Gates rilancia e cala (gli assi)

Punta la bellezza di 4,4 mld di dollari per rendere Windows web'n'wireless e per dimostrare che Microsoft, dopotutto, innova. Ecco il progettone di Gates per il nostro futuro


Redmond (USA) – Si sono seduti intorno ad un tavolo e hanno deciso su cosa punterà Microsoft da qui a qualche anno. Una decisione capace di influenzare lo sviluppo dell’azienda e dei suoi prodotti, diffusi e utilizzati in tutto il mondo.

Dalla cassaforte dell’azienda di Redmond escono 4,4 miliardi di dollari da spendere in ricerca e sviluppo nei nuovi settori “target”: wireless, servizi e sviluppo Web, giochi, MSN e assistenza. All’interno di questi settori si svilupperanno le varie produzioni Microsoft che punteranno a loro volta sempre più alla personalizzazione e quindi alla nascita di prodotti specifici per i diversi utilizzi.

Secondo Gates infatti “Internet ha la stessa funzionalità di un PC,” quello che immagina è “una Internet con i device collegati, nuovi set-top box, PC, piccoli schermi”. Parole che non suonano del tutto nuove, visto che sullo stesso concetto Gates si era basato per il lancio di .NET.

La strategia Microsoft pare dunque puntare tutto sulla ricerca per aprire a nuovi mercati: “Porteremo nuovi device nella prossima versione di Windows e utilizzeremo un più semplice sistema di registrazione e distribuzione del software”. Il progetto .NET prevede appunto la distribuzione, direttamente dalla rete, di software destinato a tanti diversi device . “E ‘ un’opportunità fenomenale. Nessuno si sta occupando di costruire questo tipo di piattaforma nel modo in cui la stiamo preparando noi”, ha detto Bill Gates.

Su Internet come piattaforma, in realtà, sono molte le aziende che si muovono, tutti grossi calibri, come Cisco, IBM, Oracle, Philips, Sony e Sun Microsystems. Le tecnologie Sun sono al centro di idee e proposte che ricordano da vicino quelle avanzate da Microsoft. (continua in seconda pagina)


Tra i molti annunci fatti da Microsoft, spicca la release beta di Whistler che dovrebbe essere rilasciata entro ottobre. Whistler è un sistema operativo basato su Windows2000 ma dedicato al mercato consumer. Sempre in corso d’anno vedrà la luce un aggiornamento di Office (con messaging e ricerca avanzata), la suite per l’ufficio che dal prossimo anno passerà in ambiente .Net.

E ‘ arrivato il service pack 1 per Windows 2000, mentre la prossima settimana sarà l’ora dell’atteso SQL Server 2000. Qualche giorno più tardi arriverà anche Windows2000 Datacenter, una versione high-end del sistema operativo.

L’obiettivo dell’azienda di Redmond sembra quindi quello di gestire i molti device che stanno nascendo con l’era dell’informazione wireless: “Lavoreremo su tutti i device, compresi quelli che non avranno Windows come sistema operativo. Abbiamo un software che permetterà a tutti i dispositivi la connessione ai servizi .NET”, ha detto Gates.

L’ultima profezia del padre di Windows riguarda il mondo delle comunicazioni, dove il computer conta oggi solo per il 10 per cento: l’importanza degli elaboratori – ha detto Gates – crescerà fino al 40, 50 per cento per fornire messaging, audio e video.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti