Gates: il futuro è SPOT

Al Comdex l'architetto del software Microsoft racconta come il decennio digitale sarà caratterizzato dalla Smart Personal Objects Technology, che trasforma piccoli oggetti di tutti i giorni in sofisticati device. Un Bill ottimista


Las Vegas (USA) – Rapito dalla propria visione che non vede più solo il personal computer quale centro di tutte le attività umane, Bill Gates dalla ribalta della fiera del Comdex ha spiegato al mondo che il decennio digitale che ci attende sarà caratterizzato da tecnologie pervasive ed intelligenti, capaci di penetrare nella vita delle persone in modo sottile, naturalmente per migliorarla.

Secondo il chairman Microsoft la storia sarà scritta dalla Smart Personal Objects Technology (SPOT), ambiente di computing diffuso lungamente preannunciato, capace di interfacciare in modo nuovo tra loro oggetti di tutti i giorni, dando loro un’anima elettronica, un software specializzato e un solfeggio di bacchetta magica per trasformarli in irrinunciabili gadget dell’uomo e della famiglia moderni.

“Siamo in una fase di recessione – ha affermato Gates – ma siamo anche in una fase di espansione dell’innovazione. Credo che la gente stia enormemente sottostimando la sempre maggiore innovazione del nostro settore”. “Alla fine di questo decennio – ha continuato – un terabyte sarà lo spazio di archiviazione tipico di un personal computer”. Parole per spiegare come Microsoft intenda da un lato continuare a puntare sul PC e dall’altro infilarsi dentro tecnologie intelligenti capaci di trasformare una sveglia da viaggio in un segnatempo sincronizzato costantemente su un clock atomico a seconda del proprio fuso orario. Oppure di sparare sullo stesso device notizie locali, previsioni del tempo e via dicendo.

Gates pensa a sistemi quali penne capaci di scaricare informazioni e dati da internet, monitor senza fili da appendere in casa e capaci di interagire via wireless con gli altri device intelligenti al suo interno. Monitor da utilizzare contestualmente, come già accade con i Tablet PC , anche come lavagne per appunti.

Il tutto sarà animato da processori a bassissimo consumo che Microsoft sta realizzando insieme a National Semiconductor. Processori di cui si saprà di più solo il prossimo gennaio.

Una “visione”, quella descritta da Gates, che punta tutto sul fatto che il reparto Ricerca e Sviluppo del colosso di Redmond ha portato a quota 5 miliardi di dollari i propri investimenti, ponendo Microsoft inevitabilmente al centro anche delle frontiere più interessanti di certi settori di nicchia.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    vediamo se Christian Dior gli fa causa ...
    il logo della Camera dei Deputati assomiglia curiosamente ad un misto tra Christian Dior e Cartier ...http://www.camera.it/_eventi/papa/img/home/logo_camera.gif
    • Anonimo scrive:
      Re: vediamo se Christian Dior gli fa causa ...
      Peccato che i due logo dello Stato hanno almeno 50 anni....Adesso rispondi: chi e' che dovrebbe fare causa a chi?
  • Anonimo scrive:
    Speriamo che le ingerenze terminino qui....
    O dobbiamo aspettarci anche 10 seggi ad honorem in senato per i più alti prelati dell'Azienda?Del resto lo spot è sempre quello da 20 anni, spero che non siano in molti a credere che i contenuti (in parte condivisibili) siano coperti da copyright della premiata Ditta... Oppure è così?Tamerlano
    • Anonimo scrive:
      Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....
      Ciao a tutti! Tamerlano scrive:
      O dobbiamo aspettarci anche 10 seggi ad
      honorem in senato per i più alti prelati
      dell'Azienda?Non mi sembra certo che ci siano grandi ingerenze della Chiesa nella vita politica italiana.O forse sei uno di quelli che (purtroppo tanti) giudicano le proposte solo in base da chi le fa e non dal loro contenuto?Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....
        - Scritto da: pjt
        Ciao a tutti! Tamerlano scrive:


        O dobbiamo aspettarci anche 10 seggi ad

        honorem in senato per i più alti prelati

        dell'Azienda?

        Non mi sembra certo che ci siano grandi
        ingerenze della Chiesa nella vita politica
        italiana.Così tanto per saperlo, dove sei stato negli ultimi 50 anni ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....
          - Scritto da: TeX


          - Scritto da: pjt

          Non mi sembra certo che ci siano grandi

          ingerenze della Chiesa nella vita politica

          italiana.

          Così tanto per saperlo, dove sei stato negli
          ultimi 50 anni ?Penso sia stato qui in Italia, dove negli ultimi 50 anni, tra le altre, sono state approvate la legge sul divorzio e quella sull'aborto, evidentemente richieste a gran voce dalla Chiesa ingerente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....
            - Scritto da: nuvolone


            - Scritto da: TeX





            - Scritto da: pjt


            Non mi sembra certo che ci siano grandi


            ingerenze della Chiesa nella vita
            politica


            italiana.



            Così tanto per saperlo, dove sei stato
            negli

            ultimi 50 anni ?

            Penso sia stato qui in Italia, dove negli
            ultimi 50 anni, tra le altre, sono state
            approvate la legge sul divorzio e quella
            sull'aborto, evidentemente richieste a gran
            voce dalla Chiesa ingerente.Ti ricordo che fino a non molti anni fa c'era un partito (tra le altre cose di maggioranza relativa) che dichiaratamente si rifaceva alla dottrina ecclesiastica...Ti ricordo che si è riusciti a rendere lo stupro un reato contro la persona solo da pochi anni. Prima era un reato contro la morale. Guarda caso la posizione della Chiesa in proposito è sempre stata che la donna deve resistere allo stupro anche a costo di essere uccisa. Poi magari la fanno beata...Ti ricordo che in locali laici per definizione come le scuole, gli ospedali e i tribunali fino a poco tempo fa, e forse ancora oggi, si appendeva il crocifisso.Ti ricordo che prima dell'introduzione del divorzio (laico, con il divorzio annulli il matrimonio civile non quello religioso) la Chiesa (e solo lei) poteva annullare un matrimonio anche dal punto di vista civile per delle motivazioni che nulla avevano a che fare con la legge.Ti ricordo che ancora oggi si insegna religione nelle scuole.E potrei andare avanti a lungo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....
            - Scritto da: TeX
            Ti ricordo che fino a non molti anni fa
            c'era un partito (tra le altre cose di
            maggioranza relativa) che dichiaratamente si
            rifaceva alla dottrina ecclesiastica...Beh, ora ci sono almeno 2 partitini....
            Ti ricordo che si è riusciti a rendere lo
            stupro un reato contro la persona solo da
            pochi anni.E questo era vergognoso :-(
            Guarda caso la posizione della
            Chiesa in proposito è sempre stata che la
            donna deve resistere allo stupro anche a
            costo di essere uccisa. Poi magari la fanno
            beata...Alt! Quella è la condotta della beatitudine.La stessa che dice "porgi l'altra guancia".Nessuno cristiano degno di questo nome affermerebbe mai che la donna che cede allo stupratore per salvarsi ha commesso un peccato.
            Ti ricordo che in locali laici per
            definizione come le scuole, gli ospedali e i
            tribunali fino a poco tempo fa, e forse
            ancora oggi, si appendeva il crocifisso.Ti ricordo che è _anche_ un elemento di cultura italiana, e non solo un simbolo religioso. Con questo non voglio dire che non si possa discutere sul tenerlo o meno, ovviamente.
            Ti ricordo che ancora oggi si insegna
            religione nelle scuole.E io ti ricordo che si tratta di una materia facoltativa (anche se _purtroppo_ talvolta è facoltativa solo sulla carta).
            E potrei andare avanti a lungo...Ingerenze ce ne sono state, e, in misura minore, ce ne sono tuttora.Io credo che la Chiesa abbia il diritto di far sentire la propria voce. Ma che lo stato abbia il diritto e il dovere di decidere per sè.
          • Anonimo scrive:
            Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....
            - Scritto da: Ansia


            - Scritto da: TeX



            Ti ricordo che fino a non molti anni fa

            c'era un partito (tra le altre cose di

            maggioranza relativa) che dichiaratamente
            si

            rifaceva alla dottrina ecclesiastica...

            Beh, ora ci sono almeno 2 partitini....Almeno sono *ini...

            Guarda caso la posizione della

            Chiesa in proposito è sempre stata che la

            donna deve resistere allo stupro anche a

            costo di essere uccisa. Poi magari la
            fanno

            beata...

            Alt! Quella è la condotta della beatitudine.
            La stessa che dice "porgi l'altra guancia".
            Nessuno cristiano degno di questo nome
            affermerebbe mai che la donna che cede allo
            stupratore per salvarsi ha commesso un
            peccato.Mmmm.. La Chiesa non ha mai affermato, almeno non esplicitamente, che cedere allo stupro voglia dire commettere peccato, ma ha sempre detto che la condotta corretta è quella di resistere anche fino alla morte. A volte le cose non è necessario dirle esplicitamente. La donna che cede non è una peccatrice ma...La vergognosa legge di prima ne è una prova. Un'altra prova è l'attenzione esagerata della Chiesa per quei casi che effettivamente si concludono con la morte della donna perchè ha resistito allo stupro. Mi chiedo altrimenti perchè un tentativo di stupro andato male porti alla beatificazione e non per esempio una rapina.

            Ti ricordo che in locali laici per

            definizione come le scuole, gli ospedali
            e i

            tribunali fino a poco tempo fa, e forse

            ancora oggi, si appendeva il crocifisso.

            Ti ricordo che è _anche_ un elemento di
            cultura italiana, e non solo un simbolo
            religioso. Con questo non voglio dire che
            non si possa discutere sul tenerlo o meno,
            ovviamente.E' un elemento della cultura italiana in quanto simbolo religioso. E per molti anni la religione ha controllato la cultura (oltre che la politica).

            Ti ricordo che ancora oggi si insegna

            religione nelle scuole.

            E io ti ricordo che si tratta di una materia
            facoltativa (anche se _purtroppo_ talvolta è
            facoltativa solo sulla carta).Facoltativa non da molti anni...

            E potrei andare avanti a lungo...

            Ingerenze ce ne sono state, e, in misura
            minore, ce ne sono tuttora.
            Io credo che la Chiesa abbia il diritto di
            far sentire la propria voce. Ma che lo stato
            abbia il diritto e il dovere di decidere per
            sè. Su questo siamo d'accordo. Ciascuno può dire la sua. Chiesa compresa. Io non sono anticlericale, tanto meno antireligioso. Semplicemente ritengo che la religione debba essere una questione personale e che quindi non ci debbano essere ingerenze della Chiesa nella vita civile e politica.
          • Anonimo scrive:
            Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....

            Ti ricordo che ancora oggi si insegna
            religione nelle scuole.mica si insegna la religione cattolica.Imho la religiosita', quindi anche l'ateismo, l'agnosticismo, ecc, sono parte integrante della nostra societa', e quindi è giusto che si insegnino a scuola.
      • Anonimo scrive:
        Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....

        Non mi sembra certo che ci siano grandi
        ingerenze della Chiesa nella vita politica
        italiana.La premiata ditta ha un potere tale da alterare pesantemente gli equilibri nel momento in cui si tratta di prendere delle posizioni politicamente difficili.Le carceri sono piene? Bene, per carità cristiana liberiamone un 20% così mandiamo allegramente all'aria il principio della certezza della pena.La più grande setta mondiale ha un lavoro e un alloggio da offrire per riabilitarli e condurli sulla reta via?No?Hai pensato allora chi pagherà le conseguenze i questo gesto così magnanimo quanto irresponsabile?La premiata ditta può solo raccoglierne i frutti, rifletti sul fatto che la disperazione delle persone è il carburante e la linfa di ogni religione.Se non vi fosse disperazione e ignoranza non vi sarebbe bisogno di stampelle per la propria anima e saremmo perfettamente in grado di formarci valori nei quali credere senza bisogno di indottrinamenti preconfezionati da altri.Non vorrei essere nei panni delle forze dell'ordine: deve essere terribile arrivare a constatare che si è lavorato anni rischiando quotidianamente la propria vita per vedere tutto questo reso vano e inutile.
        O forse sei uno di quelli che (purtroppo
        tanti) giudicano le proposte solo in base da
        chi le fa e non dal loro contenuto?
        CiaoSono una di quelle persone a cui piace confrontarsi apertamente sulle opinioni discutendo, argomentando , tramite il contraddittorio , per giungere a cogliere gli elementi di accordo e di disaccordo.Ma come tu ben sai le strategie comunicative della grande azienda non rischierebbe mai di lasciare il vertice carismatico in balia di un contraddittorio pacato ma profondo con le menti intellettualmente più illuminate del paese.E' molto più prudente far pontificare dall'alto senza possibilità di replica, occorre mantenere una figura eterea e carismatica, quasi divina, e l'attuale papa è una figura ideale per questo scopo.Eh sì, ci vorrebbero davvero certe gerarchie ecclesiastiche negli uffici marketing di molte grandi aziende, avrebbero molto da insegnare... Tamerlano
        • Anonimo scrive:
          Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....
          - Scritto da: Tamerlano....
          Le carceri sono piene? Bene, per carità
          cristiana liberiamone un 20% così mandiamo
          allegramente all'aria il principio della
          certezza della pena."entro sei mesi sono fuori"------Rapine in villa: la moglie, Paolo ucciso come un cane(ANSA) - FIESSO D'ARTICO (VENEZIA), 20 NOV - 'Me l'hanno ucciso a bruciapelo, come fosse un cane, un animale'.Queste le prime parole della moglie dell'operaio ucciso a Fiesso. 'Spero solo che questi assassini vengano presi, ha aggiunto Ivana De Lorenzi. Il marito, Paolo Biasiolo, e' stato assassinato l'altra notte a Fiesso D'Artico da due banditi durante una rapina in casa. 'Uno dei due banditi, che secondo la donna aveva un accento straniero, diceva che tanto loro, anche se li prendono, entro sei mesi sono fuori'. http://www.ansa.it/rubriche/italia/2002-11-20_852118.html
          • Anonimo scrive:
            Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....
            - Scritto da: TeX
            due banditi, che secondo la donna aveva un
            accento straniero, diceva che tanto loro,
            anche se li prendono, entro sei mesi sono
            fuori'. no alla pena di mortesi' alla giustizia privata sommaria
        • Anonimo scrive:
          Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....


          Eh sì, ci vorrebbero davvero certe gerarchie

          ecclesiastiche negli uffici marketing di molte

          grandi aziende, avrebbero molto da insegnare...Di fatto esistono già anche se non sono ecclesiastiche e sono molto più aeree, al punto che non te ne accorgi nemmeno del fatto che esistono. Il Papa non obbliga nessuno. Non capisco perché gli si attribuisca il potere di piegare la volontà delle persone quando manifesta il suo pensierocome lo avrebbe potuto fare il presidente dell'ONU. Non capisco perché se le stesse cose che ha detto il Papa le avesse dette Annan nessuno avrebbe battuto ciglio. Lamentiamoci contro chi le cose le impone veramente tutti i giorni e il Papa certo non è fra questi.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....

            Di fatto esistono già anche se non sono
            ecclesiastiche e sono molto più aeree, al
            punto che non te ne accorgi nemmeno del
            fatto che esistono. Il Papa non obbliga
            nessuno. Non capisco perché gli si
            attribuisca il potere di piegare la volontà
            delle persone quando manifesta il suo
            pensierocome lo avrebbe potuto fare il
            presidente dell'ONU. Non capisco perché se
            le stesse cose che ha detto il Papa le
            avesse dette Annan nessuno avrebbe battuto
            ciglio.Ma è possibile che tu davvero non ti renda conto che vi letteralmente milioni di persone che non si permettono neanche lontanamente di contestare o discutere neanche una singola frase pronunciata dal capo supremo?Che pendono letteralmente dalle sue labbra senza porsi per ignoranza,disperazione o fanatismo il minimo dubbio su ciò che viene pontificato, abbandonando completamente ogni barlume di spirito critico?Ti rendi conto degli effetti può produrre una posizione piuttosto che un'altra espressa dalla più alta carica ecclesiastica?Fortunatamente ora l'ipocrita teatrino è terminato, fortunatamente qualcuno ci ha ricordato che è ora di tornare a fare ragionamenti concreti, tant'è che gli alti prelati sono rimasti molto delusi del fatto che la loro fine strategia non abbia sortito gli effetti sperati: 'ma come, dopo quello che è stato detto da un così alto pulpito....non si fa neanche un indultino????' Personalmente sono sempre più preoccupato di questo magnetismo che da secoli anestetizza lo spirito critico degli individui, ma purtroppo mi rendo conto che è proprio questo che molti individui cercano, perchè ne hanno un bisogno insopprimibile. 'La religione è l'oppio dei popoli', che profonda intuizione si cela dietro questa semplice affermazione...Tamerlano
          • Anonimo scrive:
            Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....
            - Scritto da: Tamerlano

            Ma è possibile che tu davvero non ti renda
            conto che vi letteralmente milioni di
            persone che non si permettono neanche
            lontanamente di contestare o discutere
            neanche una singola frase pronunciata dal
            capo supremo?Pensare è difficile.Molti preferiscono evitarlo.E non solo fra i cristiani.E nemmeno solo fra i credenti.
            Che pendono letteralmente dalle sue labbra
            senza porsi per ignoranza,disperazione o
            fanatismo il minimo dubbio su ciò che viene
            pontificato, abbandonando completamente ogni
            barlume di spirito critico?E allora, per questo motivo uno che che ha il ruolo istituzionale di "guida spirituale" dovrebbe cessare di farlo? Dopotutto ci sono milioni di persone che vogliono ascoltare e meditare le sue parole prima di decidere con la propria testa (più o meno come quando consulti un esperto prima di prendere una decisione importante).
            gli effetti sperati: 'ma come, dopo quello
            che è stato detto da un così alto
            pulpito....non si fa neanche un
            indultino????' Beh, peggio per loro.Di quelli di certo non mi curo.
            questo che molti individui cercano, perchè
            ne hanno un bisogno insopprimibile. Ah, ecco.
            'La religione è l'oppio dei popoli', che
            profonda intuizione si cela dietro questa
            semplice affermazione...Ed è più complessa di quel che si pensa.
          • Anonimo scrive:
            Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....
            - Scritto da: Tamerlano

            Ma è possibile che tu davvero non ti renda
            conto che vi letteralmente milioni di
            persone che non si permettono neanche
            lontanamente di contestare o discutere
            neanche una singola frase pronunciata dal
            capo supremo?
            Che pendono letteralmente dalle sue labbra
            senza porsi per ignoranza,disperazione o
            fanatismo il minimo dubbio su ciò che viene
            pontificato, abbandonando completamente ogni
            barlume di spirito critico?E' possibile che tu non ti renda conto che ci sono milioni di persone che credono che la figura del Papa sia qualcosa che vada oltre i tuoi ragionamenti pseudomarxiani, che esista un qualcosa che sia complicato da spiegare a parole e che sentono che ciò che dice il Papa sia giusto, sì giusto, dopo averci riflettuto con la propria testa, dopo essersi incazzate per le apparenti limitazioni, dopo essersi spaccata la testa su concetti che un cittadino medio di questo mondo così laico e così ipocrita neanche si sognerebbe di pensare?

            Ti rendi conto degli effetti può produrre
            una posizione piuttosto che un'altra
            espressa dalla più alta carica
            ecclesiastica?
            esattamente lo stesso peso che hanno altre opinioni
            Fortunatamente ora l'ipocrita teatrino è
            terminato, fortunatamente qualcuno ci ha
            ricordato che è ora di tornare a fare
            ragionamenti concreti, tant'è che gli alti
            prelati sono rimasti molto delusi del fatto
            che la loro fine strategia non abbia sortito
            gli effetti sperati: 'ma come, dopo quello
            che è stato detto da un così alto
            pulpito....non si fa neanche un
            indultino????'
            Penso che tu non abbia mai fatto una visita in carcere quindi nn sai di cosa parli, quindi non parlare.
            Personalmente sono sempre più preoccupato di
            questo magnetismo che da secoli anestetizza
            lo spirito critico degli individui, ma
            purtroppo mi rendo conto che è proprio
            questo che molti individui cercano, perchè
            ne hanno un bisogno insopprimibile.
            ecco appunto appunto sono secoli......non ti vene il dubbio che pretendere di aver capito perchè gira così sia un pò arrogante....? le cose sono un po più complesse...e oltre a questo perchè dai per scontato che essere unc redente può essere anche una scelta? o oppure a tuo parere uno che crede è a priori un'anestetizzato?
            'La religione è l'oppio dei popoli', che
            profonda intuizione si cela dietro questa
            semplice affermazione...
            cosa? che una bella pipa d'oppio ogni tanto non fa mai male ;)==?Giano
          • Anonimo scrive:
            Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....

            E' possibile che tu non ti renda conto che
            ci sono milioni di persone che credono che
            la figura del Papa sia qualcosa che vada
            oltre i tuoi ragionamenti pseudomarxiani,
            che esista un qualcosa che sia complicato da
            spiegare a parole e che sentono che ciò che
            dice il Papa sia giusto, sì giusto, dopo
            averci riflettuto con la propria testa, dopo
            essersi incazzate per le apparenti
            limitazioni, dopo essersi spaccata la testa
            su concetti che un cittadino medio di questo
            mondo così laico e così ipocrita neanche si
            sognerebbe di pensare?Purtroppo siete la minoranza (e includo anche te, ti dò fiducia), e il fatto che le parole del supremo non siano divenute oro colato dopo la loro pronuncia mi rassicura sul fatto che buona parte dei sedicenti cristiani presenti in Parlamento che applaudivano platealmente in segno di sviscerata approvazione siano tornati con i piedi per terra il giorno dopo.Non mi preoccupa la minoranza cristiana che buon per lei ha cultura e senso critico, mi preoccupa la maggioranza che ti ho descritto, mi preoccupa perchè milioni di individui che accettano aprioristicamente tutto ciò che viene loro propinato dalle gerarchie 'superiori' costituisce una massa critica che può essere portata al pascolo dove si desidera, quando lo si desidera.E questa massa critica diviene strumento politico , un caterpillar che può essere orientato in qualunque direzione e schiacciare qualunque diversa istanza.Non ne fare una questione ideologica, non mi interessano le etichette, mi interessano le idee, da qualunque parte provengano, e mi spiace davvero che nonostante siano trascorsi 2000 anni vi siano ancora così tante persone facilmente manipolate dalla grande setta. E le ragioni sono sempre le stesse da 2000 anni: ignoranza e disperazione.Ma non mi fraintendere, alcuni valori che vengono sostenuti dalla setta sono talmente condivisibili da essere ormai considerati universali e inscritti in ogni moderna costituzione. L'inganno sottile consiste nel voler spacciare tali valori per emanazione esclusiva e inscindibile del pensiero cristiano. E molti purtroppo ancora ci cascano, beccandosi anche tutto il resto del malloppone (stendo un velo di tristezza sugli ultimi 700 anni di storia cristiana...)P.S: preferirei un papa in versione Gandhiana, avulso da quell'impero multinazionale che è diventato nei secoli quell'antica, piccola, originaria setta di pensatori di 2000 anni fa....Tamerlano





            Ti rendi conto degli effetti può produrre

            una posizione piuttosto che un'altra

            espressa dalla più alta carica

            ecclesiastica?




            esattamente lo stesso peso che hanno altre
            opinioni


            Fortunatamente ora l'ipocrita teatrino è

            terminato, fortunatamente qualcuno ci ha

            ricordato che è ora di tornare a fare

            ragionamenti concreti, tant'è che gli alti

            prelati sono rimasti molto delusi del
            fatto

            che la loro fine strategia non abbia
            sortito

            gli effetti sperati: 'ma come, dopo quello

            che è stato detto da un così alto

            pulpito....non si fa neanche un

            indultino????'



            Penso che tu non abbia mai fatto una visita
            in carcere quindi nn sai di cosa parli,
            quindi non parlare.


            Personalmente sono sempre più preoccupato
            di

            questo magnetismo che da secoli
            anestetizza

            lo spirito critico degli individui, ma

            purtroppo mi rendo conto che è proprio

            questo che molti individui cercano, perchè

            ne hanno un bisogno insopprimibile.



            ecco appunto appunto sono secoli......non ti
            vene il dubbio che pretendere di aver capito
            perchè gira così sia un pò arrogante....? le
            cose sono un po più complesse...
            e oltre a questo perchè dai per scontato che
            essere unc redente può essere anche una
            scelta? o oppure a tuo parere uno che crede
            è a priori un'anestetizzato?


            'La religione è l'oppio dei popoli', che

            profonda intuizione si cela dietro questa

            semplice affermazione...



            cosa? che una bella pipa d'oppio ogni tanto
            non fa mai male ;)==?

            Giano
          • Anonimo scrive:
            Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....
            - Scritto da: Tamerlano

            Purtroppo siete la minoranza (e includo
            anche te, ti dò fiducia), e il fatto che le
            parole del supremo non siano divenute oro
            colato dopo la loro pronuncia mi rassicura
            sul fatto che buona parte dei sedicenti
            cristiani presenti in Parlamento che
            applaudivano platealmente in segno di
            sviscerata approvazione siano tornati con i
            piedi per terra il giorno dopo.

            Non mi preoccupa la minoranza cristiana che
            buon per lei ha cultura e senso critico, mi
            preoccupa la maggioranza che ti ho
            descritto, mi preoccupa perchè milioni di
            individui che accettano aprioristicamente
            tutto ciò che viene loro propinato dalle
            gerarchie 'superiori' costituisce una massa
            critica che può essere portata al pascolo
            dove si desidera, quando lo si desidera.

            E questa massa critica diviene strumento
            politico , un caterpillar che può essere
            orientato in qualunque direzione e
            schiacciare qualunque diversa istanza.

            Non ne fare una questione ideologica, non mi
            interessano le etichette, mi interessano le
            idee, da qualunque parte provengano, e mi
            spiace davvero che nonostante siano
            trascorsi 2000 anni vi siano ancora così
            tante persone facilmente manipolate dalla
            grande setta.
            E le ragioni sono sempre le stesse da 2000
            anni: ignoranza e disperazione.

            Ma non mi fraintendere, alcuni valori che
            vengono sostenuti dalla setta sono talmente
            condivisibili da essere ormai considerati
            universali e inscritti in ogni moderna
            costituzione.
            L'inganno sottile consiste nel voler
            spacciare tali valori per emanazione
            esclusiva e inscindibile del pensiero
            cristiano.

            E molti purtroppo ancora ci cascano,
            beccandosi anche tutto il resto del
            malloppone (stendo un velo di tristezza
            sugli ultimi 700 anni di storia
            cristiana...)

            P.S: preferirei un papa in versione
            Gandhiana, avulso da quell'impero
            multinazionale che è diventato nei secoli
            quell'antica, piccola, originaria setta di
            pensatori di 2000 anni fa....

            TamerlanoAmmetto che mi da molto fastidio il tuo modo un pò arrogante di argomentare, parlando di setta e di supremo con questa insistenza mi sembri un pò Emilio Fede quando storpia apposta i nomi.....vabbè nessuno è perfetto :)Un Papa ganghiano forse è proprio quello che vorrebbe tanta gente, un Papa che non mette le dita nelle pieghe del mondo ma che si ritira in una ascetica Torre d'Avori. Spesso anche Gesù è presentato a questo modo, senza mai parlare delle sue ferme condanne, della sua intransigenza, della rivoluzionarietà del "porgi l'altra guancia". Se tu pensi che il cristianesimo sia una religione per i deboli (questo si evince dai tuoi discorsi) bhe questa è la classica visione che ne viene data in discorsi semplificatori e filosofeggianti e devo ammettere anche in molto catechismo consolatorio....il cristianesimo è una rivoluzione permanete, del corpo e dello spirito...e la cosa che mi fa stare più male è che (in aprte condivido ciò che dici) sia stata strattonato a destra e a manca da interessi di bottega, da meschinità, da passioni molto, troppe terrene anche da parte di chi doveva custodirlo....Non è il Papa che difendo, è ciò che tu chiami setta e che è una fede che a sconvolto il mondo ed è stata poi dal mondo assimilata...ma il messaggio resta....quelli che tu chiami pensatori erano (per me credente) il figlio di DIo e i suoi discepoli....forse nelle tue chiare influenze marxiane ti è sfuggita una lezione importante di Weber...occorre sempre fare attenzione alle motivazioni delle persone, l'azione è solo una materializzazione del pensiero, e del pensiero è solo una pallida rappresentante......Dovresti imparare a rispettare ciò per cui migliaia di persone sono morte.....in questi anni di storia oltre alle crociate, alle connivenze col nazismo ci sono stati anche straordinari esempi di grazia. Troppo facile guardare al fango senza guardare al cielo.....e ogni giorno migliaia di persone vivono profondamente una speranza e una convinzione, condividendola col prossimo. Forse hai troppa fiducia nella ragione...ma in fondo anche quella è una fede.....ma io ho paura della "Dialettica dell'Illuminismo"
          • Anonimo scrive:
            Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....
            - Scritto da: Giano
            Ammetto che mi da molto fastidio il tuo modo
            un pò arrogante di argomentare, parlando di
            setta e di supremo con questa insistenza mi
            sembri un pò Emilio Fede quando storpia
            apposta i nomi.....vabbè nessuno è perfetto
            :)Scusate se mi intrometto nella discussione ma il tono di Tamerlano mi è sembrato anche troppo affettato e accondiscendente: io non avrei resistito a bollarti come cretino, lui si è guardato bene dal farlo.

