Francia: AdWords non clona

Nuova sentenza, stavolta della Corte di Cassazione francese: Google non può essere accusata di violazione di trademark concedendo agli emuli delle grandi marche di usufruire di AdWords

Roma – La Corte di Cassazione francese ha deciso in favore di Google per una serie di casi relativi a marchi sfruttati per campagne pubblicitarie condotte in rete.

Google si trovava a dover affrontare l’ accusa di violazione di marchi registrati perpetrata attraverso Adwords : accordare il permesso (o meglio non proibire) agli utenti del servizio di link sponsorizzati di utilizzare per la loro pubblicità anche parole e nomi registrati dai proprio concorrenti diretti avrebbe costituito secondo il marchio d’alta moda Louis Vuitton, secondo alcuni grandi marchi del turismo internazionale e secondo una catena di alberghi francese, una violazione della loro proprietà intellettuale.

Già a marzo, tuttavia, la Corte di Giustizia Europea aveva dichiarato Google non colpevole relativamente a tali casi: in seguito a tale decisione (e tenendone conto) la Francia, dove i casi erano stati avviati e avevano fatto segnare una prima condanna del motore di ricerca, aveva dovuto riaprire la questione. Alla fine la Corte di Cassazione ha deciso, come già aveva fatto un giudice statunitense: Mountain View non viola alcun trademark .

“La Corte francese – si legge in un post di Google – ha inequivocabilmente giudicato che non vi sia stata alcuna violazione di marchi, e nessuno può, leggendo la sentenza, avere ancora qualche dubbio”. Dismesse anche le accuse di concorrenza sleale e pubblicità ingannevole mosse nei confronti di Google.

Restano , invece, le responsabilità degli inserzionisti che hanno utilizzato determinate parole con l’intento di ingannare il consumatore confondendo tra prodotti originali e non. Su questo e sull’eventuale responsabilità civile di Google conseguente a tale utilizzo potrà esprimersi la Corte d’appello.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • RCMnqhwMO scrive:
    ZPFhrrcexLseQnahHz
    http://www.bloomquistestateservices.com/homeinsurance.htm home inspector insurance qjqxz
  • LOL scrive:
    No Elenco, no party.
    "(...) Decreto (..) per l'istituzione e la gestione del registro nel quale i cittadini italiani titolari di un'utenza telefonica dovranno iscriversi se vogliono porre la loro tranquillità al riparo da squilli inattesi ed indesiderati."L'articolo non è molto chiaro. Se un utente ha deciso di NON comparire sull'elenco telefonico, di fatto, dovrebbe essere già escluso da tutto questo ragionamento.Soluzione molto più semplice e definitiva al problema.
  • Tze Tze scrive:
    Quale ministero ?
    Speriamo che il ministero cosa ?!?Faccio notare che il ministro dello sviluppo economico, cioè Scaiola si è dimesso qualche mese fa perché della gente sconosciuta gli aveva pagato la casa senza che lui li sapesse. L'attuale ministro dello sviluppo economico si chiama Silvio Berlusconi, quindi sono certo che nella vicenda, comunque vada a finire, non sussisterà nulla che in qualche modo sarà definibile come conflitto di interessi.
  • Rkb scrive:
    Dimostrare di avere ottenuto...
    ...il consenso.Bene, e come faccio a sapere se l'operatore che mi sta chiamando a casa ha REALMENTE ottenuto il consenso?Basta la sua parola?Sono tre giorni che mi telefonano a casa per conto di enel.Chiedono di parlare col titolare della fattura. Bene, sono io.Dicono che, nonostante il mio numero di telefono non sia nell'elenco telefonico - prima appariva come numero RISERVATO (ovvero, non mi rompete le balls, please!); oggi invece, da quando parecchi anni fa ho cambiato operatore, non appare proprio per mia scelta - enel gli avrebbe autorizzati a contattarmi...... ENEL?Cioè, per il solo fatto che ho un contratto di fornitura col suddetto operatore (...e DA UNA VITA), IO avrei acconsentito a che il primo call center che passa per la linea elettrica mi telefoni a casa? E da quando? Mica vale la regola: hai un contratto con tizio, automaticamente caio ti può rompere le scatole a suo piacimento.Ma sopratutto, chi lo dice: l'amico/a dall'altra parte della cornetta? E sulla base di quali dati/prove? Solo perché il mio numero - dicono - sta sul database dei "call centristi"?Ho chiesto loro di farmi sapere nome e cognome del titolare del trattamento dei miei dati personali - che per legge mi pare dovrebbe esistere - con l'unico risultato che anziché mandarli io affanc**o m'hanno mandato loro. Interessante...sopratutto alle 2 di pomeriggio di una giornata con 37° all'ombra.Bho... spero che l'amico Scorza - che ho sentito parlare di questo argomento proprio oggi in TV - passi da queste parti e ci faccia sapere.Saluti.
  • lucadjset scrive:
    info opt-out
    qualcuno sa dove ci si può iscrivere a questa lista?
    • smart scrive:
      Re: info opt-out
      - Scritto da: lucadjset
      qualcuno sa dove ci si può iscrivere a questa
      lista?E' chiaro dalla lettura dell'articolo...
  • contezero scrive:
    Nostalgia SIP
    Sarò nostalgico ma vi ricordate i bei tempi della SIP? Quando se volevi telefonare e non eri a casa ti serviva un cabina e un gettone. Che nostalgia... I bei tempi erano quando a casa ti chiamavano solo amici e parenti. Una volta quando ti telefonavano a casa la prima cosa che facevano era presentersi. Oggi la prima cosa che fanno e chiederti chi sei. Una volta c'era un unica tariffa telefonica non le 10000 di oggi che poi alla fine sono tutte uguali e l'unico scopo che hanno e fregarti più soldi possibili. Una volta non sentivi quasi mai parlare di privacy, garanti ecc eppure eri molto più tutelato di oggi. Oggi abbiamo la buca delle lettere perennemente stracolma di pubblicità, il telefono assediato da gente che ti vuole vendere qualcosa e il campanello di casa che squilla solo quando vengono a trovarti personaggi desiderosi di venderti qualcosa. Siamo circandati.... Una volta non c'erano i cellulari però almeno potevi prendere un mezzo pubblico senza sentirti un concerto di suonerie e potevi farti una chiaccherata con qualcuno senza essere interrottto dallo squillo di un cell. Chissà perchè poi la priorità viene sempre data a quello che chiama e non alla persona con cui stai parlando faccia a faccia? Mistero come se fosse automatico che se uno ti chiama a cose più importanti da dirti rispetto ad una persona che ti sta di fronte. Oggi abbiamo la possibilità di comunicare in modi impensabili fino a pochi anni fa eppure la mia impressione è che siamo XXXXXXXti gli uni con gli altri molto più che un tempo. Voglio tornare ai tempi della SIP e del gettone....
    • contezero scrive:
      Re: Nostalgia SIP
      P.S. Mi ero dimenticato una cosa. Una volta la gente quando sbagliava numero di tel si scusava e ti salutava oggi invece ti ti sbattano il telefono in faccia senza dire nulla probabilmente scazzati dal fatto di aver perso tempo e soldi (sucXXXXX stamattina).
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Nostalgia SIP
        - Scritto da: contezero
        P.S. Mi ero dimenticato una cosa. Una volta la
        gente quando sbagliava numero di tel si scusava e
        ti salutava oggi invece ti ti sbattano il
        telefono in faccia senza dire nulla probabilmente
        scazzati dal fatto di aver perso tempo e soldi
        (sucXXXXX
        stamattina).Oddio non esageriamo. Stamattina ha chiamato in ufficio da me una tizia che aveva sbagliato e si è scusata a lungo. Anche io ogni tanto penso a come era la telefonia solo 15 anni fa. E penso che ogni evoluzione abbia i suoi pro e i suoi contro. Mi gira la testa a pensare che all'epoca, quando uscivo di casa, non ero raggiungibile. Eppure siamo sopravvissuti tutti. Quando ti capita di dimenticare il cellulare a casa ti senti quasi perduto e disorientato. Però quante persone oggi si sono salvate da situazioni di pericolo grazie all'ausilio del cellulare?Quanto costava un'interurbana negli anni 90? Oggi con le flat non esiste più nemmeno il concetto di interurbana. Io in quegli anni ho avuto una ragazza a più di 1000 km di distanza e le bollette che arrivavano all'epoca oggi non arriverebbero più.Quanto costava collegarsi a internet negli anni 90? Oggi lo fai 100 volte più velocemente e più economicamente con un cellulare di medio livello.Non credo che rinuncerei a tutti questi vantaggi per non sentire la suoneria del gattino virgola o per evitare di essere disturbato dai Call Center, per questi ultimi ho elaborato un set di risposte che funziona sempre!
        • panda rossa scrive:
          Re: Nostalgia SIP
          - Scritto da: TADsince1995
          Però quante persone oggi
          si sono salvate da situazioni di pericolo grazie
          all'ausilio del
          cellulare?No, la domanda corretta e': "Quante persone non si sono salvate da situazioni di pericolo quando i cellulari non c'erano?"
          • contezero scrive:
            Re: Nostalgia SIP
            Un altra domanda potrebbe essere quante persone sono morte al volante perchè distratte dal cellulare? Cmq sono un informatico sono perfettamente consapevole dei vantaggi portati della tecnologia. Il mio era più che altro uno sfogo ironico neanche io tornerei ai tempi del tam tam per comunicare a distanza. Questo però non toglie che una ventina di anni fa c'erano molte meno rotture di XXXXXXXX rispetto ad oggi.
        • sentinel scrive:
          Re: Nostalgia SIP
          - Scritto da: TADsince1995
          Oddio non esageriamo. Stamattina ha chiamato in
          ufficio da me una tizia che aveva sbagliato e si
          è scusata a lungo.Evidentemente chiamare sbagliando un ufficio èdiverso da chiamare sbagliando un telefono diun povero cristo che vuole essere lasciato solo in pace.Se la tizia del tuo caso avesse chiamato la residenzadi un ignaro cittadino sbrigativamente avrebbe chiusotranquillamente il telefono in faccia all'ignarointerlocutore.Anche a me è sucXXXXX decine di volte.
          • dai scrive:
            Re: Nostalgia SIP
            - Scritto da: sentinel
            - Scritto da: TADsince1995

            Oddio non esageriamo. Stamattina ha chiamato in

            ufficio da me una tizia che aveva sbagliato e si

            è scusata a lungo.

            Evidentemente chiamare sbagliando un ufficio è
            diverso da chiamare sbagliando un telefono di
            un povero cristo che vuole essere lasciato solo
            in
            pace.

            Se la tizia del tuo caso avesse chiamato la
            residenza
            di un ignaro cittadino sbrigativamente avrebbe
            chiuso
            tranquillamente il telefono in faccia all'ignaro
            interlocutore.

            Anche a me è sucXXXXX decine di volte.Dai, non essere sempre pessimista,io mi scuso... domani sbaglio e ti chiedo scusa, contento?
          • sentinel scrive:
            Re: Nostalgia SIP
            - Scritto da: dai[CUT]
            Dai, non essere sempre pessimista,
            io mi scuso... domani sbaglio e ti chiedo scusa,
            contento?No, gli italiano sono dei cafoni maleducati
    • Orfheo scrive:
      Re: Nostalgia SIP
      Ah, la "nostalgia" ... non serve a nulla ... ma credo sia uno dei sentimenti piu' diffusi in chiunque abbia accumulato un minimo di esperienza. Si dimenticano i disagi, i problemi, si ricordano solo i lati positivi, chissa' perche' il cervello umano tende a fare questo tipo di selezione sui ricordi. Forse un meccanismo di rimozione automatico teso a ridurre lo stress e a far diminuire i livelli di cortisolo.Quante persone sono morte per non essere riuscite a chiedere soccorso in tempo utile? Quanto poteva essere faticosa la caccia ad una cabina libera, e sopratutto funzionante, in una afosa estate romana degli anni '80? Quanto poteva essere doloroso farsi gli ultimi chilometri in macchina, tenendosi un fianco, per una colica renale incipiente? Quanto tempo perdevi mentre stavi impazzendo alla ricerca dell'improbabile indirizzo della casa di campagna dei tuoi amici recentemente conosciuti, che ovviamente non potevi chiamare dalla tua auto senza navigatore?Nessuno li ricorda questi dettagli?Meno male ;-, meglio cosi'. Pero' c'e' un prezzo da pagare: we are all connected, anche quelli che rompono e quelli che cercano polli da spennare.Gia' immagino i miei pronipoti, con impianto neurale in dotazione fin prima della nascita, disperarsi tentando di difendere non la propria privacy, bensi' la propria sanita' mentale, dai continui tentativi di inviare "bits" alla loro corteccia cerebrale. Ed i loro genitori ricorderanno con "nostalgia" i bei tempi andati di quando un cellulare squillante potevi semplicemente decidere di spegnerlo. Eppure ... a me ... provare uno di quegli impianti neurali ... piacerebbe proprio. Ed a voi? ;-)Orfheo.
      • panda rossa scrive:
        Re: Nostalgia SIP
        - Scritto da: Orfheo

        Quante persone sono morte per non essere riuscite
        a chiedere soccorso in tempo utile? L'ho domandato anche io, non ricevendo risposte significative.
        Quanto poteva
        essere faticosa la caccia ad una cabina libera, e
        sopratutto funzionante, in una afosa estate
        romana degli anni '80? Neanche tanto. Per quelle poche vandalizzate, ce n'erano altre funzionanti nella metro.E poi ce li siamo dimenticati tutti i bar con fuori l'insegna gialla rotonda che indicava la presenza di un telefono pubblico?
        Quanto poteva essere
        doloroso farsi gli ultimi chilometri in macchina,
        tenendosi un fianco, per una colica renale
        incipiente? E questo che cosa c'entra con la tecnologia di oggi?Ti fermi, evacui, e poi prosegui.
        Quanto tempo perdevi mentre stavi
        impazzendo alla ricerca dell'improbabile
        indirizzo della casa di campagna dei tuoi amici
        recentemente conosciuti, che ovviamente non
        potevi chiamare dalla tua auto senza
        navigatore?Bah... una volta era molto piu' divertente andare in giro: guardavi le cose, stavi attento ai riferimenti, ai dettagli...Oggi invece fa tutto il navigatore, salvo farti salire su una collina per una strada sterrata invece che farti attraversare la collina medesima tramite comodo tunnel asfaltato a due corsie.
        Nessuno li ricorda questi dettagli?Io li ricordo, e non ne sento affatto la mancanza.Sara' perche' uso il cellulare solo in punto di morte, e fino ad ora al punto di morte non ci sono ancora arrivato.
        Meno male ;-, meglio cosi'. Pero' c'e' un prezzo
        da pagare: Si, la bolletta! Oltre allo smartphone da 300 euro.
        • Orfheo scrive:
          Re: Nostalgia SIP
          - Scritto da: panda rossa

          Quanto poteva essere

          doloroso farsi gli ultimi chilometri in
          macchina,

          tenendosi un fianco, per una colica renale

          incipiente?

          E questo che cosa c'entra con la tecnologia di
          oggi?
          Ti fermi, evacui, e poi prosegui.Evacui? Un calcolo? Mai avuta una colica renale. Fortunato mortale ;-)Orfheo.
          • panda rossa scrive:
            Re: Nostalgia SIP
            - Scritto da: Orfheo
            - Scritto da: panda rossa


            Quanto poteva essere


            doloroso farsi gli ultimi chilometri in

            macchina,


            tenendosi un fianco, per una colica renale


            incipiente?



            E questo che cosa c'entra con la tecnologia di

            oggi?

            Ti fermi, evacui, e poi prosegui.

            Evacui? Un calcolo? Mai avuta una colica renale.
            Fortunato mortale
            ;-)Ok, no, non ho mai avuto coliche renali e ho pensato a tutt'altro problema fisiologico.
  • Oracle Guru scrive:
    Inizializzazione tabella
    Allego a titolo gratuito lo script SQL per il popolamento iniziale del registro utenti.insert into registro_XXXXXXXXXXXXX_no_grazie (nome, cognome, codice_fiscale, numero_telefono)select nome, cognome, codice_fiscale, numero_telefono from utenti_telefono;commit;Cordiali saluti e a mai più risentirci.
    • contezero scrive:
      Re: Inizializzazione tabella
      Secondo me se fai tutta la trafila per inserirti in sto registro finisci col ricevere più spam. Mi ricordo di uno spettacolo di Beppe Grillo in cui parlava del mercato clandestino dei dati personali. Una volta fatto sto bel registro e spesi tanti bei sodini pubblici figurati se non salta fuori il solito furbacchione che decide di farsi una copia dei dati e venderseli. Dopotutto siamo in Italia.
      • Orfheo scrive:
        Re: Inizializzazione tabella
        - Scritto da: contezero
        Secondo me se fai tutta la trafila per inserirti
        in sto registro finisci col ricevere più spam. Mi
        ricordo di uno spettacolo di Beppe Grillo in cui
        parlava del mercato clandestino dei dati
        personali. Una volta fatto sto bel registro e
        spesi tanti bei sodini pubblici figurati se non
        salta fuori il solito furbacchione che decide di
        farsi una copia dei dati e venderseli. Dopotutto
        siamo in
        Italia.Ben detto. Assioma fondamentale: mai fornire i propri dati laddove non lo si ritenga assolutamente necessario. Dopodiche', ripensarci, contare fino a 100 ed evitare comunque di farlo.Ora, vedi commenti sulla pagina di Repubblica, domanda rivolta a chiunque sia mai stato "disturbato": siete mai riusciti ad ottenere, non dico un numero di telefono, ma almeno ragione sociale ed indirizzo del chiamante di turno?Il massimo che sono riuscito ad ottenere, ovviamente, e' la ragione sociale del "committente", che, interpellato, si e' dichiarato completamente "non responsabile" per le iniziative prese da una terza parte, che, a suo dire, eseguiva in modo "indipendente" un incarico commissionato dall'azienda.Riuscito finalmente a sapere, vivo in una piccola citta', la ragione sociale dell'outsourcer locale di turno, che fra l'altro conoscevo personalmente, sono riuscito ad "interrompere" la sequela di telefonate, a due numeri peraltro non in elenco. Una botta ... di voi sapete cosa ... ;-)Ora una volta stabilito il registro, come diavolo pensano i nostri legislatori di riuscire a "sanzionare" degli "anonimi"?Mi e' sfuggito qualcosa?Orfheo.
  • contezero scrive:
    Non cambierà nulla.
    Possono fare tutte le leggi che vogliono ma se poi non fanno i controlli sono solo soldi delle nostre tasse buttati nel wc. Ridicolo poi il principio per il quale per non farti rompere l'anima sei tu cittadino (come al solito) che devi darti da fare tra la vecchia cara burocrazia mentre dovrebbe essere il contrario. Nel registro ci va chi vuole essere disturbato dal telemarketing tutti quelli fuori dal registro non vogliono essere disturbati. Farlo così sarebbe costato pure di meno ma sarebbe stato troppo bello vero? Stabilire che è chi rompe le palle e doversi dare da fare e non chi subisce le rotture è un principio troppo avanti per la nostra cara classe dirigente. Pagliacci.
    • Aleph72 scrive:
      Re: Non cambierà nulla.
      - Scritto da: contezero
      Possono fare tutte le leggi che vogliono ma se
      poi non fanno i controlli sono solo soldi delle
      nostre tasse buttati nel wc. Ridicolo poi il
      principio per il quale per non farti rompere
      l'anima sei tu cittadino (come al solito) che
      devi darti da fare tra la vecchia cara burocrazia
      mentre dovrebbe essere il contrario. Nel registro
      ci va chi vuole essere disturbato dal
      telemarketing tutti quelli fuori dal registro non
      vogliono essere disturbati. Farlo così sarebbe
      costato pure di meno ma sarebbe stato troppo
      bello vero? Stabilire che è chi rompe le palle e
      doversi dare da fare e non chi subisce le rotture
      è un principio troppo avanti per la nostra cara
      classe dirigente.
      Pagliacci.E inoltre sarà come sempre difficilissimo poter dimostrare che la ditta X, il giorno Y alle ore Z ti ha chiamato per proporti qualcosa anche se eri iscritto nel famigerato registro.La maggior parte di queste pseudo ditte chiama con numero nascosto e comunque l'operatore si presenta come chiamante per conto della ditta più grande. Alla fine non si riesce a dimostrare un tubo.Tutto tempo e soldi buttati.
      • erMedusa scrive:
        Re: Non cambierà nulla.
        - Scritto da: Aleph72
        - Scritto da: contezero

        Possono fare tutte le leggi che vogliono ma se

        poi non fanno i controlli sono solo soldi delle

        nostre tasse buttati nel wc. Ridicolo poi il

        principio per il quale per non farti rompere

        l'anima sei tu cittadino (come al solito) che

        devi darti da fare tra la vecchia cara
        burocrazia

        mentre dovrebbe essere il contrario. Nel
        registro

        ci va chi vuole essere disturbato dal

        telemarketing tutti quelli fuori dal registro
        non

        vogliono essere disturbati. Farlo così sarebbe

        costato pure di meno ma sarebbe stato troppo

        bello vero? Stabilire che è chi rompe le palle e

        doversi dare da fare e non chi subisce le
        rotture

        è un principio troppo avanti per la nostra cara

        classe dirigente.

        Pagliacci.

        E inoltre sarà come sempre difficilissimo poter
        dimostrare che la ditta X, il giorno Y alle ore Z
        ti ha chiamato per proporti qualcosa anche se eri
        iscritto nel famigerato
        registro.
        La maggior parte di queste pseudo ditte chiama
        con numero nascosto e comunque l'operatore si
        presenta come chiamante per conto della ditta più
        grande. Alla fine non si riesce a dimostrare un
        tubo.
        Tutto tempo e soldi buttati.Ci ho lavorato un anno dentro un outbounding di acea electrabel.Non vi rendete conto che schifo. Serio chi non ci ha lavorato non sa cosa vuol dire.E per questo mega quotone per voi.Dirigente Telecom, è ovvio che sei il proprietario di un qualsiasi outbound di feci di cui è piena l'Italia, quindi è un tantino meglio se taci.
      • Lemon scrive:
        Re: Non cambierà nulla.


        E inoltre sarà come sempre difficilissimo poter
        dimostrare che la ditta X, il giorno Y alle ore Z
        ti ha chiamato per proporti qualcosa anche se eri
        iscritto nel famigerato
        registro.Parlerò con un mio amico avvocato appena esce questo decreto ed il registro sarà pronto. La mia idea è questa: quando mi chiameranno farò finta di essere interessato alla proposta e fisserò un appuntamento facendomi inviare via fax una loro conferma, a quel punto farò denuncia visto che sarò inserito nel registro cercando di ottenere un risarcimento danni.Se invece non si può fare allora avviserò che la telefonata è registrata e procederò a denuncia se continuano a parlare.Insomma, qualcosa mi inventerò. Bisogna vedere cosa costerà alle aziende chiamare quelli registrati, se non ci saranno multe non cambierà nulla.saluti
        • Aleph72 scrive:
          Re: Non cambierà nulla.
          - Scritto da: Lemon
          Parlerò con un mio amico avvocato appena esce
          questo decreto ed il registro sarà pronto. La mia
          idea è questa: quando mi chiameranno farò finta
          di essere interessato alla proposta e fisserò un
          appuntamento facendomi inviare via fax una loro
          conferma, a quel punto farò denuncia visto che
          sarò inserito nel registro cercando di ottenere
          un risarcimento
          danni.
          Se invece non si può fare allora avviserò che la
          telefonata è registrata e procederò a denuncia se
          continuano a
          parlare.
          Insomma, qualcosa mi inventerò. Bisogna vedere
          cosa costerà alle aziende chiamare quelli
          registrati, se non ci saranno multe non cambierà
          nulla.
          salutiIl discorso non cambia.Magari riesci a "punire" una di queste aziende, ma a quale prezzo?Devi scomodarti a sentire la proposta e addirittura andare li e poi fargli causa.E per tutte le proposte che invece posso essere attivate per telefono? tipo quelle dei gestori telefonici?Se gli dici di si ti attivano subito l'opzione e non saprai mai chi ti ha chiamato.Oppure se gli dici di si ti spediscono a casa la poltrona/libreria/lavatrice/enciclopedia.Alla fine conoscerai l'azienda che ti ha venduto il prodotto, ma non chi te l'ha proposto, rompendoti le balle.Con un po' di fortuna l'azienda che ti ha venduto il prodotto ha contrattato un solo call center e quindi si individua facilmente, ma ripeto, a quale costo? Conviene? Visto che lo scopo principale è proprio non farsi rompere le balle, se uno deve fare tutto ciò la cosa non conviene.E non va bene nemmeno mandare l'operatore a quel paese. Io vivo in Spagna e qui la privacy è una barzelletta. Chinque ti può chiamare a qualsiasi ora per proporti quello che vuole e dopo le prime chiamate ho iniziato a mandare a XXXXXX gli operatori. Il risultato è che se la segnano e continuano a romperti le balle più di prima.Ho risolto con FonYou (fonyou.es), un servizio che ti permette di creare un numero di cellulare da collegare a qualsiasi altro numero "reale" in tuo possesso. Quindi quando mi registro a qualcosa inserisco sempre il mio numero fonyou e quando non voglio essere scocciato lo metto semplicemente offline dal sito oppure gli dico di accettare le chiamate solo dai numeri che scelgo io.Purtroppo mi sa che un servizio del genere in Italia non esiste e Google Voice non è ancora arrivato.
  • esprit scrive:
    Il Ministero dello Sviluppo Economico
    Domanda: Chi e' in questo momento il Il Ministero dello Sviluppo Economico ?Domanda: Chi deve affidare in concessione il servizio per la realizzazione e gestione del registro ?Risposta: poveri consumatori !!! (in tutti i sensi)
  • Dirigente Telecom scrive:
    Call center
    Con questo provvedimento verranno ridimensionate molte aziende di telemarketing e molti centralinisti e operatori di call center rimarranno a casa. Ovviamente se lo fa Telecom tutti a izzare contro polveroni e a criticare la dirigenza, se lo fa il Governo nessuno fiata.
    • lol scrive:
      Re: Call center
      Meglio cosi, la maggior parte dei centralinisti sarebbe da sparare a vista.
      • MegaJock scrive:
        Re: Call center
        - Scritto da: lol
        Meglio cosi, la maggior parte dei centralinisti
        sarebbe da sparare a
        vista.Troppo buono: amputazione radicale degli arti con motoXXXX e annegamento in fossa settica.
    • Ozymandias scrive:
      Re: Call center
      - Scritto da: Dirigente Telecom
      Con questo provvedimento verranno ridimensionate
      molte aziende di telemarketing e molti
      centralinisti e operatori di call center
      rimarranno a casa. Ovviamente se lo fa Telecom
      tutti a izzare contro polveroni e a criticare la
      dirigenza, se lo fa il Governo nessuno
      fiata.I call center non hanno un utile netto di un miliardo e mezzo, quindi il polverone sollevato ci sta tutto.
    • ullala scrive:
      Re: Call center
      - Scritto da: Dirigente Telecom
      Con questo provvedimento verranno ridimensionate
      molte aziende di telemarketing e molti
      centralinisti e operatori di call center
      rimarranno a casa. Ovviamente se lo fa Telecom
      tutti a izzare contro polveroni e a criticare la
      dirigenza, se lo fa il Governo nessuno
      fiata.Call center = finta azienda gestita da vera testa di legno e tenuta costantemente in perdita in modo da poter licenziare all'istante il personale (di schiavi) con contratto a termine (se va bene) senza pagar dazio!il 90% di queste aziende è "outsourced" (compresi quelli che lavorano per telecom).Fate pena!Vergognatevi almeno!
    • Orfheo scrive:
      Re: Call center
      - Scritto da: Dirigente Telecom
      Con questo provvedimento verranno ridimensionate
      molte aziende di telemarketing e molti
      centralinisti e operatori di call center
      rimarranno a casa. Ovviamente se lo fa Telecom
      tutti a izzare contro polveroni e a criticare la
      dirigenza, se lo fa il Governo nessuno
      fiata.Sarei curioso di conoscere le statistiche dell'incidenza di casi di suicidio tra gli operatori di call center per poterle confrontare con l'incidenza media tra la popolazione.Visto che il nickname La dichiara "Dirigente Telecom", ne ha notizia?Orfheo.
    • contezero scrive:
      Re: Call center
      I call center per come sono fatti oggi sono l'esempio più infame di sfruttamento sul lavoro. Io mi sono dovuto comprare un tel che non squilla se mi chiamano da anonimi per evitare di essere continuamente rotto dallo spam telefonico. Che XXXXX di lavoro è costringere dei ragazzi a rompere l'anima a non so quante persone al giorno pagandoli 4 lire e senza nessuna tutela? Passare la giornata a prendersi i vaffa di gente che giustamente non ne puo' più che gli si rompa le scatole nel gia poco tempo che ha a disposizione quando torno dal lavoro. Questo più che un lavoro è una schiavitù infame in cui gli unici a trarne profitto sono i gestori. Se questi metodi di lavoro sparissero dalla faccia della terra sarebbe un bene per tutti. Approfittare della scarsità di lavoro per costringere i giovani a fare lavori come questo è indegno per una socetà civile.
      • styx scrive:
        Re: Call center
        - Scritto da: contezero
        I call center per come sono fatti oggi sono
        l'esempio più infame di sfruttamento sul lavoro.
        Che
        XXXXX di lavoro è costringere dei ragazzi a
        rompere l'anima a non so quante persone al giorno
        pagandoli 4 lire e senza nessuna tutela? tra l'altro la cosa "divertente" e' che spesso e' pure progettato come gioco delle tre carte. Cioe' la sede del callcenter "ufficiale" e' in italia, e quella "ufficiosa/operativa" e' all'estero (libia,romania ecc) con personale reclutato li' all'estero (anche italiani,chiaramente) e con le garanzie sul lavoro che da Tripoli.. :P
      • Si ma scrive:
        Re: Call center
        Siamo in una società civile?
    • pietro scrive:
      Re: Call center
      un call center serio è un servizio per un'azienda e dovrebbe servire agli utenti per risolvere i loro problemi, (loro chiamano il call center risponde) dovrebbe quindi essere parte dell'azienda e non dato in outsourcing, i call center che invece chiamano gli utenti per procacciare affari è giusto che chiudano, non è così che un'impresa deve operare
    • Findi scrive:
      Re: Call center
      Call center o non call center?...a parte il discorso sfruttamento del lavoro di cui è già stato detto tutto, penso che gli utenti debbano avere il diritto di scegliere se ricevere proposte commerciali o meno.
Chiudi i commenti