Gates gonfia le vele di Microsoft

Bill Gates dipinge un futuro tutto roseo per la sua Microsoft e, svelando i piani futuri, annuncia un cospicuo incremento degli investimenti e delle assunzioni. Parla di una nave capace di accelerare anche in piena tempesta
Bill Gates dipinge un futuro tutto roseo per la sua Microsoft e, svelando i piani futuri, annuncia un cospicuo incremento degli investimenti e delle assunzioni. Parla di una nave capace di accelerare anche in piena tempesta


Milano – Una Microsoft proiettata nel futuro e capace di investire per accelerare, con maggiore attenzione alla propria immagine e alla comunicazione. Questo il quadro delineato da un Bill Gates in piena forma intervenuto all’annuale “Financial Analyst Meeting”.

Il chairman e chief software architect di Microsoft ha confermato agli analisti, investitori e giornalisti i colossali piani di investimenti previsti per il prossimo anno, investimenti che sostengono l’ottimismo espresso da Gates relativamente allo sviluppo dell’intero comparto tecnologico e di Microsoft, che viene da un anno di spedita crescita.

Gates ha dipinto la nave su cui è imbarcato ormai da oltre un quarto di secolo come un vascello che procede a gonfie vele anche attraverso le recenti burrasche che hanno colpito i mercati di tutto il mondo, specie quelli tecnologici. Gates sostiene che il segreto di Microsoft sta nell’aver adottato, per il proprio business, “un approccio a lungo termine, anche in periodi di incertezza economica”.

“Il valore dei nostri attuali prodotti – ha esordito Gates – è elevato e i prossimi sviluppi tecnologici ci pongono in una posizione competitiva anche per il futuro”.

Gates ha confermato quanto emerso nei giorni scorsi, cioè che il prossimo anno Microsoft intende assumere 5mila nuovi dipendenti e far lievitare gli investimenti nella ricerca e sviluppo (R&D) fino a raggiungere i 5,2 miliardi di dollari, pari a oltre il 16% del fatturato netto, con un significativo aumento di oltre il 20% rispetto al 2002. Cifre che pongono Microsoft ai vertici tra le softwarehouse che investono in R&D.

Gates ha voluto sottolineare che uno degli elementi innovativi dei programmi R&D di Microsoft è rappresentato dai cosiddetti “progetti incubatori”, iniziative volte a individuare idee innovative destinate a essere sviluppate dai diversi team impegnati nella creazione di nuovi prodotti. Ogni business unit Microsoft segue progetti di questo genere assegnandovi un team dedicato che analizza il progetto e, nei casi più meritevoli, realizza un prototipo dimostrativo al fine di valutarne le possibilità di sviluppo rispetto agli obiettivi della società.

“I progetti – ha spiegato Gates – forniscono agli ingegneri, agli architetti e ai ricercatori Microsoft l’occasione per individuare nuove tecnologie specifiche o categorie di prodotti totalmente nuove, lavorando all’interno di un team dotato di tutte le necessarie risorse di progettazione, sviluppo e collaudo”.

Il boss del colosso di Redmond ha poi parlato dei prodotti che usciranno il prossimo anno e di quelli su cui Microsoft lavorerà nel prossimo futuro.


Illuminandosi per illuminare il ventaglio di software con cui Microsoft vuole abbracciare il mercato nel corso del prossimo anno, Gates ha citato Windows.NET Server , la nuova famiglia di sistemi operativi che andrà a rimpiazzare le versioni server di Windows 2000; Windows Media 9 Series , la nuova piattaforma multimediale conosciuta anche con il nome in codice di Corona; Windows XP Media Center Edition , una versione di Windows XP integrante la tecnologia Freestyle per l’accesso, attraverso un telecomando, a tutte le funzionalità multimediali di un PC; MSN 8, l’interfaccia al portale di Microsoft che, a partire dal prossimo autunno, fornirà uno smart client con funzionalità offline complete, con l?obiettivo di integrare servizi base come Passport e.NET Alerts; Windows XP Tablet PC Edition , la versione di XP dedicata ai tablet PC ed integrante riconoscimento della scrittura e supporto al touch-screen; Windows CE for Smart Displays, il sistema operativo prima noto con il nome in codice di Mira e dedicato ad una nuova generazone di dispositivi wireless; un aggiornamento per Visual Studio.NET studiato per sfruttare a pieno le novità dell’imminente Windows.NET; il servizio Xbox Live , un mega network per il gioco ed altri servizi on-line dedicato alla comunità di utenti di Xbox.

Nei prossimi due anni Microsoft lavorerà poi sulla prossima versione di SQL Server (nome in codice Yukon), un database che fornirà un?architettura storage unificata, alla base della famiglia Microsoft.NET Enterprise Server e di Longhorn . Quest’ultimo è la nuova versione di Windows attesa per il 2004 che porterà con sé un nuovo modello per l’integrazione delle modalità di archiviazione fra applicazioni, sistemi operativi e Web service.

Dando uno sguardo all’anno appena trascorso, Microsoft sostiene di essersi particolarmente rafforzata, grazie al successo di SQL Server 2000, nel settore enterprise, un mercato in cui il big di Redmond deve però costantemente fare i conti con la sua più grande rivale, IBM, e con il sistema operativo Linux. Fra i prodotti di punta di Microsoft non poteva che esserci Windows XP che, stando alle stime divulgate da Gates, avrebbe già venduto 46 milioni di licenze confermandosi il sistema operativo Windows che ha riscosso il più veloce successo di vendite.

“L?anno appena conclusosi è stato costellato di successi”, ha ricordato Gates. “Ad esempio, i Web service stanno ottenendo consensi sempre più ampi: WS-I, l’organizzazione che si occupa della definizione degli standard per i Web service, annovera oggi oltre un centinaio di aziende, mentre gli sviluppatori Visual Studio.NET sono impegnati nella realizzazione di innovative applicazioni Web service “.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

29 07 2002
Link copiato negli appunti