Filmava The Dark Knight al cinema. Arrestato

Tentava la registrazione illegale in sala. Colto sul fatto è stato prelevato dalla polizia. Il film, nel mentre, è uscito lo stesso sul P2P. Sbancando al cinema

Roma – Lees Summit, Missouri, serata del 18 luglio. Al cinema Eastglen 16 Theatre , così come nel resto degli Stati Uniti, è il momento del debutto di The Dark Knight , film che segna il ritorno dell’eroe “oscuro” per eccellenza, quel Batman creato quasi settant’anni fa da Bob Kane e Bill Finger. Approfittando del buio della sala, un uomo se ne sta intento a filmare la pellicola , con scopi ancora ignoti ma facilmente immaginabili.

la locandina del film Purtroppo per l’ignoto “screener” quarantenne, un responsabile della sicurezza della struttura si è accorto del fatto e ha chiamato subito la polizia, che è prontamente intervenuta e lo ha portato via . L’uomo è stato poi rilasciato ma è attualmente sotto inchiesta. Le forze dell’ordine gli hanno perquisito casa e automobile trovando, a quanto pare, un numero non precisato di dischi DVD pirata.

Il fatto non stupisce, considerando anche i precedenti tentativi di bootleg di pellicole cinematografiche di grande richiamo , e la propaganda e la volontà da sempre espresse da MPAA, la rappresentanza degli studios statunitensi, nel perseguire questo genere di attività illecita.

Non è certa al momento l’affiliazione dell’uomo con una crew di “releaser” specializzati nella distribuzione di copie pirata in rete, mentre il cinema Eastglen 16 sarebbe solo all’ennesimo episodio di una lunga serie di tentativi di registrazione abusiva delle proprietà intellettuali di Hollywood.

Il ripping nei cinema delle grandi pellicole non è sicuramente una novità, così come non è una novità il fatto che, arresto o non arresto, The Dark Knight sia comunque approdato ai mari placidi e sempre ricchi del P2P pochi giorni dopo il suo debutto nelle sale.

Il film è disponibile sul P2P, ma questo non gli ha certo impedito di “fare il botto” totalizzando il record di miglior week-end di apertura al botteghino con 155,34 milioni di dollari, spodestando per oltre 4 milioni di dollari il record precedente di “Spider-Man 3”. E anche questa, ossia che il file sharing non uccide ma anzi promuove il buon cinema, non è certo una novità .

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti