Flash Player 6, se parte non lo fermi più

Un bug nell'ultima versione del celebre player di Macromedia per Internet Explorer può consentire attacchi DoS basati sul download di grossi file


San Francisco (USA) – Il giovane Flash Player 6 per Internet Explorer sembra soffrire di un bug piuttosto serio che rende i sistemi che lo utilizzano vulnerabili ad attacchi di tipo denial of service (DoS). Ad ammetterlo sono gli stessi sviluppatori di Macromedia che, sui forum on-line dedicati a Flash, hanno confermato che si tratta di un “grosso” bug.

Il problema interessa solo la versione di Flash Player 6 per IE, un controllo ActiveX che al suo interno contiene un baco che renderebbe assai difficoltoso per gli utenti riuscire a fermare il download, una volta iniziato, di grossi file SWF o MP3. Secondo Macromedia, per gli utenti di connessioni ad Internet poco veloci potrebbe risultare virtualmente impossibile terminare un download, e questo anche nel caso si chiuda il browser: la tal cosa potrebbe comportare il rallentamento del sistema, la saturazione della banda o, nel caso più grave, il crash del computer.

Secondo uno sviluppatore, un aggressore potrebbe sfruttare questo baco per confezionare un grosso file SWF che, se scaricato attraverso il Flash Player 6, sarebbe in grado di compromette le prestazioni e la stabilità del sistema. In questo caso, l’unico modo a disposizione dell’utente per fermare il download è quello di riavviare il computer.

Macromedia sostiene di essere già al lavoro per rilasciare una nuova versione del controllo ActiveX per IE che corregga il problema.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ho telefonato a SI per protestare...
    Io ho già chiamato per chiedere chiarimenti e protestare. SI, dopo minuti di musichette, mi ha rigirato a BankPass dicendo che non avevano informazioni in materia. In Bankpass ho parlato con un operatore estremamente gentile e disponibile che ha preso atto della situazione, si è informato e ha quindi affermato che BankPass non dato alcuna indicazione a SI circa l'obbligatorietà dell'adesione al servizio. Si tratta in tutto e per tutto di una decisione di Servizi Interbancari. Insisterò con il loro numero verde anche a costo di ascoltare musichette tutta la mattina. Per chi è interessato, ecco i numeri verdi:CartaSI: 800-151616BankPass: 800-115599
  • Anonimo scrive:
    [OT]Come pagheranno i 100 milioni?
    http://punto-informatico.it/sentenza/pall.gifuseranno la cartasi? :O)
  • Anonimo scrive:
    La mia lettera di protesta

    Dopo un necessario periodo di transizione non sarà più possibile effettuare
    acquisti on-line con CartaSi senza aderire a BANKPASS Web. Questo garantirà a
    tutti i nostri Titolari la massima tutela contro eventuali utilizzi indebiti
    delle carte di credito su Internet. La scadenza del periodo 'test' verrà
    comunicata tempestivamente a tutta la nostra Clientela.Vi scrivo per PROTESTARE VIVAMENTE contro la vostra iniziativa BankPass WEB.Come utente internet di lunga data, trovo infinitamente scorretto che micostringiate ad utilizzare un servizio che non ho mai chiesto e che, onestamente,non mi interessa. Compro su internet ormai da anni, affidandomi a siti chein questi anni hanno guadagnato la mia fiducia e quella di altri milionidi utenti: parlo di Amazon.com ma anche, piu' di recente, di siti come InternetBookshop, CdBox e altri. E su Ebay pago con PayPal, uno dei sistemidi pagamento piu' sicuri della rete. BankPass WEB non mi serve.Reclamo il diritto di decidere di chi fidarmi e rifiuto nel modo piu' assolutoche siate voi e le vostre logiche di business a decidere se e doveposso comprare con la MIA carta di credito.Spero vivamente che non darete seguito a questo "obbligo di passaggio aBankpass": lasciateci liberi di decidere se aderire o meno. E' un nostrodiritto.In ultima istanza, esistono altre carte di credito. A sottoscrivere la vostra,almeno quello, non ci potete obbligare.indignata,Elisabetta Vernier
    • Anonimo scrive:
      Re: La mia lettera di protesta
      Mi unisco alla protesta, anche io uso la carta di credito per acquisti online, anzi si può dire che l'abbia chiesta solo per questo genere di attività. Voglio essere io a decidere dove effettuare acquisti, già me la vedo la loro bella storiella "ti trovi su un sito vuoi acquistare qualcosa e non puoi perchè non usano il loro sistema!" IO HO 3 CARTE con loro sia come privato che come azienda, se insistono in questa iniziativa le chiudo tutte e tre, vorrà dire che mi rivolgerò alle loro concorrenti.
  • Anonimo scrive:
    Ho pronte le forbici
    Ho già pronte le forbici per tagliare in due la mia carta sì e restituirla ... SENZA RIMPIANTI !!!Fineco arrivo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ho pronte le forbici
      Fineco adotta (ovviamente) cartasìquindipurtroppoo ti rivolgi ad american expressoppure ...
  • Anonimo scrive:
    Amazon? PayPal? Staples?
    E tutti gli altri grandi negozi aderiranno all'iniziativa di un piiiiccolo gestore della piiiiiccola Italia? Non credo proprio. E se non riuscirò a comprare su questi siti "Servizi Interbancari" si vedrà restituire la mia carta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Amazon? PayPal? Staples?
      Il sito dice che per i siti che non aderiscono a BankPress devi andare sul loro sito e farti generare un numero di carta di credito virtuale, valido per un solo acquisto.Questo pero' risolve solo in parte il problema. Molti negozi online se ricevono una cc nuova vogliono effettuare la verifica (e non e' detto che con le cc virtuali funzioni).Discorso a parte sui costi? Al momento sembra che non ce ne saranno. Domani?
      • Anonimo scrive:
        Re: Amazon? PayPal? Staples?
        - Scritto da: Anty
        Il sito dice che per i siti che non
        aderiscono a BankPress devi andare sul loro
        sito e farti generare un numero di carta di
        credito virtuale, valido per un solo
        acquisto.Come no, di corsa... MA QUESTI SONO DEI POVERI FOLLI!!!
  • Anonimo scrive:
    DA LICENZIARE SUBITO
    Spero che diano una bella pedata nel sedere a chi ha ideato questa fantastica trovata.(O perlomeno lo mettano in un ufficio senza telefono, pc, finestre e in condizioni di non nuocere ulteriormente)
    • Anonimo scrive:
      Re: DA LICENZIARE SUBITO
      di grazia, perchè?- Scritto da: getout
      Spero che diano una bella pedata nel sedere
      a chi ha ideato questa fantastica trovata.
      (O perlomeno lo mettano in un ufficio senza
      telefono, pc, finestre e in condizioni di
      non nuocere ulteriormente)
    • Anonimo scrive:
      Re: DA LICENZIARE SUBITO
      di grazia, perchè?- Scritto da: getout
      Spero che diano una bella pedata nel sedere
      a chi ha ideato questa fantastica trovata.
      (O perlomeno lo mettano in un ufficio senza
      telefono, pc, finestre e in condizioni di
      non nuocere ulteriormente)
  • Anonimo scrive:
    Rischia di essere un danno all'e-commerce
    Se tale sistema non è obbligatorio, nulla di male:l'utente può aderire o meno ed al limite possiamo considerarlo un (secondo me inutile) ulteriore livello di sicurezza. Se invece è obbligatorio, temo che provocherà danni consistenti al mercato via e-commerce : non ha senso obbligare il già non folto pubblico di acquirenti via Internet a pagare un balzello per una sicurezza che è già nettamente superiore a quella che si ha pagando in qualunque posto del mondo reale ( ristorante, benzinaio...); e non dimentichiamo che i fornitori di servizi via Web come il sottoscritto già pagano una commissione per ogni transazione. La mia conclusione è che un sistema del genere rischierebbe solo di rendere ancora più difficile la crescita dell'e-commerce.
  • Anonimo scrive:
    Scommettiamo che...
    scommettiamo che questa soluzione verrà implementata presupponendo che in negozio virtuale disponga di un server Microsoft NT/2000/.net ?Scommettiamo che per adeguarsi saranno cavolacci amarissimi per tutti siti di e-commerce che usano Linux/BSD/Solaris/*nix ???Qualcuno ha già informazioni tecniche in merito?
  • Anonimo scrive:
    MonetaOnline per acquisti "sicuri": esperienze ?
    A dicembre dell'anno scorso avevo provato a farmi attivare una carta MonetaOnline ma su 3 banche del gruppo (Intesa, Ambrosiano) tutte sono andate in "crisi" :-( ("..mai fatto...è complicatissimo...non so...ripassi..").Qualcuno è riuscito a farsela attivare e sa dirmi come funziona ?Per chi non la conosce è un servizio di carta di credito ricaricabile (anche senza avere un conto nelle banche del gruppo).Prima di ogni transazione è possibile ottenere (sul sito apposito) un codice di carta di credito Visa a tempo (di default 1 giorno) e valido per 1 solo acquisto.(http://www.encanta.it/notizie_moneta.html)In particolare mi interesserebbe sapere se qualcuno ha ottenuto l'attivazione in zona PD.GrazieSimone
  • Anonimo scrive:
    VI SPIEGO IO COME STANNO LE COSE
    Le premesse...Nonostante l'italica paura di usare la carta di credito (tranne che su siti sconci con ovvi danni mostruosi a fine mese...), le statistiche confermano che la maggior parte delle frodi vengono perpetrate ancora oggi nel mondo Reale e non Virtuale (su internet solo il 3% delle frodi multimiliardarie, il resto sono ristoranti che ti passano la stripe 4 volte o furboni che ti clonano la carta quando giace nella casella della posta...).Inoltre molti non sanno che CartaSi e' obbligata a restituire gli importi fraudolentemente addebitati da siti internet se possiamo documentare che abbiamo comunicato via internet i dati della nostra carta (cosa che non avviene invece se siamo cosi' polli da consegnare la tessera ad un ladro che nel retrobottega la passa 5 volte invece di una!).Se aggiungete a questo la funzionalita' di controllo del saldo su Internet (www.cartasi.it) operativa da un anno circa capite che e' oggi possibile fare transazioni senza problemi (io lo faccio da 7 anni senza mai uno schianto). Basta rivolgersi a interlocutori affidabili, dare un'occhiatina sul sito cartasi.it ogni settimana e stamparsi sempre le videate degli acquisti per potere eventualmente reclamare il maltolto.ConclusioneA fronte di questi minimi costi industriali sopportati da Servizi Interbancari (di rimborso delle frodi internet occorse a clienti in grado di documentare le truffe patite), il nuovo servizio BankPassWeb ha il chiaro intento di riversare questi oneri direttamente su noi clienti imponendoci un pagamento per potere fruire della funzionalita' Internet.Incassando un pochino all'anno da tutti noi loro stanno tranquilli che le eventuali e piu' rare frodi sono completamente coperte (e in piu' ci guadagnano e fidelizzano gli esercenti).Propongo di restare in finestra per valutare i costi del nuovo servizio (non a caso CartaSi sbandiera questo BankPass Web da 3 mesi ma ad oggi solo SanPaolo si e' convenzionata.... e le altre 849 banche convenzionate???? c'e' sotto senz'altro qualche diatriba economica non da poco tra le Banche e CartaSi).C'e' anche da dire che oggi molti clienti non pagano il costo annuo di CartaSi perche' e' offerta gratuitamente dalle banche ai correntisti di molti conti a pacchetto. Per questo forse potrebbe non valere la pena passare a BankAmericard, per pagare sempre comunque almeno 30 euro all'anno, se il servizio BankPass Web avra' alla fine un costo inferiore ai 30 Euro...anche American Express Blu e' interessante con la sua copertura assicurativa garantita per frodi internet, peccato che sia una carta revolving con pagamento rateale obbligatorio ad un tasso da infarto (19.6% o 18.9%? non ricordo ma comunque molto piu' del mio fidarello sul c/c).ByeMax
  • Anonimo scrive:
    Io uso la carta di credito (su internet)
    Io uso spessissimo la carta di credito su internet.Ho comprato HW-SW ma anche regali, cibo, la moto!!Tra le verie cose, x il mio ufficio, ho comprato (USA) dei servizi "con rinnovo automatico)Che fine faranno questi?Quelli dove il "venditore" ti carica con regolarità una spesa sulla tua CC?Secondo me questo e' un punto molto importante
  • Anonimo scrive:
    Ma siamo sicuri che sia obbligatorio?
    Per il momento sul sito cartasi.it si parla di un servizio aggiuntivo al quale e' necessario aderire separatamente, e perdipiu' offerto solo da alcune banche (anzi, "alcune" e' un termine grosso: per il momento l'unica banca che supporta BankPass e' SanPaolo IMI). Per cui sembrerebbe possibile aderire a CartaSi ma non a BankPass e continuare ad usare la carta come prima; soltanto aderendo a BankPass si e' obbligati a usare il nuovo sistema (che peraltro permette di usare la carta anche sugli esercizi non convenzionati BankPass, sebbene in modo complicatissimo, ossia andando sul loro sito e facendosi dare un codice one-time da usare per il singolo acquisto).Detto questo, mi sembra comunque una mossa miope, visto che Internet e' globale e io ho fatto piu' spesso acquisti online su siti esteri (che di BankPass non sentiranno mai parlare) che in Italia.
  • Anonimo scrive:
    Provate a fare cosi', oltre che bubare