            Un Papa ganghiano forse è proprio quello che
            vorrebbe tanta gente, un Papa che non mette
            le dita nelle pieghe del mondo ma che si
            ritira in una ascetica Torre d'Avori.Uno dei mali di questo mondo è parlare senza conoscere nulla dell'argomento trattato: il Mahatma ha ottenuto l'indipendenza dell'India, una sciocchezzuola. Di certo non era in ritiro acetico in una torre d'avorio. Spesso
            anche Gesù è presentato a questo modo, senza
            mai parlare delle sue ferme condanne, della
            sua intransigenza, della rivoluzionarietà
            del "porgi l'altra guancia". Se tu pensi che
            il cristianesimo sia una religione per i
            deboli (questo si evince dai tuoi discorsi)Non vorrei essere presuntuoso ma credo (spero) di interpretare il pensiero di Tamerlano: secondo me il suo discorso riguarda "tutte" le religioni, dal cristianesimo al culto della Madonna del carburatore sgommante passando per la follia domenicale della beatificazione di Maradona. Vuoi o non vuoi, visto "dall'esterno" (immagina come lo vedrebbe un venusiano) il cristianesimo è facilmente assimilabile alla lettura dei tarocchi o al credo di babbo natale.
            bhe questa è la classica visione che ne
            viene data in discorsi semplificatori e
            filosofeggianti e devo ammettere anche in
            molto catechismo consolatorio....il
            cristianesimo è una rivoluzione permanete,
            del corpo e dello spiritoVabbè, dello spirito te lo concedo ma....del corpo?.......e la cosa che mi
            fa stare più male è che (in aprte condivido
            ciò che dici) sia stata strattonato a destra
            e a manca da interessi di bottega, da
            meschinità, da passioni molto, troppe
            terrene anche da parte di chi doveva
            custodirlo....
            Non è il Papa che difendo, è ciò che tu
            chiami setta E' una setta, solo che è talmente diffusa che ha potuto assurgere allo status di religione;)))e che è una fede che a
            sconvolto il mondo ed è stata poi dal mondo
            assimilata...ma il messaggio resta....quelli
            che tu chiami pensatori erano (per me
            credente) il figlio di DIo e i suoi
            discepoli....forse nelle tue chiare
            influenze marxiane ti è sfuggita una lezione
            importante di Weber...occorre sempre fare
            attenzione alle motivazioni delle persone,
            l'azione è solo una materializzazione del
            pensiero, e del pensiero è solo una pallida
            rappresentante..........bello ma....che c'entra?!
            Dovresti imparare a rispettare ciò per cui
            migliaia di persone sono morte.....in questi
            anni di storia oltre alle crociate, alle
            connivenze col nazismo ci sono stati anche
            straordinari esempi di grazia.Come le benedizioni profuse ad abbundantiam ai colonizzatori belgi che mozzavano le mani ai miscredenti africani in Congo?Come i miliardi riciclati attraverso le sante intercessioni dello IOR?O come le video cassette VHS che l'annunciatore del vaticano promuove alla vendita dopo ogni udienza papale come nelle peggiori fiere di paese?Venghino siori venghino.... Troppo facile
            guardare al fango senza guardare al
            cielo.....e ogni giorno migliaia di persone
            vivono profondamente una speranza e una
            convinzione, condividendola col prossimo.
            Forse hai troppa fiducia nella ragione...ma
            in fondo anche quella è una fede.....ma io
            ho paura della "Dialettica dell'Illuminismo"E allora sei molto lontano dallo spirito che dovrebbe "illuminare" ogni buon cattolico: hai paura della dialettica e sei infastidito (parole tue) dall'altrui disaccordo.Mi ricordo una discussione in cui il cardinale Martini cercava di convincere Umberto Eco che il bene non può essere espresso dall'uomo senza che gli venga mostrata la via dall'illuminazione dell'altissimo. In pratica non posso essere buono da me, ma solo se dio mi dice cosa significa essere buoni. Però IO non ho mai picchiato nessuno , non ho mai omesso di usare la freccia per svoltare (pensaci, è sopratutto rispetto per gli altri), non ho mai rubato; Totò Riina in tribunale baciava il crocefisso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....
            - Scritto da: latte stremato


            - Scritto da: Giano


            Ammetto che mi da molto fastidio il tuo
            modo

            un pò arrogante di argomentare, parlando
            di

            setta e di supremo con questa insistenza
            mi

            sembri un pò Emilio Fede quando storpia

            apposta i nomi.....vabbè nessuno è
            perfetto

            :)

            Scusate se mi intrometto nella discussione
            ma il tono di Tamerlano mi è sembrato anche
            troppo affettato e accondiscendente: io non
            avrei resistito a bollarti come cretino, lui
            si è guardato bene dal farlo.
            Mi spiace....pensare che mi eri simpatico....e poi scusa perchè cretino?




            Un Papa ganghiano forse è proprio quello
            che

            vorrebbe tanta gente, un Papa che non
            mette

            le dita nelle pieghe del mondo ma che si

            ritira in una ascetica Torre d'Avori.


            Uno dei mali di questo mondo è parlare senza
            conoscere nulla dell'argomento trattato: il
            Mahatma ha ottenuto l'indipendenza
            dell'India, una sciocchezzuola. Di certo non
            era in ritiro acetico in una torre d'avorio.
            mi riferivo all'immagine che la maggior parte della gente ha di un leader gandhiano....sò benissimo cosa ha fatto...e per quanto riguarda parlare senza sapere bhe mi sembra che in questo post tu ne hai scritte tante di cose senza saperne molte altre...

            Spesso

            anche Gesù è presentato a questo modo,
            senza

            mai parlare delle sue ferme condanne,
            della

            sua intransigenza, della rivoluzionarietà

            del "porgi l'altra guancia". Se tu pensi
            che

            il cristianesimo sia una religione per i

            deboli (questo si evince dai tuoi
            discorsi)


            Non vorrei essere presuntuoso ma credo
            (spero) di interpretare il pensiero di
            Tamerlano: secondo me il suo discorso
            riguarda "tutte" le religioni, dal
            cristianesimo al culto della Madonna del
            carburatore sgommante passando per la follia
            domenicale della beatificazione di Maradona.
            Vuoi o non vuoi, visto "dall'esterno"
            (immagina come lo vedrebbe un venusiano) il
            cristianesimo è facilmente assimilabile alla
            lettura dei tarocchi o al credo di babbo
            natale.
            Se è per questo qualsiasi manifestazione umana, anche la democrazia e la libertà di parola vista da un Venusiano potrebbero sembrare pure seghe mentali...


            bhe questa è la classica visione che ne

            viene data in discorsi semplificatori e

            filosofeggianti e devo ammettere anche in

            molto catechismo consolatorio....il

            cristianesimo è una rivoluzione permanete,

            del corpo e dello spirito


            Vabbè, dello spirito te lo concedo ma....del
            corpo?....
            il cristianesimo non è una religione asceticaè una religione che lancia nel mondo....che propugna l'azione...il nostro corpo non è più nostro ma diventa parte di un progetto più grande, il nostro corpo non è più solo una macchina ma una espressione di vita e come tale viene trattato. Forsee ti sembro cretino perchè uso parole che a tuo modo di vedere sono cretine o retoriche, ma vedi la fede è un dono (frase logora lo so ma rende) è al mio rispetto di te non credente forse dovrebbe rispondere un uguale rispetto di te verso me...
            ...e la cosa che mi

            fa stare più male è che (in aprte
            condivido

            ciò che dici) sia stata strattonato a
            destra

            e a manca da interessi di bottega, da

            meschinità, da passioni molto, troppe

            terrene anche da parte di chi doveva

            custodirlo....

            Non è il Papa che difendo, è ciò che tu

            chiami setta


            E' una setta, solo che è talmente diffusa
            che ha potuto assurgere allo status di
            religione;)))
            setta nelle parole di Tamerlano e nelle tue non ha un valore "descrittivo-scientifico" ma un valore dispregiativo e per questo mi da fastidio che la usiate. Poi siete liberi di fare ciò che volete....ho solo puntualizzato che è una parola infastidente

            e che è una fede che a

            sconvolto il mondo ed è stata poi dal
            mondo

            assimilata...ma il messaggio
            resta....quelli

            che tu chiami pensatori erano (per me

            credente) il figlio di DIo e i suoi

            discepoli....forse nelle tue chiare

            influenze marxiane ti è sfuggita una
            lezione

            importante di Weber...occorre sempre fare

            attenzione alle motivazioni delle persone,

            l'azione è solo una materializzazione del

            pensiero, e del pensiero è solo una
            pallida

            rappresentante......


            ....bello ma....che c'entra?!
            Bhe che se te ti comporteresti come un vesuviano, ciòè assimilassi i tarocchi alla fede basandoti solo sulle loro apparenti similitudini esterne senza andare a fondo delle motivazioni che spingono le persone ad agire, otterrresti una visione del mondo molto limitata...


            Dovresti imparare a rispettare ciò per cui

            migliaia di persone sono morte.....in
            questi

            anni di storia oltre alle crociate, alle

            connivenze col nazismo ci sono stati anche

            straordinari esempi di grazia.


            Come le benedizioni profuse ad abbundantiam
            ai colonizzatori belgi che mozzavano le mani
            ai miscredenti africani in Congo?
            Come i miliardi riciclati attraverso le
            sante intercessioni dello IOR?
            O come le video cassette VHS che
            l'annunciatore del vaticano promuove alla
            vendita dopo ogni udienza papale come nelle
            peggiori fiere di paese?
            Venghino siori venghino....
            Fai lo stesso errore di guardi il dito e non il cielo....perchè non ricordi anche i missionari uccisi in molti paesi, Madre Teresa, i ragazzi che ogni sera aiutano prostitute, barboni, anziani, mentre te smanetti davanti al computer, le giornate passate con i portatori di handicap, la fede che ha consolato migliaia di persone sul letto di morte, i preti che ogni giorno portano una speranza....forse non ne conosci di queste persone...mi spiace per te...


            Troppo facile

            guardare al fango senza guardare al

            cielo.....e ogni giorno migliaia di
            persone

            vivono profondamente una speranza e una

            convinzione, condividendola col prossimo.

            Forse hai troppa fiducia nella
            ragione...ma

            in fondo anche quella è una fede.....ma io

            ho paura della "Dialettica
            dell'Illuminismo"

            E allora sei molto lontano dallo spirito che
            dovrebbe "illuminare" ogni buon cattolico:
            hai paura della dialettica e sei infastidito
            (parole tue) dall'altrui disaccordo.
            Mi ricordo una discussione in cui il
            cardinale Martini cercava di convincere
            Umberto Eco che il bene non può essere
            espresso dall'uomo senza che gli venga
            mostrata la via dall'illuminazione
            dell'altissimo. In pratica non posso essere
            buono da me, ma solo se dio mi dice cosa
            significa essere buoni. Però IO non ho mai
            picchiato nes
          • Anonimo scrive:
            Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....

