Garante Privacy: ispezioni per le fatture elettroniche

Il Garante Privacy ha annunciato le attività ispettive previste per la seconda metà dell'anno, mettendo nel mirino fatture elettroniche e data breach.
Il Garante Privacy ha annunciato le attività ispettive previste per la seconda metà dell'anno, mettendo nel mirino fatture elettroniche e data breach.

Il Garante Privacy ha annunciato il piano ispettivo relativo al secondo semestre 2020, enunciando quelli che saranno i settori che l’Autorità intende mettere particolarmente sotto esame. Sono quattro in particolare gli elementi posti nel mirino:

I controlli si concentreranno anche sull’adozione delle misure di sicurezza da parte di pubbliche amministrazioni e di imprese che trattano particolari categorie di dati personali; sul rispetto delle norme sulla informativa e il consenso; sui tempi di conservazione dei dati. L’attività ispettiva verrà svolta anche a seguito di segnalazioni e reclami, con particolare attenzione alle violazioni più gravi.

Aggiunge inoltre il Garante che le ispezioni coinvolgeranno anche “le società che operano nel settore del cosiddetto rating reputazionale“.

Si tratta di una delle prime decisioni annunciate dal nuovo Garante, Pasquale Stanzione, assieme a nuove iniziative a tutela dei pazienti nel mondo sanitario, in particolare in tema di “medicina d’iniziativa” (sulla quale il Garante richiede maggiori cautele nell’utilizzo di algoritmi per individuare i pazienti a rischio).

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

26 10 2020
Link copiato negli appunti