Fineco: no al phishing

L'azione tentata dagli spammer per ingannare gli utenti Fineco non ha portato buoni frutti. Fineco spiega le proprie strategie anti-phishing


Roma – Ci hanno provato, inondando la rete del nostro paese con un messaggio dall’italiano claudicante, cercando di sfruttare l’eventuale imperizia degli utenti Internet clienti di Fineco per farsi consegnare dati preziosi sul loro sito truffa (www.finecobanca.net), ma non gli è andata bene.

Come ha spiegato ieri a Punto Informatico l’istituto di credito specializzato nell’offerta di servizi di ebanking, non solo l’email truffaldina era confezionata in modo maldestro, “un tentativo grossolano”, ma anche andava a toccare un terreno, quello del phishing, sul quale gli utenti italiani dei servizi bancari online hanno già maturato una certa esperienza. L’azienda non ha peraltro rilevato alcuna attività insolita, segno di un probabile buco nell’acqua degli autori della truffa.

Fineco ha spiegato di aver rilevato immediatamente la marea di email truffaldine in arrivo e di aver all’uopo allertato la Polizia Postale, che cercherà di definire l’origine dei messaggi: già in passato alcuni phisher sono stati individuati e denunciati dalle forze dell’ordine italiane.

La banca web, da parte sua, ha predisposto una pagina dedicata a questo genere di tentativi di frode, pagina in cui tra le altre cose si ribadisce un concetto che dovrebbe essere sempre tenuto a mente dagli utenti di questo genere di servizi:

“Ricordati che noi non chiediamo mai i codici personali via email e che non chiediamo mai i codici tutti insieme nella stessa pagina (username, password e PIN). Se trovi qualche anomalia nel modo in cui ti vengono chiesti i codici utente, chiudi il browser e riparti da www.fineco.it (digitando tu l’indirizzo)”.

Una interessante analisi di questo attacco di phishing è stata pubblicata dall’esperto Luca Sambucci sul suo blog dedicato alla sicurezza.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Difficolta? Linux centra poco...
    Qualsiasi cambiamento comporta il dover apprendere qualcosa di nuovo e la cosa lascia atterriti gli impiegati abituati a fare meccanicamente sempre le stesse cose allo stesso modo, senza aver mai capito veramente cosa stanno facendo.Pensate che il passaggio da windows 98 a windows Xp sia una cosa "indolore"?In certe aziende si sono verificate vere e proprie crisi isteriche: "rifiuto di utilizzare un programma che mi fa fare le cose piu' lentamente di quello di prima", "e' complicato e macchinoso", "non trovo piu' le icone" ,ecc...Quando si introducono novita' tutti si schierano dicendo che prima era meglio.Questa e' una normale reazione umana.Sto gia' sadicamente girando per gli ufficidei clienti dicendo che "windows vista" ormai e' diventato, per loro, una triste realta' @^ @^ @^
    • alex.tg scrive:
      Re: Difficolta? Linux centra poco...
      ehm... sissi` normale reazione umana di fronte all'ignoto ma... a parte il passaggio dal 98 a XP dove davvero molto e` cambiato (e` diventato decentemente stabile e non me l'aspettavo... ora non andiamo a guardare il solito ben noto fatto che sia un groviera di falle da far accapponare la pelle e chiedersi quante birre bevano alla Microsoft quando scrivono software)... a parte quel caso, era sempre vero che era peggio . ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Difficolta? Linux centra poco...
      - Scritto da: Anonimo
      Qualsiasi cambiamento comporta il dover
      apprendere qualcosa di nuovo e la cosa lascia
      atterriti gli impiegati abituati a fare
      meccanicamente sempre le stesse cose allo stesso
      modo, senza aver mai capito veramente cosa stanno
      facendo.Allora proviamo a fare un passaggio da Windows XP a MacOS X e vediamo se le reazioni sono le stesse di chi cerca di fare il passaggio da qualunque cosa a Linux
  • Anonimo scrive:
    disperazione
    ieri ho sacrificato 12 galli neri e 2 agnelli al dio pinguino ma egli non mi parla ancora. sembra sparito da tutti i computer della terra e io, suo fedele discepolo, cosa farò ora che il mio dio è morto??
  • Anonimo scrive:
    e ora che faccio
    ho la fortuna di non dover lavorare per vivere. la quantità di tempo libero mi ha spinto a dedicarmi all' informatica. ovviamente avendo tempo da perdere mi sono dedicato al pinguino dato che se dovessi lavorare non potrei permettermi di perdere delle giornate per configurare la stampante e il modem. se però ora il pinguiino si estingue che faccio. non vi va di usare windows dato che per fare tutto quello che voglio mi basta cliccare qua e la e in 10 minuti ho fatto tutto. ma perchè l' informatica si è evoluta?:'( perchè non siamo rimasti al tempo in cui per installare la minima cosa si diventava matti. a ben pensarci il mio però è egoismo dato che esiste gente che deve lavorare per vivere. però che bello essere un fannulinx!!
  • Anonimo scrive:
    Il problema non è MS o Linux...
    ... ma la mancanza di competenze diffusa in questo settore!! Persone competenti possono mettere in piedi infrastrutture valide basate su software OSS così come su piattaforma MS. Entrambe hanno pro e contro, ma se continueranno ad esserci incompetenti nei reparti IT di aziende ed enti pubblici, il risultato sarà sempre questo.Purtroppo in questo modo perdono tutti e non vince nessuno...Rendiamoci conto di una cosa: c'è almeno un 50% delle persone che lavorano nel mondo dell'informatica che dovranno sparire dalla circolazione prima che questo mercato diventi maturo.. . è un dato di fatto.Basta quindi continuare con questi discorsi pro questo o pro quello, meglio concentrarsi sulle competenze!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema non è MS o Linux...
      - Scritto da: Anonimo
      ... ma la mancanza di competenze diffusa in
      questo settore!! Persone competenti possono
      mettere in piedi infrastrutture valide basate su
      software OSS così come su piattaforma MS.
      Entrambe hanno pro e contro, ma se continueranno
      ad esserci incompetenti nei reparti IT di aziende
      ed enti pubblici, il risultato sarà sempre
      questo.
      Purtroppo in questo modo perdono tutti e non
      vince nessuno...
      Rendiamoci conto di una cosa: c'è almeno un 50%
      delle persone che lavorano nel mondo
      dell'informatica che dovranno sparire dalla
      circolazione prima che questo mercato diventi
      maturo.. . è un dato di fatto.
      Basta quindi continuare con questi discorsi pro
      questo o pro quello, meglio concentrarsi sulle
      competenze!!si ma qui non si sta parlando di persone che lavorano nel campo informatico.semplicemente una migrazione ha dei costi enormi in termini di 'addestramento' e chi fa una migrazione non solo dell'os ma anche dei sw (per lo più suite office) pensando solo al fatto che risparami qualche euro sulle licenze o è un incompetente o è un fanaticoper il resto sono d'accordo con te ma in questo caso c'entra molto di più l'incompetenza di chi la migrazione l'ha voluta.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il problema non è MS o Linux...
        - Scritto da: Anonimo

        si ma qui non si sta parlando di persone che
        lavorano nel campo informatico.
        semplicemente una migrazione ha dei costi enormi
        in termini di 'addestramento' Costi enormi?Soliti luoghi comunu di incapaci immobilizionisti destinati a soccombere.Quando si parla di migrare da sistemi Closed a sistemi Open Source non si può parlare di costi, ma solo di benefici x tutti.Chi non capisce questo è tonto oltre che stolto.
  • Anonimo scrive:
    Chissà come mai le FERROVIE ITALIANE...
    Hanno completato la migrazione da linux a microsoft e SW Closed Source sia lato Server che desk-top e tutti vivono felici e contenti.Abbattimente dei costi SW e dei corsi per il personale del 50xcento, niente + maratone a compilare il kernel, facilità d'uso dei sistemi, facilità degli aggiornamenti, ........etc....etc....Lo stesso succederà con il Comune di Monaco checchè i comunisti ne dicano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Chissà come mai le FERROVIE ITALIANE
      - Scritto da: Anonimo
      Hanno completato la migrazione da linux a
      microsoft e SW Closed Source sia lato Server che
      desk-top e tutti vivono felici e contenti.
      Abbattimente dei costi SW e dei corsi per il
      personale del 50xcento, niente + maratone a
      compilare il kernel, facilità d'uso dei sistemi,
      facilità degli aggiornamenti,
      ........etc....etc....
      Lo stesso succederà con il Comune di Monaco
      checchè i comunisti ne dicano.Bho, vedremo... Perche' scaldarsi tanto ???
      • Anonimo scrive:
        Re: Chissà come mai le FERROVIE ITALIANE
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Hanno completato la migrazione da linux a

        microsoft e SW Closed Source sia lato Server che

        desk-top e tutti vivono felici e contenti.

        Abbattimente dei costi SW e dei corsi per il

        personale del 50xcento, niente + maratone a

        compilare il kernel, facilità d'uso dei sistemi,

        facilità degli aggiornamenti,

        ........etc....etc....


        Lo stesso succederà con il Comune di Monaco

        checchè i comunisti ne dicano.

        Bho, vedremo... Perche' scaldarsi tanto ???E chi si scalda? Ho solo portato dei fatti alla vostra attenzione.O stai inconsciamente trollando?
        • Anonimo scrive:
          Re: Chissà come mai le FERROVIE ITALIANE
          - Scritto da: Anonimo
          E chi si scalda? Ho solo portato dei fatti alla
          vostra attenzione.
          O stai inconsciamente trollando?No sei tu che stai trollando.I fatti che hai portato a conoscenza sono falsi, perchè Trenitalia non ha mai usato Linux se non in alcune postazioni locali e per incarichi di secondaria importanza.La migrazione sta avvenendo da OS/2 a Windows e solo perchè IBM ha ormai chiuso ufficialmente il supporto a OS/2.Anzi so per certo da un mio parente che lavora per il Consorzio Narita un'azienda che cura servizi per Trenitalia nel nord-est, che alcuni dirigenti di Trenitalia hanno mostrato intressamento per Linux ed hanno chiesto info e fattibilità per l'utilizzo di questo sistema operativo ma che purtroppo il software di gestione sia delle biglietterie con operatore che quelle automatiche esiste solo per Windows.
          • Rex1997 scrive:
            Re: Chissà come mai le FERROVIE ITALIANE
            - Scritto da: Anonimocut
            Anzi so per certo da un mio parente che lavora
            per il Consorzio Narita un'azienda che cura
            servizi per Trenitalia nel nord-est, che alcuni
            dirigenti di Trenitalia hanno mostrato
            intressamento per Linux ed hanno chiesto info e
            fattibilità per l'utilizzo di questo sistema
            operativo ma che purtroppo il software di
            gestione sia delle biglietterie con operatore che
            quelle automatiche esiste solo per Windows.
            Io ci vedo una opportunità grandissima per chi ha tempo e mezzi per sviluppare tale software...c'è qualche programmatore linux che vuole tentare?
          • Anonimo scrive:
            Re: Chissà come mai le FERROVIE ITALIANE
            - Scritto da: Rex1997

            c'è qualche programmatore linux che vuole tentare?"qualche programmatore"... sei in vena di spiritosaggini, eh ! :D Ci vuole una struttura con i controcazzi per sviluppare, gestire e assistere quella roba... Olivetti lo poteva fare, IBM lo può fare, non certo "qualche programmatore" !
    • Anonimo scrive:
      Re: Chissà come mai le FERROVIE ITALIANE
      Da quanto le ferrovie italiane usano (hanno usato) GNU/Linux? Mi pare impossibile, puoi provarlo?Intanto le ferrovie tedesche migrano verso il pinguino:http://www.iteam5.net/blog/2004/12/le-ferrovie-tedesche-migrano-verso-il.aspnon sarà un caso che i loro treni sono sempre puntuali e i nostri no?"Cinque anni fa avevamo installato un server DNS su una macchina Linux per le Ferrovie Nord di Milano. Quella macchina dopo cinque anni ha subito una rottura hardware e si è fermata; l?azienda se ne era praticamente dimenticata. Non hanno mai dovuto riavviarla; inizialmente si sono limitati a controllare i log ogni mattina, poi neanche quelli. Questo sulla piattaforma Microsoft è più difficile; ogni tanto i server Microsoft vanno riavviati, per problemi di gestione della memoria".Saluti :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Chissà come mai le FERROVIE ITALIANE
        - Scritto da: Anonimo
        "Cinque anni fa avevamo installato un server DNS
        su una macchina Linux ...Credevo si usasse QNX per cose così critiche :s
        • Giambo scrive:
          Re: Chissà come mai le FERROVIE ITALIANE
          - Scritto da: Anonimo

          "Cinque anni fa avevamo installato un server DNS

          su una macchina Linux ...

          Credevo si usasse QNX per cose così critiche :s DNS non e' critico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Chissà come mai le FERROVIE ITALIANE
      - Scritto da: Anonimo
      Hanno completato la migrazione da linux a
      microsoft e SW Closed Source sia lato Server che
      desk-top e tutti vivono felici e contenti.
      Abbattimente dei costi SW e dei corsi per il
      personale del 50xcento, niente + maratone a
      compilare il kernel, facilità d'uso dei sistemi,
      facilità degli aggiornamenti,
      ........etc....etc....

      Lo stesso succederà con il Comune di Monaco
      checchè i comunisti ne dicano.ASSOLUTAMENTE FALSO!Trenitalia non ha mai utilizzato sistemi Linux ufficialmente se non in alcune stazioni locali e per iniziative di dirigenti locali.La migrazione è stata da OS/2 di IBM a Windows e solo per alcune biglietterie con operatore ed alcune di quelle automatiche.Anzi posso garantirti che in grandi città come Verona le biglietterie con operatore usano ancora OS/2 e funzionano bene.Un mio parente lavora al Consorzio Narita che è un'azienda che fornisce servizi a Trenitalia in tutto il nord-est. E mi ha spesso parlato delle soluzioni hardware e software usate da Trenitalia a cui lui fa manutenzione.
      • Anonimo scrive:
        Re: Chissà come mai le FERROVIE ITALIANE
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Hanno completato la migrazione da linux a

        microsoft e SW Closed Source sia lato Server che

        desk-top e tutti vivono felici e contenti.

        Abbattimente dei costi SW e dei corsi per il

        personale del 50xcento, niente + maratone a

        compilare il kernel, facilità d'uso dei sistemi,

        facilità degli aggiornamenti,

        ........etc....etc....



        Lo stesso succederà con il Comune di Monaco

        checchè i comunisti ne dicano.


        ASSOLUTAMENTE FALSO!

        Trenitalia non ha mai utilizzato sistemi Linux
        ufficialmente se non in alcune stazioni locali e
        per iniziative di dirigenti locali.

        La migrazione è stata da OS/2 di IBM a Windows e
        solo per alcune biglietterie con operatore ed
        alcune di quelle automatiche.

        Anzi posso garantirti che in grandi città come
        Verona le biglietterie con operatore usano ancora
        OS/2 e funzionano bene.

        Un mio parente lavora al Consorzio Narita che è
        un'azienda che fornisce servizi a Trenitalia in
        tutto il nord-est. E mi ha spesso parlato delle
        soluzioni hardware e software usate da Trenitalia
        a cui lui fa manutenzione.
        Si vabbè e mio cuggino è il Pres. Del Cons. :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Chissà come mai le FERROVIE ITALIANE
      xchè nelle ferrovie ITALIOTE ci sta solo er magna-magna.
  • Anonimo scrive:
    Sono un programmatore SW disoccupato
    Per sbarcare il lunario......., vendo hamburger a cottimo.Qualche buon anima tra voi può mettere una buona parola per me alla microsoft per fasrmi assumere?Grazie.
  • Anonimo scrive:
    Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
    chissà se ci sono gli estremi per sporgere denuncia anche se non credo che i giudici capiscono che linux è diventata una idealogia
    • Anonimo scrive:
      Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
      - Scritto da: Anonimo
      chissà se ci sono gli estremi per sporgere
      denuncia anche se non credo che i giudici
      capiscono che linux è diventata una idealogiachissà se ci sono gli estremi per sporgere denuncia contro MS per circonvenzione di incapace.
      • Anonimo scrive:
        Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
        premesso che dubito fortemente che tu sia DAVVERO il programmatore scartato da mechano.Giusta o sbagliata la predica di mechano, in tale circostanza SECONDO ME hai torto.Se io cerco un programmatore per linux e uno salta su dicendo "io preferisco windows" i casi sono 3:a) non sa COSA e' linux, quindi ha sicuramente una conoscenza generale molto bassa (si prego notare che ho detto "non sa COSA e' linux" , non ho detto "non sa usare unix", uno puo' essere bravissimo a usare prodotti microsoft e snobbare linux, ma almeno un programmatore che si chiami come tale deve sapere come funziona il kernel di windows, come funziona quello di linux, le differenze tra i vari file system ecc...altrimenti e' un mangiatore di ciocori' e non un programmatore, programmare in maniera *efficiente* non vuol dire saper fare 2 cicli for annidati a cazzo, ma saper anceh sfruttare l'architettura e sapere PERCHE' su quell'architettura una cosa funziona e su un'altra no)b) non ha CAPITO una fava della frase "cerco programmatori linux" e se ne e' sbattuto. Io un dipendente a cui le frasi etnrano da un'orecchio ed escono dall'altro lo prenderei a pedate nel cu1o, figurati ad assumerne uno cosi' -.-c) ha capito perfettamente quello che ho chiesto e mi ha preso per idiota, a sto punto col cavolo che ti assumoquesto il tutto IMHOAndrea
        • Anonimo scrive:
          Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
          - Scritto da: Anonimo
          Se io cerco un programmatore per linux e uno
          salta su dicendo "io preferisco windows" i casi
          sono 3:
          c) ha capito perfettamente quello che ho chiesto
          e mi ha preso per idiota, a sto punto col cavolo
          che ti assumo

          questo il tutto IMHO

          AndreaAccendo la C, voleva fare uno scherzo a quel permalosone di Mechano :D
          • Anonimo scrive:
            Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC

            Accendo la C, voleva fare uno scherzo a quel
            permalosone di Mechano :Dma lol :D
          • Anonimo scrive:
            Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
            - Scritto da: Anonimo


            Accendo la C, voleva fare uno scherzo a quel

            permalosone di Mechano :D

            ma lol :DAncor meglio sarebbe stato dire al colloquio:
            IO HO LAUREATO AL CEPU CON L'UCCELLINO DI DEL PIERO E HO PURE L'ECDL, SIGNOR MECCAN IO CI POSSO COSTRUIRE UN GESTIONALE DA PAURA!
            Lei è assunto.
          • Anonimo scrive:
            Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC

            Ancor meglio sarebbe stato dire al colloquio:


            IO HO LAUREATO AL CEPU CON L'UCCELLINO DI DEL
            PIERO E HO PURE L'ECDL, SIGNOR MECCAN IO CI POSSO
            COSTRUIRE UN GESTIONALE DA PAURA!


            Lei è assunto.Ovviamente il gestionale in VB, sennò che gestionale è?
          • Anonimo scrive:
            Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
            - Scritto da: Anonimo

            Ancor meglio sarebbe stato dire al colloquio:




            IO HO LAUREATO AL CEPU CON L'UCCELLINO DI DEL

            PIERO E HO PURE L'ECDL, SIGNOR MECCAN IO CI
            POSSO

            COSTRUIRE UN GESTIONALE DA PAURA!




            Lei è assunto.

            Ovviamente il gestionale in VB, sennò che
            gestionale è?Stai inconsciamente trollando a manetta?
  • Anonimo scrive:
    9 --
    SIETE DELGI STRONZI SERVI DI GUGLIELMO CANCELLI
  • Anonimo scrive:
    Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
    e che ti aspettavi da uno come mechano. Il mondo linux è molto razzista, non vede in windows una alternativa da valutare ma solo un ostacolo. Spesso neanche sanno il perchè (mechano non sa un cavolo). Comunque ti ha detto bene, meglio essere scartati che lavorare sotto di lui. Deve essere un tipo che lascia spazio zero alle proposte dei dipendenti e se anche una cosa la sai fare meglio devi fare come dice lui.Probabilmente pensa di perdere status se qualcuno riesce a dimostrare che aveva torto a 180° (magari ha fatto 2 scatole così alla azienda per passare a linux e teme che qualcuno possa mettere in dubbio questa scelta)
    • Anonimo scrive:
      Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
      - Scritto da: Anonimo
      e che ti aspettavi da uno come mechano.
      Il mondo linux è molto razzista, non vede in
      windows una alternativa da valutare ma solo un
      ostacolo.Che strano, a me era sempre sembrato che Linux fosse l'alternativa e Windows quello che veniva preinstallato.
  • Anonimo scrive:
    i Rumors su Google OS persistono
    http://www.webpronews.com/insiderreports/searchinsider/wpn-49-20050907GoogleOSRumorsPersist.htmlse google fa il suo sistema operativo dite addio alle vostredistribuzioni fasulle :D
    • Anonimo scrive:
      Re: i Rumors su Google OS persistono
      - Scritto da: Anonimo
      http://www.webpronews.com/insiderreports/searchins

      se google fa il suo sistema operativo dite addio
      alle vostre
      distribuzioni fasulle :Daggiungo che se google fa il suo linux molto probabilmente userà il kernel hurd fonte http://www.google.com/translate?u=http%3A%2F%2Fdigi.it.sohu.com%2F20050904%2Fn240337911.shtml&langpair=zh-CN%7Cen&hl=en&ie=UTF8
    • Anonimo scrive:
      Re: i Rumors su Google OS persistono
      lo sapevo, lo ripeto da mesi: un giorno una persona prenderà il codice linux, lo metterà insieme chiuso e ci farà un OS serio per far concorrenza a microsoft senza spendere.Che risate, la gente dovrà spendere soldi per qualcosa che ha regalato a google
      • Anonimo scrive:
        Re: i Rumors su Google OS persistono
        - Scritto da: Anonimo
        lo sapevo, lo ripeto da mesi: un giorno una
        persona prenderà il codice linux, lo metterà
        insieme chiuso e ci farà un OS serio per far
        concorrenza a microsoft senza spendere.
        Che risate, la gente dovrà spendere soldi per
        qualcosa che ha regalato a googleinvece secondo questo articolo google os esiste giahttp://www.sandstorming.com/index.php/2005/08/the-google-operating-system-and-why-its-virtually-here-already/
      • Anonimo scrive:
        Re: i Rumors su Google OS persistono
        - Scritto da: Anonimo
        lo sapevo, lo ripeto da mesi: un giorno una
        persona prenderà il codice linux, lo metterà
        insieme chiuso e ci farà un OS serio per far
        concorrenza a microsoft senza spendere.
        Che risate, la gente dovrà spendere soldi per
        qualcosa che ha regalato a googleL'unica cosa che può chiudere è la porta di casa. Licenze queste sconosciute...
      • Anonimo scrive:
        Re: i Rumors su Google OS persistono
        - Scritto da: Anonimo
        lo sapevo, lo ripeto da mesi: un giorno una
        persona prenderà il codice linux, lo metterà
        insieme chiuso e ci farà un OS serio per far
        concorrenza a microsoft senza spendere.Chiuso? Sì certo, ignorante. Leggiti le licenze di quello che tu chiami "codice linux" e poi torna a dire le stesse cose, se hai coraggio.
  • Anonimo scrive:
    chiusura...
    hanno chiuso il mio topic sul dio pinguino. anche punto informatico è preda del grande satana allora!!! tux formattagli i server...
  • Anonimo scrive:
    Monaco, la voglia di Comunismo non basta
    Siete vecchi come l'ideologia che vi sta alle spalle, w la libertà! (win)
    • Anonimo scrive:
      Re: Monaco, la voglia di Comunismo non b
      - Scritto da: Anonimo
      Siete vecchi come l'ideologia che vi sta alle
      spalle, w la libertà! (win)yeahhh :DWindows tessssssoooooro
      • Anonimo scrive:
        Re: Monaco, la voglia di Comunismo non b
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Siete vecchi come l'ideologia che vi sta alle

        spalle, w la libertà! (win)

        yeahhh :D
        Windows tessssssoooooroGrande yeahhhh :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Monaco, la voglia di Comunismo non b
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo



            Siete vecchi come l'ideologia che vi sta
            alle



            spalle, w la libertà! (win)





            yeahhh :D


            Windows tessssssoooooro



            Grande yeahhhh :D

            ma andate .....Mi consenta, è impossibile avere una discussione seria se Lei insulta.Cordialità
  • Anonimo scrive:
    Re: usate "wwf"
    un processore a 64 bit per utilizzare la linea di comando? ma vai a nasconderti per favore.
    • Anonimo scrive:
      Re: usate "wwf"
      - Scritto da: Anonimo
      un processore a 64 bit per utilizzare la linea di
      comando? ma vai a nasconderti per favore.un processore a 64 bit per veder crashare il SO con la schermatina blu ? hihhihihihiihiihiih...
    • jojob scrive:
      Re: usate "wwf"
      - Scritto da: Anonimo
      un processore a 64 bit per utilizzare la linea di
      comando? ma vai a nasconderti per favore.Sul mio amd64 uso da parecchi mesi interfaccia grafica e linea di comando a seconda delle necessita', chiaramente con S.O. a 64 bit, il tutto senza spendere un centesimo.Tu invece potresti usare in modo produttivo solo l'interfaccia grafica e il S.O a 64bit esclusivamente mettendo mano al portafogli. Per quale motivo quindi dovrebbe nascondersi?
      • Anonimo scrive:
        Re: usate "wwf"
        - Scritto da: jojob

        - Scritto da: Anonimo

        un processore a 64 bit per utilizzare la linea
        di

        comando? ma vai a nasconderti per favore.

        Sul mio amd64 uso da parecchi mesi interfaccia
        grafica e linea di comando a seconda delle
        necessita', chiaramente con S.O. a 64 bit, il
        tutto senza spendere un centesimo.
        Tu invece potresti usare in modo produttivo solo
        l'interfaccia grafica e il S.O a 64bit
        esclusivamente mettendo mano al portafogli. Ma se Windows XP a 64 bit lo davano gratis
        Per quale motivo quindi dovrebbe nascondersi?
        • Anonimo scrive:
          Re: usate "wwf"
          - Scritto da: Anonimo
          Ma se Windows XP a 64 bit lo davano gratis"Davano". Passato. Ora paghi. Come la droga. La prima dose e' gratis !
          • Anonimo scrive:
            Re: usate "wwf"
            sara' riga di comando ma il dual opteron con gentoo, server , ha gradito parecchio il supporto x86_64e l'A64 3000+ di casa idemapplicazioni aperteXMMSaMuleGaimFireFoxKlipperSuperKaramba con GlassHUDKDE 3.4 (4 desktop)TrasparenzeSSHDBEN 151MB di ram occupatiquindi se proprio volete denigrare linux tirate fuori la diffusione, ma NON l'inutilizzo che sono 2 cose BEN diverse ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: usate "wwf"
          ma andate ai giardinetti per favore.... siete dei dinosauri. il futuro è vista. l' unico sistema operativo degno di questo nome è windows e i suoi successori. con la fuffa open sorcio aveto distrutto il mercato del software. io ero un programmatore strapagato e ora mi hanno lasciato a casa e per mantenermi devo scaricare le cassette di frutta al mercato. SIETE LA ROVINA DELL' INFORMATICA
  • Anonimo scrive:
    buffoni...
    ...http://today.reuters.it/news/newsArticle.aspx?type=internetNews&storyID=2005-09-07T092809Z_01_CON733897_RTRIDST_0_OITIN-MICROSOFT-FULL-PUNTO.XMLM$ ha citato la commissione, capite ?
  • Anonimo scrive:
    il crepuscolo della fede
    ho creduto nel dio pinguino fin da subito. ho sacrificato il mio tempo libero, la mia famiglia e i miei capelli sull' altare della configurazione del modem. la mia fede è sempre stata incrollabile e sapevo che linux avrebbe invaso tutte le case e tutti gli apparecchi elettronici e che io sarei diventato il suo sommo sacerdote. ma ora... ora che vedo che gli infedeli scacciano il dio punguino dal tempio non mi rimane altro che togliermi la vita. :'(:'(
    • Anonimo scrive:
      Re: il crepuscolo della fede
      - Scritto da: Anonimo
      infedeli scacciano il dio punguino dal tempio non
      mi rimane altro che togliermi la vita. :'(:'(bravo ammazzatiun pinguino di meno :D
      • Anonimo scrive:
        Re: il crepuscolo della fede
        tu sei un winaro e non capisci cos' è la vera fede. meriti di bruciare all' inferno dove sconterai per l' eternità la fine del dio pinguino. tux ti prego parlami, indicami la via per mondare il mondo dai cliccatori. fa che la linea di comando torni a dominare il mondo. ti prego ... parlami.. ti prego...
        • Anonimo scrive:
          Re: il crepuscolo della fede
          - Scritto da: Anonimo
          tu sei un winaro e non capisci cos' è la vera
          fede. meriti di bruciare all' inferno dove
          sconterai per l' eternità la fine del dio
          pinguino. tux ti prego parlami, indicami la via
          per mondare il mondo dai cliccatori. fa che la
          linea di comando torni a dominare il mondo. ti
          prego ... parlami.. ti prego...uuuuuuuuuuu.... uuuuuuuuuuuu... sono il pinguinoneeeeeeeeee.... tuuuuuuu discepolo mi hai traditooooooooooo sei condannato a usare win per il resto dei tuoi poveri giorni mortaliiiiiiiiuuuuuuuuuuuuuuuu... uuuuuuuuuuuuuuuuuu....
          • Anonimo scrive:
            Re: il crepuscolo della fede

            uuuuuuuuuuu.... uuuuuuuuuuuu... sono il
            pinguinoneeeeeeeeee.... tuuuuuuu discepolo mi hai
            traditooooooooooo sei condannato a usare win per
            il resto dei tuoi poveri giorni mortaliiiiiiii

            uuuuuuuuuuuuuuuu... uuuuuuuuuuuuuuuuuu....no non ti ho mai tardito tux, mai la mia mente ha partorito l' insana idea di non usare la linea comando a favore di una comoda interfaccia grafica. io ho sempre martoriato il mio corpo e la mia psiche per compiacerti. ti prego arma la mia mano contro gli infedeli...
          • Anonimo scrive:
            Re: il crepuscolo della fede
            - Scritto da: Anonimo


            uuuuuuuuuuu.... uuuuuuuuuuuu... sono il

            pinguinoneeeeeeeeee.... tuuuuuuu discepolo mi
            hai

            traditooooooooooo sei condannato a usare win per

            il resto dei tuoi poveri giorni mortaliiiiiiii



            uuuuuuuuuuuuuuuu... uuuuuuuuuuuuuuuuuu....

            no non ti ho mai tardito tux, mai la mia mente
            ha partorito l' insana idea di non usare la linea
            comando a favore di una comoda interfaccia
            grafica. io ho sempre martoriato il mio corpo e
            la mia psiche per compiacerti. ti prego arma la
            mia mano contro gli infedeli...questa notte riceverai 3 spiriti...1 - il fantasma di winME... che ti farà impazzire con tutti i suoi crash della malora2 - il fantasma di Bill gates che ti offirà win con uno sconto del 99%... 3 - il più potente di tutti, il fantasma di Ballmer... che ti tirerà sedie e mobili addossodomani, all'alba, se sarai ancora vivo, avrai la mia benedizione...
        • Anonimo scrive:
          Re: il crepuscolo della fede
          - Scritto da: Anonimo
          tu sei un winaro e non capisci cos' è la vera
          fede. meriti di bruciare all' inferno dove
          sconterai per l' eternità la fine del dio
          pinguino. tux ti prego parlami, indicami la via
          per mondare il mondo dai cliccatori. fa che la
          linea di comando torni a dominare il mondo. ti
          prego ... parlami.. ti prego...Essa ti parlera', stai tranquillo, ma quando lo fara' tu dovrai essere pronto, poiche' la vera fede si esprime in versetti acronimi : vs -ax, ls -strla, grep caz *.
    • Anonimo scrive:
      Re: il crepuscolo della fede
      - Scritto da: Anonimo
      ho creduto nel dio pinguino fin da subito. ho
      sacrificato il mio tempo libero, la mia famiglia
      e i miei capelli sull' altare della
      configurazione del modem. la mia fede è sempre
      stata incrollabile e sapevo che linux avrebbe
      invaso tutte le case e tutti gli apparecchi
      elettronici e che io sarei diventato il suo sommo
      sacerdote. ma ora... ora che vedo che gli
      infedeli scacciano il dio punguino dal tempio non
      mi rimane altro che togliermi la vita. :'(:'(consiglio di ingoiare il velenosissimo cd di winXP :D
    • lele2 scrive:
      Re: il crepuscolo della fede
      - Scritto da: Anonimo
      ho creduto nel dio pinguino fin da subito. ho
      sacrificato il mio tempo libero, la mia famiglia
      e i miei capelli sull' altare della
      configurazione del modem. la mia fede è sempre
      stata incrollabile e sapevo che linux avrebbe
      invaso tutte le case e tutti gli apparecchi
      elettronici e che io sarei diventato il suo sommo
      sacerdote. ma ora... ora che vedo che gli
      infedeli scacciano il dio punguino dal tempio non
      mi rimane altro che togliermi la vita. :'(:'(e insieme a bill finirai all'inferno dove troverai Tux superdotato che ti sadomizzera tutti i gioni e tutte le notti
      • Anonimo scrive:
        Re: il crepuscolo della fede
        VOI brucerete all' inferno. tux avrà pietà di me e io non perirò nella fiamma. egli mi condurrà nel suo paradiso dove contemplerò i log di apache etc etc per l' eternità. potrò editarli con uno qualsiasi dei 200 miliardi di editor di testo che il potente tux ha donato a noi uomini affinchè non cadessimo nella tentazione della gui. ma non preoccupatevi io pregherò per voi affinchè laggiù nelle fiamme dell' inferno vi arrivi un po' della luce di tux.
  • Anonimo scrive:
    non ci voleva!!!!!
    avevo sperato che linux ce la facesse ma purtroppo l' utonto ha vinto. certo è facile dire così ma linux doveva fare di più per essere + friendly. in conclusione linux paga la sua miopia nel non aver voluto cambiare il suo filesystem etc etc e renderlo uguale a windows.
  • Anonimo scrive:
    Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
    - Scritto da: Anonimo
    scusa ma che senso ha? se a un'azienda serve di
    sviluppare su piattaforma LAMP vuol dire che gli
    serve quello; e' come se tu andassi da un
    falegname chiedendogli di farti un mobile in
    mogano e lui ti dicesse "no io preferisco fartelo
    in noce", tu che gli risponderesti?E' differente:io avevo i requisiti richiesti per quel lavoro, ho solamente aggiunto una mia preferenza personale.E' come se io cercassi uno esperto di Html e tu al colloquio, oltre ad avere i requisiti necessari, avanzassi la preferenza nell'usare Flash. Potrei dirti "No, mi spiace, qui solo Html" piuttosto che insultarti e denigrarti per la tua preferenza. :s
    • Anonimo scrive:
      Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
      - Scritto da: Anonimo


      - Scritto da: Anonimo


      scusa ma che senso ha? se a un'azienda serve di

      sviluppare su piattaforma LAMP vuol dire che gli

      serve quello; e' come se tu andassi da un

      falegname chiedendogli di farti un mobile in

      mogano e lui ti dicesse "no io preferisco
      fartelo

      in noce", tu che gli risponderesti?

      E' differente:
      io avevo i requisiti richiesti per quel lavoro,
      ho solamente aggiunto una mia preferenza
      personale.no e' la stessa cosa, anche il falegname ha i requisiti per farlo in mogano solo che preferisce farlo in noce; peccato che a pagare sei tu e decidi tu in che cavolo di legno vuoi che sia fatto il mobile
      • Anonimo scrive:
        Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo





        - Scritto da: Anonimo




        scusa ma che senso ha? se a un'azienda serve
        di


        sviluppare su piattaforma LAMP vuol dire che
        gli


        serve quello; e' come se tu andassi da un


        falegname chiedendogli di farti un mobile in


        mogano e lui ti dicesse "no io preferisco

        fartelo


        in noce", tu che gli risponderesti?



        E' differente:

        io avevo i requisiti richiesti per quel lavoro,

        ho solamente aggiunto una mia preferenza

        personale.

        no e' la stessa cosa, anche il falegname ha i
        requisiti per farlo in mogano solo che preferisce
        farlo in noce; peccato che a pagare sei tu e
        decidi tu in che cavolo di legno vuoi che sia
        fatto il mobileMa infatti il falegname lo farà in mogano, il fatto che mi abbia richiesto di poterlo fare in noce di certo non mi autorizza a denigrarlo o a scartarlo favorendone un altro.
        • Anonimo scrive:
          Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: Anonimo

          no e' la stessa cosa, anche il falegname ha i

          requisiti per farlo in mogano solo che

          preferisce farlo in noce; peccato che a pagare

          sei tu e decidi tu in che cavolo di legno vuoi che

          sia fatto il mobile
          Ma infatti il falegname lo farà in mogano, il
          fatto che mi abbia richiesto di poterlo fare in
          noce di certo non mi autorizza a denigrarlo o a
          scartarlo favorendone un altro.A me fa pensare che non sia tanto bravo a lavorare il mogano e per quetso tenta di vendermelo in noce; di conseguenza vado da un altro...
          • Anonimo scrive:
            Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo



            no e' la stessa cosa, anche il falegname ha i


            requisiti per farlo in mogano solo che


            preferisce farlo in noce; peccato che a
            pagare


            sei tu e decidi tu in che cavolo di legno
            vuoi che


            sia fatto il mobile


            Ma infatti il falegname lo farà in mogano, il

            fatto che mi abbia richiesto di poterlo fare in

            noce di certo non mi autorizza a denigrarlo o a

            scartarlo favorendone un altro.

            A me fa pensare che non sia tanto bravo a
            lavorare il mogano e per quetso tenta di
            vendermelo in noce; di conseguenza vado da un
            altro...Ah bello! Guarda ch' io so' er mejo de lì cacciavitari smanettoni de tutto er Lazie, tengo pure l'Ecdl, è Meccano che nun seppe guarda' n'avanti.
  • Giambo scrive:
    Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
    - Scritto da: AnonimoPensa che a me hanno rifiutato la richiesta di mezzo MIO di Euro all'anno, 10 settimane di ferie pagate e la possibilita' di programmare in E su Amiga !Mica avevo chiesto di programmare in Arexx !!
    • Anonimo scrive:
      Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
      - Scritto da: Giambo

      - Scritto da: Anonimo

      Pensa che a me hanno rifiutato la richiesta di
      mezzo MIO di Euro all'anno, 10 settimane di ferie
      pagate e la possibilita' di programmare in E su
      Amiga !
      Mica avevo chiesto di programmare in Arexx !!Stia incosciamente trollando.Le mia espressa preferenza era legittima.
      • Anonimo scrive:
        Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
        - Scritto da: Anonimo
        Le mia espressa preferenza era legittima.non era leggittima in quanto non aveva nulla a che vedere con quanto ti chiedeva il cliente; strano ma vero! nel mondo del lavoro e' il cliente che decide cosa devi fare e non tu; assurdo eh? in fondo lui ci mette solo i soldi, non puo' mica pretendere di decidere lui
        • Anonimo scrive:
          Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Le mia espressa preferenza era legittima.

          non era leggittima in quanto non aveva nulla a
          che vedere con quanto ti chiedeva il cliente;
          strano ma vero! nel mondo del lavoro e' il
          cliente che decide cosa devi fare e non tu;
          assurdo eh? in fondo lui ci mette solo i soldi,
          non puo' mica pretendere di decidere luiEra una preferenza che poteva essere tranquillamente scartata senza troppi problemi, io sapevo fare il mio lavoro anche coi requisiti richiesti da Mechano.Rileggi meglio il mio primo post, avevo i requisiti per far quel lavoro e per farlo pure bene, sono stato rifiutato per una questione di principio dopo aver avanzato una preferenza personale.
      • Giambo scrive:
        Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
        - Scritto da: Anonimo
        Stia incosciamente trollando.

        Le mia espressa preferenza era legittima.La mia no ? In entrambi i casi non era quello che cercava il datore di lavoro.
        • Anonimo scrive:
          Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
          - Scritto da: Giambo

          - Scritto da: Anonimo


          Stia incosciamente trollando.



          Le mia espressa preferenza era legittima.

          La mia no ? In entrambi i casi non era quello che
          cercava il datore di lavoro.Il datore di lavoro cercava uno con requisiti che io avevo, sono stato scartato per aver espresso una preferenza personale.NON MI MANCAVANO I REQUISITI PER QUEL LAVORO, SONO STATO SCARTATO PER MOTIVI IDEOLOGICI.
          • Anonimo scrive:
            Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
            - Scritto da: Anonimo
            NON MI MANCAVANO I REQUISITI PER QUEL LAVORO,
            SONO STATO SCARTATO PER MOTIVI IDEOLOGICI.ed e' giusto, voi winzozzoni dovete soffrire
          • Anonimo scrive:
            Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            NON MI MANCAVANO I REQUISITI PER QUEL LAVORO,

            SONO STATO SCARTATO PER MOTIVI IDEOLOGICI.

            ed e' giusto, voi winzozzoni dovete soffrireNoi con 2 click andiamo ovunque vogliamo, mi sa che siete voi comunisti a soffrire visto che per qualunque cosa dovete ricompilarvi il kernel del Topux
          • Anonimo scrive:
            Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
            che c'entrano i comunisti? a ragazzino ma torna a dormire col tuo sistema operativo giocattolo
          • Anonimo scrive:
            Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
            - Scritto da: Anonimo
            che c'entrano i comunisti? a ragazzino ma torna a
            dormire col tuo sistema operativo giocattoloPerchè, tu sei di centro o di destra o di centrosx?Scommettiamo che sei un comunista?
          • Anonimo scrive:
            Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo

            che c'entrano i comunisti? a ragazzino ma torna
            a

            dormire col tuo sistema operativo giocattolo

            Perchè, tu sei di centro o di destra o di
            centrosx?
            Scommettiamo che sei un comunista?son di destra (non quella finta al governo, son piu' a destra di quei pagliacci)
          • Anonimo scrive:
            Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo


            che c'entrano i comunisti? a ragazzino ma
            torna

            a


            dormire col tuo sistema operativo giocattolo



            Perchè, tu sei di centro o di destra o di

            centrosx?

            Scommettiamo che sei un comunista?

            son di destra (non quella finta al governo, son
            piu' a destra di quei pagliacci)Dispiace non poter credere alle tue parole, mai visto un linuxiano non comunista
          • Anonimo scrive:
            Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
            pensa che io uso windows e sono comunista...
          • Anonimo scrive:
            Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
            io ne conosco diversi, btw fa un po come ti pare, ti stupira' ma dormo bene lo stesso anche se pensi che son di sinistra
          • Anonimo scrive:
            Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
            Si vede non conosci bene il mondo open in italia parte della comunità Debian è di dx.Su alcuni siti fino a un annetto fa trovavi satira di dx di quella manco troppo spicciola. Il sito di Fi alle ultime elezioni girava su linux,l'Unità usa una piattaforma windows.... La politica con l'informatica ci incastra veramente poco.
          • Giambo scrive:
            Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
            - Scritto da: Anonimo
            Dispiace non poter credere alle tue parole, mai
            visto un linuxiano non comunistaGiambo alza la mano :)
          • jojob scrive:
            Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
            - Scritto da: Giambo

            - Scritto da: Anonimo


            Dispiace non poter credere alle tue parole, mai

            visto un linuxiano non comunista

            Giambo alza la mano :)Io ne alzo 2, mi arrendo ai luoghi comuni.
          • francescor82 scrive:
            Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC



            Dispiace non poter credere alle tue parole,
            mai


            visto un linuxiano non comunista



            Giambo alza la mano :)

            Io ne alzo 2, mi arrendo ai luoghi comuni.Ecco il terzo.
          • Anonimo scrive:
            Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Giambo



            - Scritto da: Anonimo




            Stia incosciamente trollando.





            Le mia espressa preferenza era legittima.



            La mia no ? In entrambi i casi non era quello
            che

            cercava il datore di lavoro.

            Il datore di lavoro cercava uno con requisiti che
            io avevo, sono stato scartato per aver espresso
            una preferenza personale.

            NON MI MANCAVANO I REQUISITI PER QUEL LAVORO,
            SONO STATO SCARTATO PER MOTIVI IDEOLOGICI.In realtà hai espresso una preferenza tecnica ed il datore di lavoro cercava espressamente altro.Se il selezionatore ha sbagliato a farti il sermoncino che era assolutamente fuori luogo è altrettanto sbagliato mandare in giro curricula fotocopia che non tengano conto delle necessità delle aziende. Indicano scarsa flessibilità nell'affrontare ambiti nuovi.
          • Giambo scrive:
            Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
            - Scritto da: Anonimo
            NON MI MANCAVANO I REQUISITI PER QUEL LAVORO,
            SONO STATO SCARTATO PER MOTIVI IDEOLOGICI.A me pare di aver capito che hai detto una cosa del tipo "Preferisco lavorare con gli strumenti X e Y".Se mi si presentasse una persona con i medesimi requisiti ma che preferisce lavorare con gli strumenti W e Z, che io ritengo migliori per quel tipo di lavoro, allora la scelta e' ovvia.
          • Anonimo scrive:
            Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
            - Scritto da: Giambo

            - Scritto da: Anonimo


            NON MI MANCAVANO I REQUISITI PER QUEL LAVORO,

            SONO STATO SCARTATO PER MOTIVI IDEOLOGICI.

            A me pare di aver capito che hai detto una cosa
            del tipo "Preferisco lavorare con gli strumenti X
            e Y".
            Se mi si presentasse una persona con i medesimi
            requisiti ma che preferisce lavorare con gli
            strumenti W e Z, che io ritengo migliori per quel
            tipo di lavoro, allora la scelta e' ovvia.Mechano pero' non parla di colloquio di lavoro, dice di aver letto il curriculum e di aver risposto via mail.
          • Anonimo scrive:
            Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Giambo



            - Scritto da: Anonimo




            NON MI MANCAVANO I REQUISITI PER QUEL LAVORO,


            SONO STATO SCARTATO PER MOTIVI IDEOLOGICI.



            A me pare di aver capito che hai detto una cosa

            del tipo "Preferisco lavorare con gli strumenti
            X

            e Y".

            Se mi si presentasse una persona con i medesimi

            requisiti ma che preferisce lavorare con gli

            strumenti W e Z, che io ritengo migliori per
            quel

            tipo di lavoro, allora la scelta e' ovvia.

            Mechano pero' non parla di colloquio di lavoro,
            dice di aver letto il curriculum e di aver
            risposto via mail.Mechano ci ha fatto una supercazzola delle sue :@
  • Anonimo scrive:
    YOUR POTENTIAL, OUR PASSION
    Gnu/Linux (linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: SO'IL PROGRAMMATORE RIFIUTATO DA MEC
    - Scritto da: Anonimo
    Ma un bel chissenefrega proprio non ce lo
    vogliamo mettere ???Dopo essere stato tirato in ballo nell'altro thread mi sembrava sacrosanto poter far sentire la mia voce sulla materia in questione.Ciao scorbutico
  • Anonimo scrive:
    Linux non è adatto
    1) Non esiste un programma di grafica professionale2) Non esistono programmi commerciali su larga scala quindi niente opportunita per il 90% delle software house che basano il profitto su programmi chiusi.3) Firefox ed OpenOffice funzionano benissimo su windows anzi dirò di più firefox su XP è maggiormente integrato ed è mediamente il 30% piu veloce.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux non è adatto
      - Scritto da: Anonimo
      1) Non esiste un programma di grafica
      professionaleAlla pixar non l'hanno comunicato.Poi bisogna capire cosa intendi per professionale.Molti professionisti che conosco usano blender e gimp....

      2) Non esistono programmi commerciali su larga
      scalaMa l'hai detto all'IBM ed alla Novell ?! Resteranno sorpresi
      quindi niente opportunita per il 90% delle
      software house che basano il profitto su
      programmi chiusi.Certo certo.... http://www.tech-edv.co.at/lunix/CADlinks.htmlpoi potremmo aggiungere wolfram,MathWorks,Nero AG and so on
      3) Firefox ed OpenOffice funzionano benissimo su
      windows anzi dirò di più firefox su XP è
      maggiormente integrato ed è mediamente il 30% piu
      veloce.I sogni son desideri entrambi girano più velocemente su linux....
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux non è adatto
        - Scritto da: Anonimo
        Alla pixar non l'hanno comunicato.Poi bisogna
        capire cosa intendi per professionale.Molti
        professionisti che conosco usano blender e
        gimp....Photoshop ?FinalCut ? lascia perder va
        Certo certo....
        http://www.tech-edv.co.at/lunix/CADlinks.html
        poi potremmo aggiungere wolfram,MathWorks,Nero AG
        and so on and so on de che Linux non attrae le piccole societa closed ci sta poco da fare come non attrae il 99% degli utenti che col computer ci navigano su internet e leggono la posta.
        I sogni son desideri entrambi girano più
        velocemente su linux....si certo dove l'hai letta sta stronzata su topolino ?:D
        • jojob scrive:
          Re: Linux non è adatto
          - Scritto da: Anonimo
          Linux non attrae le piccole societa closed ci sta
          poco da fare come non attrae il 99% degli utenti
          che col computer ci navigano su internet e
          leggono la posta.Sei talmente cieco (o ignorante ?) che hai scelto i 2 maggiori punti di forza del desktop linux: navigazione internet e gestione posta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux non è adatto
            - Scritto da: jojob
            Sei talmente cieco (o ignorante ?) che hai scelto
            i 2 maggiori punti di forza del desktop linux:
            navigazione internet e gestione posta.Firefox e thunderbird non hanno nulla a sche spartirecon la ciofecasource a cominciare dalla licenza MPLprima di dare meriti a linux informati ma sopratuttocerca di capire la differenza tra software di qualitae merdaio culturale sotto la cappella della GPL
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux non è adatto
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: jojob

            Sei talmente cieco (o ignorante ?) che hai
            scelto

            i 2 maggiori punti di forza del desktop linux:

            navigazione internet e gestione posta.

            Firefox e thunderbird non hanno nulla a sche
            spartire
            con la ciofecasource a cominciare dalla licenza
            MPL
            prima di dare meriti a linux informati ma
            sopratutto
            cerca di capire la differenza tra software di
            qualita
            e merdaio culturale sotto la cappella della GPLsi quel merdaio culturale che teneva su i server dns di akamai per i siti M$ hahahahahhahahha
          • Anonimo scrive:
            9 --
          • Anonimo scrive:
            9 --
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux non è adatto
            - Scritto da: Anonimo
            si, ma il tutto girava su Linux... sbaglio o il
            kernel è sotto GPL eh ? eh ? è sotto GPL eh? eh?ok ci puo anche stare il kernel linux in particolare il 2.4è decisamente un ottimo prodottosolo il kernel ha riscosso successo gli altri progetti sotto GPL sono mediocri a cominciare dal gcc (il compilatore intel performa il triplo )
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux non è adatto
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            si, ma il tutto girava su Linux... sbaglio o il

            kernel è sotto GPL eh ? eh ? è sotto GPL eh? eh?

            ok ci puo anche stare il kernel linux in
            particolare il 2.4
            è decisamente un ottimo prodotto
            solo il kernel ha riscosso successo gli altri
            progetti sotto GPL sono mediocri a cominciare dal
            gcc (il compilatore intel performa il triplo )??? buono l'havana club ? no dico... ma come fai a confrontare il compilatore intel che è progettato da chi sviluppa il procesore ESPRESSAMENTE per la sua piattaforma, con il gcc che gira su un sacco di piattaforme ?http://gcc.gnu.org/install/specific.htmlgcc è un ottimo compilatore, che comparato a tutte le piattaforme che supporta è addirittura sorprendentemente performante...
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux non è adatto
            - Scritto da: Anonimo
            gcc è un ottimo compilatore, che comparato a
            tutte le piattaforme che supporta è addirittura
            sorprendentemente performante...Ma cosa dici rileggiti le lamentele di Paul Reviz riguardole performance su processori IA32 oppure i clamorosi problemi di prefetch/branch detection
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux non è adatto
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            gcc è un ottimo compilatore, che comparato a

            tutte le piattaforme che supporta è addirittura

            sorprendentemente performante...

            Ma cosa dici rileggiti le lamentele di Paul Reviz
            riguardo
            le performance su processori IA32 oppure i
            clamorosi problemi di prefetch/branch detectionallora prova a compilare con vsc++ sotto sparc... vedrai che prestazioni...
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux non è adatto
            - Scritto da: Anonimo
            progetti sotto GPL sono mediocri a cominciare dal
            gccallora i team di freebsd, openbsd e netbsd son composti da coglioni in quanto tutti e 3 gli OS usano gcc come compilatore
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux non è adatto
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            progetti sotto GPL sono mediocri a cominciare
            dal

            gcc

            allora i team di freebsd, openbsd e netbsd son
            composti da coglioni in quanto tutti e 3 gli OS
            usano gcc come compilatoreAvevi dubbi?
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux non è adatto
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            progetti sotto GPL sono mediocri a cominciare

            dal


            gcc



            allora i team di freebsd, openbsd e netbsd son

            composti da coglioni in quanto tutti e 3 gli OS

            usano gcc come compilatore

            Avevi dubbi?corica è tardi e il numero di cose sbagliate che scrivi è più altro della media.ah;quando ti scarichi l'ultima pach per i.e. ricordati di riavviare :D :D: D:
          • jojob scrive:
            Re: Linux non è adatto
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: jojob

            Sei talmente cieco (o ignorante ?) che hai
            scelto

            i 2 maggiori punti di forza del desktop linux:

            navigazione internet e gestione posta.

            Firefox e thunderbird non hanno nulla a sche
            spartire
            con la ciofecasource a cominciare dalla licenza
            MPL
            prima di dare meriti a linux informati ma
            sopratutto
            cerca di capire la differenza tra software di
            qualita
            e merdaio culturale sotto la cappella della GPLE chi parlava di licenze? Rileggiti i post o fatteli spiegare.
          • Anonimo scrive:
            9 --
          • Anonimo scrive:
            9 --
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux non è adatto

          Photoshop ?gira su linux benissimoprova ancora, sarai piu fortunatoè così vero che non c'è nulla per linux cheè il sistema operativo piu usato dall'industriadi hollywood, guarda un po
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux non è adatto
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          Alla pixar non l'hanno comunicato.Poi bisogna

          capire cosa intendi per professionale.Molti

          professionisti che conosco usano blender e

          gimp....

          Photoshop ?
          FinalCut ?
          lascia perder va
          Appunto lascia perdere che è meglio....


          Certo certo....

          http://www.tech-edv.co.at/lunix/CADlinks.html

          poi potremmo aggiungere wolfram,MathWorks,Nero
          AG

          and so on

          and so on de che
          Linux non attrae le piccole societa closed ci sta
          poco da fare come non attrae il 99% degli utenti
          che col computer ci navigano su internet e
          leggono la posta.Se guardi i link ti rendi conto che non è vero se poi parliamo di posta e navigazione web una macchina linux è molto più facile da gestire senza doversi sbattere dietro antiquesto,antiquello.....



          I sogni son desideri entrambi girano più

          velocemente su linux....

          si certo dove l'hai letta sta stronzata su
          topolino ?
          :DCenerentola :-) adatta al livello della discussione.
      • LaNberto scrive:
        Re: Linux non è adatto
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        1) Non esiste un programma di grafica

        professionale

        Alla pixar non l'hanno comunicato.Poi bisogna
        capire cosa intendi per professionale.Molti
        professionisti che conosco usano blender e
        gimp....Professionisti delle chiacchiere forse...




        2) Non esistono programmi commerciali su larga

        scala
        Certo certo....
        http://www.tech-edv.co.at/lunix/CADlinks.html
        poi potremmo aggiungere wolfram,MathWorks,Nero AG
        and so on più che "so on", "basta qui"


        3) Firefox ed OpenOffice funzionano benissimo
        su

        windows anzi dirò di più firefox su XP è

        maggiormente integrato ed è mediamente il 30%
        piu

        veloce.

        I sogni son desideri entrambi girano più
        velocemente su linux....Ma le scorciatoie da tastiera non tornano
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux non è adatto
          - Scritto da: LaNberto

          Alla pixar non l'hanno comunicato.Poi bisogna

          capire cosa intendi per professionale.Molti

          professionisti che conosco usano blender e

          gimp....

          Professionisti delle chiacchiere forse...alla pixar son professionisti delle chiacchiere??? sai cosa e' la pixar? sai che sistema operativo hanno usato per il signore degli anelli?

          Certo certo....

          http://www.tech-edv.co.at/lunix/CADlinks.html

          poi potremmo aggiungere wolfram,MathWorks,Nero
          AG

          and so on

          più che "so on", "basta qui"maya?
          • LaNberto scrive:
            Re: Linux non è adatto
            - Scritto da: Anonimo
            alla pixar son professionisti delle
            chiacchiere??? sai cosa e' la pixar? sai che
            sistema operativo hanno usato per il signore
            degli anelli?
            Il signore degli anelli è stato fatto dalla WETA con software Apple (compositing con SHAKE). Alla Pixar non usano blender ma software proprietari e costosissimi quasi sempre sviluppati in proprio. In più il render è fatto con Renderman e dall'anno scorso hanno migrato a hardware Apple G5
            maya?e tutto il resto? la grafica non è solo 3D, e meno che mai blender e gimp (buono quello)
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux non è adatto
            - Scritto da: LaNberto

            - Scritto da: Anonimo


            alla pixar son professionisti delle

            chiacchiere??? sai cosa e' la pixar? sai che

            sistema operativo hanno usato per il signore

            degli anelli?


            Il signore degli anelli è stato fatto dalla WETA
            con software Apple (compositing con SHAKE). Alla
            Pixar non usano blender ma software proprietari e
            costosissimi quasi sempre sviluppati in proprio.
            In più il render è fatto con Renderman e
            dall'anno scorso hanno migrato a hardware Apple
            G5Guarda che dreamworks hanno 1,500 desktops linux and 3,500 server linux eda hanno investito in un porting completo delle applicazioni per le animazioni coninvolgendo industri terze.Alla Pixar son passati da SUN a Intel-linux e non per farci i balocchi.Che poi si usino anche macchine mac è vero ma sono complementari non sostitutive...


            maya?

            e tutto il resto? la grafica non è solo 3D, e
            meno che mai blender e gimp (buono quello)Non buono ottimo, mai sentito parlare di filmgimp ?
          • LaNberto scrive:
            Re: Linux non è adatto
            - Scritto da: Anonimo
            Guarda che dreamworks hanno 1,500 desktops
            linux and 3,500 server linux eda hanno investito
            in un porting completo delle applicazioni per le
            animazioni coninvolgendo industri terze.Alla
            Pixar son passati da SUN a Intel-linux e non per
            farci i balocchi.Che poi si usino anche macchine
            mac è vero ma sono complementari non
            sostitutive... Mi sa che sei rimasto indietro parecchio...
            Non buono ottimo, mai sentito parlare di filmgimp
            ?io sì. e tu?
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux non è adatto
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        1) Non esiste un programma di grafica

        professionale

        Alla pixar non l'hanno comunicato.perch non la caga nessunoPoi bisogna
        capire cosa intendi per professionale.Molti
        professionisti che conosco usano blender e
        gimp....nel senso di dentisti e pompierima fammi ridire: di ancora che blender è un programma professionale.....







        2) Non esistono programmi commerciali su larga

        scala

        Ma l'hai detto all'IBM ed alla Novell ?!
        Resteranno sorpresi




        quindi niente opportunita per il 90% delle

        software house che basano il profitto su

        programmi chiusi.

        Certo certo....
        http://www.tech-edv.co.at/lunix/CADlinks.html
        poi potremmo aggiungere wolfram,MathWorks,Nero AG
        and so on



        3) Firefox ed OpenOffice funzionano benissimo
        su

        windows anzi dirò di più firefox su XP è

        maggiormente integrato ed è mediamente il 30%
        piu

        veloce.

        I sogni son desideri entrambi girano più
        velocemente su linux....
        • frizzo scrive:
          Re: Linux non è adatto
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          1) Non esiste un programma di grafica


          professionale



          Alla pixar non l'hanno comunicato.

          perch non la caga nessunoEMH bella battuta.Il fatto che tu NON conosca la pixar non vuol dire che sia una cattiva azienda( cerca in google parole come pixar shrek )mi fermo qua nel leggere le tue idiozie.
          Poi bisogna

          capire cosa intendi per professionale.Molti

          professionisti che conosco usano blender e

          gimp....

          nel senso di dentisti e pompieri
          ma fammi ridire: di ancora che blender è un
          programma professionale.....














          2) Non esistono programmi commerciali su larga


          scala



          Ma l'hai detto all'IBM ed alla Novell ?!

          Resteranno sorpresi








          quindi niente opportunita per il 90% delle


          software house che basano il profitto su


          programmi chiusi.



          Certo certo....

          http://www.tech-edv.co.at/lunix/CADlinks.html

          poi potremmo aggiungere wolfram,MathWorks,Nero
          AG

          and so on






          3) Firefox ed OpenOffice funzionano benissimo

          su


          windows anzi dirò di più firefox su XP è


          maggiormente integrato ed è mediamente il 30%

          piu


          veloce.



          I sogni son desideri entrambi girano più

          velocemente su linux....
    • lele2 scrive:
      Re: Linux non è adatto
      - Scritto da: Anonimo
      1) Non esiste un programma di grafica
      professionale

      2) Non esistono programmi commerciali su larga
      scala
      quindi niente opportunita per il 90% delle
      software house che basano il profitto su
      programmi chiusi.

      3) Firefox ed OpenOffice funzionano benissimo su
      windows anzi dirò di più firefox su XP è
      maggiormente integrato ed è mediamente il 30% piu
      veloce.
      in parte e' vero pero' ma per moltissimi utenti le funzionalita dei software open e' sufficientedicimo la verita---fa piu' figo avere office pirata invece di openoffice idem per photoshop vs gimp
    • Giambo scrive:
      Re: Linux non è adatto
      - Scritto da: Anonimo
      1) Non esiste un programma di grafica
      professionaleE chi se ne frega ? Cioe', il 100% delle persone usa il PC per fare grafica professionale ?
      2) Non esistono programmi commerciali su larga
      scala
      quindi niente opportunita per il 90% delle
      software house che basano il profitto su
      programmi chiusi.Come antani, questa tua frase non significa nulla.
      3) Firefox ed OpenOffice funzionano benissimo su
      windows anzi dirò di più firefox su XP è
      maggiormente integrato ed è mediamente il 30% piu
      veloce.Cosa vuol dire "maggiormente integrato" ? E di sicuro non e' il 30% piu' veloce del _mio_ FireFox, compilato apposta per il _mio_ HW (Gentoo rulez).
      • frizzo scrive:
        Re: Linux non è adatto


        Cosa vuol dire "maggiormente integrato" ? E di
        sicuro non e' il 30% piu' veloce del _mio_
        FireFox, compilato apposta per il _mio_ HW
        (Gentoo rulez).lascialo stare dai non metterti anche tu...non sa cosa vuol dire integrazione o compilazione sulla proprio macchina(probabilmente non sa neanche cos'è una liberia o cosa vuol dire sorgente o erseguibile o o forse per lui firefox gira sulle librerie di XP boh...)
        (Debianz rulez) :D
  • bouncey2k scrive:
    ma qui skleriamo!!
    Ma io bo.. riprendo tutte le affermazioni che sono state fatte nel thread "tante boiate", per cui OpenOffice non legge TUTTI i file .DOC!E' vero!! Ma voi avete mai visto i documenti doc che ci sono al comune???Non hanno formattazioni particolari!!I caratteri sono Times New Roman, Tahoma, Arial.Cose a colori non ne fanno. Disegnini neanche! Qualche tabella, ma le legge.Che caspero è ke OpenOffice non dovrebbe leggere???Mah...!
    • Rex1997 scrive:
      Re: ma qui skleriamo!!
      - Scritto da: bouncey2k
      Ma io bo.. riprendo tutte le affermazioni che
      sono state fatte nel thread "tante boiate", per
      cui OpenOffice non legge TUTTI i file .DOC!
      E' vero!! Ma voi avete mai visto i documenti doc
      che ci sono al comune???
      Non hanno formattazioni particolari!!
      I caratteri sono Times New Roman, Tahoma, Arial.
      Cose a colori non ne fanno. Disegnini neanche!
      Qualche tabella, ma le legge.
      Che caspero è ke OpenOffice non dovrebbe
      leggere???
      Mah...!In effetti dopo aver riletto tutto il tread, mi convinco sempre più che molti non sanno neanche che documenti girino nelle PA...però parl..ahem postano!:(==================================Modificato dall'autore il 07/09/2005 13.58.25
      • Anonimo scrive:
        Re: ma qui skleriamo!!
        non lo sanno neanche i politici ma per prendere voti decidono una migrazione. Queste sono scelte che deve fare il tecnico della PA, non un politico
  • Giambo scrive:
    Ballmer
    Scena: Ufficio di Ballmer (B) a Redmond. La porta si apre e entra un impiegato (I).I (Intimidito): 'ngiorno 'gnor 'allmer ...B (Gia' sudato) : BUONGIORNO !I: Ehmmm ... Monaco ... switch ... brzvanzvzz ...B: COSA ?!?I: Monaco ha deciso di non usare MS-Office ...B: Dimmi che non passano a OpenOffice, ti prego dimmi che non e' OpenOffice !I: E' OpenOfficeBallmer agguanta una sedia e la scaravente attraverso l'uffcioB: Ucciderò quel fo***to di OpeOffice! Monaco e' una fo***ta fin******tta e la seppelliro', come ho gia' fatto !Prendero' tutti gli sviluppatorei di OpenOffice e li faro' impiccare ! Tutti gli sviluppatori ... sviluppatori ... developers ... Developers ... DEVELOPERS !Ballmer saltando e urlando, tutto sudato e con gli occhi spiritati imita una scimmia sotto effetto di cocaina per i corridoi della Microsoft:B: DEVELOPERS, DEVELOPERS, DEVELOPERS, DEVELOPERS !
    • Anonimo scrive:
      Re: Ballmer
      pensa a lavorare invece di dire simili cretinate.ormai non sapete più a cosa aggrapparvi
      • Giambo scrive:
        Re: Ballmer
        - Scritto da: Anonimo
        pensa a lavorare invece di dire simili cretinate.
        ormai non sapete più a cosa aggrapparviArrabbiato ? Devo aspettarmi una sedia :D ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Ballmer
          - Scritto da: Giambo

          - Scritto da: Anonimo

          pensa a lavorare invece di dire simili
          cretinate.

          ormai non sapete più a cosa aggrapparvi

          Arrabbiato ? Devo aspettarmi una sedia :D ?no aspetta....che qualcuno prenda sul serio linux...intanto monaco la presa nel didietro...compplimentoni linux mi fai proprio ridere manco a gratis riesce a essere vantaggioso
          • Anonimo scrive:
            Re: Ballmer
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Giambo

            - Scritto da: Anonimo


            pensa a lavorare invece di dire simili


            cretinate.


            ormai non sapete più a cosa aggrapparvi

            Arrabbiato ? Devo aspettarmi una sedia :D ?
            no aspetta....che qualcuno prenda sul serio
            linux...intanto monaco la presa nel
            didietro...compplimentoni linux mi fai proprio
            ridere manco a gratis riesce a essere vantaggiosoIo mi preoccuperei anche per windows: la gente e' talmente disperata dall'inusabilita' di windows che e' disposta a tentare qualunque cosa, anche dar chredito a cantinari obbisti o a dittucole minuscole.:-D
          • Giambo scrive:
            Re: Ballmer
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            pensa a lavorare invece di dire simili

            cretinate.


            ormai non sapete più a cosa aggrapparvi



            Arrabbiato ? Devo aspettarmi una sedia :D ?

            no aspetta....che qualcuno prenda sul serio
            linux...intanto monaco la presa nel
            didietro...compplimentoni linux mi fai proprio
            ridere manco a gratis riesce a essere vantaggiosoTu si che hai letto l'articoloTu si che hai compreso l'articolo... Tu si che sei un genio della lingua italiana :D ! "monaco la presa nel didietro" ... Brrrr !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ballmer
      - Scritto da: Giambo

      Scena: Ufficio di Ballmer (B) a Redmond. La porta
      si apre e entra un impiegato (I).

      I (Intimidito): 'ngiorno 'gnor 'allmer ...
      B (Gia' sudato) : BUONGIORNO !
      I: Ehmmm ... Monaco ... switch ... brzvanzvzz ...
      B: COSA ?!?
      I: Monaco ha deciso di non usare MS-Office ...
      B: Dimmi che non passano a OpenOffice, ti prego
      dimmi che non e' OpenOffice !
      I: E' OpenOffice

      Ballmer agguanta una sedia e la scaravente
      attraverso l'uffcio

      B: Ucciderò quel fo***to di OpeOffice! Monaco e'
      una fo***ta fin******tta e la seppelliro', come
      ho gia' fatto !
      Prendero' tutti gli sviluppatorei di OpenOffice e
      li faro' impiccare ! Tutti gli sviluppatori ...
      sviluppatori ... developers ... Developers ...
      DEVELOPERS !

      Ballmer saltando e urlando, tutto sudato e con
      gli occhi spiritati imita una scimmia sotto
      effetto di cocaina per i corridoi della
      Microsoft:

      B: DEVELOPERS, DEVELOPERS, DEVELOPERS, DEVELOPERS
      !I LOOOVE THIS COOOMPANY!
    • TADsince1995 scrive:
      Re: Ballmer
      ROTFL! :DTAD
    • lele2 scrive:
      Re: Ballmer
      MITICOOOOOOOO!!
    • francescor82 scrive:
      Re: Ballmer

      Ballmer saltando e urlando, tutto sudato e con
      gli occhi spiritati imita una scimmia sotto
      effetto di cocaina per i corridoi della
      Microsoft:Sì ma non è che prende la cocaina, è che ci è caduto dentro da piccolo. Mi ricorda un personaggio dei fumetti con la stessa stazza, che però non lanciava sedie ma menhir...
  • The_Stinger scrive:
    Re: I costi [Mechano: c'e' anche per te]
    - Scritto da: Wakko Warner
    Gli utenti che, come dici tu, sono una palla al
    piede per l'azienda esistono, ma a quel punto io
    valuterei la possibilità di "cambiare utenti"
    oltre che cambiare il software perché chi non è
    in grado di passare da Office a OpenOffice
    semplicemente sta facendo il lavoro sbagliato.
    In un lavoro d'ufficio è richiesta gente che
    abbia una certa elasticità mentale, altrimenti
    vadano pure a coltivare carote.
    Ecco, queste persone vanno semplicemente prese e
    licenziate perché saranno sempre un peso ed un
    costo inutile per l'azienda/il comune/ecc.Ehemm....Glielo spieghi tu ai sindacati?
    Ma poi questi
    soldi daranno i loro frutti. Creeranno maggiore
    ricchezza per Monaco usando sviluppatori locali
    anziché spedire i soldini dei cittadini
    all'estero, permetteranno di avere un controllo
    assoluto sul sistema informatico della città,E su questo sono d'accordo con te.
    permetteranno aggiornamenti più semplici,Su questo no ma dipende cosa intendi tu per semplice.Soprattutto dipende da quante palle ha il responsabile IT.Esempio: in una banca estere presso cui ho lavorato (1997) avevano Windows NT con SMS 2.0 (hai presente?!)Tutti roaming user profiles.Tuttti i floppy e CD Rom disabilitati da Policy.Tutti i sistemi blindati (praticamente potevi a malapena cambiare lo screensaver fra i due dati in dotazione mentre lo sfondo del desktop era impossibile da cambiare).Una volta uno che ha avuto la bella pensata di installarsi un software non standard ha ricevuto una lettera di richiamo dalla direzione del personale.A tutt'oggi è la migliore, più stabile, più elegante, più sicura e meno problematica implentazione di una infrastruttura di rete che io abbia mai visto (e ne ho viste anche di completamente Unix based o Linux based).
    permetteranno di risparmiare in diversi settori. Tipo?Ne da una parte ne dall'altra sono mai riuscito a trovare dati tangibili che dimostrassero un risparmio effettiivo; se hai dei dati concreti ti prego di fornirmeli perchè mi servono per un progetto che sto portando avanti.
    • Alessandrox scrive:
      Re: I costi [Mechano: c'e' anche per te]
      - Scritto da: The_Stinger
      - Scritto da: Wakko Warner

      Ecco, queste persone vanno semplicemente prese e

      licenziate perché saranno sempre un peso ed un

      costo inutile per l'azienda/il comune/ecc.
      Ehemm....
      Glielo spieghi tu ai sindacati?Sarebbe gia' sufficente cambiare le politiche delle nuove assunzioni....

      permetteranno aggiornamenti più semplici,
      Su questo no ma dipende cosa intendi tu per
      semplice.
      Soprattutto dipende da quante palle ha il
      responsabile IT.
      Esempio: in una banca estere presso cui ho
      lavorato (1997) avevano Windows NT con SMS 2.0
      (hai presente?!)
      Tutti roaming user profiles.
      Tuttti i floppy e CD Rom disabilitati da Policy.
      Tutti i sistemi blindati (praticamente potevi a
      malapena cambiare lo screensaver fra i due dati
      in dotazione mentre lo sfondo del desktop era
      impossibile da cambiare).
      Una volta uno che ha avuto la bella pensata di
      installarsi un software non standard ha ricevuto
      una lettera di richiamo dalla direzione del
      personale.
      A tutt'oggi è la migliore, più stabile, più
      elegante, più sicura e meno problematica
      implentazione di una infrastruttura di rete che
      io abbia mai visto (e ne ho viste anche di
      completamente Unix based o Linux based).Beh questo lo si puo' fare anche con una Mandrake e senza sw aggiuntivo.

      permetteranno di risparmiare in diversi
      settori.
      Tipo?
      Ne da una parte ne dall'altra sono mai riuscito a
      trovare dati tangibili che dimostrassero un
      risparmio effettiivo; se hai dei dati concreti ti
      prego di fornirmeli perchè mi servono per un
      progetto che sto portando avanti.Intanto il sw open costa mediamente meno di quello closed per le economie in fase di sviluppo/testing e il fatto che costi meno (mediamente) le' facilmente constatabile leggendo i listini.==================================Modificato dall'autore il 07/09/2005 13.10.25
      • The_Stinger scrive:
        Re: I costi [Mechano: c'e' anche per te]
        - Scritto da: Alessandrox
        Beh questo lo si puo' fare anche con una Mandrake
        e senza sw aggiuntivo.Bravo, ed allora perchè non l'ho ancora visto fare da nessuno?Allora è un problema culturale ed allora sostanzialmente mi dai ragione quando dico che per avere una infrastruttura di rete pulita ed elegante, a prescindere da quale sistema operativo ci sia alla base (scegli quello che ti piace di più), bisogna che chi sia a capo di questa infrastruttura tiri fuori gli attributi e dica:"Il sistema funziona così, PUNTO! Qualsivoglia modifica a quanto detto sarà valutata ed implementata solo qualora non vada in conflitto con quanto già implementato, RIPUNTO e STOP!".
        Intanto il sw open costa mediamente meno di
        quello closed per le economie in fase di
        sviluppo/testing
        e il fatto che costi meno (mediamente) le'
        facilmente constatabile leggendo i listini.Si, addio.Io sto parlando di costi nascosti nell'implementazione di un sistema informativo.A prendere i listini e confrontare i prezzi è capace anche mia nonna; io invece sto parlando di Total Cost of Ownership e di Return on Investiment.Quando devi stendere un business plan credi di poter dire al finanziatore "prenda i listini e confronti i prezzi, vedrà che..."?Quello prende te e ti manda a raccogliere rane in indocina.Di più, se ha già invesitito su un tuo progetto e gli dici una cosa del genere, pur essendo etero, ti si prende e ti si fa con tutti i pantaloni.Suvvia, siamo seri! Se dobbiamo parlare in termini accademici è un conto, il mondo reale è un'altro.Piuttosto, qua http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1120827&tid=1120827&p=1&r=PImi hanno dato degli ottimi spunti da cui partire per valutare a grandi linee il costo complessivo di un'infrastruttura spalmato sull'arco di tempo di qualche anno.Vogliamo promuovere Linux?Siamo costruttivi, portiamo dei fatti concreti.
  • Anonimo scrive:
    Linux get the facts
    http://www.computerworld.com.au/index.php/id;546644465;fp;16;fpid;0http://www.sapinfo.net/public/en/news.php4/Category-28813c6138d029be8/page/0/article/Article-28614431eac7e1ba11/enhttp://www.it-analysis.com/article.php?articleid=12873&SESSID=bbf7627fc4a88c3fb398258d97903bcehttp://www.it-analysis.com/article.php?articleid=12873&SESSID=437c1066d813cfd9afb7eb269464b811Ciao ciao linari
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux get the facts
      - Scritto da: Anonimo
      http://www.computerworld.com.au/index.php/id;54664gartner... quello 'indipendente' che da uno studio 'indipendente' pagato da M$ dice che i suoi prodotti sono er mejo ?
      http://www.sapinfo.net/public/en/news.php4/Categorè la stessa notizia riportata qu su PI... ma li leggi i link che posti ?
      http://www.it-analysis.com/article.php?articleid=1
      http://www.it-analysis.com/article.php?articleid=1lo hai postato 2 volte perchè così diventa vero ?

      Ciao ciao linariciao ciao a te...
    • Giambo scrive:
      Re: Linux get the facts
      - Scritto da: Anonimo
      http://www.computerworld.com.au/index.php/id;54664$Gartner Group ? LOL, se mi portavi la propaganda del Duce ci credevo di piu' :D
      http://www.sapinfo.net/public/en/news.php4/CategorTu si che hai letto l'articolo di PI ...
      http://www.it-analysis.com/article.php?articleid=1
      http://www.it-analysis.com/article.php?articleid=1Doppioni. Inoltre, li hai letti ? Sai, non e' che portano acqua al al tuo mulino :) Fai una bella cosa: Segui un corso di inglese e ripassa fra qualche stagione.
      Ciao ciao linariBella figuraccia che hai rimediato, fai bene a restare anonimo :D !
  • Anonimo scrive:
    linux crea un mare di problemi
    potrete dire che linux fa quello che fa windows ma non riesce a fare tutto. Molto manca ancora.Per risparmiare pochi spiccioli di licenza (cosa sono 100 euro di software l'anno a fronte di un dipendente che ci lavora a cui bisogna dare 13 mensilità + le tasse?) avete i seguenti problemi:1)ricreare sotto linux quei tanti programmi che si adoperavano2)rallentamento della produttività (il tempo che si abituano al nuovo strumento e ci possono volere anche un paio di mesi)3)costi di hd (bisogna comprare l'hardware che linux non riconosce)4)costi di conversione dei documenti5)costo di migrazioneora attenzione, fase 2il mondo è ancora windows. La PA inevitabilmente riceverà documenti word e le aziende li riconvertiranno in word. Pensate ad un ufficio che fa solo contabilità: open office e linux ed è passata la paura, ma in realtà sarà probabile che voi creiate problemi anche a me che faccio che ne so, docce, costretto a dover convertire tutta la mia roba per voi. Ti ci metti te a convertire centinaia di pagine excel perchè l'ufficio contabilità non lo supporta? Insomma, io vedo linux come maggiori problemi che non valgono i soldi di licenza risparmiati
    • Anonimo scrive:
      Re: linux crea un mare di problemi
      - Scritto da: Anonimo
      potrete dire che linux fa quello che fa windows
      ma non riesce a fare tutto. Molto manca ancora.
      Per risparmiare pochi spiccioli di licenza (cosa
      sono 100 euro di software l'anno a fronte di un
      dipendente che ci lavora a cui bisogna dare 13
      mensilità + le tasse?) avete i seguenti problemi:
      1)ricreare sotto linux quei tanti programmi che
      si adoperavano
      2)rallentamento della produttività (il tempo che
      si abituano al nuovo strumento e ci possono
      volere anche un paio di mesi)
      3)costi di hd (bisogna comprare l'hardware che
      linux non riconosce)
      4)costi di conversione dei documenti
      5)costo di migrazione
      ora attenzione, fase 2
      il mondo è ancora windows. La PA inevitabilmente
      riceverà documenti word e le aziende li
      riconvertiranno in word. Pensate ad un ufficio
      che fa solo contabilità: open office e linux ed è
      passata la paura, ma in realtà sarà probabile che
      voi creiate problemi anche a me che faccio che ne
      so, docce, costretto a dover convertire tutta la
      mia roba per voi. Ti ci metti te a convertire
      centinaia di pagine excel perchè l'ufficio
      contabilità non lo supporta? Insomma, io vedo
      linux come maggiori problemi che non valgono i
      soldi di licenza risparmiatilo si può dire di qualunque sw o SO non molto diffuso...
      • Anonimo scrive:
        Re: linux crea un mare di problemi
        appunto, quindi prima diffondete. La richiesta crea il mercato, non il contrario.
        • Anonimo scrive:
          Re: linux crea un mare di problemi
          - Scritto da: Anonimo
          appunto, quindi prima diffondete. La richiesta
          crea il mercato, non il contrario.ma come ca... si diffonde un sw o un SO se c'è gente che si schifa di usarlo ? ... se c'è gente che pretende di fare le stesse cose senza un minimo spirito di adattamento ?
          • Anonimo scrive:
            Re: linux crea un mare di problemi
            si diffonde facendo vedere che il proprio OS è migliore. La gente non è utonta come dicono i linari, sanno scegliere quello che gli piace. Molti preferirebbero mac a windows, ma temono il prezzo. Linux semplicemente disorienta fin dalla scelta della distronon esiste Linux, esiste suse, mandrake ubuntu e altri 300 amici.
          • Anonimo scrive:
            Re: linux crea un mare di problemi
            - Scritto da: Anonimo
            si diffonde facendo vedere che il proprio OS è
            migliore. hahahahaha... sei uno spasso... fammi capire, ammettimao che BeOS fosse stato (ai suoi tempi) migliore di win... sai come è andata a finire ? lo sai ?
            La gente non è utonta come dicono i
            linari, sanno scegliere quello che gli piace.Guarda che chi vive di utonti sono altri e hanno tutto l'interesse a far rimanere l'utente più utonto possibile
            Molti preferirebbero mac a windows, ma temono il
            prezzo. Non diciamo castronerie, un emac base costa poco più di 800 euro...
            Linux semplicemente disorienta fin dalla
            scelta della distro
            non esiste Linux, esiste suse, mandrake ubuntu e
            altri 300 amici.Ah certo, non esiste, potevi dirlo quanto M$ ha dato in ousorcing la gestione dei DNS dei suoi siti ad akamai che usava Linux... certo certo non esiste.Quanto alle distro ce ne sono 5-6 'storiche' e le altre sono tutte derivazioni, come vedi la frammenzatione è solo apparente e innocua, a meno che tu ti senta sicuro solo quando hai in mano una scatola colorata con scritto sopra win...
          • Anonimo scrive:
            Re: linux crea un mare di problemi

            hahahahaha... sei uno spasso... fammi capire,
            ammettimao che BeOS fosse stato (ai suoi tempi)
            migliore di win... sai come è andata a finire ?
            lo sai ? Perché oggi win è migliore di BeOs? Da quando scusa? Sono anni che BeOs continua a fare cose che windows se le sogna ancora oggi! :@
          • Anonimo scrive:
            5 --
          • Anonimo scrive:
            Re: linux crea un mare di problemi
            - Scritto da: Anonimo


            hahahahaha... sei uno spasso... fammi capire,

            ammettimao che BeOS fosse stato (ai suoi

            tempi) migliore di win... sai come è andata a

            finire ? lo sai ?
            Perché oggi win è migliore di BeOs? Da quando
            scusa? Sono anni che BeOs continua a fare cose
            che windows se le sogna ancora oggi!
            :@Anche Amiga se e' per questo...(amiga)
          • Anonimo scrive:
            Re: linux crea un mare di problemi
            - Scritto da: Anonimo
            non esiste Linux, esiste suse, mandrake ubuntu e
            altri 300 amici.A volerli contare tutti credo siano molto più di 300...Comunque quante sono le principali?Elenchiamole:MandrivaFedora(red hat, che non conta)UbuntuDebiansusegentooslackwareSono 7.Ad un utente che si avvicina a linux e chiede quale mettere basta dire mandriva, suse o ubuntu, fedora.Si dicono 2-3 caratteristiche (chessò: ubuntu è più minimale, suse e mandriva sono le più facili tra le tre, suse è la più pesante, etc..) e l'utente, a seconda del pc che ha, sceglie quale mettere.
          • Anonimo scrive:
            9 --
          • Anonimo scrive:
            5 --
        • Anonimo scrive:
          Re: linux crea un mare di problemi
          - Scritto da:
          appunto, quindi prima diffondete. La richiesta
          crea il mercato, non il
          contrario.Essendo il mercato inquinato da un monopolista e' difficile.... Bisognerebbe che le organizzazioni antitrust facciano a pezzi la microsoft prima.
    • frizzo scrive:
      Re: linux crea un mare di problemi
      - Scritto da: Anonimo
      potrete dire che linux fa quello che fa windows
      ma non riesce a fare tutto. Molto manca ancora.
      Per risparmiare pochi spiccioli di licenza (cosa
      sono 100 euro di software l'anno a fronte di un100 EURO ALL'ANNO???????????????????????????????????????????????????????????????????????????DOVE VIVI????????????????????????????????????????
      dipendente che ci lavora a cui bisogna dare 13
      mensilità + le tasse?) avete i seguenti problemi:
      1)ricreare sotto linux quei tanti programmi che
      si adoperavanounica cosa sensata che hai detto,MA ricordati che esiste wine anche
      2)rallentamento della produttività (il tempo che
      si abituano al nuovo strumento e ci possono
      volere anche un paio di mesi)S abituano come si sono abituati al DOS,altrimenti sono inetti,...gente che usa Office non è in grado id usare openoffice?sta gente è da mandare fuori !
      3)costi di hd (bisogna comprare l'hardware che
      linux non riconosce)certamente è colpa di LINUX
      4)costi di conversione dei documentiEH????
      5)costo di migrazioneEH???
      ora attenzione, fase 2
      il mondo è ancora windows. La PA inevitabilmente
      riceverà documenti word e le aziende li
      riconvertiranno in word. Pensate ad un ufficio
      che fa solo contabilità: open office e linux ed è
      passata la paura, ma in realtà sarà probabile che
      voi creiate problemi anche a me che faccio che ne
      so, docce, costretto a dover convertire tutta la
      mia roba per voi. Ti ci metti te a convertire
      centinaia di pagine excel perchè l'ufficio
      contabilità non lo supporta? Insomma, io vedo
      linux come maggiori problemi che non valgono i
      soldi di licenza risparmiatiLo sai che io paro documenti excell senza problemi?anzi,se OFFICE mi da problemi openoffice NO????per favore,NON VENIRE A PARLARE DI COSE CHE NON SAI
      • Anonimo scrive:
        Re: linux crea un mare di problemi

        ALL'ANNO??????????????????????????????????????????
        DOVE VIVIma dove vivi tewindows costa 300 euro diluito in 4 anni minimooffice sono 200 ogni 2 anninon ci arrivi a 200 l'anno.
        unica cosa sensata che hai detto,MA ricordati che
        esiste wine ancheperchè farsi un emulatore quando c'è l'originale
        S abituano come si sono abituati al
        DOS,altrimenti sono inetti,...gente che usa
        Office non è in grado id usare openoffice?sta
        gente è da mandare fuori !da dos a windows c'è stato un vantaggio, con linux al massimo si rimane sullo stesso livello.
        certamente è colpa di LINUXi produttori non li fanno, spiegami il perchè? impiegati che devi mettere li a sistemare

        5)costo di migrazione
        EH???mechano che tutto bello e pimpante ti viene ad installare linux
        Lo sai che io paro documenti excell senza
        problemi?anzi,se OFFICE mi da problemi openoffice
        NOil mondo intero ha problemi, aiutali
        per favore,NON VENIRE A PARLARE DI COSE CHE NON
        SAIche non sai tu
        • frizzo scrive:
          Re: linux crea un mare di problemi
          - Scritto da: Anonimo

          ALL'ANNO?????????????????????????????????????????

          DOVE VIVI
          ma dove vivi te
          windows costa 300 euro diluito in 4 anni minimo
          office sono 200 ogni 2 anni
          non ci arrivi a 200 l'anno.
          non parlavi di AZIENDE CON POSTAZIONI SERVER / CLIENT?????magari hanno PIÙ DI UN PC sai com'è!

          unica cosa sensata che hai detto,MA ricordati
          che

          esiste wine anche
          perchè farsi un emulatore quando c'è l'originalegià multipiattaforma


          S abituano come si sono abituati al

          DOS,altrimenti sono inetti,...gente che usa

          Office non è in grado id usare openoffice?sta

          gente è da mandare fuori !
          da dos a windows c'è stato un vantaggio, con
          linux al massimo si rimane sullo stesso livello.AHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAprobabilmente non hai mai acceso linux eh?


          certamente è colpa di LINUX
          i produttori non li fanno, spiegami il perchè?e la colpa di chi è ?

          impiegati che devi mettere li a sistemare


          5)costo di migrazione

          EH???
          mechano che tutto bello e pimpante ti viene ad
          installare linuxok questo si (non avevo proprio capito)


          Lo sai che io paro documenti excell senza

          problemi?anzi,se OFFICE mi da problemi
          openoffice

          NO
          il mondo intero ha problemi, aiutalihai seriamente lanciato OO?


          per favore,NON VENIRE A PARLARE DI COSE CHE NON

          SAI
          che non sai tusisi
        • Giambo scrive:
          Re: linux crea un mare di problemi
          - Scritto da: Anonimo

          certamente è colpa di LINUX
          i produttori non li fanno, spiegami il perchè?ATI e nVidia li fanno, per esempio. Altri no perche' la fetta di mercato non e' interessante.
          impiegati che devi mettere li a sistemare


          5)costo di migrazione

          EH???
          mechano che tutto bello e pimpante ti viene ad
          installare linuxHai mai provato ad installare Linux ?Credo prorpio di no, oramai e' molto piu' facile che installare WinXP. Prova.
    • Giambo scrive:
      Re: linux crea un mare di problemi
      - Scritto da: Anonimo
      Per risparmiare pochi spiccioli di licenza (cosa
      sono 100 euro di software l'anno a fronte di un
      dipendente che ci lavora a cui bisogna dare 13
      mensilità + le tasse?)100 Euro ? E cos'hai un Windows XP Home (Forse) e basta. Poi puoi usare Notepad al posto di Word e Paint al posto di Excel :D E i Virus li combatti a mani nude :)
      1)ricreare sotto linux quei tanti programmi che
      si adoperavano"ricreare" ? E che vuol dire ? Vuoi dire reinstallare ? Ti do' una bella notozia: Li puoi installare mentre installi Linux, senza dover scartabellare tra montagne di CD e digitare keys chilometriche.
      2)rallentamento della produttività (il tempo che
      si abituano al nuovo strumento e ci possono
      volere anche un paio di mesi)Hai una considerazione bassa delle tue capacita' di adattamento. Non e' che sei un Neanderthal :D ?Come hai fatto quando ti sei trovato davanti a XP e il suo menu' start tutto diverso da quello di Windows 2000 ?E quando hai installato OfficeXP ?
      3)costi di hd (bisogna comprare l'hardware che
      linux non riconosce)Linux riconosce quasi tutto, certe cose anche meglio di Windows (Il lettore MP3 "Zen" della Nomad, per esempio).
      4)costi di conversione dei documentiOpenOffice: File -
      Open ... Che lavoro !!!
      ora attenzione, fase 2Rullo di tamburi ...
      il mondo è ancora windows. La PA inevitabilmente
      riceverà documenti word e le aziende li
      riconvertiranno in word.Dicevano lo stesso del latino. E dei numeri romani.Si chiama evoluzione: "e-vo-lu-zio-ne".C'e' chi si aggrappa al passato, ai formati chiusi dei documenti. Cosi' che quando la Microsoft devidera' che dovrai pagare 0.01Euro per ogni documento Word generato, la tua unica alternativa sara' quella di sborsare.O quando la Microsoft decidera' che il formato da te usato non e' piu' attuale e che dovrai passare al nuovo OfficeSuk, la tua unica alternativa sara' quella di sborsare.O quando la Microsoft decidera' che non vendera' piu' i suoi prodotti a paesi non allineati alla politica a stelle e striscie, la tua unica alternativa sara' quella di emigrare :)
    • Anonimo scrive:
      Re: linux crea un mare di problemi
      Tutto ineccepibile.Un po' triste notare che l'approccio è "ci teniamo quello che abbiamo, anche se fa schifo, perchè è più diffuso e perchè i nostri utenti non hanno voglia di imparare a usare altro"E non venitemi a parlare di TCO perchè il tempo che passo a manutenere win è almeno dieci volte quello che passo a manutenere linux, e le installazioni linux sono dieci volte di più di quelle win.E non sono il solo...P.S. e prendere un po' a calci nel didietro i dipendenti con il cervello in naftalina??
      • Anonimo scrive:
        Re: linux crea un mare di problemi

        P.S. e prendere un po' a calci nel didietro i
        dipendenti con il cervello in naftalina??probabilemente il post e' realizzato da uno di quelli ;)
    • Mechano scrive:
      Re: linux crea un mare di problemi
      - Scritto da: Anonimo
      potrete dire che linux fa quello che fa windows
      ma non riesce a fare tutto. Molto manca ancora.
      Per risparmiare pochi spiccioli di licenza (cosa
      sono 100 euro di software l'anno a fronte di un
      dipendente che ci lavora a cui bisogna dare 13
      mensilità + le tasse?) avete i seguenti problemi:100 euro? Win+MSOffice+antivirus+firewall+antispyware + abbonamenti ai repository di antivirus e antispyware + un punto interrogativo sui costi di eventuali virus sconosciuti o problemi causati dagli stessi utenti per la scarsa politica di sicurezza di windows (rari ma non trascurabili).
      il mondo è ancora windows. La PA inevitabilmente
      riceverà documenti word e le aziende li
      riconvertiranno in word. Pensate ad un ufficio
      che fa solo contabilità: open office e linux ed è
      passata la paura, ma in realtà sarà probabile che
      voi creiate problemi anche a me che faccio che ne
      so, docce, costretto a dover convertire tutta la
      mia roba per voi. Ti ci metti te a convertire
      centinaia di pagine excel perchè l'ufficio
      contabilità non lo supporta? Insomma, io vedo
      linux come maggiori problemi che non valgono i
      soldi di licenza risparmiatiQuindi allora non è Linux che crea problemi, ma mi pare invece che sia winzozz che li stia creando a chi vorrebbe usare Linux.__Mr. Mechano
      • Anonimo scrive:
        Re: linux crea un mare di problemi

        Quindi allora non è Linux che crea problemi, ma
        mi pare invece che sia winzozz che li stia
        creando a chi vorrebbe usare Linux.Infatti il nocciolo è proprio lì !Con il cliente basta fare leva sulla base installata ed il gioco è fatto: non c'è nessun bisogno di produrre buon software o dare buona assistenza.Poi, nel caso il cliente paventi la possibilità di usare software open, basta rispondere con una bella risata e dire che con il software open non c'è garanzia.Come se con quello closed ci fosse: infatti a nessun serio sviluppatore è mai capitato di vedere aziende lasciate in mutande da serissime software house che lavorano "closed".Ma mi facciano il piacere e trovino qualche serio argomento di confronto.
    • Guybrush scrive:
      Re: linux crea un mare di problemi
      Caro trolly ti scrivo.....cosi' mi distraggo un po'.- Scritto da: Anonimo
      potrete dire che linux fa quello che fa windows
      ma non riesce a fare tutto.Eh gia'
      Molto manca ancora.Vero: non si schianta come fa windows.
      Per risparmiare pochi spiccioli di licenza (cosa
      sono 100 euro di software l'anno a fronte di un
      dipendente che ci lavora a cui bisogna dare 13
      mensilità + le tasse?) avete i seguenti problemi:100 euro? Solo WinXP Home OEM costa circa 100 euro iva esclusa.
      1)ricreare sotto linux quei tanti programmi che
      si adoperavanoMolti esistono gia', e poi c'e' Wine.
      2)rallentamento della produttività (il tempo che
      si abituano al nuovo strumento e ci possono
      volere anche un paio di mesi)L'unica cosa sensata che hai detto.
      3)costi di hd (bisogna comprare l'hardware che
      linux non riconosce)Costi di HW (Hard Ware, non HD che pare Hard Disk) e comprare l'hardware che linux non riconosce puo' dare seri problemi anche a linux.
      4)costi di conversione dei documentiI Tool di conversione, questi sconosciuti. Se poi ti riferisci ai documenti di office... c'e' Open Office che funziona piuttosto bene. Finche' non ci sono macro di mezzo e documenti linkati a database.Poi... eh, sono rogne, ma si tratta di cose veramente minime.
      5)costo di migrazioneCome sopra.
      ora attenzione, fase 2
      il mondo è ancora windows.Ancora per poco.
      La PA inevitabilmente
      riceverà documenti word e le aziende li
      riconvertiranno in word.Tanto Office che Open Office si appoggiano a XML per la descrizione dei dati, la conversione e' sempre possibile e assolutamente indolore.Inoltre le PA ricevono Office ed esportano in PDF che e' multipiattaforma.
      Pensate ad un ufficio
      che fa solo contabilità: open office e linux ed è
      passata la paura, ma in realtà sarà probabile che
      voi creiate problemi anche a me che faccio che ne
      so, docce, costretto a dover convertire tutta la
      mia roba per voi.La contabilita' prodotta da Open Office viene esportata in PDF (acrobat) e via, andare.
      Ti ci metti te a convertire
      centinaia di pagine excel perchè l'ufficio
      contabilità non lo supporta? Insomma, io vedo
      linux come maggiori problemi che non valgono i
      soldi di licenza risparmiatiNo, lo fa open office direttamente e aggratis.Ritenta. Si lle cose le voi di' dille, si le cose le voi fa' falle, ma si le cose nun le sai... salle.(Proverbio Romanesco).
      A
    • Anonimo scrive:
      Re: linux crea un mare di problemi
      - Scritto da: Anonimo
      potrete dire che linux fa quello che fa windows
      ma non riesce a fare tutto. Molto manca ancora.
      Per risparmiare pochi spiccioli di licenza (cosa
      sono 100 euro di software l'anno a fronte di un
      dipendente che ci lavora a cui bisogna dare 13
      mensilità + le tasse?)punto-troll.itPosso dire che la liberta' non ha prezzo? Qualcuno se ne sta' rendendo conto, comunque non ti preoccupare, non ti verra' strappato windos dalle mani se tu sei disposto a subirlo...
    • Anonimo scrive:
      Re: linux crea un mare di problemi
      bla bla blale solite quattro sciocchezze
    • godzilla scrive:
      Re: linux crea un mare di problemi
      ognuno si regola in base alle sue esigenze. ad esempio nell'azienda dove lavoro abbiamo i desktop win, perché il 90% dell'utenza è abituata a Windows. ma tutto il resto (server per centinaia di clienti e i PC di alcuni sistemisti, compreso il mio) basato su linux. a volte capita di usare dei vecchi mac G4, e nessuno si scandalizza.insomma, nessuno dice che debba essere open _tutto_ e _subito_. ma da qualche parte bisogna pur iniziare...ciaogodzilla
    • mda scrive:
      Re: linux crea un mare di problemi
      - Scritto da: Anonimo
      potrete dire che linux fa quello che fa windows
      ma non riesce a fare tutto. Molto manca ancora.
      Per risparmiare pochi spiccioli di licenza (cosa
      sono 100 euro di software l'anno a fronte di unnon solo 100$ metti tutti i costi licenza
      dipendente che ci lavora a cui bisogna dare 13
      mensilità + le tasse?) avete i seguenti problemi:nessuno vedrai
      1)ricreare sotto linux quei tanti programmi che
      si adoperavanoFacile, inoltre si migliorano e sotto Linux vanno più veloci e affidabili e sicuri
      2)rallentamento della produttività (il tempo che
      si abituano al nuovo strumento e ci possono
      volere anche un paio di mesi)Oramai Linux è come Win, 2 giorni max, sperimentato !
      3)costi di hd (bisogna comprare l'hardware che
      linux non riconosce)Oramai Linux riconosce tutto, salvo hw-Shit che DEVE essere buttato via anche in Win per aumentare velocità e sicurezza,
      4)costi di conversione dei documentiCon OpenOffice nessuno, riconosce di più che MSOffice tra le varie versioni, ovvero se usi una versione diversa di MSoffice la formattazione, fino all'impossibilità ad usare il documento.
      5)costo di migrazioneNessuno, è aggiornamento quindi la migrazione è gratis.
      ora attenzione, fase 2
      il mondo è ancora windows. Non direi
      La PA inevitabilmente
      riceverà documenti word e le aziende li
      riconvertiranno in word. Spiegato prima, comunque lo standard e rtf e pdf tra aziende.
      Pensate ad un ufficio
      che fa solo contabilità: open office e linux ed è
      passata la paura, ma in realtà sarà probabile che
      voi creiate problemi anche a me che faccio che ne
      so, docce, costretto a dover convertire tutta la
      mia roba per voi.Non converti niente, perchè imbrogli ?
      Ti ci metti te a convertire
      centinaia di pagine excel perchè l'ufficio
      contabilità non lo supporta? Non converti niente, perchè imbrogli ?
      Insomma, io vedo
      linux come maggiori problemi che non valgono i
      soldi di licenza risparmiatiVeramente è l'ignoranza che costa !(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: linux crea un mare di problemi
      - Scritto da:
      potrete dire che linux fa quello che fa windows
      ma non riesce a fare tutto. Molto manca
      ancora.
      Per risparmiare pochi spiccioli di licenza (cosa
      sono 100 euro di software l'anno a fronte di un
      dipendente che ci lavora a cui bisogna dare 13
      mensilità + le tasse?) avete i seguenti
      problemi:
      1)ricreare sotto linux quei tanti programmi che
      si
      adoperavano
      2)rallentamento della produttività (il tempo che
      si abituano al nuovo strumento e ci possono
      volere anche un paio di
      mesi)
      3)costi di hd (bisogna comprare l'hardware che
      linux non
      riconosce)
      4)costi di conversione dei documenti
      5)costo di migrazione
      ora attenzione, fase 2
      il mondo è ancora windows. La PA inevitabilmente
      riceverà documenti word e le aziende li
      riconvertiranno in word. Pensate ad un ufficio
      che fa solo contabilità: open office e linux ed è
      passata la paura, ma in realtà sarà probabile che
      voi creiate problemi anche a me che faccio che ne
      so, docce, costretto a dover convertire tutta la
      mia roba per voi. Ti ci metti te a convertire
      centinaia di pagine excel perchè l'ufficio
      contabilità non lo supporta? Insomma, io vedo
      linux come maggiori problemi che non valgono i
      soldi di licenza
      risparmiatihai ragione, ma in questo forum la gente è sorda. Ne hanno fatto una questione di religione. LinuxTalibans.Dire ce linux conviene perchè è gratis è pura IGNORANZA.
  • Anonimo scrive:
    Re: I costi [Mechano: c'e' anche per te]
    - Scritto da: Guybrush
    Le licenze a tempo M$, al momento, costano circa
    180 euro l'anno.Parola chiave: attualmente.
    Se stimiamo il tempo perso per
    problemi causati dal "cambio di piattaforma" come
    1/2 ora a settimana per un anno di fila (stima
    spannometrica), si hanno 50 ore lavorate in meno.
    Un dipendente costa (dipende)... diciamo 10 euro
    l'ora per una segretaria? Sono gia' 250 euro per
    il primo anno, se va bene e altri 150 per il
    secondo Per il secondo? Mi aspetto che dopo un anno i problemi di adattamento siano ridotti.Inoltre, se fai una stima su un periodo superiore ai tre anni, probabilmente dovresti includere l'obbligato passaggio di piattaforma che M$ riserva ai suoi affezionati clienti. Passaggio, che come probabilmente sai, non e' esattamente indolore...Il passaggio a OO e' probabilmente da valutare piu' dal punto di vista strategico che del vantaggio immediato...
  • Anonimo scrive:
    breve considerazione opportunistica
    Non aggiungo commenti in merito a winodws vs Linux, Java vs .NET, MSOffice vs OpenOffice, dal momento che ne sono stati fatti già molti.Sono un sostenitore del "buon" software, open o closed che sia.Sono convinto che Linux sia un'ottima scelta per molti server e meno convinto che sia una buona scelta per i client, almeno per un'utenza normale e un po' "imbranata" (nel senso buono, senza offesa per nessuno).Una sola considerazione schifosamente opportunistica: per mettere in piedi una web application su windows ho bisogno di licenza per il sistema operativo, per il database e per i tools di sviluppo. Basta così?..Dall'altra parte mi basta un hardware decente, un bel linux, un'application server java ed uno strumento di sviluppo tra i tanti free.E non venitemi a parlare di qualità.Linux è stabile. Tomcat è stabile. Eclipse è stabile.Java è "maturo" e le librerie "fanno quello che dicono di fare".Mi fa molto piacere leggere commenti di persone che dicono "in nessuna azienda il costo del software non è un problema". Purtroppo io mi muovo in una realtà in cui il costo del software è un problema eccome!Per me fa una bella differenza prospettare ad un cliente una spesa di 100 per il mio lavoro senza alcuna necessità di comprare licenze per altro software oppure dirgli "100 per me e altri 100 (o più) per sistema operativo, database ecc".E non parlo di sitini web, parlo di gestionali.Poi, è ovvio, ci vuole coerenza, per cui quello che sto sviluppando lo rilascio open.
  • Anonimo scrive:
    Semplicemente non ci sono...
    Gli strumenti di deployment e gestione.E se non ce li mette Novell nessuno è in grado di farlo.
  • Anonimo scrive:
    Abitudini consolidate
    io sto facendo il consulente informatico e mi sono specializzatoi in soluzioni basate su Linux. Ho chiesto al'assessore all'informatica della mia città se esiste la possibilità di una migrazione a Linux, ma lui mi ha risposto dicendo "ma cosa vuoi far passare, qui la maggior parte della gente non sa neanche usare Outlook Express per la posta elettronica e vuoi farli passare ad un mondo tutto diverso?"no comment...
    • francescor82 scrive:
      Re: Abitudini consolidate
      - Scritto da: Anonimo
      io sto facendo il consulente informatico e mi
      sono specializzatoi in soluzioni basate su Linux.
      Ho chiesto al'assessore all'informatica della mia
      città se esiste la possibilità di una migrazione
      a Linux, ma lui mi ha risposto dicendo "ma cosa
      vuoi far passare, qui la maggior parte della
      gente non sa neanche usare Outlook Express per la
      posta elettronica e vuoi farli passare ad un
      mondo tutto diverso?"

      no comment...Però rassegnarsi è male. Prova a fargli vedere una distribuzione live, magari gli interessa.
    • Alessandrox scrive:
      Re: Abitudini consolidate
      - Scritto da: Anonimo
      io sto facendo il consulente informatico e mi
      sono specializzatoi in soluzioni basate su Linux.
      Ho chiesto al'assessore all'informatica della mia
      città se esiste la possibilità di una migrazione
      a Linux, ma lui mi ha risposto dicendo "ma cosa
      vuoi far passare, qui la maggior parte della
      gente non sa neanche usare Outlook Express per la
      posta elettronica e vuoi farli passare ad un
      mondo tutto diverso?"

      no comment...Ma infattiInnanzitutto proprio perche' non sanno usare gli strumenti windows non sono ancora fissati su delle abitudini consolidate e poi questo non vuol dire che altri strumenti siano piu' difficili... anzi.POi la soluzione e' semplice: nel caso specifico basta fargli provare gli stessi strumenti anche su Win: thunderbird (ma anche OO e altri) non esiste per entrambe le piattaforme?Una volta imparato ad usare TB usarlo su win piuttosto che su linux e' praticamente indifferente.
  • Anonimo scrive:
    Ma perché passare a Linux...
    ...quando c'è ReactOS ???www.reactos.orgMarco Radossevichnota: comunque le PA comincieranno a migrare dopo l'uscita di OpenOffice v2.0 (che integra il database)http://download.openoffice.org/2.0beta2/index.html
  • Anonimo scrive:
    anche questa settimana 2500 linux in piu
    "Hundreds of schools in the south Italian province of Bolzano have migrated from Windows XP to Linux for the forthcoming academic year."non saranno tedeschi, ma sud-tirolesi si"This initiative, supported and funded by the Italian Scholastic Intendancy of the Province of Bozen [4], the European Social Fund [5] and the Center for Professional Formation in italian language CTS "LuigiEinaudi" [6], with the partecipation of all the public and private schools, will give to all the students, families, teachers and operators from the educational world, the opportunity to easily use a entirely free operating system, both at school and at home."http://gnomedesktop.org/node/2386Quindi in Italia non sono proprio tutti decerebratiGrazie ragazzi.
    • Anonimo scrive:
      Re: anche questa settimana 2500 linux in
      - Scritto da: Anonimo
      http://gnomedesktop.org/node/2386Chi è quel fenomeno che ha spinto la scuola a mettere GNOME ?Cazzo ma una bella kde non era meglio ?
      • Anonimo scrive:
        Re: anche questa settimana 2500 linux in
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        http://gnomedesktop.org/node/2386

        Chi è quel fenomeno che ha spinto la scuola a
        mettere GNOME ?
        Cazzo ma una bella kde non era meglio ?l'importante è sapere/usare alternative... una volta imparato a usare gnome uno può anche passare a kde...
        • Anonimo scrive:
          Re: anche questa settimana 2500 linux in
          - Scritto da: Anonimo
          l'importante è sapere/usare alternative... una
          volta imparato a usare gnome uno può anche
          passare a kde...Gnome obbiettivamente parlando è il desktop scarsodi linux vorrei capire quali sono state le motivazionitutto qui.....
          • Anonimo scrive:
            Re: anche questa settimana 2500 linux in
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            l'importante è sapere/usare alternative... una

            volta imparato a usare gnome uno può anche

            passare a kde...

            Gnome obbiettivamente parlando è il desktop scarso
            di linux vorrei capire quali sono state le
            motivazioni
            tutto qui.....E' una questione di gusti.Cion Linux hai vasta scelta di desk-top, non solo GNOME e KDE.GNOME e GKE sono solo i desk-top più noti e ricchi di funzionalità x linux, ma non i soli, ne esistono perlomeno un' altra ventina con funzionalità e caratteristiche x tutti i gusti.Figurati che con Linux esiste anche la console (anzi, achi qui tante console.....)a linea di comando con il cursore del mouse che flascia in attesa di comandi.
          • Anonimo scrive:
            9 --
          • Anonimo scrive:
            9 --
          • Anonimo scrive:
            Re: anche questa settimana 2500 linux in
            Cos'è ??? Cambiate argomento ???L'articolo parla della fregatura che hanno avuto con Linux e voi dibattete su GNOME ???Se non sapevate cosa dire potevate risparmiarvi questi post.
          • Anonimo scrive:
            Re: anche questa settimana 2500 linux in

            L'articolo parlal'articolo che non hai letto parla del fatto che a monacola migrazione prenderà piu tempo: tedeschi, genteseria, ci mettono un po ma fanno le cose beneintanto rosica i 2500 xp buttati nel cesso dallescuole di bolzano, per il resto c'è tempo
          • Anonimo scrive:
            9 --
      • Anonimo scrive:
        Re: anche questa settimana 2500 linux in

        Chi è quel fenomenosarà uno che ha appena provato gnome 2.12 cheè davvero un bel desktop, piu facile e pulito di kde,anche se a me piacciono molt entrambi (non riescoproprio a decidermi, devo averli tutti e due)
  • Anonimo scrive:
    I motivi?
    Sarei molto curioso di conoscere i motivi della scelta, ma l'articolo (molto superficiale e senza link di approfondimento) non li cita...
    • Anonimo scrive:
      Re: I motivi?
      - Scritto da: Anonimo
      Sarei molto curioso di conoscere i motivi della
      scelta, ma l'articolo (molto superficiale e senza
      link di approfondimento) non li cita...Si parla di problema culturale, il che e' abbastanza ovvio per chiunque abbia avuto a che fare con una PA
  • Anonimo scrive:
    Diciamocelo il fenomeno linux è out
    Come tutte le cose di questo mondo anche linux è immune alla sacra legge del consenso.si certo durante tutto questo tempo linux ha cavalcato l'onda a forza di hype e societa senza scurpoli piene di soldi (IBM ?) ma adesso che il mostro Microsoft sembrain declino ecco che arriva la vera punta di diamante per i prossimi 10 anni GOOGLE.le mie previsioni sonolinux si tiene la sua fetta di mercato server del 30 35%il desktop per altri 10 anni è di windows (pochi cazzi i dati parlano chiaro provate voi a scansare il 90% di market share in meno di 10 15 anni)FreeBSD torna in auge e si riprende qualche punto percentuale su internetNovell va in fallimento con le sue cazzate tipo monognome NLDRedhat si salva solo perchè lavora sul mercato dei serversUbuntu torna ad essere l'ennesimo clone debian
    • Anonimo scrive:
      Re: Diciamocelo il fenomeno linux è out
      - Scritto da: Anonimo
      Come tutte le cose di questo mondo anche linux è
      immune alla sacra legge del consenso.
      si certo durante tutto questo tempo linux ha
      cavalcato l'onda a forza di hype e societa senza
      scurpoli piene di soldi (IBM ?) ma adesso che il
      mostro Microsoft sembra
      in declino ecco che arriva la vera punta di
      diamante per i prossimi 10 anni GOOGLE.GOOGLE?E che cazzo è GOOGLE?Un motore di ricerca è GOOGLE?Se Microsoft ha tritato le palle per 15 e passa anni, GOOGLE non comincerà nemmeno....Sai dove te lo puoi infilare GOOGLE?
      • Anonimo scrive:
        Re: Diciamocelo il fenomeno linux è out
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Come tutte le cose di questo mondo anche linux è

        immune alla sacra legge del consenso.

        si certo durante tutto questo tempo linux ha

        cavalcato l'onda a forza di hype e societa senza

        scurpoli piene di soldi (IBM ?) ma adesso che il

        mostro Microsoft sembra

        in declino ecco che arriva la vera punta di

        diamante per i prossimi 10 anni GOOGLE.

        GOOGLE?
        E che cazzo è GOOGLE?
        Un motore di ricerca è GOOGLE?
        Se Microsoft ha tritato le palle per 15 e passa
        anni, GOOGLE non comincerà nemmeno....
        Sai dove te lo puoi infilare GOOGLE?Vaffangoogle? (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: Diciamocelo il fenomeno linux è out
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Come tutte le cose di questo mondo anche
          linux è


          immune alla sacra legge del consenso.


          si certo durante tutto questo tempo linux ha


          cavalcato l'onda a forza di hype e societa
          senza


          scurpoli piene di soldi (IBM ?) ma adesso che
          il


          mostro Microsoft sembra


          in declino ecco che arriva la vera punta di


          diamante per i prossimi 10 anni GOOGLE.



          GOOGLE?

          E che cazzo è GOOGLE?

          Un motore di ricerca è GOOGLE?

          Se Microsoft ha tritato le palle per 15 e passa

          anni, GOOGLE non comincerà nemmeno....

          Sai dove te lo puoi infilare GOOGLE?

          Vaffangoogle? (rotfl):|:|:|:|:'(:'(:'(:'(8)8)8)8)
          • Anonimo scrive:
            Re: Diciamocelo il fenomeno linux è out
            - Scritto da: Anonimo

            Vaffangoogle? (rotfl)

            8)8)8)8):s
    • Anonimo scrive:
      Re: Diciamocelo il fenomeno linux è out
      - Scritto da: Anonimo
      Ubuntu torna ad essere l'ennesimo clone debian Ubuntu CLONE Debian?Ma che sei scemo?!!Ci sei o ci fai?
      • Anonimo scrive:
        Re: Diciamocelo il fenomeno linux è out
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        Ubuntu torna ad essere l'ennesimo clone debian
        Ubuntu CLONE Debian?
        Ma che sei scemo?!!
        Ci sei o ci fai?che ti credi che è ubuntu ? una distribuzione del cazzotale e quale a debaian
        • Anonimo scrive:
          Re: Diciamocelo il fenomeno linux è out
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo




          Ubuntu torna ad essere l'ennesimo clone debian

          Ubuntu CLONE Debian?

          Ma che sei scemo?!!

          Ci sei o ci fai?

          che ti credi che è ubuntu ? una distribuzione del
          cazzo
          tale e quale a debaianParli senza sapere di che parli. Devi esser un PRETORIANO della classe DEBOSCIATI!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Diciamocelo il fenomeno linux è out
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo




          Ubuntu torna ad essere l'ennesimo clone debian

          Ubuntu CLONE Debian?

          Ma che sei scemo?!!

          Ci sei o ci fai?

          che ti credi che è ubuntu ? una distribuzione del
          cazzo
          tale e quale a debaianHai capito tutto.Grazie del tuo contributo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Diciamocelo il fenomeno linux è out
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo




          Ubuntu torna ad essere l'ennesimo clone debian

          Ubuntu CLONE Debian?

          Ma che sei scemo?!!

          Ci sei o ci fai?

          che ti credi che è ubuntu ? una distribuzione del
          cazzo
          tale e quale a debaian ^^^^^^^^^debaian ? arf! arf! bau! bau!
    • Anonimo scrive:
      Re: Diciamocelo il fenomeno linux è out
      Perle regalate ai porci caro mio.....Questi non ammetteranno mai di aver perso tempocon un SO destinato al fallimento
      • Anonimo scrive:
        Re: Diciamocelo il fenomeno linux è out
        - Scritto da: Anonimo
        Perle regalate ai porci caro mio.....
        Questi non ammetteranno mai di aver perso tempo
        con un SO destinato al fallimentoAppunto MS è roba da trivio!
        • Anonimo scrive:
          Re: Diciamocelo il fenomeno linux è out
          - Scritto da: Anonimo

          Perle regalate ai porci caro mio.....

          Questi non ammetteranno mai di aver perso tempo

          con un SO destinato al fallimento

          Appunto MS è roba da trivio!Io non ho mai perso tempo con lo sviluppo di windows, la sua difesa ad oltranza, o per configurarci un driver
        • Anonimo scrive:
          Re: Diciamocelo il fenomeno linux è out
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Perle regalate ai porci caro mio.....

          Questi non ammetteranno mai di aver perso tempo

          con un SO destinato al fallimento

          Appunto MS è roba da trivio!come mai allora per winzozz escono sempre patch per tappare enormi falle nella sicurezza dei suoi programmi???
    • Anonimo scrive:
      Re: ma che 90%?
      - Scritto da: Anonimo
      il desktop per altri 10 anni è di windows
      (pochi cazzi i dati parlano chiaro provate voi a
      scansare il 90% di market share in meno di 10 15
      anni)
      Windows ha il 90% dei desktop se calcoli anche il mac, in caso contrario ha il 99%.E Linux è all'1% scarso, dopo 10 anni di evangelizzazione porta a porta dei fanatici.Per scalzare Windows (o Vista... o come si chiameranno i prossimi so di MS) dai desktop a Linux serviranno almeno 999 anni. Ti ripeto, l'incremento effettivo di Linux è dello 0,1% all'anno.
      • zauber scrive:
        Re: ma che 90%?

        se calcoli anche il machahaha !!!!! perché secondo te il mac ha il 9% ??mi scompiscio dalle risa e mando peti alla tua salute !la apple se avesse in tutto il mondo la meta dell'installato di linux nella sola cina direbbe che ha il 25% !!hahahah!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: ma che 90%?
        - Scritto da: Anonimo

        scansare il 90% di market share in meno di 10 15
        ...
        Windows ha il 90% dei desktop se calcoli anche il
        mac, in caso contrario ha il 99%.
        E Linux è all'1% scarso, dopo 10 anni di
        ...
        Linux serviranno almeno 999 anni. Ti ripeto,
        l'incremento effettivo di Linux è dello 0,1%Lo sai che a dare certo numeri ai tempi ti si sarebbero schiuse le porte del manicomio e fatta indossare una strana camicia?Ma che 90-99%?Ma come la spiegheresti tanta paura di M$ verso Linux da doversene sempre difendere davanti alla stampa?Linux ha una diffusione desktop semplicemente sconosciuta.Il 2-3% delle fonti ufficiali sulla sua diffusione sui desktop privati si riferisce alle distribuzioni commerciali di cui si ha notizie di vendita.Per non parlare delle installazioni server che invece sono altissime, specie se si va nei paesi in via di sviluppo come India e Cina.
        • Anonimo scrive:
          Re: ma che 90%?
          un sito a casohttp://www.inter-rail.it/modules.php?op=modload&name=Stats&file=indexindovina cos'e' il 9% sconosciuto?ciaobye
          • Anonimo scrive:
            Re: ma che 90%?
            così poco per konqueror? :(
          • Anonimo scrive:
            Re: ma che 90%?
            firefox non conta come konqueror ma come netscape ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: ma che 90%?
            - Scritto da: Anonimo
            un sito a caso

            http://www.inter-rail.it/modules.php?op=modload&na

            indovina cos'e' il 9% sconosciuto?A me piacerebbe invece indovinare il 4.8% di BeOS...
      • Anonimo scrive:
        Re: ma che 90%?
        Evangelizzazione?! non dire certe parole che fanno a dir poco ribrezzo e lasciale ai preti e agli altri robi della chiesa. Chiamala conversione che è meglio
    • Anonimo scrive:
      Re: Diciamocelo il fenomeno linux è out

      Come tutte le cose di questo mondo anche linux è
      immune alla sacra legge del consenso.
      Assolutamente d'accordo. E` l'open source quello da promuovere !!!Marco Radossevich
    • Anonimo scrive:
      Re: Diciamocelo il fenomeno linux è out
      vallo a dire agli utenti che dal 2007 si torvberanno di fronte Windows Vista 2007 pieno zeppo di DRM, TCPA e chi più ne ha più ne metta..meglio tenersi il vecchio PC e W LINUX!!!- Scritto da: Anonimo
      Come tutte le cose di questo mondo anche linux è
      immune alla sacra legge del consenso.
      si certo durante tutto questo tempo linux ha
      cavalcato l'onda a forza di hype e societa senza
      scurpoli piene di soldi (IBM ?) ma adesso che il
      mostro Microsoft sembra
      in declino ecco che arriva la vera punta di
      diamante per i prossimi 10 anni GOOGLE.

      le mie previsioni sono

      linux si tiene la sua fetta di mercato server del
      30 35%

      il desktop per altri 10 anni è di windows
      (pochi cazzi i dati parlano chiaro provate voi a
      scansare il 90% di market share in meno di 10 15
      anni)

      FreeBSD torna in auge e si riprende qualche punto
      percentuale su internet

      Novell va in fallimento con le sue cazzate tipo
      mono
      gnome NLD

      Redhat si salva solo perchè lavora sul mercato
      dei servers

      Ubuntu torna ad essere l'ennesimo clone debian
    • Anonimo scrive:
      Re: Diciamocelo il fenomeno linux è out
      - Scritto da: Anonimo
      in declino ecco che arriva la vera punta di
      diamante per i prossimi 10 anni GOOGLE.Ci puo stare google ora come ora è l'unica società con cash fresco pronto da spendere.
      le mie previsioni sono
      linux si tiene la sua fetta di mercato server del
      30 35%puo darsi
      il desktop per altri 10 anni è di windows
      (pochi cazzi i dati parlano chiaro provate voi a
      scansare il 90% di market share in meno di 10 15
      anni)Anche qui sono daccordo Linux non riuscirà mai a sfondare la soglia del 5% è troppo schifoso chi dice il contrario è un fissato.
      Novell va in fallimento con le sue cazzate tipo
      mono
      gnome NLDNovell non ha mai capito cosa significa open sourceha comprato pezzi di societa che stanno in concorrenza fra di loro (Suse Ximian )da pazzi.Questa tra un paio di anni sarà costretta a ridimensionare tutto sicuro al 100%.
      Redhat si salva solo perchè lavora sul mercato
      dei serversRedHat zitta zitta è l'unica entita open source con il cervello funzionante a capito subito prima delle altreche il segmento desktop è un suicidio ha scaricatouna ciofeca free per i fattoni (Fedora) e si tiene i clienti che pagano sui server. ottimo :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Diciamocelo il fenomeno linux è out
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        in declino ecco che arriva la vera punta di

        diamante per i prossimi 10 anni GOOGLE.

        Ci puo stare google ora come ora è l'unica
        società con cash fresco pronto da spendere.



        le mie previsioni sono

        linux si tiene la sua fetta di mercato server
        del

        30 35%

        puo darsi


        il desktop per altri 10 anni è di windows

        (pochi cazzi i dati parlano chiaro provate voi a

        scansare il 90% di market share in meno di 10 15

        anni)

        Anche qui sono daccordo Linux non riuscirà mai a
        sfondare la soglia del 5% è troppo schifoso
        chi dice il contrario è un fissato.
        ... poi ci sono i fissati che usano drm/tcpa/palladium/nsgcb/vista... per ascoltare gli mp3


        Novell va in fallimento con le sue cazzate tipo

        mono

        gnome NLD

        Novell non ha mai capito cosa significa open
        sourcetu si...
        ha comprato pezzi di societa che stanno in
        concorrenza fra di loro (Suse Ximian )da pazzi.
        Questa tra un paio di anni sarà costretta a
        ridimensionare tutto sicuro al 100%.
        chi sei wanna marchi ?

        Redhat si salva solo perchè lavora sul mercato

        dei servers

        RedHat zitta zitta è l'unica entita open source
        con il cervello funzionante a capito subito prima
        delle altre
        che il segmento desktop è un suicidio ha scaricato
        una ciofeca free per i fattoni (Fedora) e si
        tiene i clienti che pagano sui server.
        ottimo :)

        ... tu sei quello che ha tirato su un AS con debian nel '98... ti si riconosce dal post di ieri...
      • lele2 scrive:
        Re: Diciamocelo il fenomeno linux è out

        RedHat zitta zitta è l'unica entita open source
        con il cervello funzionante a capito subito prima
        delle altre
        che il segmento desktop è un suicidio ha scaricato
        una ciofeca free per i fattoni (Fedora) e si
        tiene i clienti che pagano sui server.
        ottimo :)

        pare che red hat ci abbia ripensato per il desktop
    • Anonimo scrive:
      Re: Diciamocelo il fenomeno linux è out
      - Scritto da: Anonimo
      i dati parlano chiaro provate voi a
      scansare il 90% di market share in meno di 10 15
      anni)Fancu'Mr.Netscape
  • Anonimo scrive:
    Per far venir voglia ai tedeschi..
    Sarebbe bastato inserire in Linux uno spashscreen con la Britney Spears e la Madonna che si limonano..., coi tedeschi bisogna giocare sporco.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per far venir voglia ai tedeschi..
      - Scritto da: Anonimo
      Sarebbe bastato inserire in Linux uno spashscreen
      con la Britney Spears e la Madonna che si
      limonano..., coi tedeschi bisogna giocare sporco.Meglio uno con xr2002 che si fa la BOVE con l' INFOJATA......
  • Anonimo scrive:
    A proposito dei 2 anni
    L' articolista si è dimenticato di dire che il Comune di Monaco è stato bloccato per più di un anno alla traslazione da microsoft a LINUX e all' Open Source a causa della direttiva imminente sulla brevettabilità dei SW in Europa, direttiva che è stata recentemente definitivamente respinta.......Piccolo particolare che sarebbe stato giusto ricordare per imparzialità per lo meno.
    • Anonimo scrive:
      Re: A proposito dei 2 anni
      - Scritto da: Anonimo
      L' articolista si è dimenticato di dire che il
      Comune di Monaco è stato bloccato per più di un
      anno alla traslazione da microsoft a LINUX e all'
      Open Source a causa della direttiva imminente
      sulla brevettabilità dei SW in Europa, direttiva
      che è stata recentemente definitivamente
      respinta.......
      E appena respinta ha respinto linux.
    • Anonimo scrive:
      Re: A proposito dei 2 anni
      Mi sembra una cazzata assolutalink?
  • Anonimo scrive:
    2005 l'anno del declino
    Nel 2005 Linux inizia a perdere velocemente quota in compenso abbiamoApple TigerApple che va su IntelWindows Vista quasi prontoGoogle con i suoi tool microsoft only Windows Server 2003 che inizia a sbatorrareé innegabile il 2005 è stato un disastro per linux io sono gia saltato sul carro dei vincenti
    • lele2 scrive:
      Re: 2005 l'anno del declino
      -

      é innegabile il 2005 è stato un disastro per
      linux
      io sono gia saltato sul carro dei vincentiprendi in considerazione che se non ci fosse stata un po di concorrenza col cavolo che avresti widows vista IE 7 office12perche mai la microsoft dovrebbe aggiornarsiper fare concorenza a se stessa!!!ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: 2005 l'anno del declino
      - Scritto da: Anonimo
      é innegabile il 2005 è stato un disastro per
      linux io sono gia saltato sul carro dei vincentiMa hai vinto cosa l'imminente infiltrazione di Micro$oft e delle aziende ed enti a lei legati, nei ca%%i tuoi e la negazione di qualsiasi diritto digitale, attraverso Palladium?Non c'è che dire, proprio una scelta vincente...
    • Anonimo scrive:
      Re: 2005 l'anno del declino
      Nel 2005- Scritto da: Anonimo
      Linux inizia a perdere velocemente quotaHai sbagliato a digitare correttamente:Linux inizia a prendere velocemente quotaPuoi guardare le statistiche con Google.
      in compenso abbiamo
      Apple Tiger
      Apple che va su IntelQuesto significa una transazione di utenti nel mondo Unix, questa è una cosa buona.Devo ricordarti anche quanti e quali prodotti hanno o stanno passando a GNU/Linux?
      Windows Vista quasi prontoCi vorrà ancora un buon lasso di tempo durante il quale l'Open Source continua a rilasciare, tutti i giorni, versioni sempre migliori dei propri software.
      Google con i suoi tool microsoft onlyControlla bene, Google promuove l'Open Source.Vogliamo invece parlare di tool (plugin) per i browser? Credo che Firefox basti da solo contro a tutti quelli proprietari.
      Windows Server 2003 che inizia a sbatorrareNel senso che comincia ad essere vecchio? :P
      é innegabile il 2005 è stato un disastro per
      linux
      io sono gia saltato sul carro dei vincentiDiciamo che ci sei rimasto, anche se non è ancora detto chi vincerà e come si vincerà.
      • Anonimo scrive:
        Re: 2005 l'anno del declino
        - Scritto da: Anonimo
        Controlla bene, Google promuove l'Open Source.Si certo come no Google MapsGDSPikasaGtalk
        Vogliamo invece parlare di tool (plugin) per i
        browser? Credo che Firefox basti da solo contro a
        tutti quelli proprietari.Firefox è di google http://www.scroogle.org
  • Anonimo scrive:
    Chissà come mai le FERROVIE TEDESCHE...
    Hanno completato la migrazione da microsoft a linux e SW Open Source sia lato Server che desk-top e tutti vivono felici e contenti.Abbattimente dei costi SW del 30xcento, niente + virus, stabilità dei sistemi, facilità degli aggiornamenti, ........etc....etc....Lo stesso succederà con il Comune di Monaco checchè i piduisti ne dicano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Chissà come mai le FERROVIE TEDESCHE
      - Scritto da: Anonimo
      Hanno completato la migrazione da microsoft a
      linux e SW Open Source sia lato Server che
      desk-top e tutti vivono felici e contenti.
      Abbattimente dei costi SW del 30xcento, niente +
      virus, stabilità dei sistemi, facilità degli
      aggiornamenti, ........etc....etc....

      Lo stesso succederà con il Comune di Monaco
      checchè i piduisti ne dicano.Ti rispondo io (comunque se leggi il post di Mechano avrai molte delle risposte).Nei comuni c'è un sacco di software basato su software M$. Quasi tutto usa Access, Excel e Word (le Macro) e il resto è programmato in VB.Non si tratta quindi semplicemente di prendere un SO e piazzarci sopra un altro SO o di sostituire M$ Office con OpenOffice, ma si tratta di convertire tutte le applicazioni che al momento girano su Windows per farle funzionare su Linux. Essendo queste applicazioni scritte per un SO chiuso che utilizza API proprietarie e non standard (anzi, studiate apposta per creare il massimo disagio a chiunque voglia migrare ad altro SO) e con strumenti cui non esiste porting per altre piattaforme è ovvio che il lavoro di conversione richiede un sacco di tempo.Se poi a questo ci aggiungi che le ditte che prima fornivano di software il comune di Monaco si sono lasciate legare mani e piedi a M$ e non si sono nemmeno mai poste il problema di studiare Linux prima (o anche Unix in generale) capisci che non solo tradurre il software esistente per Linux richiede un sacco di tempo e non si può fare in un salto unico, ma molto di questo tempo e di questi problemi è dovuto al fatto che quasi nessuno (fra i fornitori di prima) sa come si fa questo passaggio.Per imparare a sviluppare per Linux prima bisogna passare 1 annetto come utente, non è pensabile che uno sviluppatore Windows possa mettersi dall'oggi al domani a sviluppare per Linux... e se lo fa non fa altro che una marea di disastri. Linux è molto diverso da Windows, in Linux ci sono concetti che in Windows nemmeno esistono (e viceversa), ciò che in Windows si faceva in un modo in Linux si fa in modi a volte completamente diversi (più semplici solitamente... almeno per uno che sa dove mettere le mani).Questo è comunque il risultato di essere diventati così dipendenti dalle tecnologie M$ da non essere capaci di fare nulla senza di esse... non perché le alternative non esistono, ma semplicemente perché nessuno si è mai posto il problema prima.Probabilmente le ferrovie tedesche erano meno dipendenti dalle tecnologie M$ oppure si sono affidate subito a ditte con forte conoscenza di Linux o magari la transizione è cominciata dietro le quinte diversi anni addietro.Certo, Monaco passerà a Linux, è loro intenzione farlo (come risalta anche dall'articolo), non ci hanno rinunciato affatto, ma si sono resi conto che non si può semplicemente fare il passaggio in una notte, ma questo passaggio richiede tempo. Richiede tempo perché i fornitori di software famigliarizzino con Linux e le sue regole, richiede tempo perché i software vengano tradotti, richiede tempo per insegnare ai dipendenti ad usare il nuovo SO e i nuovi software, ecc.Ovviamente una volta che la transizione sarà completata con successo tutto si semplificherà notevolmente, gli aggiornamenti saranno più facili, il mantenimento della sicurezza pure, e ci saranno sicuramente fortissimi risparmi che scavalcheranno di gran lunga le spese sostenute durante la transizione, anzi... più anni passeranno e maggiore sarà il guadagno. Oltre che naturalmente avere pieno controllo dei propri sistemi informatici e non dover più dipendere da ditte estere creando quindi ricchezza a Monaco e non a Redmond.
      • Anonimo scrive:
        Re: Chissà come mai le FERROVIE TEDESCHE

        Ovviamente una volta che la transizione sarà
        completata con successo tutto si semplificherà
        notevolmente, gli aggiornamenti saranno più
        facili, il mantenimento della sicurezza pure, e
        ci saranno sicuramente fortissimi risparmi che
        scavalcheranno di gran lunga le spese sostenute
        durante la transizione, anzi... più anni
        passeranno e maggiore sarà il guadagno. Oltre che
        naturalmente avere pieno controllo dei propri
        sistemi informatici e non dover più dipendere da
        ditte estere creando quindi ricchezza a Monaco e
        non a Redmond.GRANDISSIMA INCOGNITA nel teorema (ancora da dimostrare)A mio modo di vedere la migrazione di Monaco costerà un fottio di soldi con i quali il comune si sarebbe garantito almeno 10-15 anni di licenze microsoft.Costa di più un giorno di lavoro di una persona a Monaco che "cerca" di migrare un singolo desktop da windows a linux oppure una licenza di xp?Guarda che la cosa vale anche al contrario.Se tutti i desktop fossero linux e si volesse passare a windows, la cosa sarebbe la stessa, costerebbe un pacco di soldi per ottenere che cosa? Siamo fighi siamo belli siamo rocco e i suoi fratelli? Poveri noi, l'ideologia che si impadronisce dell'informatica è la cosa più penosa che poteva capitare in questo mondo.
        • lele2 scrive:
          Re: Chissà come mai le FERROVIE TEDESCHE


          GRANDISSIMA INCOGNITA nel teorema (ancora da
          dimostrare)
          A mio modo di vedere la migrazione di Monaco
          costerà un fottio di soldi con i quali il comune
          si sarebbe garantito almeno 10-15 anni di licenze
          microsoft.
          Costa di più un giorno di lavoro di una persona a
          Monaco che "cerca" di migrare un singolo desktop
          da windows a linux oppure una licenza di xp?
          Guarda che la cosa vale anche al contrario.
          Se tutti i desktop fossero linux e si volesse
          passare a windows, la cosa sarebbe la stessa,
          costerebbe un pacco di soldi per ottenere che
          cosa? Siamo fighi siamo belli siamo rocco e i
          suoi fratelli?
          Poveri noi, l'ideologia che si impadronisce
          dell'informatica è la cosa più penosa che poteva
          capitare in questo mondo.e dopo 10 15 anni sei di nuovo da capounico fornitore microsotfe ti attacchie comprando licenze made in USA non si creano aziende in locopoi gli sviluppatori tedeschi verranno tutti assunti a Redmond oppure rimaranno in patria a fare asp/net a progetto per 300 euro quando va bene
      • Anonimo scrive:
        Re: Chissà come mai le FERROVIE TEDESCHE
        Ho provato RealBasic con successo e posso dire che (a parte alcune piccole differenze) è assibilabile a VB, con l'aggiunta che puoi compilare per Win, Linux e Mac OSX.Anche il .NET aiuta in questo senso (il progetto Mono, consente di far girare programmi su qualunque piattaforma), anche se siamo ancora agli albori.Java è stato il precursore di tutto questo, ma quanto a prestazioni andiamo maluccio (per un gestionale sono comunque accettabili)Se si cominciassero ad usare prodotti così, non avremmo alcun problema di porting.
        • Anonimo scrive:
          Re: Chissà come mai le FERROVIE TEDESCHE

          Se si cominciassero ad usare prodotti cosìsecondo me molti stanno cominciano a uscire dall'ottica che si puo avere il sistema che vuoi purcheabbia la schermata blu della morte e sia marchiatoms: ormai è un fatto tecnico e culturale assodato
      • Anonimo scrive:
        Re: Chissà come mai le FERROVIE TEDESCHE
        Oltre che
        naturalmente avere pieno controllo dei propri
        sistemi informatici e non dover più dipendere da
        ditte estere creando quindi ricchezza a Monaco e
        non a Redmond.E le CPU allora? Tutti soldi che vanno alla INTEL!! Forza dai comicia a sviluppare il tuo processore open source :DP.S. fatti pure aiutare dalla ferrovie tedesche, magari andrà a carbone però sarà puntualissimo :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Chissà come mai le FERROVIE TEDESCHE
          - Scritto da: Anonimo
          Oltre che

          naturalmente avere pieno controllo dei propri

          sistemi informatici e non dover più dipendere da

          ditte estere creando quindi ricchezza a Monaco e

          non a Redmond.

          E le CPU allora? Tutti soldi che vanno alla
          INTEL!! Forza dai comicia a sviluppare il tuo
          processore open source :D
          P.S. fatti pure aiutare dalla ferrovie tedesche,
          magari andrà a carbone però sarà puntualissimo :DFarei poco sarcasmo con le schede video hanno già iniziato ed esistono progetti per l'openhardware....
          • Anonimo scrive:
            Re: Chissà come mai le FERROVIE TEDESCHE


            E le CPU allora? Tutti soldi che vanno alla

            INTEL!! Forza dai comicia a sviluppare il tuo

            processore open source :D

            P.S. fatti pure aiutare dalla ferrovie tedesche,

            magari andrà a carbone però sarà puntualissimo
            :D

            Farei poco sarcasmo con le schede video hanno già
            iniziato ed esistono progetti per
            l'openhardware....Certo, certo.. Io sto aspettando le CPU... :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Chissà come mai le FERROVIE TEDESCHE
            - Scritto da: Anonimo


            E le CPU allora? Tutti soldi che vanno alla


            INTEL!! Forza dai comicia a sviluppare il tuo


            processore open source :D


            P.S. fatti pure aiutare dalla ferrovie
            tedesche,


            magari andrà a carbone però sarà puntualissimo

            :D



            Farei poco sarcasmo con le schede video hanno
            già

            iniziato ed esistono progetti per

            l'openhardware....

            Certo, certo.. Io sto aspettando le CPU... :DArriveranno anche quelle.... :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Chissà come mai le FERROVIE TEDESCHE
          Se prendi GNU/linux, lo puoi ricompilare e far girare su una quindicina di architetture, quindi non dipendi da Intel, ma (a parte AMD che usa lo stesso set di istruzioni, o Via, o...), puoi usare PowerPC, i chip della SUN, i nuovi Cell, etc.Prova tu a fare lo stesso con Windos :)Ti sei fatto autogoal ;P
          • Anonimo scrive:
            Re: Chissà come mai le FERROVIE TEDESCHE

            Se prendi GNU/linux, lo puoi ricompilare e far
            girare su una quindicina di architetture, quindi
            non dipendi da Intel, ma (a parte AMD che usa lo
            stesso set di istruzioni, o Via, o...), puoi
            usare PowerPC, i chip della SUN, i nuovi Cell,
            etc.
            Prova tu a fare lo stesso con Windos :)
            Ti sei fatto autogoal ;PP.S. la famiglia windows comprende anche CE e smartphone che vantano il supporto di parecchie architetture.. 1-1 palla al centro ;P
      • Anonimo scrive:
        Re: Chissà come mai le FERROVIE TEDESCHE
        Quoto in PIENO :) Bravo
  • Anonimo scrive:
    chi lavora ha bisogno di
    software comodo da usare. Linux è scomodo. Comunque questa mossa secondo me è stata fatta per far mangiare qualche amico di qualche politico che lavora nel software linux. Solo che adesso dovrà giustificarsi, hanno già buttato parecchi soldi, ne butteranno ancora.
    • Anonimo scrive:
      Re: chi lavora ha bisogno di

      Detto questo credo che sia un'iniziativa lodevole
      da parte di un'amministrazione pubblica e l'unico
      modo per riuscire è fare le cose gradualmente.
      Probabilmente la loro esperienza aiuterà altri
      progetti di questo tipo.
      Oddio magari speriamo non siano proprio dello stesso tipo :p
    • Anonimo scrive:
      Re: chi lavora ha bisogno di
      Dev'essere comodo, si... ma se sono al livello italia stanno usando windows 3.11 e Word 5 :DQuindi anche un tostapane per loro è più comodo :D
    • Anonimo scrive:
      Re: chi lavora ha bisogno di
      silenzio, ascoltate il grande esperto che vi insegna il vero nome di windowsè winzozz, neanche alla microsoft, pardon microzozz lo sapevano.Secondo me l'impiegato non riuscirebbe a migliorare neanche la dimensione dello schermo. Comunque per come parli ti rendi conto che nessuno ti darà mai retta. Questa news mi ha fatto scoprire che sei più fanfarone di quanto pensassi. Mi sa che alla fine sei te che sai fare 4 cose di php e di java e temi che il tempo investito ad imparare linux sia tempo perso e che non riuscirai ad imparare asp e .net
  • Anonimo scrive:
    Ci voglione le palle
    La migrazione a linux e all' Open Source è molto più semplice di quanto certi professoroni interessati vogliono far credere.Basta buttare nel cesso formattando quella cachetta bacata di microsoft e reinstallare linux e l' Open Source.Gli impiegati che si lamentano senza ragione, cacciarli a calci in culo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci voglione le palle
      ecco a voi il nuovo comunismo informaticoobbedite o verrete fucilatiio vado a rimettere il muro a berlino
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci voglione le palle
      - Scritto da: Anonimo
      La migrazione a linux e all' Open Source è molto
      più semplice di quanto certi professoroni
      interessati vogliono far credere.
      Basta buttare nel cesso formattando quella
      cachetta bacata di microsoft e reinstallare linux
      e l' Open Source.
      Gli impiegati che si lamentano senza ragione,
      cacciarli a calci in culo.
      Quando sarai grande capirai che dirigenti pomposi metti un annuncio su un giornaletto e se ne presentano 100.000, gente che lavora, o almeno che dovrebbe, se ne vuoi assumi degli exracomunitari.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci voglione le palle

      La scelta di PHP/MySQL/Apache non è la scelta di
      chi non sa programmare, ma perchè ha il non
      indifferente vantaggio di poter girare su un
      numero enorme di sistemi operativi, compreso
      winzozz.

      Certo non tutto si può fare in PHP, non
      interfacce che devono controllare input o
      macchinari.
      Ma intanto iniziamo col gestionale a maschere e
      template che deve interagire con anagrafiche e
      dare in output record, stampe e report; ossia
      l'80% dei gestionali.

      __
      Mr. MechanoV-A-N-G-E-L-O!Come dice il saggio "Ogni lavoro, ha il suo strumento".Quindi ti suggerisco anche di considerare che forse per alcuni lavori MS basta ;)Ah, per inciso io MS l'ho abbandonato da tempo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci voglione le palle
        - Scritto da: Anonimo

        La scelta di PHP/MySQL/Apache non è la scelta di

        chi non sa programmare, ma perchè ha il non

        indifferente vantaggio di poter girare su un

        numero enorme di sistemi operativi, compreso

        winzozz.



        Certo non tutto si può fare in PHP, non

        interfacce che devono controllare input o

        macchinari.

        Ma intanto iniziamo col gestionale a maschere e

        template che deve interagire con anagrafiche e

        dare in output record, stampe e report; ossia

        l'80% dei gestionali.



        __

        Mr. Mechano

        V-A-N-G-E-L-O!

        Come dice il saggio "Ogni lavoro, ha il suo
        strumento".
        Quindi ti suggerisco anche di considerare che
        forse per alcuni lavori MS basta ;)

        Ah, per inciso io MS l'ho abbandonato da tempo.bravo, peccato che con palladium a M$ ci tornerai 'a forza'...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ci voglione le palle
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          Ah, per inciso io MS l'ho abbandonato

          da tempo.
          bravo, peccato che con palladium a M$ ci
          tornerai 'a forza'...Si siiiii. Se e quando un giorno lontaaaaano ne vedremo uno funzionare che non venga craccato dopo 10 minuti, allora saremo sempre liberi di tornare in campagna ad allevar galline.Che problema c'e' ??? Come vi spaventa cambiare...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci voglione le palle
      - Scritto da: Mechano
      Ora come ora a parte Python e il framework
      wxWindow, solo Java permette una reale
      portabilità.Potresti valutare Mono. Il paradigma di .NET sta dimostrandosi valido tanto quanto J2EE se non di più.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci voglione le palle
        - Scritto da: Anonimo
        Potresti valutare Mono.Usare Mono e' giocare nel giardino di M$... tanto vale usare VB.NET.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ci voglione le palle

          Usare Mono e' giocare nel giardino di M$... tanto
          vale usare VB.NET.Sbagli, il CLI è standard, che poi Microsoft ci faccia aggiunte proprietarie per intrappolare i "developers" questo è vero, ma Mono è una gran cosa a mio parere.
  • Anonimo scrive:
    Ma Reactos ?
    sapevo ceh Reactos e un clone open source di windowsfunziona si o no?ogni tanto vado sul loro sito ma pero la iso da 10 mega mi pare troppo piccole per essere un clone di windows ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma Reactos ?
      E' una prealpha...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma Reactos ?

      sapevo ceh Reactos e un clone open source di
      windows
      Più o meno... è un sistema operativo 100% compatibile con Windows, ma non è un clone.
      funziona si o no?
      Elenchi delle applicazioni testate:http://www.reactos.org/wiki/index.php/ReactOS_Applicationshttp://reactosde.re.funpic.de/applications.phpComunque se vuoi, c'è una lista di software open ancora da provare (l'ho messa in piedi io e sto cercando volontari che mi diano una mano...):http://www.reactos.org/wiki/index.php/Untested_%28open_source%29_software_list
      ogni tanto vado sul loro sito ma pero la iso da
      10 mega mi pare troppo piccole per essere un
      clone di windows ?
      E` Windows che è pieno zeppo di roba inutile.Comunque molte funzionalità non sono ancora state implementate, per cui di certo le dimensioni cresceranno...Marco Radossevich
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma Reactos ?
        - Scritto da: Anonimo
        Comunque se vuoi, c'è una lista di software open
        ancora da provare (l'ho messa in piedi io e sto
        cercando volontari che mi diano una mano...):
        http://www.reactos.org/wiki/index.php/Untested_%28
        Marco Radossevichciao Marco, vorrei dare una mano con questa lista nelle mie capacità, mi sono iscritto al wiki ma prima vorrei capire alcune cose. ho provato a venire sulla chat di reactos ma non risponde nessuno. ho trovato la tua email comunque prima di contattarti volevo sapere, magari riusciamo a contattarci con msn non so... fammi sapere
  • Anonimo scrive:
    E' ineluttabile
    LINUX e l' Open Source caccerà microsoft da tutte le aziende e dalle pubbliche amministrazioni.E' scritto nel DNA di LINUX e dell' Oopen Source.Sbraiti pure microsoft, ma se ne dovrà fare una ragione e adeguarsi al rango marginale di intrattenitrice.
    • bouncey2k scrive:
      Re: E' ineluttabile
      - Scritto da: Anonimo
      LINUX e l' Open Source caccerà microsoft da tutte
      le aziende e dalle pubbliche amministrazioni.
      E' scritto nel DNA di LINUX e dell' Oopen Source.

      Sbraiti pure microsoft, ma se ne dovrà fare una
      ragione e adeguarsi al rango marginale di
      intrattenitrice.concordo..
      • Anonimo scrive:
        Re: E' ineluttabile
        - Scritto da: bouncey2k

        - Scritto da: Anonimo

        LINUX e l' Open Source caccerà microsoft da
        tutte

        le aziende e dalle pubbliche amministrazioni.

        E' scritto nel DNA di LINUX e dell' Oopen
        Source.



        Sbraiti pure microsoft, ma se ne dovrà fare una

        ragione e adeguarsi al rango marginale di

        intrattenitrice.

        concordo..L' unica maniera che ha microsoft per sopravvivere all' avanzata di Linux e dell' Open Source è di convertirsi a produrre filmini porno.....su DVD da dare ai marocchini da distribuire ovviamente.
        • Anonimo scrive:
          Re: E' ineluttabile

          L' unica maniera che ha microsoft per
          sopravvivere all' avanzata di Linux e dell' Open
          Source è di convertirsi a produrre filmini
          porno.....su DVD da dare ai marocchini da
          distribuire ovviamente.Bravo, la disfatta di monaco è un fatto assolutamente occasionale e la vittoria finale non potrà sfuggirci.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' ineluttabile

      LINUX e l' Open Source caccerà microsoft da tutte
      le aziende e dalle pubbliche amministrazioni.
      Guarda che alla MicroSoft non sono così stupidi... hanno già ingaggiato gente dal team di Gentoo, ricordi ?Marco Radossevich
  • Mechano scrive:
    Gli sparagestionali VB
    Come volevasi dimostrare i danni fatti dagli "sparagestionali VB" sono stati più importanti del previsto.Anni di produzione software fatto assemblando widget e interfacce.Programmatori formatisi con un minicorso o peggio da autodidatti.Strumenti miopi e monopiattaforma, e programmatori ancora più miopi che hanno deciso di legarcisi mani e piedi.Sistemi integrati di stampa e reportistica che funzionano solo con MSOffice.CD intrattivi con applicazioni importanti come quelli per leggere le raccolte di codici tributari o le gazzette ufficiali, monopiattaforma e malfunzionanti anche solo se si cambia versione di Winzozz o di qualche dll del Visual Basic.Mediocrità diffusa sia delle abilità di programmazione di questi individui che di chi deve scegliere gli strumenti per una P.A.Java considerato difficile e poco performante, quando è la migliore soluzione multipiattaforma.Ecco cosa ha portato Micro$oft ed il tutto lo ha studiato con minuoziosità di dettagli.Tempo fa in un'azienda per la quale ho lavorato mi capitava sott'occhio un curriculum di un ragazzo che voleva venire a fare lo sviluppatore web PHP/MySQL/Apache.Nella lettera di presentazione scriveva:"Io mi candido per questo lavoro ma mi piacerebbe poter programmare in VB/ASP.NET perchè lo considero un linguaggio moderno ed una piattaforma completa e flessibile.".Cioè io cercavo esperti Linux, PHP, MySQL e lui voleva scegliere di sviluppare per Winzozz?Gli ho risposto: "caro ragazzo, ci abbiamo impiegato un anno per riuscire ad abbandonare Micro$oft, le sue porcherie e i suoi sporchi giochi di mercato, ed ora tu vuoi farci ripiombare tra i suoi tentacoli solo perchè consideri .NET la piattaforma moderna del futuro e vuoi programmare solo per quella?".Se Micro$oft si trova con un potere tale da potere introdurre una cosa pazzesca come Palladium, molto lo si deve a questi meravigliosi cacciavitari di periferia riciclatisi pseudo-programmatori sparagestionali VB con un corso di 2 settimane. Su 20 curriculum di programmatori Visual Basic la metà riportano un lavoro di camionista, commesso di negozio di PC, barman, magazziniere, o operaio e dopo un corso MSDC spuntano fuori come "abili porgrammatori" Visual Basic pronti ad inondare il mercato di programmetti e legarsi, loro e le aziende per cui lavorano o a cui vendono queste porcherie, mani e piedi a Micro$oft.Manco il CEPU sa fare di peggio... :-)Questa migrazione sta avendo difficoltà solo a causa di anni e anni di sviluppo di software e soluzioni integrate solo per i sistemi Micro$oft. Non perchè Linux non sia all'altezza.Perchè su Linux hai comunque un'ampia scelta di tool di sviluppo, linguaggi, widget, interfacce e strumenti di produttività.__Mr. Mechano==================================Modificato dall'autore il 07/09/2005 0.47.08
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli sparagestionali VB

      Come volevasi dimostrare i danni fatti dagli
      "sparagestionali VB" sono stati più importanti
      del previsto.non ti viene il dubbio che alla fine vb6 faccia bene il suo lavoro?
      Programmatori formatisi con un minicorso o peggio
      da autodidatti.ho fatto ingegneria informatica e corsi, alla fine sono stato spreco di tempo e soldi, la vera informatica si impara da soli (e non faccio gestionali)
      Mediocrità diffusa sia delle abilità di
      programmazione di questi individui che di chi
      deve scegliere gli strumenti per una P.A.bla bla bla, e te che sei capace a fare oltre a scroccare il materiale per lavorare?
      Java considerato difficile e poco performante,
      quando è la migliore soluzione multipiattaforma.difficile no, poco performante si rispetto a .net.
      Tempo fa in un'azienda per la quale ho lavorato
      mi capitava sott'occhio un curriculum di un
      ragazzo che voleva venire a fare lo sviluppatore
      web PHP/MySQL/Apache.
      Nella lettera di presentazione scriveva:
      "Io mi candido per questo lavoro ma mi piacerebbe
      poter programmare in VB/ASP.NET perchè lo
      considero un linguaggio moderno ed una
      piattaforma completa e flessibile.".questo ha più occhio di te
      Gli ho risposto: "caro ragazzo, ci abbiamo
      impiegato un anno per riuscire ad abbandonare
      Micro$oft, le sue porcherie e i suoi sporchi
      giochi di mercato, ed ora tu vuoi farci
      ripiombare tra i suoi tentacoli solo perchè
      consideri .NET la piattaforma moderna del futuro
      e vuoi programmare solo per quella?".pensa che esperto che sei, invece di dare una risposta seria hai parlato di ideali e di odio. AhAhahah
      Su 20 curriculum di programmatori Visual Basic la
      metà riportano un lavoro di camionista, commesso
      di negozio di PC, barman, magazziniere, o operaio
      e dopo un corso MSDC spuntano fuori come "abili
      porgrammatori" Visual Basic pronti ad inondare il
      mercato di programmetti e legarsi, loro e le
      aziende per cui lavorano o a cui vendono queste
      porcherie, mani piedi a Micro$oft.raccontacene un'altra che questa nun ce fa ride hai dimostrato ancora una volta di valere meno degli sparagestionali che tu detesti. Che pezzente che sei, mi fai pena
      • Mechano scrive:
        Re: Gli sparagestionali VB
        - Scritto da: Anonimo
        non ti viene il dubbio che alla fine vb6 faccia
        bene il suo lavoro?Se il suo lavoro è legare mani e piedi ai soli prodotti Micro$oft i suoi programmatori ed utizzatori allora non c'è che dire, fa proprio bene il suo lavoro.
        ho fatto ingegneria informatica e corsi, alla
        fine sono stato spreco di tempo e soldi, la vera
        informatica si impara da soli (e non faccio
        gestionali)Pensa io invece sono dell'idea che senza una buona base teorica non si va proprio da nessuna parte. Tu non hai fatto ingegneria, perchè se quella laurea te la sei sudata, ne dovresti spere apprezzare il valore e il significato non tanto pratico o nozionistico, quanto umano e sacrificale.Ergo tu non sei un ingegnere ma l'autodidatta di cui ho sparlato...
        bla bla bla, e te che sei capace a fare oltre a
        scroccare il materiale per lavorare?Analisi, progettazione, sviluppo, test, installazione, formazione, collaudo, customer service, in 180 P.A. italiane da Sondrio fino a Trapani e il distretto ASL di Pantelleria.
        difficile no, poco performante si rispetto a
        .net. Eccone un altro che non ha mai neppure provato a usare le nuove versioni dell'SDK.Poco performante da farci un intera suite Office? http://www.thinkfree.com/products/index.jsp

        poter programmare in VB/ASP.NET perchè lo

        considero un linguaggio moderno ed una

        piattaforma completa e flessibile.".
        questo ha più occhio di teMigrati tutti i server a Linux con delle Debian e Slackware senza avere pagato un centesimo di licenza pur avendo piena produttività e strumenti eccezionali, io avrei dovuto ripassare tutto a winzozz comprando anche licenze di IIS e/o MSSQL perchè questo tizio sa programmare solo per quelle piattaforme?E tutti gli antivirus, il firewall, il firewall sulla rete interna per proteggere i virus dai pc infetti delle segretarie? E tutti i costi nascosti di gestione e problemi tecnici? E quelli dei futuri aggiornamenti?Non c'è che dire, ha un occhio sì, ma di riguardo per il portafogli di Bill Gate$.
        pensa che esperto che sei, invece di dare una
        risposta seria hai parlato di ideali e di odio.
        AhAhahahGli ho parlato di soldi risparmiati e di libertà.L'azienda per cui lavoravo non doveva spendere altro denaro per licenze di prodotti.Non avrebbe avuto problemi con virus, trojan, spyware ed affini. Ed è libera di copiare quel software su quante installazioni vuole, di utilizzarlo da quanti posti di lavoro desidera, con utenti illimitati. Ed è libera di aggiornare quando vuole, senza essere forzati da M$.
        hai dimostrato ancora una volta di valere meno
        degli sparagestionali che tu detesti. Che
        pezzente che sei, mi fai penaE a me tu puzzi tanto di "ex cacciavitaro, sparagestionale VB, autodidatta, finto ingegnere" a cui rode un pò il sedere... :-)__Mr. Mechano
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli sparagestionali VB
          Difficile trovare qualcosa di più nozionistico di una facoltà di ingegneria.Sarà un caso ma i migliori di ogni corso sono autodidatti ....Quanto al resto certo che la sparata potevi anche evitartela, un grazie cerchiamo altro era più che sufficiente. Mai visto un'azienda dove il costo del software sia un problema... alla fin fine mi sa che gli hai fatto un favore.
          • Mechano scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            - Scritto da: Anonimo
            Difficile trovare qualcosa di più nozionistico di
            una facoltà di ingegneria.Sarà un caso ma i
            migliori di ogni corso sono autodidatti ...Si continua a insistere...Non ho nulla contro l'auto-didattica, ma sono dell'idea che abbia un limite nel momento in cui i problemi che si devono affrontare sono oltre che sconosciuti fino a quel momento, molto complessi e necessitano di una buona base teorica, e dell'ausilio di un insegnante. E ingegneria (o alcune sue materie più toste) sono una di queste.
            Quanto al resto certo che la sparata potevi anche
            evitartela, un grazie cerchiamo altro era più che
            sufficiente.Il mondo è pieno di gente che ti manda a fanculo senza dirti il perchè, senza nemmeno metterti qualche dubbio su cosa hai sbagliato nel tuo approccio.
            Mai visto un'azienda dove il costo del software
            sia un problema... alla fin fine mi sa che gli
            hai fatto un favore.Io gli ho fatto capire che non può candidarsi per un attività, e voler imporre gli strumenti da usare solo perchè lui conosce solo quelli. Specie se questi strumenti si portano dietro degli oneri e dei costi per chi glieli deve fornire e ci deve basare il proprio business.__Mr. Mechano
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            - Scritto da: Mechano

            - Scritto da: Anonimo

            Difficile trovare qualcosa di più nozionistico
            di

            una facoltà di ingegneria.Sarà un caso ma i

            migliori di ogni corso sono autodidatti ...

            Si continua a insistere...No guarda sono un altro :-)
            Non ho nulla contro l'auto-didattica, ma sono
            dell'idea che abbia un limite nel momento in cui
            i problemi che si devono affrontare sono oltre
            che sconosciuti fino a quel momento, molto
            complessi e necessitano di una buona base
            teorica, e dell'ausilio di un insegnante. Lascia perdere non hai idea di quello che si fa all'UNI anzi non si fa.
            ingegneria (o alcune sue materie più toste) sono
            una di queste.I sogni son desideri l'unica cosa che impari è a studiarti bene la bibliografia perchè dopo 10 minuti di lezione se sei sveglio hai bello che capito che aria tira meglio subito che dopo sei mesi, ops due adesso....


            Quanto al resto certo che la sparata potevi
            anche

            evitartela, un grazie cerchiamo altro era più
            che

            sufficiente.

            Il mondo è pieno di gente che ti manda a fanculo
            senza dirti il perchè, senza nemmeno metterti
            qualche dubbio su cosa hai sbagliato nel tuo
            approccio.E' anche pieno di gente che ha sempre qualcosa da insegnarti anche quando non è richiesto o non si può controbattere per questioni di opportunità....


            Mai visto un'azienda dove il costo del software

            sia un problema... alla fin fine mi sa che gli

            hai fatto un favore.

            Io gli ho fatto capire che non può candidarsi per
            un attività, e voler imporre gli strumenti da
            usare solo perchè lui conosce solo quelli. No tu hai visto scritto MS e sei partito con una sparata inutile senza valutarlo nel merito ma per una sua considerazione. Per le aziende il costo del software è irrisorio.Specie
            se questi strumenti si portano dietro degli oneri
            e dei costi per chi glieli deve fornire e ci deve
            basare il proprio business.

            __
            Mr. MechanoLe aziende se devono spendere in strumenti di lavoro non si fanno certo problemi,quel che costa è la "manodopera" ed i tempi di sviluppo. La soluzione software che si predilige è quella che da i risultati migliori nel minor tempo possibile open o closed che sia. Se devi chiudere un progetto a fine mese a fine mese va chiuso quel che serve viene fornito. Senza considerare il fatto che di solito il costo software rientra tra gli investimenti per innovazione e sviluppo ed è soggetto agli sgravi e ai finanziamenti del caso.
          • Mechano scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            - Scritto da: Anonimo
            Le aziende se devono spendere in strumenti di
            lavoro non si fanno certo problemi,quel che costa
            è la "manodopera" ed i tempi di sviluppo. La
            soluzione software che si predilige è quella che
            da i risultati migliori nel minor tempo
            possibile open o closed che sia. Se devi chiudere
            un progetto a fine mese a fine mese va chiuso
            quel che serve viene fornito. Senza considerare
            il fatto che di solito il costo software rientra
            tra gli investimenti per innovazione e sviluppo
            ed è soggetto agli sgravi e ai finanziamenti del
            caso.Niente di più sbagliato.Per esperienza posso dire che i prodotti Micro$oft hanno dei costi nascosti e di mantenimento non indifferenti.Primo costo le licenze, ok, ammortizzabile, ok, detraibile, ma pur sempre denaro sparito dalla propria nazione e volato in una nazione extra-comunitaria. Ah dimenticavo, questo costo non si ferma alla licenza di Win+Office, ma c'è da aggiungere le applicazioni server come IIS e MS-SQL, firewall, antivirus, antispyware e loro periodici aggiornamenti e/o abbonamento ai repository.Secondo costo la manutenzione, nonostante firewall software, antivirus, antispyware ecc. Comunque un nuovo virus o trojan ha buone possibilità di non essere visto dall'antivirus e far danni prima di essere individuato. E' un'incognita non indifferente da prendere in considerazione.Gli aggiornamenti poi sono automatici solo per i prodotti M$, per tutti gli altri bisogna prendersi la briga di scaricare patch e nuove versioni dai siti dei produttori. Linux invece per le migliori distribuzioni ha dei repository centralizzati che permettono di agigornare tutto ciò che è installato su un PC.Terzo costo, l'infrastruttura di rete più complessa. I server Winzozz vanno difesi non solo dagli attacchi esterni, ma anche da possibili attacchi interni da computer infetti per errori di segretarie e personale della stessa azienda poco esperto o che ha fatto cose stupide come disattivare firewall software e antivirus della propria postazione.Se in una piccola azienda con server Linux e anche client winzozz puoi usare una piccola classe C e non preoccuparti di proteggere i server Linux dai pericoli della stessa rete interna, i virus non riescono ad introdursi nei server Linux se si è un minimo accorti. Con Winzozz sei obbligato a rivedere la struttura mettendo i server in una sottorete protetta da un firewall indipendente interno e vari software che monitorino costantemente la rete.Quarto costo, l'integrazione. Se non ci fosse Samba e avessimo client eterogenei tra loro, è infatti molto comune oggi avere aziende che hanno Mac per i grafici, Win per il lavoro di produttività d'ufficio e Linux per lo sviluppo, si dovrebbe ricorrere a servizi di rete di terze parti. Quasi tutte le migliori soluzioni NFS per win sono commerciali il che significa costi aggiuntivi.I server winzozz sono integrabili facilmente solo con un'infrastruttura esclusivamente winzozz.Mi è capitato di vedermi proporre software di rendicontazione, reportistica e statistica che necessitava di Win come server e come client insieme anche a MSSQL. In una condizione eterogenea con Win, Mac e Linux avrebbe significato dover mettere un server Winzozz Terminal Server.Oltre ai 12000 euro ogni 20 licenze, c'era da aggiungere 7-8000 euro di sole licenze Winzozz terminal Server + MSSQL, solo perchè quel software non aveva la possibilità di appoggiarsi su database e sistemi operativi opensource e la sua interfaccia non era multipiattaforma.L'ideale sarebbe stato un prodotto web based in PHP. PHP non è da sottovalutare, eGroupware per esempio è un signor sistema di collaborazione aziendale ed è fatto in PHP.Io non so chi ti mette in testa simili idee sui reali costi di winzozz in azienda, sulla detrazione e sul TCO, ma ti posso garantire e dimostrare in ogni momento che quanto dice M$ sono solo cazzate!__ Mr. Mechano
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB

            Io non so chi ti mette in testa simili idee sui
            reali costi di winzozz in azienda, sulla
            detrazione e sul TCO, ma ti posso garantire e
            dimostrare in ogni momento che quanto dice M$
            sono solo cazzate!
            Riconosco che in fatto di cazzate sei un maestro.
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            Dai evitiamo flame.E' in buona fede ma la realtà industriale la conosce poco.
          • Anonimo scrive:
            9 --
          • Anonimo scrive:
            5 --
          • Mechano scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            - Scritto da: Anonimo
            Dai evitiamo flame.E' in buona fede ma la realtà
            industriale la conosce poco.Realtà industriale de che?Quasi tutta l'Europa è composta da PMI.La realtà industriale medio-grande sta andando anche lei in outsourcing. E li si hanno ancora pochi studi sui reali TCO e problemi di gestione, anche perchè le aziende che ricevono gli appalti non amano parlare delle soluzioni che prediligono e dei rispettivi problemi.I miei esempi si riferivano alla PMI italiana di servizi di terza generazione. Programmazione, siti web e portali, marketing, pubblicità video, grafica 2D/3D, cartellonistica. Import/Export, marchi e comunicazione.Questa è l'azienda con la condizione più eterogenea possibile di tecnologie, strumenti e quindi anche sistemi operativi utilizzati.Poi ci sono le PMI manufatturiere, i mercati di nicchia del marmo, dei vari artigianati, ovviamente scarpe e calzature, e infine l'alimentazione.In tutte le PMI i costi sono importanti, come anche gli investimenti nella formazione del personale.Per queste aziende winzozz è un obbligo dettato da problemi pratici indotti artificialmente come al solito...Ma se sul territorio riuscissero a trovare assistenza e costi comparabili anche su sistemi operativi diversi da Winzozz, e strumenti software gestionali anch'essi multipiattaforma, vedresti una maggiore eterogenicità di installazioni sia server che desktop.--Mr. Mechano
          • Mechano scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            - Scritto da: Anonimo
            Quasi tutta Italia,volevi dire, ed anche in
            questo caso per lo più sono indotto di aziende
            più grosse con cui devono interfacciarsi, voglio
            vedere quanto un'aziendina resta sul mercato se
            non è in grado di adottare i formati che usano iLe PMI non sono necessariamente clienti di aziende più grandi, ma producono direttamente per la catena distributiva.E tu ne riduci la varietà così?La maggior parte dei problemi dei formati, paradossalmente viene dalle istituzioni con cui le aziende devono interagire.Spesso i software "donati" dalle CCIIAA o altri enti sono prodotti visual basic che producono file mdb.E che spesso documenti divulgativi vengono forniti in pdf ma sempre più spesso .doc se sono moduli da compilare.O vengono richiesti .doc o .xls per fogli di dati e form compilati.
            loro "datori di lavoro". Il caso PMI è poi uno
            dei più sfavorevoli per le migrazioni dal momento
            che ti tocca prendere personale specializzato che
            non c'è o costa troppo. e non mi venire a parlare
            di formazione perchè a un'industria meccanica di
            formare operatori web non gliene può importare Operatori web alle aziende metalmeccaniche? Non sai più cosa inventare?In un'azienda artigiana serve software di produttività che comprende videoscrittura, fogli di calcolo, utility varie riguardo a elenchi di comuni e province, codici fiscali, prestampati fiscali, ecc.Un gestionale che gestisca magazzino, ordini, commesse fatture ecc.Internet e comunicazioni elettroniche.Ora i software di produttività per Linux stanno migliorando velocemente, e di nuovi ne appaiono ogni giorno.Internet e comunicazioni non ci sono problemi.Gestionali se ne affacciano di ottimi web based che si affiancano ai classici cobol con classiche forms text based, che qualcuno giudica superati, ma chi li usa li sa apprezzare per la velcoità che un operatore raggiunge con la tastiera rispetto al mouse.L'interfaccia di Linux non ha niente di complesso dato che si tratta di usare finestre, icone e mouse. Al lavoratore si mettono a disposizione su un desktop o un menù o una barra, le sole applicazioni necessarie al suo lavoro.Dove stanno allora i problemi?Nell'interazione con un mondo non libero e non standard. Dove da quasi due decenni spadroneggia un monopolio vergognoso!Dove un'azienda non riesce ad essere libera di scegliere il sistema che preferisce poichè siamo tutti incatenati dai formati proprietari.Assistenza e costi di Linux rispetto agli altri sistemi non sono molto diversi!__Mr. Mechano
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            - Scritto da: Mechano

            - Scritto da: Anonimo


            Quasi tutta Italia,volevi dire, ed anche in

            questo caso per lo più sono indotto di aziende

            più grosse con cui devono interfacciarsi, voglio

            vedere quanto un'aziendina resta sul mercato se

            non è in grado di adottare i formati che usano i

            Le PMI non sono necessariamente clienti di
            aziende più grandi, ma producono direttamente per
            la catena distributiva.
            E tu ne riduci la varietà così?Quelle più piccole sono aziendine che spesso non hanno neanche un'infrastruttura web. Se ti fai un giro tra il marchigiano ed il nord-est ne trovi quante ne vuoi. Tra Lombardia, Piemonte e Toscana di indotto ne trovi quanto ne vuoi. Ti evito la lista della lavandaia. :-)

            La maggior parte dei problemi dei formati,
            paradossalmente viene dalle istituzioni con cui
            le aziende devono interagire.
            Spesso i software "donati" dalle CCIIAA o altri
            enti sono prodotti visual basic che producono
            file mdb.Sul vb son d'accordo ma di solito di donato si vede poco ....
            E che spesso documenti divulgativi vengono
            forniti in pdf ma sempre più spesso .doc se sono
            moduli da compilare.
            O vengono richiesti .doc o .xls per fogli di dati
            e form compilati.Di recente si vedono moduli da compilare anche in pdf, comunque piaccia o meno lo standard sono i documenti office e quello usano le aziende. Brutto,orripilante ? son d'accordo ma alle aziende la cosa non interessa minimamente.


            loro "datori di lavoro". Il caso PMI è poi uno

            dei più sfavorevoli per le migrazioni dal
            momento

            che ti tocca prendere personale specializzato
            che

            non c'è o costa troppo. e non mi venire a
            parlare

            di formazione perchè a un'industria meccanica di

            formare operatori web non gliene può importare

            Operatori web alle aziende metalmeccaniche? Non
            sai più cosa inventare?Ma dai non ti è mai capitato il tecnico tutto fare dall'immissione dati alla gestione posta, pagina web etc... E' un classico. Curriculum tipo ingegnere meccanico che ha imparato il resto per conto suo di solito con esperienza nel campo delle misure, non si sa mai :-)
            In un'azienda artigiana serve software di
            produttività che comprende videoscrittura, fogli
            di calcolo, utility varie riguardo a elenchi di
            comuni e province, codici fiscali, prestampati
            fiscali, ecc.

            Un gestionale che gestisca magazzino, ordini,
            commesse fatture ecc.Cioè Office ... è quello che trovi da tutti gli artigiani. I pc li sistema lo smanettone di turno,figlio o nipote intraprendente di solito o il negozietto all'angolo
            Internet e comunicazioni elettroniche.
            IE + OE ....
            Ora i software di produttività per Linux stanno
            migliorando velocemente, e di nuovi ne appaiono
            ogni giorno.la gente non vuole un prodotto che sta migliorado ma un prodotto noto e che non ti crei grossi problemi. Se poi passiamo alle aziende più grandi non se ne discute neanche.

            Internet e comunicazioni non ci sono problemi.

            Gestionali se ne affacciano di ottimi web based
            che si affiancano ai classici cobol con classiche
            forms text based, che qualcuno giudica superati,
            ma chi li usa li sa apprezzare per la velcoità
            che un operatore raggiunge con la tastiera
            rispetto al mouse.Gestionali ce n'è per tutti i gusti se un'azienda si trova bene è difficile che li cambi.Comunque son d'accordo con te quelli text based restano i migliori e ancora oggi vanno per la maggiore.

            L'interfaccia di Linux non ha niente di complesso
            dato che si tratta di usare finestre, icone e
            mouse. Al lavoratore si mettono a disposizione su
            un desktop o un menù o una barra, le sole
            applicazioni necessarie al suo lavoro.

            Dove stanno allora i problemi?A casa mia nessuno,problemi hardware a parte, ma a lavoro è un altro paio di maniche hai bisogno di prodotti a larga diffusione, il cui utilizzo sia noto, con bassi costi di manutenzione, retrocompatibili, con buon supporto hardware e software.

            Nell'interazione con un mondo non libero e non
            standard. Dove da quasi due decenni spadroneggia
            un monopolio vergognoso!Quello oramai è lo standard...
            Dove un'azienda non riesce ad essere libera di
            scegliere il sistema che preferisce poichè siamo
            tutti incatenati dai formati proprietari.Questa è unì'idea che piace tanto ma ad un'azienda non interessa assolutamente.Paghi ed hai risolto il problema specialmente se parliamo di aziende piccole. Per le grosse ci sono altri fattori da valutare,il più importante è l'assistenza assieme ai tempi di gestione.

            Assistenza e costi di Linux rispetto agli altri
            sistemi non sono molto diversi!

            __
            Mr. MechanoDai su un sistemista linux ti costa uno sproposito rispetto ad uno MS....Mi dirai è più qualificato,vero ma l'azienda a parità di risultato preferisce spendere la metà.
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB


            Io non so chi ti mette in testa simili idee sui

            reali costi di winzozz in azienda, sulla

            detrazione e sul TCO, ma ti posso garantire e

            dimostrare in ogni momento che quanto dice M$

            sono solo cazzate!


            Riconosco che in fatto di cazzate sei un maestro.Bell'intervento. Non hai modo di ribattere e "spari". Cio' indica il livello di "non ragionamento" a cui ti ha portato pensare in maniera M$-Style. Complimenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            - Scritto da: Mechano

            - Scritto da: Anonimo


            Le aziende se devono spendere in strumenti di

            lavoro non si fanno certo problemi,quel che
            costa

            è la "manodopera" ed i tempi di sviluppo. La

            soluzione software che si predilige è quella che

            da i risultati migliori nel minor tempo

            possibile open o closed che sia. Se devi
            chiudere

            un progetto a fine mese a fine mese va chiuso

            quel che serve viene fornito. Senza considerare

            il fatto che di solito il costo software rientra

            tra gli investimenti per innovazione e sviluppo

            ed è soggetto agli sgravi e ai finanziamenti del

            caso.

            Niente di più sbagliato.
            Per esperienza posso dire che i prodotti
            Micro$oft hanno dei costi nascosti e di
            mantenimento non indifferenti.
            Ma quali costi nascosti ? un'azienda sa benissimo quanto va a spendere e quanto incassa .Son soldi mica ideali. :-)
            Primo costo le licenze, ok, ammortizzabile, ok,
            detraibile, ma pur sempre denaro sparito dalla
            propria nazione e volato in una nazione
            extra-comunitaria. Alle aziende di chi incassa non gliene importa niente. Voglio solo il prodotto più idoneo e l'assistenza migliore al miglior prezzo di mercato.Ah dimenticavo, questo costo
            non si ferma alla licenza di Win+Office, ma c'è
            da aggiungere le applicazioni server come IIS e
            MS-SQL, firewall, antivirus, antispyware e loro
            periodici aggiornamenti e/o abbonamento ai
            repository.Capirai parliamo mica di uno smanettone , son bruscoletti.

            Secondo costo la manutenzione, nonostante
            firewall software, antivirus, antispyware ecc.
            Comunque un nuovo virus o trojan ha buone
            possibilità di non essere visto dall'antivirus e
            far danni prima di essere individuato. E'
            un'incognita non indifferente da prendere in
            considerazione.Sembra che tu mi stia parlando di un utente domestico.Qualsiasi piattaforna usi hai gli stessi identici problemi.
            Gli aggiornamenti poi sono automatici solo per i
            prodotti M$, per tutti gli altri bisogna
            prendersi la briga di scaricare patch e nuove
            versioni dai siti dei produttori. Mah ?!!!Linux invece
            per le migliori distribuzioni ha dei repository
            centralizzati che permettono di agigornare tutto
            ciò che è installato su un PC.Nessuna azienda affiderà mai la propria produttività a sistemi del genere.Se mi dici che fanno un contratto con RedHat o Novell Ok ma che si affidino a metodi del genere scodatelo,non esiste. Se compromettono i server debian come è successo l'anno scorso tocca sopendere tutta lìattività produttiva.Poi a chi fai causa al volontario di turno ?

            Terzo costo, l'infrastruttura di rete più
            complessa. I server Winzozz vanno difesi non solo
            dagli attacchi esterni, ma anche da possibili
            attacchi interni da computer infetti per errori
            di segretarie e personale della stessa azienda
            poco esperto o che ha fatto cose stupide come
            disattivare firewall software e antivirus della
            propria postazione.Ma quando mai le disposizioni per gli utenti interni sono chiarissime non si tocca niente senza che l'admin ci metta le mani.
            Se in una piccola azienda con server Linux e
            anche client winzozz puoi usare una piccola
            classe C e non preoccuparti di proteggere i
            server Linux dai pericoli della stessa rete
            interna, i virus non riescono ad introdursi nei
            server Linux se si è un minimo accorti. Magari ti ci piazzano un bel rootkit e non lo vedi neanche.I sistemi più bucati in assoluto da questo punto di vista son proprio server linux malgestiti e una buona gestione significa personale che spesso le piccole aziende non hanno. Con
            Winzozz sei obbligato a rivedere la struttura
            mettendo i server in una sottorete protetta da un
            firewall indipendente interno e vari software che
            monitorino costantemente la rete.Come in tutte le reti che si rispettino

            Quarto costo, l'integrazione. Se non ci fosse
            Samba e avessimo client eterogenei tra loro, è
            infatti molto comune oggi avere aziende che hanno
            Mac per i grafici, Win per il lavoro di
            produttività d'ufficio e Linux per lo sviluppo,
            si dovrebbe ricorrere a servizi di rete di terze
            parti. Quasi tutte le migliori soluzioni NFS per
            win sono commerciali il che significa costi
            aggiuntivi.Si torna al punto di partenza ad un'azienda non interessa.Se c'è da pagare paga.
            I server winzozz sono integrabili facilmente solo
            con un'infrastruttura esclusivamente winzozz.

            Mi è capitato di vedermi proporre software di
            rendicontazione, reportistica e statistica che
            necessitava di Win come server e come client
            insieme anche a MSSQL. Facile se l'infrastruttura si basa su windows ma la cosa non toglie il sonno a nessuno.
            In una condizione eterogenea con Win, Mac e Linux
            avrebbe significato dover mettere un server
            Winzozz Terminal Server.
            Oltre ai 12000 euro ogni 20 licenze, c'era da
            aggiungere 7-8000 euro di sole licenze Winzozz
            terminal Server + MSSQL, solo perchè quel
            software non aveva la possibilità di appoggiarsi
            su database e sistemi operativi opensource e la
            sua interfaccia non era multipiattaforma.Siame alle solite ad un'azienda la cosa non interessa ragiona in termini operativi,se poi l'azienda appaltatrice è Ms ,Sun o RH la cosa non li tange minimamente.
            L'ideale sarebbe stato un prodotto web based in
            PHP. PHP non è da sottovalutare, eGroupware per
            esempio è un signor sistema di collaborazione
            aziendale ed è fatto in PHP.Capirai è chi lo sviluppa e gestisce ? se mi serve un prodotto alzo il telefono e chiamo IBM, quanto serve ? Ok si può fare...

            Io non so chi ti mette in testa simili idee sui
            reali costi di winzozz in azienda, sulla
            detrazione e sul TCO, ma ti posso garantire e
            dimostrare in ogni momento che quanto dice M$
            sono solo cazzate!L'esperienza .... di solito ti si presenta gente che parla di 6-7000? come fossero cifre veramente significative , ma per un'azienda son briciole e se per cambiare un'infrastruttura devi affidarti a pinco pallino e sperare che non ti faccia perdere tempo lo ringrazi e telefoni ai soliti monopolisti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            - Scritto da: Anonimo
            Nessuna azienda affiderà mai la propria
            produttività a sistemi del genere.Se mi dici che
            fanno un contratto con RedHat o Novell Ok ma che
            si affidino a metodi del genere scodatelo,non
            esiste. Se compromettono i server debian come è
            successo l'anno scorso tocca sopendere tutta
            lìattività produttiva.Poi a chi fai causa
            al volontario di turno ?Scusa, ma se viene compromesso un sistema windows, cosa fai? Puoi permetterti di far causa alla microsoft?
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo

            Nessuna azienda affiderà mai la propria

            produttività a sistemi del genere.Se mi dici che

            fanno un contratto con RedHat o Novell Ok ma che

            si affidino a metodi del genere scodatelo,non

            esiste. Se compromettono i server debian come è

            successo l'anno scorso tocca sopendere tutta

            lìattività produttiva.Poi a chi fai causa

            al volontario di turno ?

            Scusa, ma se viene compromesso un sistema
            windows, cosa fai? Puoi permetterti di far causa
            alla microsoft?
            Se sono legato da un contratto d'assistenza senza dubbio. Non siamo negli States far causa, ad un'azienda, costa poco ;)
          • lele2 scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB

            Nessuna azienda affiderà mai la propria
            produttività a sistemi del genere.Se mi dici che
            fanno un contratto con RedHat o Novell Ok ma che
            si affidino a metodi del genere scodatelo,non
            esiste. Se compromettono i server debian come è
            successo l'anno scorso tocca sopendere tutta
            lìattività produttiva.Poi a chi fai causa
            al volontario di turno ?
            cazzatahai letto le licenze microsoft
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            - Scritto da: lele2


            Nessuna azienda affiderà mai la propria

            produttività a sistemi del genere.Se mi dici che

            fanno un contratto con RedHat o Novell Ok ma che

            si affidino a metodi del genere scodatelo,non

            esiste. Se compromettono i server debian come è

            successo l'anno scorso tocca sopendere tutta

            lìattività produttiva.Poi a chi fai causa

            al volontario di turno ?


            cazzata
            hai letto le licenze microsoftForse tui sfugge ma in Italia ci sono reasponsabilità civili e penali per i prodotti che si vendono ed i contratti che si sottoscrivono ..... gli studi legali vengono mantenuti per questo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            mr.mechano ma perchè non ti dai una calmata?e soprattutto porta rispetto per chi ha solo fatto il grosso errore di chiederti un lavoro (non credo proprio volesse importi le tecnologie,su!).nel frattempo divertiti a smanettare GRATIS col tuo linux e tieniti le tue idee, mai concorderai con me che del mondo "winzozz" (che spasso questa parola eh?) non capisci una beneamata fava...saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            - Scritto da: Anonimo
            Mai visto un'azienda dove il costo del software
            sia un problema... Ma dove ca##o e' che lavorate voi?Dove sto io i costi del SW pesano eccome...Esempio: eravamo interessati alla versione server di Project. Necessita di un Win* server piu' un pateracchio di altre cose --
            cassata!Motivo: l'insieme costa troppo... peccato perche' poteva essere interessante.
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            - Scritto da: Anonimo
            Ma dove ca##o e' che lavorate voi?
            Dove sto io i costi del SW pesano eccome...
            Esempio: eravamo interessati alla versione server
            di Project. Necessita di un Win* server piu' un
            pateracchio di altre cose --
            cassata!
            Motivo: l'insieme costa troppo... peccato perche'
            poteva essere interessante.Ma mi fa ridere quel discorso sulle licenze che non è un costo reale per l'azienda. O che è comunque ammortizzato, detratto fiscalmente ecc.Se è vero che abbassa l'imponibile ed è detraibile, in fondo molte licenze d'uso sono solo carta straccia. Specie se per un software c'è una controparte opensource e spesso gratuita, quel denaro è meglio risparmiarlo e investirlo in hardware e risorse umane. Comunque avrà abbassato l'imponibile, ma in più si avranno dei beni tangibili come mobili per ufficio, cancelleria, computer, automobili aziendali o pagare consulenze. Se l'azienda è molto grande si possono anche risparmiare oltre 150.000 euro ogni due-tre anni. Ci verrebbero anche 2-3 dipendenti in più!
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            - Scritto da: Anonimo
            Ma mi fa ridere quel discorso sulle licenze che
            non è un costo reale per l'azienda. O che è
            comunque ammortizzato, detratto fiscalmente ecc.Se sei tanto bravo va te a fare l'imprenditore, no?A me hanno detto: "No ghe xe schei"...
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB

            Mai visto un'azienda dove il costo del software sia un
            problema.hahah !!! che sciocchezza !!!doveve aggiungere un problema per te, chissene frega eh ? non hai mai comprato un sw in vita tua scroccone
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli sparagestionali VB

          Se il suo lavoro è legare mani e piedi ai soli
          prodotti Micro$oft i suoi programmatori ed
          utizzatori allora non c'è che dire, fa proprio
          bene il suo lavoro.bisogna usare il prodotto migliore, non quello con gli ideali più belli.
          Pensa io invece sono dell'idea che senza una
          buona base teorica non si va proprio da nessuna
          parte. Tu non hai fatto ingegneria, perchè se
          quella laurea te la sei sudata, ne dovresti spere
          apprezzare il valore e il significato non tanto
          pratico o nozionistico, quanto umano e
          sacrificale.
          Ergo tu non sei un ingegnere ma l'autodidatta di
          cui ho sparlato...laureato ad ingegneria informatica. Alla fine la teoria sono state le classi, la struttura del calcolatore (molto a grandi linee) e 2 righe di sql. Io programmo C++, asm, directX ad alto livello, OGL, VB.Net, C#, Vb6. Lavoro da molto prima di finire la laurea (addirittura sono state le aziende a cercarmi tramite il mio sito). Per dire che la teoria scolastica è sufficiente a lavorare vuol dire che fai veramente poco al lavoro (nota bene, un software a cui ho partecipato come programmatore grafico è stato presentato ad una importante fiera europea). Quindi fammi il piacere. Essere un ingegnere è altro, ma le conoscenze da informatico te le fai da solo.
          Analisi, progettazione, sviluppo, test,
          installazione, formazione, collaudo, customer
          service, in 180 P.A. italiane da Sondrio fino a
          Trapani e il distretto ASL di Pantelleria.ADDIRITTURA, che paura. Tutta italia ohoh. Peccato che il mio software è stato venduto in Cina, Arabia, Turchia.
          Eccone un altro che non ha mai neppure provato a
          usare le nuove versioni dell'SDK.
          Poco performante da farci un intera suite Office? .Net, abbastanza performante da farci videogiochi
          Migrati tutti i server a Linux con delle Debian e
          Slackware senza avere pagato un centesimo di
          licenza pur avendo piena produttività e strumenti
          eccezionali, io avrei dovuto ripassare tutto a
          winzozz comprando anche licenze di IIS e/o MSSQL
          perchè questo tizio sa programmare solo per
          quelle piattaforme?
          E tutti gli antivirus, il firewall, il firewall
          sulla rete interna per proteggere i virus dai pc
          infetti delle segretarie? E tutti i costi
          nascosti di gestione e problemi tecnici? E quelli
          dei futuri aggiornamenti?come era la storia della volpe e dell'uva?
          Gli ho parlato di soldi risparmiati e di libertà.
          L'azienda per cui lavoravo non doveva spendere
          altro denaro per licenze di prodotti.non ritirare le parole, gli hai fatto quel discorso
          E a me tu puzzi tanto di "ex cacciavitaro,
          sparagestionale VB, autodidatta, finto ingegnere"
          a cui rode un pò il sedere... :-)spiacente, mai usato VB, sono autodidatta ma avevo bisogno di qualcosa in più. Finto ingegnere? Da diplomato che sarai statti zitto, oltre alle mie capacità informatiche ho conoscenze matematiche che tu sei una mosca. Prima di parlare con me studiati Bode, Taylor, Laplace, Fourier, Differenziali e tanti altri amici. Tu sei un programmatore web, stai al tuo posto
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            - Scritto da: Anonimo.
            Io programmo C++, asm, directX ad alto
            livello, OGL, VB.Net, C#, Vb6.
            spiacente, mai usato VB, sono autodidatta ma
            avevo bisogno di qualcosa in più.??????? Ma ti rileggi almeno?
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            intendevo mai usato per lavoro, ma VB non puoi non conoscerlo, non guardare la pagliuzza nell'occhio e non vedere la trave dai. Conosco anche il linguaggio DIV se ti interessa.E se vogliamo fare come la gente comune che spara un linguaggio solo perchè conosce la sintassi di base allora:java, sql, jsp, asp, html, css, programmazione per gameboy advance ma anche queste non le ho mai usate.
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            Andrà comunicato alle Uni ci sono tanti ing. che il Vb non sanno manco che è ...
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            - Scritto da: Anonimo

            Se il suo lavoro è legare mani e piedi ai soli

            prodotti Micro$oft i suoi programmatori ed

            utizzatori allora non c'è che dire, fa proprio

            bene il suo lavoro.
            bisogna usare il prodotto migliore, non quello
            con gli ideali più belli.


            Pensa io invece sono dell'idea che senza una

            buona base teorica non si va proprio da nessuna

            parte. Tu non hai fatto ingegneria, perchè se

            quella laurea te la sei sudata, ne dovresti
            spere

            apprezzare il valore e il significato non tanto

            pratico o nozionistico, quanto umano e

            sacrificale.

            Ergo tu non sei un ingegnere ma l'autodidatta di

            cui ho sparlato...
            laureato ad ingegneria informatica. Alla fine la
            teoria sono state le classi, la struttura del
            calcolatore (molto a grandi linee) e 2 righe di
            sql. Io programmo C++, asm, directX ad alto
            livello, OGL, VB.Net, C#, Vb6. Lavoro da molto
            prima di finire la laurea (addirittura sono state
            le aziende a cercarmi tramite il mio sito). Per
            dire che la teoria scolastica è sufficiente a
            lavorare vuol dire che fai veramente poco al
            lavoro (nota bene, un software a cui ho
            partecipato come programmatore grafico è stato
            presentato ad una importante fiera europea).
            Quindi fammi il piacere. Essere un ingegnere è
            altro, ma le conoscenze da informatico te le fai
            da solo.



            Analisi, progettazione, sviluppo, test,

            installazione, formazione, collaudo, customer

            service, in 180 P.A. italiane da Sondrio fino a

            Trapani e il distretto ASL di Pantelleria.
            ADDIRITTURA, che paura. Tutta italia ohoh.
            Peccato che il mio software è stato venduto in
            Cina, Arabia, Turchia.


            Eccone un altro che non ha mai neppure provato a

            usare le nuove versioni dell'SDK.

            Poco performante da farci un intera suite
            Office?
            .Net, abbastanza performante da farci videogiochi


            Migrati tutti i server a Linux con delle Debian
            e

            Slackware senza avere pagato un centesimo di

            licenza pur avendo piena produttività e
            strumenti

            eccezionali, io avrei dovuto ripassare tutto a

            winzozz comprando anche licenze di IIS e/o MSSQL

            perchè questo tizio sa programmare solo per

            quelle piattaforme?

            E tutti gli antivirus, il firewall, il firewall

            sulla rete interna per proteggere i virus dai pc

            infetti delle segretarie? E tutti i costi

            nascosti di gestione e problemi tecnici? E
            quelli

            dei futuri aggiornamenti?
            come era la storia della volpe e dell'uva?


            Gli ho parlato di soldi risparmiati e di
            libertà.

            L'azienda per cui lavoravo non doveva spendere

            altro denaro per licenze di prodotti.
            non ritirare le parole, gli hai fatto quel
            discorso


            E a me tu puzzi tanto di "ex cacciavitaro,

            sparagestionale VB, autodidatta, finto
            ingegnere"

            a cui rode un pò il sedere... :-)
            spiacente, mai usato VB, sono autodidatta ma
            avevo bisogno di qualcosa in più. Finto
            ingegnere? Da diplomato che sarai statti zitto,
            oltre alle mie capacità informatiche ho
            conoscenze matematiche che tu sei una mosca.
            Prima di parlare con me studiati Bode, Taylor,
            Laplace, Fourier, Differenziali e tanti altri
            amici. Tu sei un programmatore web, stai al tuo
            posto
            E io sono più bello di tejavascript:void(0);
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli sparagestionali VB


        Programmatori formatisi con un minicorso o
        peggio

        da autodidatti.
        ho fatto ingegneria informatica e corsi, alla
        fine sono stato spreco di tempo e soldi, la vera
        informatica si impara da soli (e non faccio
        gestionali)
        Sei sicuro di aver fatto ingegneria? :s
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli sparagestionali VB
      fammi capire, davvero ad un colloquio te ne sei uscito così?cioè, a quel ragazzo gli hai risposto così? :| gli sei andato a dire che php e java vanno meglio perchè rischiamo di finire sotto il controllo di microsoft?ti prego, ti voglio incontrare con dei colleghi, sei una barzelletta vivente
      • Mechano scrive:
        Re: Gli sparagestionali VB
        - Scritto da: Anonimo
        gli sei andato a dire che php e java vanno meglio
        perchè rischiamo di finire sotto il controllo di
        microsoft?No gli ho detto che avevamo impiegato un anno per abbandonare Micro$oft e i suoi costi nascosti di gestione e di licenze e lui voleva farmici ripiombare perchè sa programmare solo .NET...E si è candidato come programmatore .NET ad un annuncio di ricerca di soli programmatori LAMP (Linux, Apache, MySQL, PHP).__Mr. Mechano
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli sparagestionali VB
          se una persona mi avesse detto così mi sarei alzato e me ne sarei andato.Non vi siete fatti una bella pubblicità. Comunque l'errore del ragazzo rimane, ma rispondergli così è proprio da ignoranti (senza offesa)
          • Mechano scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            - Scritto da: Anonimo
            se una persona mi avesse detto così mi sarei
            alzato e me ne sarei andato.Gli ho risposto via mail, non gli ho neppure dato il fastidio di fargli perdere tempo e denaro per venire. Rapido e sbrigativo.Io rispondo a tutti i curriculum quando seleziono personale. E do sempre un minimo di spiegazione del perchè non mi va bene. La considero una cosa corretta, invece di lasciare la gente nel dubbio.
            Non vi siete fatti una bella pubblicità. Comunque
            l'errore del ragazzo rimane, ma rispondergli così
            è proprio da ignoranti (senza offesa)Ignorante in cosa!Nel fargli capire che non può pretendere di cambiare le scelte di business di un'azienda solo perchè lui ha deciso di conoscere solo .NET ma candidarsi comunque per lavori dove vengono richieste abilità diverse?__Mr. Mechano
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB

            Gli ho risposto via mail, non gli ho neppure dato
            il fastidio di fargli perdere tempo e denaro per
            venire. Rapido e sbrigativo.
            Io rispondo a tutti i curriculum quando seleziono
            personale. e ci mancherebbe
            E do sempre un minimo di spiegazione
            del perchè non mi va bene. La considero una cosa
            corretta, invece di lasciare la gente nel dubbio.che volevi, scrivergli NO
            Ignorante in cosa!
            Nel fargli capire che non può pretendere di
            cambiare le scelte di business di un'azienda solo
            perchè lui ha deciso di conoscere solo .NET ma
            candidarsi comunque per lavori dove vengono
            richieste abilità diverse?già così era meglio. Potevi scrivere:siamo spiacenti ma la nostra azienda sviluppa prevalentemente su piattaforma java perchè viene maggiormente incontro alle nostre esigenze.ci voleva tanto?
          • Anonimo scrive:
            9 --
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            minchioni del
            JAVA!non c'è bisogno di parlare così, parlando così ti fai dare solo dell''ignorante, Se java non ti piace (come non piace a me), spiegati.Comunque questa frase sicuramente l'avrà detta quel ragazzo :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            - Scritto da: Anonimo
            se una persona mi avesse detto così mi sarei
            alzato e me ne sarei andato.
            Non vi siete fatti una bella pubblicità. Comunque
            l'errore del ragazzo rimane, ma rispondergli così
            è proprio da ignoranti (senza offesa)NO è da Troll, che è peggio.
      • Riot scrive:
        Re: Gli sparagestionali VB

        fammi capire, davvero ad un colloquio te ne sei
        uscito così?
        cioè, a quel ragazzo gli hai risposto così? :|
        gli sei andato a dire che php e java vanno meglio
        perchè rischiamo di finire sotto il controllo di
        microsoft?
        ti prego, ti voglio incontrare con dei colleghi,
        sei una barzelletta viventeGuarda che hai poco da ridere visto che ha ragione.Sviluppare multipiattaforma è un valore aggiunto importante per un'azienda di software.Se tu fossi un cliente e avessi un'offerta che prevede che tu acquisti diverse licenze MS (obbligandoti tra l'altro al lock-in) e una invece che si basa su soli prodotti free come appunto PHP/Apache/Mysql(/postgreSQL) che funzionerà senza modifiche anche sotto sistemi linux o apple se deciderai di fare questo cambiamento che cose sceglieresti?C'è anche da dire che utilizzando un simile sistema ottieni immediatamente un'applicazione utilizzabile via intranet e, con qualche modifiche per l'autorizzazione, anche via internet.Quindi abbiamo:Soluzione MSPro:1) se qualcosa non funziona dare la colpa a MS e pregare che il cliente la beva.Contro:1) elevati costi delle licenze2) rischio di dover pagare aggiornamenti al programma in caso di nuove versioni di windows3) impossibilità di passare ad altri sistemi4) probabili costi aggiuntitvi per rendere l'applicazione sfruttabile da intranet o internet.Soluzione PHP/MySQL/ApachePro:1) nessun costo di licenza2) portabilità sulla maggior parte dei sistemi3) compatibilità futura assicurata4) supporto intranet e internetContro:1) sentirsi dare del comunista dai cretiniFai tu.
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli sparagestionali VB
      concordo in pieno...io credevo che visual basic fosse cosi diffuso perche non puoi farci il reverse engineering (arrivare al sorgente) a differenza del c++ o dell asmil java sta soppiantando anche il c++ nei chip embbeddeddelle automobili Sun Rules !
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli sparagestionali VB
      - Scritto da: Mechano
      Come volevasi dimostrare i danni fatti dagli
      "sparagestionali VB" sono stati più importanti
      del previsto.
      certo caro mechano adesso la colpa del fallimento di linux è di vb :Dcontinua a vedere il mondo con la tua lente distorta
      Anni di produzione software fatto assemblando
      widget e interfacce.

      Programmatori formatisi con un minicorso o peggio
      da autodidatti.

      Strumenti miopi e monopiattaforma, e
      programmatori ancora più miopi che hanno deciso
      di legarcisi mani e piedi.mamma mia tutto questo colpa di vb

      Sistemi integrati di stampa e reportistica che
      funzionano solo con MSOffice.

      CD intrattivi con applicazioni importanti come
      quelli per leggere le raccolte di codici
      tributari o le gazzette ufficiali,
      monopiattaforma e malfunzionantifunzionantissimi quello che non funziona invece è la migrazione a linux....ma sentiti come parli sembri il profeta dei lug
      anche solo se si
      cambia versione di Winzozz o di qualche dll del
      Visual Basic.a be invece su linux se togli le dll fuziona tutto.

      Mediocrità diffusa sia delle abilità di
      programmazionema che parli di programmazione che neanche sai mettere in croce 2 righe di codiceguarda la realta e rassegnati linux ha fallito!non dare la colpa a vb o al buco nell'ozono
      di questi individui che di chi
      deve scegliere gli strumenti per una P.A.

      Java considerato difficile e poco performante,non considerato: è poco performante e se capissi qualcosa di programmazione lo sapresti
      quando è la migliore soluzione multipiattaforma.

      Ecco cosa ha portato Micro$oft ed il tutto lo ha
      studiato con minuoziosità di dettagli.al complottooooooATTENTATOOOOO chiamate fede :D

      Tempo fa in un'azienda per la quale ho lavoratono risparmiaci la lagnia
      mi capitava sott'occhio un curriculumpure la privacy degli altri ti fa schifo?
      di un
      ragazzo che voleva venire a fare lo sviluppatore
      web PHP/MySQL/Apache.
      Nella lettera di presentazione scriveva:
      "Io mi candido per questo lavoro ma mi piacerebbe
      poter programmare in VB/ASP.NET perchè lo
      considero un linguaggio moderno ed una
      piattaforma completa e flessibile.".quindi

      Cioè io cercavo esperti Linux, PHP, MySQL e lui
      voleva scegliere di sviluppare per Winzozz?era fuori come un balcone....ma tu lo batti di brutto

      Gli ho risposto: "caro ragazzo, ci abbiamo
      impiegato un anno per riuscire ad abbandonare
      Micro$oft, le sue porcheriebasta troppe caxxiate tutte insieme
      • Mechano scrive:
        Re: Gli sparagestionali VB
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Mechano

        Come volevasi dimostrare i danni fatti dagli

        "sparagestionali VB" sono stati più importanti

        del previsto.



        certo caro mechano adesso la colpa del fallimento
        di linux è di vb
        :DVB, PowerBuilder ed in parte anche Delphi.Se esistono degli IDE e RAD semplici e potenti, ma solo per un sistema operativo, i programmatori resteranno legati a quel SO, e faranno restare legati anche i loro committenti e clienti.Per questo motivo M$ andava smembrata come stava per fare l'amministrazione Clinton.Con Bush finanziato pesantemente anche da Micro$oft, si è presa solo un boffetto e sta continuando con le sue pratiche monopolistiche.Se M$ avesse perso il ramo sistemi operativi probabilmente Visual Basic avrebbe potuto avere porting anche su Linux.La difficoltà di migrazione a Linux è data dall'abbondanza di prodotti gestionali che hanno interfaccia solo per win, si basano solo su software di database come MSSQL che esiste solo per winzozz, e sfruttano le funzionalità di integrazione del solo MSOffice.Quasi ogni gestionale deve avere un sistema di stampa completo e versatile. Tutti i programmatori tendono ad usare il solo Word. Lo stesso per la reportistica che viene fatta quasi sempre solo per Excel.Ora c'è StarOffice e OpenOffice.org che fanno bene questi lavori, e i sistemi di stampa e reportistica sono anche più facili da programmare perchè non si devono usare classi e librerie specifiche che generino .doc o rtf, ma si spacchetta un archivio zip (il file odt o sxw/sdw) e si lavora con semplici strutture XML in modalità testo.Quando hai un sistema di stampa basato su OpenOffice.org e formati aperti come Osasis, e l'interfaccia del gestionale è di tipo we based, la migrazione di un'azienda qualsiasi sistema operativo (non necessariamente Linux) diventa facilissima!__Mr. Mechano
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli sparagestionali VB
          - Scritto da: Mechano
          Quando hai un sistema di stampa basato su
          OpenOffice.org e formati aperti come Osasis, e
          l'interfaccia del gestionale è di tipo we based,
          la migrazione di un'azienda qualsiasi sistema
          operativo (non necessariamente Linux) diventa
          facilissima!Questo paragrafo la mandiamo alla tua maestra
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli sparagestionali VB
          - Scritto da: Mechano
          Per questo motivo M$ andava smembrata come
          stava
          per fare l'amministrazione Clinton.
          Con Bush finanziato pesantemente anche da
          Micro$oft, si è presa solo un boffetto e sta
          continuando con le sue pratiche monopolistiche.

          Se M$ avesse perso il ramo sistemi operativi
          probabilmente Visual Basic avrebbe potuto avere
          porting anche su Linux.AHHHH!!!!!Ecco il motivo di tutto il tuo astio!!!Sei invidioso!E va beh, bastava dirlo subito! :D
          La difficoltà di migrazione a Linux è data
          dall'abbondanza di prodotti gestionali che hanno
          interfaccia solo per winChe la comunità Open Source ne sviluppi di alternativi e validi.
          , si basano solo su
          software di database come MSSQL che esiste solo
          per winzozzPerchè, ti piace MSSQL?!Stai implicitamente dicendo che è un buon prodotto, te ne rendi conto? ;-)
          , e sfruttano le funzionalità di
          integrazione del solo MSOffice.Perchè, ti piace MSOffice?Stai implicitamente dicendo che è un buon prodotto, te ne rendi conto? ;-)Ciao ciao Mr Meccanico (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Scusa Mechano ma...la coerenza?
      Non eri tu quello che diceva di conoscere diplomati al classico che programmavano assembler da dio?Non eri tu a difendere il movimento di appassionati di software, lontani dai parrucconi masterizzati?O pensi che all'universita' ti insegnino php?Poi una piccola chiosa: io sono programmatore php/mysql (e anche asp/sql server, per tuo disgusto), sono autodidatta e studio scienze della comunicazione (che orrore vero, sono un "riciclato"...)Intanto però mi porto a casa la pagnotta da due anni, mi tolgo i miei sfizi e vado verso la laurea, che tra parentesi in ambito di project managing anche nel software è spendibilissima.Auguri sapientone.
      • Anonimo scrive:
        Re: Scusa Mechano ma...la coerenza?
        - Scritto da: Anonimo
        Non eri tu quello che diceva di conoscere
        diplomati al classico che programmavano assembler
        da dio?

        Non eri tu a difendere il movimento di
        appassionati di software, lontani dai parrucconi
        masterizzati?

        O pensi che all'universita' ti insegnino php?

        Poi una piccola chiosa: io sono programmatore
        php/mysql (e anche asp/sql server, per tuo
        disgusto), sono autodidatta e studio scienze
        della comunicazione (che orrore vero, sono un
        "riciclato"...)

        Intanto però mi porto a casa la pagnotta da due
        anni, mi tolgo i miei sfizi e vado verso la
        laurea, che tra parentesi in ambito di project
        managing anche nel software è spendibilissima.

        Auguri sapientone.Chi si loda si sbroda.Tra un pò sentiremo anche le tue lamentele sullo sfruttamento e sugli stipendi da fame che danno agli informatici.
        • Anonimo scrive:
          Re: Scusa Mechano ma...la coerenza?
          - Scritto da: Anonimo
          Chi si loda si sbroda.
          Tra un pò sentiremo anche le tue lamentele sullo
          sfruttamento e sugli stipendi da fame che danno
          agli informatici.Io non mi lodo affatto, non mi ritengo un fenomeno, ma non mi è neanche mai capitato di venire cacciato per incapacita'... di gente a spasso ce n'è, e dove lavoro io ce ne sono di laureati: eppure tengo il passo.Sul fatto degli stipendi... beh non sono uno di quelli che pensava di programmare per soldi. E' un lavoro, a me piace, la passione è la cosa che mi spinge di più a farlo. Lo so che sono bassi, ma è il mercato in crisi, spero sempre in una ripresa. Per tutti, non solo per me.Del resto, non serve un ingegnere informatico per fare un portale o un gestionale web in php.Un ingegnere informatico dovrebbe fare ben altro, il massimo su cui abbia mai lavorato io è una piattaforma CRM. E non pretendo di fare di più.Qui invece sembrano tutti ultra bravi con contratti da sogno e mansioni importanti, ma poi vi lagnate che la vostra laurea non vi viene riconosciuta... come mai?Semplice: in Italia di progetti grossi ce ne sono pochini, quindi non c'è posto per tutti, i meno bravi sono costretti a ripiegare su quello che faccio io. E ovviamente siccome hanno studiato per tot anni non ci stanno a vedersi preferiti ad un'altro solo autodidatta.Non è che ce l'ho con i laureati, vi auguro la miglior fortuna ma avete anche un pò rotto le palle co' sta storia della laurea per forza... il mio idraulico non ha la laurea in ingegneria idraulica, idem l'elettricista con l'elettronica e così via.
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusa Mechano ma...la coerenza?
            da ingegnere ti dò ragione.lavorare con ingegneri che programmano peggio di ragazzini è orribile e pretendono anche di essere chissà che. La farei io una laurea in informatica ma seria, che se esci di li devi stare al passo con i grandi. Doversi fare un corso usciti dalla facoltà è pietoso
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusa Mechano ma...la coerenza?
            - Scritto da: Anonimo
            da ingegnere ti dò ragione.
            lavorare con ingegneri che programmano peggio di
            ragazzini è orribile e pretendono anche di essere
            chissà che. La farei io una laurea in informatica
            ma seria, che se esci di li devi stare al passo
            con i grandi. Doversi fare un corso usciti dalla
            facoltà è pietosoAll'università non si impara a programmare.. ancora non lo avete capito?
          • Anonimo scrive:
            5 --
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusa Mechano ma...la coerenza?
            ho capito ma se finisci a 25 anni (famo 28) e non sei in grado di stare al computer arrivi a 33 anni prima di capirci qualcosa e se non sai programmare di già molti non ti assumono
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusa Mechano ma...la coerenza?
            - Scritto da: Anonimo
            ho capito ma se finisci a 25 anni (famo 28) e non
            sei in grado di stare al computer arrivi a 33
            anni prima di capirci qualcosa e se non sai
            programmare di già molti non ti assumonoragazzi per imparare 1 linguaggio tipo php non ci stai più di 1 mese, e si impara lavorandoci.
          • Mechano scrive:
            Re: Scusa Mechano ma...la coerenza?
            - Scritto da: Anonimo
            ragazzi per imparare 1 linguaggio tipo php non ci
            stai più di 1 mese, e si impara lavorandoci.Io ho dato fondamenti d'informatica in Pascal, fu uno tra i miei primi esami.Imparata la programmazione strutturata o il paradigma dell'OOP, basta poco per imparare un nuovo linguaggio, e la pratica serve per imparare a conoscere le sue librerie, le classi i framework e le idiosincrasie del linguaggio.PHP l'ho imparato in 2 settimane tonde.__Mr. Mechano
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusa Mechano ma...la coerenza?
            - Scritto da: Anonimo
            ragazzi per imparare 1 linguaggio tipo php non ci
            stai più di 1 mese, e si impara lavorandoci.Non sono d'accordo.In un mese puoi imparare a fare mysql_connect, mysql_selectdb... e fare il portalino.Questo perchè chi non conosce il php a fondo lo vede come il linguaggino procedurale per fare i sitarelli.Ci si possono fare ottime cose con php, date un occhiata al modello di sviluppo tipo Pear, e pensate al riutilizzo di codice e al modello di sviluppo che può venirne, a oggetti e design pattern.Soltanto Java e Net in ambito web possono di più: peccato che Java sia orribilmente pesante e antieconomico per progetti non grandi, Net non è realmente multipiattaforma.
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusa Mechano ma...la coerenza?

            In un mese puoi imparare a fare mysql_connect,
            mysql_selectdb... e fare il portalino.Bhe imparo quello che c'è di diverso da quello che già sò, collegamento ai database, array associativi e poco altro, per il resto è un linguaggio di programmazione come tanti altri.

            Questo perchè chi non conosce il php a fondo lo
            vede come il linguaggino procedurale per fare i
            sitarelli.Principalmente è usato per quello, ma per sitarello potrei intendere anche un grosso sito (non dico ebay ma quasi :P)

            Ci si possono fare ottime cose con php, date un
            occhiata al modello di sviluppo tipo Pear, e
            pensate al riutilizzo di codice e al modello di
            sviluppo che può venirne, a oggetti e design
            pattern.Bhe PHP è un linguaggio server side, gli oggetti posso servire è vero ma non in maniera determinante, vedremo cosa saranno in grado di inventarsi con PHP5per ora fare un web service in PHP per me è più semplice che farlo col tanto decantato C# e visual studio.

            Soltanto Java e Net in ambito web possono di più:
            peccato che Java sia orribilmente pesante e
            antieconomico per progetti non grandi, Net non è
            realmente multipiattaforma.Bhe sulla pesantezza di Java non sarei tanto daccordo ma sorvoliamo, su .NET ringraziamo che esiste MONO anche se molto (window form ecc.. ) ancora manca
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusa Mechano ma...la coerenza?
            Strano di solito è quello che si fa e richiedono le aziende.
      • Anonimo scrive:
        Re: Scusa Mechano ma...la coerenza?

        O pensi che all'universita' ti insegnino php?
        Ma quanti smanaccioni che non hanno nemmeno provato a iscriversi all'universita' ci sono su sto forum?
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli sparagestionali VB
      una persona che giudica sufficiente l'esperienza di programmazione appresa all'università vuol dire che fa veramente nulla.Fatti un favore:girati un pò di siti delle università e scarica il materiale didattico dei corsi di informatica. Se ti sembrano sufficienti io me ne vado dall'Italia
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli sparagestionali VB
        - Scritto da: Anonimo
        una persona che giudica sufficiente l'esperienza
        di programmazione appresa all'università vuol
        dire che fa veramente nulla.
        Fatti un favore:
        girati un pò di siti delle università e scarica
        il materiale didattico dei corsi di informatica.
        Se ti sembrano sufficienti io me ne vado
        dall'ItaliaMa come prima l'università e nozionistica e fa schifo e ora invece fa schifo perchè non insegna niente.Secondo me dovreste mettervi in testa che l'università non insegna a programmare, insegna un metodo che poi ti servirà anche nel lavoro, le nozioni, i linguaggi li puoi imparare in seguito, una volta capito il metodo.Se vuoi imparare a lavorare datti ad un corso di formazione professionale.Se vuoi imparare a pensare vai all'università e studia.
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli sparagestionali VB
          che metodo imparo?info1: java, senza le classiinfo2: java: le classiing software: come il java ma in Ccalcolatori: funzionamento del processore (inventato)web: jsp, sitarello con un databasedati: 2 query con accessdi che metodo parli? ho imparato la sintassi di 5 linguaggi
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            - Scritto da: Anonimo
            che metodo imparo?
            info1: java, senza le classi
            info2: java: le classi
            ing software: come il java ma in C
            calcolatori: funzionamento del processore
            (inventato)
            web: jsp, sitarello con un database
            dati: 2 query con access

            di che metodo parli? ho imparato la sintassi di 5
            linguaggiMa che razza di facoltà avete? :Oinfo 1: programmazione di base con il C (primo approccio)info 2: programmazione "avanzata" con il C++ (ADT ecc.. per capire come si strutturano i dati)Linguaggi: java (linguaggi ad oggetti, ereditarietà polimorfismo e solite cose)calcolatori: funzionamento dei processori (FSM, come funziona la cache, ottimizzazioni, asm)dati: algebra relazionale ed sql + progetto in accessweb: sitarello con database (colpa del prof :P)SW eng: principi di programmazione distribuita e OO, riutilizzo del codice, UML, pattern
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            Avete scritto la stessa cosa.... :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            - Scritto da: Anonimo
            Avete scritto la stessa cosa.... :)Non penso.I linguaggi che studi sono un esempio, avrei potuto fare informatica con il pascal, smalltalk, fortran, ada o qualsiasi altra cosa, il nodo centrale rimane capire la programmazione strutturata, non il linguaggio in se.
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            Alla fine studi un linguaggio e son sempre gli stessi...il pascal si insegnava dieci anni fa poi le aziende chiedevano il c e le uni si sono date una regolata. Avete scritto paro paro le stesse cose. :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli sparagestionali VB
            - Scritto da: Anonimo
            che metodo imparo?
            info1: java, senza le classi
            info2: java: le classi
            ing software: come il java ma in C
            calcolatori: funzionamento del processore
            (inventato)
            web: jsp, sitarello con un database
            dati: 2 query con access

            di che metodo parli? ho imparato la sintassi di 5
            linguaggiInfatti la teoria del metodo son discorsini che fanno alle scuole superiori di solito di indirizzo non tecnico-scientifico.Peccato che poi all'uni quelli che vanno meglio e ottengono risultati migliori di solito vengano da altri indirizzi di studio...
      • Anonimo scrive:
        Re: L'autodidatta VB è pericoloso
        fa cultura sapere come si eredita una classe. No, non è l'autodidatta vb ad essere pericoloso, ma una persona che non sa piazzarli a dovere
        • Anonimo scrive:
          Re: L'autodidatta VB è pericoloso
          - Scritto da: Anonimo
          fa cultura sapere come si eredita una classe.
          No, non è l'autodidatta vb ad essere pericoloso,
          ma una persona che non sa piazzarli a doverePurtroppo spesso in tutta la società non c'è nemmeno 1 persona che sa piazzarli a dovere, magari l'unico che ci capisce qualcosa di computer è il suddetto cacciavitaro mentre gli altri si occupano di marketing, PR, e menate tipo "nu economy", triste a dirsi ma le società piccole sono fatte in questo modo (e anche quelle meno piccole)
        • Anonimo scrive:
          Re: L'autodidatta VB è pericoloso
          - Scritto da: Anonimo



          i corsi all'uni son tanto utili che un mio amico

          "autodidatta" dopo la prima lezione ai corsi di

          informatica non ha più messo piede....tutti

          trenta e lode, quel genere di esami li dava a

          tempo perso.


          Certo e mio cuggggino invece...Magari :-)

          o avete l'università del menga come ha detto
          qualcuno o il tuo amico è un genio :)No era semplicemente uno che si dava da fare e non era il solo. L'uni da una preparazione scadente se non ti dai da fare e vai oltre i corsi che di per se sono inutili e superficiali. mai sentito tante volte in vita mia tanto questo non vi interessa o tanto all'esame non ve lo chiediamo.
        • Anonimo scrive:
          Re: L'autodidatta VB è pericoloso
          guarda che è vero, chi sa programmare studia solo le definizioni di teoria. L'esame di informatica prevedeva questa parte pratica:scrivere una funzione che letti nomi e voti da tastiera li ordini per nome e faccia la media
      • Anonimo scrive:
        Re: L'autodidatta VB è pericoloso

        i corsi all'uni son tanto utili che un mio amico
        "autodidatta" dopo la prima lezione ai corsi di
        informatica non ha più messo piede....tutti
        trenta e lode, quel genere di esami li dava a
        tempo perso.Anche "uno" che conosco io....peccato però che non risuciva a superare l'esame di analisi matematica, fisica, statistica, etc.......l'università non deve insegnare a "programmare", ma ad avere una visione ampia dell'informatica, che è e rimane una scienza e non una cosa da imparare in edicola.Persone "in gamba" che si sono formate da sole esistono sicuramente e io ne conosco alcune che, per passione, sono arrivate ad un livello di conoscenza che gente "titolata" se lo può scordare. Oltre a queste però, c'è una schiera di smanettoni senza basi che eseguono dei lavori orrendi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli sparagestionali VB
      Pensa,Nel mio curriculum di futuro avvocato c'è scritto che ho fatto il cameriere, l'addetto all'ufficio informazioni, il magazziniere all'Ikea, etc.etc.etc.Saluti,Piwi
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli sparagestionali VB
        - Scritto da: Anonimo
        Pensa,

        Nel mio curriculum di futuro avvocato c'è scritto
        che ho fatto il cameriere, l'addetto all'ufficio
        informazioni, il magazziniere all'Ikea,
        etc.etc.etc.

        Saluti,
        PiwiNon hai detto che ti sei anche incontrato con me nei cessi della stazione di Luino.Avresti guadagnato un sacco di punti sul curriculum.
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli sparagestionali VB
      Ottimo post, come al solito.
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli sparagestionali VB
      Ecco !!! Abbiamo trovato il padrone della verità, l'oracolo della sapienza.Sei peggio dei talebani !!
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli sparagestionali VB
      ke qualke programmatore VB ti ha tolto il lavoro??? ;)
    • ishitawa scrive:
      Re: applicativi legati a Office
      cito:CD intrattivi con applicazioni importanti come quelli per leggere le raccolte di codici tributari o le gazzette ufficiali, monopiattaforma e malfunzionanti anche solo se si cambia versione di Winzozz o di qualche dll del Visual Basic.porto ad esempio un sw per il famoso 196/03 per la privacy che emette report e lettere SOLO in formato doc e per avviarsi VUOLE ASSOLUTAMENTE office installato.Ma ci voleva tanto a permettermi anche un esport in formato testo ????????
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli sparagestionali VB
      - Scritto da: Mechano
      Tempo fa in un'azienda per la quale ho lavorato
      mi capitava sott'occhio un curriculum di un
      ragazzo che voleva venire a fare lo sviluppatore
      web PHP/MySQL/Apache.
      Nella lettera di presentazione scriveva:
      "Io mi candido per questo lavoro ma mi piacerebbe
      poter programmare in VB/ASP.NET perchè lo
      considero un linguaggio moderno ed una
      piattaforma completa e flessibile.".Veramente VB.NET/ASP.NET è una piattaforma molto più solida e simile (in tutti i sensi) a J2EE di quelle merde liquide che sono PHP e MySQL.Il poverettto aveva ragione.
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli sparagestionali VB
        - Scritto da: Anonimo
        Veramente VB.NET/ASP.NET è una piattaforma molto
        più solida e simile (in tutti i sensi) a J2EE di
        quelle merde liquide che sono PHP e MySQL.
        Il poverettto aveva ragione.Ah beh, se l' 80% di tutti i CMS, applicazioni di collaborazione e piattaforme di ecommerce sono basate su PHP/MySQL/Apache allora non puoi che avere ragione...
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli sparagestionali VB
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Veramente VB.NET/ASP.NET è una piattaforma
          molto

          più solida e simile (in tutti i sensi) a J2EE
          di

          quelle merde liquide che sono PHP e MySQL.

          Il poverettto aveva ragione.

          Ah beh, se l' 80% di tutti i CMS, applicazioni di
          collaborazione e piattaforme di ecommerce sono
          basate su PHP/MySQL/Apache allora non puoi che
          avere ragione...Il 100% dell'80% di tutti i CMS non sono altro che installazioni di PhpNuke, che contemporaneamente è l'esempio di come NON si scrive un CMS e di come non si scrive un'applicazione Web.PHP è merda liquida.
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli sparagestionali VB

        Veramente VB.NET/ASP.NET è una piattaforma molto
        più solida e simile (in tutti i sensi) a J2EE di
        quelle merde liquide che sono PHP e MySQL.
        Il poverettto aveva ragione.Peccato che per usarle decentemente devo usare quella merda solida di visual studio (e non mi dire che posso farne a meno perchè sai benissimo che quel coso fa tutto lui e non ti lascia mettere mano dove il wizard ci ha messo lo zampino, scrivere in .NET senza visual studio è come cercare di far camminare una tartaruga senza le zampe anteriori)
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli sparagestionali VB
          non è affatto vero, ci sono dei tool per sviluppare già più che ottimi sia open che della borland.
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli sparagestionali VB

          Peccato che per usarle decentemente devo usare
          quella merda solida di visual studio (e non mi
          dire che posso farne a meno perchè sai benissimo
          che quel coso fa tutto lui e non ti lascia
          mettere mano dove il wizard ci ha messo lo
          zampino, scrivere in .NET senza visual studio è
          come cercare di far camminare una tartaruga senza
          le zampe anteriori)E' evidente che non sai di cosa stai parlando.Come Mechano del resto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli sparagestionali VB
      - Scritto da: Mechano
      Come volevasi dimostrare i danni fatti dagli
      "sparagestionali VB" sono stati più importanti
      del previsto.

      Anni di produzione software fatto assemblando
      widget e interfacce.

      Programmatori formatisi con un minicorso o peggio
      da autodidatti.

      Strumenti miopi e monopiattaforma, e
      programmatori ancora più miopi che hanno deciso
      di legarcisi mani e piedi.

      Sistemi integrati di stampa e reportistica che
      funzionano solo con MSOffice.

      CD intrattivi con applicazioni importanti come
      quelli per leggere le raccolte di codici
      tributari o le gazzette ufficiali,
      monopiattaforma e malfunzionanti anche solo se si
      cambia versione di Winzozz o di qualche dll del
      Visual Basic.

      Mediocrità diffusa sia delle abilità di
      programmazione di questi individui che di chi
      deve scegliere gli strumenti per una P.A.

      Java considerato difficile e poco performante,
      quando è la migliore soluzione multipiattaforma.

      Ecco cosa ha portato Micro$oft ed il tutto lo ha
      studiato con minuoziosità di dettagli.

      Tempo fa in un'azienda per la quale ho lavorato
      mi capitava sott'occhio un curriculum di un
      ragazzo che voleva venire a fare lo sviluppatore
      web PHP/MySQL/Apache.
      Nella lettera di presentazione scriveva:
      "Io mi candido per questo lavoro ma mi piacerebbe
      poter programmare in VB/ASP.NET perchè lo
      considero un linguaggio moderno ed una
      piattaforma completa e flessibile.".

      Cioè io cercavo esperti Linux, PHP, MySQL e lui
      voleva scegliere di sviluppare per Winzozz?

      Gli ho risposto: "caro ragazzo, ci abbiamo
      impiegato un anno per riuscire ad abbandonare
      Micro$oft, le sue porcherie e i suoi sporchi
      giochi di mercato, ed ora tu vuoi farci
      ripiombare tra i suoi tentacoli solo perchè
      consideri .NET la piattaforma moderna del futuro
      e vuoi programmare solo per quella?".

      Se Micro$oft si trova con un potere tale da
      potere introdurre una cosa pazzesca come
      Palladium, molto lo si deve a questi meravigliosi
      cacciavitari di periferia riciclatisi
      pseudo-programmatori sparagestionali VB con un
      corso di 2 settimane.
      Su 20 curriculum di programmatori Visual Basic la
      metà riportano un lavoro di camionista, commesso
      di negozio di PC, barman, magazziniere, o operaio
      e dopo un corso MSDC spuntano fuori come "abili
      porgrammatori" Visual Basic pronti ad inondare il
      mercato di programmetti e legarsi, loro e le
      aziende per cui lavorano o a cui vendono queste
      porcherie, mani e piedi a Micro$oft.

      Manco il CEPU sa fare di peggio... :-)

      Questa migrazione sta avendo difficoltà solo a
      causa di anni e anni di sviluppo di software e
      soluzioni integrate solo per i sistemi Micro$oft.
      Non perchè Linux non sia all'altezza.

      Perchè su Linux hai comunque un'ampia scelta di
      tool di sviluppo, linguaggi, widget, interfacce e
      strumenti di produttività.

      __
      Mr. Mechano


      ==================================
      Modificato dall'autore il 07/09/2005 0.47.08L'intero intervento è un pochino troll, ma apprezzabileNon ti sei posto il problema delle quantità di fogli xls che contengono macro che fanno cose inutili o dignitose, documenti word con legati a documenti xls per mezzo di stampa unione, documenti inclusi, linkati, e via dicendo.come fai il porting di sta roba? con openoffice? per favore....Il fatto è che c'è un sacco di gente che lavora con Excel e morirebbe se glielo togliessero... Cosa fai, gli metti Calc? ROFLMAO!!!Come passare da una villetta al monolocale senza bagno.La mia esperienza mi porta a dire che ci sono quantità di fogli xls inutili che fanno cose inutili, ma altrettante quantità di soluzioni xls selfmade che il più delle volte sono geniali.La realtà è che lo scoglio più grosso da superare nella migrazione Win-Lnx era/è/sarà sempre Office, il miglior prodotto nella sua fascia il cui unico concorrente credibile... non esiste...Smentitemi (se ci riuscite.... e lasciate perdere openoffice per piacere, perchè la discussione in merito basata su oo non esiste proprio)
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli sparagestionali VB
        Di per se è abbastanza strano che si pretenda che oo sia Office.Se da un lato è vero che va fatto il porting delle "micro-applicazioni" perchè OO sostituisca office come piattaforma di sviluppo per ufficio, d'altro canto è altrettanto vero che OO fa le stesse identiche cose ed in alcuni ambiti è anche superiore proprio per la sua flessibilità (vedi gestione database esterni). IMO la maniera più sensata di effettuare una migrazione è con l'uso in parallelo,del resto con wine, se non si vuole usare crossover, office su linux non presenta particolari problemi.Certo il pensare di migrare tutto di un botto se non si usano solo applicativi webbased è utopistico.
    • Anonimo scrive:
      5 --
      talebano
    • pippo75 scrive:
      Re: Gli sparagestionali VB

      Strumenti miopi e monopiattaforma, e
      programmatori ancora più miopi che hanno deciso
      di legarcisi mani e piedi.il male non e' lo strumento, ma chi lo usa. Una soluzione: formati aperti, poi il programma scegli quello che vuoi.Meglio avere uno strumento che lavora bene ma proprietario oppure uno che da problemi ma non proprietario.
      Sistemi integrati di stampa e reportistica che
      funzionano solo con MSOffice.dove lavoravo prima ne avevo accennato, peggio di parlare ai muri.

      CD intrattivi con applicazioni importanti come
      quelli per leggere le raccolte di codici
      tributari o le gazzette ufficiali,
      monopiattaforma e malfunzionanti anche solo se si
      cambia versione di Winzozz o di qualche dll del
      Visual Basic.se si vuole: un prodotto economico, prodotto in fretta e con effetti speciali, questi sono i risultati.Uno dell'ufficio leggi non pensa come un informatico.....
      Mediocrità diffusa sia delle abilità di
      programmazione di questi individui che di chi
      deve scegliere gli strumenti per una P.A.fossero questi i problemi della PA,

      Java considerato difficile e poco performante,
      quando è la migliore soluzione multipiattaforma.non ti do torto, ma ragioni troppo da informatico, se parli con un falegname ti dice che le cerniere delle ante non vanno bene perche' non sono standard, quando le devi cambiare....... ( lui ragiona da falegname )
      Ecco cosa ha portato Micro$oft ed il tutto lo ha
      studiato con minuoziosità di dettagli.E l'ha studiato bene, e' riuscita a dare quello che la gente vuole (nel bene e nel male).
      ripiombare tra i suoi tentacoli solo perchè
      consideri .NET la piattaforma moderna del futuro
      e vuoi programmare solo per quella?".lui ha solo detto le sue aspettattive, in un CV e' una cosa normale.

      Se Micro$oft si trova con un potere tale da
      potere introdurre una cosa pazzesca come
      Palladium, molto lo si deve a questi meravigliosi
      cacciavitari di periferia riciclatisiMi parli di palladium, fino ad adesso ho visto solo voci da bar, se hai link, meglio in italiano, non commenti ma aspetti tecnici.
      Su 20 curriculum di programmatori Visual Basic la
      metà riportano un lavoro di camionista, commesso
      di negozio di PC, barman, magazziniere, o operaio
      e dopo un corso MSDC spuntano fuori come "abili
      porgrammatori" Visual Basic pronti ad inondare il
      mercato di programmetti e legarsi, loro e lesbaglio o Einstein era un semplice impiegato.Quando andavo a scuola avevo un professore che era veramente in gamba (o letto commenti positivi anche su internet), diceva che il suo primo lavoro era stato raccogliere pomodori.
      Questa migrazione sta avendo difficoltà solo a
      causa di anni e anni di sviluppo di software e
      soluzioni integrate solo per i sistemi Micro$oft.
      Non perchè Linux non sia all'altezza.questo succede perche'- i prorgammi devono essere sviluppati il prima possibile, meglio se sono gia' pronti- devi spendere il meno possibile- non devi studiare, devi sviluppareLe ditte volevano un prodotto pronto subito e MS gli ha fornito i mezzi.

      Perchè su Linux hai comunque un'ampia scelta di
      tool di sviluppo, linguaggi, widget, interfacce e
      strumenti di produttività.il problema:quanto tempo serve per sviluppare?tempi di conversione?quanto costa uno sviluppatore VB?quanto costa uno sviluppatore Java?quanto costa uno sviluppatore che Linux e che sviluppa per esso?Ripeto quello che conta sono i formati aperti, purtroppo pochi lo recepiscono questo problema, anche perche' il costo dell'infrastuttura informatica in un comune medio non e' cosi' elevato ( pensa solo al costo del mantenimento delle strade e confrontalo )ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli sparagestionali VB
      - Scritto da: Mechano
      Come volevasi dimostrare i danni fatti dagli
      "sparagestionali VB" sono stati più importanti
      del previsto.Infatti Bill è un ottimo stratega, ha intortato (inc...) persino S. Jobs..
      Java considerato difficile e poco performante,
      quando è la migliore soluzione multipiattaforma.Perché pensano che "veloce" sia meglio di utile. ;)Forse ragionano con il software che usano nelle ore di lavoro, i giochi: belli e veloci.
      Tempo fa in un'azienda per la quale ho lavorato
      mi capitava sott'occhio un curriculum di un
      ragazzo che voleva venire a fare lo sviluppatore
      web PHP/MySQL/Apache.
      Nella lettera di presentazione scriveva:
      "Io mi candido per questo lavoro ma mi piacerebbe
      poter programmare in VB/ASP.NET perchè lo
      considero un linguaggio moderno ed una
      piattaforma completa e flessibile.".

      Cioè io cercavo esperti Linux, PHP, MySQL e lui
      voleva scegliere di sviluppare per Winzozz?

      Gli ho risposto: "caro ragazzo, ci abbiamo
      impiegato un anno per riuscire ad abbandonare
      Micro$oft, le sue porcherie e i suoi sporchi
      giochi di mercato, ed ora tu vuoi farci
      ripiombare tra i suoi tentacoli solo perchè
      consideri .NET la piattaforma moderna del futuro
      e vuoi programmare solo per quella?".Io non sarei stato così gentile..secondo il mio parere hai fatto bene.Avrà capito il senso ironico di " piattaforma moderna del futuro"? :)
      Se Micro$oft si trova con un potere tale da
      potere introdurre una cosa pazzesca come
      Palladium, molto lo si deve a questi meravigliosi
      cacciavitari di periferia riciclatisi
      pseudo-programmatori sparagestionali VB con un
      corso di 2 settimane.
      Su 20 curriculum di programmatori Visual Basic la
      metà riportano un lavoro di camionista, commesso
      di negozio di PC, barman, magazziniere, o operaio
      e dopo un corso MSDC spuntano fuori come "abili
      porgrammatori" Visual Basic pronti ad inondare il
      mercato di programmetti e legarsi, loro e le
      aziende per cui lavorano o a cui vendono queste
      porcherie, mani e piedi a Micro$oft.Naturalmente con questi è ingiustificato parlare di analisi, fattibilità, progettazione e test.Ho trovato anche venditori di case, studenti delle superiori (non immagini quanto erano incavolati i loro clienti, o forse si...), cassieri, edicolanti ecc. Tutti questi gli ho visti programmare solo col RAD nel loro tempo libero per i loro "clienti", lasciandoli in alto mare non appena sorgevano i primi problemi su cui serviva mettere veramente mano al codice.Certo è anche vero che costoro conoscono meglio i sistemi (aka: i problemi di) Windows che la Microsoft stessa.
      Questa migrazione sta avendo difficoltà solo a
      causa di anni e anni di sviluppo di software e
      soluzioni integrate solo per i sistemi Micro$oft.
      Non perchè Linux non sia all'altezza.Concordo su entrambe le frasi, anche se credo che non sia l'unico fattore.
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli sparagestionali VB
      -

      Gli ho risposto: "caro ragazzo, ci abbiamo
      impiegato un anno per riuscire ad abbandonare
      Micro$oft, le sue porcherie e i suoi sporchi
      giochi di mercato, ed ora tu vuoi farci
      ripiombare tra i suoi tentacoli solo perchè
      consideri .NET la piattaforma moderna del futuro
      e vuoi programmare solo per quella?".
      ma che rispostona!!!bella professionalita' complimenti..io da voi a lavorare non ci manderei neanche bin laden..ma per favore...mettersi a fare guerre di religione...ma sei sicuro di lavorare???vai su.....torna a scrivere gcc a linea di comando...intanto che tu ti ricompili il tuo bel kernel (per l'ennesima volta) io ho gia' fatto la mia bella applicazione in asp.net..
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli sparagestionali VB
        - Scritto da: Anonimo

        -


        Gli ho risposto: "caro ragazzo, ci abbiamo

        impiegato un anno per riuscire ad abbandonare

        Micro$oft, le sue porcherie e i suoi sporchi

        giochi di mercato, ed ora tu vuoi farci

        ripiombare tra i suoi tentacoli solo perchè

        consideri .NET la piattaforma moderna del futuro

        e vuoi programmare solo per quella?".



        ma che rispostona!!!

        bella professionalita' complimenti..
        io da voi a lavorare non ci manderei neanche bin
        laden..

        ma per favore...mettersi a fare guerre di
        religione...

        ma sei sicuro di lavorare???

        vai su.....torna a scrivere gcc a linea di
        comando...

        intanto che tu ti ricompili il tuo bel kernel
        (per l'ennesima volta) io ho gia' fatto la mia
        bella applicazione in asp.net..ancora con stò kernel... so che per certi winari il kernel è un oggetto misterioso ... ma dovete sapere,miei fidi, che SE volete ricompilarlo (cosa non necessario), basta 1 (una, one) volta... quindi torna a giocare con asp.net...
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli sparagestionali VB
          - Scritto da: Anonimo
          ancora con stò kernel... so che per certi winari
          il kernel è un oggetto misterioso ... ma dovete
          sapere,miei fidi, che SE volete ricompilarlo
          (cosa non necessario), basta 1 (una, one)
          volta... quindi torna a giocare con asp.net... In Linux non è obbligatorio ricompilare il kernel.Ma se lo si fa la prima cosa da fare è scegliere l'ottimizzazione per l'architettura usata.Ed è semplicemente incredibile come il computer diventi dal 25 al 40% più veloce solo con una ricompilata del kernel.Da quando è uscito gcc 4.0 poi vendremo le prossimo distribuzioni ancora più efficienti e perfomanti.E loro ad installare antivirus e antispyware e ridurre il PC ad una lumaca col disco che frulla di continuo e rallentamenti fastidiosi.
  • bouncey2k scrive:
    tante boiate..
    oh!!! ma secondo voi gli impiegati del comune sanno usare un computer? ke cavolo dite?L'omino che deve scrivere su Word, scriverà su Writer di OpenOffice.. COSA CAMBIA?? E' UGUALE... aspettate che ripeto meglio..E' UGUALEEEEEEEEEEEEEEEEEEEL'unica cosa "+ difficile" (mi viene da ridere) è l'istallazione dei pacchetti.. ma dato che non li istallano nemmeno su Windows non vedo il problema.. e poi per istallare un programma ci sono i tecnici apposta che hanno sempre pagato e continueranno a pagare (dove sono i soldi in più).I programmi per la posta sono ottimi e uguali se non più semplici come KMail...mah...
    • Anonimo scrive:
      Re: tante boiate..
      - Scritto da: bouncey2k
      aspettate che ripeto meglio..
      E' UGUALEEEEEEEEEEEEEEEEEEENo, purtroppo non lo è.Il problema non è l'omino che deve scrivere su Writer anzichè Word.Il problema sono i documenti archiviati formattati per Word che si vedono una fetenzia con OOo (non per colpa di OOo, del resto, ma è così)Il problema è che l'omino andrà in crisi non appena vedrà che è cambiato il menu'.Il problema è che il gestionale in VB che l'omino usava prima ora andrebbe convertito.
      L'unica cosa "+ difficile" (mi viene da ridere) è
      l'istallazione dei pacchetti.. ma dato che non li
      istallano nemmeno su Windows non vedo il
      problema.. e poi per istallare un programma ci
      sono i tecnici apposta che hanno sempre pagato e
      continueranno a pagare (dove sono i soldi in
      più).
      I programmi per la posta sono ottimi e uguali se
      non più semplici come KMail...Beh, su questo non sono molto d'accordo. A parte i problemi di sicurezza, Outlook (non Express) ha funzionalita' che sono pareggiate soltanto da Evolution.Ecco, Evolution sarebbe ideale... ma vai a spiegarlo all'omino... tu mi sa che non hai mai visto in vita tua un impiegato statale medio :)
      mah...Ehh... è un mondo difficile e vita intensa, felicita' a momenti e futuro incerto... il pinguino lascialo a chi lo usa e lo apprezza, l'omino fa già difficolta' con windows ;)
      • bouncey2k scrive:
        Re: tante boiate..
        - OpenOffice legge i file DOC..- Pensavo a Evolution ma ho scritto KMail (..lapsus..)- Di impiegati medi ne conosco, ho dei familiari per l'appunto.. E' solo una questione di abitudine. ci si abitua a tutto
        • Anonimo scrive:
          Re: tante boiate..
          - Scritto da: bouncey2k
          - OpenOffice legge i file DOC..
          - Pensavo a Evolution ma ho scritto KMail
          (..lapsus..)
          - Di impiegati medi ne conosco, ho dei familiari
          per l'appunto.. E' solo una questione di
          abitudine. ci si abitua a tutto
          Si ma non agitarti potresti fare il loro gioco.
          • bouncey2k scrive:
            Re: tante boiate..

            Si ma non agitarti potresti fare il loro gioco.Questa non l'ho capita..sarei agitato? perkè fare il loro gioco? di ki?
        • Anonimo scrive:
          Re: tante boiate..
          - Scritto da: bouncey2k
          - OpenOffice legge i file DOC..Eh, non sempre al 100%... alcune formattazioni vanno a farsi benedire.Non che sia colpa di OOo... il lavoro sui file di Office un lavoro laborioso di reverse, quindi si fa di necessita' virtu'.Ma chiederlo di farlo in un ufficio, quando le licenze di Office le avevi già pagate... mmm....
          - Di impiegati medi ne conosco, ho dei familiari
          per l'appunto.. E' solo una questione di
          abitudine. ci si abitua a tuttoNon volevo offendere, per carita'.. del resto anche mia madre lo è.Ma per l'appunto, non ce la vedrei mia madre a lavorare su linux.
          • bouncey2k scrive:
            Re: tante boiate..

            Non volevo offendere, per carita'.. del resto
            anche mia madre lo è.

            Ma per l'appunto, non ce la vedrei mia madre a
            lavorare su linux.Tranquillo. Anche io sono consapevole del fatto che i miei familiare siano un po' incapaci.. però tentar non nuoce.. esistono i corsi di aggiornamento.
          • Anonimo scrive:
            Re: tante boiate..
            - Scritto da: bouncey2k

            Non volevo offendere, per carita'.. del resto

            anche mia madre lo è.



            Ma per l'appunto, non ce la vedrei mia madre a

            lavorare su linux.

            Tranquillo. Anche io sono consapevole del fatto
            che i miei familiare siano un po' incapaci.. però
            tentar non nuoce.. esistono i corsi di
            aggiornamento.Mmm... ma povera mia madre (e anche i tuoi) pure il corso serale di linux (e quando sennò?)?Cosa hanno fatto di male? Lasciali campare sereni ;)Vedi, tu la pensi così perchè ragioni: linux è migliore (vero) costa molto meno (vero) è più sicuro (vero).Però:Tu non devi rendere conto all'amministrazione pubblica se un documento importante si "sformatta", al massimo ti prendi un pò di tempo per riformattarlo. Ma non credo tu abbia tanti docs importanti come una PA :)Tu non hai sul groppone n licenze già pagate e messe lì a prendere polvere.Tu lo fai per passione, o per lavoro. L'impiegato lo dovrebbe fare per necessita', a costo di parecchio sforzo, e tra l'altro non ne vedrebbe il motivo.Io per esempio sono così per le macchine: non ci ho mai voluto spendere tanto, non sono mai stato un asso del volante, giro ancora con l'usatino che mi sono fatto anni fa e non mi frega nulla di sapere come funziona il motore. Al massimo so cambiare le ruote.Sono un "utonto del volante" (prudente però!!)Se si sfascia, vado dal meccanico, e amen. Oppure forse un giorno la cambio (stipendio permettendo :()In sintesi, una PA non è il LUG. Ci lavorano persone anche di 50 e passa anni che hanno fatto una fatica enorme a imparare ad usare un pc, se vuoi la loro morte dillo subito :)
          • Anonimo scrive:
            Re: tante boiate..
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: bouncey2k


            Non volevo offendere, per carita'.. del


            resto anche mia madre lo è.


            Ma per l'appunto, non ce la vedrei mia


            madre a lavorare su linux.

            Tranquillo. Anche io sono consapevole del

            fatto che i miei familiare siano un po'

            incapaci.. però

            tentar non nuoce.. esistono i corsi di

            aggiornamento.
            Mmm... ma povera mia madre (e anche i
            tuoi) pure il corso serale di linux (e quando
            sennò?)?Ma scusate, non ho capito : Volete far assumere i vostri genitori come sistemisti ???
            Cosa hanno fatto di male? Lasciali campare
            sereni ;)
            Vedi, tu la pensi così perchè ragioni: linux è
            migliore (vero) costa molto meno (vero) è più
            sicuro (vero).
            Però:
            Tu non devi rendere conto
            all'amministrazione pubblica se un
            documento importante si "sformatta", al
            massimo ti prendi un pò di tempo per
            riformattarlo. Ma non credo tu abbia tanti
            docs importanti come una PA :)
            Tu non hai sul groppone n licenze già
            pagate e messe lì a prendere polvere.Prendono polvere comunque perche' ad ogni relase del SO devono essere aggiornate a pagamento.
            Tu lo fai per passione, o per lavoro.
            L'impiegato lo dovrebbe fare per
            necessita', a costo di parecchio sforzo, e
            tra l'altro non ne vedrebbe il motivo.Io non vedo cosa cambierebbe per l'impiegato... Far girare un'applicazione Java in Firefox piuttosto che in Explorer e' cosi' traumatico per te ????
            Io per esempio sono così per le macchine:
            non ci ho mai voluto spendere tanto, non
            sono mai stato un asso del volante, giro
            ancora con l'usatino che mi sono fatto anni
            fa e non mi frega nulla di sapere come
            funziona il motore. Al massimo so cambiare
            le ruote.E quindi non importa cosa c'e' sotto, a te interessa che il cruscotto sia standard.Esattamente come per l'impiegato : lui deve far partire le utility che gli servono per lavorare e basta.
            Sono un "utonto del volante" (prudente
            però!!)Anche io :-D
            Se si sfascia, vado dal meccanico, e amen.
            Oppure forse un giorno la cambio (stipendio
            permettendo
            :()Appunto, visto che le macchine linux sono piu' affidabili han bisogno meno del meccanic. qual e' il tuo problema ???
            In sintesi, una PA non è il LUG. Ci lavorano
            persone anche di 50 e passa anni che hanno
            fatto una fatica enorme a imparare ad usare
            un pc, se vuoi la loro morte dillo subito :)Se non sono in grado di far partire un programma da un'icona sono tra gli invalidi mentali.
        • carbonio scrive:
          Re: tante boiate..
          - Scritto da: bouncey2k
          - OpenOffice legge i file DOC..
          - Pensavo a Evolution ma ho scritto KMail
          (..lapsus..)
          - Di impiegati medi ne conosco, ho dei familiari
          per l'appunto.. E' solo una questione di
          abitudine. ci si abitua a tuttoio ( per quello che vale ) prima della migrazione delle mie macchine casalinghe ( due desktop e un potatile ) ho fatto quasi quattro mesi di "purgatorio" su W2k ho messo le applicazioni fondamentali, Mozilla (firefox era ancora acerbo) , Mozilla mail, Open office, Gimp, VLc e altre cosine.Con l'addio del sistema su tutte le macchine, non mi sono trovato spaesato piu' di tanto, soprattutto i familiari non hanno avuto traumi esistenziali ( vedi dov'e' l'icona con la e blu ).
        • The_Stinger scrive:
          Re: tante boiate..
          - Scritto da: bouncey2k
          - OpenOffice legge i file DOC..Lo vuoi vedere un file DOC che OpenOffce NON legge?O meglio, lo legge ma è completamente spaginato, ce l'ho proprio qui, se mi dai un'indirizzo email a cui spedirtelo o ftp su cui caricartelo puoi farci tutti gli esperimenti che vuoi, non c'è un c@**o da fare, te lo editi a manina.Ora moltiplicalo per il numero medio di documenti di una media amministrazione pubblica.Non ce l'abbiamo con OpenOffice o con GNU/Linux ma tu non ti rendi proprio conto delle problematiche cui si va incontro in una migrazione (e pare che lo stesso sia successo a Monaco).
          • Anonimo scrive:
            Re: tante boiate..
            - Scritto da: The_Stinger
            - Scritto da: bouncey2k

            - OpenOffice legge i file DOC..

            Lo vuoi vedere un file DOC che OpenOffce NON
            legge?
            puoi ringraziare M$ che non rilascai le specifiche del formato...
            O meglio, lo legge ma è completamente spaginato,
            ce l'ho proprio qui, se mi dai un'indirizzo email
            a cui spedirtelo o ftp su cui caricartelo puoi
            farci tutti gli esperimenti che vuoi, non c'è un
            c@**o da fare, te lo editi a manina.

            Ora moltiplicalo per il numero medio di documenti
            di una media amministrazione pubblica.
            fare documenti in .doc è una cosa poco lungimirante...
            Non ce l'abbiamo con OpenOffice o con GNU/Linux
            ma tu non ti rendi proprio conto delle
            problematiche cui si va incontro in una
            migrazione (e pare che lo stesso sia successo a
            Monaco).certo che ci sono problemi, ma se non si tenta nemmeno la migrazione rimarrete sempre più legati ai contratti (capestro) e alle licenze (truffa) di M$
          • The_Stinger scrive:
            Leggere e capire prima di scrivere.
            - Scritto da: Anonimo

            puoi ringraziare M$ che non rilascai le
            specifiche del formato...Ho risposto alla seguente affermazione "OpenOffice" legge i file DOC" e posso dimostrare che è solo parzialmente vero.NON ho detto che Word è il migliore dei word processorNON ho detto che il documento incriminato non sia da tempo stato convertito in PDFNON ho detto che il documento incriminato non sia stato ripulito di alcune formattazioni e poi salvato in RTFRiesci a capire la differenza o ti devo fare uno schemino?
            fare documenti in .doc è una cosa poco
            lungimirante... Vedi sopra
            certo che ci sono problemi, ma se non si tenta
            nemmeno la migrazione rimarrete sempre più legati
            ai contratti (capestro) e alle licenze (truffa)
            di M$Scusa, ma chi ti ha detto che io a casa abbia Windows o Office?L'hai supposto?Beh, la tua supposta è sbagliata. ;)
          • Rex1997 scrive:
            Re: tante boiate..
            - Scritto da: The_Stinger
            - Scritto da: bouncey2k

            - OpenOffice legge i file DOC..

            Lo vuoi vedere un file DOC che OpenOffce NON
            legge?

            O meglio, lo legge ma è completamente spaginato,
            ce l'ho proprio qui, se mi dai un'indirizzo email
            a cui spedirtelo o ftp su cui caricartelo puoi
            farci tutti gli esperimenti che vuoi, non c'è un
            c@**o da fare, te lo editi a manina.
            Ma salvarlo in formato RFT dopo averlo aperto con M$-Parola costa così fatica? Ma non continuate a dire che siete genii del PC?:| :(
            Ora moltiplicalo per il numero medio di documenti
            di una media amministrazione pubblica.
            Sai la fatica.....qualcosa i dipendenti della PA dovranno ben fare, oltre che la pausa caffé dalle 10.00 alle 11.59
            Non ce l'abbiamo con OpenOffice o con GNU/Linux
            ma tu non ti rendi proprio conto delle
            problematiche cui si va incontro in una
            migrazione (e pare che lo stesso sia successo a
            Monaco).Le problematiche esistono, concordo, basta meterci la volontà e non bastoni tra le ruote come al solito...
          • Anonimo scrive:
            Re: tante boiate..
            - Scritto da: Rex1997
            Ma salvarlo in formato RFT dopo averlo aperto con
            M$-Parola costa così fatica?
            Ma non continuate a dire che siete genii del PC?
            :| :( Ahem... RTF si, puoi farlo, ma perdi gran parte delle informazioni di formattazione, specie se il documento è complesso.Pensa prima di sparare giudizi, se non è stato fatto ci sarà un motivo...
          • Anonimo scrive:
            Re: tante boiate..
            se devi dare un documento a qualcuno non glie lo dai in .doc, ma in pdf.
          • Anonimo scrive:
            Re: tante boiate..
            - Scritto da: Anonimo
            se devi dare un documento a qualcuno non glie lo
            dai in .doc, ma in pdf.E se quello lo deve editare, oppure se necessita di approvazione e ulteriori modifiche? Ragazzi ma avete idea di come funzionino strutture del genere??Voi la fate facile... ma una struttura così non te la puoi reinventare... l'informatica l'hanno portata negli uffici per sveltire il tutto, mica per passione...Io uso linux da 3 anni a casa... ma mi rendo conto che non è per tutti. Il pinguino sui server tutta la vita, nelle PA come client la vedo difficile.Oppure il porting di MS Office su pinguino. Se lo fanno la migrazione la puoi fare anche domani, ma MS non lo farà mai.
          • Anonimo scrive:
            Re: tante boiate..
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            se devi dare un documento a qualcuno

            non glie lo dai in .doc, ma in pdf.
            E se quello lo deve editare, oppure se
            necessita di approvazione e ulteriori
            modifiche? Usa un edotor pdf, da Office a Openoffice !!!
            Ragazzi ma avete idea di come funzionino
            strutture del genere??Proprio tu che credi che un PDF quando si salva viene inciso nella pietra, vai a chiede agli altri se hanno idea di come funzioni le strutture ?Io non so come funzionino le strutture, ma non vado a fare figuracce facendo affermazioni deliranti nei forum appositi :-D
            Voi la fate facile... ma una struttura così non
            te la puoi reinventare... l'informatica l'hanno
            portata negli uffici per sveltire il tutto, mica
            per passione...Appunto, quindi perche' perdere tempo a reinstallare macchine piene di virus ogni 3 mesi ??
            Io uso linux da 3 anni a casa... ma mi rendo
            conto che non è per tutti. Il pinguino sui
            server tutta la vita, nelle PA come client la
            vedo difficile.Ma cosa credi che la gente al lavoro va a giocare a Doom ??? Al lavoro, solitamente si usano 4 - 5 programmi, le tue argomentazioni sembrano arrivare da uno che "lavora" in un ufficio statale giocando con mine e solitario tutto il giorno, che ha paura di non trovare piu' mine e solitario nel solito posto.
            Oppure il porting di MS Office su pinguino.
            Se lo fanno la migrazione la puoi fare
            anche domani, ma MS non lo farà mai.E quindi ? Perche' aspettare microsoft, quando i documenti possono tranquillamente essere salvati in PDF ???
          • The_Stinger scrive:
            Leggere e capire prima di scrivere R. 2
            - Scritto da: Rex1997
            Ma salvarlo in formato RFT dopo averlo aperto con
            M$-Parola costa così fatica? Copio ed incollo dalla risposta data all'altro TalebanoNON ho detto che il documento incriminato non sia da tempo stato convertito in PDFNON ho detto che il documento incriminato non sia stato ripulito di alcune formattazioni e poi salvato in RTF
            Ma non continuate a dire che siete genii del PC?
            :| :(Vedi sopra.Lo vedi che a partire da preconcetti si rimediano solo delle gran figuracce?
            Le problematiche esistono, concordo, basta
            meterci la volontà e non bastoni tra le ruote
            come al solito...Ripeto:Ho semplicemente risposto alla seguente affermazione "OpenOffice" legge i file DOC" e posso dimostrare che è solo parzialmente vero.NON ho detto che Word è il migliore dei word processorNella tua risposta di buona volontà mi pare che ce ne fosse ben poca.
          • Rex1997 scrive:
            Re: Leggere e capire prima di scrivere R
            - Scritto da: The_Stinger
            - Scritto da: Rex1997


            Ma salvarlo in formato RFT dopo averlo aperto
            con

            M$-Parola costa così fatica?

            Copio ed incollo dalla risposta data all'altro
            TalebanoNon sono un Talebano: ho solo la presunzione di non essere assolutista nelle affermazioni che faccio...

            NON ho detto che il documento incriminato non sia
            da tempo stato convertito in PDF
            NON ho detto che il documento incriminato non sia
            stato ripulito di alcune formattazioni e poi
            salvato in RTF
            Hai affermato che hai un documento in formato M$-Parola che non può essere aperto, senza perdere le formattazioni, in OpenOffice si o no?Senza specificare altro la tua affermazione esclude che il documento possa essere convertito in altro formato:chi fa la figuraccia?

            Ma non continuate a dire che siete genii del PC?

            :| :(

            Vedi sopra.
            Lo vedi che a partire da preconcetti si rimediano
            solo delle gran figuracce?Vedi che affermare senza specificare le figuracce le fai anche tu?


            Le problematiche esistono, concordo, basta

            meterci la volontà e non bastoni tra le ruote

            come al solito...

            Ripeto:
            Ho semplicemente risposto alla seguente
            affermazione "OpenOffice" legge i file DOC" e
            posso dimostrare che è solo parzialmente vero.

            NON ho detto che Word è il migliore dei word
            processor

            Nella tua risposta di buona volontà mi pare che
            ce ne fosse ben poca.Anche nella tua, visto che quanto a talebanesimo ne hai da vendere!
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggere e capire prima di scrivere R
            se vi fermaste tutti un attimo vi accorgereste che1) la formattazione non e' un problema : a) puoi sempre salvare , come detto su in rtf da word b) OOo 2.0 (provata la beta) legge molto meglio tali file incriminati 2) il VERO problema di una migrazione sono le macro per quanto riguarda piccolosoffice parola e tutti i vari pseudogestionali fatti in access (anche se devo dire che access lo ammiro: e' l'unico programma valido di Office...per la piccola azienda intendo)o peggio ancora in VisualBasic in 2 minuti
          • The_Stinger scrive:
            Unghie, vetri.
            - Scritto da: Rex1997
            Hai affermato che hai un documento in formato
            M$-Parola che non può essere aperto, senza
            perdere le formattazioni, in OpenOffice si o no?Si, vuoi provare?
            Senza specificare altro la tua affermazione
            esclude che il documento possa essere convertito
            in altro formato:Unghie che scivolano sui vetri.Questa tua uscita non si può descrivere diversamente.
            Anche nella tua, visto che quanto a talebanesimo
            ne hai da vendere!Talmente talebano che a casa, in questo momento ho:_Un iMac (OsX 10.3)_Un Pc con Ubuntu che uso normalmente_Un Pc con BeOs 5 che verrà rimpiazzato a breve con Zeta (http://www.yellowtab.com per info)In ufficio, giocoforza, ho un Pc con Windows XP Sp2 ed uno con la beta di Vista (tanto per provare com'è e mi ha lasciato assolutamente indifferente).N.B.Ognuno di loro ha i suoi punti di forza e le sue pecche.Il Mac è quello più rilassante e piacevole da usare.Linux è contemporaneamente il più flessibile ed il più macchinoso.BeOs è assolutamente spettacolare pur avendo anche lui le sue pippe mentali che si sarebbe potuto evitare facilmente (spero che in Zeta abbiano migliorato alcune cose)Windows in ufficio fa il suo sporco lavoro senza infamia e senza lode.Puoi parlarmi della tua esperienza?
          • Rex1997 scrive:
            Re: Unghie, vetri.
            - Scritto da: The_Stingercut

            N.B.
            Ognuno di loro ha i suoi punti di forza e le sue
            pecche.
            Il Mac è quello più rilassante e piacevole da
            usare.
            Linux è contemporaneamente il più flessibile ed
            il più macchinoso.
            BeOs è assolutamente spettacolare pur avendo
            anche lui le sue pippe mentali che si sarebbe
            potuto evitare facilmente (spero che in Zeta
            abbiano migliorato alcune cose)
            Windows in ufficio fa il suo sporco lavoro senza
            infamia e senza lode.

            Puoi parlarmi della tua esperienza?Potrei, ma poi verrei tacitato di vanagloria....comunque lavoro su computer dai tempi del HP21 (1976-77 tanto per intenderci..:) ) e sono passato dai vari s34 s36, as400, con sistemi operativo ostici quanto produttivi, per arrivare anche al mondo *nix, non disdegnando anche il vecio M$-DOS.Ho visto di tutto ed ho convertito di tutto. E per la precisione sono anche quasi stufo di computer..:)==================================Modificato dall'autore il 07/09/2005 17.21.50
  • Anonimo scrive:
    vuoi vedere che il signor Ballmer
    aveva ragione?
  • carbonio scrive:
    Che e' questo disfattismo?
    Che non fosse facile cambiare gia' si sapevaChe fosse difficile ( specialmente nel settore ufficio ) far imparare qualcosa di nuovo degli impiegati statali lo sa anche il mio pescivendolo.Forse e' piu' difficile del previsto, ci vorra' piu' tempo ma non vedo fallimento nel progetto, solo una certa dose di ostruzionismo, che in italia sara' peggio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che e' questo disfattismo?
      a quale pro allora, perchè creare tanti problemi?non sarebbe meglio aspettare che i tempi siano maturi?
      • carbonio scrive:
        Re: Che e' questo disfattismo?
        - Scritto da: Anonimo
        a quale pro allora, perchè creare tanti problemi?
        non sarebbe meglio aspettare che i tempi siano
        maturi?I tempi sono gia' maturi, adesso e non fra cinque anni e' il momento giusto.Aspettare ancora significa aumentare il costo della migrazione per diversi motivi come: la formazione dei nuovi assunti, i costi delle licenze, l'aumento dei documenti da convertire.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che e' questo disfattismo?

          I tempi sono gia' maturi, adesso e non fra cinque
          anni e' il momento giusto.
          Aspettare ancora significa aumentare il costo
          della migrazione per diversi motivi come: la
          formazione dei nuovi assunti, i costi delle
          licenze, l'aumento dei documenti da convertire.
          A Monaco dicono che inizieranno a maturare la prossima estate assieme alle ciliege.
      • Anonimo scrive:
        Re: Che e' questo disfattismo?
        - Scritto da: Anonimo
        a quale pro allora, perchè creare tanti problemi?
        non sarebbe meglio aspettare che i tempi siano
        maturi?No, e non per una questione economica; e neanche per una questione tecnica. Il motivo è una questione prettamente di sicurezza nazionale. Mi spiego.Le navi della Marina Militare sono computerizzate con Windows, anche per delle manovre di combattimento. Così la stragrande maggioranza dei sistemi informatici delle Forze Armate sono tutte Windows. E questi non sono sistemi da ufficio, ma gestiscono tutta una serie di mezzi, apparecchi e luoghi su cui si basa la nostra difesa. In pratica il nostro sistema di difesa è nelle mani di Microsoft. Ma fosse anche di Apple, la cosa che NON deve succedere è che sia nelle mani di una ditta estera che per giunta non rilascia i sorgenti. Questo per un sistema di difesa nazionale non è accettabile nella maniera più assoluta.Rifai lo stesso discorso per i vari ministeri, i sistemi di comunicazione, le istituzioni di tutti i tipi a tutti i livelli. Il quadro che viene fuori è quello di un'intera nazione nelle mani di una ditta, una unica ditta che nulla fa sapere dei propri prodotti. L'Italia è in completa balìa della Microsoft.Ti piace questo scenario?
        • Anonimo scrive:
          Re: Che e' questo disfattismo?
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          a quale pro allora, perchè creare tanti
          problemi?

          non sarebbe meglio aspettare che i tempi siano

          maturi?

          No, e non per una questione economica; e neanche
          per una questione tecnica. Il motivo è una
          questione prettamente di sicurezza nazionale. Mi
          spiego.

          Le navi della Marina Militare sono computerizzate
          con Windows, anche per delle manovre di
          combattimento. Così la stragrande maggioranza dei
          sistemi informatici delle Forze Armate sono tutte
          Windows. E questi non sono sistemi da ufficio, ma
          gestiscono tutta una serie di mezzi, apparecchi e
          luoghi su cui si basa la nostra difesa. In
          pratica il nostro sistema di difesa è nelle mani
          di Microsoft. Ma fosse anche di Apple, la cosa
          che NON deve succedere è che sia nelle mani di
          una ditta estera che per giunta non rilascia i
          sorgenti. Questo per un sistema di difesa
          nazionale non è accettabile nella maniera più
          assoluta.

          Rifai lo stesso discorso per i vari ministeri, i
          sistemi di comunicazione, le istituzioni di tutti
          i tipi a tutti i livelli. Il quadro che viene
          fuori è quello di un'intera nazione nelle mani di
          una ditta, una unica ditta che nulla fa sapere
          dei propri prodotti. L'Italia è in completa balìa
          della Microsoft.
          Ti piace questo scenario?Solo l' esercito delle SCIMMIE può affidare alla Micosoft i propri sistemi informatici.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che e' questo disfattismo?

            Solo l' esercito delle SCIMMIE può affidare alla
            Micosoft i propri sistemi informatici.
            Adesso sono in due l'esercito delle scimmie e monaco.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che e' questo disfattismo?
            - Scritto da: Anonimo

            Solo l' esercito delle SCIMMIE può affidare alla

            Micosoft i propri sistemi informatici.


            Adesso sono in due l'esercito delle scimmie e
            monaco.Veramente Monaco sta piantando in asso Microsoft, dunque non c' entra un cazzo Monaco con l' esercito delle SCIMMIE.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che e' questo disfattismo?

            Veramente Monaco sta piantando in asso Microsoft,
            dunque non c' entra un cazzo Monaco con l'
            esercito delle SCIMMIE.
            Veramente nell'artico ho intravisto la parola rinvio e di voglie che non bastano.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che e' questo disfattismo?

          Rifai lo stesso discorso per i vari ministeri, i
          sistemi di comunicazione, le istituzioni di tutti
          i tipi a tutti i livelli. Il quadro che viene
          fuori è quello di un'intera nazione nelle mani di
          una ditta, una unica ditta che nulla fa sapere
          dei propri prodotti. L'Italia è in completa balìa
          della Microsoft.
          Ti piace questo scenario?
          Se dovesse dipendere da linux sarebbe peggio.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che e' questo disfattismo?
          Microsoft = Skynet
        • Anonimo scrive:
          Re: Che e' questo disfattismo?

          Le navi della Marina Militare sono computerizzate
          con Windows, anche per delle manovre di
          combattimento. Così la stragrande maggioranza dei
          sistemi informatici delle Forze Armate sono tutte
          Windows. E questi non sono Che io sappia le forze armate non sono passate a Linux perchè gli manca una serie di certificazioni... non so esattamente quali... la lobby pro linux&co spera nella certificazione di SE Linux.Non viene disdegnato SCO Unix e Solaris...Apple è relegata alle solite (e banali) operazioni di editoria...Vi è un proliferare (schifoso) di VB e affini... il vero problema è che chi programma in VB in una PA fa anche questo discorso: "Ho xx anni di servizio qua dentro... io ho creato l'informatica qua dentro... io sono... io ho fatto... bla bla" vagli a spiegare tu la pappardella della migrazione...Ciao a tuttiAngelo
  • Anonimo scrive:
    alla luce dei
    fatti migrare a linux è costato: i costi del sw; i costi delle installazioni; i costi delle configurazioni; i costi della formazione del personale; lo speco delle licenze sw già esistenti e una MIGRAZIONE FALLITA in parte.duro colpo per chi sostenevana che questo avrebbe portato vantaggi economici nelle pa, duro colpo per i contribuenti.vedendo il bilancio di questa migrazione ( :D ) e conoscendo l'italia che è sempre molto attenta a sprecare i soldi dei contribuenti in vera inovazione (stile dtt) adesso tocca a noi migrare a linux :(
    • Anonimo scrive:
      Re: alla luce dei
      occhio: sono soldi comunque rimasti in germania, non finiti nelle tasche di una dittona americana! Dal punto di vista economico e' comunque meglio! (i sistemisti che hanno incassato quei soldi dovranno comunque pagarci le tasse sopra, e quei soldi li spenderanno in germania per comprarsi cibo, vestiti, libri, ecc)
      • Anonimo scrive:
        Re: alla luce dei
        - Scritto da: Anonimo
        occhio: sono soldi comunque rimasti in germania,
        non finiti nelle tasche di una dittona americana!a be questo cambia tutto.se spreco soldi ma lo faccio in casa è meglio che non sprecarli
        Dal punto di vista economico e' comunque meglio!certo per quello che ne capisce di economia un fanatico oss
        (i sistemisti che hanno incassato quei soldi
        dovranno comunque pagarci le tasse sopra,i cittadini che hanno pagato quei soldi preferivano fossero usati per altro che non per la 'causa'
        e quei
        soldi li spenderanno in germania per comprarsi
        cibo, vestiti, libri, ecc)si si come noallora anche il digitale terrestre è un bene
        • Madder scrive:
          Re: alla luce dei
          bhe, un certo Keynes diceva che per uscire dalla crisi si dovevano prendere metà dei disoccupati e far scavare loro delle buche, e all'altra metà far riempire le buche scavate dai primi. http://it.wikipedia.org/wiki/John_Maynard_KeynesPer quanto riguarda Monaco, vorrei sapere quanti progetti informatici di ampio respiro terminati in tempo e nel budget conoscete. Basati su Closed o Open source. Personalmente, vedendo come lavora certa gente con il computer nella società dove lavoro io, il problema più grosso sono gli utenti stessi che se non vedono "start" in basso a sinistra si bloccano e vanno in panico. Se a questo si aggiungono template, macro e applicazioncine varie scritte in vb o simili ci si rende conto facilmente del dramma che si deve affrontare in una migrazione del genere.
        • Anonimo scrive:
          Re: alla luce dei
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          occhio: sono soldi comunque rimasti in germania,

          non finiti nelle tasche di una dittona
          americana!

          a be questo cambia tutto.
          se spreco soldi ma lo faccio in casa è meglio che
          non sprecarli


          Dal punto di vista economico e' comunque meglio!

          certo per quello che ne capisce di economia un
          fanatico oss


          (i sistemisti che hanno incassato quei soldi

          dovranno comunque pagarci le tasse sopra,

          i cittadini che hanno pagato quei soldi
          preferivano fossero usati per altro che non per
          la 'causa'


          e quei

          soldi li spenderanno in germania per comprarsi

          cibo, vestiti, libri, ecc)

          si si come no
          allora anche il digitale terrestre è un beneLe basi di economia sono ostiche eh?Il nome Keynes ti dice nulla?Il Giovedì Nero del '39?
      • Anonimo scrive:
        Re: alla luce dei
        - Scritto da: Anonimo
        occhio: sono soldi comunque rimasti in germania,
        non finiti nelle tasche di una dittona americana!
        Dal punto di vista economico e' comunque meglio!
        (i sistemisti che hanno incassato quei soldi
        dovranno comunque pagarci le tasse sopra, e quei
        soldi li spenderanno in germania per comprarsi
        cibo, vestiti, libri, ecc)Certo. Se invece i soldi li avessero dati a sistemisti microsoft, questi, le scarpe e il cibo sarebbero andati a comprarli in america.
        • Anonimo scrive:
          Re: alla luce dei
          quei soldi finivano in licenze, altro che sistemisti
          • Anonimo scrive:
            Re: alla luce dei
            - Scritto da: Anonimo
            quei soldi finivano in licenze, altro che
            sistemistiil lug ti rovina a te!le licenze le avevano già visto che stanno migrando da windows....cmq 1 licenza xp pro costa noi poveri mortali 117 euro iva inclusa.alle pa costerà meno della metà...quanto costa invece ri-formare un impiegato (spese di formazione più paga a vuoto perchè l'impegato è inattivo +tasse + contributi) + pagare i sistemisti gli installatori e via dicendo pe una migrazione.la migrazione economicamente non è giustificata neanche dividendo i costi su 10-15 anni.stanno buttando i soldi die contribuenti ma tanto li buttano in casa quindi va bene.a cosa può fare linux sulle giovani menti indifese....
          • Anonimo scrive:
            Re: alla luce dei
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            quei soldi finivano in licenze, altro che

            sistemisti

            il lug ti rovina a te!
            le licenze le avevano già visto che stanno
            migrando da windows....
            cmq 1 licenza xp pro costa noi poveri mortali 117
            euro iva inclusa.
            alle pa costerà meno della metà...quanto costa
            invece ri-formare un impiegato (spese di
            formazione più paga a vuoto perchè l'impegato è
            inattivo +tasse + contributi) + pagare i
            sistemisti gli installatori e via dicendo pe una
            migrazione.
            la migrazione economicamente non è giustificata
            neanche dividendo i costi su 10-15 anni.
            stanno buttando i soldi die contribuenti ma tanto
            li buttano in casa quindi va bene.
            la migrazione si fa 1 volta e il costo di recupera sulle licenze da non riacquistare...
            a cosa può fare linux sulle giovani menti
            indifese....... a cosa può fare "get the fatcs" a certa gente...
          • Anonimo scrive:
            Re: alla luce dei

            il lug ti rovina a te!
            le licenze le avevano già visto che stanno
            migrando da windows....
            cmq 1 licenza xp pro costa noi poveri mortali 117
            euro iva inclusa.
            alle pa costerà meno della metà...quanto costa
            invece ri-formare un impiegato (spese di
            formazione più paga a vuoto perchè l'impegato è
            inattivo +tasse + contributi) + pagare i
            sistemisti gli installatori e via dicendo pe una
            migrazione.
            la migrazione economicamente non è giustificata
            neanche dividendo i costi su 10-15 anni.
            stanno buttando i soldi die contribuenti ma tanto
            li buttano in casa quindi va bene.

            a cosa può fare linux sulle giovani menti
            indifese....Probabilmente avevano licenze a tempo da rinnovare, che ne sai?Inoltre avrebbero dovuto in ogni caso pagare gli aggiornamenti al nuovo SO cosa che con linux non paghi di certo.
  • Anonimo scrive:
    Tanto e' gratis...
    Io che con gli "utonyi" degli uffici ci lavoro mi chiedo veramente chi puo' aver avuto un'idea tanto folle come di portare Linux NEGLI UFFICI!!!Ci sono voluto 15 anni per far imparare alla gente a schiacciare i due pomelli del SO piu semplice del mondo e vogliamo tornare a arj -a -z -r -c (vado a occhio, eh!)Si, si le licenze costano meno ma vuoi mettere che begli stipendioni intascano quelli che gestiscono la migrazione?E che bella pensione che si assicurano?Voglio vedere chi potra mai scalzare o pensare di licenziare questi che sanno veramente come funziona la cosa e come e' configurato il tutto...Poi x ogni belinata vai di telefonate all'help desk, e vai di ticket e assumi personale....Mah...Lasciamo linux fare quello che sa fare BENE senza imporlo dove NON PUO' essere imposto!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto e' gratis...
      e' che vedi, il discorso e' che pagando le licenze, sono soldi che vanno all'estero. Prova a pensarci: se invece di pagare 3000 euro di licenze paghi 2 mesi una persona per istruire il personalea) risparmi in licenzeb) hai creato lavoroc) i tuoi soldi rimangono in italiaStessa cosa per esempio a Vienna: soldi viennesi, che finiscono nelle tasche dei programmatori di Wienux (o come diavolo l'hanno chiamata) e che ovviamente tornano nelle casse viennesi.A lungo termine, questo ciclo porta solo benessere , economicamente parlando. A breve termine, e' molto piu' comodo pagare 100 euro a pc di licenza e avere comunque personale non competente!
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanto e' gratis...

        b) hai creato lavoro

        c) i tuoi soldi rimangono in italiaLo sai che per queste frasi qualcuno ti accusera di essere un pericoloso COMUNISTA?!?( :D )
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanto e' gratis...
        - Scritto da: Anonimo
        e' che vedi, il discorso e' che pagando le
        licenze, sono soldi che vanno all'estero. Prova a
        pensarci: se invece di pagare 3000 euro di
        licenze paghi 2 mesi una persona per istruire il
        personale

        a) risparmi in licenze

        b) hai creato lavoro

        c) i tuoi soldi rimangono in italia

        Stessa cosa per esempio a Vienna: soldi viennesi,
        che finiscono nelle tasche dei programmatori di
        Wienux (o come diavolo l'hanno chiamata) e che
        ovviamente tornano nelle casse viennesi.

        A lungo termine, questo ciclo porta solo
        benessere , economicamente parlando. A breve
        termine, e' molto piu' comodo pagare 100 euro a
        pc di licenza e avere comunque personale non
        competente!Toh!! una risposta pacata finalmente. Volevo solo dire che anche acquistando MS i soldi rimangono in Italia (non tutti ma molti) per pagare i dipendenti MS italiani che lavorano in MS Italia.Ciaoo
    • jojob scrive:
      Re: Tanto e' gratis...
      - Scritto da: Anonimo
      Io che con gli "utonyi" degli uffici ci lavoro mi
      chiedo veramente chi puo' aver avuto un'idea
      tanto folle come di portare Linux NEGLI UFFICI!!!

      Ci sono voluto 15 anni per far imparare alla
      gente a schiacciare i due pomelli del SO piu
      semplice del mondo e vogliamo tornare a arj -a -z
      -r -c (vado a occhio, eh!)E perche'? A Monaco hanno forse deciso di tornare al DOS?
    • Anonimo scrive:
      Re: Una news a sfavore di linux
      Nessuno si sfoga.E' c he molti di quelli che qui lavorano con SO "Windows" lavorano SUL CAMPO (quindi non al dipartimento o tra amici smanettoni) e TUTTI sono anni che vi avvertiamo che sarebbe finita cosi!E vedrete, sarò sempre peggio.Ti dico solo questo:Insegna a tua mamma a usare Linux, aspetta 2 o 3 mesi che ti macelli tutto e poi GESTISCI VIA TELEFONO (no terminal, eh) la situazionePoi ne parliamo,
      • Anonimo scrive:
        Re: Una news a sfavore di linux


        Ti dico solo questo:
        Insegna a tua mamma a usare Linux, aspetta 2 o 3
        mesi che ti macelli tutto e poi GESTISCI VIA
        TELEFONO (no terminal, eh) la situazione

        Poi ne parliamo,Prima di tutto è impossibile che su linux ti macelli tutto, casomai il contrario (cioè su win, specialmente con i 98, ma anche il 2000 e company non sono immuni del tutto). Ti parlo per esperienza perchè nell'ultimo anno ho sperimentato pure io la soluzione desktop con linux (debian sarge con gnome), all'interno di un istituto e della sua segreteria. Nei comp un po più recenti in dual boot e nei lab di comp vecchi solo con linux e icevm con desktop.Gli unici problemi "gravi" che ho riscontrato in un anno di prova è il fatto che i vecchi documenti doc hanno dovuto essere riformattati perchè non tornavano troppo aperti con openoffice o con abiword.In realta' anche quest'ultimo promblema è dovuto all'incopetenza della gente che lavora con word usando gli spazi per formattare e non le tabulazioni o l'incolonnazione. Ma questo è un altro discorso.Certo passaggi come questi non sono indolori, la gente si lamenta sempre quando vede le icone di un colore diverso...Per il resto la gente non si è mai lamentata. File che prima non si aprivano a causa di un estenzione assegnata per sbaglio adesso si aprono, i filmatini scaricati dai prof per le lezioni "multimediali" non hanno bisogno di 25 player da installare sotto il 98 o il 2000, non devo più riclonare i computer ogni 2 mesi perchè nonostante l'antivirus, dischi non avviabili e floppy bloccati, e rete firewallata i computer entrano in bomba e non c'è verso di utilizzarli, non devo perdere 60 ore per impostare tutti i permessi su ogni cartella del disco dei lab per evitare che la gente copi 7 gb di file nella root locale, pur essendo "restricted user", etc.. etc..Io non sono un estremista di linux a tutti i costi, ma per esperienza ti assicuro che la vita ti si alleggerisce di parecchio e se l'utente si adatta non ne vede la differenza, anzi sicuramente percepirà un miglioramento del servizio. E così i sistemisti vissero felici e contenti :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Una news a sfavore di linux

          Io non sono un estremista di linux a tutti i
          costi, ma per esperienza ti assicuro che la vita
          ti si alleggerisce di parecchio e se l'utente si
          adatta non ne vede la differenza, anzi
          sicuramente percepirà un miglioramento del
          servizio. E così i sistemisti vissero felici e
          contenti :D
          Visto che non sei estremista anzichè tediarci con la tua vita che è OT parla di Monaco.
      • Skaven scrive:
        Re: Una news a sfavore di linux
        - Scritto da: Anonimo
        E' c he molti di quelli che qui lavorano con SO
        "Windows" lavorano SUL CAMPO (quindi non al
        dipartimento o tra amici smanettoni) e TUTTI sono
        anni che vi avvertiamo che sarebbe finita cosi!"e tutti sono anni che vi avvertiamo" ?sarebbe finita cosi? finita cosa? ma di cosa parli? Monaco è Monaco, mica tutto il mondo.
        E vedrete, sarò sempre peggio.Tu sarai sempre peggio?
        Ti dico solo questo:
        Insegna a tua mamma a usare Linux, aspetta 2 o 3
        mesi che ti macelli tutto e poi GESTISCI VIA
        TELEFONO (no terminal, eh) la situazioneA parte che mi mamma non ha mai messo le mani su una tastiera, dunque non sa manco cos'è windows, un utente linux al massimo puo' disintegrare la sua home. Il sistema rimane immacolato. La home... basta ricrearne una nuova vuota pronta al nuovo sterminio :)

        Poi ne parliamo,Ok, magari in un altra lingua eh? :)Ciao!
  • Anonimo scrive:
    Re: In sintesi
    no, niente risultati perché tanto la spesa pubblica non la paghiamo tutti vero?
  • Anonimo scrive:
    Finalmente viene a galla la verità
    Iniziavo a essere stufo di sentirmi raccontare le favole da persone che non sanno neppure arrivarci a Monaco (dove vado tutti gli anni).Ciò che nell'articolo non è scritto e il costo di questa transizione che va' ad aggiungersi il costo delle licenze già pagate per il software già in uso nello stesso Comune.In Italia il Comune di Milano, visto l'insuccesso di Monaco, deve aver anche valutato i costi necessari alla formazione del personale, prima di decidere, per evidenza, che i tempi per simili transizioni non sono maturi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente viene a galla la verità
      beh, questo dovrebbe rafforzare e generalizzare l'urgenza di migrare al Software Libero nella pubblica amministrazione. Più tempo si passa con il software di un monopolista d'oltre oceano, più la situazione peggiora, con gravi rischi per la sovranità nazionale e la libertà dei cittadini.Meno male che Monaco dimostra come la cosa sia già difficile, e quindi è indispensabile muoversi subito e con decisione, il "prima o poi lo faremo", o il "bisogna valutare i costi" cadono di fronte alla consapevolezza della gravità della situazione. Muoversi subito, ed a qualunque costo, fino a che siamo in tempo!
      • Anonimo scrive:
        Re: Finalmente viene a galla la verità
        - Scritto da: Anonimo
        beh, questo dovrebbe rafforzare e generalizzare
        l'urgenza di migrare al Software Libero nella
        pubblica amministrazione. Più tempo si passa con
        il software di un monopolista d'oltre oceano, più
        la situazione peggiora, con gravi rischi per la
        sovranità nazionale e la libertà dei cittadini.
        Meno male che Monaco dimostra come la cosa sia
        già difficile, e quindi è indispensabile muoversi
        subito e con decisione, il "prima o poi lo
        faremo", o il "bisogna valutare i costi" cadono
        di fronte alla consapevolezza della gravità della
        situazione. Muoversi subito, ed a qualunque
        costo, fino a che siamo in tempo!
        A qualunque costo (alto) potrà anche darsi, è per il subito che sono sorte difficoltà tecniche.
        • lele2 scrive:
          Re: Finalmente viene a galla la verità

          A qualunque costo (alto) potrà anche darsi, è per
          il subito che sono sorte difficoltà tecniche.ma la notizia dice che le difficolta' sono piu' che alro culturali
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente viene a galla la verità
      va bene. hai ragione. bravoora riponi la bandierina di windows sulla scrivania, rimane il fatto che monaco e molte altre amministrazioni pubbliche passeranno a programmi opensource. chi passando del tutto a linux , chi sostituendo ms office (che genera il 30 % del fatturato di ms) con openoffice, chi sostituirà server 2003 con apache. ci metterà più tempo ma lo farà, affronterà seccature, ma lo farà.non servono minacce ed offerte vantaggiose (se fosse stato pe ril risparmio, avrebbero accettato l'offerta di monkey -man ballmer di uno sconto del 90 % sul rinnovo delle licenze) non serve denigrare e ridicolizzare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Finalmente viene a galla la verità

        Scritto da: Anonimo
        chi sostituirà
        server 2003 con apache. ci metterà più tempo ma
        lo farà, affronterà seccature, ma lo farà.In questo caso, ti sei risposto da solo.In quel campo, dove non devi formare personale (la maggior parte dei sistemisti seri conosce Apache) e dove conviene largamente come semplicita' (vuoi mettere httpd.conf con le 101 opzioni a finestrella di IIS?) e dove la sicurezza CONTA (il pc dell'impiegato si anche imputtanare con lo spyware, il server NO) allora guarda caso l'open sfonda.
        • Anonimo scrive:
          Re: Finalmente viene a galla la verità
          ma fatta un'operazione di riformattazione dei documenti (che andrebbe fatta comunque : la comunità europea ha deciso che i documenti delle pubbliche amministrazioni devono essere in formati open, e per ora ha accolto solo lo standard oasis di abiword a openoffice) e creati i templates necessari ai vari uffici, per l'impiegato (paradigma dell'"informaticamente idiota", ovvero del soggetto che si limita ad usare un'applicativo senza saperne alcunchè) non cambia alcunchè.tantopiù che le interfacce grafiche di openoffice 2 e di ms office 2000 sono quasi identiche, e thunderbird è configurabile persino per somigliare a outlook.credoc he i problemi siano più psicologici che reali.
      • Anonimo scrive:
        Re: Finalmente viene a galla la verità
        La scelta di Monaco non è certo tecnica e neanche economica. E' politica. Secondo me qua IBM ha giocato meglio le sue carte rispetto a MS. E' uno scenario comune: si fa leva sulla "indipendenza" dal fornitore (ma non dal fornitore di servizi), sugli standard "aperti", sul costo di acquisto più basso. Si fanno stime ottimistiche sui tempi di migrazione. Questo convince l'IT (che magari odia MS perchè il suo collega precedente 20 anni prima odiava IBM) che poi convince il management. Non serve il megasconto di MS per riprendere il cliente.Spesso questo porta a veri disastri che vengono nascosti il più possibile. Non mi stupirei che succedesse anche qua (non sarebbe la prima volta).A me è capitato di lavorare su un progetto più piccolo(qualche migliaio di desktop) ma analogo. Non vi dico i numeri che ho visto e come sono stati presentati! Una cosa scandalosa! Ma, in questo caso i soldi erano privati. Il vero obiettivo dell'IT era bloccare l'iniziativa delle altre divisioni. Un sistema Windows lasciava troppa indipendenza mentre un sistema LINUX avrebbe costretto queste divisioni ad utilizzare i servizi dell'IT. In pratica un vero e proprio blocco tecnologico.Non male! Usare sistemi open source per legare i clienti!
  • Anonimo scrive:
    Linux Desktop ?ai ai ai
    Come volevasi dimostrare la gente non ha nessuna intenzione di lasciare un fiammante windows xpper una ciofeca tipo debian o ancora peggio red hatyeahhhh :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux Desktop ?ai ai ai
      - Scritto da: Anonimo
      Come volevasi dimostrare la gente non ha nessuna
      intenzione di lasciare un fiammante windows xp
      per una ciofeca tipo debian o ancora peggio red
      hat
      yeahhhh :DOh oh oh... fiammante xp!! Ma fammi il piacere!!Debian in fatto di stabilita' da una pista a xp... ma il punto è che della stabilita' non te ne fai nulla se:Tutti i tuoi documenti più importanti sono in formati office.Gli applicativi (che hai già pagato) girano solo su windows.Devi formare i dipendenti con evidenti costi di formazione.La migrazione a linux? Se si utilizzassero formati aperti e software liberi, con personale preparato, non costerebbe quasi nulla.Ma quasi nessuno lo fa, e quindi è molto costoso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux Desktop ?ai ai ai

        La migrazione a linux? Se si utilizzassero
        formati aperti e software liberi, con personale
        preparato, non costerebbe quasi nulla.
        Hanno appena scoperto in quel di Monaco che il personale preparato non germoglia naturalmente ma va, bensì, formato mediante adeguati corsi che nonrisultano tenuti da volontari a costo 0.
        Ma quasi nessuno lo fa, e quindi è molto costoso.
        Non saprei fai una telefonatina a Monaco per i costiPoi sappici dire.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux Desktop ?ai ai ai
      Sarà..ma intanto niente icone svg,niente wallpapers svg,niente spostamento rapido con un click,niente tabs,niente browser e filemanager che si puo' dividere in 2 o piu' parti usando una sola finestra.In compenso..tanti crash!:P
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux Desktop ?ai ai ai
        - Scritto da: Anonimo
        Sarà..ma intanto niente icone svg,niente
        wallpapers svg,niente spostamento rapido con un
        click,niente tabs,niente browser e filemanager
        che si puo' dividere in 2 o piu' parti usando una
        sola finestra.
        In compenso..tanti crash!
        :P
        In questo hai ragione, i famosi 14.000 pc di monaco non casheranno mai per colpa di linux.
  • Anonimo scrive:
    ma il futuro...
    Non avevano capito che linux è il so del futuro.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma il futuro...
      - Scritto da: Anonimo
      Non avevano capito che linux è il so del futuro.E già di un futuro indefinito e soggetto e modifiche! :D
      • Anonimo scrive:
        Re: ma il futuro...
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Non avevano capito che linux è il so del futuro.

        E già di un futuro indefinito e soggetto e
        modifiche! :Dinvece windows è un presente instabile buggato e soggetto a patch non eseguite....
        • Anonimo scrive:
          Re: ma il futuro...

          invece windows è un presente instabile buggato e
          soggetto a patch non eseguite....
          Ha però il vantaggio che funge adesso e non nel futuro.
        • Anonimo scrive:
          Re: ma il futuro...
          - Scritto da: Anonimo


          Non avevano capito che linux è il so del
          futuro.



          E già di un futuro indefinito e soggetto e

          modifiche! :D

          invece windows è un presente instabile buggato e
          soggetto a patch non eseguite....E linux è un presente complicato ben oltre il superfluo
Chiudi i commenti