Firefox 2.0 alla seconda beta

Il celebre nipote di Mozilla si avvia verso la fase finale di testing con quella che, sulla carta, dovrebbe essere l'ultima beta. L'attenzione degli sviluppatori è rivolta ad affinare le funzionalità preesistenti
Il celebre nipote di Mozilla si avvia verso la fase finale di testing con quella che, sulla carta, dovrebbe essere l'ultima beta. L'attenzione degli sviluppatori è rivolta ad affinare le funzionalità preesistenti

Mountain View (USA) – Sul finire della scorsa settimana Firefox 2.0 ha fatto il proprio ingresso nella seconda fase di beta testing, uno stadio dello sviluppo in cui generalmente le funzionalità vengono “congelate” e i programmatori si focalizzano nella correzione dei bug e nell’ottimizzazione del codice.

Rispetto alla precedente release di test , Firefox 2.0 Beta 2 introduce assai pochi cambiamenti visibili: uno di questi è l’adozione di un nuovo tema grafico che, senza stravolgere il vecchio, tenta di vivacizzare l’interfaccia per mezzo di icone che “si accendono” al passaggio del puntatore del mouse. Ma anche così, il tema grafico di Firefox non sembra altrettanto appagante di quello della concorrenza: chi gradisce qualcosa di meno compassato, può facilmente installare uno dei molti temi sviluppati dalla comunità di utenti e sviluppatori.

Le restanti modifiche al browser consistono soprattutto nel miglioramento delle funzionalità preesistenti , quali il sistema integrato anti-phishing, il box di ricerca, la navigazione a schede, il ripristino della sessione, la gestione dei feed RSS, il correttore ortografico in linea, il sistema di gestione degli add-on e il supporto agli standard del Web. È stata affinata anche la funzione microsummaries , con la quale i webmaster possono creare brevi sommari dinamici del contenuto dei propri siti: gli utenti hanno facoltà di aggiungere tali sommari ai propri bookmark e fare in modo, grazie alla funzione Live Title , che il titolo del preferito si aggiorni automaticamente.

La prima beta di Firefox 2.0 non era particolarmente stabile, soprattutto quando si lavorava con molte finestre contemporaneamente. Questa seconda versione promette di essere più solida e affidabile , soprattutto in virtù dei molti bug corretti negli ultimi due mesi di testing. Per quanto riguarda le performance, dai primi test condotti in redazione non si sono ravvisati cambiamenti significativi.

Inizialmente il browser avrebbe dovuto uscire ad agosto ma l’implementazione di alcune funzionalità ha richiesto più tempo del previsto: per contenere il ritardo entro tempi accettabili, lo scorso maggio il team di sviluppo ha eliminato dall’attuale roadmap alcune caratteristiche chiave, tra cui un sistema integrato per la gestione di preferiti e cronologia (noto come Places ).

Secondo la roadmap ufficiale , la prima release candidate (RC1) di Firefox 2.0 dovrebbe arrivare il prossimo 19 settembre. Per la release finale non è ancora riportata alcuna data, ma le stime più attendibili la collocano tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre : questo è all’incirca lo stesso periodo in cui dovrebbe fare il suo debutto Internet Explorer 7, un browser di cui è appena stata rilasciata la RC1.

Firefox 2.0 Beta 2 può essere scaricato, sia in inglese che in italiano, da questa pagina di Mozilla.org. Chi possiede già la prima beta avrà probabilmente già ricevuto la notifica per il download dell’aggiornamento (in caso contrario, è sufficiente controllare manualmente l’esistenza di update utilizzando l’apposita voce nel menù “?” o nelle opzioni del programma).

Gli sviluppatori scoraggiano i normali utenti dall’installare le relase di testing, e li invitano ad attendere la versione finale: quest’ultima avrà anche il vantaggio di conservare la compatibilità con la stragrande maggioranza delle estensioni oggi esistenti.

I traduttori italiani di Firefox invitano gli utenti a riportare eventuali errori di localizzazione nell’apposita sezione del forum di Mozilla Italia .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 09 2006
Link copiato negli appunti