GameSpy accusa un italiano di cracking

Il noto network americano di videogame ha diffidato un ricercatore italiano di sicurezza dal continuare a distribuire alcuni dei suoi tool e advisory, a suo dire creati e utilizzati in violazione del DMCA. Lettere e repliche


Roma – Luigi Auriemma, un giovane milanese di 22 anni appassionato di sicurezza, rischia di finire nei guai per aver creato e distribuito alcuni programmi e documenti sulla sicurezza relativi a certi prodotti di GameSpy , celebre portale americano dedicato ai videogiochi e al gaming on-line.

Con un ordine di cessazione datato 6 novembre 2003, e reso pubblico da Auriemma lo scorso mercoledì, i legali di GameSpy hanno intimato allo sviluppatore italiano di rimuovere immediatamente dal proprio sito, aluigi.altervista.org , tutti i file da loro indicati: nel documento si sostiene che tale materiale infrange le proprietà intellettuali di GameSpy e viola il DMCA , la famigerata normativa americana sul copyright che, qui in Europa, trova un forte alleato nella direttiva EUCD .

“È stato posto alla nostra attenzione – si legge nel documento legale che GameSpy ha inviato ad Auriemma e al provider italiano che ospita il suo sito – che lei ha commesso numerose violazioni di leggi statali e federali entrando illegalmente sui server di GameSpy e creando, commercializzando e distribuendo software che aggira i meccanismi crittografici che proteggono l’accesso ai server di GameSpy. In aggiunta a questo, lei ha pubblicato dei così chiamati “security advisories” che forniscono ad altri le istruzioni passo-passo per aggirare la sicurezza sui server di GameSpy”.

I legali della società americana sottolineano come alcuni di questi programmi possono causare il crash dei server di GameSpy o dare l’accesso a informazioni “confidenziali, di valore e proprietarie”, inclusa l’identità e i dati di accesso di un numero imprecisato di server di tutto il mondo connessi al network di GameSpy.

Lo studio legale afferma che Auriemma rischia, in base alle leggi americane, fino a 575.000 dollari di sanzioni penali e civili e un massimo di 5 anni di carcere .

Auriemma, con cui Punto Informatico è in contatto, si difende sostenendo che i file incriminati consistono in “proof-of-concept”, ossia “exploit dimostrativi che non permettono esecuzione di codice e hanno il solo scopo di mostrare l’esistenza e il livello di pericolosità di alcuni bug”.

GameSpy ha puntato particolarmente il dito su di un generatore di chiavi che può essere utilizzato per registrare RogerWilco, un noto programma di chat vocale dedicato a chi gioca via Internet.

“Quello che non dicono – ha spiegato Auriemma a PI – è che a me interessa solo l’algoritmo del programma, di certo non le chiavi generate visto che ci sono tantissimi key generator e seriali su Internet proprio per RogerWilco. A dimostrazione di questo, ho rilasciato solo il codice sorgente del programma: c’è molta gente che impara studiando il codice degli altri, quindi perché impedire questa cosa?”

Il ricercatore di sicurezza afferma poi che uno dei programmi finiti sotto accusa, gsinfo.zip , non ha nulla a che fare con GameSpy. “Questo la dice lunga – ha detto a PI – sull’attendibilità delle accuse di GameSpy”.

Auriemma ha poi aggiunto che tutti gli avvisi di sicurezza che riguardano GameSpy sono lì da tempo e sono apparsi su varie mailing list pubbliche che trattano di sicurezza: alcuni dei bug segnalati, fra cui uno risalente allo scorso maggio, non sarebbero ancora stati corretti.

“Questo materiale – ha chiarito il giovane sviluppatore – non è stato rilasciato da un momento all’altro (quello che in gergo si chiama “0days”): ogni volta che ho trovato un bug nei loro prodotti ho contattato ripetutamente GameSpy per metterla al corrente del problema”.

Qualche mese fa Auriemma aveva già ricevuto una lettera di diffida da GameSpy per aver fatto il reverse engineering di un algoritmo utilizzato per ottenere la lista dei server di gioco: il ricercatore afferma che era sua intenzione implementarne una versione open source che potesse funzionare anche sotto Linux. I dettagli si trovano qui .

Mark Surfas, chairman e fondatore di GameSpy, ha di recente dedicato al caso una lettera pubblicata sul proprio portale: di seguito se ne riporta una sintesi insieme ai commenti di Auriemma.


Surfas nella sua lettera, che non cita espressamente il nome del ventiduenne milanese, afferma di aver sempre apprezzato le segnalazioni di bug inviate loro “da questa persona” , tuttavia sostiene che il ricercatore italiano sarebbe andato “ben oltre il fare reverse engineering di due dei nostri prodotti, RogerWilco e GameSpy3D: ha descritto i nostri servizi di backend e ha pubblicato informazioni sulla generazione di CDkey senza farcelo sapere”.

Auriemma controbatte dicendo che “il reverse engineering è alla base della ricerca dei bug. Se non conosci il protocollo utilizzato da un’applicazione non puoi trovare bug”. Il giovane ricercatore precisa inoltre che GameSpy ha risposto alle sue e-mail solo inizialmente, dopodiché silenzio.

“L’impressione – dice Auriemma – è che le mie notifiche non fossero più gradite”.

Surfas prosegue la sua lettera affermando che i tool per “fare attacchi di forza bruta alle chiavi di RogerWilco, insieme e alla pubblicazione di hack per ottenere le CDkey di altri giochi” vanno considerate “tecniche di pirateria”. Il boss della società americana sostiene poi che pubblicare informazioni su come attaccare il network di GameSpy non è un modo etico di comportarsi.

“Non avendo argomenti reali di cui parlare – ha ribattuto Auriemma – cercano di tirare in ballo dei luoghi comuni che nulla hanno a che fare con le mie passioni. Il mio è uno studio riguardo ai vari metodi di protezione che vengono adottati dai videogiochi e durante le mie ricerche preferisco rilasciare pubblicamente il mio codice piuttosto che tenerlo a marcire sul disco. Questo tenendo ferma la volontà, da parte mia, di avvertire sempre gli interessati dei bug che scopro”.

Ma le accuse non finiscono qui. Il chairman di GameSpy afferma che il ricercatore, presentatosi come dipendente di una piccola società di sicurezza (di nome PivX, N.d.R.), avrebbe preteso da GameSpy “una parcella per le consulenze prestate”.

“Ma quelli che ci sono stati segnalati – scrive Surfas – non sono bug: sono informazioni che descrivono il funzionamento dei nostri prodotti. Quando noi abbiamo fatto presente tutto ciò alla società di sicurezza, loro hanno interrotto il proprio rapporto con questa persona e l’hanno rimossa dai loro server”.

Surfas arriva persino ad introdurre l’idea che le richieste di Auriemma fossero ricattatorie , del tipo “pagatemi o pubblico tutto”.

“Semplicemente ridicolo”, commenta Auriemma. “Ho sempre contattato GameSpy personalmente e senza mai tirare in ballo PivX. Da quest’ultima società mi sono effettivamente allontanato, ma questo dietro mia spontanea volontà e in base a ragioni che nulla hanno a che fare con GameSpy. In quanto al presunto ricatto, credo che l’accusa si commenti da sola. La loro tattica è quella di screditarmi prendendo di mira ciò che comunemente viene considerato un “brutto cattivo black-hat”, ma anche questa è ricerca. Senza reverse engineering non esisterebbero prodotti come OpenOffice, Samba, MLDonkey, eMule e tanti altri progetti utilizzati da moltissime persone in tutto il mondo”.

L’ultimatum di GameSpy termina proprio oggi, 14 novembre, e a quanto pare Auriemma seguirà l’avvertimento di GameSpy.

“La mia intenzione – ha detto a PI – è rimuovere il materiale (tranne gsinfo) entro stasera (ieri sera per chi legge, N.d.R.), tanto ormai i miei file sono ovunque su Internet. La comunità di ricercatori ha ottenuto ugualmente una vittoria, ora bisogna darsi da fare con forme di protesta migliori e capaci di sventare futuri attacchi alla libertà di ricerca e di studio fatti da certe aziende che impugnano come arma il DMCA o l’EUCD”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    usano WMA, quindi SUX
    in primo luogo usano WMAche tra i formati lossy non è certo il migliorein secondo luogo è WMA = DRMe quindi non sei libero di fare quel che ti pare con il tuo file.terzo, WMA è compresso, un bel cut sui 16 khz come su mp3, per intenderci. E allora perchè dovrei pagare così tanto?te lo sogni.un esempio sarà l'ottimo album di elisa, quihttp://www.messaggeriedigitali.it/selezione.php?barcode=3259130043204#ma io non lo prenderò certamente così.anzi, se ci sarà il copycontrol, mi dispiace carissima Elisa (ti apprezzo tantissimo! mi piace la tua musica e la tua voce, ma non fingere di saper suonare la chitarra, ti ho visto ormai 4 volte ... non fare finta!) ma se ci saranno sistemi di protezione, non ti comprerò nulla.Ho apprezzato il tuo modo di rispondere a chi ti chiede "ma lo sai che la gente masterizza il tuo disco?" e tu "... andrò a fare la cameriera". :-)Ma se ora ci metti il copycontrol ... allora no.Ma confido nel fatto che non lo farai.Ciao!--melomane
  • Anonimo scrive:
    Si sono bevuti il cervello.......
    ...ed io dovrei pagare connessione ad internet,aspettare il download dei brani,masterizzare su un supporto(che pago io) quei brani con quei prezzi!!ma sono impazziti!!!??? bah!
  • Anonimo scrive:
    Beeello! e gli artisti campano d'aria?
    non mi piace per niente questa storiaa parte che il gusto di avere un Cd, col libretto, foto ecc, dove va a finire?e poi 99 centesimi e come campano gli artisti, a fare musica per hobby e a lavorare magari al macdonalds per mantenersi, figurarsi?le cose che valgono devono mantenere un prezzo.che le major diminuiscano i loro di guadagni ma non tocchino i compensi agli artisti!
    • Anonimo scrive:
      Re: Beeello! e gli artisti campano d'aria?
      Gli artisti ....bella parola....adesso non mi venite a dire che uno come gli "articolo 31" che ha rubato una canzone ad uno sconosicuto " la mia ragzza mena" e guadgna miliardi ...sarà mica giusto ?sarà mica giusto che uno come Rober Miles per il semplice fatto che ha fatto una melodia carina abbia guadagnato + di 30 milionidi euro ... oche Ricky Martin che canta sempre la solita minestra riscaldata faccia milioni di euro e li contnui a fare per 50 anni ...Sarà mica giusto che i figli , i pronipoti e i pronipoti dei pronipoti campino a sbafo del trisavolo artista e continuino a percepire i diritti .99 centesimi non sono assolutamente poco ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Beeello! e gli artisti campano d'aria?
        - Scritto da: Anonimo
        Gli artisti ....
        bella parola....
        adesso non mi venite a dire che uno come gli
        "articolo 31" che ha rubato una canzone ad
        uno sconosicuto " la mia ragzza mena" e
        guadgna miliardi ...sarà mica giusto ?

        sarà mica giusto che uno come Rober Miles
        per il semplice fatto che ha fatto una
        melodia carina abbia guadagnato + di 30
        milionidi euro ...
        oche Ricky Martin che canta sempre la
        solita minestra riscaldata faccia milioni di
        euro e li contnui a fare per 50 anni ...

        Sarà mica giusto che i figli , i pronipoti e
        i pronipoti dei pronipoti campino a sbafo
        del trisavolo artista e continuino a
        percepire i diritti .

        99 centesimi non sono assolutamente poco ...io parlavo di artisti, non le cagate che hai nominato tuc'e' anche gente in giro che fa musica davvero!
        • avvelenato scrive:
          Re: Beeello! e gli artisti campano d'ari
          e 99centesimi a canzone sono pochi?secondo me sono troppi. 25, e che vadano tutti all'artista.ne pagherò 99 quando mi consentiranno di scaricare le canzoni direttamente in un locale. (immagino ci vogliano delle infrastrutture costose e investimenti.). E ovviamente di questi, 25 dovranno andare direttamente all'artista.
          • Anonimo scrive:
            Re: Beeello! e gli artisti campano d'ari
            - Scritto da: avvelenato
            e 99centesimi a canzone sono pochi?

            secondo me sono troppi. 25, e che vadano
            tutti all'artista.

            ne pagherò 99 quando mi consentiranno di
            scaricare le canzoni direttamente in un
            locale. (immagino ci vogliano delle
            infrastrutture costose e investimenti.). E
            ovviamente di questi, 25 dovranno andare
            direttamente all'artista.magari!all'artista non andra' un bel niente perche' la produzione e la distribuzione in rete piglieranno tutto
          • avvelenato scrive:
            Re: Beeello! e gli artisti campano d'ari
            se diventassi un artista, potrei mettere una macchinetta sparamusica con tanto di porte usb e firewire e scelta della compressione e formato (wma e aac per esempio), nonché librerie per uppare brani nei principali lettori mp3, e consentire il download diretto nel lettore a fronte di un piccolo pagamento. Peccato che in italia la SIAE lo impedisce (anche se non sei iscritto ad essa). Tuttavia sarebbe vera decentralizzazione, questa. avvelenato che vorrebbe i suoi artisti preferiti avessere più cura del suo portafoglio
          • Anonimo scrive:
            Re: Beeello! e gli artisti campano d'ari
            - Scritto da: avvelenato
            se diventassi un artista, potrei mettere una
            macchinetta sparamusica con tanto di porte
            usb e firewire e scelta della compressione e
            formato (wma e aac per esempio), nonché
            librerie per uppare brani nei principali
            lettori mp3, e consentire il download
            diretto nel lettore a fronte di un piccolo
            pagamento. Peccato che in italia la SIAE lo
            impedisce (anche se non sei iscritto ad
            essa). Tuttavia sarebbe vera
            decentralizzazione, questa.


            avvelenato che vorrebbe i suoi artisti
            preferiti avessere più cura del suo
            portafoglioricorda una cosa, come tu hai bisogno di un lavoro per vivere, anche gli artisti devono campare.se quindi vuoi che la musica prodotta includa artisti veri e non solo divetti usa e getta come britney, devi anche fare in modo che una volta che le major mangiano il troppo che rubano, anche l'artista campi.quindi al tuo posto sarei (e sono ) contento di pagare quando compro un disco perche' mantengo in vita l'artista o il gruppo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Beeello! e gli artisti campano d'aria?

          io parlavo di artisti, non le cagate che hai
          nominato tu
          c'e' anche gente in giro che fa musica
          davvero!Gli artisti validi possono benissimo campare facendo concertie campano pure bene...Ma far pagare 1 Euro per un brano che nemmno puoi suonare in un locale pubblico ...Vedere che c'è gente che ancora campa benissimo con " Volare" mi pare un po' ingiusto ...I veri artisti possono campare vendendo i Cd come fanno già adesso .. facendo i concerti e facendo i testimonai l e gli ospiti televisivi come hanno sempre fatto...fai conto che una velina prende 1 miliardo all'anno ...un vasco rossi immagino che valga qualche cos di più...se poi pretendi di essere defintio artista solo perchè fai due accordi ... o suoni il piano e nessuno ti conosce o nessuno ti organizza un concerto ... be... vai a fare un lavoro comune...anche a me piacerebbe bere buon vino e mangiare bene tuytto il gg .. ma non per questo faccio il somelier o scrivo sul gambero rosso ....Se sei un vero artista oggi ocme oggi hai mille modi di avere un buon successo economico ...Guarda l'orchestra casadei .. per esempio...Ma se pretendi di guadagnare miliarid oslo perchè hai scritto un gg un brano che ha il culo di diventare famoso scordatelo...W lo sharing ....
          • Anonimo scrive:
            Re: Beeello! e gli artisti campano d'aria?
            - Scritto da: Anonimo

            io parlavo di artisti, non le cagate che
            hai

            nominato tu

            c'e' anche gente in giro che fa musica

            davvero!

            Gli artisti validi possono benissimo campare
            facendo concerti
            e campano pure bene...

            Ma far pagare 1 Euro per un brano che nemmno
            puoi suonare in un locale pubblico ...

            Vedere che c'è gente che ancora campa
            benissimo con " Volare" mi pare un po'
            ingiusto ...
            I veri artisti possono campare vendendo i Cd
            come fanno già adesso .. facendo i concerti
            e facendo i testimonai l e gli ospiti
            televisivi come hanno sempre fatto...

            fai conto che una velina prende 1 miliardo
            all'anno ...
            un vasco rossi immagino che valga qualche
            cos di più...

            se poi pretendi di essere defintio artista
            solo perchè fai due accordi ... o suoni il
            piano e nessuno ti conosce o nessuno ti
            organizza un concerto ... be... vai a fare
            un lavoro comune...

            anche a me piacerebbe bere buon vino e
            mangiare bene tuytto il gg .. ma non per
            questo faccio il somelier o scrivo sul
            gambero rosso ....


            Se sei un vero artista oggi ocme oggi hai
            mille modi di avere un buon successo
            economico ...
            Guarda l'orchestra casadei .. per esempio...

            Ma se pretendi di guadagnare miliarid oslo
            perchè hai scritto un gg un brano che ha il
            culo di diventare famoso scordatelo...
            W lo sharing ....ma quale sharing!anche sui concerti gli artisti prendono pocoma che mentalita' che avetevi lamentate che gli stipendi sono bassi... mica gli artisti hanno il fisso!devono guadagnare con il diritto d'autore, le vendite!ma lo sapete quando sganciano le etichette discografiche?molto meno di quanto immaginiate!ma tanto, quando i guadagni sono altrui, chi se ne frega, no?poi pero' se vi si tocca gli stipendi vostri vi lamentate!certo, gli altri campano d'aria!
          • Anonimo scrive:
            Re: Beeello! e gli artisti campano d'aria?

            ma quale sharing!
            anche sui concerti gli artisti prendono poco
            ma che mentalita' che avete
            vi lamentate che gli stipendi sono bassi...
            mica gli artisti hanno il fisso!
            devono guadagnare con il diritto d'autore,
            le vendite!
            ma lo sapete quando sganciano le etichette
            discografiche?
            molto meno di quanto immaginiate!
            ma tanto, quando i guadagni sono altrui, chi
            se ne frega, no?
            poi pero' se vi si tocca gli stipendi vostri
            vi lamentate!
            certo, gli altri campano d'aria!Come al solito si fa di tutta erba un fascio ...Prima di tutto ti ricordo che pure io... anche se non faccio l'artista non prendo un fisso in quanto sono imprenditore...a parte questo ...sarà mai giusto far pagare ( seguendo il tuo parere ) + di un euro a brano quando poi te lo devi scaricare masterizzare ed inoltre mancol o puoi suonare in un locale pubblico.. come ad esempio un dee jay da disco ?Potrò pagare 0.75x 15 = 11 Euro per un CD che mi devo scaricare e masterizzare ?Tu... che dici di essere un artista ... quanto me lo vorresti fa rpagare visto che dici che con questi oprezzi fallisci ?Comunque capita ancora sovente che annualmente ci siano parecchi "artisti" che con un brano fanno miliioni di euro e negli anni sucessivi contnuano a guadangare tanti soldini ...se tu vuoi fare l'artista impegnato e non commerciale fai i tuoi conti con le tue scelte...Io li ho fatti ... e non essendo un somelie .. la buona bottiglia di vino continuo ad andarmela a comprare hehehe altra cosa... sono conscio del fatto che un artista impegnato guadagni meno dei Take That o delle lollypop .. ma che ci vuoi fare... sanno fare i loro contiQuando un gruppo di cantanti ballerini coionazzi vende ad un gruppo di ragzzette coionazze ... il cerchio si chiude e il soldo arriva...
          • Anonimo scrive:
            Re: Beeello! e gli artisti campano d'aria?
            - Scritto da: Anonimo

            ma quale sharing!

            anche sui concerti gli artisti prendono
            poco

            ma che mentalita' che avete

            vi lamentate che gli stipendi sono
            bassi...

            mica gli artisti hanno il fisso!

            devono guadagnare con il diritto d'autore,

            le vendite!

            ma lo sapete quando sganciano le etichette

            discografiche?

            molto meno di quanto immaginiate!

            ma tanto, quando i guadagni sono altrui,
            chi

            se ne frega, no?

            poi pero' se vi si tocca gli stipendi
            vostri

            vi lamentate!

            certo, gli altri campano d'aria!

            Come al solito si fa di tutta erba un fascio
            ...
            Prima di tutto ti ricordo che pure io...
            anche se non faccio l'artista non prendo un
            fisso in quanto sono imprenditore...

            a parte questo ...
            sarà mai giusto far pagare ( seguendo il tuo
            parere ) + di un euro a brano quando poi te
            lo devi scaricare masterizzare ed inoltre
            mancol o puoi suonare in un locale
            pubblico.. come ad esempio un dee jay da
            disco ?

            Potrò pagare 0.75x 15 = 11 Euro per un CD
            che mi devo scaricare e masterizzare ?

            Tu... che dici di essere un artista ...
            quanto me lo vorresti fa rpagare visto che
            dici che con questi oprezzi fallisci ?

            Comunque capita ancora sovente che
            annualmente ci siano parecchi "artisti" che
            con un brano fanno miliioni di euro e negli
            anni sucessivi contnuano a guadangare tanti
            soldini ...

            se tu vuoi fare l'artista impegnato e non
            commerciale fai i tuoi conti con le tue
            scelte...
            Io li ho fatti ... e non essendo un somelie
            .. la buona bottiglia di vino continuo ad
            andarmela a comprare hehehe

            altra cosa... sono conscio del fatto che un
            artista impegnato guadagni meno dei Take
            That o delle lollypop .. ma che ci vuoi
            fare... sanno fare i loro conti

            Quando un gruppo di cantanti ballerini
            coionazzi vende ad un gruppo di ragzzette
            coionazze ... il cerchio si chiude e il
            soldo arriva...

            non ho mai detto di essere un artista, primo, semmai conosco artisti.secondo non vedo perche' la musica (e dico musica non coglionazzi come giustamente hai sottolineato tu), si debba svalutare.la musica e' come oro, vale e va pagata.
          • avvelenato scrive:
            Re: Beeello! e gli artisti campano d'ari
            pagala tu come oro.io continuerò a pagarla quello che merita.
          • Anonimo scrive:
            Re: Beeello! e gli artisti campano d'ari
            - Scritto da: avvelenato
            pagala tu come oro.

            io continuerò a pagarla quello che merita.allora non lamentarti pero' quando le band o i cantanti che ti piacciono spariscono.tieniti la musica di seconda mano (ovvero di gente che lo fa per culo e non bravura)aspettati allora anche uno stipendio ridicolo per il lavoro che hai (o che avrai) malgrado io te ne auguri uno decente.si riceve quel che si daciao
          • avvelenato scrive:
            Re: Beeello! e gli artisti campano d'ari
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: avvelenato

            pagala tu come oro.



            io continuerò a pagarla quello che merita.

            allora non lamentarti pero' quando le band o
            i cantanti che ti piacciono spariscono.
            tieniti la musica di seconda mano (ovvero di
            gente che lo fa per culo e non bravura)
            aspettati allora anche uno stipendio
            ridicolo per il lavoro che hai (o che avrai)
            malgrado io te ne auguri uno decente.
            si riceve quel che si da
            ciaosono già spariti. eppure la pensavo come te.(forse il mio "oro" non era sufficiente.. forse invece che pagare ALLE CASE DISCOGRAFICHE oro per la musica, sarebbe MEGLIO pagare un nickelino ma ALL'ARTISTA STESSO.)==================================Modificato dall'autore il 18/11/2003 2.09.20
          • Anonimo scrive:
            Re: Beeello! e gli artisti campano d'ari
            - Scritto da: avvelenato
            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: avvelenato


            pagala tu come oro.





            io continuerò a pagarla quello che
            merita.



            allora non lamentarti pero' quando le
            band o

            i cantanti che ti piacciono spariscono.

            tieniti la musica di seconda mano (ovvero
            di

            gente che lo fa per culo e non bravura)

            aspettati allora anche uno stipendio

            ridicolo per il lavoro che hai (o che
            avrai)

            malgrado io te ne auguri uno decente.

            si riceve quel che si da

            ciao

            sono già spariti. eppure la pensavo come te.

            (forse il mio "oro" non era sufficiente..
            forse invece che pagare ALLE CASE
            DISCOGRAFICHE oro per la musica, sarebbe
            MEGLIO pagare un nickelino ma ALL'ARTISTA
            STESSO.)

            ==================================
            Modificato dall'autore il 18/11/2003 2.09.20su questo mi trovi d'accordissimo, amico.ma incoraggiando la politica dei "99 centesimi" l'artista non ne vede neanche uno perche' le case discografiche non rinunciano alle oro percentuali comunque.tu allora mi dirai "e la soluzione"?non alimentare le svendite e comprare direttamente dai cataloghi che le etichette non major gestiscono on line.le etichette medie e piccole hanno percentuali maggiori di compenso per gli artisti.se tutti si comportano cosi', le major pian piano rivedono la loro politica altrimenti AFFONDANO.risultato, le star usa e getta sparirebbero nel giro di pochi anni e si avrebbero "nuovi Pink Floyd" (per fare un esempio di una band che ha creato un filone nel rock, puoi metterci i nomi che vuoi, ma nuovi, non copie del passato o standard).;-)
          • avvelenato scrive:
            Re: Beeello! e gli artisti campano d'ari
            io penso che la soluzione sia pagare il cd solo se dall'altra parte del bancone i soldi li incassa l'artista stesso o al massimo la sua ragazza.faccio così da un bel po'; compro solo ai concerti nei quali c'è il bagattino dei dischi. E ho smesso di sentirmi in colpa.(poi vabbé qualche nais prais succulento ogni tanto me lo concedo, ma vabbé si tratta proprio di momenti e dischi particolari...!)comunque apparte gli scherzi, non sta a noi preoccuparci più di tanto di quanti soldi vanno all'artista.. voglio dire, se è fesso lui.. mi spiàce.. si deve svegliare...
          • Anonimo scrive:
            Re: Beeello! e gli artisti campano d'ari
            - Scritto da: avvelenato
            io penso che la soluzione sia pagare il cd
            solo se dall'altra parte del bancone i soldi
            li incassa l'artista stesso o al massimo la
            sua ragazza.:-P

            faccio così da un bel po'; compro solo ai
            concerti nei quali c'è il bagattino dei
            dischi. E ho smesso di sentirmi in colpa.ecco, questa e' un'altra soluzione!;-)


            (poi vabbé qualche nais prais succulento
            ogni tanto me lo concedo, ma vabbé si tratta
            proprio di momenti e dischi particolari...!)



            comunque apparte gli scherzi, non sta a noi
            preoccuparci più di tanto di quanti soldi
            vanno all'artista.. voglio dire, se è fesso
            lui.. mi spiàce.. si deve svegliare...io conosco artisti che si fanno fregare e altri che hanno scelto la via indipendente.io sono per la seconda che sta a noi compratori appoggiare!;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Beeello! e gli artisti campano d'aria?
      - Scritto da: Anonimo
      non mi piace per niente questa storia
      a parte che il gusto di avere un Cd, col
      libretto, foto ecc, dove va a finire?e poi
      99 centesimi e come campano gli artisti, a
      fare musica per hobby e a lavorare magari al
      macdonalds per mantenersi, figurarsi?ma che cazzo dici?anche se aumentassero ancora il prezzo del cd, agli artisti non arriverebbe di piùcomunque prova quihttp://www.messaggeriedigitali.it/selezione.php?barcode=3259130043204#16 brani a 0,99 cent sono comunque sulle 30mila lire.ovvero comunque 10mila lire di più del sopportabile e 15mila lire di più del giusto.
      le cose che valgono devono mantenere un
      prezzo.un prezzo, certo.ma non QUEL prezzo.
      che le major diminuiscano i loro di guadagni
      ma non tocchino i compensi agli artisti!certo, infatti, sono d'accordo.ma comunque questo che c'entra con il prezzo finale?non è una conseguenza diretta, con il discorso che stai facendo.
  • Anonimo scrive:
    IL FUTURO ANCHE IN ITALIA SARA' ITUNES
    Oggi Apple inaugura un nuovo sito, http://www.ipodrocks.com con una nuova campagna per la promozione di iPod http://www.apple.com/ipod, il player Mp3 di Apple che conquista, giorno per giorno, quote di mercato anche tra i fedelissimi Microsoft.L'uscita del software iTunes anche per Windows è la conferma dell'espansione in direzione Wintel. Non a caso Time Magazine http://www.time.com/time/2003/inventions/invmusic.html ha definito iTunes Music Store, "invezione dell'anno".Anche in Italia, come nel resto d'Europa, il futuro è iTunes.
    • Anonimo scrive:
      Re: IL FUTURO ANCHE IN ITALIA SARA' ITUNES
      anche la qualità dei brani è superiore visto che usanoAdvanced Audio Coding format (AAC)- Scritto da: Anonimo
      Oggi Apple inaugura un nuovo sito,
      http://www.ipodrocks.com con una nuova
      campagna per la promozione di iPod
      http://www.apple.com/ipod, il player Mp3 di
      Apple che conquista, giorno per giorno,
      quote di mercato anche tra i fedelissimi
      Microsoft.

      L'uscita del software iTunes anche per
      Windows è la conferma dell'espansione in
      direzione Wintel. Non a caso Time Magazine
      http://www.time.com/time/2003/inventions/invm

      Anche in Italia, come nel resto d'Europa, il
      futuro è iTunes.
    • Anonimo scrive:
      Re: IL FUTURO ANCHE IN ITALIA SARA' ITUN
      Cos'è, un messaggio promozionale? :D
      • Anonimo scrive:
        Re: IL FUTURO ANCHE IN ITALIA SARA' ITUN
        - Scritto da: Anonimo
        Cos'è, un messaggio promozionale? :Dno per il momento é la miglior soluzione che esiste in commercio...http://www.time.com/time/2003/inventions/invmusic.html8)
    • Anonimo scrive:
      Re: IL FUTURO ANCHE IN ITALIA SARA' ITUNES
      - Scritto da: Anonimo
      Oggi Apple inaugura un nuovo sito,
      http://www.ipodrocks.com con una nuova
      campagna per la promozione di iPod
      http://www.apple.com/ipod, il player Mp3 di
      Apple che conquista, giorno per giorno,
      quote di mercato anche tra i fedelissimi
      Microsoft.amico.la gente in Italia sa che non si vuol far fregare.o mi mettono l'audio in qualità lossless e il prezzo dimezzato, oppure non esiste: con il p2p ottengo il giusto e do il giusto alla musica. Compro solo quello che vale moltissimo e diffondo, se è il caso.E se mi interessa un singolo, lo scarico da qualche simpatico modaiolo.Contraccambiando con ciòc he io ho COMPRATO, ma che vale e non è musica compressa.Per inciso: non acquisto materiali protetti da copia.Eppure, io sono uno che COMPRA e non che scarica e basta.La devono finire di venirci a guardare a casa; se mi impediranno di fare quello che voglio, io non farò NIENTE e allora vedremo quanto ci guadagneremo tutti.Che siano meno avari.
  • Anonimo scrive:
    Veramente incredibile..
    Veramente incredibile.. 2000 Lire per un mp3... ma anchefosse un'avi.. 2000 Lire!..tutti matti..
    • Anonimo scrive:
      Re: Veramente incredibile..
      - Scritto da: Anonimo
      Veramente incredibile.. 2000 Lire per un
      mp3... ma anche
      fosse un'avi.. 2000 Lire!..
      Comunque non è un mp3
      • Anonimo scrive:
        Re: Veramente incredibile..
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Veramente incredibile.. 2000 Lire per un

        mp3... ma anche

        fosse un'avi.. 2000 Lire!..



        Comunque non è un mp3infatti sono i soliti odiosi wma...bleah
  • Anonimo scrive:
    messagerie and tiscali
    ho fatto un "giro" all'interno ma brani recenti o ancor meglio cd interi di artisti noti (vedasi celentano, beatles.....) non si trovano. ora la domanda è semplice: incominciare a vendere brani via internet mi sembra corretto anche se il prezzo è elevato e senza dubbio entro poche settimane (a seconda delle richieste penso) aumenterà almeno di un buon 20% se non di più visto il beneficio che l'euro ha introdotto ma se partiamo da canzoni datate per coprire "buchi" discografici allora penso che sarà ben difficile che il tutto prenda piede in italia.
    • Anonimo scrive:
      Re: messagerie and tiscali
      se vuoi musica vecchia usi canali, per ottenere la musica, vecchi...Trovati i cd in offerta nei centri commerciali costano una cavolata- Scritto da: Anonimo
      ho fatto un "giro" all'interno ma brani
      recenti o ancor meglio cd interi di artisti
      noti (vedasi celentano, beatles.....) non si
      trovano. ora la domanda è semplice:
      incominciare a vendere brani via internet mi
      sembra corretto anche se il prezzo è elevato
      e senza dubbio entro poche settimane (a
      seconda delle richieste penso) aumenterà
      almeno di un buon 20% se non di più visto il
      beneficio che l'euro ha introdotto ma se
      partiamo da canzoni datate per coprire
      "buchi" discografici allora penso che sarà
      ben difficile che il tutto prenda piede in
      italia.
  • Anonimo scrive:
    Kazaa è molto più conveniente...
    0,99 centesimi per un Mp3......Questa gente se potesse imbottigliare l'aria ce la venderebbe a caro prezzo....Sabotiamoli..........8)
  • Anonimo scrive:
    0.99? per un mp3?
    TENETEVELI voi, io mi tengo i miei soldi. Ma scherziamo? un mp3 fa cagare, e vale si e no 20 centesimi. Qunado proporranno ape e flac (ammesso che i loro server abbiano tanto spazio) ne riparleremo, ovviamente con una aggiustatina al prezzo (50 cent sono fin troppo)
    • Anonimo scrive:
      Re: 0.99? per un mp3?
      - Scritto da: Anonimo
      TENETEVELI voi, io mi tengo i miei soldi. Ma
      scherziamo? un mp3 fa cagare, e vale si e
      no 20 centesimi. Qunado proporranno ape e
      flac (ammesso che i loro server abbiano
      tanto spazio) ne riparleremo, ovviamente con
      una aggiustatina al prezzo (50 cent sono fin
      troppo)Dove hai letto che vendono mp3?
      • Anonimo scrive:
        Re: 0.99? per un mp3?

        Dove hai letto che vendono mp3?Ma si può? neanche fosse un .WAV ti rubano 2000 lire!per scaricare un brano non darei manco 50 lire!Qui si è tutti impazziti e da lungo tempo non si sa più dare alcun valore e senso al denaro!! ao!?Preferisco lo stesso un solido (e che per loro costa pur,un niente, ma qualcosa lo stesso) CD a prezzi da furtoche sborsare 2000 Lire per un solo brano da _scaricare_
    • Anonimo scrive:
      Re: 0.99? per un mp3?
      Dalle FAQ di Messaggerie Musicali Digitali:[inizio citazione]D: Quali sono i formati dei download che posso comprare?R: Il formato che trovi disponibile in Messaggerie Musicali Digitali è il Windows Media Audio (WMA). Windows è il sistema operativo più utilizzato e il Windows Media Player standard è gratuito e facile da scaricare.Il file WMA può essere riprodotto su quasi tutti i player portatili.E' un modo sicuro e legale per ottenere la musica via Internet.[fine citazione]Che vendessero file WMA era deducibile anche dalla notizia, laddove si dice che entrambe le "entità" menzionate hanno deciso di avvalersi della piattaforma Microsoft Windows Media Series 9.Giusto per onor del vero; riguardo la scelta del formato preferisco non esprimermi... ;-)M.C.
      • Anonimo scrive:
        APPLE ITUNES MUSIC STORE
        iTunes Music Store utilizza formato Advanced Audio Coding format (AAC) la tecnologia alla base del MPEG-4http://www.apple.com/itunes/store/
    • avvelenato scrive:
      Re: 0.99? per un mp3?
      condivido, anche se magari mi accontenterei di un mpc o aac ad alto bitrate.(effettivamente le spese di server sono davvero troppo elevate per poter permettersi un ape o flac a 99cents)
    • Anonimo scrive:
      Re: 0.99? per un mp3?
      Ma che cavolo dici, ma ti scarichi un mp3 a 192k e te ne stai buono, ti fai il tuo CD audio e si sente benissimo.Altrimenti passa alla AmplifonSempre a criticare, manco gli mp3 a 192k che sono come un CD- Scritto da: Anonimo
      TENETEVELI voi, io mi tengo i miei soldi. Ma
      scherziamo? un mp3 fa cagare, e vale si e
      no 20 centesimi. Qunado proporranno ape e
      flac (ammesso che i loro server abbiano
      tanto spazio) ne riparleremo, ovviamente con
      una aggiustatina al prezzo (50 cent sono fin
      troppo)
      • Anonimo scrive:
        Re: 0.99? per un mp3?
        - Scritto da: Anonimo
        Ma che cavolo dici, ma ti scarichi un mp3 a
        192k e te ne stai buono, ti fai il tuo CD
        audio e si sente benissimo.
        Altrimenti passa alla Amplifon
        Sempre a criticare, manco gli mp3 a 192k che
        sono come un CDsuppongo che tu ascolti la musica solo con la radio da cucina.
  • Anonimo scrive:
    Domandina semi-OT...
    Se acquisto legalmente un brano musicale (con DRM) e poi scopro che la qualita' del campionamento fa schifo, posso sostituirlo (cancellando l'originale) con lo stesso brano scaricato da P2P magari in formato WAV o APE oppure OGG (magari a 500k) ???I diritti d'autore li ho pagati ! ^_^
    • avvelenato scrive:
      Re: Domandina semi-OT...
      a scaricare non fai alcun reato dimostrabile.è a condividere che compi reato.(comunque è sempre consigliabile tenere l'originale acquistato. non esiste legge che vieta di avere due volte la stessa canzone sullo stesso pc)
  • Texas Wing scrive:
    Risposta di Messaggerie Musicali...
    Ecco la risposta ufficiale dei Mess. Musicali ad una precisa domanda posta da un utente:DOMANDA: so che la legge vieta di utilizzare materiale masterizzato per uso non proprio o con fini di lucro. La stessa normativa dice che è necessario che sia apposto il bollino SIAE sui supporti. Posso comprare e masterizzare dei brani da voi e poi usarli in pubblico? Se si come faccio a comprovare che sono in regola in caso di controlli? Spero possiate darmi una risposta..GrazieRISPOSTA:Assolutamente nò, i file acquistati solo ad uso privato/personale.staff.download@messaggeriemusicali.it ==================================Modificato dall'autore il 14/11/2003 17.34.31
    • Anonimo scrive:
      Re: Risposta di Messaggerie Musicali...
      Sì, ma credo che intendano la pubblica esecuzione del brano.Ma d'altra parte non è che uno se ne può stare segregato in camera sua con le finestre chiuse e le tapparelle abbassate per ascoltare la musica scaricata e pure pagata.Per esempio, se uno ascolta la musica mentre fa jogging e viene fermato dalla GdF il problema persiste.
    • Anonimo scrive:
      Re: Risposta di Messaggerie Musicali...
      vabbe se non sbaglio questo accade anke nei cd acquistati in negozio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Risposta di Messaggerie Musicali...
      - Scritto da: Texas Wing
      Ecco la risposta ufficiale dei Mess.
      Musicali ad una precisa domanda posta da un
      utente:

      DOMANDA:
      so che la legge vieta di utilizzare
      materiale masterizzato per uso non proprio o
      con fini di lucro. La stessa normativa dice
      che è necessario che sia apposto il bollino
      SIAE sui supporti. Posso comprare e
      masterizzare dei brani da voi e poi usarli
      in pubblico? Se si come faccio a comprovare
      che sono in regola in caso di controlli?
      Spero possiate darmi una risposta..
      Grazie
      RISPOSTA:
      Assolutamente nò, i file acquistati solo ad
      uso privato/personale.
      staff.download@messaggeriemusicali.it Chi ti ha risposto probabilmente non conosceva o aveva capito il problema a fondo. Certo che puoi fare le serate con dei CD masterizzati in modo legale! Per quanto riguarda i controlli della finanza hai una licenza fornita dalle messaggerie per quei file come prova dell'acquisto.Poi per la serata in pubblico ovviametne questa licenza non copre i diritti SIAE per le esibizioni in pubblico, ma neanche i CD venduti nei negozi li coprono, quelli vengono pagati a parte sull'incasso della serata.
  • Anonimo scrive:
    Disoccupazione...
    Vi ricordate le Majors? dicevano che distribuire musica via internet oppure abbassare il prezzo dei cd avrebbe rovinato il mercato portando al licenziamento di parecchie persone?Questo per giustificare la loro lotta contro il p2p.Adesso pero' che ci guadagnano vendendo via Internet, i licenziamenti non costituiscono piu' un freno alla loro coscenza!!! :| :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Disoccupazione...
      - Scritto da: Anonimo
      Adesso pero' che ci guadagnano vendendo via
      Internet, i licenziamenti non costituiscono
      piu' un freno alla loro coscenza!!! :| :|Le messaggerie musicali sono sempre strapiene di gente con o senza p2p
  • Anonimo scrive:
    Qualita' file audio
    Vorrei fare una domanda a chi ha gia' acquistato qualche canzone su messaggerie digitali.Scusate ma la qualita' audio mica e' quella che si puo' sentire nel demo dei 30 secondi? Spero di sbagliarmi perche' la qualita' del demo e' proprio penosa!!CiaoThe Heir
    • Anonimo scrive:
      Re: Qualita' file audio
      - Scritto da: Anonimo
      Vorrei fare una domanda a chi ha gia'
      acquistato qualche canzone su messaggerie
      digitali.
      Scusate ma la qualita' audio mica e' quella
      che si puo' sentire nel demo dei 30 secondi?
      Spero di sbagliarmi perche' la qualita' del
      demo e' proprio penosa!!

      Ciao

      The Heirche qualità volevi, XRCD24 bit?SACD?DVDAUDIO?ovviamente l'MP3 fa quel che può e quel che può è ben poco:-(ciaoigorps: certo attraverso le casse di un computer non è che serva molta qualità!
      • Anonimo scrive:
        Re: Qualita' file audio
        Scusa ma tu hai comprato oppure no un file su messaggerie digitali????Perche' un mp3 192 ha un suono migliore della demo dei 30 secondi che sta su quel sito e se non sbaglio non e' nemmeno indicata la qualita' della compressione del file!The Heir
  • Anonimo scrive:
    per gli utenti mac e linux
    Io ho scritto una mail di protesta al supporto tecnico di entrambi i siti.Fatelo anche voi, se siamo in tanti magari ci ascoltano.
    • Anonimo scrive:
      Re: per gli utenti mac e linux
      Ma chi se ne frega di voi? aggiornatevi e sti problemi non li avrete piu. Mac...hahahhahahahahha!!!! il miglior sistema per prenderla sempre in tasca!!
      • Anonimo scrive:
        Re: per gli utenti mac e linux
        - Scritto da: Anonimo
        Ma chi se ne frega di voi? aggiornatevi e
        sti problemi non li avrete piu.
        Mac...hahahhahahahahha!!!! il miglior
        sistema per prenderla sempre in tasca!!Ci siamo già aggiornati.Tu invece pensa ad aggiornare l'antivirus....
      • Anonimo scrive:
        Re: per gli utenti mac e linux
        - Scritto da: Anonimo
        Ma chi se ne frega di voi? aggiornatevi e
        sti problemi non li avrete piu.
        Mac...hahahhahahahahha!!!! il miglior
        sistema per prenderla sempre in tasca!!aggiornatevi....a cosa winzozz? ma per favore se desidero giocare prendo la ps2.
        • Anonimo scrive:
          Re: per gli utenti mac e linux
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Ma chi se ne frega di voi? aggiornatevi e

          sti problemi non li avrete piu.

          Mac...hahahhahahahahha!!!! il miglior

          sistema per prenderla sempre in tasca!!

          aggiornatevi....a cosa winzozz? ma per
          favore se desidero giocare prendo la ps2.per giocare la miglior console è il Nintendo GameCube affiancato da un bell'Xbox e hai tutto ciò che ti interessa, inoltre volendo sull'Xbox si può attraverso un exploit montare Linux:-)ciaoigor
    • Anonimo scrive:
      Re: per gli utenti mac e linux
      Windows Media Player sarà portato anche su Mac OS...non so se è già disponibile qualche beta pubblica... ma della news sul porting sono sicuro..
      • Anonimo scrive:
        Re: per gli utenti mac e linux
        - Scritto da: Anonimo

        Windows Media Player sarà portato anche su
        Mac OS...
        non so se è già disponibile qualche beta
        pubblica...
        ma della news sul porting sono sicuro..
        WMP esiste già su MacOS e non é beta ma release.l'ultima uscita é la versione 9...
  • Anonimo scrive:
    quante volte devo pagare la siae?
    Vorrei far notare le seguenti cose:1) compro il masterizzatore e so che una parte di questo importo andrà alla siae2) compro i cd vergini e so che una parte di questo importo va alla siae anche se ci archivio le foto del mio cane Bubu3) compro i file musicali su tiscali o messaggerie e pago la siae...Sono in regola con tutto .. ma...Dopo aver speso 9 Euro per i file scaricati,0.70 Euro per un Cd vergine 100 euro per un masterizzatore1 Euro tra carta e copertine60 euro di abbonamento ADSL mese40 minuti minimo per fare il tuttocosa succede...ho un CD del cappero .... che so già che tra 3 anni arà sminchiato ....e ho pagato la siae più volte senza motivo ...Alternativa...Pago 20 Euro in più sul mio abbonamento ADSL e scarico 200 brani come volgio io ..... e amen ...
  • Anonimo scrive:
    Ma come?!!
    Ma il big boss di una certa società che chiameremo per privacy solo T. non aveva tuonato poco tempo fa contro la dipendenza da tecnologie, brevetti e logiche commerciali straniere, tirando in ballo per prima M$?E oggi, t. ci propone il jukebox basato su WMPlayer?VERGOGNA!
  • Anonimo scrive:
    anti FUD
    qualche delucidazione:-- non esistono formati DRM a parte WindowsMedia: FALSOEsiste _almeno_ il Real.Questo e` il tipico caso in cui nessuno degli interessati si e` guardato intorno, un bel giorno un boss si e` svegliato ha detto "dobbiamo fare il negozio di musica e dobbiamo farlo subito", e hanno preso la prima tecnologia disponibile che ovviamente era quella MS.--- WM-DRM non e` aggirabile: FALSOE` gia` stato craccato da mesi/anni. Essendo in possesso della licenza regolarmente scaricata, e` possibile "estrarre" l'audio/video e ridistribuirlo in un formato standard.
    • Ekleptical scrive:
      Re: anti FUD

      -- non esistono formati DRM a parte
      WindowsMedia: FALSO
      Esiste _almeno_ il Real.E' in beta!!! Vai sul sito di Real Networks!L'hanno presentato al CES in anteprima, ma poi più nulla.E' tutto un "farà", "supporterà", ecc...E cmq funziona solo sotto Windows al momento!Quindi che cambia? Giusto per non dare i soldi a Microsoft e spendere soldi extra con Real, visto che Bill Gates ti da tutta la tecnologia gratis già con Windows Server?
      --- WM-DRM non e` aggirabile: FALSO
      E` gia` stato craccato da mesi/anni. Essendo
      in possesso della licenza regolarmente
      scaricata, e` possibile "estrarre"
      l'audio/video e ridistribuirlo in un formato
      standard.ERA stato crackato. Il sistema DRM è stato aggiornato mesi fa. Il crack non funziona più (a meno che non ne abbiano fatti di nuovi).
      • gerry scrive:
        Re: anti FUD
        - Scritto da: Ekleptical
        Quindi che cambia? Giusto per non dare i
        soldi a Microsoft e spendere soldi extra con
        Real, visto che Bill Gates ti da tutta la
        tecnologia gratis già con Windows Server?Di piuttosto "la paghi insieme a windows server" visto che non gira su nient'altro.Almeno ne facessero una versione a pagamento per unix o mac. Non è mica obbligatorio dare in giro i binari.
        • Ekleptical scrive:
          Re: anti FUD

          Di piuttosto "la paghi insieme a windows
          server" visto che non gira su nient'altro.
          Almeno ne facessero una versione a pagamento
          per unix o mac. Non è mica obbligatorio dare
          in giro i binari.Ho capito, ma hai dato un occhio ai prezzi dei Real Server per lo streaming? Ora pensa quanto può costare il DRM!!!!La versione Unix la stanno facendo, a quanto diceva PC Professionale un paio di mesi fa.
      • Anonimo scrive:
        Re: anti FUD

        Quindi che cambia? Giusto per non dare i
        soldi a Microsoft e spendere soldi extra con
        Real, visto che Bill Gates ti da tutta la
        tecnologia gratis già con Windows Server?se poi calcoli che risparmi anche 5 centesimi a transazione... un affarone...gnaz (troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: anti FUD
      le delucidazioni dattele da solo, salame.E informati prima di scrivere fesserie.
  • Anonimo scrive:
    Sito IE only
    Oltre a fornire file in un formato inutilizzabile agli utenti non M$ hanno fatto un sito inutilizzabile agli utenti non-Exploder.Per conto mio possono fallire e non li rimpiangerò di certo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sito IE only
      - Scritto da: Anonimo
      Oltre a fornire file in un formato
      inutilizzabile agli utenti non M$ hanno
      fatto un sito inutilizzabile agli utenti
      non-Exploder.Sono prove di Palladium
    • Anonimo scrive:
      Re: Sito IE only
      - Scritto da: Anonimo
      Oltre a fornire file in un formato
      inutilizzabile agli utenti non M$ hanno
      fatto un sito inutilizzabile agli utenti
      non-Exploder.

      Per conto mio possono fallire e non li
      rimpiangerò di certo.Peccato, vorra' dire che io che uso Mozilla continuero' a scaricare musica col p2p...
    • Anonimo scrive:
      Re: Sito IE only
      - Scritto da: Anonimo
      Oltre a fornire file in un formato
      inutilizzabile agli utenti non M$ hanno
      fatto un sito inutilizzabile agli utenti
      non-Exploder.

      Per conto mio possono fallire e non li
      rimpiangerò di certo.Peccato, potrebbero pagarti per ampliare la base di utenza agli utenti non m$ e che usano linx
  • Anonimo scrive:
    1 album 10 canzoni 9 euro...
    E devo pagare pure la li1nea per scaricarli, il masterizzatore, il cd vergine. Senza copertina (che stamparla comunque ha un costo)..... Insomma alla fin fine per un paio di euro di meno di quanto spenderei al negozio (tra costi veri e perdite di tempo) avrei una cosa taroccata! Legale, anche se mi resta il dubbio che dovrò tenere tutte le ricevute di ogni scarico per mostrarle alla finanza, ma taroccata!!! Alessandro M.
    • Ekleptical scrive:
      Re: 1 album 10 canzoni 9 euro...

      E devo pagare pure la li1nea per scaricarli,
      il masterizzatore, il cd vergine. Senza
      copertina (che stamparla comunque ha un
      costo)..... Ma i conti come li fai? La linea ce l'hai cmq e quel che poco che ci metti a scaricarlo si stima in pochi centesimi, se hai ancora un modem analogico vecchio stampo. Se hai una ADSL per giunta flat è virtualmente zero. Il CD vergine costa 50 centesimi se sono ladri.Il masterizzatere (non vendono più computer senza da anni) ce l'hai già e non lo compri per quello!!Altrimenti è come dire che il costo del CD in negozio va considerato come CD, più costo della benza, più il parcheggio, più il costo dell'automobile!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: 1 album 10 canzoni 9 euro...
        -
        Ma i conti come li fai? La linea ce l'hai
        cmq e quel che poco che ci metti aIn genere molto bene
        scaricarlo si stima in pochi centesimi, se
        hai ancora un modem analogico vecchioPer scaricare un 10 canzoni (30 mega come minimo) tu spendi, con analogico, pochi centesimi.... dimmi con chi hai la linea please
        stampo. Se hai una ADSL per giunta flat è
        virtualmente zero. Il CD vergine costa 50Se scarico canzoni, non posso utilizzare la linea per altre cose (lavoro) quindi e' comunque un costo (basso ma comunque quantificabile).
        centesimi se sono ladri.
        Il masterizzatere (non vendono più computer
        senza da anni) ce l'hai già e non lo compri
        per quello!!Ma lo paghi comunque... oppure dimmi che visto che e' in configurazione te lo danno allo stesso prezzo del cd-rom.Comunque mi dispiace che non hai risposto all'ultima parte della mia. Quella in cui dico che, per avere un cd *taroccato* hai pagato un prezzo, in rapporto (prezzo qualita'), "maggiore" di quello di un cd originale.Il cd e' taroccato per definizione. Se scarichi un mp3, lo standard mp3 prevede una perdita dei dati, e di conseguenza della qualità, del brano.Piu' la qualita' dell'MP3 e' buona, piu' dati devi scaricare. Per avere un brano "discreto" gia' non hai piu' i 3 MB ipotizzati all'inizio ma almeno 5 MB... e comunque ancora non hai la qualità del CD (e neppure ci sei vicino).Inoltre devi masterizzare il brano e "DIMOSTRARE", tu non altri, che quel brano lo hai acquistato... e questo ancora e' da vedere come farlo.A questo punto chiedo come fai tu i conti. Tra una cosa e l'altra, fisicamente non tirerai fuori i 18 Euro che dicevo io, ma tra costi vari, adempimenti per tua tutela, perdita di qualità etc.... ci vai molto vicino.Come ho gia' detto in altre sedi (leggi mia lettera di un paio di girono addietro) se devo sentire un CD preferisco sentirlo "acquistato" piuttosto che taroccato. Pero' non sono disposto a farmi prendere per "il naso" da chi tenta di vendermi il sole d'agosto.Alessandro
        • Anonimo scrive:
          Re: 1 album 10 canzoni 9 euro...
          C'e' molta gente che ha gia' il masterizzatore e l'adsl (con canone mensile).Per questa gente scaricarsi il cd ha costo zero (se trascuriamo l'elettricita').L'unico costo sono i 90 centesimi a canzone...Si forse e' comunque caro, visto che non c'e' il costo della produzione (il cd me lo masterizzo io, la copertina me la stampo io) e non ci sono i costi di distrubuzione classici (un server costera' di meno..) pero' un cd a 9.90e' cmq un cd a meta' prezzo e poi ci sono molti cd dove ci sono solo 3 canzoni belle in totale...quindi meglio comprare le tre canzoni online a meno di 3 euro piuttosto che comperare tutto il cd a 20 euro in negozio.
          • Anonimo scrive:
            Re: 1 album 10 canzoni 9 euro...

            e' cmq un cd a meta' prezzo e poi ci sono
            molti cd dove ci sono solo 3 canzoni belle
            in totale...quindi meglio comprare le tre
            canzoni online a meno di 3 euro piuttosto
            che comperare tutto il cd a 20 euro in
            negozio.In quest'ultima ottica hai perfettamente ragione. Personalmente, pero', preferisco comperare l'intero album. Molte volte ad una 4 o anche decimo ascolto apprezzi brani che al volo non ti erano piaciuti.... E comunque se passasse il principio, gli autori farebbero solo quei tra brani cool e fan... tutto il resto.
  • Anonimo scrive:
    NON FUNZIONA!
    :@ Ho appena acquistato un intero CD, il pagamento è andato a buon fine ma il download non funziona! ho scritto subito al supporto, ma se inizia così si mette male:s
    • Anonimo scrive:
      Re: NON FUNZIONA!
      - Scritto da: Anonimo
      :@ Ho appena acquistato un intero CD, il
      pagamento è andato a buon fine ma il
      download non funziona! ho scritto subito al
      supporto, ma se inizia così si mette male:sBeh qualche cosa funziona... non pretenderai mica che funzioni tutto al primo colpo !!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: NON FUNZIONA!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        :@ Ho appena acquistato un intero CD, il

        pagamento è andato a buon fine ma il

        download non funziona! ho scritto subito
        al

        supporto, ma se inizia così si mette
        male:s

        Beh qualche cosa funziona... non pretenderai
        mica che funzioni tutto al primo colpo !!!!!Si che lo deve pretendere
        • Anonimo scrive:
          Re: NON FUNZIONA!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          :@ Ho appena acquistato un intero CD,
          il


          pagamento è andato a buon fine ma il


          download non funziona! ho scritto
          subito

          al


          supporto, ma se inizia così si mette

          male:s



          Beh qualche cosa funziona... non
          pretenderai

          mica che funzioni tutto al primo colpo
          !!!!!

          Si che lo deve pretendereTu e l'ironia ultimamente avete litigato ?
          • Anonimo scrive:
            Re: NON FUNZIONA!
            - Scritto da: Anonimo
            Tu e l'ironia ultimamente avete litigato ?Ti assicuro che ci sono persone che lo pensano veramente quello che "ironicamente" hai scritto
    • Ekleptical scrive:
      Re: NON FUNZIONA!

      :@ Ho appena acquistato un intero CD, il
      pagamento è andato a buon fine ma il
      download non funziona! ho scritto subito al
      supporto, ma se inizia così si mette male:sA me è funzionato senza problemi!Cmq può essere che abbiano problemi iniziali
      • Anonimo scrive:
        Re: NON FUNZIONA!
        eheheh ! però, chissà com'è, sono gli scaricamenti che non vanno. Il sistema di pagamento, invece, funziona benissimo !Buonanotte,Piwi
    • Anonimo scrive:
      Re: NON FUNZIONA! Che pretendi?
      - Scritto da: Anonimo
      :@ Ho appena acquistato un intero CD, il
      pagamento è andato a buon fine ma il
      download non funziona! ho scritto subito al
      supporto, ma se inizia così si mette male:sPer solo un euro? che pure funzioni? :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Fa schifo
    Sito orribile e fatto in fretta (ieri sera?)...tanto per sbrigarsi di più e fare qualche soldo hanno deciso di fare tutto con WMP9.Immagino,se il sito è fatto cosi,quanta cura possano aver messo nei file audio.I miei soldi se li scordano
    • Anonimo scrive:
      Re: Fa schifo
      Ma se sei abituato a scaricare a scrocco da anni, quali soldi vuoi avere?- Scritto da: Anonimo
      Sito orribile e fatto in fretta (ieri
      sera?)...tanto per sbrigarsi di più e fare
      qualche soldo hanno deciso di fare tutto con
      WMP9.
      Immagino,se il sito è fatto cosi,quanta cura
      possano aver messo nei file audio.

      I miei soldi se li scordano
  • Anonimo scrive:
    Vi prego vendeteli a 1 euro
    Questa cosa di fare i prezzi a 0,999999999999999999999999999 penso sia un insulto all'intelletto umano
    • Anonimo scrive:
      Re: Vi prego vendeteli a 1 euro
      - Scritto da: Anonimo
      Questa cosa di fare i prezzi a
      0,999999999999999999999999999 penso sia un
      insulto all'intelletto umanoSe noti la maggior parte dei prodotti costa con l'ultima e/o la penultima cifra uguale a 9.E' una strategia spicologica, più che un insulto all'intelletto (anche se capisco il tuo ragionamento).Comprando qualcosa che costa 399euro anzichè 400, si dice trecento+novantanove euro anzichè quattrocento.Nel caso in questione c' è poi il fatto che l'unità di misura sono i centesimi, quindi che noi associamo a piccola cifra, mentre 1 euro è già EURO.Quindi hai ragione ma probabilmente funziona, nel senso che probabilmente venderebbero meno se li mettessero a cifra tonda.
  • Anonimo scrive:
    Devo usare Windows per forza ???
    Vengo e mi chiedo:se per caso volessi usare un sistema linux, ad esempio, questo sistema di distribuzione della musica per me sarebbe inutilizzabile..Che so, Real Media non era appetibile ?E' vero che al mondo non abbiamo tutti gli stessi diritti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Devo usare Windows per forza ???
      - Scritto da: Anonimo
      Vengo e mi chiedo:
      se per caso volessi usare un sistema linux,
      ad esempio, questo sistema di distribuzione
      della musica per me sarebbe inutilizzabile..
      Che so, Real Media non era appetibile ?Se io faccio un programma lo faccio in modo tale che possa venderlo al 99% dei potenziali clienti...mi basta e avanza.
      • Anonimo scrive:
        Re: Devo usare Windows per forza ???

        Se io faccio un programma lo faccio in modo
        tale che possa venderlo al 99% dei
        potenziali clienti...mi basta e avanza.Ma se la finissi di utilizzare tecnologie MS e abbracciassi lo standard open otterresti senza problemi il 100 %.Un grande sacrificio vero ???????????????????
        • Anonimo scrive:
          Re: Devo usare Windows per forza ???
          - Scritto da: Anonimo

          Se io faccio un programma lo faccio in
          modo

          tale che possa venderlo al 99% dei

          potenziali clienti...mi basta e avanza.

          Ma se la finissi di utilizzare tecnologie MS
          e abbracciassi lo standard open otterresti
          senza problemi il 100 %.
          Un grande sacrificio vero ???????????????????Ma non rispondergli neanche a uno che ragiona così gli dai solo soddisfazione.
      • Anonimo scrive:
        Re: Devo usare Windows per forza ???
        - Scritto da: Anonimo

        Se io faccio un programma lo faccio in modo
        tale che possa venderlo al 99% dei
        potenziali clienti...mi basta e avanza.Infatti! L' 1% non ha alcun valore :-D
      • Anonimo scrive:
        Re: Devo usare Windows per forza ???
        - Scritto da: Anonimo
        Se io faccio un programma lo faccio in modo
        tale che possa venderlo al 99% dei
        potenziali clienti...mi basta e avanza.Si certo... intanto iTunes usa il formato aperto AAC, l'encoding lo fanno per la maggior parte delle song partendo dai master a 24 bit, e quindi la qualità è molto maggiore. Ora è anche multipiattaforma, così anche chi usa... brrr... windows può usare il music store, l'iPod, ecc.Vogliamo scommettere sul tiepido successo che avranno questi miserrimi servizi?! bah
      • Anonimo scrive:
        Re: Devo usare Windows per forza ???
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Vengo e mi chiedo:

        se per caso volessi usare un sistema
        linux,

        ad esempio, questo sistema di
        distribuzione

        della musica per me sarebbe
        inutilizzabile..

        Che so, Real Media non era appetibile ?

        Se io faccio un programma lo faccio in modo
        tale che possa venderlo al 99% dei
        potenziali clienti...mi basta e avanza.ahaha il 99%???ma su questo forum le cazzate le sparate davvero grosse!!!da dove hai preso questi dati?6 una testina di vitello!!!il 99%.. ahahah..mi sa che quella e' la percentuale di neuroni che hai perso ad usare windows!!!allora facciamo cosi', dato che le jaguar son vendute ad una percentuale bassissima di persone allora chiudiamo la jaguar, d'accordo?il tuo discorso non regge..se vuoi conosco un bravo psicologo che puo' aiutarti!ah ah ah ahtony
    • Anonimo scrive:
      Re: Devo usare Windows per forza ???
      - Scritto da: Anonimo
      Vengo e mi chiedo:
      se per caso volessi usare un sistema linux,
      ad esempio, questo sistema di distribuzione
      della musica per me sarebbe inutilizzabile..
      Che so, Real Media non era appetibile ?
      E' vero che al mondo non abbiamo tutti gli
      stessi diritti.Noi che usiamo Linux mandiamo tutti una mail tipo questa alle messaggerie:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=480442Spero lo facciano tutti quelli che hanno linux e leggono questo messaggio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Devo usare Windows per forza ???
        - Scritto da: Anonimo
        Noi che usiamo Linux mandiamo tutti una mail
        tipo questa alle messaggerie:
        http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid

        Spero lo facciano tutti quelli che hanno
        linux e leggono questo messaggio.Tanto alle Messaggerie se ne fregheranno assai.........Cosa vuoi che gli freghi del 1% del mercato ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Devo usare Windows per forza ???
          - Scritto da: Anonimo

          Tanto alle Messaggerie se ne fregheranno
          assai.........

          Cosa vuoi che gli freghi del 1% del mercato
          ?Ma a te che te ne frega? (consiglio a chi non usa linux di farsi fare un bel piattino di cavoletti propri)
          • Anonimo scrive:
            Re: Devo usare Windows per forza ???
            Non hai torto, ma è la pura verità purtroppo... Non trovi? Ovvio che no...
          • Anonimo scrive:
            Re: Devo usare Windows per forza ???
            - Scritto da: Anonimo
            Non hai torto, ma è la pura verità
            purtroppo... Non trovi? Ovvio che no...No lo so benissimo che siamo una minoranza, ma quello che mi chiedo è che cavolo gliene frega a uno se della gente prova a chiedere. Tanto mica tolgono niente a chi ha windows, non vedo l'utilità della provocazione a parte un sottile piacere nel rompere le palle al prossimo.
        • HappyBlaster scrive:
          Re: Devo usare Windows per forza ???

          Cosa vuoi che gli freghi del 1% del mercato il discorso e' che gli utenti mac-linux sono tra i pochi ad avere le capacita' psichiche per usare il servizio e sono svariati milioni, lo schiavo della microsoft classico a malapena riesce a scambiare il lettore cdrom per un portabevande, figuriamoci usare una carta di credito, poi quando scopriranno che i file .wmcax non vengono eseguiti dal loro lettore mp3 (che costa come l'istruzione della maggior parte dei programmatori microsoft) esigeranno la restituzione del dinero e sfido qualunque tecnico a spiegare a un utonto i vantaggi di usare soluzioni proprietarie happy blaster (un nick, un augurio)
      • Akiro scrive:
        Re: Devo usare Windows per forza ???
        io la mando...(linux)
      • Ekleptical scrive:
        Re: Devo usare Windows per forza ???

        Noi che usiamo Linux mandiamo tutti una mail
        tipo questa alle messaggerie:
        http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid

        Spero lo facciano tutti quelli che hanno
        linux e leggono questo messaggio.E' una necessità strettamente tecnica! Non possono farci niente, anche volendo! Non esistono formati Rights Managed per Linux. Non è mica colpa loro.Le discografiche senza Rights Management non si fidano. Temono che il pezzo finisca in 5 minuti sul p2p appena uscito. Uno lo compra 1000 lo scroccano. E sappiamo tutti che non è un timore, ma una certezza. C'è poco da biasimarli.
        • gerry scrive:
          Re: Devo usare Windows per forza ???
          - Scritto da: Ekleptical
          E' una necessità strettamente tecnica! Non
          possono farci niente, anche volendo! Non
          esistono formati Rights Managed per Linux.
          Non è mica colpa loro.Forse perchè la Ms non rilascia le specifiche del DRM e nessuno le può implementare?
          Le discografiche senza Rights Management non
          si fidano. Temono che il pezzo finisca in 5
          minuti sul p2p appena uscito. Quello che non ho mai capito: ma io lo posso masterizzare chi mi impedisce di rippare quello che ho masterizzato dopo?Oppure il DRM di MS è capace di mettere delle protezioni anticopia sul CD?Perchè nel caso invece di metterci 5 minuti ce ne metti 10, ma il risultato è lo stesso.
          • Ekleptical scrive:
            Re: Devo usare Windows per forza ???

            Forse perchè la Ms non rilascia le
            specifiche del DRM e nessuno le può
            implementare?Forse perchè un DRM è meglio che sia segreto per definizione?Non conosco sistemi analoghi Open Source, nemmeno in progetto e non credo affatto che sia un caso.Un DRM deve essere difficile o quasi impossibile da violare.Chiedi alle banche se usano sistemi Open per le transazioni e la gestione monetaria! Ti rideranno in faccia. Conosco gente che ci lavora su quei software e le banche sono paranoiche sulla segrettezza totale!
            Perchè nel caso invece di metterci 5 minuti
            ce ne metti 10, ma il risultato è lo stesso.E' come il furto d'auto. Qualsiasi antifurto si può aggirare. L'importante è rendere la cosa più scocciante e lunga possibile, in modo da scoraggiare i meno determinati.
          • gerry scrive:
            Re: Devo usare Windows per forza ???
            - Scritto da: Ekleptical
            Forse perchè un DRM è meglio che sia segreto
            per definizione?Il security by obscurity è qualcosa a cui non credo
            Non conosco sistemi analoghi Open Source,
            nemmeno in progetto e non credo affatto che
            sia un caso.Credo che da parte della comunità open ci sia paura riguardo al DRM.
            Chiedi alle banche se usano sistemi Open per
            le transazioni e la gestione monetaria! Ti
            rideranno in faccia. Conosco gente che ci
            lavora su quei software e le banche sono
            paranoiche sulla segrettezza totale!Io non sono una banca, sono un utente.Con questo dici che uno standard aperto per la gestione del DRM non potrà mai esistere. Secondo me è una cosa inaccettabile. Meglio un buon sistema standardizzato e colpire chi tenta di aggiraralo, ed è comunque quello che l'industria chiederà. altrimenti avrebbero messo windowsmedia nel DVD invece che CSS.
            E' come il furto d'auto. Qualsiasi antifurto
            si può aggirare. L'importante è rendere la
            cosa più scocciante e lunga possibile, in
            modo da scoraggiare i meno determinati.Scocciante? Difficile? Scusa quelli che Scaricano la musica legale pensi che non si facciano un CD da scoltare in auto comunque?E quelli che rippavano prima lo trovavano scocciante e difficile? Per rippare un CD bastano 2 click e 20 minuti.In pratica quel DRM è completamente inutile.
          • Anonimo scrive:
            Re: Devo usare Windows per forza ???
            la determinazione e direttamente proporzionale ai soldi che puoi farci o risparmiarci.......
          • Shu scrive:
            Re: Devo usare Windows per forza ???
            - Scritto da: Ekleptical
            Forse perchè un DRM è meglio che sia segreto
            per definizione?
            Non conosco sistemi analoghi Open Source,
            nemmeno in progetto e non credo affatto che
            sia un caso.
            Un DRM deve essere difficile o quasi
            impossibile da violare.Infatti PGP e SSL sono Opensource.E il primo mi risulta che (a parte backdoor) sia abbastanza inviolabile, se non con brute force.Non esistono protezioni software non aggirabili, si tratta solo di trovare la funzione inversa (se esiste) o di andare di forza bruta, quindi di tempo.
            Chiedi alle banche se usano sistemi Open per
            le transazioni e la gestione monetaria! TiSui siti usano SSL, e guarda caso ti lasciano fare le transazioni monetarie.Tra di loro non so, ma credo che il 99% degli algoritmi di crittazione siano frutto di ricercatori universitari e in quanto tali pubblicati da qualche parte con tutto il procedimento per crittare e decrittare. E comunque non usano Internet per le loro transazioni.
            E' come il furto d'auto. Qualsiasi antifurto
            si può aggirare. L'importante è rendere la
            cosa più scocciante e lunga possibile, in
            modo da scoraggiare i meno determinati.Si', ma qui si parla di digitale. Quindi basta che uno (su 4 miliardi) lo faccia e lo metta sul p2p.Quindi abbiamo visto che dal punto di vista tecnico non ci sono lomitazioni, dal punto di vista "crackabilita" non ha senso il discorso.Rimane il discorso commerciale, che e' il piu' probabile (direi sicuro): la MS ha pagato perche' usassero il suo sistema e loro lo usano. Tutto il diritto di farlo, ma che non vengano a raccontarci storie. Stava molto meglio una scritta sul sito "in collaborazione con microsoft".Bye.
          • lele2 scrive:
            Re: Devo usare Windows per forza ???

            Quello che non ho mai capito: ma io lo posso
            masterizzare chi mi impedisce di rippare
            quello che ho masterizzato dopo?
            Oppure il DRM di MS è capace di mettere
            delle protezioni anticopia sul CD?
            Perchè nel caso invece di metterci 5 minuti
            ce ne metti 10, ma il risultato è lo stesso.secondo me si potra' masterizzarema il cd cosi' prodotto potra essere eseguito solo su quel computeril DRM dovrebbe essere piu' o meno cosiquindi per finire niente scambi di CD tra amicila scelta della tecnologia M$ è perche' include proprio questobuon PALLADIUM a tuttida parte mia continuero a usare linux "con buona pace di Bill"
          • Ekleptical scrive:
            Re: Devo usare Windows per forza ???

            secondo me si potra' masterizzare
            ma il cd cosi' prodotto potra essere
            eseguito solo su quel computer
            il DRM dovrebbe essere piu' o meno cosiFai dei CD normalissimi!!!Ma invece di farvi seghe mentali sulla base di FUD vario, perchè non parlate di cose con un minimo di conoscenza?
          • gerry scrive:
            Re: Devo usare Windows per forza ???
            - Scritto da: Ekleptical
            Fai dei CD normalissimi!!!E questo che mi stupisce. Che differenza c'è fra il CD che hai masterizzato da musica legale e quello che compri in negozio? Nessuna. No, non è vero, quello che compri in negozio magari a la protezione anticopia. Quello che hai masterizzato non ce l'ha.Quele dei due è più facile da rippare e rimettere in circolo sul P2P?Almeno un watermark ce lo avranno messo, no?
          • Anonimo scrive:
            Re: Devo usare Windows per forza ???
            beh e per ascoltarlo sullo sterio in salotto o in auto??? pago un prodotto e non posso usarlo dove voglio???
        • Anonimo scrive:
          Re: Devo usare Windows per forza ???
          perchè invece con i right managments questo non succederà?beh magari ci vorrano più di 2 minuti ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Devo usare Windows per forza ???
          - Scritto da: Ekleptical

          Noi che usiamo Linux mandiamo tutti una
          mail

          tipo questa alle messaggerie:


          http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid



          Spero lo facciano tutti quelli che hanno

          linux e leggono questo messaggio.

          E' una necessità strettamente tecnica! Non
          possono farci niente, anche volendo! Non
          esistono formati Rights Managed per Linux.
          Non è mica colpa loro.Benedetta disinformazione....http://www.apple.com/itunes/?????E la Apple (che NON usa wmp ma aac) come fa?

          Le discografiche senza Rights Management non
          si fidano. Temono che il pezzo finisca in 5
          minuti sul p2p appena uscito. Uno lo compra
          1000 lo scroccano. E sappiamo tutti che non
          è un timore, ma una certezza. C'è poco da
          biasimarli.Benedetta disinformazione....http://www.apple.com/itunes/Leggi dove dice: "Free burning and encoding".
    • Ekleptical scrive:
      Re: Devo usare Windows per forza ???

      se per caso volessi usare un sistema linux,
      ad esempio, questo sistema di distribuzione
      della musica per me sarebbe inutilizzabile..
      Che so, Real Media non era appetibile ?No, la soluzione DRM di Real Networks è ancora in beta.L'unica realmente disponibile è quella Windows Media. (O fai come la Apple che si è creata un formato ad-hoc personale)
  • Texas Wing scrive:
    E la SIAE?
    ... temo di non capire...Se non sbaglio c'è una legge che prevede l'apposizione dei bollini SIAE su tutti i supporti, la stessa legge vieta categoricamente qualsiasi tipo di copia per uso non privato.(es. un DJ "anche amatoriale").Dato che questa legge prevede sanzioni penali e non semplici sanzioni amministrative mi chiedo cosa mi potrebbe succedere se mi ferma la G.d.F. con una ventina di compilation formate da brani regolarmente PAGATI- SCARICATI- MASTERIZZATI...e, ovviamente senza bollino SIAE. Sarebbe simpatico che per evitare le manette fosse necessario portare a seguito la copia della bolletta telefonica o l'estratto conto della carta di credito..Boh.... io non ci capisco + nulla!
    • Anonimo scrive:
      Re: E la SIAE?
      Sarebbe ora di mandare in soffitta questo rimasuglio feudale.La SIAE non è un ente pubblico, per di più è un monopolio privato, eppure ci sono leggi dello stato che costringono ad apporre i suoi bollini.E gode pure di un braccio armato, la GdF!Secondo me siamo ai limiti della legalità... sicuramente il limite del buon senso si è passato da un pezzo.
    • Ekleptical scrive:
      Re: E la SIAE?

      Se non sbaglio c'è una legge che prevede
      l'apposizione dei bollini SIAE su tutti i
      supportiBeh, sul sito Messaggerie c'è un bel bollinone SIAE grosso grosso. Ad un certo punto sono ca**i loro!Se approvano la vendita loro stessi non possono mica contestarmi nulla! Se lo fa la Finanza mi rifuto di pagare e vado dal giudice di pace, che non può che darmi ragione...o denuncio la SIAE per truffa! :P
      • Anonimo scrive:
        Re: E la SIAE?
        - Scritto da: Ekleptical

        Se non sbaglio c'è una legge che prevede

        l'apposizione dei bollini SIAE su tutti i

        supporti

        Beh, sul sito Messaggerie c'è un bel
        bollinone SIAE grosso grosso. Ad un certo
        punto sono ca**i loro!
        Se approvano la vendita loro stessi non
        possono mica contestarmi nulla! Se lo fa la
        Finanza mi rifuto di pagare e vado dal
        giudice di pace, che non può che darmi
        ragione...o denuncio la SIAE per truffa! :Pekleptical che dununica la siae..... non ci credo.....
        • warrior666 scrive:
          Re: E la SIAE?
          si davvero questa è una folata d'aria nuova su PI! ;)Cmq. se mi ferma la GDF e in mezzo a tanti cd regolarmente acquistati, scaricati e masterizzati ce ne fosse qualcuno pirata, secondo te se ne accorgono?L'unica cosa che credo gli poassa venir facile fare è semplicemente risalire ai grandi sharatori, tenerli sott'occhio e poi multarli un domani quando ci sarà bisogno di qualche titolone sui giornali, un pò come quando beccano qualche laboratorio clandestino...Ma non ti preoccupare se non sei nel loro mirino puoi anche andare in giro con i tuoi bei cd più o meno legalizzati e nessuno ti dirà niente..L'altro giorno chiedevo giustamente cosa potesse distinguere un mp3 legale da uno pirata, sistemi drm a parte che anche quelli un domani potrebbero essere piratati..credo che l'unica soluzione sia tenere un db online proprio per effettuare questi controlli...ma mi chiedo con quali spese?
  • Anonimo scrive:
    poi mi viene in mente
    Visto che quelli che scaricano maggiormente dal p2p sono ragazzi e giovani studenti, secondo voi quanti possiedono una carta di credito per pagare? E' già tanto se hanno il bancomat
  • Anonimo scrive:
    Orripilante...
    ...Provate ad ascoltare su un buon impianto Hi-fi i brani a 128kbit di Windows Media scaricati da quei sistemi ... poi ne riparliamo.Per la qualita' che offrono il prezzo e' decisamente alto.Secondo me sino a che si potranno trovare gli stessi brani sul p2p e a qualita' migliore (almeno 192kbit7s) questi sistemi sono destinati al fallimento, anche per il basso ritorno economico, visto che come accade negli USA, la maggior parte degli introiti finiranno nelle tasche dei discografici.
    • Ekleptical scrive:
      Re: Orripilante...

      ...Provate ad ascoltare su un buon impianto
      Hi-fi i brani a 128kbit di Windows Media
      scaricati da quei sistemi ... poi ne
      riparliamo.Non so su un impianto hi-fi sborone, ma su un comune stereo casalingo di marca e di discreta qualità si sentono molto meglio degli mp3, senza ombra di dubbio a 128 e anche a 192.E parlo per prova provata, non per teoria o sentito dire.
      • Anonimo scrive:
        Re: Orripilante...
        - Scritto da: Ekleptical

        ...Provate ad ascoltare su un buon

        impianto
        Non so su un impianto hi-fi sborone, ma su
        un comune stereo casalingo di marca e di
        discreta qualità si sentono molto meglio
        degli mp3, senza ombra di dubbio a 128 e
        anche a 192.
        E parlo per prova provata, non per teoria o
        sentito dire.se fossi in te mi farei un controllo per vedere se haiun tappo di cerume nelle orecchie ....oppure gli mp3 che hai ascoltato tu li hanno fatti degli incapaci ...cmq con delle casse appena decenti (bose 301)la differenza fra un cd e un mp3 a 320 kbit/s si sente ...lasciate perdere gli mp3 e tutti gli altri formati lossy, al massimo possono andare bene per le autoradio ....
        • Ekleptical scrive:
          Re: Orripilante...

          cmq con delle casse appena decenti (bose 301)
          la differenza fra un cd e un mp3 a 320
          kbit/s si sente ...Bravo! Hai fatto la tua gallata da sborone! Che figo! Che ganzo!Peccato si stesse parlano di confronto mp3 usuali del p2p/WMA degli shop digitali, quindi il tuo commento non c'entra una fava di nulla!
      • Anonimo scrive:
        Re: Orripilante...

        Non so su un impianto hi-fi sborone, ma su
        un comune stereo casalingo di marca e di
        discreta qualità si sentono molto meglio
        degli mp3, senza ombra di dubbio a 128 e
        anche a 192.disinformazione.eclepticoso.it
        • Ekleptical scrive:
          Re: Orripilante...

          disinformazione.eclepticoso.itPROVA! Garantisco per quelli Tiscali. Quelli Messaggerie sto scaricando i primi 2 brani ora...
          • Anonimo scrive:
            Re: Orripilante...

            PROVA!avendo amici poco conoscenti d'informatica e nuove tecnologie ho avuto modo di ascoltare vari formati inclusi quelli di findus mediaquindisara che sento frequenze che gli altri non sentono ma la differenza si sente pure su stereo con poche qualita direi quindinon parliamo di come si sente un un file completo rispetto a un mp3 pure di 320 non c'e match
      • Anonimo scrive:
        Re: Orripilante...
        Anche io ho fatto le mie prove. Spiacente per Windows Media, ma se devo abbandonare il formato MP£, non potrò che rivolgermi ad OGG Vorbis.Saluti,Piwi
        • Anonimo scrive:
          Re: Orripilante...
          - Scritto da: Anonimo
          Anche io ho fatto le mie prove. Spiacente
          per Windows Media, ma se devo abbandonare il
          formato MP£, non potrò che rivolgermi ad OGG---------------^^^^Più che altro ti consiglio di abbandonare ogni tanto il tasto shift.... ;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Orripilante...
        - Scritto da: Ekleptical

        ...Provate ad ascoltare su un buon
        impianto

        Hi-fi i brani a 128kbit di Windows Media

        scaricati da quei sistemi ... poi ne

        riparliamo.

        Non so su un impianto hi-fi sborone, ma su
        un comune stereo casalingo di marca e di
        discreta qualità si sentono molto meglio
        degli mp3, senza ombra di dubbio a 128 e
        anche a 192.
        E parlo per prova provata, non per teoria o
        sentito dire.la tua ignoranza non ha limiti, stai esprimendo opinioni che non hanno alcuna base scientifica! anzi, hai detto delle enormi cazzate!tony
      • Anonimo scrive:
        Re: Orripilante...

        Non so su un impianto hi-fi sborone, ma su
        un comune stereo casalingo di marca e di
        discreta qualità si sentono molto meglio
        degli mp3, senza ombra di dubbio a 128 e
        anche a 192.
        E parlo per prova provata, non per teoria o
        sentito dire.che il tuo stereo sia di marca poco importa dato che spesso anche le cose di marca son scadenti.ma tralasciamo la bonta' o meno del tuo stereo.volevo consigliarti un paio di link cosi' la smetti di sparare cazzate:http://www.digit-life.com/articles/mp3comp/ehttp://ekei.com/audio/buona lettura!!!tony
        • Anonimo scrive:
          Re: Orripilante...

          volevo consigliarti un paio di link cosi' la
          smetti di sparare cazzate:
          http://www.digit-life.com/articles/mp3comp/
          e
          http://ekei.com/audio/
          buona lettura!!!Bravo! Così impara qualcosa (forse); ma se si impegnace la dovrebbe fare (forse). ;)
    • warrior666 scrive:
      Re: Orripilante...
      Scusate io non ho un grande orecchio, ma più che il formato, non si tratta di una questione tecnica? Cioè che sia una traccia audiocd o un mp3 o un wma dipenderà dalla qualità di campionamento, dai filtri frequenze e relativa compressione o no? Cmq. credo che solo con buoni impianti le differenze siano nettamente percepibili, e di conseguenza tutti quelli che non hanno un buon impianto e non hanno nemmeno voglia di spendere qualche migliaio di euro per averlo, non hanno il problema.. Personalmente preferisco la qualità dei contenuti alla qualità di riproduzione, ovviamnete bisogna come in tutte le cose fare un buon compromesso.In ultimo sono daccordo sul fatto che a fronte di una qualità inferiore, di costi di distribuzione e di packaging rivoluzionati verso il basso, il costo della singola canzone dovrebbe essere proporzionato all'effetiva qualità..
  • Ekleptical scrive:
    Ottimo!
    Il fatto che ci sia concorrenza nel mercato è una buona cosa. Soprattutto perchè Messaggerie sembra più simile nello spirito (e per ora nei prezzi, poi si vedrà) a iTunes!Personalmente preferisco il concetto di OD2, potendo "affittare" i brani a costo irrisorio, comprando solo quello che più mi interessa portarmi in giro, ma il prezzo di Messaggerie invoglia anche all'acquisto.Quantomeno la si finirà con la panzana che si pirateggia perchè la musica costa troppo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottimo!
      - Scritto da: Ekleptical

      Quantomeno la si finirà con la panzana che
      si pirateggia perchè la musica costa troppo!No, non la finiranno. Continueranno a piratare. Dicono che lo fanno perché la musica costa troppo, ma è solo una scusa....non vogliono pagarla di meno, la vogliono gratis. Come vogliono gratis tutto ciò che si può trovare in rete.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottimo!
        - Scritto da: Anonimo
        vogliono gratis. Come vogliono gratis tutto
        ciò che si può trovare in rete.Tu la bolletta non la paghi?
        • Anonimo scrive:
          Re: Ottimo!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          vogliono gratis. Come vogliono gratis
          tutto

          ciò che si può trovare in rete.

          Tu la bolletta non la paghi?allora perché non avere gratis anche le lampadine?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottimo!
            - Scritto da: Anonimo
            allora perché non avere gratis anche le
            lampadine?Sei un po'...uhm...lento di comprendonio o poco abile nel rigirare la frittata, vero?Facciamo un rapido confronto connessione-luce.BOLLETTA=BOLLETTAHARDWARE=LAMPADINEROBA SCARICATA= LUCE OTTENUTAIn base a ciò, ripeto, a te l'hardware lo regalano, baluba?
      • lele2 scrive:
        Re: Ottimo!

        No, non la finiranno. Continueranno a
        piratare. Dicono che lo fanno perché la
        musica costa troppo, ma è solo una
        scusa....non vogliono pagarla di meno, la
        vogliono gratis. Come vogliono gratis tutto
        ciò che si può trovare in rete.non e' verose i cd costassero 5 euro la pirateria finirebbesarebbe piu conveniente comprare che scaricare dal P2P
        • Ekleptical scrive:
          Re: Ottimo!

          non e' vero
          se i cd costassero 5 euro la pirateria
          finirebbe
          sarebbe piu conveniente comprare che
          scaricare dal P2PA 5 euro prezzo al consumatore sarebbe più conveniente chiudere bottega, che vendere CD in perdita.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottimo!

      Quantomeno la si finirà con la panzana che
      si pirateggia perchè la musica costa troppo!10 euro per un'album per di piu dovendo utilizzare findusquindi
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottimo!
      - Scritto da: Ekleptical
      Il fatto che ci sia concorrenza nel mercato
      è una buona cosa. Soprattutto perchè
      Messaggerie sembra più simile nello spirito
      (e per ora nei prezzi, poi si vedrà) a
      iTunes!
      non vedo concorrenza... solo un "cartello" che tende a tenere i prezzi fissi a 0,99$ per brano indipendentemente da chi lo vende.
    • Akiro scrive:
      Re: Devo usare Windows per forza ???

      Quantomeno la si finirà con la panzana che
      si pirateggia perchè la musica costa troppo!no certo, la musica non costa nulla(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottimo!
      - Scritto da: Ekleptical
      Quantomeno la si finirà con la panzana che
      si pirateggia perchè la musica costa troppo!Se ne riparla dopo la fine del periodo promozionale magari?O vogliamo fare come coi supermercati PAM che appena aperti "maaaaammmmmaa come sono convenienti, tutti a comprare lì" e due settimane dopo devi fare un leasing per comprare un kilo di mele...........
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottimo!

        Se ne riparla dopo la fine del periodo
        promozionale magari?Già! :D
        O vogliamo fare come coi supermercati PAM
        che appena aperti "maaaaammmmmaa come sono
        convenienti, tutti a comprare lì" e due
        settimane dopo devi fare un leasing per
        comprare un kilo di mele...........Vaglielo a spiegare a quel tontolone... :D
  • Anonimo scrive:
    da me non bekkeranno 1 lira.
    non fatevi fregare.
    • Ekleptical scrive:
      Re: da me non bekkeranno 1 lira.
      - Scritto da: Anonimo
      non fatevi fregare.Iniziate ad evitare di fregare roba non vostra VOI!
    • LaNberto scrive:
      Re: da me non bekkeranno 1 lira.
      - Scritto da: Anonimo
      non fatevi fregare.se sei tirchio, non necessariamente devono esserlo gli altri
  • Anonimo scrive:
    Bah
    "Il prezzo di 0,90 euro a brano viene considerato "promozionale" ed è compreso nella fase di lancio, durante la quale acquistare un intero album costerà 9,90 euro. Probabile, dunque, che alla fine di questo periodo i prezzi siano destinati ad essere ritoccati verso l'altro."Per me 10 euro per un album scaricato da Internet, senza costi di supporto ottico, libretto cartaceo, stampa, distribuzione, magazzino, è più che ben pagato.Per pagarlo di più, preferisco comprarlo in negozio e avere il CD stampato.Credo che il costo dovrebbe aggirarsi sui 5 euro, e a quel punto sarebbe anche meno appetibile acquistarlo pirata...
    • Anonimo scrive:
      Re: Bah
      - Scritto da: Anonimo
      Per me 10 euro per un album scaricato da
      Internet, senza costi di supporto ottico,
      libretto cartaceo, stampa, distribuzione,
      magazzino, è più che ben pagato.Stocazzo! Io con 15E massimo su A*azon mi COMPRO un cd usato in condizioni "like new" o "new".Ovvio che se volete la merda che vi propinano in radio o su mtv...
  • Anonimo scrive:
    la mia opinione
    Spero questi sistemi non prendano piede, non comprerei mai musica in formato compresso, mi auguro duri il più a lungo possibile il caro buon vecchio cd standard magari senza protezioni che ne rovinano la qualità audio. La musica compressa è qualitativamente molto peggiore del classico Cd. Lunga vita all'hi-fi.
    • Anonimo scrive:
      qualità audio
      secondo me sono più che altro manie da musicofili.con una compressione di buona qualità la differenza non è praticamente percepibile.
      • Anonimo scrive:
        Re: qualità audio
        - Scritto da: Anonimo
        secondo me sono più che altro manie da
        musicofili.
        con una compressione di buona qualità la
        differenza non è praticamente percepibile.Certo che se fai il confronto con le cassettine in plastica della Trust attaccate al PC non puoi sperare di sentire grandi differenze... ma con un impianto serio le differenze ci sono eccome.
        • Anonimo scrive:
          Re: qualità audio

          Certo che se fai il confronto con le
          cassettine in plastica della Trust attaccate
          al PC non puoi sperare di sentire grandi
          differenze... ma con un impianto serio le
          differenze ci sono eccome.Concordo ampiamente con te
      • Anonimo scrive:
        Re: qualità audio
        - Scritto da: Anonimo
        secondo me sono più che altro manie da
        musicofili.
        con una compressione di buona qualità la
        differenza non è praticamente percepibile.A) Il tuo stereo fa schifoB) ascolti musica tunz-tunzSfido io che la differenza non la senti..........
        • Anonimo scrive:
          Re: qualità audio
          Il problema è solo economico, prima hanno eliminato gli LP,se qualcuno ricorda il suono analogico...., ora elimineranno i cd. E chi vuole la musica la comprerà anche in mp3 o quel che è.
          • deltree scrive:
            Re: qualità audio
            - Scritto da: Anonimo
            Il problema è solo economico, prima hanno
            eliminato gli LP,
            se qualcuno ricorda il suono analogico....,
            ora elimineranno i cd. E chi vuole la musica
            la comprerà anche in mp3 o quel che è.Il suono analogico era una merda, specie quello del vinile, un sacco di rumore di fondo e suono distorto dagli amplificatori analogici, scrocchiettii a destra e a sinistra...Mi fate ridere voi che dite di essere musicofili, che gli mp3 fanno schifo che andate in giro a dire che se monti i cavi all'incontrario ve ne accorgete della differenza e poi però rimpiangete il vinile. Alla fine i poracci vanno sempre a finire sugli stessi luoghi comuni: prendo una cosa "elite" e dico di usarla/rimpiangerla così spero di fare colpo sugli altri.Patetici.
          • Anonimo scrive:
            Re: qualità audio
            - Scritto da: deltree

            - Scritto da: Anonimo

            Il problema è solo economico, prima hanno

            eliminato gli LP,

            se qualcuno ricorda il suono
            analogico....,

            ora elimineranno i cd. E chi vuole la
            musica

            la comprerà anche in mp3 o quel che è.

            Il suono analogico era una merda, specie
            quello del vinile, un sacco di rumore di
            fondo e suono distorto dagli amplificatori
            analogici, scrocchiettii a destra e a
            sinistra...Ah..... perchè ora gli amplificatori sono digitali ?In quanto agli scrocchettii ti consiglierei di dare una pulita ai tuoi LP....
            Mi fate ridere voi che dite di essere
            musicofili, che gli mp3 fanno schifo che
            andate in giro a dire che se monti i cavi
            all'incontrario ve ne accorgete della
            differenza e poi però rimpiangete il vinile.Il discorso del verso dei cavi è una bufala.Il discorso del vinile è opinabile. Nessuno (tranne agli inizi...) ha mai detto che il vinile è più fedele del CD, semplicemente qualcuno ha detto che preferisce il vinile al digitale perchè ha un suono più caldo. E' esattamente lo stesso discorso degli amplificatori valvolari. Non c'è alcun motivo perchè un valvolare sia più fedele di un ampli a transistor, anzi.... Ma prova ad ascoltarne uno e poi mi dici....Chiaro chi fa questi discorsi non si riferisce al giradischi Aiwa a trazione diretta (così puoi giocare a fare il digiei....), piuttosto ad un Thorens, o a qualche cosa del genere....
            Alla fine i poracci vanno sempre a finire
            sugli stessi luoghi comuni: prendo una cosa
            "elite" e dico di usarla/rimpiangerla così
            spero di fare colpo sugli altri.
            Patetici.Mah.... io ti consiglierei di andare in un negozio specializzato ad ascoltare un impiantino come si deve. E con 'negozio specializzato' ovviamente non intendo Mediaworld...Poi mi verrai a dire che spendere 20000 Euro per un impianto stereo è una pazzia, e ti do ragione, ma non potrai non ammettere che il livello è un altro.....Comunque ti assicuro che per sentire la differenza fra un CD e un MP3 è sufficente spendere molto di meno....
          • Anonimo scrive:
            Re: qualità audio
            Esiste eccome il motivo per cui un valvolare e' "piu' fedele" di un ampli a transistor:1- le valvole generano armoniche differenti rispetto a un transistor2- i valvolari in genere lavorano in classe A, pochi ampli a transistor invece sono in classe A.. quasi tutti in B con gli ovvi problemi del punto di Xover,3- meglio dei transistro ci sono i Mosfet che generano le stesse armoniche delle valvole.
          • Anonimo scrive:
            Re: qualità audio
            - Scritto da: Anonimo
            Esiste eccome il motivo per cui un valvolare
            e' "piu' fedele" di un ampli a transistor:
            1- le valvole generano armoniche differenti
            rispetto a un transistorAppunto. Differenti. Non assenti....Vai poi a vedere la risposta in frequenza di un integratino anche economico e di un valvolare blasonato, che poi rabbrividirai....Eppure se li ascolti il suono è spettacolare. La tonalità 'calda' dei valvolari è appunto data dal tipo di armoniche che generano.Il problema maggiore dei valvolari è che richiedono i trasformatori in uscita, che se non sono costruiti in maniera superlativa (e con costi superlativi...) disturbano il segnale.
            2- i valvolari in genere lavorano in classe
            A, pochi ampli a transistor invece sono in
            classe A.. quasi tutti in B con gli ovvi
            problemi del punto di Xover,Veramente sono quasi tutti in classe AB e non B....
            3- meglio dei transistro ci sono i Mosfet
            che generano le stesse armoniche delle
            valvole.Si.
          • Anonimo scrive:
            Re: qualità audio


            Ah..... perchè ora gli amplificatori sono
            digitali ?

            In quanto agli scrocchettii ti consiglierei
            di dare una pulita ai tuoi LP....


            Il discorso del verso dei cavi è una bufala.
            Il discorso del vinile è opinabile. Nessuno
            (tranne agli inizi...) ha mai detto che il
            vinile è più fedele del CD, semplicemente
            qualcuno ha detto che preferisce il vinile
            al digitale perchè ha un suono più caldo. E'
            esattamente lo stesso discorso degli
            amplificatori valvolari. Non c'è alcun
            motivo perchè un valvolare sia più fedele di
            un ampli a transistor, anzi.... Ma prova ad
            ascoltarne uno e poi mi dici....C'e' C'e le valvole amplificano anche le armoniche pari mentre i tranistor le dispari, se suoni un la base a 440 la sconda armonica e' 880 che guarda caso e' la stessa nota ma dell'ottava superiore, coi transitror no, ovviamente i filtri passa bass e via dicendo limitano molto l'amplificazione delle armoniche', ma una piccola parte passa, ed aggiunta alla nota base da' quel suono "caldo" tipico dei valvolari e degli hexfet e fet che come le valvole amplificano in tensione e non in corrente come i tranistor!
        • Anonimo scrive:
          Re: qualità audio
          Sentirsi, si sente, è innegabile. Ma a volte è anche un fatto di "soddisfazione". Personalmente - dopo aver passato l'adolescenza con i tunz tunz - ritengo di avere i timpani bruciati, e quindi vado tranquillamente anche con li MP3 @ 128 Kbps, ascoltati con un antico ed ottimo impianto.Saluti,Piwi
      • Akiro scrive:
        Re: Devo usare Windows per forza ???

        secondo me sono più che altro manie da
        musicofili.
        con una compressione di buona qualità la
        differenza non è praticamente percepibile.infatti... l'orecchio umano non si spinge oltre certe frequenze
        • Anonimo scrive:
          Re: Devo usare Windows per forza ???
          - Scritto da: Akiro

          secondo me sono più che altro manie da

          musicofili.

          con una compressione di buona qualità la

          differenza non è praticamente percepibile.

          infatti... l'orecchio umano non si spinge
          oltre certe frequenzeinfatti non è un problema di frequenze....
      • Anonimo scrive:
        Re: qualità audio
        - Scritto da: Anonimo
        secondo me sono più che altro manie da
        musicofili.
        con una compressione di buona qualità la
        differenza non è praticamente percepibile.il che esclude WMA
    • Ekleptical scrive:
      Re: la mia opinione

      Spero questi sistemi non prendano piede, non
      comprerei mai musica in formato compresso,
      mi auguro duri il più a lungo possibile il
      caro buon vecchio cd standard Beh, decidetevi! I CD non li fanno mica per beneficenza!Se non li comprate più e il mercato è in crisi, mica potete lamentarvi!
      • aureliano scrive:
        Re: la mia opinione
        a dire il vero 10 euro x un album in formato compresso mi sembra un po' troppo, visto che su cdnow.com la maggior parte delle cose che m'interessano hanno lo stesso prezzo, e sono CD VERI.io i cd li compro sempre originali per varie ragioni, dalla rete di solito scarico esclusivamente bootleg o cmq rarità che non esistono nei negozi.Chi dice che tra un MP3 ed il cd originale non c'è differenza si accontenti pure, io la differenza la sento e sono disposto a pagarla.
Chiudi i commenti