aveva esteso le situazioni in cui erano utilizzabili, e l’esordio in punti vendita reali come Target, Walmart e Best Buy, Facebook ha compiuto il passo definitivo per imporre la sua moneta su tutte le transazioni compiute attraverso di esso: “Siamo emozionati – si legge sul Developers Blog – di fornire agli utenti la sicurezza che quando acquistano crediti Facebook o li ricevono in regalo, questi possono essere spesi per qualsiasi gioco sulla piattaforma”.

Le prossime tappe del percorso dei crediti Facebook, adesso, sono l’ esclusività sulla piattaforma del social network e l’apertura a pagamenti anche esterni : magari con accordi specifici con siti terzi.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti