Fotovoltaico: pannelli flessibili con efficienza record

Fotovoltaico: pannelli flessibili con efficienza record

Arriva dall'altra parte del mondo una potenziale rivoluzione: il fotovoltaico con efficienza record e pannelli flessibili, per i veicoli.
Arriva dall'altra parte del mondo una potenziale rivoluzione: il fotovoltaico con efficienza record e pannelli flessibili, per i veicoli.

Quello appena annunciato da Sharp potrebbe essere il Sacro Graal del fotovoltaico, una potenziale rivoluzione. Si tratta di un sistema composto da pannelli flessibili, leggeri e con un’efficienza record del 32,65%, mai raggiunta prima al mondo. È il risultato ottenuto del team al lavoro sul progetto battezzato Research and Development of Solar Cells for Use in Vehicles. L’ambito di destinazione è dunque quello automotive e non residenziale o industriale.

L’energia fornita dalle fonti rinnovabili può essere prodotta direttamente dal veicolo attraverso le celle solari. Così, risulta più conveniente per chi li utilizza, ad esempio riducendo il costo delle ricariche e diminuendone la frequenza.

La rivoluzione del fotovoltaico è Made in Sharp

È stato battuto il primato precedente del 31,17%, raggiunto sempre da Sharp nel 2016, ancora una volta come parte dell’iniziativa promossa dalla giapponese NEDO (New Energy and Industrial Technology Development Organization). Va precisato che la nuova versione si trova al momento ferma allo status di prototipo.

La struttura flessibile dei moduli, a tripla giunzione, è conferita dall’inclusione della cella solare tra sottili strati di pellicola. Una caratteristica che potrebbe consentire di impiegarli con grande versatilità non solo sui veicoli, ma anche sulle superfici oggi poco adatte a ospitare i pannelli tradizionali. Le dimensioni di ogni unità sono pari a 29×34 centimetri. Il peso, altro dettaglio non di poco conto, si attesta a soli 56 grammi.

Sharp ha sviluppato moduli solari ad alta efficienza e a basso costo che possono adattarsi alle superfici curve dei veicoli appartenenti a molte categorie, incluse le auto elettriche e nell’ambito delle applicazioni aerospaziali.

Non sono al momento state fornite indicazioni in merito al suo possibile debutto commerciale, ma le tempistiche non saranno brevi. Nel comunicato ufficiale, la società fa riferimento a un generico entro il 2050.

Il funzionamento si basa su tre fasi di assorbimento della luce, con lo strato inferiore composto da arseniuro di gallio-indio a costituire il segreto per ottenere un’efficienza tanto elevata.

Va sottolineato come i pannelli flessibili non siano una novità assoluta. Anzi, già se ne trovano in commercio (anche in sconto su Amazon), a disposizione di chi desidera installarli sul proprio balcone, terrazzo o portarli con sé in mobilità per produrre energia pulita e a costo zero dal sole, alimentando direttamente gli apparecchi oppure convogliandola in apposite batterie per l’accumulo.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: Sharp
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 15 giu 2022
Link copiato negli appunti