Gates? E' ancora il più ricco

Nessuna vera sorpresa nella nuova classifica annuale rilasciata da Forbes. Anzi, Gates distanzia ulteriormente l'amico Warren Buffet, staccato di 8 miliardi di dollari
Nessuna vera sorpresa nella nuova classifica annuale rilasciata da Forbes. Anzi, Gates distanzia ulteriormente l'amico Warren Buffet, staccato di 8 miliardi di dollari


New York (USA) – La spinta propulsiva dei titoli Microsoft, combinata ad un portfolio di proprietà e partecipazioni impressionante, ha fatto sì che anche quest’anno William H. Gates III, fondatore e chairman di Microsoft, sia proclamato businessman più ricco del mondo. Un “riconoscimento” dovuto ad una ricchezza personale stimata in 50 miliardi di dollari, un miliardo meno di quanto registrato un anno fa.

Ad affermarlo è ancora una volta la classifica annuale dei più opulenti stilata dall’autorevole magazine Forbes che anzi nota come rispetto all’anno scorso Gates abbia staccato il suo “diretto inseguitore”, l’amico di lunga data Warrem n Buffet, la cui fortuna è valutata in 42 miliardi di dollari.

Sia Gates che Buffet, in realtà, sono arretrati leggermente rispetto allo scorso anno, un calo che però non mette in alcun modo a rischio il proprio posizionamento nella singolare classifica.

Nelle prime dieci posizioni, un tempo quasi monopolizzate dai grandi della tecnologia, si fanno vedere “nuovi” nomi e volti impegnati in altri settori. A “resistere” è Paul Allen, co-founder di Microsoft e imprenditore tecnologico su molti diversi fronti, salito nell’ultimo anno dalla settima alla sesta posizione.

Più giù si trovano i nomi di Micheal Dell, fondatore dell’omonima azienda costruttrice di PC, la prima al Mondo, che deve “accontentarsi” di 17,1 miliardi di dollari e Larry Ellison, CEO di Oracle, “fermo” a 16 miliardi.

Le cronache poi segnalano che al 26esimo e 27esimo posto si trovano i fondatori di Google, Sergey Brin e Larry Page, rispettivamente con 12,9 e 12,8 miliardi di dollari.

Il primo italiano, al 37esimo posto, è Silvio Berlusconi, valutato 11 miliardi di dollari.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 03 2006
Link copiato negli appunti