Gadget difettosi? No, complicati

Una singolare ricerca dell'Università Tecnica di Eindhoven conferma che molti consumatori acquistano beni hi-tech ma poi non riescono ad utilizzarli: sono complessi e richiedono troppe energie


Amsterdam – Le leggende metropolitane che hanno accompagnato il successo dell’era PC ora trovano un fondamento statistico nell’ultima ricerca effettuata dall’ Università Tecnica di Eindhoven. Secondo Elke den Ouden, responsabile del progetto, il 50% dei prodotti elettronici riconsegnati dagli acquirenti per sospetti gravi malfunzionamenti non avrebbero alcun tipo di problema .

In pratica, un numero consistente di consumatori non sarebbe in grado di far funzionare correttamente l’hardware di nuova generazione. E la colpa, sempre secondo il ricercatore olandese, non sarebbe solo ed esclusivamente da imputare all’incapacità dei consumatori ma anche alle case produttrici. Responsabili, a suo dire, di non curare troppo il design e in molti casi di fornire istruzioni troppo complicate .

Lettori MP3, sistemi home cinema, media center e tanti altri gadget si dimostrerebbero, dopo l’apertura della confezione, troppo difficili da istallare e utilizzare. I dati confermano che negli Stati Uniti il tempo massimo che un consumatore destina al set-up e alla comprensione delle funzioni di un dispositivo è di 20 minuti . Dopo di che scatta la riconsegna al negozio.

Bisogna però ricordare che il programma di restituzione statunitense è ben diverso da quello europeo. Oltreoceano si può riconsegnare il prodotto nei tempi pre-stabiliti, anche in assenza di anomalie, senza dover incorrere nel terzo grado del negoziante. In Italia, forse, ci si impegna un po’ di più proprio perché i negozianti si dimostrano sempre un po’ infastiditi dalle restituzioni e qualcuno frappone ostacoli di varia natura al diritto di recesso.

Elke den Ouden ha deciso di mettere alla prova anche un gruppo di quotati manager fornendo loro una serie di prodotti elettronici realizzati dalla Philips. Entro un weekend sarebbero dovuti riuscire a far funzionare correttamente i gadget: ebbene, nessuno dei partecipanti ha raggiunto l’obiettivo .

“La maggior parte dei problemi riguarda proprio il processo di studio del design. La prima fase di sviluppo è senza dubbio quella meno efficiente”, ha dichiarato Ouden.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mda scrive:
    Xbox 360
    "console Xbox 360 e tutela l'uso esclusivo di alcune modalità grafiche speciali che permetteranno agli utenti di avere una sensazione d'immersione dentro l'azione di un videogioco" :| Che pubblicità ma la realtà ?(rotfl)Ciao
  • Grego scrive:
    Che c'e' da esere tanto contenti?
    In tutta la storia della Microsoft (e la consocobene - lavoro nel campo IT da 27 anni)insegna che qualsiasi tecnologia nelle manidi M$ serve a FRENARE invece di accelerarelo sviluppo tecnologico, ed e' SEMPRE usatoCONTRO GLI INTERESSI DEGLI UTENTI.Gregorio Kusp.s. non voglio annoiare i lettori, ma sono prontoa scrivere anche 2000 pagine che spiegano per filoe per segno questa tesi che a molti puo' sembrareingiusta o almeno azzardata.L'unico VERO CONTRIBUTO della micr$oft alla informatica e' stato convincere gli utenti che un'apllicazione o (peggio) un sistema operativoche "si pianta" e' una cosa NORMALE (bastariavviare, no?)
    • Anonimo scrive:
      Re: Che c'e' da esere tanto contenti?
      10+ Intervento lucido e convincente, certo ne ero convinto anche io da un po' meno ( 20 anni ) cmq complimenti ancora.:-)- Scritto da: Grego
      In tutta la storia della Microsoft (e la consoco
      bene - lavoro nel campo IT da 27 anni)
      insegna che qualsiasi tecnologia nelle mani
      di M$ serve a FRENARE invece di accelerare
      lo sviluppo tecnologico, ed e' SEMPRE usato
      CONTRO GLI INTERESSI DEGLI UTENTI.

      Gregorio Kus

      p.s. non voglio annoiare i lettori, ma sono
      pronto
      a scrivere anche 2000 pagine che spiegano per filo
      e per segno questa tesi che a molti puo' sembrare
      ingiusta o almeno azzardata.

      L'unico VERO CONTRIBUTO della micr$oft alla
      informatica e' stato convincere gli utenti che
      un'apllicazione o (peggio) un sistema operativo
      che "si pianta" e' una cosa NORMALE (basta
      riavviare, no?)
    • Anonimo scrive:
      Re: Che c'e' da esere tanto contenti?
      - Scritto da: Grego
      In tutta la storia della Microsoft (e la consoco
      bene - lavoro nel campo IT da 27 anni)
      insegna che qualsiasi tecnologia nelle mani
      di M$ serve a FRENARE invece di accelerare
      lo sviluppo tecnologico, ed e' SEMPRE usato
      CONTRO GLI INTERESSI DEGLI UTENTI.

      Gregorio Kus

      p.s. non voglio annoiare i lettori, ma sono
      pronto
      a scrivere anche 2000 pagine che spiegano per filo
      e per segno questa tesi che a molti puo' sembrare
      ingiusta o almeno azzardata.

      L'unico VERO CONTRIBUTO della micr$oft alla
      informatica e' stato convincere gli utenti che
      un'apllicazione o (peggio) un sistema operativo
      che "si pianta" e' una cosa NORMALE (basta
      riavviare, no?)... ed è NORMALE che per averne uno che funziona meglio lo devi ricomprare ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Che c'e' da esere tanto contenti?
        - Scritto da: Anonimo

        ... ed è NORMALE che per averne uno che funziona
        meglio lo devi ricomprare ... E secondo te noi stiamo sempre a ricompilare il kernel? Puoi sempre installare la distro che ti aggrada ed aspettare che venga fatto l'aggiornamento. Non ti pare? Ciao
  • Anonimo scrive:
    Ecco come svilire il concetto
    Il concetto di brevetto e' de sempre legato alla genialita' e alla fantasia di qualcuno che inventando qualcosa di utile e rivoluzionario cerca di tutelare l'opera del suo ingegno tramite qualche meccanismo legislativo.La legge diventa quindi un mezzo di tutela e non un fine.Condivisibile oppure no, tutto questo puo' avere un senso.Brevettare qualunque cosa "ti balzi in testa" e' l'esatto contrario del concetto: esiste una legge sui brevetti? Allora la utilizzo a mio scopo in modo vessatorio e basta. Niente vera innovazione.Il sistema dei brevetti facili implodera' su se stesso in quanto non sara' ne' controllabile ne' applicabile. Esiste un concetto di circolarita' perfetta applicabile al caso: chi di brevetto ferisce, di brevetto perisce..Gli unici che ci guadagneranno saranno gli avvocati.Mik
  • Anonimo scrive:
    Fermi tutti, IBM la batte
    prima di trollare e sparare sentenze informatevi su chi brevetta di più al mondo ed all'anno, ci sono società che fanno solo quello in attesa di chiedere le royalty a qualcuno che arriva dopo.Per adesso MS, se non sbaglio, ha solo dovuto pagare per utilizzare brevetti di altri.La mia idea sui brevetti? ben vengano se sono frutto di una ricerca e non di un'idea generica partorita in un'ora di pensiero.Inoltre farei una cosa molto semplice. Quando depositi un brevetto devi denunciare quanto ti è costato in termini di ricerca (attenzione alle tasse pero!, più spendi più guadagni), se qualcuno lo vuole utilizzare entro i tre anni paga quanto vuoi tu, dopo i tre anni al massimo paga quanto hai speso tu per la ricerca.In questo modo garantiamo il vantaggio commerciale per chi ha veramente studiato e prodottto qualcosa di innovativo (i tre anni di vantaggio), ma dopo, soprattutto se è una cosa che non ha mai usato e prodotto, anche gli altri potranno usarla a fronte di una cifra non esagerata.Come vi sembra come proposta?ciao a tutti
    • mda scrive:
      Re: Fermi tutti, IBM la batte
      - Scritto da: Anonimo
      prima di trollare e sparare sentenze informatevi
      su chi brevetta di più al mondo ed all'anno, ci
      sono società che fanno solo quello in attesa di
      chiedere le royalty a qualcuno che arriva dopo.

      Per adesso MS, se non sbaglio, ha solo dovuto
      pagare per utilizzare brevetti di altri.

      La mia idea sui brevetti? ben vengano se sono
      frutto di una ricerca e non di un'idea generica
      partorita in un'ora di pensiero.
      Inoltre farei una cosa molto semplice. Quando
      depositi un brevetto devi denunciare quanto ti è
      costato in termini di ricerca (attenzione alle
      tasse pero!, più spendi più guadagni), se
      qualcuno lo vuole utilizzare entro i tre anni
      paga quanto vuoi tu, dopo i tre anni al massimo
      paga quanto hai speso tu per la ricerca.
      In questo modo garantiamo il vantaggio
      commerciale per chi ha veramente studiato e
      prodottto qualcosa di innovativo (i tre anni di
      vantaggio), ma dopo, soprattutto se è una cosa
      che non ha mai usato e prodotto, anche gli altri
      potranno usarla a fronte di una cifra non
      esagerata.
      Come vi sembra come proposta?
      ciao a tuttiOttima idea, da sviluoppare.Però la M$ ha più brevetti come numero, la IBM più brevetti di qualità ;) .
      • Anonimo scrive:
        Re: Fermi tutti, IBM la batte
        - Scritto da: mda
        Ottima idea, da sviluoppare.
        Però la M$ ha più brevetti come numero, la IBM
        più brevetti di qualità

        ;) Non discuto della qualità, ma sui numeri sì: IBM ha più brevetti, in quantità, di M$$$$$$
        • Anonimo scrive:
          Re: Fermi tutti, IBM la batte
          Non credo che IBM brevetti solo software, c'e' un mucchio di attivita' sull'hardware e tecnologie per l'elettronica. Difficilmente si possono fare confronti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Fermi tutti, IBM la batte
            - Scritto da: Anonimo
            Non credo che IBM brevetti solo software, c'e' un
            mucchio di attivita' sull'hardware e tecnologie
            per l'elettronica. Difficilmente si possono fare
            confronti.Sul resto ne ha milioni di brevetti. Quelli esclusivamente sul sw sono comunque più numerosi di quelli M$. Anche sull'articolo è riportato questo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Fermi tutti, IBM la batte
        - Scritto da: mda

        - Scritto da: Anonimo

        prima di trollare e sparare sentenze informatevi

        su chi brevetta di più al mondo ed all'anno, ci

        sono società che fanno solo quello in attesa di

        chiedere le royalty a qualcuno che arriva dopo.



        Per adesso MS, se non sbaglio, ha solo dovuto

        pagare per utilizzare brevetti di altri.



        La mia idea sui brevetti? ben vengano se sono

        frutto di una ricerca e non di un'idea generica

        partorita in un'ora di pensiero.

        Inoltre farei una cosa molto semplice. Quando

        depositi un brevetto devi denunciare quanto ti è

        costato in termini di ricerca (attenzione alle

        tasse pero!, più spendi più guadagni), se

        qualcuno lo vuole utilizzare entro i tre anni

        paga quanto vuoi tu, dopo i tre anni al massimo

        paga quanto hai speso tu per la ricerca.

        In questo modo garantiamo il vantaggio

        commerciale per chi ha veramente studiato e

        prodottto qualcosa di innovativo (i tre anni di

        vantaggio), ma dopo, soprattutto se è una cosa

        che non ha mai usato e prodotto, anche gli altri

        potranno usarla a fronte di una cifra non

        esagerata.

        Come vi sembra come proposta?

        ciao a tutti

        Ottima idea, da sviluoppare.
        Però la M$ ha più brevetti come numero, la IBM
        più brevetti di qualità

        ;)
        .
        non hai letto l'articolo oppure sei il giornalista fumato che lo ha scritto? ;-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Fermi tutti, IBM la batte



          non hai letto l'articolo oppure sei il
          giornalista fumato che lo ha scritto? ;-)Rispondere no vero?se sei superiore non postare, punto.
  • Anonimo scrive:
    Queste sono le notizie da prima pagina
    Qui ci sono due notizie da prima pagina che invece punto-informatico ignora:http://it.openoffice.org/servlets/ReadMsg?list=utenti&msgId=2521281
  • rock and troll scrive:
    ENNESIMA DIMOSTRAZIONE DI SUPERIORITA'
    non c'e' che dire....la notizia si commenta da se! non c'e' nessuna rivoluzione piumata che puo' competere con una simile mole di brevetti!
    • MeDevil scrive:
      Re: ENNESIMA DIMOSTRAZIONE DI SUPERIORIT
      - Scritto da: rock and troll
      non c'e' che dire....la notizia si commenta da
      se!

      non c'e' nessuna rivoluzione piumata che puo'
      competere con una simile mole di brevetti!Tu piuttosto che scop*** la notte, pensi a leccare il c*** alla microsoft? non c'è che dire...ricordiamocelo tutti che brevetti = niente innovazioneSaluti, MeDevil
    • Anonimo scrive:
      Re: ENNESIMA DIMOSTRAZIONE DI SUPERIORIT
      Un po' di Svitol sul Caps Lock?
    • mda scrive:
      Re: ENNESIMA DIMOSTRAZIONE DI SUPERIORIT
      - Scritto da: rock and troll
      non c'e' che dire....la notizia si commenta da
      se!

      non c'e' nessuna rivoluzione piumata che puo'
      competere con una simile mole di brevetti!Infatti da 20 anni ancora con un sistema operativo (Win) che non funziona !!!!!!!!!!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl).
  • Anonimo scrive:
    ma che notizia è?

    Redmond (USA) - Se esistesse un premio speciale per le aziende che brevettano più tecnologie, la medaglia d'oro spetterebbe senza dubbio a Microsoft.
    Un importantissimo portfolio che deve comunque fare i conti con IBM, detentore del record assoluto. Big Blue conta su 25mila brevetti dopo cinque paragrafi si smentisce quello che si era appena scritto!o mi è sfuggito qualcosa...?
    La multinazionale fondata da Bill Gates ha infatti raggiunto l'impressionante soglia dei cinquemila brevetti registrati presso l'apposito ufficio statunitense: una cifra da capogiro.
    Il numero complessivo di brevetti firmati Microsoft ammonta a 7mila vedi sopramah
    • Anonimo scrive:
      Re: ma che notizia è?
      probabilmente dovrebbe riferirsi al numero di brevetti depositati nel 2005.IBM aveva già brevetti sul software quando microsoft non ne aveva neanche uno ... e in quei tempi,chissà perché, Bill Gates dichiarava apertamente che i brevetti erano il male assoluto ... chissà come mai ora ha cambiato idea
      • Anonimo scrive:
        Re: ma che notizia è?
        - Scritto da: Anonimo
        probabilmente dovrebbe riferirsi al numero di
        brevetti depositati nel 2005.
        IBM aveva già brevetti sul software quando
        microsoft non ne aveva neanche uno ... e in quei
        tempi,chissà perché, Bill Gates dichiarava
        apertamente che i brevetti erano il male assoluto
        ... chissà come mai ora ha cambiato ideaI brevetti sul software sono nati dopo Microsoft. Mi ricordo che negli anni 80 non era possibile brevettare algoritmi, nemmeno negli usa.Quindi IBM e Microsoft sono partite assieme nella corsa al brevetto sw.
        • Anonimo scrive:
          Re: ma che notizia è?
          probabilmente è così, ma la diatriba su os2 dunque non avveniva sulla paternità ?
        • Anonimo scrive:
          Re: ma che notizia è?
          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: Anonimo

          probabilmente dovrebbe riferirsi al numero di

          brevetti depositati nel 2005.

          IBM aveva già brevetti sul software quando

          microsoft non ne aveva neanche uno ... e in quei

          tempi,chissà perché, Bill Gates dichiarava

          apertamente che i brevetti erano il male
          assoluto

          ... chissà come mai ora ha cambiato idea

          I brevetti sul software sono nati dopo Microsoft.
          Mi ricordo che negli anni 80 non era possibile
          brevettare algoritmi, nemmeno negli usa.

          Quindi IBM e Microsoft sono partite assieme nella
          corsa al brevetto sw.non ho detto il contrario ... il fatto è che microsoft all'inizio era un'azienducola da quattro soldi, mentre IBM i soldi da investire nei brevetti li aveva già
  • Anonimo scrive:
    Ma io spero sia uno scherzo...
    Brevettare un'arena virtuale?! E che è?! Cioè io in un MIO gioco NON potrò inserire un'arena virtuale con il MIO codice, scritto ex-novo, perchè è stato brevettato il *concetto* di arena virtuale in un videogioco?!Maddaiiii!!!! Folliaaaaaaaaaaaaaa!!!Allora io domani io brevetto il concetto stesso di videogioco, e allora si che saranno cazzi!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma io spero sia uno scherzo...
      - Scritto da: Anonimo
      Brevettare un'arena virtuale?! E che è?! Cioè io
      in un MIO gioco NON potrò inserire un'arena
      virtuale con il MIO codice, scritto ex-novo,
      perchè è stato brevettato il *concetto* di arena
      virtuale in un videogioco?!

      Maddaiiii!!!! Folliaaaaaaaaaaaaaa!!!rotfl! ma dove sei vissuto fino ad oggi sul pero? mai sentito parlare dei brevetti software sulle idee che vigono in usa e che hanno provato a portare in europa? sai che esistono brevetti sul doppio click e sulla barra di avanzamento?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma io spero sia uno scherzo...
        intanto: www.nosoftwarepatents.orgpoi, sapete che microsoft in america ha brevettato il TODO ? TODO, è un tag testuale da mettere nel codice sorgente di un programma come commento e serve ad indicare ciò che manca al programma.ci rendiamo conto???io cmq, ho deciso di brevettare il fellatio.. uhm, quanto dovrei guadagnare dalle royalty ? :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma io spero sia uno scherzo...
          - Scritto da: Anonimo
          intanto: www.nosoftwarepatents.org

          poi, sapete che microsoft in america ha
          brevettato il TODO ? TODO, è un tag testuale da
          mettere nel codice sorgente di un programma come
          commento e serve ad indicare ciò che manca al
          programma.

          ci rendiamo conto???Io sì, e da allora uso il tag FWG3 che tra l'altro è pure bilingue... ve lo rilascio sotto CC ;) KaysiX
      • Xendorf scrive:
        Re: Ma io spero sia uno scherzo...
        - Scritto da: Anonimo
        sai che esistono brevetti sul
        doppio click e sulla barra di avanzamento?Quello della barra di avanzamento lo sapevo ... mi mancava quello del doppio click!Questo vuol forse dire che, facendo un solo click sono passibile di metà reato?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)... ma dove andremo a finire!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma io spero sia uno scherzo...
          - Scritto da: Xendorf

          - Scritto da: Anonimo

          sai che esistono brevetti sul

          doppio click e sulla barra di avanzamento?

          Quello della barra di avanzamento lo sapevo ...
          mi mancava quello del doppio click!

          Questo vuol forse dire che, facendo un solo click
          sono passibile di metà reato?

          (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

          ... ma dove andremo a finire!Piu' o meno, anche se dovrebbe essere il doppio click che viene usato negli orologi digitali...Qualcuno aveva presentato il brevetto per un motore a curvatura (warp), ma in questo caso l'ufficio brevetti aveva chiesto uno schema costruttivo (o prototipo non ricordo) e quindi l'hanno rifiutato.
  • Anonimo scrive:
    Brevetti Microsoft?
    In azienda brevettano anche le SCUREGGE del DRAGA perchè dicono siano particolarmente saporite tanto da poter esser brevettate.
  • Anonimo scrive:
    Mi dove tutti pagare..
    .. perche' ho brevettato i buffer overflowAHAHAHAH programmatori di tutto il mondo temete
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi dove tutti pagare..
      - Scritto da: Anonimo
      .. perche' ho brevettato i buffer overflow
      AHAHAHAH programmatori di tutto il mondo temetezitto LINARO che i buffer overflow e' un bug vecchio di anni e ormai ha solo il kernel di linuxva a chiedere risarcimento a slalman va AHAAHAHAHAH rido io adesso
      • Gusbertone scrive:
        Re: Mi dove tutti pagare..
        eh? ma tu parli la nostra lingua?
        • Anonimo scrive:
          Re: Mi dove tutti pagare..
          - Scritto da: Gusbertone
          eh? ma tu parli la nostra lingua?guardalo qua un altro linaro risvegliatoma quando lo capirete che WINDOWS è superiore in tutto a LINUXwindows è più facile, ha una migliore gui e da da VISTA in poi sarà molto più sicuro si schifoLINUXtorna a ricompilare il kernel
          • Pinguazzo scrive:
            Re: Mi dove tutti pagare..
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Gusbertone

            eh? ma tu parli la nostra lingua?

            guardalo qua un altro linaro risvegliato
            ma quando lo capirete che WINDOWS è superiore in
            tutto a LINUX

            windows è più facile, ha una migliore gui e da da
            VISTA in poi sarà molto più sicuro si schifoLINUX

            torna a ricompilare il kernelE a quanto pare da questo post Windows ha anche gli utenti più "intelligenti".(Pinguazzo che i palafittari a volte gli sembrano un po' troll...)
          • Gusbertone scrive:
            Re: Mi dove tutti pagare..

            torna a ricompilare il kernelne ho ricompilati a palate oggi, sto preparando decine di macchine per una scuola che ha deciso di sbattere windows nel cesso e che sta migrando all'open source.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi dove tutti pagare..
            - Scritto da: Anonimo
            torna a ricompilare il kernelTorna a modificare il registro troll minchiosoftaro.
          • pierpaolopezzo scrive:
            Re: Mi dove tutti pagare..
            Non per farmi gli affari tuoi, siamo anche OT oltretutto, ma leggi qui:http://www.neoseeker.com/news/story/5436/Io non sorriderei per WIndows Vista.
      • mda scrive:
        Re: Mi dove tutti pagare..
        - Scritto da: Anonimo

        zitto LINARO che i buffer overflow e' un bug
        vecchio di anni e ormai ha solo il kernel di
        linux
        Cosa ????????????????(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl).
  • Anonimo scrive:
    festeggiate, ma non in EU, qui pagate
    Niente da dire sui brevetti MS negli Stati Uniti.Qui pero' l'infame legge sui brevetti all'americananon c'e' e si spera non ci sara'. Esistono inveceleggi che definiscono in EU il corretto comportamentonella concorrenza tra imprese, cosa che MS haignorato e per la quale e' stata giustamente condannata,e non solo in EU. Ci si aspetta quindi che, oltre afesteggiare, ottemperi agli obblighi previsti dallasentenza invece di calunniare l'antitrust europeacon accuse di disonesta'.
    • Anonimo scrive:
      Re: festeggiate, ma non in EU, qui pagat
      secondo me qui in Europa si sta facendo un giochino sporco ... da un lato sembra che si voglia imporre una multa a microsoft per il suo comportamento illegale (ma tale multa non è mai effettiva, è sempre in dubbio ... non mi stupirei se alla fine non deve pagare nulla, se non hai politici) ... dall'altra invece si sta cercando di introdurre anche qui i brevetti software (tutte le iniziative in tale senso sono finanziate da microsoft)
      • mda scrive:
        Re: festeggiate, ma non in EU, qui pagat
        - Scritto da: Anonimo
        secondo me qui in Europa si sta facendo un
        giochino sporco ... da un lato sembra che si
        voglia imporre una multa a microsoft per il suo
        comportamento illegale (ma tale multa non è mai
        effettiva, è sempre in dubbio ... non mi stupirei
        se alla fine non deve pagare nulla, se non hai
        politici) ... dall'altra invece si sta cercando
        di introdurre anche qui i brevetti software
        (tutte le iniziative in tale senso sono
        finanziate da microsoft)Visto le modeste cifre (per M$ sono spiccioli) , pultroppo ! :o :o :o :o .
  • Anonimo scrive:
    Arena virtuale ?
    Se non sbaglio il concetto di arena virtuale esiste già da parecchio tempo dove ci sono giochi come call of duty dove il giocatore può osservare la partita e prenderne parte in un secondo tempo. Se non è un arena virtuale quella...
    • Anonimo scrive:
      Re: Arena virtuale ?
      - Scritto da: Anonimo
      Se non sbaglio il concetto di arena virtuale
      esiste già da parecchio tempo dove ci sono giochi
      come call of duty dove il giocatore può osservare
      la partita e prenderne parte in un secondo tempo.
      Se non è un arena virtuale quella...Almeno per Enemy Territory fecero anche di meglio, la ETTV, dove gli spettatori non occupano slot sul server.KaysiX
      • Anonimo scrive:
        Re: Arena virtuale ?
        Quake 2 .. e forse anche quake1 permetteva di assistere nell'arena ai combattimenti degli sfidanti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Arena virtuale ?
      - Scritto da: Anonimo
      Se non sbaglio il concetto di arena virtuale
      esiste già da parecchio tempo dove ci sono giochi
      come call of duty dove il giocatore può osservare
      la partita e prenderne parte in un secondo tempo.
      Se non è un arena virtuale quella...Oppure il Croquet (smalltalk). Uno dei vari problemi dei brevetti sul SW e' che conta non la data di realizzazione ma la data di registrazione. Una volta registrato, il brevetto deve anche essere difeso (e la maggior parte delle volte, specie per i brevetti assurdi) esiste un "prior art", ma le cause sono lunghe e costose, mooolto costose, e l'onere della difesa spetta a chi ha "violato" il brevetto.P.S. IIRC, se durante una causa sulla difesa di un brevetto, viene fuori che si era a conoscenza dell'esistenza del brevetto, la compensazione del danno viene moltiplicata per tre volte (3x, come coi flipper), ecco perche' viene consigliato agli "ingegñieri" negli usa di non mettersi a spulciare nei brevetti registrati...
  • Anonimo scrive:
    Solo 5mila?
    M$ festeggia solo 5mila brevetti?Ma i bug di Windows non sono di più? E quelli di Office?E' un bel po' che M$ ha varcato la soglia dei 5mila brevetti :D
Chiudi i commenti