Firefox Lockbox, il password manager su Android

Il password manager di Mozilla fa il suo debutto su Android: da oggi è possibile scaricare Firefox Lockbox da Play Store, in download gratuito.

Arriva da Mozilla l’annuncio della disponibilità di Firefox Lockbox per device con sistema operativo Android. L’app, già vista in azione per qualche tempo su iOS, fa dunque il suo ingresso ufficiale nel catalogo di Play Store e può essere installata fin da subito. Tra i punti di forza rispetto alle tante alternative già disponibili segnaliamo un processo di configurazione iniziale progettato in modo da risultare rapido e indolore.

Firefox Lockbox, password manager per Android

I codici segreti per l’autenticazione a piattaforme e servizi online vengono copiati direttamente dall’archivio del browser Firefox (anche dalla versione desktop, grazie alla sincronizzazione via account), così da non dover essere inseriti manualmente uno a uno. Per la consultazione delle password si potrà poi fare affidamento ai metodi di riconoscimento dell’utente impiegati dai moderni dispositivi mobile come l’identificazione facciale o la lettura delle impronte digitali. Tra le funzionalità dedicate alla sicurezza si segnala l’impiego di un sistema di crittografia a 256 bit.

Firefox Lockbox, il password manager di Mozilla per Android

Nel momento in cui ci si trova a dover digitare una password per effettuare il login, Firefox Lockbox lo farà al posto nostro mediante compilazione automatica, velocizzando così la procedura ed evitando di dover ricordare tutti i codici segreti.

Per scaricare Firefox Lockbox sul proprio dispositivo Android è sufficiente puntare nella direzione del Play Store, il download è gratuito. Ricordiamo, come scritto in apertura, che l’applicazione è offerta anche in versione iOS, per iPhone e iPad, con una versione ottimizzata per i tablet di casa Apple: in questo caso la si può installare direttamente da App Store.

Restando in tema di password, il consiglio è quello di non scegliere mai un codice semplice o facile da indovinare (evitiamo dunque la data di nascita o il nome dell’animale domestico). Purtroppo, ancora oggi, c’è chi si affida a 123456 per tutelare la sicurezza di informazioni e dati personali. Le conseguenze possono essere disastrose, come hanno testimoniato i tanti leak scoperti di recente.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Luca scrive:
    Certo che ri-copiarsi a mano un congruo numero di password già immagazzinate su un altro software!!.... Non c'è una qualche compatibilità con i database di altri programmi?
Fonte: Mozilla
Chiudi i commenti