Funziona la macchina della verità

In particolare al telefono: lo sostengono le autorità britanniche che stanno collaudando un sistema di riconoscimento vocale in grado, dicono, di capire se chi telefona sta mentendo

Roma – Sono almeno 110mila le sterline che l’amministrazione di Harrow, nel Middlesex britannico, ritiene di aver risparmiato da maggio ad oggi grazie alla macchina della verità , in questo caso incarnata in un sistema di riconoscimento vocale che viene ritenuto capace di capire se chi telefona stia dicendo una menzogna.

In questo modo, dicono le autorità, richieste di assistenza pubblica, benefit e via dicendo vengono più facilmente smascherate. Se le stime del “risparmio” sono esatte, allora il sistema utilizzato, già impiegato da alcune compagnie di assicurazione, si è già “ripagato” in questi mesi, essendo costato 63mila sterline. Le sue capacità di riconoscimento di “stress vocale” e di “percorsi” nel corso delle conversazioni sembra aver assistito a dovere i funzionari pubblici locali.

Sono peraltro numerosi i dispositivi e i software di questo genere sul mercato ormai da anni, ma soltanto ora si iniziano a diffondere nelle amministrazioni UK. A detta del Dipartimento per il Lavoro e le Pensioni, che ha finanziato l’operazione, sono stati individuati grazie a questo sistema decine di cittadini che percepivano assegni o sconti fiscali senza averne diritto. A quanto pare il Dipartimento, che pure intende tirare le somme del progetto sperimentale solo dopo un anno, e quindi il prossimo maggio, sta spingendo affinché altre amministrazioni adottino questo genere di sperimentazione.

Silicon.com rileva come ogni anno nel Regno Unito vengano “bruciati” 700 milioni di sterline in assegni non dovuti consegnati a cittadini che o non ne hanno più diritto o non l’hanno mai avuto.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • aid85 scrive:
    DENUNCIATEMI !!
    QUANTO COSTA COMPRARSI LA SENTENZA DI UN GIUDICE ???Se ci fosse un tariffario online potrei cercare di fare una colletta e offrire più di quanto abbia offerto sony.La consolle l'ho rubata al mercato?No lo pagata con i soldi miei e da quel giorno è mia ed essendo una mia privata poprietà ci faccio la beneamata minkia che voglio cossì come la legge e il buon senso mi garantiscono.Possedere copie di giochi senza l'originale è rubare.Modificare proprietà private no!
  • Giudea scrive:
    ammazzano le balene
    ma come fanno a dargli retta se ancora ammazzano le balene?
  • Medea scrive:
    Meglio la XBOX?
    Io collego la Playstation 2 ad un computer Microsoft. Ogni volta che la collego sul monitor appare scritto " comprati la XBOX che è meglio! " dopo questa sentenza mi viene il dubbio se sia legale collegare la playstation ad un monitor Microsoft.
  • Medea scrive:
    50 giochi originali, li butto via???
    ho 50 giochi originali comprati in america e li ho usati su una playstation modificata non di mia proprietà che noleggiavo da un tizio. Adesso dopo questa sentenza posso usarli ancora oppure li devo bruciare?
  • Escalpitur scrive:
    La Playstation 3 non si può modificare
    Io ho una playstation 2 comprata in america quindi NTSC e la uso in Italia con un adattatore da NTSC a PAL. Siccome questo dispositivo modifica il segnale video della Playstation, secondo questa sentenza di cui parlate credo sia un dispositivo illegale. Quindi per non commettere reato dovrei comprare un televisore NTSC oppure dovrei emigrare in america? Voi che siete esperti mi sapreste consigliare?Grazie.
  • Pinus scrive:
    ma la Playstation devo restituirla ???
    Scusate la domanda ma se è vero che non posso modificarla mi viene il dubbio che la Playstation non sia di mia proprietà. Se è cosi potrebbe accadere che la Sony un giorno mi intima di restuirla? Se si, potrei avere un rimborso da Sony oppure dal negozio dove l'ho comprata?
  • Ho paura della Sony scrive:
    Playstation in comodato.
    Un oggetto acquistato e pegato a prezzo intero dev'essere di mia proprietà secondo la costituzione ma nel caso in cui cio non fosse allora si violerebbe la stessa con pari danno di chi acquista. Disporre della proprietà di un oggetto significa disporne a piacimento purchè non si vada contro gli interessi altrui, ovviamente. Se io acquisto una Playstation e la modifico perchè mi piace modificarla, ne ho pieno diritto. Cosa diversa è, ovviamente, la detenzione di cd contraffatti ma non mi sembra che la sentenza entri nel merito piuttosto generalizza. Se uno mi vende un modchip e mi dice che posso usarlo solo per far girare cd originali o software fatto in casa, non credo commetta un reato. Se io invece uso questo modchip per i cd contraffatti allora sono io che commetto reato e non chi mi vende il modchip. Sarebbe come dire che lo stato commette reato perchè mi vende le sigarette che mi uccidono. Quindi, la legge o è uguale per tutti o per nessuno. Qualora cosi non fosse, allora ragazzi miei dovreste veramente preoccuparvi. Questa sentenza mi terrorizza. Sono terrorizzato da tutti gli apparecchi elettrici ed informatici che ho in casa perchè non li ho fatti io e non so cosa contengono e di conseguenza potrei avere in casa materiale illegale senza saperlo.
  • Uno di tanti scrive:
    Non compro più nulla, ho paura!
    In effetti questa sentenza è molto preoccupante per lo stato di libertà e democrazia nel quale siamo abituati a vivere. A questo punto tutti coloro che hanno usato un cellulare sbloccato devono tremare perchè l'imei associata al numero di cellulare non vi mette al riparo dalla segretezza sulla quale tutti i detentori di console modificate possono contare. Basterebbe un semplice controllo al terminale. Credo che stiamo entrando in un'era dove la persona non è più un individuo con i propri diritti ma un numero su cui le multinazionali possono contare. Personalmente non comprerò mai più nulla che non sia composto da soli ingranaggi perchè tutta questa tecnologia mi spaventa. Pensare che in un giocattolo come la Playstation possa nascondersi un'arma puntata contro la mia fedina penale mi inorridisce e mi terrorizza. Credo che dobbiamo fare tutti un passo indietro, stiamo percorrendo una strada pericolosa dove le libertà individuali vanno assottigliandosi a vantaggio di chi o di cosa non mi conviene spiegare; lascio a voi l'intuizione!Ho una playstation 2 che comprai usata lo scorso anno, nemmeno la rivendo, ho paura, la butto via nell'immondizia dopo averla fracassata contro il muro e non comprerò mai più neppure un cellulare. Richiedo l'allaccio della rete telefonica fissa ed uso solo il telefono con la rotella. Buona vita a tutti.
  • Praetorianu s scrive:
    se avviano i cd copiati sono illegali
    una modchip che ha come attività principale per il suo stesso funzionamento, quella di rimuove una protezione messa dal produttore per impedire il caricamento di CD o DVD copiati, è sicuramente illegale, in quanto si viola palesemente l'art. 171-ter della legge 22 aprile 1941 n. 633 modificato in seguito con legge n. 128 del 22 maggio 2004.Sono meravigliato da tanto clamore per una cosa così ovvia.Lasciamo stare la storia del diritto di copia. E' evidente, che se c'è una protezione su un CD o un DVD, la copia non si può fare. o meglio, la possiamo fare, ma sarà destinata a non funzionare. Insomma, sti autori avranno pur diritto a vedere tutelato il proprio duro lavoro. A chi non piace, si può benissimo rivolgere al meraviglioso mondo open source, che fra l'altro comincia anche a far tremare i colossi che hanno basato la loro fortuna sulla vendita di programmi informatici proprietari.
    • xadu scrive:
      Re: se avviano i cd copiati sono illegali
      - Scritto da: Praetorianu s
      una modchip che ha come attività principale per
      il suo stesso funzionamento, quella di rimuove
      una protezione messa dal produttore per impedire
      il caricamento di CD o DVD copiati, è sicuramente
      illegale, in quanto si viola palesemente l'art.
      171-ter della legge 22 aprile 1941 n. 633
      modificato in seguito con legge n. 128 del 22
      maggio
      2004.

      Sono meravigliato da tanto clamore per una cosa
      così
      ovvia.
      Per impedire il caricamento dei CD e DVD copiati!!! E il mio diritto di copia? La $ony visto che e' una corporation puo' esercitare un diritto che non ha, ed io cittadino senza soldi che non posso "oleare" bene bene le persone giuste al momento giusto mi ritrovo con una console che ha piu' diritti di me? una console giapponese che ha piu' diritti di un cittadino italiano?
      Lasciamo stare la storia del diritto di copia. e perchè visto che è un diritto non posso esercitarlo io povero cittadino? invece una super corporation si?E'
      evidente, che se c'è una protezione su un CD o un
      DVD, la copia non si può fare. o meglio, la
      possiamo fare, ma sarà destinata a non
      funzionare. e il mio diritto di copia? non avevi appena detto che abbiano un diritto di copia?Insomma, sti autori avranno pur
      diritto a vedere tutelato il proprio duro lavoro.guarda che non sono canzonette! dietro un gioco per playstation ci stanno aziendone (vedi sony) che sviluppano.... gli autori come dici tu, nemmeno esistono, altresì, decine di programmatori, grafici e musicisti che lavorano a stipendio da fame per una corporation che si fa i soldi vendendo i giochi a 50 (è un loro diritto venderlo a quel prezzo ma è un mio sacrosanto diritto farmi una copia)
      A chi non piace, si può benissimo rivolgere al
      meraviglioso mondo open source, che fra l'altro
      comincia anche a far tremare i colossi che hanno
      basato la loro fortuna sulla vendita di programmi
      informatici
      proprietari.peccato che per far funzionare i giochi homebrew (open source) c'è bisogno della modifica. Dovresti informarti meglio prima di buttarti in un discorso così complicato come quello dei modchip altrimenti fai solo la figura dell'ignorante!
      • Praetorianu s scrive:
        Re: se avviano i cd copiati sono illegali
        @ xaduleggi meglio ed a fondo l'art. 171-ter della legge 22 aprile 1941 n. 633 modificato in seguito con legge n. 128 del 22 maggio 2004.Il diritto alla copia di backup esiste solo se non sono presenti sistemi posti a protezione del diritto d'autore.E' ora di fare vera informazione sui diritti degli utenti.Bisogna informare la gente che fare le copie di backup dei giochi per playstation è illegale. Non lo dico io, Praetorianus, ma lo dice il codice penale attualmente in vigore nella Repubblica Italiana, lo dicono pure i giudici della corte di cassazione. Insomma, cerchiamo di evitare di fare disinformazione. E' ora di finirla di illudere la gente con sta storia pericolosa ed illegale del diritto alla copia di backup per i cd della playstation.
  • Germano Abram scrive:
    Considerazioni OBBLIGATORIE
    Mettiamo qualche puntino sulle i:a) quando chiunque di noi acquista un gioco per la playstation, non diventa proprietario del gioco, ma del diritto di utilizzarlo. pertanto il supporto su cui è registrato, è da intendersi un "contenitore". alla luce di questa considerazione, prendiamo il gioco da noi acquistato, e spacchiamolo tra le mani. a questo punto, visto che abbiamo la "licenza di utilizzo" ed eventuale scontrino di acquisto di questo gioco, telefoniamo al distributore italiano che si occupa di tradurlo ed adattarlo al nostro territorio (esempio Halifax, Db-line, 3dplanet o chicchessia) e dicendogli che il nostro supporto "si è rotto" chiediamogli quanto ci costa averne un altro. Ci risponderanno che dobbiamo riacquistare il gioco in integrale, pagandolo nuovamente per intero.Questo ci farà pensare che ci vogliano prendere per il c..o. Infatti è esattamente così.Eppure se possediamo un numero di licenza di windows ufficiale ma "smarriamo il disco", pagando un piccolo disturbo microsoft ce ne può dare un altro.Ora domando... cosa cambia tra un gioco ed un sistema operativo?b) visto quello che succede al punto a), e visto che esiste una legge che CONCEDE IL DIRITTO (DIRITTO!!!!) DI FARSI UNA COPIA PERSONALE, viene spontaneo chiedersi come far valere questo diritto su un gioco originale Playstation2 o 3 che sia. Infatti sappiamo benissimo che i masterizzatori attualmente in produzione non sono in grado di fare un backup 1:1 che funzioni su queste macchine, poichè esiste una zona dei dischi originali inaccessibile da un masterizzatore commerciale, in cui sono registrate informazioni criptate. Ora la domanda è: ma se in Italia ho il DIRITTO di farmi una copia di sicurezza di un gioco, CHI è che me lo impedisce? semplice, Sony, che tramite un elaborato sistema di protezione, mi impedisce che una normale copia funzioni sulle proprie console. Quindi la domanda nasce spontanea... Perchè SONY può calpestare un diritto di ogni italiano a priori? Perchè non denunciamo tutti la SONY e le diciamo che se vuole vendere giochi per le proprie console in italia, o smette di proteggere i giochi, oppure crea un numero verde al quale dopo avere dimostrato di avere acquistato la "licenza" di un gioco, ci consenta di avere ad un prezzo politico un duplicato di sicurezza di quel gioco (ad esempio in caso di danneggiamento). In questo caso chi modifica una console non avrebbe più alcun tipo di appiglio, se non quello di fare "usi diversi" della console, tipo sviluppo software diverso da giochi.Quindi stringendo, per chi ha avuto la "pazienza" di arrivare a leggere fino qui... pongo una domanda:Perchè sony CALPESTA un diritto di una legge italiana e nessuno glielo fa notare, mentre io, che intervengo artifiziosamente rimuovendo un sistema di protezione di una console tramite un Modchip commetto un REATO?O si modifica la legge e io non ho più il DIRITTO di farmi un backup di sicurezza, oppure io (che sono una persona molto intelligente) mi invento come far girare il mio backup senza che nessuno mi possa rompere le scatole. Neanche Sony.Meditate, gente, meditate.
    • Praetorianu s scrive:
      Re: Considerazioni OBBLIGATORIE
      Abram...il diritto alla copia di backup è sacrosanto...nessuno ti può impedire di farti una copia di backup del cd originale per playstation.Ma dopo che lo hai fatto, non potrà funzionare legalmente, in quanto la Sony, sempre nel rispetto della legge, ha messo nella console un'efficace misura, a tutela del diritto d'autore, al fine di scoraggiare la pirateria. Adesso, sempre per legge, installare sulla console un sistema che raggiri tale protezione, al fine di avviare cd copiati, è illegale.A questo punto, noi facciamo il backup e siamo nella legalità (pur non potendolo però utilizzare di fatto) ma se installiamo un modchip passiamo dalla parte della illegalità (la legge è chiarissima, i modchip che fanno partire i cd copiati, sono illegali).I giudici della cassazione non potevano fare altro che applicare la legge: i modchip che fanno partire cd copiati, sono illegali.Diverso sarebbe stato il discorso se i modchip in questione avessero fatto partire solo cd importati. in tal caso non vi sarebbe stata la rimozione di efficaci misure a protezione dei diritti d'autore, in quanto i cd importati sono cd originali.Adesso non voglio dilungarmi... ci sono sull'argomento pagine e pagine, da parte di molti giuristi... ed un'infinità di sentenze...
  • Giova scrive:
    leggete questo...
    http://www.hardstore.com/default.asp?cmd=getNews&cmdID=6551&idC=100&pType=-1&typeSheet=news
  • Reolix scrive:
    PRECISAZIONI
    Riporto la risposta, se non già fatto, del diretto interessato, a voi le conclusioni:Salve a tutti,nella giornata di ieri sono apparse a livello nazionali notizie SHOCK circa lILLEGALITA DEI MODCHIP PER PLAYSTATION SANCITA DALLA CASSAZIONE.Ci teniamo a precisare (visto che abbiamo Dalvit Oscar in azienda) alcune grossolani errori nelle info su questa nuova puntata della vicenda DALVIT VS SONY.vi elenchiamo in breve le imprecisioni:1- La sentenza non decide alcun che, non essendo demandata ad entrare nel merito della vicenda ma solo nella corretta applicazione della legge al caso in oggetto. Quindi scrivere o sbandierare INSTALLARE CHIP E` ILLECITO LO STABILISCE LA CASSAZIONE e` una cavolata immane, sapendo che la cassazione NON HA AVVALORATO una decisione in secondo grado, ma ne ha disposto l`annullamento per RIFARE un altro processo in SECONDO GRADO. Diverso sarebbe stato se fossi stato condannato in secondo grado e la cassazione avrebbe CONFERMATO questa condanna creando un precedente giurisprudenziale. Mi sorprende quindi che gli organi di informazione puntino solo alla notizia shock trattando argomenti di diritto in modo palesemente ignorante.2- Il tono con cui si tratta questa vicenda incentra il problema sulle copie PIRATA di PLAYSTATION, la cosa pero` e` alquanto MIOPE, forse nessuno si e` reso conto che stiamo parlando di DRM (ovvero di quanto possa spingersi il controllo di una casa produttrice nella vita di tutti i giorni di un privato cittadino), e del fatto che in questo processo non si dibatte di pirateria (non essendo stato trovato alcun cd o dvd masterizzato o qualsiasi violazione del copyright tranne alla rimozione del DRM), ma della legittimita` che una multinazionale possa avere di CONTROLLARE e IMPEDIRE l`accesso ad un HARDWARE da parte dell`utente finale. Stiamo bene attenti, questo processo e` cruciale, potrebbe essere una pietra miliare che legittimerebbe la vendita di PC, CELLULARI, CONSOLE etc CHIUSI dove l`utente smaliziato non potrebbe PER LEGGE toccare, in quanto sarebbe costretto a rimuovere una protezione DRM.La legge sul diritto d`autore ha il fine ultimo di garantire lo sviluppo della conoscenza, della creativita` etc, ma cari utenti, se non avrete piu la possibilita` di accedere alla tecnologia quali PC, CONSOLE etc perche` semplicemente i produttori ve lo impediscono con la scusa di proteggere i prodotti dalle copie pirata (ma in realta` proteggere i propri interessi commerciali al di la della pirateria), ci troveremo presto con la conoscenza concentrata in mano di pochi, che decideranno direttamente COSA e QUANDO rilasciare qualche innovazione.Sony risponde a questa obiezione non siete obbligati ad acquistare PS2″, e noi rispondiamo, se tutte le aziende produttrici ragionassero come voi, come potremmo fare?? mica un utente si puo` costruire un PC a casa propria con un saldatore e 4 fili3- La vicenda e` tutt`altro che FINITA, abilmente l`avvocato sony che ha divulgato la notizia si e` per cosiddire scordato della clamorosa vittoria in PRIMO GRADO nel procedimento del 2003, vittoria ripresa anche allora da parecchi giornali e anche dalla vostra testata. Questo processo infatti ha avuto finalmente una motivazione tecnica competente. Avremo 2 processi discussi in secondo grado dove daremo battaglia, e cercheremo di fissare una volta per tutte dei PALETTI sull`utilizzo LEGITTIMO da parte dei produttori dei sistemi DRM.
  • gianpietrone scrive:
    TUTTE STUPIDITA' ATTENTI, DITTATURA!!
    Brutto mestiere navigare in Rete, ogni giorno se ne sente una nuova, con sentenze a dir poco assurde. Bisogna che capiscono i giudici che, nellera digitale non si possono applicare le leggi normali. Bisogna che sappiano i giudici che, se compro un Computer, posso potenziarlo e posso (quando voglio) sostituire i pezzi che ritengo opportuno. Lera digitale è fatta da grandi cose e da piccole iniziative. Basti pensare che se la Rete è grande, lo dobbiamo ai singoli, che ogni giorno danno il loro contributo, divulgando la conoscenza a 360°. Lera digitale non può essere patria dei LURIDI monopolisti!! Lera digitale è conoscenza APERTA.E ora di finirla con queste LURIDE Lobby di Potere è ora di finirla con le corporazioni che tutto vogliono stringere al loro Potere. Il popolo della Rete trionferà e nessuna Legge ARCAICA potrà trionfare. Ricordatevi!! Ogni messaggio è comporto da una serie di 0 e di 1. Nessun segreto può resister a lungo nessuna protezione può frenare un giovane informatico con un po di intelligenza. SalutiDr. Eng. Gian Pietro Bomboi (senza paura!!)
  • pippopluto scrive:
    Redazione sveglia, basta allarmismi!!!
    la verita' e' tutt'altra!http://www.hardstore.com/default.asp?cmd=getNews&cmdID=6551&idC=100&pType=-1&typeSheet=news
  • mrIoModific oeMeNeInfi schio scrive:
    SONY AVIDA MERETRICE
    Boycott PS3, lasciamola marcire sugli scaffali!Maledetti avari del cacchio corrompi giudici.
  • xxx scrive:
    Notizia falsa e tendenziosa!
    Leggete questo comunicato stampa prima di scrivere articoli!!!http://www.hardstore.com/default.asp?cmd=getNews&cmdID=6551&idC=100&pType=-1&typeSheet=news
  • ironclad scrive:
    (x la redazione) Ma ne siete sicuri?
    Il diretto interessato sostiene una cosa diversa da quanto avete qui scritto:http://www.hardstore.com/default.asp?cmd=getNews&cmdID=6551&idC=100&pType=-1&typeSheet=news
  • ACHAB DEL PEAQUOD scrive:
    SOLITA TEMPESTA ALLARMISTA
    Al solito le multinazionali fanno pressioni sui politici, che fanno pressioni sui giudici, che trattano da criminali incalliti quelli che sono semplici cittadini mentre i criminali veri se ne vanno a spasso (a volte per le aule di montecitorio... 25 condannati in via definitiva). Poi le forze di pubblica sicurezza che dovrebbero fare? Fate partire le volanti! in quel negozietto di periferia un pericoloso padre di famiglia modifica le playstation!!!Ma via....
  • Madrigala scrive:
    videogiochi?
    Non capisco chi pensa che questa cosa sia tutta sui videogiochi ma aprite gli occhi !!!
  • xadu scrive:
    BOICOTTIAMO I PRODOTTI SONY
    L'unica arma che rimane a noi consumatori è quella della liberta' di scelta.BOICOTTIAMO TUTTI I PRODOTTI SONY. BOICOTTIAMO TUTTI I PRODOTTI SONY. BOICOTTIAMO TUTTI I PRODOTTI SONY. BOICOTTIAMO TUTTI I PRODOTTI SONY. BOICOTTIAMO TUTTI I PRODOTTI SONY.
    • Gianni scrive:
      Re: BOICOTTIAMO I PRODOTTI SONY
      - Scritto da: xadu
      L'unica arma che rimane a noi consumatori è
      quella della liberta' di
      scelta.Si ma non è che ripetendo 100 volte la stessa cosa cambi niente soprattutto perchè chi vuole videogiochi non ha molta scelta.
    • sniff scrive:
      Re: BOICOTTIAMO I PRODOTTI SONY
      - Scritto da: xadu
      L'unica arma che rimane a noi consumatori è
      quella della liberta' di
      scelta.

      BOICOTTIAMO TUTTI I PRODOTTI SONY.
      BOICOTTIAMO TUTTI I PRODOTTI SONY.
      BOICOTTIAMO TUTTI I PRODOTTI SONY.
      BOICOTTIAMO TUTTI I PRODOTTI SONY.
      BOICOTTIAMO TUTTI I PRODOTTI SONY.MAI PIU SONY!!! E FAME E MISERIA VADANO SUI "MAGISTRATI" CORROTTI CHE HANNO SCRITTO LA SENTENZA
  • Stefano scrive:
    SMENTITA DI DALVID OSCAR
    http://www.hardstore.com/default.asp?cmd=getNews&cmdID=6551&idC=100&pType=-1&typeSheet=news
  • NO copyrights scrive:
    Sono nei guai !!!
    Questa mattina ho comprato una bottiglietta d'acqua, con il tappo era sigillato.Stupidamente ho svitato il tappo rompendo il sigillo composto da un anellino di plastica fissato al tappo, modificando così la configurazione hardware della bottiglietta.Cosa faccio?Mi faccio accompagnare dall'avvocato in procura e mi autodenuncio?O aspetto, sperando che non mi scoprano? Tra quanto andrebbe in prescrizione?
  • Luther Blisset scrive:
    Retroattività
    "In buona sostanza, dunque, chi distribuiva mod chip prima delle modifiche alla legge è colpevole quanto chi lo ha fatto dopo quelle modifiche."Io ho sempre saputo che le leggi non possono stabilire reati retroattivamente.Ma forse vivevo in un altro Paese.
    • Guybrush scrive:
      Re: Retroattività
      - Scritto da: Luther Blisset
      "In buona sostanza, dunque, chi distribuiva mod
      chip prima delle modifiche alla legge è colpevole
      quanto chi lo ha fatto dopo quelle
      modifiche."

      Io ho sempre saputo che le leggi non possono
      stabilire reati
      retroattivamente.
      Ma forse vivevo in un altro Paese.Di tutti i commenti che ho letto il tuo, credo, sia quello che ha colto nel segno.Guybrush
      • Might scrive:
        Re: Retroattività
        - Scritto da: Guybrush
        - Scritto da: Luther Blisset

        "In buona sostanza, dunque, chi distribuiva mod

        chip prima delle modifiche alla legge è
        colpevole

        quanto chi lo ha fatto dopo quelle

        modifiche."



        Io ho sempre saputo che le leggi non possono

        stabilire reati

        retroattivamente.

        Ma forse vivevo in un altro Paese.

        Di tutti i commenti che ho letto il tuo, credo,
        sia quello che ha colto nel
        segno.

        GuybrushSì, effettivamente, è l'unico.
        • Achille Foti scrive:
          Re: Retroattività
          Sbagliato invece:L'unica legge ad essere retroattiva è la legge penale. E la legge sul diritto d'autore comporta sanzioni di carattere penale ergo è retroattiva. Lo ha stabilito sempre la Corte di Cassazione con la sentenza n. 18486 del 3 dicembre 2003.Sinceramente ho trovato una serie di informazioni tutte sbagliate su questa vicenda, per questo vi invito a leggere il mio blog dove ho ricostruito tutto con dati di fatto e non con notizie copiate e incollate da agenzie di stampa varie.www.achillefoti.com
          • julie scrive:
            Re: Retroattività

            L'unica legge ad essere retroattiva è la legge
            penale. ma proprio no.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Retroattività
            contenuto non disponibile
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Retroattività
            - Scritto da: Achille Foti
            Sbagliato invece:

            L'unica legge ad essere retroattiva è la legge
            penale.Quello che dici è assurdo. Se io mangio una mela oggi e domani mangiare una mela diventa reato non possono incriminarmi perché ho mangiato una mela PRIMA dell'entrata in vigore della legge.Si applica sempre la legge favorevole al reo:1) se quando ho mangiato la mela era reato ma ora non lo è più, non sono più punibile2) se quando ho mangiato la mela non era reato ma ora lo è, non sono punibile3) se quando ho mangiato la mela il reato era di 3 anni e ora di 6, mi prendo 3 anni4) se quando ho mangiato la mela il reato era di 6 anni e ora di 3, mi prendo sempre 3 anni
          • Achille FOti scrive:
            Re: Retroattività
            Ovvero state negando quanto segue:Il divieto di retroattività della legge non ha portata generale Esso è limitato alle norme penali Secondo la consolidata giurisprudenza costituzionale, il divieto di retroattività della legge pur costituendo fondamentale valore di civiltà giuridica e principio generale dellordinamento, cui il legislatore deve attenersi in linea generale non è stato tuttavia elevato a dignità costituzionale, se si eccettua la previsione dellart. 25 Cost., limitatamente alla legge penale; il legislatore ordinario, pertanto, nel rispetto del suddetto limite, può emanare norme con efficacia retroattiva, interpretative o innovative che esse siano, a condizione che la retroattività trovi adeguata giustificazione sul piano della ragionevolezza e non si ponga in contrasto con altri valori ed interessi costituzionalmente protetti (Cassazione Sezione Lavoro n. 18486 del 3 dicembre 2003, Pres. Senese, Rel. Morcavallo).
          • Achille FOti scrive:
            Re: Retroattività
            Cerco di spiegarmi meglio allora perchè la questione è discussa da giuristi che hanno speso centinaia e centinaia di pagine a proposito di questo argomento.Non confondiamoci sul principio del Favor Rei: il principio di irretroattività della legge penale viene applicato SOLO ed ESCLUSIVAMENTE se le norme penali relative ad una fattispecie sanzionata cambiano nel tempo in modo sfavorevole al reo!!!!!Se le la legge penale varia in modo favorevole è applicabile anche in via retroattiva. STOP.La Cassazione qui si è limitata ad applicare una normativa che tutela retroattivamente fattispecie giuridiche già disciplinate a partire da data antecedente al 2002 quindi il fatto sussiste ed è sanzionato penalmente.Tutto chiaro adesso?
          • ACHAB DEL PEAQUOD scrive:
            Re: Retroattività
            Senti, ammirevole il tentativo di salvataggio, ma la categoricità della tua affermazione iniziale risulta smentita dalle tue stesse parole. Se devi affidarti al cavillo, al caso particolare per avvalorare la tua tesi "id quod plerumque accidit" finisci per dar ragione a quella opposta che, per converso, sarà valida nella stragrande maggioranza dei casi.
          • Jerda scrive:
            Re: Retroattività
            Navigando sono stato colpito dalla parola "retroattività" e ho subito letto i vari commenti, e non posso esimermi dal ridere su quanto scritto dall'amico achille improvvisatosi "avvocato da galera". Dunque, tralasciando i principi costituzionali dell'art. 25 cost. andiamo nel particolare, art. 2 cp. :Art. 2 Successione di leggi penali Nessuno puo' essere punito per un fatto che, secondo la legge del tempo in cui fu commesso, non costituiva reato. Nessuno puo' essere punito per un fatto che, secondo una legge posteriore non costituisce reato; e, se vi e' stata condanna, ne cessano la esecuzione e gli effetti penali. Se la legge del tempo in cui fu commesso il reato e le posteriori sono diverse, si applica quella le cui disposizioni sono piu' favorevoli al reo, salvo che sia stata pronunciata sentenza irrevocabile. Se si tratta di leggi eccezionali o temporanee, non si applicano le disposizioni dei capoversi precedenti. Le disposizioni di questo articolo si applicano altresi' nei casi di decadenza e di mancata ratifica di un decreto legge e nei casi di un decreto legge convertito in legge con emendamenti (1). (1) La Corte costituzionale, con sentenza 22 febbraio 1985, n. 51, ha dichiarato l'illegittimita' costituzionale del presente comma nella parte in cui rende applicabili alle ipotesi da esso previste le disposizioni contenute nel secondo e terzo comma dello stesso art. 2 del cod. pen. Detto questo esemplfichiamo:1. Oggi passeggio con un cane a cui ho fatto mozzare la coda anni fa. Domani chi fa mozzare la coda al proprio cane deve pagare una multa di 1500 euro e scontare mesi 6 di reculsione. Immediatamente il mio vicino di casa, Puddu, decide di denuciarmi. Non potrò essere perseguito in quanto il fatto è stato commesso quando non costituiva reato.2. Far mozzare la coda al cane è reato, decido comunque di farlo per fini puramente estetici. Vengo punito come da norma. Domani la legge cambia, non viene più considerato reato. Non solo vengo assolto, ma cessano tutti gli effetti penali della mia condanna.Spero di essere stato esaustivo.
          • Antonello scrive:
            Re: Retroattività
            mmm, preso in considerazione che nell'85 avevamo un'altro codice penale, che praticamente è stato riscritto.Ti sei accorto che la sentenza che indichi tu è percedente a quella indicata dal dott. Foti???Se avessi coninuato la ricerca, invece di fermarti alla prima cosa favorevole alla tua tesi, o se avessi letto qualcosa riguardante le leggi o la corte costituzionale, sapresti che: La legge più recente abbroga di fatto quella precedente... quindi: una senteza della corte di cassazione, avendo forza di legge segue lo stesso principio; di conseguenza la sentenza indicata dal Dott. Foti essendo più recente, di fatto cancella quella che hai indicato.Direi che il discorso si può chiudere qui, anzi aggiungo che quando studiai Diritto Pubblico il prof stette due lezioni a spiegarci che lo Stato PUO' emanare leggi con efficacia retroattiva.
          • Antonello scrive:
            Re: Retroattività
            ehm... piccolo lapsus... volevo dire Corte Costituzionale non corte di cassazione
          • Luther Blisset scrive:
            Re: Retroattività
            - Scritto da: Antonello
            Direi che il discorso si può chiudere qui, anzi
            aggiungo che quando studiai Diritto Pubblico il
            prof stette due lezioni a spiegarci che lo Stato
            PUO' emanare leggi con efficacia
            retroattiva.Certo che PUO', ma NON PUO' punire in forza di tali leggi.Ergo, le leggi penali non possono essere retroattive.Per esempio lo Stato PUO' emettere una legge che dice che retroattivamente dal 2 Giugno 1946 tutti quanti devono pagare una tassa per l'aria respirata.Ma non puo' emettere una legge che dice "tutti avrebbero sempre dovuto pagare una tassa per l'aria respirata e chi non l'ha pagata fino a ora è punito con la reclusione fino a 6 anni"
          • Jerda scrive:
            Re: Retroattività
            Esatto. Quando studierete procedura penale capirete che ci sono vari "gradi" di processo. E successivamente capirete che l'intero sistema penale è un parto anale. Ad ogni modo io non mi sono pronunciato sull'esattezza o meno di quello che è stato scritto in precedenza, mi sono limitato a spiegare il concetto di retroattività delle leggi penali, cercando oltretutto, di risultare chiaro. Detto questo vi lascio cucinare nel vostro brodino. Saluti
          • Jerda scrive:
            Re: Retroattività
            - Scritto da: Jerda
            Esatto. Quando studierete procedura penale
            capirete che ci sono vari "gradi" di processo. E
            successivamente capirete che l'intero sistema
            penale è un parto anale. Ad ogni modo io non mi
            sono pronunciato sull'esattezza o meno di quello
            che è stato scritto in precedenza, mi sono
            limitato a spiegare il concetto di retroattività
            delle leggi penali, cercando oltretutto, di
            risultare chiaro. Detto questo vi lascio cucinare
            nel vostro brodino.
            SalutiE aggiungo: già il fatto che mi si tiri in ballo il diritto pubblico in un discorso prettamente penale, alle soglie dell'anticostituzionalità, mi fa pensare ad uno studente, fuori contesto, di economia o scienze politiche, e non finisco la frase per il rispetto che nutro, in generale, per i docenti.
          • Luther Blisset scrive:
            Re: Retroattività
            - Scritto da: Achille FOti
            Ovvero state negando quanto segue:
            il divieto di retroattività della
            legge pur costituendo fondamentale valore di
            civiltà giuridica e principio generale
            dellordinamento, cui il legislatore deve
            attenersi in linea generale non è stato
            tuttavia elevato a dignità costituzionale, se si
            eccettua la previsione dellart. 25 Cost.,
            limitatamente alla legge penale;Guarda caro che questo significa che l'unica legge a non poter essere retroattiva è quella penale
    • Anonymous User scrive:
      Re: Retroattività
      - Scritto da: Luther Blisset
      "In buona sostanza, dunque, chi distribuiva mod
      chip prima delle modifiche alla legge è colpevole
      quanto chi lo ha fatto dopo quelle
      modifiche."

      Io ho sempre saputo che le leggi non possono
      stabilire reati
      retroattivamente.
      Ma forse vivevo in un altro Paese.In realtà è solo apparentemente come dici.Il principio di irretroattività della norma penale "sfavorevole" è sacrosanto.Ed è sulla base di questo principio (e sul fatto che non s'intascavano nulla) che la Cassazione ad esempio ha assolto quei ragazzi che avevano messo su' un server ftp e caricato software coperto da copyright.In questo caso invece, secondo la Corte, la legge "anteriore" già vietava la vendita di strumenti e la fornitura di qualsiasi servizio "a pagamento" che servisse a eludere i sistemi di protezione posti a tutela del "diritto d'autore".Che questo sia giusto o sbagliato è un altro discorso.Come ha detto qualcuno sopra, se si "lucra" sul cracking genericamente inteso, hardware o software che sia, si pagano le conseguenze.Un esempio banale:- Scritto da: Luther Blisset
      "In buona sostanza, dunque, chi distribuiva mod
      chip prima delle modifiche alla legge è colpevole
      quanto chi lo ha fatto dopo quelle
      modifiche."

      Io ho sempre saputo che le leggi non possono
      stabilire reati
      retroattivamente.
      Ma forse vivevo in un altro Paese.In realtà è solo apparentemente come dici.Il principio di irretroattività della norma penale "sfavorevole" è sacrosanto.Ed è sulla base di questo principio (e sul fatto che non s'intascavano nulla) che la Cassazione ad esempio ha assolto quei ragazzi che avevano messo su' un server ftp e caricato software coperto da copyright permettendone l'accesso al pubblico.In questo caso invece, secondo la Corte, la legge "anteriore" già vietava la vendita di strumenti e la fornitura di qualsiasi servizio "a pagamento" che servisse a eludere i sistemi di protezione posti a tutela del "diritto d'autore".Che questo sia giusto o sbagliato è un altro discorso.Come ha detto qualcuno sopra, se si "lucra" sul cracking genericamente inteso, hardware o software che sia, si pagano le conseguenze.Un esempio banale:se tu ti decripti un dvd-video nessuno ti dice niente (a parte possibili ripercussioni in sede civile se qualcuno viene a saperlo). Ma se tu ti fai pagare per fare questo lavoro, la questione cambia radicalmente. Questo vale oggi ma valeva anche ieri.E infatti le modifiche "a pagamento" della playstation in passato si son sempre fatte, ma sotto banco.Qualcuno ha creduto erroneamente che vendere semplicemente i chip fosse un modo per eludere la normativa già in vigore. E gli è stato dato torto.Non so se poi siano possibili ulteriori sviluppi legali della faccenda.
    • pippo75 scrive:
      Re: Retroattività


      Io ho sempre saputo che le leggi non possono
      stabilire reati
      retroattivamente.
      Ma forse vivevo in un altro Paese.certamente che e' cosi, solo che questa legge si applica solo a certe persone.mica sperarai che anche i poveracci abbiano questi privileti.consiglio di fare una cosa, segnare il link di questo articolo, qui quando ci saranno le prossime elezioni, segnalaro a quei politici che verranno qui a parlare di quanto ci vogliono bene, quanto vogliono che tutto sia open......
      • Uby scrive:
        Re: Retroattività
        - Scritto da: pippo75



        Io ho sempre saputo che le leggi non possono

        stabilire reati

        retroattivamente.

        Ma forse vivevo in un altro Paese.

        certamente che e' cosi, solo che questa legge si
        applica solo a certe
        persone.

        mica sperarai che anche i poveracci abbiano
        questi
        privileti.

        [...]Ma nell'articolo è scritto chiaramente che in questo caso NON si tratta di retroattività. Si dice semplicemente che, a prescindere dalla legge del 2003, esisteva già precedentemente una legge in merito.Cito dall'articolo: [...] il reato sussiste comunque ai sensi dell'articolo 171ter della legge sul diritto d'autore -----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 settembre 2007 12.50-----------------------------------------------------------
  • dd72 scrive:
    E ora dichiarate illegali queste cose
    cartucce di inchiostro non originali.ricambi generici per automobili (tergicristalli..lampadine etc)bottoni diversi da quelli originali venduti con il vestito.tinte per capelli, se mia figlia si tinge i capelli la denuncio per violazione del mio copyright su di lei.mandate a casa questi giudici incompetenti e chi scrive le leggi con i piedi . Altro che vitalizio, un vitalizio a mendicare meriterebbero.E' mai possibile che dalla cassazione ogni 3x2 debbano uscire sentenze senza un minimo di ragionevolezza ??Alla base la cassazione doveva porre il classico "grano salis" che magari era sfuggito al giudice originale che aveva applicato la legge pari pari. E ora ?
  • anonimo codardo scrive:
    Giudici corrotti, comprare all'estero
    come da subject.
  • Uno qualunque scrive:
    Santa Giurisprudenza
    Il problema e' relativo a come e' stato gestito il processo di Appello. Se invece di abozzare una linea di difesa sul concetto che il reato era stato prodotto in una data antecedente all' articolo 171ter della legge sul diritto d'autore, ma avessero confermato quanto stabilito nella legge 518/92 "Art. 64-ter2. Non può essere impedito per contratto, a chi ha diritto di usare una copia del programma per elaboratore di effettuare una copia di riserva del programma, talora tale copia sia necessaria per luso.3. Chi ha diritto di usare una copia del programma per elaboratore può, senza lautorizzazione del titolare dei diritti, osservare, studiare o sottoporre a prova il funzionamento del programma, allo scopo di determinare le idee ed i principi su cui è basato ogni elemento del programma stesso, qualora egli compia tali atti durante operazioni di caricamento, visualizzazione, esecuzione, trasmissione o memorizzazione del programma che egli ha il diritto di eseguire. Gli accordi contrattuali conclusi in violazione del presente comma sono nulli." allora il provvedimento della Cassazione con molta probabilita' avrebbe assunto un risultato diverso.
    • Avv. Giuseppe Tomaselli scrive:
      Re: Santa Giurisprudenza
      Scusi ha per caso letto gli atti di causa ?Le consiglio per il futuro di essere più cauto con affermazioni di questo tipo !!
  • Francesco scrive:
    Ma come hanno sviluppato il mod chip?
    Mi chiedo, ma la ditta che lo vendeva, come lo ha sviluppato il mod chip?Ha avuto sicuramente il permesso della Sony di smontare diverse playstation e distruggerle nei tentativi di realizzare un chip funzionale...Ora io mi chiedo, stiamo parlando di una modifica per leggere prodotti di una diversa area geografica, o peggio, masterizzati, è chiaro che NON SI PUO' FARE.Possiamo discutere sulla liceità della divisione in zone del globo per far crescere il mercato e la richiesta/attesa per alcuni titoli, o sul fatto che mi viene impedito il backup dei miei giochi, ma questo è un altro discorso.A proposito, io legislatore, obbligherei le case produttrici ad inviare a semplice esibizione dell'utentedi una copia danneggiata, una copia nuova e funzionante del gioco, vita natural durante. Ma poi combatterei molto di più e molto meglio il traffico illegale dei titoli.
    • anonimo01 scrive:
      Re: Ma come hanno sviluppato il mod chip?
      - Scritto da: Francesco
      Mi chiedo, ma la ditta che lo vendeva, come lo ha
      sviluppato il mod
      chip?reverse engineering
      Ha avuto sicuramente il permesso della Sony di
      smontare diverse playstation e distruggerle nei
      tentativi di realizzare un chip
      funzionale...permesso?basta andare in negozio e comperarne una decina.se riesci a sviluppare il chip, tempo 24h e te le sei ripagate tutte...
      Ora io mi chiedo, stiamo parlando di una modifica
      per leggere prodotti di una diversa area
      geografica, o peggio, masterizzati, è chiaro che
      NON SI PUO'
      FARE.perchè?se io ci attacco una spina per il 220v direttamante nel processore, nessuno me lo può impedire.se io lo moddo, cosa cabia?...o per caso stiamo dicendo che si intende punire l'intenzione di usare giochi copiati?...perchè è un altro paio di maniche...
      Possiamo discutere sulla liceità della divisione
      in zone del globo per far crescere il mercato e
      la richiesta/attesa per alcuni titoli, o sul
      fatto che mi viene impedito il backup dei miei
      giochi, ma questo è un altro
      discorso.no, è il medesimo.si chiama diritto del consumatore.tra l'altro, scordi un lato assai rilevante nella faccenda: l'homebrew, ossia programmi scritti da smanettoni e non per la ps2...e sono una bella fetta del "problema"...
      A proposito, io legislatore, obbligherei le case
      produttrici ad inviare a semplice esibizione
      dell'utentedi una copia danneggiata, una copia
      nuova e funzionante del gioco, vita natural
      durante. Ma poi combatterei molto di più e molto
      meglio il traffico illegale dei
      titoli.sono anche d'accordo.peccato che il copyright ha si e no altri 15-20 anni di vita...
    • damon75 scrive:
      Re: Ma come hanno sviluppato il mod chip?
      - Scritto da: Francesco
      Ora io mi chiedo, stiamo parlando di una modifica
      per leggere prodotti di una diversa area
      geografica, o peggio, masterizzati, è chiaro che
      NON SI PUO'
      FARE.

      Possiamo discutere sulla liceità della divisione
      in zone del globo per far crescere il mercato e
      la richiesta/attesa per alcuni titoli, o sul
      fatto che mi viene impedito il backup dei miei
      giochi, ma questo è un altro
      discorso.Scusami, perchè è un'altro discorso? Il discorso è proprio questo :la legge sancisce il diritto alla copia di backup dei software lecitamente acquistati, se ho una PS2 e voglio usufruire di questo diritto non posso farlo, o meglio posso farlo solo se la modifico.Secondo me l'avvocato della difesa non ha tenuto da conto questo aspetto nell'impostare la difesa (non ho letto la sentenza e cmq mi voglio documentare) in quanto ora come ora la PS2 non mi permette di usufruire di questo diritto!Questo è il vero nodo, nessuno mi viene a contestare se sostituisco il volante della mia macchina con un'altro o se faccio una modifica ad una maglietta o ad un pantalone, perchè dovrebbe essere reato modificare un oggetto di mia proprietà, soprattutto quando la modifica E' INDUBITABILMENTE NECESSARIA per usufruire di un diritto che mi riconosce la legge?!?E poi grazie alla modifica, che ricordiamo essere fatta su un'hardware di proprietà dell'utente e NON concesso il licenza d'uso, è possibile usare la PS2 ad esempio come Media Centre, vale a dire è possibile sempre farne un'utilizzo legale al 100%.E' vero che con tale modifica si possono fare anche cose non legali, tipo giocare con i giochi pirata, ma anche con la macchina posso buttare sotto qualcuno, anche con un coltello posso ammazzare qualcuno, cos'è, adesso tutti quelli che possiedono una macchina o un coltello devono farsi 6 mesi di galera e pagare una multa di 6.000?In definitiva quindi doveebbe essere eventualmente punito il comportamento illegale, non una modifca che di per sè permette utilizzi assolutamente legali.Senza parole......
  • spid3r scrive:
    sentenza simile
    Anni fa ho subito un processo simile ma con esito diverso.Avevo una ditta che produceva griglie auto ( per intenderci la griglia anteriore in plastica di alcune vetture che copre il radiatore) e fui denuciato dalla Renault . La causa si concluse con l'assoluzione in quanto il giudice disse che le vetture che montavano tale articolo non originale erano di proprietà. E quindi potevano essere modificate con ricambi non originali. Piu o meno il concetto e lo stesso. Evidentemente la corte insieme alla gdf lavorano per la sony ..VERGOGNA !!!Saluti
  • cicciopasti ccio scrive:
    La solita pagliacciata
    La Cassazione, quella per cui il mobbing non e' reato, per cui la mafia non esiste, per cui inquinare non e' reato, rubare non e' reato, truffare non e' reato, uccidere e violentare si beh forse dipende da chi lo fa, si insomma bare dare uno scorcio a chi sono i giudici della cassazione e che passato hanno per farsi rizzare i capelli....Nulla di sorprendente, tanto per quello che contano le loro sentenze...il paese reale e' da un'altra parte...
    • Peppolo scrive:
      Re: La solita pagliacciata

      Nulla di sorprendente, tanto per quello che
      contano le loro sentenze...il paese reale e' da
      un'altra
      parte...Sarà pure da un'altra parte, ma le sentenze della cassazione fanno legge, a differenza delle sentenze di tribunale...quindi contano eccome!
      • cicciopasti ccio scrive:
        Re: La solita pagliacciata
        Quindi secondo te da oggi non si venderanno piu' le playstation taroccate o nessuno le tarocchera' piu?Direi proprio di no quindi, come dicevo, la sentenza della cassazione, a parte qualche sporadico se non ridicolo caso, resteranno parole inutili.E cio' che e' inutile non conta....come questa sentenza...
  • sibhelius scrive:
    PI ha mal posto la questione
    A mio avviso la Corte di Cassazione non ha formalmentevietato alcuna modifica della PS da parte del proprietarioed acquirente. Se quest'ultimo è uno smanettone tanto abileda modificarla via software o hardware aggiudicandosene "personalmente" i cosidetti "vantaggi" senza pubblicarne i risultati per trarne lucro o profitto, buon per lui. Il reato, a mio avviso sta nel fatto di aver prodotto, immesso sul mercato e venduto un congegno hardware (se fosse sofware sarebbe lo stesso..) il cui scopo è quello di aggirare le protezioni della casa costruttrice. In sostanza si ripete la questione del cosidetto lucro.E qui a mio avviso sta la questione LUCRO/COPYRIGHT che continuano a ricorrere ed a riproporsi.Inoltre mi sembra di poter dire, senza tema di smentita, che se si fosse diffuso su internet (cosa che avviene di continuo) un sistema software o hardware (cosa più difficile) atto agli scopi su-citati, la cosa probabilmente non avrebbe fatto scalpore, nè ci sarebbero state proteste della SONY e strascichi giudiziari di questa portata. Mi sembra infatti di ricordare che anche con la mitica PS1fosse in vendita (semi-clandestina) una modifica hardwaredel genere e tutto passò pressochè inosservato.
    • anonimo01 scrive:
      Re: PI ha mal posto la questione
      - Scritto da: sibhelius
      A mio avviso la Corte di Cassazione non ha
      formalmente
      vietato alcuna modifica della PS da parte del
      proprietario
      ed acquirente. Se quest'ultimo è uno smanettone
      tanto
      abile
      da modificarla via software o hardware
      aggiudicandosene
      "personalmente" i cosidetti "vantaggi" senza
      pubblicarne
      i risultati per trarne lucro o profitto, buon per
      lui.ho come l'impressione che tu ci stia prendendo in giro tutti :
      Il reato, a mio avviso sta nel fatto di aver
      prodotto,
      immesso sul mercato e venduto un congegno
      hardware (se fosse sofware sarebbe lo stesso..)
      il cui scopo è quello
      di aggirare le protezioni della casa
      costruttrice. In
      sostanza si ripete la questione del cosidetto
      lucro.si ripete...ummm ummm ummm... ora ho come l'impressione di averti già sentito, con un altro nome, qui dentro... :s
      E qui a mio avviso sta la questione
      LUCRO/COPYRIGHT che
      continuano a ricorrere ed a riproporsi.
      Inoltre mi sembra di poter dire, senza tema di
      smentita, che se si fosse diffuso su internet
      (cosa che avviene di continuo) un sistema
      software o hardware (cosa più difficile) atto
      agli scopi su-citati, la cosa probabilmente non
      avrebbe fatto scalpore, nè ci sarebbero
      state proteste della SONY e strascichi giudiziari
      di questa portata.SE? ma guarda che i modchip SONO diffusi su internet!e sono HARDWARE!ma sai di che parli? sembrerebbe proprio di no.... :(
      Mi sembra infatti di ricordare che anche con la
      mitica
      PS1
      fosse in vendita (semi-clandestina) una modifica
      hardware
      del genere e tutto passò pressochè inosservato. :| :| :|penso che il 90-99% delle Playstation1, PSOne, Playstation2 in Italia sia modificata....ma di cosa stai parlando???si, è confermato: vivi nel paese di fantasilandia.(oppure a SIAElandia @^ )
      • ale scrive:
        Re: PI ha mal posto la questione
        Tu dici: ...(se fosse sofware sarebbe lo stesso..)...Attenzione hardware e software sono due cose ben distinte:Sull'hardware hai la proprietà, sul firmware/BIOS hai la licenza d'uso...Per cui sull'hw in teoria posso fare cio che voglio, sul software no, bisogna sottostare alla licenza d'uso che vieta espressamente la modifica,copia,disassemble etc.Attenzione poi che secondo quello che dici allora si potrebbe denunciare qualsiasi produttore di PIC e di EEprom perche sono l'hw di base usato nelle modifiche...capisci che la cosa non sta in piedi?CiaoAlessandro
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: PI ha mal posto la questione
          - Scritto da: ale
          Tu dici: ...(se fosse sofware sarebbe lo
          stesso..)...
          Attenzione hardware e software sono due cose ben
          distinte:
          Sull'hardware hai la proprietà, sul firmware/BIOS
          hai la licenza d'uso...Però devi essere libero di usare sull'hardware il software che vuoi tu, quindi anche sostituire il firmware/bios con un altro, e il modchip fa proprio questo, al di là del fatto che è assurdo costringere chi compra dell'hardware ad accettare una licenza d'uso altrimenti non può usufruire di quell'hardware visto che l'hardware è suo. Bios, firmware e simili non sono software "normali" e sono soggetti a particolari restrizioni rispetto ai software "normali". Non è come Office che se non sei d'accordo puoi buttarlo e installare OpenOffice.
  • ale scrive:
    Ma l'hardware non è di proprietà?
    Scusatemi un attimo...ma la differenza tra l'acquisto dell'hardware e del software non è proprio che l'hardware è di proprietà mentre il software è in licenza d'uso???Se la Sony non mi permette di fare quello che voglio con il suo hardware (compreso passarci sopra con la macchina perchè mi gira) non dovrebbe specificarlo per bene nero su bianco sulla confezione?Cioè io consumatore, se acquisto una cosa di mia proprietà, infifferentemente da ciò che ci posso fare, voglio poterne usufruire come più mi aggrada...Questo vuol dire che se la play è mia, devo potemela modificare come voglio... Scusate, ma mica tutti quelli che si comprano un fucile lo fanno per fare una rapina... c'è anche chi va a caccia... e il concetto è lo stesso... se mi voglio moddare la play sulla base di cosa deve essere per forza una modifica per compiere azioni illegali???Mah... in Italia ci stiamo veramente perdendo...CiaoAlessando
    • spid3r scrive:
      Re: Ma l'hardware non è di proprietà?
      - Scritto da: ale
      Scusatemi un attimo...
      ma la differenza tra l'acquisto dell'hardware e
      del software non è proprio che l'hardware è di
      proprietà mentre il software è in licenza
      d'uso???
      Se la Sony non mi permette di fare quello che
      voglio con il suo hardware (compreso passarci
      sopra con la macchina perchè mi gira) non
      dovrebbe specificarlo per bene nero su bianco
      sulla
      confezione?
      Cioè io consumatore, se acquisto una cosa di mia
      proprietà, infifferentemente da ciò che ci posso
      fare, voglio poterne usufruire come più mi
      aggrada...
      Questo vuol dire che se la play è mia, devo
      potemela modificare come voglio... Scusate, ma
      mica tutti quelli che si comprano un fucile lo
      fanno per fare una rapina... c'è anche chi va a
      caccia... e il concetto è lo stesso... se mi
      voglio moddare la play sulla base di cosa deve
      essere per forza una modifica per compiere azioni
      illegali???
      Mah... in Italia ci stiamo veramente perdendo...

      Ciao
      Alessandoquoto al 1000%
    • Luther Blisset scrive:
      Re: Ma l'hardware non è di proprietà?
      - Scritto da: ale
      Se la Sony non mi permette di fare quello che
      voglio con il suo hardware (compreso passarci
      sopra con la macchina perchè mi gira) non
      dovrebbe specificarlo per bene nero su bianco
      sulla confezione?Leggi bene quello che c'è scritto sulla confezione.E' specificato a chiare lettere che dischi puoi utilizzare con la Playstation2...
      • ale scrive:
        Re: Ma l'hardware non è di proprietà?
        Su questo sono d'accordo con te...Ovvio che devono metterlo, se no li denuncio io perche ho comperato un lettore che non mi fa vedere quello che mi aspetto... Quella è una specifica cautelativa, per cui tutto ciò che non è dichiarato li e non funziona non è colpa loro... e questo è piu che corretto!Quello che dico io, è che se l'hw non è venduto (cosa che invece è) ma licenziato, dovrebbero mettere dei sigilli sulla scatola, come fa mamma Microsoft sui suoi CD, che ti rimandano alla licenza d'uso che deve essere espressamente accettata e se no entro tot puoi rimandare tutto indietro etc. etc. (vedi cd di XP :-D)...CiaoAlessandro
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Ma l'hardware non è di proprietà?
      - Scritto da: ale
      Scusatemi un attimo...
      ma la differenza tra l'acquisto dell'hardware e
      del software non è proprio che l'hardware è di
      proprietà mentre il software è in licenza
      d'uso???
      Se la Sony non mi permette di fare quello che
      voglio con il suo hardware (compreso passarci
      sopra con la macchina perchè mi gira) non
      dovrebbe specificarlo per bene nero su bianco
      sulla confezione?Infatti l'unico limite dovrebbe essere che nel momento in cui lo fai invalidi la garanzia
    • mamodesign scrive:
      Re: Ma l'hardware non è di proprietà?
      In questo caso credo proprio che il concetto di Business legato alla modifica, sia alla base dell'accanimento di Sony, non tanto a quello che il consumatore puo' fare della sua console.
    • Aldo V. scrive:
      Re: Ma l'hardware non è di proprietà?
      - Scritto da: ale
      Scusatemi un attimo...
      ma la differenza tra l'acquisto dell'hardware e
      del software non è proprio che l'hardware è di
      proprietà mentre il software è in licenza
      d'uso???
      Se la Sony non mi permette di fare quello che
      voglio con il suo hardware (compreso passarci
      sopra con la macchina perchè mi gira) non
      dovrebbe specificarlo per bene nero su bianco
      sulla
      confezione?
      Cioè io consumatore, se acquisto una cosa di mia
      proprietà, infifferentemente da ciò che ci posso
      fare, voglio poterne usufruire come più mi
      aggrada...
      Questo vuol dire che se la play è mia, devo
      potemela modificare come voglio... Scusate, ma
      mica tutti quelli che si comprano un fucile lo
      fanno per fare una rapina... c'è anche chi va a
      caccia... e il concetto è lo stesso... se mi
      voglio moddare la play sulla base di cosa deve
      essere per forza una modifica per compiere azioni
      illegali???
      Mah... in Italia ci stiamo veramente perdendo...

      Ciao
      Alessando(da leggersi con accento siciliano e con IRONIA MODE su ON)Guarda, hai proprio ragione, aaaaaaah... Io per esempio tengo proprio il mio fucile "da caccia" e l'ho modificato un pochetto.Per prima cosa ho segato le canne a 5 cm di lunghezza, così non mi impiccia quando lo metto sotto il soprabito, poi ho tolto il calcio e ci ho fatto mettere un'impugnatura più comoda, tipo pistola.Il fucile è mio e ci faccio quello che mi pare,no?Oh, è proprio vero che in Italia non c'è libertà. Ero in macchina di fronte alla banca con il fucile a canne segate, mi facevo i fatti miei...Sono arrivati i Carabinieri e mi hanno arrestato.Non c'è giustizia.
  • Lorenzo C. scrive:
    Ma dove vogliamo buttare questo paese?
    CI SONO EXTRACOMUNITARI CHE AMMAZZANO NOSTRI CONNAZIONALI E VENGONO ASSOLTI... E DI COSA CI SI PREOCCUPA?... DELLA MODIFICA DELLA PLAYSTATION... CHE SCHIFO DI PAESE...
    • MisterEmme scrive:
      Re: Ma dove vogliamo buttare questo paese?
      - Scritto da: Lorenzo C.
      CI SONO EXTRACOMUNITARI CHE AMMAZZANO NOSTRI
      CONNAZIONALI E VENGONO ASSOLTI... E DI COSA CI SI
      PREOCCUPA?... DELLA MODIFICA DELLA PLAYSTATION...
      CHE SCHIFO DI
      PAESE...Se avessi detto "ci sono persone che ammazzano persone e vengono assolte" sarei anche stato d'accordo.Messa come la metti tu sembra invece un classico rigurgito da overdose di TG4.
    • Mario scrive:
      Re: Ma dove vogliamo buttare questo paese?
      Quanta demagogia. Con i cretini come te certo che andremo sempre male.
    • Madrigala scrive:
      Re: Ma dove vogliamo buttare questo paese?
      - Scritto da: Lorenzo C.
      CI SONO EXTRACOMUNITARI CHE AMMAZZANO NOSTRI
      CONNAZIONALI E VENGONO ASSOLTI... E DI COSA CI SI
      PREOCCUPA?... DELLA MODIFICA DELLA PLAYSTATION...
      CHE SCHIFO DI
      PAESE...Guarda che dietro c'e' molto molto di più
    • Il Presidente scrive:
      Re: Ma dove vogliamo buttare questo paese?
      Quoto in toto. Si pensa ai giochini per console quando ci sono problemi più gravi. Massì,viva il buonismo... facciamo entrare in Italia tutti i ladri/pezzenti/fancazzisti/criminali/balordi del mondo, sfamiamoli e curiamoli (tanto paga pantalone), poi regaliamo a queste persone una casa e garantiamogli un sussidio di pezzenteria (tanto paga ....), esentiamoli dal pagare le tasse, siamo tutti uguali, W il melting pot! Dopo, però, non lamentiamoci per l'aumento di delinquenza, spaccio, furti, quartieri invivibili, tensioni sociali e simili. Abbiamo quello che ci meritiamo. Pensateci.
  • Anonimo #999 scrive:
    E chi continua a venderle?
    Ora come ora le modifiche per la playstation vengono vendute da migliaia di store online... spariranno tutte?
  • R&B scrive:
    Per l'utente non cambia granche'
    La decisione della Corte di Cassazione non è affatto sorprendente.Essa è frutto di un orientamento giurisprudenziale consolidato che, complice l'ambigua formulazione delle nuove norme sul diritto d'autore ad opera dell'allora ministro Urbani, "il giudice delle leggi" ha potuto mantenere immutato.Quando alla violazione del diritto d'autore consegue un danno al suo titolare e un correlativo arricchimento per qualcun altro, scatta sempre la condanna.Un rapido sguardo alla normativa in questione può aiutare a comprendere meglio il caso specifico."È punito, se il fatto è commesso per uso non personale, con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da cinque a trenta milioni di lire chiunque per trarne profitto:[.....] fabbrica, importa, distribuisce, vende, noleggia, cede a qualsiasi titolo, pubblicizza per la vendita o il noleggio, o detiene per scopi commerciali, attrezzature, prodotti o componenti ovvero presta servizi che abbiano la prevalente finalità o l'uso commerciale di eludere efficaci misure tecnologiche (di protezione: art. 102-quater, n.d.r) [....] ovvero siano principalmente progettati, prodotti, adattati o realizzati con la finalità di rendere possibile o facilitare l'elusione di predette misure".Quei signori dovevano essere consapevoli dell'illiceità del loro comportamento. Forse non hanno chiesto a qualche consulente legale circa i rischi di un'attività commerciale di quel genere. O si sono rivolti alle persone sbagliate (il fatto che i legali dell'azienda in questione si siano attaccati a un "cavillo" per cercare di farla franca, può suggerire quest'affermazione).Paradossalmente se avessero ceduto quei chip a gratis, probabilmente non sarebbero stati condannati, mancando (forse) il fine del "trarre profitto" dalla loro attività. Con tutti i benefici del dubbio possibili.Ma l'aspetto + importante è che per l'utente finale non cambia assolutamente nulla.Io posso acquistare quei chip in Italia (della vendita ne risponde semmai chi vende appunto) o nei paesi in cui vige una legislazione + permissiva. Aprire l'hardware in questione e fare le modifiche che ritengo opportune. E nessuno mi può dire nulla fintanto che ciò avviene "all'interno delle mura domestiche". Eventualmente potrei essere chiamato a rispondere dell'uso di software non originale o di "altro". Ma questa è una storia a parte e non è l'oggetto della sentenza della Cassazione.
    • R&B scrive:
      Re: Per l'utente non cambia granche'
      Aggiungo, per inciso, che pertanto è "sbagliato" o fuorviante il TITOLO dato alla notizia.Sulla base della sentenza della Cassazione, NON è vietato Modificare la Playstation.E' vietata la vendita, la fabbricazione, etc. ..... per "uso non personale" e per "trarne profitto" dei chip che rendono possibile la modifica, ovvero di tutti gli strumenti che rendono possibile l'elusione delle misure di protezione.
      • Pinco Pallino scrive:
        Re: Per l'utente non cambia granche'
        - Scritto da: R&B
        Aggiungo, per inciso, che pertanto è "sbagliato"
        o fuorviante il TITOLO dato alla
        notizia.Ma no!!! Impossibile!!!Su PI non ci sono MAI titolo sbagliati o fuorvianti!!!(rotfl)
  • Bubba scrive:
    Non piangete..
    per hardstore, e' sempre stato un profittatore opportunista, e sopratutto un Evasore.Voi parlato di liberta', lui se ne fa un baffo e vende tutto il vendibile, e quel tipo di commerciante che se si potesse vendere bambini, li venderebbe, da san marino pero' cosi non rischia.Non confondete le cose, le modifiche per scopo "non di lucro" si possono fare, come le copie, ci sono in giro un sacco di schemi per modifiche homebrew su chip di libera vendita, c'e' da sbattersi un po', o siete quelli della pappa pronta?
    • anonimo01 scrive:
      Re: Non piangete..
      - Scritto da: Bubba
      per hardstore, e' sempre stato un profittatore
      opportunista, e sopratutto un
      Evasore.
      Voi parlato di liberta', lui se ne fa un baffo e
      vende tutto il vendibile, e quel tipo di
      commerciante che se si potesse vendere bambini,
      li venderebbe, da san marino pero' cosi non
      rischia.e chissenefrega di quelli di hardstore?la sentenza è generale...
      Non confondete le cose, le modifiche per scopo
      "non di lucro" si possono fare, come le copie, ci
      sono in giro un sacco di schemi per modifiche
      homebrew su chip di libera vendita, c'e' da
      sbattersi un po', o siete quelli della pappa
      pronta?immagino che tu prima ti sia fatto il reverse engineering della ps2, poi ti sia inventato e costruito il modchip, scritto il firmware per l'amtel, infine cablato il tutto.ovviamente ha funzionato tutto al primo colpo.oppure te lo sei comperato da qualcuno, il modchip?ecco, appunto li è il problema.
  • Giuseppe scrive:
    integrità funzionale
    In effetti, il fatto che il diritto d'autore sia in grado di coprire l'integrità funzionale dell'oggetto è una affermazione che lascia spazio a molte perplessità.Se io acquisto una automobile e poi modifico il sistema di iniezione elettronica in modo che l'auto faccia 50km al litro invece dei 18 previsti dalla casa automobilistica... ne ho compromesso l'integrità funzionale? Sono un criminale?Se prendo una PS3 e sostituisco l'alimentatore con uno ad energia solare o a gas, ne ho compromesso l'integrità e sono un criminale?E' vero che qui si persegue il produttore di modifiche e non l'utilizzatore finale, ma non vedo come la possibilità di modding possa influire negativamente sulle vendite della console. Semmai è vero il contrario...
  • Matteo B scrive:
    Mi autodenuncio, arrestatemi!
    Il mese scorso ho comprato un frigorifero e poichè montava una spina tedesca l'ho modificato sostituendola con una italiana: dite che la Indesit potrebbe chiedermi 6000 euro per violazione del diritto d'autore?Quello che non ho capito è: ma perchè il principio che "se compro qualcosa è mio e ci posso fare quello voglio" non viene mai preso in considerazione?Ciao a tutti
    • mirko digit@ll scrive:
      Re: Mi autodenuncio, arrestatemi!
      Matteo,penso infatti che non si fa riferimento a chi riesce in qualche modo a modificare il funzionamento dell'apparecchio in questione,ma condanna chi commercializza quindi ne trae profitti,io lavorNDO IN QUESTO SETTORE...DOVRO' STARE ATTENTO,forse regalando l'installazione non avro' problemi...comunque e' bene che si faccia chiarezza per capire i pericoli a cui si va incontro
    • castigo scrive:
      Re: Mi autodenuncio, arrestatemi!
      - Scritto da: Matteo B
      Il mese scorso ho comprato un frigorifero e
      poichè montava una spina tedesca l'ho modificato
      sostituendola con una italiana: dite che la
      Indesit potrebbe chiedermi 6000 euro per
      violazione del diritto
      d'autore?no, ma così facendo hai invalidato la garanzia :Dquindi se l'assistenza volesse farti dei problemi potrebbe dirti che sostituendo la spina hai compromesso la funzionalità dell'apparecchio.....
      Quello che non ho capito è: ma perchè il
      principio che "se compro qualcosa è mio e ci
      posso fare quello voglio" non viene mai preso in
      considerazione?perchè PER TE è così, mentre per qualcun altro non lo è.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Mi autodenuncio, arrestatemi!
      contenuto non disponibile
  • IlProf scrive:
    Curioso
    Trovo curioso che ci si lamenti per queste cose. Sappiamo tutti che la modifica la si fa per poter lar girare i giochi scaricati (non-PAL e craccati), ecco il perchè della sentenza. Io ho quella a flip e con 2 pezzi di plastica e un dvd faccio lo stesso. Ma tra un po' saranno fuorilegge i pezzi di plastica, immagino.A parte questo, non sono d'accordo con la Sony, non son d'accordo con la sentenza, è un'aberrante ingerenza nella MIA proprietà. Filosoficamente e materialmente.Ho solo una cosa da dire, a questo punto: Linux4Ever e viva l'open source, che magari rende meno, ma la gente ci campa lo stesso e in una maniera più etica.Ma dubito che la Sony sia dello stesso parere. Ovviamente la PS3 la possono usare per raddrizzare i tavoli là da loro, per quanto mi rigarda!
  • Lorenzo Carnevale scrive:
    Scandaloso.
    Come da topic. Sentenza gravissima.
  • Fabrizio scrive:
    Sentenza palesemente errata
    I diritti del consumatore sono finiti nel cesso!
    • Money Talks scrive:
      Re: Sentenza palesemente errata
      Sbagli: sentenza palesemente giusta, che tiene conto della volontà di chi ha più soldi. Come deve essere.
      • Io Me scrive:
        Re: Sentenza palesemente errata
        - Scritto da: Money Talks
        Sbagli: sentenza palesemente giusta, che tiene
        conto della volontà di chi ha più soldi. Come
        deve
        essere.Sbagliato. Non deve essere così e non sarà mai così.Se in Italia è (parzialmente) così è a causa dell'ipocrisia della gente come te.
        • Money Talks scrive:
          Re: Sentenza palesemente errata
          - Scritto da: Io Me
          Sbagliato. Non deve essere così e non sarà mai
          così.
          Errore. DEVE essere necessariamente cosî. L'economia lo esige. L'economia ha sempre ragione.Onore alle multinazionali che stanno finalmente costringendo il popolino, obtorto collo, ad adeguarsi alle necessità del mercato. Onore ai grandi manager, che sanno mettere gli introiti e i dividendi, giustamente, sopra e davanti ai presunti "diritti" della massa lavoratrice.Viva l'Onnipossente Euro! Heil Geld!
  • Pinco Pallino scrive:
    Legge 518/92
    Art. 64-ter2. Non può essere impedito per contratto, a chi ha diritto di usare una copia del programma per elaboratore di effettuare una copia di riserva del programma, talora tale copia sia necessaria per luso.3. Chi ha diritto di usare una copia del programma per elaboratore può, senza lautorizzazione del titolare dei diritti, osservare, studiare o sottoporre a prova il funzionamento del programma, allo scopo di determinare le idee ed i principi su cui è basato ogni elemento del programma stesso, qualora egli compia tali atti durante operazioni di caricamento, visualizzazione, esecuzione, trasmissione o memorizzazione del programma che egli ha il diritto di eseguire. Gli accordi contrattuali conclusi in violazione del presente comma sono nulli.Cosa ce ne facciamo di giudici come quelli? Non conoscono le leggi e non capiscono il mondo...
    • Patta scrive:
      Re: Legge 518/92
      La PS3 non è un programma.
      • Pinco Pallino scrive:
        Re: Legge 518/92
        - Scritto da: Patta
        La PS3 non è un programma.E' vero ma io sono legittimato a fare le copie ed a modificare quel cesso di affare per farle funzionare...
      • Luther Blisset scrive:
        Re: Legge 518/92
        - Scritto da: Patta
        La PS3 non è un programma.Il suo firmware si.E comunque le protezioni contro la copia ti impediscono di accedere a un tuo legittimo diritto ed è quindi tuo diritto rimuoverle, né più né meno dello stesso diritto che hai di rimuovere la staccionata che il vicino dispettoso mette sul pubblico passaggio perché non gli garba che la gente passi davanti a casa sua.
  • secald scrive:
    Ne hanno venduto milioni
    La Sony ci ha marciato con le modifiche, non ne avrebbero vendute così tante se noi non avessimo potuto modificarle
  • pierob scrive:
    boicotaggio
    si legge "Che poi tutto questo si traduca nei fatti in una limitazione dei diritti del consumatore non è questione considerata dal codice."allora:a/ mandare a casa TUTTI i parlamentari visto che non ci tutelano. NON VOTANDO;b/ NON ACQUISTARE per sei mesi almeno nessun prodotto hardware o software, compresi film e musica, contenente limitazioni per il consumatore. Praticamente tutti.Boicottare per un periodo sufficientemente lungo a fare andare in crisi le aziende. Dato che devono rispondere ai loro azionisti sei mesi sono sufficienti. Saluti Piero
  • Beppe scrive:
    Se tutti decidessimo di non acquistarla
    Se tutti non acquistassimo più la playstation sicuramente il loro ufficio marketing rivedrebbe molte restrizioni.
    • anonimo01 scrive:
      Re: Se tutti decidessimo di non acquistarla
      - Scritto da: Beppe
      Se tutti non acquistassimo più la playstation
      sicuramente il loro ufficio marketing rivedrebbe
      molte
      restrizioni. :-onon sposta di un virgola il problema, visto che si applica a qualsiasi console.e basta con 'sti talebanismi! :@
      • Daniele scrive:
        Re: Se tutti decidessimo di non acquistarla
        basta non comprare console di nessun genere, sono così necessarie alla vita di un individuo?
        • anonimo01 scrive:
          Re: Se tutti decidessimo di non acquistarla
          - Scritto da: Daniele
          basta non comprare console di nessun genere, sono
          così necessarie alla vita di un
          individuo?se ci lavora, si.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Se tutti decidessimo di non acquistarla
          contenuto non disponibile
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Se tutti decidessimo di non acquistarla
      contenuto non disponibile
  • Lucio Magini scrive:
    basta non comprarla
    Con i soldi per la playstation fatevi un viaggio.
    • anonimo01 scrive:
      Re: basta non comprarla
      - Scritto da: Lucio Magini
      Con i soldi per la playstation fatevi un viaggio.si, di 20km :-o
      • Locke scrive:
        Re: basta non comprarla
        - Scritto da: anonimo01
        - Scritto da: Lucio Magini

        Con i soldi per la playstation fatevi un
        viaggio.

        si, di 20km :-oCon 600 ti fai un bella vacanza a Parigi: volo con soggiorno in albergo 2 stelle a Parigi (4 notti 5 giorni) e ci scappa anche una visita a Eurodisney :)
  • fex scrive:
    al servizio del cittadino
    o a quello delle industrie?ma si... chi se ne frega della liberta' quando ci son di mezzo i soldi...
  • Fabio Cigoi scrive:
    E le associazioni dei consumatori ???
    Mi aspetterei che le associazioni dei consumatori mettessero in piedi una pesante campagna atta a sensibilizzare i consumatori ai propri diritti, una lobby con i parlamentari perche' tali diritti vengano tutelati, e un ricorso contro tale giurisprudenza a mezzo della quale la magistratura italiana aiuta le multinazionali a metterci i piedi in testa. Gia' in questo paese non siamo padroni nemmeno della terra che ci siamo comprati e dell'aria che respiriamo, ma qui mi sembra che si cominci a esagerare. Evidentemente sempre di piu' certe caste ci considerano degli iloti, che devono lavorare e tacere. E' ora di finirla !
    • Money Talks scrive:
      Re: E le associazioni dei consumatori ???
      - Scritto da: Fabio Cigoi
      Mi aspetterei che le associazioni dei consumatori
      mettessero in piedi una pesante campagna atta a
      sensibilizzare i consumatori ai propri diritti,
      una lobby con i parlamentari perche' tali diritti
      vengano tutelati, e un ricorso contro tale
      giurisprudenza a mezzo della quale la
      magistratura italiana aiuta le multinazionali a
      metterci i piedi in testa.Impossibile. Ci vogliono soldi, e le multinazionali ne avranno, giustamente, sempre di più. Il Governo ascolta il denaro, come è logico che sia.
      Evidentemente sempre di piu' certe caste ci
      considerano degli iloti, che devono lavorare e
      tacere.Ovviamente. L'idea di "uguaglianza" è un'assurdità storica che sta venendo soppiantata, come è assolutamente logico aspettarsi, da un sistema di classi basato sulla disponibilità di ricchezza.
      E' ora di finirla!Questa affermazione può essere interpretata come incitamento alla rivolta, cittadino-consumatore. Ti ricordo che la dissidenza non è tollerata. Cambia immediatamente opinione o sarai severamente punito.
      • Io Me scrive:
        Re: E le associazioni dei consumatori ???
        Money talks but shit walks.Sai cosa ti dico? Visto il tuo carattere, spero che domani diventi povero in canna, così magari capirai un po' di più i problemi REALI della gente.
      • Io Me scrive:
        Re: E le associazioni dei consumatori ???


        E' ora di finirla!

        Questa affermazione può essere interpretata come
        incitamento alla rivolta, cittadino-consumatore.
        Ti ricordo che la dissidenza non è tollerata.
        Cambia immediatamente opinione o sarai
        severamente
        punito.E' ora di finirla, sono d'accordo.E ti chi diavolo ti credi di essere? Vergognati.
        • Money Talks scrive:
          Re: E le associazioni dei consumatori ???
          - Scritto da: Io Me

          Questa affermazione può essere interpretata come

          incitamento alla rivolta, cittadino-consumatore.

          Ti ricordo che la dissidenza non è tollerata.

          Cambia immediatamente opinione o sarai

          severamente

          punito.

          E' ora di finirla, sono d'accordo.

          E ti chi diavolo ti credi di essere? Vergognati.Io? Nessuno. Ma presto o tardi saranno molti a parlare così, e tu non potrai più rispondere.
          • Io Me scrive:
            Re: E le associazioni dei consumatori ???
            - Scritto da: Money Talks
            - Scritto da: Io Me



            Questa affermazione può essere interpretata
            come


            incitamento alla rivolta,
            cittadino-consumatore.


            Ti ricordo che la dissidenza non è tollerata.


            Cambia immediatamente opinione o sarai


            severamente


            punito.



            E' ora di finirla, sono d'accordo.



            E ti chi diavolo ti credi di essere? Vergognati.

            Io? Nessuno. Ma presto o tardi saranno molti a
            parlare così, e tu non potrai più
            rispondere.Se parli così non mi conosci. Io non sono un ipocrita e le cose non le mando a dire. Anche se "saranno in molti a pensare così".
  • Massimo scrive:
    Ma siamo proprio tutti deficienti?
    Potranno anche condannare tutti facendo rifermento a leggi ad uso e consumo delle Lobby... Ma la libertà di pensiero e l'intelligenza delle persone non morirà mai...Per uno che viene denunciato per aver venduto o comprato ModChip altri mille se ne infischiano.....(Ma una volta non c'era la democrazia? Se chiedete a 100 persone cosa pensa dei reati relativi alla pirateria informatica, al download degli MP3, allo sblocco dei telefoni, 101 vi risponderanno che i problemi della sociètà contemporanea sono ben altri... Si dà peso a delle emerite ca@@ate per non affrontare i problemi reali... Disoccupazione, mafia, malasanità, problemi di integrazione razziale e religiosa... E allora come mai i governi che si alternano non fanno altro che inasprire le sanzioni nei confronti di comportamenti di una gravità talmente banale che fa rabbia pensare addirittura che chi ruba veramente ai poveracci o commette omicidi viene condannato a delle pene ridicole e talvolta anche lasciato a piede libero?)Saluti
    • Lore scrive:
      Re: Ma siamo proprio tutti deficienti?
      Beh il fatto è che la pirateria danneggia le società, mentre la criminalità danneggia la società.Le prime sono dotate di orde di legali pronti a fare guerra a chiunque e dirigenti pronti a corrompere (leggi finanziare) di tutto e di più.Nella seconda ci sono orde di idioti che fanno la fila il giorno prima in sacco a pelo per comprare la consolle che non possono aprire, il telefono che non possono usare, il sistema operativo che non possono toccare, per non parlare delle orde di quelli convinti che per cambiare il mondo basta scriverne l'intenzione su un forum o un blog......
  • Ste scrive:
    Sony...teste dure come il granito
    Solo i muri non sanno che all'epoca la ps1 ha letteralmente fracassato le ossa alla concorrenza principalmente per la facilità di moddarla (molto più complicato o impossibile era con altre consolle). Certo c'erano le esclusive e altre chicche, ma tecnicamente non era così avanti.E non per questo non si sono più venduti giochi originali, anzi. La verità è che di solito ognuno disponeva di un tot di giochi originali ed un tot masterizzati.Oggi con la PS3 non so se Sony stia prendendo la via giusta, visto che c'è di mezzo la guerra dei formati (blueray e hd-dvd) che alla fine vale molto più di giochi e consolle vendute: chi vince qui potrebbe vincere per i prossimi 10 anni.Ora Sony è già arrivata in ritardo...le esclusive son rimaste gran poche...il costo non è competitivo...insomma non è che sia messa benissimo.
    • Massi cadenti scrive:
      Re: Sony...teste dure come il granito
      - Scritto da: Ste
      Solo i muri non sanno che all'epoca la ps1 ha
      letteralmente fracassato le ossa alla concorrenza
      principalmente per la facilità di moddarla (molto
      più complicato o impossibile era con altre
      consolle).Non è vero, per il Saturn bastava fare lo swap trick, non c'era nemmeno bisogno del modchip (che pure esisteva per evitare di farlo).
  • Gianmarco scrive:
    Meno male che son passato a Xbox
    Meno male che son passato a xbox così la mia mod è senza chip ahuahuhau la magistratura è sempre al top a volte da sentenze contro logica
    • liga scrive:
      Re: Meno male che son passato a Xbox
      anche l'utilizzo di firmware è atto a eludere le protezioni anti copia! Evil Billy non penso che ci metterà tanto a cavalcare l'onda!
    • anonimo01 scrive:
      Re: Meno male che son passato a Xbox
      - Scritto da: Gianmarco
      Meno male che son passato a xbox così la mia mod
      è senza chip ahuahuhau la magistratura è sempre
      al top a volte da sentenze contro
      logica :-operchè sencondo te cambia qualcosa? o per te vale solo per ps2?crapa, sono illegali I MODCHIP.su atari, xscatola, ps, wii, magnavox, amiga o SNintendo non cambia.e basta talebanismi :@
    • angelo verdone scrive:
      Re: Meno male che son passato a Xbox
      Chi usa linux su una xbox e' passibile della stessa sanzione.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Meno male che son passato a Xbox
        contenuto non disponibile
        • Reolix scrive:
          Re: Meno male che son passato a Xbox
          è inutile negarlo i modchip sono usati per quello, sarei anche d'accordo conte se avessero SOLO quello scopo, ma il problema è che possono benissimo essere usati anche per altro, e chi è che può decidere sull'uso che andrò a farne? Vietarlo aprioristicamente è sbagliato, si entra nel reato preventivo, tentata violazione di copyright....copyright che mci vieta tutto quando era nativamente limitante per "l'artista" :'(
  • Il cuggino di Oscar Dalvit scrive:
    La HS distribuzione
    La HS distribuzione, al secolo Hardstore (e chi seguiva i sistemi di backup per Gameboy la ricorderà fin troppo bene), è ormai da tempo (anni) che si è trasferita all'interno della Serenissima Repubblica di San Marino, dove la cassazione italiana gli fa un baffo visto che è un altro Stato, e allo stesso tempo non possono farci niente perché non esistono controlli doganali.Quindi andate tutti su http://www.hardstore.com
  • julio iglesias scrive:
    puttanate
    1) La Sony ha vissuto finora grazie ai modchip. Ipocriti bastardi.2) Ho diritto a farmi una copia di backup e giocare con quella.Prima o poi capiranno.
    • Manuel scrive:
      Re: puttanate
      - Scritto da: julio iglesias
      1) La Sony ha vissuto finora grazie ai modchip.
      Ipocriti
      bastardi.
      2) Ho diritto a farmi una copia di backup e
      giocare con
      quella.
      Prima o poi capiranno.Esatto!sono daccordo su tutto tranne che sul "Prima o poi capiranno"... XD
  • Comet scrive:
    Ma... e il diritto di proprietà?
    Come ha giustamente fatto notare qualcun'altro, si tratta di un abuso nei confronti del diritto di proprietà.La PS (1, 2, 3 e tutte quelle a venire) viene VENDUTA, non data in licenza o in comodato d'uso.Windows viene dato in licenza, non lo puoi modificare. Il telefonino 3, se così ti sei accordato, ti viene dato in comodato d'uso, non lo puoi sbloccare.E fin qui... nulla da dire.Ma la PS viene venduta. Venduta! Quel bene diventa mio, e se voglio modificarla, sabotarla, scardinarla, riadattarla a mediacenter o macchinetta del caffè devo poterlo fare, è un mio diritto.Il diritto d'autore dovrebbe semplicemente impedirmi di rivendere la tecnologia PS come mia creazione! Allora si, avrebbero ragione alla Sony... Ma non mi pare questo il caso.Da' fastidio la pirateria? E allora perchè davanti a casa mia è pieno di ragazzotti di colore che mi propongono praticamente tutti gli ultimi titoli?
    • Money Talks scrive:
      Re: Ma... e il diritto di proprietà?
      - Scritto da: Comet
      Ma la PS viene venduta. Venduta! Quel bene
      diventa mio, e se voglio modificarla, sabotarla,
      scardinarla, riadattarla a mediacenter o
      macchinetta del caffè devo poterlo fare, è un mio
      diritto.
      No. Qualcuno più ricco, più potente, in poche parole più importante di te ha deciso altrimenti e ha fatto in modo di portare la legge dalla sua parte.Hai ancora qualcosa da dire, cittadino-consumatore? Ricorda che la dissidenza è punita.
      • Ehi scrive:
        Re: Ma... e il diritto di proprietà?
        Ehi tu chi sei, richiama BorgTroll, Money Talks non ci piace... :(
      • Io Me scrive:
        Re: Ma... e il diritto di proprietà?
        - Scritto da: Money Talks
        - Scritto da: Comet


        Ma la PS viene venduta. Venduta! Quel bene

        diventa mio, e se voglio modificarla, sabotarla,

        scardinarla, riadattarla a mediacenter o

        macchinetta del caffè devo poterlo fare, è un
        mio

        diritto.



        No. Qualcuno più ricco, più potente, in poche
        parole più importante di te ha deciso altrimenti
        e ha fatto in modo di portare la legge dalla sua
        parte.

        Hai ancora qualcosa da dire,
        cittadino-consumatore? Ricorda che la dissidenza
        è
        punita.Io sì ho qualcosa da dire. Chi cazzo ti credi di essere? Vivi in cina? Qui in Italia la gente dice quello che pensa, ok? Se non ti piace vattene da qui e smettila con tutto il NONSENSO che dici, ok???
        • anonimo01 scrive:
          Re: Ma... e il diritto di proprietà?


          Hai ancora qualcosa da dire,

          cittadino-consumatore? Ricorda che la dissidenza

          è

          punita.

          Io sì ho qualcosa da dire. Chi cazzo ti credi di
          essere? Vivi in cina? Qui in Italia la gente dice
          quello che pensa, ok? Se non ti piace vattene da
          qui e smettila con tutto il NONSENSO che dici,
          ok???il sarcasmo è un dono sempre più raro.....anzi, è sempre più raro che qualcuno lo riconosca :(
        • Reati d'opinione scrive:
          Re: Ma... e il diritto di proprietà?
          - Scritto da: Io Me
          Io sì ho qualcosa da dire. Chi cazzo ti credi di
          essere? Vivi in cina? Qui in Italia la gente dice
          quello che pensa, ok? Se non ti piace vattene da
          qui e smettila con tutto il NONSENSO che dici,
          ok???Apologia di reatoIstigazione a delinquereLegge che istituisce la censura nei filmLegge sulla stampa (in parte depenalizzata ma comunque ancora valida in sede civile)Villipendio alla religione (depenalizzata ma che prevede ancora multa e nei confronti di tutte le religioni e non solo quella cattolica)Villipendio alla bandiera (depenalizzata ma che prevede ancora multa)Villipendio a capo di stato (depenalizzata ma che prevede ancora multa)DiffamazioneIngiuriePubblicazioni e spettacoli oscenitutte risalenti al periodo fascistanonchéApologia del fascismoche è entrata in vigore con la nuova costituzioneQueste sono tutte leggi in vigore OGGI e in ITALIA che non permettono la libertà d'espressione, quindi prima di pensare che siamo diversi dalla Cina fatti una cultura.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ma... e il diritto di proprietà?
            contenuto non disponibile
          • Io Me scrive:
            Re: Ma... e il diritto di proprietà?

            Apologia di reato
            Istigazione a delinquere
            Legge che istituisce la censura nei film
            Legge sulla stampa (in parte depenalizzata ma
            comunque ancora valida in sede
            civile)
            Villipendio alla religione (depenalizzata ma che
            prevede ancora multa e nei confronti di tutte le
            religioni e non solo quella
            cattolica)
            Villipendio alla bandiera (depenalizzata ma che
            prevede ancora
            multa)
            Villipendio a capo di stato (depenalizzata ma che
            prevede ancora
            multa)
            Diffamazione
            Ingiurie
            Pubblicazioni e spettacoli osceni

            tutte risalenti al periodo fascista
            nonché

            Apologia del fascismo

            che è entrata in vigore con la nuova costituzione

            Queste sono tutte leggi in vigore OGGI e in
            ITALIA che non permettono la libertà
            d'espressione, quindi prima di pensare che siamo
            diversi dalla Cina fatti una
            cultura.Ti sei risposto da solo. La maggior parte sono penalizzate e le altre ci sono in molte altre nazioni. Senza contare che per molte di quelle che hai detto, molto difficilmente le autorità agiscono e quindi sono depenalizzate DE FACTO.Ma quel tipo "moneytalks" lasciava intuire che una persona non ha nemmeno il diritto a dire la propria opinione CON CALMA senza essere considerato un dissidente.Come ha detto qualcun'altro, sarebbe meglio che una cultura te la facessi tu prima di parlare.
    • cthulhu scrive:
      Re: Ma... e il diritto di proprietà?
      in realtà la sentena dice che è reato vendere i chip, alla tua playstation puoi fare quello che vuoi....ciò non toglie che la sentenza è inquietante.
      • muble muble scrive:
        Re: Ma... e il diritto di proprietà?
        E' vietato vendere un chip.. ma fra un pò diverrà crimine comperare una qualsiasi tecnologia.. ma ragazzi di questo passo le case produttrici .. faranno quello che vogliono e noi poveri consumatori piegati a pi greco / 2 .. e come già letto da qualche parte l'open source verrà bannato e condannato a esortare le persone a voler qualcosa di libero.. di questi tempi.. si salvi chi può.. ma cmq sia invece che combatterla la pirateria e con essa tutto ciò che segue.. le major e le case produttrici dovrebbero trovare un accordo.. perchè secondo me in questo modo si potrebbe raggiungere qualche accordo favorevole a tutti..shiau shiau
      • anonimo01 scrive:
        Re: Ma... e il diritto di proprietà?
        - Scritto da: cthulhu
        in realtà la sentena dice che è reato vendere i
        chip, alla tua playstation puoi fare quello che
        vuoi....e da quando un circuito è illegale?cos'è illegale, il design? le resistenze? i condensatori? il firmware?magari a me serve l'Amtel che ha come processore per aprirci il ancello.oppure mi serve proprio il modchip per CRACCARE le stupide protezioni e farci girare un sw scritto da me per il calcolo distribuito o il rendering...oppure devo fare un' ArtInstall e me ne servono 200 da appendere ad una parete ed illuminarli con 1000 led blu che cambiano frequenza e pulsazione in base a un feed RSS che mi indica i titoli di p2 più giocati (vedi vvvv.org )oppure devo pareggiare le gambe del mio tavolino...come possono dire "è illegale"?in base a cosa?alla licenza?ma la ps è venduta .io non ho firmato nessun pezzo di carta che mi dice cose posso e non posso fare.perchè se allora la ps fosse data in licenza allora io PRETENDO un tecnico (aggratis) disponibile 24h su 24h che mi assista in caso di problemi.("pronto scusi, non mi prende un dvd", "buonasera, il mio joypad non funge più")ho un cluster di ps2, i problemi non sono frequenti ma succedono.se mi si rompe, voglio mi sia sostituita, visto che è in licenza.ma se con la console voglio farci un portasaponetta, LO FACCIO visto che è MIA.ora questi signori mi dicono che è mia ma NON posso farci quello che vogliono.che vengano a casa a impedirmelo, allora.e qual'è il limite?cosa differenzia una ps-portasaponetta da una ps-abatjour da una ps-moddata?come diavolo fanno a dire "questo è legale, questo è legale, questo NO"?
        ciò non toglie che la sentenza è inquietante.no, è una inquietante sentenza-cazzata.i soldi a pioggia devono aver offuscato il cervello del giudice di turno.ossia, si è VENDUTO . :@OT-redazione! il codice antispam ha rotto le palle: mi da errore anche quando è giusto...OT2- due volte di fila...
        • Guybrush scrive:
          Re: Ma... e il diritto di proprietà?
          Vacci piano.Dire ad un giudice della cassazione "venduto" non è una cosa saggia.Piuttosto: ancora non hai imparato a prendere con le molle le notizie di punto informatico? Secondo il mio modesto parere dovresti prima trovare il dispositivo della sentenza, studiartelo e capire perché il giudice ha deciso in tal senso.Poi, alla luce del Diritto, esprimere la tua opinione sul giudice in questione o approfittare della ghiotta occasione per tacere.Vedi te.Guybrush
    • Pie scrive:
      Re: Ma... e il diritto di proprietà?
      Sante parole.E' come comprare un auto con le gomme good year e non poterle cambiare con le firestone.Ragazzi se continuano così, fra un pò in licenza avreo anche l'aria che respiriamo
    • Pie scrive:
      Re: Ma... e il diritto di proprietà?
      Sante parole.E' come comprare un auto con le gomme good year e non poterle cambiare con le firestone.Ragazzi se continuano così, fra un pò in licenza avreo anche l'aria che respiriamo
    • Patta scrive:
      Re: Ma... e il diritto di proprietà?

      Da' fastidio la pirateria? E allora perchè
      davanti a casa mia è pieno di ragazzotti di
      colore che mi propongono praticamente tutti gli
      ultimi
      titoli?Perché c'è qualcuno che li compra.Se sono minorenni chiama i carabinieri.
    • mucchio scrive:
      Re: Ma... e il diritto di proprietà?

      Ma la PS viene venduta. Venduta! Quel bene
      diventa mio, e se voglio modificarla, sabotarla,
      scardinarla, riadattarla a mediacenter o
      macchinetta del caffè devo poterlo fare, è un mio
      diritto.
      è questo sistema economico che sta eliminando la proprietà privata, i vecchi mangiabambini sono dei dilettanti al confronto.è sorprendente ora quanta roba c'è che la compri e non è tua
    • borg_troll scrive:
      Re: Ma... e il diritto di proprietà?
      Tu sei proprietà dello stato.Credevi di vivere in una democrazia?
      • borg_troll scrive:
        Re: Ma... e il diritto di proprietà?
        Sentivate tanto la mia mancanza da dovermi clonare?E comunque è così, in parte.Tu ERI proprietà dello Stato. Poi lo Stato ti ha venduto, come ogni cosa pubblica, al miglior offerente.E tu non puoi farci NULLA.Fattene una ragione.Visto come si fa? Dilettanti.
    • Rexos scrive:
      Re: Ma... e il diritto di proprietà?
      - Scritto da: Comet
      Ma la PS viene venduta. Venduta! Quel bene
      diventa mio, e se voglio modificarla, sabotarla,
      scardinarla, riadattarla a mediacenter o
      macchinetta del caffè devo poterlo fare, è un mio
      diritto.
      qui casca l'asinoi mod chip vengono sfruttati per guadagni illeciti, questo è sotto gli occhi di tutti, tranne di chi fa finta di non vedere
  • erminem scrive:
    PS2
    il diritto d'autore è diriitto d'autore. :-o :-o:'(:'(dovrebbere fare comme i brevetti, dopo un tot di anni di utilizzo si può modificare.
  • Guybrush scrive:
    La risposta del mercato
    Come come? Non posso disporre della console come voglio? Bene, allora la PS3 resta dov'e.Se acquisto un bene devo poterne disporre in modo pieno ed esclusivo.Non posso piu', dunque, sperare di giocare con la mia piccola collezione di giochi originali (NTSC) sulla PS3, ma piuttosto che acquistare una PS3 per ogni tipo di gioco in mio possesso (mi costerebbe tanticchia) dovro' rinunciarvi in favore di altre attivita' piu' soddisfacenti e meno costose.Complimenti a Sony: prima i CD, adesso la console, che altro ha deciso di non vendere piu'?
  • Anonimo scrive:
    Trovo il tutto contradittorio
    Premessa credo nota ai più: uno viene giudicato in base alla legge che vigeva nel momento in cui viene compiuto il fatto contestato in tribunale. In sotanza la corte d'appello, se posso capire bene, ha assolto l'imputato perchè nel 2002, anno in cui viene contestata la modifica, non vi era una norma che tutelava la playstation come rientrante nella normativa sul diritto d'autore. Nel 2003 sembra di capire che le cose sono cambiate per l'entrata in vigore di una legge che prevede esplicitamente la tutela di prodotti come la playstation. La cassazione dice che la linea conduttrice è quella della tutela del diritto d'autore, quindi anche nel 2002 la playstation è da considerarsi tutelata, ma a questo punto questa linea di pensiero della cassazione è in assoluta contraddizione con la nascita della legge. Se la playstation fosse stata già da considerarsi tutelata nel 2002 non avrebbe avuto scopo la legge del 2003.
  • Michele Montanari scrive:
    Se continua così...
    Diventerà fuorilegge anche l'opensource. Di fatto un modchip consente anche l'uso dei giochi non europei all'interno di un dispositivo europeo. E la tal legge impedisce la libera circolazione (ed utilizzo) dei software.La cina ha evitato il formato DVD forum per non pagarne le royalties, e ha fatto bene. Ormai siamo costretti a essere solo utilizzatori passivi e "castrati" nei nostri diritti dalle limitazioni di proprietà intellettuale.
    • ah ah scrive:
      Re: Se continua così...
      inventati uno standard tuo....magari open sorciopeccato che l'ogg non lo caga nessuno, l'xvid faccia ridere i polli e le varie consolle linare sono state un fiasco.se non ti sta bene hai solo da comprare, io personalmente non ho alcun problema economico a comprare roba originale.
      • ... scrive:
        Re: Se continua così...
        Aldilà del tono trolloso, l'hai detta giusta.Il mondo open source deve smetterla questa guerra ai mulini a vento. Il mercato è delle grandi corporation quali sony e queste decidono quello che si può fare o meno. Solo una cosa non possono decidere: l'ingresso di nuovi competitori nella bagarre ed è proprio quello che il mondo open source deve fare: riunirsi, creare e promuovere nel mercato degli standard solidi e certi (questo significa anche una certa limitazione alla modifica "spiccia" dei relativi sorgenti). Se si facesse una cosa simile si riuscirebbero ad avvicinare folle immense, a guadagnare un peso reale nel mercato e, passatemi il termine poco ortodosso, creare una specie di corporation dell'open source, capace realmente (tecnologicamente e soprattutto economicamente) di mettere a sedere bestie come sony.
        • /dev/null scrive:
          Re: Se continua così...
          - Scritto da: ...
          Aldilà del tono trolloso, l'hai detta giusta.E della ca##ata che l'xvid non lo caga nessuno...
      • Marco G scrive:
        Re: Se continua così...
        Chi dice che xvid fa ridere i polli? io l'ho sempre visto battere divx nei test qualitativi di doom9Anche apache è un fiasco? E Mythtv?
        • tonzie scrive:
          Re: Se continua così...
          Infatti io se posso rippo in xvid, e se cerco filmati li cerco nel formato open (mi fa solo un po' rabbia che venga dai cugini d'oltralpe, ma è un gran formato e molto più veloce da rippare rispetto al diffusissimo divx)!
      • PCI scrive:
        Re: Se continua così...
        Mi fai venir voglia di diventare comunista.
      • eh eh scrive:
        Re: Se continua così...
        Se non hai problemi nell'acquistare roba originale allora prova a pensare a chi i problemi li ha! e poi ripensa a chi i proplemi li ha! e vai a lavorare in miniera un mesetto e poi pensa a chi i problemi li ha! forse cambierai idea. (i stipendi alti li hanno solo chi comanda)
      • tartaro scrive:
        Re: Se continua così...
        - Scritto da: ah ah
        inventati uno standard tuo....magari open sorcio

        peccato che l'ogg non lo caga nessuno, più o meno: prendi 10 giochi per pc a caso, e se hanno una colonna sonora guarda in che formato è la musica...su ogg non c'è da pagare la gabella quindi è più usato di quanto sembri
    • Genio scrive:
      Re: Se continua così...
      Utilizzatori passivi??? Evita di comprare aggeggi che sai bene siano "castrati", invece che lamentarsi dopo...o forse ti riferisci agli utilizzatori passivi e rimbecilliti che non riescono a fare a meno del videogioco di turno, della console ultima generazione, dell'album di zucchero piratato, dell'ultimo film appena uscito scaricato! Se vuoi qualcosa compralo come fanno gli adulti, se non la vuoi pensa ad altro..invece che frignare come un bambino...non te l'ha prescritto il medico di avere per forza DVD, la ps3, il cd d'er piotta etc.etc.
  • SESSO scrive:
    OTTIMA NOTIZIA
    almeno ci saranno meno ragazzini celebrolesi che passano il loro tempo libero dietro videogame stupidi e violenti.Piu' e' difficile copiare i videogiochi, meno scelta avranno gli utenti di rimbambirsi e la societs' ne giovera' di sicuro.Meno Pirateria = Maggiori Guadagni Stato = Meno Tassefosse per me meterei l'iva sui videogiochi al 35% e quella di libri e dvd al 5%.
    • nome cognome scrive:
      Re: OTTIMA NOTIZIA
      - Scritto da: SESSO
      almeno ci saranno meno ragazzini celebrolesi che
      passano il loro tempo libero dietro videogame
      stupidi e
      violenti.potranno sempre comprarli
      Piu' e' difficile copiare i videogiochi, meno
      scelta avranno gli utenti di rimbambirsi e la
      societs' ne giovera' di
      sicuro.Evviva! Potranno sempre godere delle attuali alternative che la nostra bellissima società propone: alcol e droga.
      Meno Pirateria = Maggiori Guadagni Stato = Meno
      TasseSpero tanto che il tuo commento sia ironico
      fosse per me meterei l'iva sui videogiochi al 35%
      e quella di libri e dvd al
      5%.Per i libri sono totalmente daccordo. Per i dvd no.Per i videogiochi nemmeno.
    • TNT scrive:
      Re: OTTIMA NOTIZIA
      - Scritto da: SESSO
      almeno ci saranno meno ragazzini celebrolesi che
      passano il loro tempo libero dietro videogame
      stupidiSi dice "cerebrolesi"... senti chi parla di stupidita' e tempo buttato... (rotfl)
      • anondeliver s scrive:
        Re: OTTIMA NOTIZIA
        eh sì,ora le tasse dipendono dai videogiochi...tutti i giorni Prodi lì a strapparsi i capelli pensando a Final Fantasy messo in vendita liberamente...e che dire di Padoa Schioppa! tutte le notte sogna Resident Evil e si sveglia gridando NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!
        • Manuel scrive:
          Re: OTTIMA NOTIZIA
          - Scritto da: anondeliver s
          eh sì,ora le tasse dipendono dai videogiochi...
          tutti i giorni Prodi lì a strapparsi i capelli
          pensando a Final Fantasy messo in vendita
          liberamente...
          e che dire di Padoa Schioppa! tutte le notte
          sogna Resident Evil e si sveglia gridando
          NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!LooooL
    • julio iglesias scrive:
      Re: OTTIMA NOTIZIA
      fosse per te si riaprirebbero pure i campi di concentramento.
    • Manuel scrive:
      Re: OTTIMA NOTIZIA
      - Scritto da: SESSO
      almeno ci saranno meno ragazzini celebrolesi che
      passano il loro tempo libero dietro videogame
      stupidi e
      violenti.
      u.u mah...io nn so...ancora con ste cazzate
      Piu' e' difficile copiare i videogiochi, meno
      scelta avranno gli utenti di rimbambirsi e la
      societs' ne giovera' di
      sicuro.
      cioè tu pensi che adesso diventi più difficile copiare i giochi e che essi rimbambiscano?oddio spero ce ne sia poca di gente come te...
      Meno Pirateria = Maggiori Guadagni Stato = Meno
      TasseNO questa poi:ma ti rendi condo di quello che scrivi??? vai a dormire che è meglio...

      fosse per me meterei l'iva sui videogiochi al 35%
      e quella di libri e dvd al
      5%.si e potresti mettertela anche da qualche altra parte...
    • Sky scrive:
      Re: OTTIMA NOTIZIA
      - Scritto da: SESSO
      almeno ci saranno meno ragazzini celebrolesi che
      passano il loro tempo libero dietro videogame
      stupidi e
      violenti.Ma almeno, prima di parlare, hai mai visto almeno UN videogioco o dai solo retta a quello che senti x radio e/o TV?
      Piu' e' difficile copiare i videogiochi, meno
      scelta avranno gli utenti di rimbambirsi e la
      societs' ne giovera' di
      sicuro.Dici? C'é sempre il mercato dell'usato (sai cos'é eBay???) e lo scambio...

      Meno Pirateria = Maggiori Guadagni Stato = Meno
      TasseNo comment!
      fosse per me meterei l'iva sui videogiochi al 35%
      e quella di libri e dvd al
      5%.Ma abbassiamo l'IVA sui generi di 1a necessità, và!
    • pippopluto scrive:
      Re: OTTIMA NOTIZIA
      - Scritto da: SESSO
      almeno ci saranno meno ragazzini celebrolesi che
      passano il loro tempo libero dietro videogame
      stupidi e
      violenti.

      Piu' e' difficile copiare i videogiochi, meno
      scelta avranno gli utenti di rimbambirsi e la
      societs' ne giovera' di
      sicuro.

      Meno Pirateria = Maggiori Guadagni Stato = Meno
      Tasse

      fosse per me meterei l'iva sui videogiochi al 35%
      e quella di libri e dvd al
      5%.per fortuna che sei solo un pirla allora, altrimenti saremmo messi peggio di come siamo...
    • Demistificatore scrive:
      Re: OTTIMA NOTIZIA
      Mah, temo invece che aumenti la delinquenza minorile...per comprarsi il giochino a 60 se il genitore accondiscendente (vabbè che in ITA taluni genitori sono + dementi dei loro stessi figli..) non sgancia i dindi e il pargolo NON può assolutamente sfigurare con i compagnetti di classe....sia mai!Dai scherzi a parte è la volta buona che la si smette con ste minchiate di consolle!!!!!ALE'
      • Asvero Panciatici scrive:
        Re: OTTIMA NOTIZIA
        Scherzi a parte una S@g@! alle basi della delinquenza minorile c'è spesso la competizione sociale e la conseguente necessità di risorse economiche spropositate per un ragazzino. Certo non sono solo i videogames a creare questa situazione, c'è sopratutto l'abbigilamento e le spese per la vita sociale. Ma il meccanismo è sempre lo stesso: "DEVO avere questo e quello, altrimenti sono fuori"
      • Sky scrive:
        Re: OTTIMA NOTIZIA
        - Scritto da: Demistificatore
        Mah, temo invece che aumenti la delinquenza
        minorile...per comprarsi il giochino a 60 se il
        genitore accondiscendente (vabbè che in ITA
        taluni genitori sono + dementi dei loro stessi
        figli..) non sgancia i dindi e il pargolo NON può
        assolutamente sfigurare con i compagnetti di
        classe....sia
        mai!Già, già... Perchè i ragazzini ora sono in competizione per un viogioco, vero?!? Oppure lo sono su TUTTO? Abbigliamento, cellulare, ragazze, e perfine quelle odiose macchinine 50 nelle quali i premurosi genitori acconsentono anche a far installare impianti audio che costato quanto la macchinina stessa? Ma certo, i videogiochi sono la rovina dei giovani... Qualche tempo fa era internet, domani cosa metteremo al rogo? Ma fatemi il piacere!
        Dai scherzi a parte è la volta buona che la si
        smette con ste minchiate di
        consolle!!!!!
        Si scrive "Console"... E quando invece la smetteremo di dire minchiate?!?
    • anonimo01 scrive:
      Re: OTTIMA NOTIZIA
      - Scritto da: SESSO
      almeno ci saranno meno ragazzini celebrolesi che
      passano il loro tempo libero dietro videogame
      stupidi e
      violenti.

      Piu' e' difficile copiare i videogiochi, meno
      scelta avranno gli utenti di rimbambirsi e la
      societs' ne giovera' di
      sicuro.

      Meno Pirateria = Maggiori Guadagni Stato = Meno
      Tasse

      fosse per me meterei l'iva sui videogiochi al 35%
      e quella di libri e dvd al
      5%.la droga fa male.quella merda ti uccide, cerca di smettere...
    • Marco scrive:
      Re: OTTIMA NOTIZIA

      Meno Pirateria = Maggiori Guadagni Stato = Meno
      TasseNon credo che le tasse dipendano così tanto dalla pirateria informatica...

      fosse per me meterei l'iva sui videogiochi al 35%
      e quella di libri e dvd al
      5%.Su questo concordo, di sicuro farebbe bene alla cultura generale.
    • Capoccione scrive:
      Re: OTTIMA NOTIZIA
      I ragazzini continueranno a rimbecillirsi davanti allo schermo, ma ora i genitori dovranno indebitarsi ancora di più per potersi permettere giochi che costano tanto quanto il loro peso in oro !
    • gff scrive:
      Re: OTTIMA NOTIZIA
      Una premessa: sui libri l'iva è assolta all'origine (di fatto, per il consumatore, è allo 0%).L'equazione:Meno Pirateria = Maggiori Guadagni Stato = Meno Tasseè stirata a dismisura... davvero lei crede che le tasse così alte siano causate dalla pirateria??? E davvero crede che la riduzione della pirateria porterebbe ad una riduzione della pressione fiscale?
    • il_gianK' scrive:
      Re: OTTIMA NOTIZIA
      Beh a me fanno più paura queste parole bigotte.Le tentazioni sono sempre esistite e i fattori di rischio anche. Personalmente non credo che un videogioco possa essere più pericoloso di una trasmissione televisiva, un film o un libro... d'altra parte il "bovarismo" è stato postulizzato nel millennio scorso!Una società sana è una società in cui l'individuo gode di libero arbitrio, compreso quello di giocare ai videogiochi... se si tratta di ragazzini, poi, è sottinteso che essi debbano avere una famiglia alle spalle che sia capace (e che abbia la voglia) di educare e controllare ciò che il figlio fa. Se su un videogioco c'è scritto "scene di violenza. consigliato ad un pubblico maturo" o "+18", come sulle riviste porno, i genitori hanno la responsabilità di ovviare l'acquisto. Se il gioco viene scaricato dalla rete, magari illegalmente, sta al genitore limitare l'uso delle tecnologie che un minorenne può utilizzare impropriamente. Se poi alcune famiglie pensano che tv e videogiochi siano babysitter digitali, questo rimane un problema di coscienza loro e comunque sarebbe imputabile a loro la colpa.Ritornando in topic: Non credo che limitare la vendita di chip modificati sia una scelta giusta, tanto meno la reputo risolutiva per il problema della pirateria. i modchip permettono di utilizzare giochi di altre nazioni (originali e regolarmente acquistati), allungano la vita ai supporti originali permettendo l'uso dei backup; come ogni cosa, possono essere utilizzati in maniera illegale permettendo l'uso di software non regolarmente acquistato.D'altra parte anche una macchina regolarmente acquistata può essere usata per fare una rapina; una sigaretta per rollare uno spinello; un martello per uccidere un uomo. Tuttavia non mi pare che l'acquisto di tali beni sia stato inibito.L'errore di fondo di chi ha giudicato la vicenda è stato quello di confondere l'oggetto con il reato e questa è una sconfitta per il buon nome della legge italiana. Personalmente non so se è meglio ipotizzare che la Cassazione sia incappata in un pregiudizio... cosa grave per un organo giudicante che dovrebbe garantire imparzialità. Oppure se essere indotto a credere che i poteri forti, magari inconsciamente, godano di maggiore tutela rispetto ai cittadini.In entrambi i casi ci sarebbe da piangere.CiauZ- Scritto da: SESSO
      almeno ci saranno meno ragazzini celebrolesi che
      passano il loro tempo libero dietro videogame
      stupidi e
      violenti.

      Piu' e' difficile copiare i videogiochi, meno
      scelta avranno gli utenti di rimbambirsi e la
      societs' ne giovera' di
      sicuro.

      Meno Pirateria = Maggiori Guadagni Stato = Meno
      Tasse

      fosse per me meterei l'iva sui videogiochi al 35%
      e quella di libri e dvd al
      5%.
  • complimenti scrive:
    bravi
    l'ennesima porcata all'italiana.
  • CHKDSK scrive:
    Regalo alle Lobby castra-consolle
    E' l'ennesimo passo per dare campo libero alle solite lobby riguardo il bloccare la fruibilità delle consolle!Non esiste che io mi compro una consolle con potenzialità 100 e ti va a 50 come funzionalità! Lo trovo assurdo e immorale. Se io mi voglio fare un mediacenter perchè non posso? L'hardware una volta comprato è MIO e ci faccio quel che mi pare! Mica lo si prende in comodato d'uso o a noleggio!
    • Sgabbio scrive:
      Re: Regalo alle Lobby castra-consolle
      Quindi io in teoria non potrei procurarmi e farmi modificare la console per eludere i codici regionali ?
      • skywalker scrive:
        Re: Regalo alle Lobby castra-consolle
        - Scritto da: Sgabbio
        Quindi io in teoria non potrei procurarmi e farmi
        modificare la console per eludere i codici
        regionali
        ?L'unica cosa che impedisce di modificare i codici regionali è la licenza del sistema di decodifica/DRM. Ma se tu sei l'acquirente non hai mai sottoscritto quel contratto e puoi tranquillamente rimuovere i codici regionali (che non sono un sistema anticopia). Solo che lo devi fare tu, non può farlo philips o samsung, perché loro hanno firmato l'accordo.Tra l'altro mi chiedo come si concilino i Region Code con il libero mercato. WTO? Ci sei solo se voglio scritto sulle etichette se ci sono o non ci sono OGM? Qui che c'è un sistema palesemente protezionistico e che limita il libero mercato? E facciamo i Global, per una volta!
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Regalo alle Lobby castra-consolle
          contenuto non disponibile
          • Sgabbio scrive:
            Re: Regalo alle Lobby castra-consolle
            Vero, però non è documentato nelle istruzzioni, ma devi cercare in giro per saperlo :D
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Regalo alle Lobby castra-consolle
            contenuto non disponibile
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Regalo alle Lobby castra-consolle
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Infatti la stragrande maggioranza dei lettori DVD
            ha un menù 'nascosto' o una una sequenza di
            comandi 'sfuggita al produttore' che permette
            all'utente finale di sbloccare la
            regione.Quelli Sony hanno bisogno di un telecomando speciale (o di uno programmabile programmato con quei codici)
    • Froggy scrive:
      Re: Regalo alle Lobby castra-consolle

      Se io mi voglio fare
      un mediacenter perchè non posso?Perchè se tutti ne avessero realmente fatto solo dei mediacenter la Sony non avrebbe avuto motivo di procedere.
      • julio iglesias scrive:
        Re: Regalo alle Lobby castra-consolle
        pensateci un attimo.La soni vende miliardi di consolle. Che gliene frega a loro se i giochi poi non li comprano. Quindi ci guadagna, e si para pure il culo con queste azioni legali-farsa!Secondo voi quante playstation, e ps2 sarebbero state vendute in italia o altrove senza i modchip?
        • Risposta al commento scrive:
          Re: Regalo alle Lobby castra-consolle
          - Scritto da: julio iglesias
          pensateci un attimo.
          La soni vende miliardi di consolle. Che gliene
          frega a loro se i giochi poi non li comprano.
          Quindi ci guadagna, e si para pure il culo con
          queste azioni
          legali-farsa!
          Secondo voi quante playstation, e ps2 sarebbero
          state vendute in italia o altrove senza i
          modchip?Sono d'accordo. Io non avrei comprato, per esempio, la x-box se non fosse stato possibile modificarla. Un pensierino sulla PS lo avevo gia fatto, per Natale, ma se non è modificabile non la compro, punto. Una volta acquistato, il prodotto è mio e ne dispongo come mi pare e piace. In ogni caso la legge si è scagliata contro il venditore dei mod-chip non contro i consumatori. Ci mancherebbe solo questo.
        • tonzie scrive:
          Re: Regalo alle Lobby castra-consolle
          Uhm diciamo che la sony produce essa stessa dei videogiochi per cui se tutti o quasi li piratano ci guadagna poco, però secondo me è tutta una bufala; la sony deve farsi vedere forte contro la pirateria alle altre case produttrici di videogiochi perché così pensano: se è difficile piratare giochi per PS3/accedere ai modchip allora potremmo fare giochi esclusivi per sony (anche se non va poi benissimo, almeno ne vendiamo a vagonate); mentre l'interesse reale della sony è più rivolto ad un alto nuemro di vendita delle console, anche a costo di rimetterci! Il motivo sta tutto dietro al Blue Ray: se Sony riesce a piazzare un gran numero di blue ray disk nelle case delle famiglie l'HD-dvd è bello che morto e Sony camperà i prossimi anni su ciò che sta seminando e seminerà con le PS3!Cmq sia se non lo relaizza uno italiano il modchip lo fa qualcun altro (quindi è tutta fuffa)! Così come stabilire che io non posso giocare a giochi di importazione, o che non posso trasformare la play in un MC!
        • R. Molinas scrive:
          Re: Regalo alle Lobby castra-consolle
          - Scritto da: julio iglesias
          pensateci un attimo.
          La soni vende miliardi di consolle. Che gliene
          frega a loro se i giochi poi non li comprano.Gliene frega perche' guadagnano una percentuale anche dai giochi venduti e soprattutto perche' se i produttori di giochi non guadagnano, smettono di fare giochi per PS. Ne consegue che il catalogo dei titoli disponibile si impoverisce, come conseguenza la PS diventa meno appetibile e anche Sony vende meno console.Ovviamente e' vero anche che la possibilita' di far funzionare copie pirata, incentiva l'acquisto di una console, ma se circolassero solo copie pirata, una simile console sarebbe un insuccesso commerciale per produttore dei giochi e quindi alla lunga anche per il produttore dell'hardware. Questi, privato della fiducia dei suoi fornitori di software, si ritroverebbe senza novita' di rilievo, i programmatori preferirebbero distribuire i loro giochi nei formati di console che proteggono i loro codici. Sony deve quindi lottare per contenere la pirateria, perche' e' coinvolta nella perdita e mette in gioco la propria fiducia nella piattaforma. In buona sostanza Sony deve rispondere a due clienti, ai giocatori, vendendo molte console, e ai produttori di giochi, offrendo loro una piattaforma che limiti la pirateria.
        • Patta scrive:
          Re: Regalo alle Lobby castra-consolle
          - Scritto da: julio iglesias
          pensateci un attimo.
          La soni vende miliardi di consolle. Che gliene
          frega a loro se i giochi poi non li comprano.Vendono la PS3 sottocosto e ci guadagnano sui giochi.Esattamente come per la XBOX360.Esattamente come per le stampanti, dove il guadagno è sulle ricariche e non sulla stampante.
    • R. Molinas scrive:
      Re: Regalo alle Lobby castra-consolle
      - Scritto da: CHKDSK
      E' l'ennesimo passo per dare campo libero alle
      solite lobby riguardo il bloccare la fruibilità
      delle consolle!

      Non esiste che io mi compro una consolle con
      potenzialità 100 e ti va a 50 come funzionalità!
      Lo trovo assurdo e immorale.Non comprare.
Chiudi i commenti