Future Decoded 2015, in diretta da Roma

Il CEO Satya Nadella sul palco per raccontare il futuro della nuova Microsoft. Parole d'ordine: cloud, mobility e ovviamente Windows
Il CEO Satya Nadella sul palco per raccontare il futuro della nuova Microsoft. Parole d'ordine: cloud, mobility e ovviamente Windows

Roma – Per la prima volta Satya Nadella parlerà al pubblico italiano: il CEO di Microsoft Corp salirà sul palco di Future Decoded 2015 , conferenza organizzata nella Capitale, per spiegare la visione del futuro secondo il nuovo mantra della sua azienda tutto centrato su cloud e mobility.

L’agenda di oggi sarà fitta di impegni: la diretta partirà alle 9:30 con in primi interventi, e Nadella è atteso sul palco dopo le 10:30. Potrete seguire in diretta su Punto Informatico l’intera giornata, con streaming e live blogging dall’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Il Live Blogging partirà alle 9:30

10:00 – Scusate il ritardo, il WiFi in sala faceva i capricci e non riuscivamo a collegarci. Siamo in diretta dalla sala Sinopoli dell’Auditorium di Roma, al momento sul palco c’è Engineering che sta spiegando la propria esperienza con la nuova offerta cloud di Microsoft.

10:05 – Engineering sta raccontando la propria personale trasformazione in azienda in grado di fornire servizi IaaS e SaaS su Cloud, grazie anche alla nuvola di Microsoft: Azure.

10:11 – È tornato Fabio Santini sul palco che sta spiegando il ruolo della cloud, ad esempio, nella distribuzione di Windows 10 a 120 milioni di PC negli ultimi mesi.

10:13 – Sul palco ora Maurizio Riva di Intel che racconta i cambiamenti avvenuti in seno al chipmaker rispetto ai cambiamenti avvenuti in questi ultimi anni nell’IT.

10:14 – Ovviamente Intel cita la legge di Moore per raccontare l’innovazione.

10:14 – Ancora Santini sul palco: ora si parla dell’annuncio della partnership tra Microsoft e Red Hat per l’adozione della distro Linux sul cloud Azure.

10:29 – Scusate, ancora qualche problema col WiFi. Ora siamo passati a una demo di Continuum su Windows 10 Mobile, con app esempio che sfruttano il telefono collegato a schermo, tastiera e mouse per lavorare sfruttando lo smartphone come un vero e proprio PC.

10:31 – Lo sviluppo delle app per Continuum segue le stesse logiche delle app PC: in più si sfruttano i trigger con XAML per pilotare al meglio le interfacce.

10:33 – La demo sul palco mostra un’app interattiva utile a raccontare le fiabe su due schermi: sul telefono il genitore ha il testo della storia e il controllo dello sviluppo della trama, sullo schermo esterno i figli possono vedere le animazioni.

10:35 – Ora si parla di domotica: si combina Windows 10 IoT core con Windows 10 mobile, usando la stessa app che opera a seconda del contesto come gateway o come client.

10:38 – L’app parte sul telefono con una interfaccia adatta allo schermo dello smartphone. Ma se si lancia la stessa app sul PC tramite Continuum l’interfaccia cambia completamente e mostra la planimetria dell’appartamento controllato dalla app.

10:40 – L’app mostrata ora trasforma lo smartphone in second screen: sullo schermo del PC (o la TV se si sfrutta una Xbox) si seguono i video, sullo schermo del telefono si sceglie quale video guardare e si controlla la playlist.

10:44 – L’app può essere lanciata anche sullo schermo principale: si trasforma in questo caso in un media-player adatto a seguire videocorsi e webserie.

10:44 – L’ultima demo è di un’app per il fotoritocco: collegata allo schermo esterno mostra un’interfaccia rich per l’editing, con tutti gli strumenti comuni per un’app desktop.

10:51 – Ora sul palco Carlo Purassanta, AD di Microsoft Italia: sarà lui a introdurre Satya Nadella, atteso a breve.

10:54 – Lo speech di Purassanta è anticipato da un video che illustra le attività che Microsoft Italia ha in corso con giovani, aziende, PA e startup.

10:55 – Ora l’AD sta spiegando che per innovare è necessaria creatività e disciplina: servono entrambe per creare nuovi prodotti, nuovi modelli, nuovo sviluppo.

10:56 – Purassanta ribadisce quanto detto nel video: in questo Future Decoded, Microsoft ha voluto riunire assieme tutte le forze con cui entra in contatto nel suo ecosistema, dai giovani alla pubblica amministrazione, dalle startup alle grandi imprese.

10:58 – Lo sforzo di Microsoft parte dalle università, dove ha aiutato 250mila studenti ad arricchire il loro curriculum scolastico. Si passa poi alle startup, alle PMI fino ai pesi massimi dell’industria: a tutti Microsoft sta raccontando l’innovazione e il cambiamento del cloud.

11:00 – 20mila partner in Italia per Microsoft.

11:01 – 3.600 startup con cui Microsoft è entrata in contatto in questi anni: ora l’azienda lancia, assieme a Cariplo e altri partner, un programma che si affianca a Dreamspark per spingere le startup più promettenti in Italia e all’estero fornendogli competenze marketing, digital e gestione del personale. Naturalmente ci sarà un programma anche per aiutare le startup a reperire fondi per lo sviluppo.

11:02 – Il nuovo programma si chiama GrowITup: www.growitup.it

11:04 – Ci siamo, Purassanta sta presentando Nadella: a momenti sul palco.

11:05 – Lo speeech di Nadella è intitolato “Bold ambitions”.

11:05 – La missione di Microsoft, dice Nadella, è di offrire a tutte le aziende e le persone in tutto il mondo gli strumenti per svolgere il loro lavoro e coltivare i loro interessi.

11:07 – Mobile first, Cloud first: campeggia questa scritta sullo sfondo, mentre Nadella spiega come la diffusione globale di Windows 10 consente a Microsoft di avere un impatto significativo sull’economia di tutte le nazioni raggiunte dal suo software.

11:10 – Il punto di partenza dello sforzo di Nadella è cambiare la produttività in azienda: strumenti mobile, collaborazione e business intellgence per analizzare i dati a disposizione sono i pilastri di questo sforzo.

11:15 – Tre esempi di startup che hanno utilizzato strumenti microsoft, compresa la nuvola Azure, per creare i loro servizi: le api che producono miele, un robot controllato col pensiero dai bambini lungodegenti, o un monitor cardiaco, tutti realizzati a partire da un’idea originale che sfrutta i nuovi strumenti per mettere in pratica le proprie ambizioni.

11:25 – Ci scusiamo per il live blogging a singhiozzo: il servizio WiFi ha qualche difficoltà in sala, e il nostro backup mobile si sta mostrando inefficace.

11:27 – Anche il computing personale deve cambiare: nuovi form factor e nuove interfacce, sempre più naturali, possono cambiare questo aspetto dell’informatica. Che si tratti di un tablet o degli Hololens.

11:35 – Nadella ha lasciato il palco dopo 30 minuti di un discorso interessante e che ha illustrato nel dettaglio il lavoro di Microsoft in questi mesi per cambiare il paradigma di uso e sviluppo nel mondo IT.

FINE LIVE BLOGGING

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 11 2015
Link copiato negli appunti