            Ammetto che mi da molto fastidio il tuo modo
            un pò arrogante di argomentare, parlando di
            setta e di supremo con questa insistenza mi
            sembri un pò Emilio Fede quando storpia
            apposta i nomi.....vabbè nessuno è perfetto
            :)Ti assicuro che non era questo l'intento...i termini non sono scelti a caso, chi è intervenuto dopo di te ha colto abbastanza bene la chiave di lettura che ho cercato di suggerirti, la differenza tra una setta ed una chiesa è data dal numero dei proseliti che vi aderiscono....ma certamente gli alti dirigenti ti faranno credere che non è così, la verità sicuramente promana da loro...
            Se tu pensi che
            il cristianesimo sia una religione per i
            deboli (questo si evince dai tuoi discorsi)
            bhe questa è la classica visione che ne
            viene data in discorsi semplificatori e
            filosofeggianti e devo ammettere anche in
            molto catechismo consolatorio....il
            cristianesimo è una rivoluzione permanete,
            del corpo e dello spirito...e la cosa che mi
            fa stare più male è che (in aprte condivido
            ciò che dici) sia stata strattonato a destra
            e a manca da interessi di bottega, da
            meschinità, da passioni molto, troppe
            terrene anche da parte di chi doveva
            custodirlo....Vedi, c'è una difficoltà aggiuntiva nell' esercitare il proprio spirito critico quando si è coinvolti in prima persona: come contestare chi ti offre il cibo spirituale di cui hai quotidianamente bisogno?Come farlo se non hai modo di procurartelo da solo per ignoranza o disperazione?Continui ad accettarlo, minimizzando, girando la testa dall'altra parte, ti arrampichi sugli specchi pur di non riconoscere che quei principi originariamente espressi sono stati ad arte nei secoli aggiustati, addomesticati, ripuliti e ricuciti per offrire sempre una visione inattaccabile da tutti coloro che sollevavano via via dubbi e incertezze su ciò che era stato ritrovato negli scritti o tramandato verbalmente con le generazioni.Ma vedo che riesci a riconoscere lo scollamento tra ciò che la setta è oggi e ciò che è stata in origine. Il problema è che tu hai comunque bisogno di essere nutrito da essa, qualunque cosa succeda all'interno della struttura piramidale, sei disposto ad accettare di tutto:-che un alto prelato usi il tuo denaro per ristrutturare una immensa villa del '600, degna dimora per la loro pensione, -che spendano decine di miliardi in centro africa per costruire una cattedrale faraonica mentre gli indigeni da convertire lottano per la sopravvivenza (bisogna impressionarli prima, convertirli e poi se rimangono soldi....)La lista è lunga ma non ti voglio annoiare, sicuramente stai già preparando il portafoglio , ah, non lo sai ? stanno per battere cassa, devono raccogliere un po' di miliardi per i loro 38000 consulenti globali sparsi sul territorio, non ti voglio creare problemi di coscienza in questo momento delicato (costano fino a 1400euro al mese l'uno, fa i tuoi conti...)E ti dico la verità, quello che mi fa più male è che la base della piramide (quella visibile) è costituita da persone in prima linea che sono fondamentalmente dotate di uan generosità fuori dal comune, peccato davvero che agiscano in nome di uno sponsor(con tanto di marchio registrato affisso nei luoghi pubblici...) che non ha nulla a che vedere coi valori in cui credono e che in parte anch'io condivido.Tamerlano
          • Anonimo scrive:
            Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....
            - Scritto da: Tamerlano
            -che un alto prelato usi il tuo denaro per
            ristrutturare una immensa villa del '600,
            degna dimora per la loro pensione,

            -che spendano decine di miliardi in centro
            africa per costruire una cattedrale
            faraonica mentre gli indigeni da convertire
            lottano per la sopravvivenza (bisogna
            impressionarli prima, convertirli e poi se
            rimangono soldi....)
            Mi vengono giusto in mente i manifesti 9x5 che hanno recentemente invaso buona parte dell'Africa centrale con il papa benedicente che invitava alla castità. Qui, se proprio vogliamo distrarci, possiamo andare al cinema, ma in Africa ancora gli tira...L'intento dichiarato era la lotta all'aids, sarebbe interessante uno studio per verificare il rapporto costo/risultato confrontandolo con l'ipotetico risultato ottenibile distribuendo profilattici o farmaci per alleviare le pene del contagio...Io non sono ateo, sono agnostico (si fa molta meno fatica) quindi non posso, con sicurezza, affermare o meno l'esistenza di un ente superiore, insomma non so se dio c'è o non c'è, ma se non c'è ci fa una figura migliore.
          • Anonimo scrive:
            Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....
            - Scritto da: Tamerlano

            Ti assicuro che non era questo l'intento...i
            termini non sono scelti a caso, chi è
            intervenuto dopo di te ha colto abbastanza
            bene la chiave di lettura che ho cercato di
            suggerirti, la differenza tra una setta ed
            una chiesa è data dal numero dei proseliti
            che vi aderiscono....ma certamente gli alti
            dirigenti ti faranno credere che non è così,
            la verità sicuramente promana da loro...
            Se hai scelto i termini con un intento "scientifico" siamo dacoordo, ma secondo me trasparive un critica....sono convinto che la parola setta immeditamente suscita in te una sensaziopne negativa (come in quasi tutti compreso me)
            Vedi, c'è una difficoltà aggiuntiva nell'
            esercitare il proprio spirito critico quando
            si è coinvolti in prima persona: come
            contestare chi ti offre il cibo spirituale
            di cui hai quotidianamente bisogno?
            Come farlo se non hai modo di procurartelo
            da solo per ignoranza o disperazione?Non ho mai avuto difficoltà ad accettare la sfida...e sono convinto di sostenerla degnamente.
            riconoscere che quei principi
            originariamente espressi sono stati ad arte
            nei secoli aggiustati, addomesticati,
            ripuliti e ricuciti per offrire sempre una
            visione inattaccabile da tutti coloro che
            sollevavano via via dubbi e incertezze su
            ciò che era stato ritrovato negli scritti o
            tramandato verbalmente con le generazioni.guarda che su questo siamo pienamente d'accordo...ma Chiesa è un concetto più ampio della sua materializzazione storica, questo non è arrampicarsi sugli specchi ma aderire al vangelo....

            Ma vedo che riesci a riconoscere lo
            scollamento tra ciò che la setta è oggi e
            ciò che è stata in origine. Il problema è
            che tu hai comunque bisogno di essere
            nutrito da essa, qualunque cosa succeda
            all'interno della struttura piramidale, sei
            disposto ad accettare di tutto:
            perchè tu non hai bisogno di nutrirti? riesci a vivere senza mangiare? questo vuol dire che sei schiavo del cibo? e se si come spieghi chi si lascia morire di fame imponendo la sua volontà sul cibo....per un fedele il cibo spirituale ha la stessa importanza del cibo materiale, e come il cibo materiale nn importa chi te lo da ma il fatto che tu lo abbia..
            -che un alto prelato usi il tuo denaro per
            ristrutturare una immensa villa del '600,
            degna dimora per la loro pensione,

            -che spendano decine di miliardi in centro
            africa per costruire una cattedrale
            faraonica mentre gli indigeni da convertire
            lottano per la sopravvivenza (bisogna
            impressionarli prima, convertirli e poi se
            rimangono soldi....)

            La lista è lunga ma non ti voglio annoiare,
            sicuramente stai già preparando il
            portafoglio , ah, non lo sai ? stanno per
            battere cassa, devono raccogliere un po' di
            miliardi per i loro 38000 consulenti globali
            sparsi sul territorio, non ti voglio creare
            problemi di coscienza in questo momento
            delicato (costano fino a 1400euro al mese
            l'uno, fa i tuoi conti...)soliti discorsi.....accanto a questo elenco vi dimenticate sempre di fare l'elenco delle altrettante cose meritevoli.....sembra sempre che vi scordiate che la chiesa materiale è diversa dalla chiesa spirituale, che la chiesa materiale è fatta di bravi e di cattivi, non è altro che lo specchio del mondo e quindi deve essere così. La Chiesa spirituale è l'unione dei credenti, uniti dal semplice fatto di avere la fede.."quando uno o più si incontreranno nel mio nome io sarò con loro" ....ti scordi che:- L'infallibiltà del Papa è un dogma costruito dagli interessi storici, come la verginità della Madonna, ecc...ecc...-Il fatto che i preti nn si possano sposare è un altro dogma storico, nelle prime comunità i "preti" erano sposati.La tradizione della chiesa non è ne più ne meno una tradizione di pensiero che può aiutare sia in quanto dante consiglio sia in quanto dante cattivo esempio.

            E ti dico la verità, quello che mi fa più
            male è che la base della piramide (quella
            visibile) è costituita da persone in prima
            linea che sono fondamentalmente dotate di
            uan generosità fuori dal comune, peccato
            davvero che agiscano in nome di uno
            sponsor(con tanto di marchio registrato
            affisso nei luoghi pubblici...) che non ha
            nulla a che vedere coi valori in cui credono
            e che in parte anch'io condivido.
            Ripeto non riesci a distinguere fra marchio registrato e marchio spirituale, io mi sento parte della Chiesa pur potendo benissimo non riconoscermi nella sua concretizzazione materiale....Hai mai letto il vangelo? quello è il punto di paartenza di un cristiano non la vendita delle indugenze. E non pensare che io sia un eretico unico al mondo....Forse non conosci il cuore profondo della Chiesa....fatto da persone libere, critiche, coerenti.... Certo se tu pensi che la Chiesa sia solo quella che fanno vedere nei giornali......Chi commette atti sgradevoli come quelli che tu hai citato nonha il mio rispetto, ancor più perchè agisce in nome di Dio, e spero sia punito dalla legge umana, ma son sicuro che sarà giudicata dalla legge divina...Spero di averti fatto venire un dubbio...sai a volte litigavo con mio padre che aveva un impostazione da vecchio partito comunista...e che non capiva come si poteva sentirsi parte di qualcosa pur mantenedo il proprio spirito critico, pur non dicendo sempre si...."credere obbedire combattere"......ma non è questo il motto di un cristiano...la fede è una lotta continua contro il dubbio....ed è una gioia arrivare a volta ad attimi di felicità per la convinzione di aver colto il snso profond di tutto questo...per risprofondare subito dopo nel dubbio....in questo periodo mi è già capitato più volte con miei amici di trovarmi q parlare di queste, cose.....ciò che dici è ciò che io ho sempre detto...pensato...è stato la fonte delle mie incazzature per tanto tempo...il famodo anello d'oro del Papa....:) Poi ho imparato che Dio parla al cuore di ognuno che parla con me e io con lui e non è necessario nessun intermediario.....poi certo esiste anche chi non ha avuto la fortuna di poter pensare a questi discorsi contorti pechè aveva da spaccarsi la schiena sui campi e allora pensava che Dio fosse la processione e la messa della domenica....ma forse nella loro "ingenuità" nascondevano un cuore più grande emeno ipocrita di noi...ciaoGiano
          • Anonimo scrive:
            Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....




            Ma vedo che riesci a riconoscere lo

            scollamento tra ciò che la setta è oggi e

            ciò che è stata in origine. Il problema è

            che tu hai comunque bisogno di essere

            nutrito da essa, qualunque cosa succeda

            all'interno della struttura piramidale,
            sei

            disposto ad accettare di tutto



            perchè tu non hai bisogno di nutrirti?
            riesci a vivere senza mangiare? questo vuol
            dire che sei schiavo del cibo? e se si come
            spieghi chi si lascia morire di fame
            imponendo la sua volontà sul cibo....per un
            fedele il cibo spirituale ha la stessa
            importanza del cibo materiale, e come il
            cibo materiale nn importa chi te lo da ma il
            fatto che tu lo abbia..
            Purtroppo è proprio così, quei milioni di persone strumentalizzate dalla setta non solo non riescono a vedere alcuna alternativa ma non hanno nemmeno la consapevolezza di chi fornisce loro quel cibo spesso adulterato e manipolato ad arte.Tu rappresenti una delle eccezioni, vedo che hai cultura sufficiente per essere consapevole di tutto questo, anche se non hai ancora sviluppato la capacità di fare a meno di medium e intermediari che intercedano per te.Sei costretto a fare buon viso a cattivo gioco, come fanno in tanti pur consapevoli come te.
            Ripeto non riesci a distinguere fra marchio
            registrato e marchio spirituale, io mi sento
            parte della Chiesa pur potendo benissimo non
            riconoscermi nella sua concretizzazione
            materiale...E' proprio questo l'obiettivo che si pongono i grandi manovratori della setta: confondere tre piani concettuali completamente distinti facendoteli apparire come un'unico coagulo inscindibile, fonte incontrovertibile di verità promanata da loro. Provo a farti capire meglio cercando di sintetizzare, prova a pensare a tre livelli, uno sull'altro a cipolla, dal più profondo al più esterno puoi riuscire a riconoscere:a) il piano dei valori: tutto ciò che ritieni intimamente giusto o sbagliato, abbastanza giusto o abbastanza sbagliato quando ti rapporti con la vita reale (che trovi giusto non uccidere, non rubare, rispettare gli altri, discriminarli, essere tolleranti, essere falsi, non violenti, altruisti, l'aborto, il divorzio, la clonazione, ecc...). b) il piano della fede: tutto ciò in cui tu intimamente credi e tutto ciò che ti pare impossibile, probabile e improbabile (che almeno uno dei 1000 teorizzati dei proposti nel corso della storia esista veramente, che ne esista uno solo o ne possano esistere 10 con caratteristiche completamente diverse, che tu possa reincarnarti, che vi sia qualcosa dopo la morte, che Babbo Natale esista, che Saibaba compia miracoli, che il sangue di s.gennaro è una manifestazione divina, che le guarigioni a Lourdes siano frutto di suggestione, ecc...).c) il piano dell'azione: tutto ciò che decidi di fare o non fare materialmente e immaterialmente (prostrandoti davanti a un totem o ad una statuina, facendo un rito propiziatorio perchè l'Etna si fermi, recitando una litania, fustigandosi, pagando soldi per avere un'indulgenza, alleviando il dolore di un sofferente, ecc...).Questi piani concettuali possono essere interconnessi in modo più o meno coerente ed ognuno di noi si forma nel corso della vita la propria, unica, irripetibile combinazione, che ci rende assolutamente originali e che può essere fluida, evolvere, cambiare con il tempo e l'esperienza. La grande setta è composta da menti molto raffinate e colte (molti sono i plurilaureati) molti dei quali in 'formazione continua' e sono in grado di proporti oggi un pacchetto spirituale preconfezionato 'foolproof' (a prova di stupido) ben collaudato e testato sulle masse che è un coacervo di valori,credenze,attività in cui i 3 piani suddetti non sono più distinguibili se non da un occhio attento e critico. Questo brodo viene proposto con un piccolo markup (la concorrenza è spietata, sono finiti i bei tempi in cui si riusciva a spogliare le persone di interi patrimoni, oggi non è più possibile, ma durerebbe poco, si perderebbe troppa credibilità,solo WannaMarchi ci riesce...) tale da permettere non solo di poter far goder di qualche lusso la parte alta della piramide ma riuscendo anche riservarsi risorse economiche utili per l'espansione dell'azienda (CocaCola insegna...)La morale della favola è che o ti mangi questa minestra oppure....La soluzione c'è e vi sono molti cristiani 'puri' a praticarla, ma richiede come ti ripeto, capacità e spirito critico, per riuscire a conservare intatto il livello dei valori e della fede tirando una decisa croce sopra il livello preconfezionato dell'azione, rendendolo intimo e personale senza bisogno di medium e piazzisti per stabilire un contatto direto con il dio in cui credi.Ma purtroppo la maggioranza delle persone continua ad ingoiare da secoli quella ricetta spirituale preconfezionata che la setta distribuisce a piene mani e della quale ormai non può più fare a meno...
            Poi ho imparato
            che Dio parla al cuore di ognuno che parla
            con me e io con lui e non è necessario
            nessun intermediario....Forse almeno tu ci sei riuscito, te lo auguro, ma devi avere il coraggio di prendere le distanze apertamente e non fingere di ingoiarla per conformismo dichiarandoti oggi 'cattolico' (e quindi aderente a QUELLA particolare setta).Qualcuno prova a definirsi 'cattolico non praticante' ma è ancora molto debole come definizione, ci vorrebbe forse uno scisma per tornare alla purezza del pensiero cristiano....Tamerlano
          • Anonimo scrive:
            Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....
            - Scritto da: Tamerlano
            Tu rappresenti una delle eccezioni, vedo che
            hai cultura sufficiente per essere
            consapevole di tutto questo, anche se non
            hai ancora sviluppato la capacità di fare a
            meno di medium e intermediari che
            intercedano per te.
            Sei costretto a fare buon viso a cattivo
            gioco, come fanno in tanti pur consapevoli
            come te.
            non considero la presenza di intermediari un fatto negativo di per se, l'inteligenza sta nel saper capire se chi si propone come intermediario ha le capacità per esserlo...non credo che sia utile fare tutto da soli....in due si va più lontani....
            E' proprio questo l'obiettivo che si pongono
            i grandi manovratori della setta: se tu usassi il termine setta con significato sceintifico, allora sarebbe errato, in quano dato la sua diffusione e strutturazione occorre parlare di religione. Questo conferma la mia opinione sul fatto che in realtà tu lo usi con una valenza negativa, che continua a infastidirmi e a confermare la tua tendenza ad impostare la discussione in maniera un pò "arrogante"...ma va bhe...:)

            a) il piano dei valori: tutto ciò che
            ritieni intimamente giusto o sbagliato,
            abbastanza giusto o abbastanza sbagliato
            quando ti rapporti con la vita reale (che
            trovi giusto non uccidere, non rubare,
            rispettare gli altri, discriminarli, essere
            tolleranti, essere falsi, non violenti,
            altruisti, l'aborto, il divorzio, la
            clonazione, ecc...).


            b) il piano della fede: tutto ciò in cui tu
            intimamente credi e tutto ciò che ti pare
            impossibile, probabile e improbabile (che
            almeno uno dei 1000 teorizzati dei proposti
            nel corso della storia esista veramente, che
            ne esista uno solo o ne possano esistere 10
            con caratteristiche completamente diverse,
            che tu possa reincarnarti, che vi sia
            qualcosa dopo la morte, che Babbo Natale
            esista, che Saibaba compia miracoli, che il
            sangue di s.gennaro è una manifestazione
            divina, che le guarigioni a Lourdes siano
            frutto di suggestione, ecc...).

            c) il piano dell'azione: tutto ciò che
            decidi di fare o non fare materialmente e
            immaterialmente (prostrandoti davanti a un
            totem o ad una statuina, facendo un rito
            propiziatorio perchè l'Etna si fermi,
            recitando una litania, fustigandosi, pagando
            soldi per avere un'indulgenza, alleviando il
            dolore di un sofferente, ecc...).

