Gates: il vostro futuro è mobile

Ed è un futuro gestito da MS.NET, che diverrà la lingua franca per i più disparati device, dai PC ai cellulari, in un ambiente di comunicazione mobile, flessibile, wired e wireless. Il Software Architect si rivela agli sviluppatori
Ed è un futuro gestito da MS.NET, che diverrà la lingua franca per i più disparati device, dai PC ai cellulari, in un ambiente di comunicazione mobile, flessibile, wired e wireless. Il Software Architect si rivela agli sviluppatori


New Orleans (USA) – Una visione di interoperabilità portata ai suoi estremi, di capacità di dialogo tra device di origine e natura diversi, indipendente dai mezzi di comunicazione e parte di esso. Questa la visione con cui Bill Gates, chairman e chief software architect di Microsoft, ha voluto presentarsi agli sviluppatori all’apertura della prima Microsoft Mobile Developer Conference.

Nella convinzione che nell’era del mobile, del post-PC, Microsoft abbia da giocare un ruolo decisivo per l’integrazione e l’innovazione delle tecnologie e il raggiungimento degli obiettivi di quello che ha definito il decennio digitale, Gates affronta senza troppe remore un mercato ormai sempre più lontano dai PC che hanno reso Microsoft il principale produttore di software nel mondo.

Microsoft si prepara infatti ad allontanarsi ulteriormente dal settore che tanto le ha dato per avventurarsi con tutto il suo peso in tutto ciò che è mobile: la piattaforma Smartphone per i telefoni cellulari di nuova generazione, Pocket PC per i PDA, Media2Go per i dispositivi audio/video portatili, SPOT per i gadget hi-tech, Smart Display per gli schermi wireless, Tablet PC per i computer portatili e, più in generale, a tutti i dispositivi basati su una qualche versione del sistema operativo embedded Windows CE, inclusi quelli per il settore automobilistico.

Gates sa di avere dinanzi molti ostacoli ma la sua è l’unica impresa del settore capace di presentarsi al centro di ciascuno dei settori in cui si sta rapidamente avventurando.

Non stupisce affatto, dunque, che Gates abbia affermato che il business legato ai dispositivi mobile “sarà probabilmente quello a più elevata crescita”: in questo settore Microsoft ha investito e sta investendo moltissimo, e con lei buona parte dell’industria IT.

Gates ha affermato che la strategia chiave di Microsoft è quella di consentire ai dispositivi di ogni forma e dimensione di poter comunicare fra loro e di interagire con i servizi sul web in un modo standard, così da facilitare la realizzazione per gli sviluppatori e le imprese di applicazioni in grado di girare su pressoché tutti i dispositivi in circolazione. Per rendere tutto ciò una realtà Microsoft punta sulla propria piattaforma MS.NET, la tecnologia che secondo Gates sarà presto in grado di girare su qualsiasi tipo di device, dai server agli orologi da polso.


Proprio ieri Gates ha annunciato il rilascio della versione finale di .NET Compact Framework , un sottoinsieme del cuore della piattaforma.NET progettata per i dispositivi a basso consumo, come i PDA e gli Smartphone. L’obiettivo di Microsoft è supportare e incoraggiare lo sviluppo di una più vasta gamma di applicazioni mobile – dalle applicazioni enterprise ai giochi – basate su.NET.

Un sottoinsieme del.NET Compact Framework verrà utilizzato da Microsoft come piattaforma per i gadget SPOT, quali orologi, pager e altri microdispositivi capaci di ricevere informazioni attraverso le onde radio FM.

Microsoft ha già anticipato che tutte le future versioni del proprio ambiente di sviluppo, a partire da Visual Studio.NET 2003 (atteso per il 24 aprile), supporteranno il.NET Compact Framework.

“Stiamo facendo investimenti significativi in questo settore, e continueremo a investire, investire e investire finché non avremo la migliore piattaforma possibile”, ha proclamato Gates.

Investire nel mobile, per Microsoft, significa anche investire nei web service basati su XML, lo stesso standard alla base di.NET. Sarà proprio grazie ai web service XML che, nel prossimo futuro, applicazioni e dispositivi saranno in grado di parlare la stessa lingua, scambiarsi informazioni e accedere agli stessi servizi sul web.

Durante la conferenza Gates ha spronato gli sviluppatori a capitalizzare sull’enorme crescita delle soluzioni mobile basate sui tre maggiori standard wireless in circolazione: Wi-Fi, Bluetooth e GPRS. Per incoraggiare lo sviluppo di applicazioni per la propria piattaforma wireless Microsoft distribuirà, nei prossimi mesi, oltre 25.000 PDA Pocket PC e quasi altrettanti Smartphone.

Questa la visione di Gates. Si tratta ora di capire fino a che punto gli sviluppatori e i partner saranno disposti a seguirlo ad un tavolo da gioco sul quale il big di Redmond ha scommesso tutto il proprio futuro.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

20 03 2003
Link copiato negli appunti