    Buogiorno,ho appreso della vostra decisione di rendere obbligatorio l'uso del vostro wallet proprietario.Sono un esperto di sicurezza informatica, e la vostra iniziativa mi sembra nel complesso interessante; ritengo pero' del tutto errata la vostra impostazione di renderlo obbligatorio, disabilitando la possibilita' di effettuare acquisti online su altri servizi di pagamento.Personalmente disdiro' la carta appena la notizia mi sara' confermata, e cerchero di convincere le persone che conosco a fare altrettanto.Come vecchio utente dei vostri servizi, vi consiglierei di desistere da questa forzatura.
    • Anonimo scrive:
      Re: Provate a fare cosi', oltre che bubare
      Per le spese effettuate presso esercizi non convenzionati (quelli, cioè, che non espongono il logo BANKPASS Web sul proprio sito) ti dovrai collegare al Sito BANKPASS Web (www.bankpass.it)*, farti identificare con UserID e Password, e richiedere - cliccando sull'apposito pulsante ("Crea PAN virtuale") - un numero di carta di credito 'virtuale' per poter effettuare il tuo acquisto.Il PAN virtuale verrà generato appositamente dal sistema e sarà valido solo per la spesa in corso. Per ogni acquisto successivo dovrà essere richiesto un nuovo PAN virtuale.
  • Anonimo scrive:
    Potevano risparmiarsela!!!
    Anzichè preoccuparsi di informare utenti e consumatori della sicuerezza del sistema di pagamenti on line mediante SSL 128 bit e Gateway di pagamento, questi che ti inventano un sistema di pagamento proprietario.La carta di credito usata su Internet con un Gateway è più sicura di quando la si usa al ristorante o off-line..... Quandìè che lo diranno.... E' solo che non conviene perchè il genio italiano doveva trovare una trovata intelligente come questa!!!!Per aumentare la sicurezza negli acquisti on line!!! Dicono loro!! Ma dai è solo una trovata per stendere un nuovo standard vincolando esercenti e consumatori, e poi la macchinosità del processo di acquisto, collegarsi con CartaSì e ottenere il PAN e poi ritornare al sito di e-comm..... Come dice la pubblicità: Per fortuna che c'è M........Bye
  • Anonimo scrive:
    Ma quale cartaSi...
    ... io non pago per comprare qualcosa se prima non vedo con i miei occhi cosa compro, e soprattutto voglio guardare in faccia chi mi vende la merce!Le banche si illudono di perseguire la politica di gestione delle transazioni altrui, ma cosi' facendo imboccano costantemente un vicolo eternamente cieco.L'e'commerce su internet rimarra' a lungo relegato a determinate nicchie di mercato (Hitech, hardware e software in testa), e questo semplicemente perche' solo chi ha conoscenze informatiche approfondite affronta con disinvoltura l'acquisto in rete. Per il resto della popolazione sono tutte chiacchere e sforzi economici male indirizzati.Internet e' in realta' una grande vetrina online che se opportunamente sfruttata puo' incentivare e di molto l'afflusso della gente nei negozi sotto casa, dove i pagamenti avvengono in moneta sonante.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quale cartaSi...
      NOn so, ma un pensiero del genere in cui si parla di "utenti evoluti" ,"pagamenti sottocasa con moneta sonante",mi sento male solo a leggere questa marea di cretinate da uomo dell'età della pietra..........Personalmente preferisco pager con carta di credito sia on line che off line per i seguenti motivi:1) riesco a pagare tutto il 15 del mese successivo, perchè pagare subito se posso pagare tra un mese e mezzo con nessun costo aggiuntivo?2) ho un estratto conto che mi dice esattamente quanto ho spesso e dove l'ho speso, mi serve per capire se e quante cretinate ho comprato.........e se posso comprarne altre e devo smettere.....3) Posso sempre sapere qquanto ho speso fino a quel momento proprio collegandomi ai servizi on line di CartaSi e fare in modo di avere la disponibilità sul conto entro il giorno dell'addebito4) se voglio andare in giro con qualcosa di " sonante2 preferisco andare in giro con una bella chitarra, me rubano con più difficoltà, perderla è più difficile e porta più allegria,grazie milleFabio
  • Anonimo scrive:
    Mi consigliate un circuito Visa alternativo...
    ... a CartaSigrazie
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi consigliate un circuito Visa alternativo...
      Fineco rilascia una Carta Visa indipendente da Servizi Interbancari, inoltre è gratis.Sono un ex cliente CartaSì ora Fineco
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi consigliate un circuito Visa alternativo...
      Fineco.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi consigliate un circuito Visa alternativo...
      BNL ha il suo circuito TOPCard, ed è indipendente da CartaSi.C'è anche il circuito DeutchBank (scritto male, ovviamente :)Di alternative ce ne sono, e credo che Banca Sella, forse la più importante realtà bancaria per i POS virtuali, si farà sentire con l'antitrust. Di fatto questa iniziativa è assolutamente chiusa, di fronte ad un mondo completamente aperto come è internet.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi consigliate un circuito Visa alternativo...
      http://www.bankamericard.itquella originale...
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi consigliate un circuito Visa alternativo...
      il network Banca Sella ha la visa non cartasiwww.bansel.it- Scritto da: CartaNo
      ... a CartaSi