            Questi piani concettuali possono essere
            interconnessi in modo più o meno coerente ed
            ognuno di noi si forma nel corso della vita
            la propria, unica, irripetibile
            combinazione, che ci rende assolutamente
            originali e che può essere fluida, evolvere,
            cambiare con il tempo e l'esperienza.
            Vedi questa tua per altro affascinante presentazione pecca però, o quanto meno dipende tutta da un presupposto....perchè partendo dal profondo verso l'esterno della cipolla i valori vengono prima della fede? e così perchè l'azione deve necessariamente stare all'esterno della cipolla? Il presupposto implicito in questa costruzione è chiaramente di stampo razionalista...la fede è solo una sovrastruttura (fra l'altro vorrei farti notare l'ironia con cui tu parli delle esperienze di fede e la serietà con cui parli dei valori, segno anche questo di una tua posizione pregiudiziale...), l'azione è solo una conseguenza di valori + sovrastrutture culturali. Una costruzione apprezzabile quindi ma che non è assolutamente la "verità" rivelata...La Fede potrebbe far parte benissimo dei valori fondanti di un individuo....e oltretutto l'idea che questi tre livelli debbano necessariamente essere non mischiati ma decisamente separati appare un pò ingenua....o meglio rientra benissimo nella tua visione iperrazionale di queste cose....perchè il piano dell'azione deve essere diviso dal piano della fede? perchè la fede non potrebbe essere di per se azione?
            La grande settacontraddizione in termini :)
            è composta da menti molto
            raffinate e colte (molti sono i
            plurilaureati) molti dei quali in
            'formazione continua' e sono in grado di
            proporti oggi un pacchetto spirituale
            preconfezionato 'foolproof' (a prova di
            stupido) ben collaudato e testato sulle
            masse che è un coacervo di
            valori,credenze,attività in cui i 3 piani
            suddetti non sono più distinguibili se non
            da un occhio attento e critico.

            Questo brodo viene proposto con un piccolo
            markup (la concorrenza è spietata, sono
            finiti i bei tempi in cui si riusciva a
            spogliare le persone di interi patrimoni,
            oggi non è più possibile, ma durerebbe
            poco, si perderebbe troppa credibilità,solo
            WannaMarchi ci riesce...)
            tale da permettere non solo di poter far
            goder di qualche lusso la parte alta della
            piramide ma riuscendo anche riservarsi
            risorse economiche utili per l'espansione
            dell'azienda (CocaCola insegna...)Effettivamente spesso la fede viene vissuta come un insieme di regolette preconfezionate da seguire....ti ricordo che nel vangelo GEsù non esita a scagliarsi contro i maestri del tempio, che fanno in pubblico la carità "più grossa" ma la non quella che più incide nela loro vita.....Gesù si lancia contro la commercializzazione del tempio e contro i suoi signori....eppure ribadisce sempre la sua appartenenza ad una tradizione.....ma il fatto di appartenere ad uan tradizione, non significa esserne sovrastati.....la "piramide" cadrà....come ogni bene materiale...la Chiesa SPirituale sopravviverà e troverà nuove vie...
            Forse almeno tu ci sei riuscito, te lo
            auguro, ma devi avere il coraggio di
            prendere le distanze apertamente e non
            fingere di ingoiarla per conformismo
            dichiarandoti oggi 'cattolico' (e quindi
            aderente a QUELLA particolare setta).E qua continui a non rispondere a quello che ti ho detto tante volte.....essere CAttolico significa far parte di una tradizione, esattamente come essere Italiano...tu condividi tutto ciò che ha fatto l'Italia nella sua storia? ciò che fa oggi? penso di no....eppure ti senti italiano, perchè hai la consapevolezza che essere italiano non significa necessariamente essere assimilato all'italia materiale ma far parte di una sorta di Italia immateriale, un concetto astratto che senti però fortemente reale....Io non mi vergogno di dichiararmi cattolico, perchè nn posso non esserlo, perchè fa parte della mia cultura e della mia formazione, la tradizione è importante quando rimane appunto tradizione, diventa negativa quando cristalizza il presente o ancor peggio pretende di essere il presente

            Qualcuno prova a definirsi 'cattolico non
            praticante' ma è ancora molto debole come
            definizione, ci vorrebbe forse uno scisma
            per tornare alla purezza del pensiero
            cristiano....Ma perchè senti il bisogno di una nuova Chiesa materiale? non pensi che finirebbe per compiere gli stessi errori?Lo scis
          • Anonimo scrive:
            Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....

            La Fede
            potrebbe far parte benissimo dei valori
            fondanti di un individuo....e oltretutto
            l'idea che questi tre livelli debbano
            necessariamente essere non mischiati ma
            decisamente separati appare un pò
            ingenua....
            ....perchè il piano dell'azione deve
            essere diviso dal piano della fede? perchè
            la fede non potrebbe essere di per se
            azione? Il modello puoi renderlo 'flat' se ti può essere più semplice da capire (perdi alcune chiavi di lettura interessanti in termini causali ma non ti cambia la sostanza...). Ma fino a quando non sarai in grado di scindere il colore nei suoi componenti primari non sarai mai in grado di capirne le dipendenze e soprattutto la coerenza reciproca.Se continui a scambiare il credere a qualcosa con il giudizio su qualcosa, il credere a qualcosa con il fare qualcosa a te questi elementi appariranno sempre nel loro insieme indistinto, il brodo spirituale precotto che ti viene propinato dall'istituzione senza riuscire a riconoscerne gli ingredienti originali che l'hanno prodotto.Quindi è evidente che questi ingredienti sono miscelati ma se non hai la capacità critica di discernerli non ti potrai mai rendere conto se nel brodo ti verseranno anestetico inducendoti a fare cose di cui non sarai in grado di valutare la coerenza e l'opportunità.
            .....la "piramide" cadrà....come
            ogni bene materiale...la Chiesa SPirituale
            sopravviverà e troverà nuove vie...La verità temo è che ti terrorizza l'idea che la piramide cada tant'è che subito ci ripensi:
            Ma perchè senti il bisogno di una nuova
            Chiesa materiale? non pensi che finirebbe
            per compiere gli stessi errori?Se il 90% dei proseliti rimangono al pascolo come pecore per i motivi già espressi anche uno scisma non porterebbe benefici tangibili, una nuova piramide si formerebbe e una nuova casta di privilegiati porporati intoccabili.... Se invece qualcuno si sveglia e smette di aprire il portafoglio la domenica e quando barra la casella sul 740 forse la nuova piramide rimane più concentrata sui principi più genuini.Soprattutto se si comincia a chiedere di render conto ai fedeli dei soldi spesi!Ma siccome il 90% dei fedeli oggi è beatamente al pascolo....la casta porporata è in una botte di ferro...

            E qua continui a non rispondere a quello che
            ti ho detto tante volte.....essere CAttolico
            significa far parte di una tradizione,Le parole sono etichette, se tu ti onori di appartenere ad una setta (o ad una chiesa, come preferisci) e usi quell'etichetta, implicitamente ne condividi l'operato e le scelte. Altrimenti dopo averne viste di cotte e di crude cerchi di prenderne le distanze: quel marchio che tu rispetti viene sfruttato per scopi tutt'altro che nobili. E' solo una questione di coerenza, capisco il dolore di perdere l'etichetta alla quale sei 'per tradizione' legato, ma se ti vuoi differenziare uno dei due deve cambiarla e difficilmente la lasceranno loro(un marchio vale parecchio nel mercato delle illusioni...)Per cui loro continueranno a sfruttarla a dovere, sfornando un santo all'anno per tener alta l'attenzione e facendo happening a ripetizione per fare cassa certi di poter contare su una fonte inesauribile di latte da spremere....E finchè quel restante 10% di fedeli 'consapevoli' non si sveglia, si indigna e prende una posizione invece di girarsi dall'altra parte ogniqualvolta viene svilito dalla setta il significato dell'etichetta con la quale si identifica non cambierà nulla e la setta continuerà a prosperare allegramente accumulando fortune per molti secoli ancora..... Ma se di tutto questo no ti curi...buona spremitura allora !!! P.S: Il mio budget sociale per Natale va direttamente a Gino Strada non certo a finanziare la nuova Villa estiva del Cardinal Sodano...Ah, lo sapevi che i 4000 dipendenti del Vaticano non pagano i contributi all'INPS? No???Vuol dire che in realtà volente o nolente la piramide i nostri soldi ce li sta già sfilando di tasca.... Tamerlano
          • Anonimo scrive:
            Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....
            - Scritto da: Tamerlano
            Se continui a scambiare il credere a
            qualcosa con il giudizio su qualcosa, il
            credere a qualcosa con il fare qualcosa a te
            questi elementi appariranno sempre nel loro
            insieme indistinto, il brodo spirituale
            precotto che ti viene propinato
            dall'istituzione senza riuscire a
            riconoscerne gli ingredienti originali che
            l'hanno prodotto.Guarda che il credere è giudicare, è agire....forse tu non riesci a comprendere che la fede è una esperienza totalizzante perchè nn l'hai mai provata...io ti parlo di fede tu mi rispondi con numeri e proporste razionalizzanti sono due piani inconciliabili, io non apprezzo il fides et ratio del Papa.....La Fede e la Ragione sono campi inconciliabili, come io rispetto la Ragione vorrei un pò di rispetto per la fede (ma tanto lo so che i seguaci della Ragione sorridono a questi discorsi gaurdandoti dall'alto in basso come si guarda il povero popolo ignorante....ma io non me ne curo, il castello di carta della Ragione non è di mio interesse....preferisco la Tragedia alla Commedia)


            .....la "piramide" cadrà....come

            ogni bene materiale...la Chiesa SPirituale

            sopravviverà e troverà nuove vie...

            La verità temo è che ti terrorizza l'idea
            che la piramide cada tant'è che subito ci
            ripensi:


            Ma perchè senti il bisogno di una nuova

            Chiesa materiale? non pensi che finirebbe

            per compiere gli stessi errori?
            Mha...non mi sembra un ripensamento ma un rafforzamento...proprio perchè vedo uno chiesa malata non ne voglio un altra....perchè so che la purezza non è di questo mondo...perchè non esiste nessuno tanto puro da crare una chiesa pura...e chi così si sente e peggio di chi ci sta ora....
            Se il 90% dei proseliti rimangono al pascolo
            come pecore per i motivi già espressi anche
            uno scisma non porterebbe benefici
            tangibili, una nuova piramide si formerebbe
            e una nuova casta di privilegiati porporati
            intoccabili....
            quello che volevo dire....
            Se invece qualcuno si sveglia e smette di
            aprire il portafoglio la domenica e quando
            barra la casella sul 740 forse la nuova
            piramide rimane più concentrata sui principi
            più genuini.
            Soprattutto se si comincia a chiedere di
            render conto ai fedeli dei soldi spesi!
            con i soldi che io do la domenica nella mia chiesa ci abbiamo comprato il pulmino per scorazzare i pargoli in giro per l'Italia, ci tiriamo su i pasti per le persone povere del paese, abbiamo tirato su un centro di assistenza fiscale gratuito, abbiamo rifatto le reti del campo di calcio che accoglie una squadra di calcio giovanile che a un prezzo irrisorio tiene un centinaio di ragazzi, ecc...ecc....
            Le parole sono etichette, se tu ti onori di
            appartenere ad una setta (o ad una chiesa,
            come preferisci) e usi quell'etichetta,
            implicitamente ne condividi l'operato e le
            scelte. Altrimenti dopo averne viste di
            cotte e di crude cerchi di prenderne le
            distanze: quel marchio che tu rispetti viene
            sfruttato per scopi tutt'altro che nobili.
            E' solo una questione di coerenza, capisco
            il dolore di perdere l'etichetta alla quale
            sei 'per tradizione' legato, ma se ti vuoi
            differenziare uno dei due deve cambiarla e
            difficilmente la lasceranno loro(un marchio
            vale parecchio nel mercato delle
            illusioni...)

            Per cui loro continueranno a sfruttarla a
            dovere, sfornando un santo all'anno per
            tener alta l'attenzione e facendo happening
            a ripetizione per fare cassa certi di poter
            contare su una fonte inesauribile di latte
            da spremere....passagio piuttosto arrogante, come sempre del resto, se non credi ai santi è un problema tuo....
            E finchè quel restante 10% di fedeli
            'consapevoli' non si sveglia, si indigna e
            prende una posizione invece di girarsi
            dall'altra parte ogniqualvolta viene svilito
            dalla setta il significato dell'etichetta
            con la quale si identifica non cambierà
            nulla e la setta continuerà a prosperare
            allegramente accumulando fortune per molti
            secoli ancora.....
            Mah...vorrei tanto sapere tu che ne sai di cosa fa quel 10%....forse mentre te guardi alla punta della piramide (ch e per quanto me ne frega può pure continuare a tenersi la porpora.....perchè come ti ho detto tante volte la Chiesa, la Fede è un altra cosa....e a me non interessa la giustizia terrena, che non esiste...) forse quel 10 % vive e opera per tenere alto il neme di quella tradizione.......il bene e il male esistono ovunque, anche all'interno della chiesa...

            P.S: Il mio budget sociale per Natale va
            direttamente a Gino Strada non certo a
            finanziare la nuova Villa estiva del
            Cardinal Sodano...Non lo mettevo in dubbio...il volontario più pubblicizzato del pianeta (massimo rispetto per lui) non poteva che essere la scelta più scontata e azzeccata...magari ti presenterò un giorno il missionario con cui sono in contatto che in Somalia cura le vittime di guerra senza bisogno di andare al Maurizio Costanzo Show...ps. oltretutto è curioso per uno che considera con cotanto fervore le parole come etichette e poi come nick ha Tamerlano.....lui di guerre se ne intendeva parrecchio :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....

            Guarda che il credere è giudicare, è
            agire....forse tu non riesci a comprendere
            che la fede è una esperienza totalizzante
            perchè nn l'hai mai provata...io ti parlo di
            fede tu mi rispondi con numeri e proporste
            razionalizzanti sono due piani
            inconciliabili, io non apprezzo il fides et
            ratio del Papa.....La Fede e la Ragione sono
            campi inconciliabili, come io rispetto la
            Ragione vorrei un pò di rispetto per la fede
            (ma tanto lo so che i seguaci della Ragione
            sorridono a questi discorsi gaurdandoti
            dall'alto in basso come si guarda il povero
            popolo ignorante....ma io non me ne curo, il
            castello di carta della Ragione non è di mio
            interesse....preferisco la Tragedia alla
            Commedia)In realtà se ci rifletti bene la ricetta che ti ho indicato può essere sia fortemente sbilanciata a favore della 'Ragione' ma altresì fortemente sbilanciata a favore della 'Fede', dipende unicamente dalla quantità degli ingredienti.Questo è un approccio possibile per riuscire a cogliere la complessità delle posizioni sul tema della spiritualità.Semplicemente la tua sfera della fede(ciò in cui credi e ciò in cui non credi) è estremamente ricca di risposte certe, che non ammettono dubbi.Esempio se io ti chiedo: credi che esista il Dio teorizzato e descritto nei Vangeli (scegli tu quali...) ? Tu risponderai che ne sei certo, una certezza al 100%. Questa è fede totale.Un ateo risponderà certamente no: non ci crede per nulla, non è una eventualità possibile...Un agnostico risponderà: è probabile che esista come è probabile che non esista: ci crede al 50%....In questo modo riesci ad avere una visione che considera ogni singolo punto di vista in materia, vedi l'intera foresta e non solo il singolo albero.E riesci ad accorgerti anche del fatto che sia tu, l'ateo e l'agnostico potete condividere comunque gran parte della sfera dei valori, nonostante sfere di fede così diverse. Quindi tutti e tre potete essere nello stesso modo essere fermamente e intimamente convinti che sia giusto evitare a tutti i costi le guerre, che sia giusto non uccidere, essere onesti, dare una mano ai più sfortunati, ecc...La tua sfera dei valori non vale di più delle sfere dei valori dell'ateo e dell'agnostico se ha i medesimi contenuti, è questo che devi accettare anche se capisco che ti pesi parecchio...La differenza sostanziale consiste nel fatto che tu fai tuoi questi valori dopo averli assorbiti previa opportuna traduzione/mistificazione/adattamento dei testi che i santoni della setta ti presentano nella loro ultima release patinata dei 'sacri testi',l'ateo e l'agnostico questi valori se li formano autonomamente senza avere un'unica fonte di ispirazione ma più fonti (testi e esperienze di vita) che possono essere confrontate, discusse, rigettate, adeguate al contesto in cui viviamo, tra le quali vi possono essere ANCHE la tua unica fonte di ispirazione.
            con i soldi che io do la domenica nella mia
            chiesa ci abbiamo comprato il pulmino per
            scorazzare i pargoli in giro per l'Italia,
            ci tiriamo su i pasti per le persone povere
            del paese, abbiamo tirato su un centro di
            assistenza fiscale gratuito, abbiamo rifatto
            le reti del campo di calcio che accoglie una
            squadra di calcio giovanile che a un prezzo
            irrisorio tiene un centinaio di ragazzi,
            ecc...ecc....questo è grandioso,davvero, a prescindere dalla propria sfera di fede. Occhio che spesso passa la curia a drenare capitale...soprattutto nelle zone più 'generose'.... così si può estendere il giardino del cardinale....
            ps. oltretutto è curioso per uno che
            considera con cotanto fervore le parole come
            etichette e poi come nick ha
            Tamerlano.....lui di guerre se ne intendeva
            parrecchio :)è vero, ma anche tu non scherzi presentandoti come un Dio pagano, se lo sapesse il tuo parroco.... ;-) Tamerlano






            .....la "piramide" cadrà....come


            ogni bene materiale...la Chiesa
            SPirituale


            sopravviverà e troverà nuove vie...



            La verità temo è che ti terrorizza l'idea

            che la piramide cada tant'è che subito ci

            ripensi:




            Ma perchè senti il bisogno di una nuova


            Chiesa materiale? non pensi che
            finirebbe


            per compiere gli stessi errori?



            Mha...non mi sembra un ripensamento ma un
            rafforzamento...proprio perchè vedo uno
            chiesa malata non ne voglio un
            altra....perchè so che la purezza non è di
            questo mondo...perchè non esiste nessuno
            tanto puro da crare una chiesa pura...e chi
            così si sente e peggio di chi ci sta ora....


            Se il 90% dei proseliti rimangono al
            pascolo

            come pecore per i motivi già espressi
            anche

            uno scisma non porterebbe benefici

            tangibili, una nuova piramide si
            formerebbe

            e una nuova casta di privilegiati
            porporati

            intoccabili....



            quello che volevo dire....


            Se invece qualcuno si sveglia e smette di

            aprire il portafoglio la domenica e quando

            barra la casella sul 740 forse la nuova

            piramide rimane più concentrata sui
            principi

            più genuini.

            Soprattutto se si comincia a chiedere di

            render conto ai fedeli dei soldi spesi!



            con i soldi che io do la domenica nella mia
            chiesa ci abbiamo comprato il pulmino per
            scorazzare i pargoli in giro per l'Italia,
            ci tiriamo su i pasti per le persone povere
            del paese, abbiamo tirato su un centro di
            assistenza fiscale gratuito, abbiamo rifatto
            le reti del campo di calcio che accoglie una
            squadra di calcio giovanile che a un prezzo
            irrisorio tiene un centinaio di ragazzi,
            ecc...ecc....


            Le parole sono etichette, se tu ti onori
            di

            appartenere ad una setta (o ad una chiesa,

            come preferisci) e usi quell'etichetta,

            implicitamente ne condividi l'operato e le

            scelte. Altrimenti dopo averne viste di

            cotte e di crude cerchi di prenderne le

            distanze: quel marchio che tu rispetti
            viene

            sfruttato per scopi tutt'altro che
            nobili.

            E' solo una questione di coerenza, capisco

            il dolore di perdere l'etichetta alla
            quale

            sei 'per tradizione' legato, ma se ti vuoi

            differenziare uno dei due deve cambiarla e

            difficilmente la lasceranno loro(un
            marchio

            vale parecchio nel mercato delle

            illusioni...)



            Per cui loro continueranno a sfruttarla a

            dovere, sfornando un santo all'anno per

            tener alta l'attenzione e facendo
            happening

            a ripetizione per fare cassa certi di
            poter

            contare su una fonte inesauribile di latte

            da spremere....

            passagio piuttosto arrogante, come sempre
            del resto, se non credi ai santi è un
            problema tuo....
        • Anonimo scrive:
          Re: Speriamo che le ingerenze terminino qui....
          - Scritto da: Tamerlano

          Non vorrei essere nei panni delle forze
          dell'ordine: deve essere terribile arrivare
          a constatare che si è lavorato anni
          rischiando quotidianamente la propria vita
          per vedere tutto questo reso vano e inutile.
          io non vorrei essere nei panni delle forze dell'ordine per constare che in carcere ci sono sempre i soliti 8 (per cella) poveracci mentre i pezzi grossi governano questo paese...
Chiudi i commenti