      grazie
  • Anonimo scrive:
    CartaSi è solo il primo ..........
    Questo progetto è del sistema bancario pertanto tutte le considerazioni positive e negative si devono intendere rivolte al sistema. CartaSi forse crede nelle intuizioni dell'intero sistema e semplicemente si scopre per prima.............chissà se chi prima arriva meglio alloggia !!!!!
  • Anonimo scrive:
    QUANTO-COSTA. questa è la domanda.
    attualmente con il mio tipo di conto, con il BANCOMAT io non spendo NULLA nemmeno per i servizi fuoripiazza, posso usare il bancomat o i soldi, indifferentemente: non spendo mai nulla.quanto costerebbe invece, usare quel tipo di servizio?e la privacy? i dati verrebbero addirittura centralizzati ...
  • Anonimo scrive:
    Per fortuna esistono banche fuori dal cartello
    ho aperto un conto presso una banca online, che ha una carta di credito Visa ma non cartasi e a differenza del conto tradizionale ogni 3 mesi anzichè prendersi i soldi delle spese mi versa gli interessi sul deposito.Ulteriore beneficio lo ho avuto quando la banca dove ho anche un conto tradizionale mi ha chiamato per sapere come mai il conto era pressochè inutilizzato, tutte le domiciliazioni ritirate ecc ecc, ho semplicemente detto che mi ero rivolto alla concorrenza e magicamente son variate le condizioni.Baterà boicottare in massa questo inutile servizio (voglio vedere quanti siti stranieri vi aderiranno) e cambieranno anche loro
  • Anonimo scrive:
    E la visa?
    IO ho una cartasi/VISA e come VISA la uso sui siti esteri. Questa faccenda varraà anche su Amazon.com Play.com Fnac.com eccetera?Ma la VISA accetterebbe mai un tale comportamento?
    • Anonimo scrive:
      Re: E la visa?
      Infatti secondo me è una gran bufala, perchè una cartasi che sia anche Visa verrebbe comunque accettata come tale, quindi è una bella trovata del circuito SI per cercare di fare soldi sull'ignoranza e la paura della gente
  • Anonimo scrive:
    e per gli abbonamenti?
    Come la mettiamo per i pagamenti ai servizi che ti addebitano un tot ogni mese? Tipo hosting di siti o robe del genere? che faccio annullo la iscrizione e la rifaccio ogni mese? SIAMO PAZZI?
  • Anonimo scrive:
    UN GENIO !
    VOGLIO SAPERE A TUTTI I COSTI CHI HA AVUTO STA BELLA PANSATA !FUORI IL NOME E COGNOME DI QUESTO GENIO DELL' E-COMMERCE !!!
  • Anonimo scrive:
    Mettiamo pure che...
    ...possa anche andarmi bene....Mettiamo pure che decida di aderire al servizio...Mettiamo pure che questa cosa aumenti la sicurezza delle transazioni...Mettiamo pure che l'interazione con altri circuiti, grazie alla generazione del PAN virtuale sia "trasparente"...Ma se qualcuno entra nel loro database e se lo rippa tutto? Comincia a generarsi PAN virtuali un giorno con un utente un giorno con un altro?Ed in piu' per sta cosa BISOGNA PAGARE?????ATTIVAZIONE, CANONE e COMMISSIONE????Oggi che le carte di credito te le regala persino la Omnitel e a momenti le trovi sotto i sassi????Cara CARTASI con me (ma penso con tanti) hai proprio toppato!!! Sto gia chiamando il numero verde per bloccare e disdire la carta...Adieux Servizi Interbancari.Daniele
  • Anonimo scrive:
    UN BALZELLO DA CartSi??
    Tipica operazione per Italioti.E' da tempo che faccio acquisti in Internet pagando con Carta di Credito (Amex o alltre); sia in Italia che all' estero per Software o altro e non mi è mai successo nulla se non una transazione corretta cone Secure Server.Non è una novità che gli Italioti fino a ieri nascondevano i soldi nel materasso; questa è la loro mentalità e la chiusura idiota verso il nuovo.Se CartaSi vuol fare pagare al consumatore un normale servizio di pagamento; semplice, l'ècommerce si pagherà con ALTRE CARTE DI CREDITO.L;' operazione di CartaSi ha tanto il sapore di far pagare un balzello agli Italioti che si riverserà come costo anche ai NON Italioti.Questo a meno che tutte le altre società delle Carte di Credito facciano un cartello per l' Italia imponendo il balzello, ma non credo arrivino a tanto in quanto società straniere che dovrebbero dare più affidabilità e trasparenza verso i consumatori.
  • Anonimo scrive:
    Ma chi è quella testa di cazzo...
    ... che ha avuto sta bella pensata per fare decollare l'ecommerce?Avrà pure un nome e cognome no?
  • Anonimo scrive:
    Avete mai usato il sito cartasi.it?!?
    I servizi telematici di Cartasi attuali sono sul sito www.cartasi.it.Permettono di vedere i movimenti della carta ed essere informati via email degli stessi...Peccato che:- ogni volta che accedi devi reinserire TUTTO il tuo numero di carta di credito, oltre che un login e una password- i movimenti che puoi visualizzare sono solo quelli del mese precedente (anche se non viene detto)- via email puoi essere informato dei movimenti a intervalli regolari... peccato che se hai fatto pochi movimenti, continua a ripeterteli ad ogni aggiornamento e spesso i movimenti a fine mese se li "scorda"Per questi motivi non mi fido assolutamente di nuovi servizi telematici di Cartasi e valutero' se cambiare carta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete mai usato il sito cartasi.it?!?
      Confermo, il loro sito non è il massimo, se poi non sono libero di utilizzare la carta come meglio credo (solo negozi convenzionati) allora non ha senso che utilizzi i loro servizi.Io credo di cambiare carta, anche se non so dove finiro'.
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete mai usato il sito cartasi.it?!?
      - Scritto da: Leto
      I servizi telematici di Cartasi attuali sono
      sul sito www.cartasi.it.
      - i movimenti che puoi visualizzare sono
      solo quelli del mese precedente (anche se
      non viene detto)certo, non e' vero!!!controlla meglio (vai su SALDO e vedi gli ultimi 10 movimenti)
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete mai usato il sito cartasi.it?!?
      - Scritto da: Leto
      Peccato che:
      - ogni volta che accedi devi reinserire
      TUTTO il tuo numero di carta di credito,
      oltre che un login e una passwordFALSO, basta dare un nomignolo alla tua carta (anche "gina") e ti risparmi la fatica!
      - i movimenti che puoi visualizzare sono
      solo quelli del mese precedente (anche se
      non viene detto)FALSO, hai parametri di ricerca per data, tipologia di spesa e importi minimi e massimi.Io ho in linea tutto il 2001.S'e' solo un blackout sullo speso del mese precedente, ma l'estratto conto mi arriva a giorni. Inoltre questo servizio e' fatto per essere usato frequentemente e per controllare la correttezza degli addebiti entro pochi giorni dalla spesa. I dati possono inoltre essere scaricati.
      Per questi motivi non mi fido assolutamente
      di nuovi servizi telematici di Cartasi e
      valutero' se cambiare carta.Resta il fatto che si dovra' valutare il servizio quando scattera' l'bbligo di passare a bankpass-web.E' anche vero pero' che molti conti correnti offrono gratis la CartaSi, e quindi oggi per molti utenti e' a costo zero!
  • Anonimo scrive:
    E NOI PAGHIAMO STA CAZZATA
    E i costi a carico dell'utente li' vogliamo dire??Canone di adesione annuale 25,00 EuroCommissione per singola transazione 0,25 Euro
    • Anonimo scrive:
      Re: E NOI PAGHIAMO STA CAZZATA
      Be', dopotutto e' un servizio e i servizi si pagano. Quello che non va secondo me e' invece il fatto di pretendere una percentuale sulla transazione (anziche' una semplice commissione fissa) nei riguardi del commerciante. In pratica e' come se fosse merito della banca se il commerciante fattura di piu'. Sa di imposta fiscale. Ma allora, in questo caso, ben venga se pero' questi soldi vengono versati nelle casse dello stato, semplificando in questo modo le pratiche burocratiche e fiscali dei negozianti (online e offline).- Scritto da: MAX
      E i costi a carico dell'utente li' vogliamo
      dire??
      Canone di adesione annuale 25,00 Euro
      Commissione per singola transazione 0,25
      Euro
    • Anonimo scrive:
      Re: E NOI PAGHIAMO STA CAZZATA
      dov'è scritto scusa?- Scritto da: MAX
      E i costi a carico dell'utente li' vogliamo
      dire??
      Canone di adesione annuale 25,00 Euro
      Commissione per singola transazione 0,25
      Euro
  • Anonimo scrive:
    cartaNo
    A me non è ancora arrivata nessuna comunicazione, ma se è vero che lo renderanno obbligatorio per me hanno chiuso e al più presto disdico la mia cartasi. Non vedo perchè dovrei andare a comprare solo nel loro circuito... va bene più sicurezza ma a quale prezzo? Secondo me si sta profilando un'altro monopolio, ma infine qual'è il vero problema delle transazioni on-line?
    • Anonimo scrive:
      Re: cartaNo
      - Scritto da: wup
      Non
      vedo perchè dovrei andare a comprare solo
      nel loro circuito... va bene più sicurezza
      ma a quale prezzo?Dal sito Cartasi:"Per le spese effettuate presso esercizi non convenzionati (quelli, cioè, che non espongono il logo BANKPASS Web sul proprio sito) ti dovrai collegare al Sito BANKPASS Web (www.bankpass.it), farti identificare con UserID e Password, e richiedere - cliccando sull'apposito pulsante ("Crea PAN virtuale") - un numero di carta di credito 'virtuale' per poter effettuare il tuo acquisto.Il PAN virtuale verrà generato appositamente dal sistema e sarà valido solo per la spesa in corso. Per ogni acquisto successivo dovrà essere richiesto un nuovo PAN virtuale."Jack
    • Anonimo scrive:
      Re: cartaNo
      Per le spese effettuate presso esercizi non convenzionati (quelli, cioè, che non espongono il logo BANKPASS Web sul proprio sito) ti dovrai collegare al Sito BANKPASS Web (www.bankpass.it)*, farti identificare con UserID e Password, e richiedere - cliccando sull'apposito pulsante ("Crea PAN virtuale") - un numero di carta di credito 'virtuale' per poter effettuare il tuo acquisto.Il PAN virtuale verrà generato appositamente dal sistema e sarà valido solo per la spesa in corso.Per ogni acquisto successivo dovrà essere richiesto un nuovo PAN virtuale.
      non vedo perchè dovrei andare a comprare solo
      nel loro circuito... va bene più sicurezza
      ma a quale prezzo? Secondo me si sta
      profilando un'altro monopolio, ma infine
      qual'è il vero problema delle transazioni
      on-line?
  • Anonimo scrive:
    Per dirla tutta !!
    Salve.Il fatto sta' che sono ben 3 mesi che il sito BANKPASS e' attivo e finora l'unica banca che offrono il servizio e' Sanpaolo IMI. Quindi se uno vuole attivarsi sin da ora, deve per forza andare in questa banca anche se non e' correntista.Infatti sul sito Cartasi' o su' quello bankpass non c'e' il modulo.E le altre 800 banche (come dicono loro) che aspettano ??E i costi a carico dell'utente li' vogliamo dire??Canone di adesione annuale 25,00 EuroCommissione per singola transazione 0,25 Euro Bye
  • Anonimo scrive:
    COSA??
    ed io che me la ero presa SOLO per poter liberamente comprare online da negozi sperduti in giro x il mondo!mi tocchera' cambiare carta?
    • Anonimo scrive:
      Re: COSA??
      - Scritto da: Will Smith
      ed io che me la ero presa SOLO per poter
      liberamente comprare online da negozi
      sperduti in giro x il mondo!

      mi tocchera' cambiare carta?Leggendo sul sito di Carta Si', no sarai (saremo)obbligati. Si potra' acquistare da esercizi non convenzionati generando pero' un nuovo numero "virtuale" di carta di credito per ogni singolo acquisto.... una rottura di scatole non indifferente. Rage Your Dreams
    • Anonimo scrive:
      Re: COSA??
      - Scritto da: Will Smith
      ed io che me la ero presa SOLO per poter
      liberamente comprare online da negozi
      sperduti in giro x il mondo!

      mi tocchera' cambiare carta?Dal sito di CartaSi:"Per le spese effettuate presso esercizi non convenzionati (quelli, cioè, che non espongono il logo BANKPASS Web sul proprio sito) ti dovrai collegare al Sito BANKPASS Web (www.bankpass.it), farti identificare con UserID e Password, e richiedere - cliccando sull'apposito pulsante ("Crea PAN virtuale") - un numero di carta di credito 'virtuale' per poter effettuare il tuo acquisto.Il PAN virtuale verrà generato appositamente dal sistema e sarà valido solo per la spesa in corso. Per ogni acquisto successivo dovrà essere richiesto un nuovo PAN virtuale."Jack
  • Anonimo scrive:
    Tale e quale a .Net (PassPort) di Microsoft...
    Mi sbagliero', ma a me sembrerebbe proprio un sistema, questo di cartaSi, che ricalca quanto sta gia' facendo da un pezzo l'amico Bill con il suo Microsoft.NET, Passport e via discorrendo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Tale e quale a .Net (PassPort) di Microsoft...
      - Scritto da: Creatore
      Mi sbagliero', ma a me sembrerebbe proprio
      un sistema, questo di cartaSi, che ricalca
      quanto sta gia' facendo da un pezzo l'amico
      Bill con il suo Microsoft.NET, Passport e
      via discorrendo...Non me ne intendo di .Net ma credo che affidare i propri soldi a una banca sia "normale" nel senso di sicuro mentre darli a M$ che vende sofware e a volte nemmeno buono, sia un gesto altruistico. L'unico dubbio è se i sistemi informatici e la chiave del sistema SSL siano sicuri con chiave lunga.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tale e quale a .Net (PassPort) di Microsoft...
      - Scritto da: Creatore
      Mi sbagliero', ma a me sembrerebbe proprio
      un sistema, questo di cartaSi, che ricalca
      quanto sta gia' facendo da un pezzo l'amico
      Bill con il suo Microsoft.NET, Passport e
      via discorrendo...Non proprio. CartaSi ha gia' *tutti* i tuoi dati, M$ non ancora.In compenso mi sembra che CartaSi stia passando alle "prove tecniche di monopolio" ovvero, forte dei suoi numeri vuole far passare il suo sistema di pagamento tagliando fuori gli altri.....
      • Anonimo scrive:
        Re: Tale e quale a .Net (PassPort) di Microsoft...
        Aggiungerei anche che tanto tutti inseguono un sogno, il monopolio appunto, ma non otterranno altro che un pugno di mosche, perche' quando tutti vogliono la medesima cosa, nessuno ottiene niente.- Scritto da: Dixie


        - Scritto da: Creatore

        Mi sbagliero', ma a me sembrerebbe proprio

        un sistema, questo di cartaSi, che ricalca

        quanto sta gia' facendo da un pezzo
        l'amico

        Bill con il suo Microsoft.NET, Passport e

        via discorrendo...

        Non proprio. CartaSi ha gia' *tutti* i tuoi
        dati, M$ non ancora.
        In compenso mi sembra che CartaSi stia
        passando alle "prove tecniche di monopolio"
        ovvero, forte dei suoi numeri vuole far
        passare il suo sistema di pagamento
        tagliando fuori gli altri.....
  • Anonimo scrive:
    Bah
    (www.bankpass.it)** il sito non può essere raggiunto con le versioni 5.0 e 5.0.1 del browser Internet explorer, con versioni precedenti o successive del browser il sito viene visualizzato in modo corretto anche se con un livello di decodifica inferiore a 128 bit
    • Anonimo scrive:
      Re: Bah
      - Scritto da: Burp
      (www.bankpass.it)*

      * il sito non può essere raggiunto con le
      versioni 5.0 e 5.0.1 del browser Internet
      explorer, con versioni precedenti o
      successive del browser il sito viene
      visualizzato in modo corretto anche se con
      un livello di decodifica inferiore a 128 bitIncredibile!! E se uno non ha IE che fa non puo' comprare on line ?
  • Anonimo scrive:
    mauno come si autentica?
    mauno come si autenticavabene non passiil dato carta di creditoma come fanno a sapere a quali carte addebitare? bisogna sempre fornire user e pass?
    • Anonimo scrive:
      Re: mauno come si autentica?
      Credo che ci si autentichi presso il sito dei Servizi Interbancari che è ben diverso rispetto a dare in mano del nogozio virtuale pinco-pallino la propria carta di credito.
  • Anonimo scrive:
    Proprio la novità che tutti aspettavamo...
    Già il commercio elettronico langue...Già CartaSi applica ai convenzionati commissioni da capogiro...Ora ci voleva anche quest'altra bella trovata...E gli esercenti che non vogliono conenzionarsi con CartaSi? E gli acquisti all'estero?Finirà come il Remote Banking: prima fai l'operazione on-line, poi mandi il fax di conferma alla tua banca, infine telefoni in banca per dire che hai mandato un fax. Passare poi in banca per consegnare gli originali è facoltativo ma consigliabile.
    • Anonimo scrive:
      Re: Proprio la novità che tutti aspettavamo...
      - Scritto da: Paperinik
      E gli esercenti che non vogliono
      conenzionarsi con CartaSi? E gli acquisti
      all'estero?Ma prima di parlare ti sei letto il sito BANKPASS, non mi sembra dalle tuo osservazioni.
      • Anonimo scrive:
        Re: Proprio la novità che tutti aspettavamo...
        Si, mi sono letto bene il sito CartaSi (per essere precisi alcuni giorni prima dell'uscita della notizia su Punto Informatico) ed ho già avuto chiarimenti dalla mia banca a riguardo.Se leggi bene, sarà possibile utilizzare CartaSi (dopo il periodo di interim) SOLO con BankPass Web. Questo vale sia per chi acquista che, soprattutto, per chi vende.Poichè BankPass web è una realizzazione del "sistema bancario italiano" e della cosa non c'è traccia sui siti internazionali di Visa e Mastercard il problema che pongo è reale: allo stato attuale del servizio (almeno come viene pubblicizzato con la solita scarsa chiarezza da parte di CartaSi e dai "chiarimenti" di SanPaolo IMI) se sei convenzionato con CartaSi ed non accetterai BankPass non venderai a chi ha CartaSi e, se mi sbaglio meglio, nemmeno a chi ha Visa o Mastercard emesse da altri istituti non italiani.
    • Anonimo scrive:
      Re: Proprio la novità che tutti aspettavamo...
      - Scritto da: Paperinik
      E gli esercenti che non vogliono
      conenzionarsi con CartaSi? E gli acquisti
      all'estero?Dal sito di CartaSi:"Per le spese effettuate presso esercizi non convenzionati (quelli, cioè, che non espongono il logo BANKPASS Web sul proprio sito) ti dovrai collegare al Sito BANKPASS Web (www.bankpass.it), farti identificare con UserID e Password, e richiedere - cliccando sull'apposito pulsante ("Crea PAN virtuale") - un numero di carta di credito 'virtuale' per poter effettuare il tuo acquisto.Il PAN virtuale verrà generato appositamente dal sistema e sarà valido solo per la spesa in corso. Per ogni acquisto successivo dovrà essere richiesto un nuovo PAN virtuale."Jack
      • Anonimo scrive:
        Re: Proprio la novità che tutti aspettavamo...
        Ceno in un ristorante non convenzionato.Arriva il camerieriere col conto."Non siamo convenzionati"."Aspetti che vado a caa a fare il pan"- Scritto da: Jack
        - Scritto da: Paperinik

        E gli esercenti che non vogliono

        conenzionarsi con CartaSi? E gli acquisti

        all'estero?

        Dal sito di CartaSi:

        "Per le spese effettuate presso esercizi non
        convenzionati (quelli, cioè, che non
        espongono il logo BANKPASS Web sul proprio
        sito) ti dovrai collegare al Sito BANKPASS
        Web (www.bankpass.it), farti identificare
        con UserID e Password, e richiedere -
        cliccando sull'apposito pulsante ("Crea PAN
        virtuale") - un numero di carta di credito
        'virtuale' per poter effettuare il tuo
        acquisto.
        Il PAN virtuale verrà generato appositamente
        dal sistema e sarà valido solo per la spesa
        in corso.
        Per ogni acquisto successivo dovrà essere
        richiesto un nuovo PAN virtuale."

        Jack
  • Anonimo scrive:
    Buona idea!
    Ho letto che in questo modo e' possibile creare un "PAN Virtuale", cioe' un numero di carta di credito che sara' valido solo per l'acquisto che decidi di fare. In questo modo se dovesse essere "rubato" in qualche modo, non potra' essere utilizzato per ulteriori acquisti di quello da te richiesto (immagino che verra' stabilito durante la creazione del pan virtuale: i giorni/ore di validita', l'importo della spesa massima consentita)L'importante e' che non limitino le possibilita' di acquistare su web ai soli servizi convenzionati o lo limitino a solo alcune nazioni
    • Anonimo scrive:
      Re: Buona idea!
      E' pazzesco. Il punto è solo questo e sembra che nessuno sia riuscito a capirlo!Mi rileggero' l'articolo di PI cercando di capirecome possa essere successo.Ma come accidente si fa a pensare che CartaSI o chi per loro voglia impedire di comprare all'estero???!?!?!?!Certo che se le novità ( questa a mio parere interessante ) vengono accolte così, prevedo unfuturo decisamente roseo per l'e-commerce.Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: Buona idea!
        Ok... allora... ma che differenza fa se mi rubano login e pw o in numero di carta di credito?A me utente finale nulla, me li cambiano.CartaSi invece risparmia, perché non dove rilascare un nuova carta di credito.Quindi sta mossa e' solo a favore di CartaSi.E poi... già la gente compra poco su internet, se poi OGNI volta deve farsi la trafila per ottenere il pan virtuale?E amazon? dove ho registrato la mia visa e quella dell'ufficio e posso scegliere con 2 click cosa fare.Con il pan ogni volta devo reinserire i dati?????? MA SIAMO PAZZI?C.
Chiudi i commenti