Gates, sesterzi per i vaccini nel mondo

La Foundation che fa capo al chairman Microsoft annuncia un nuovo mega-stanziamento per finanziare le vaccinazioni dei bimbi nei paesi in via di sviluppo


Roma – Sarà la Global Alliance for Vaccines and Immunization (GAVI) a beneficiare di un nuovo imponente stanziamento di sostegno annunciato da Bill Gates, chairman Microsoft, a favore dei programmi di vaccinazione per i bambini dei paesi più poveri.

William H. Gates III ha infatti spiegato in una nota che la Bill and Melinda Gates Foundation donerà all’Alliance 750 milioni di dollari per un progetto dalla durata di dieci anni. E ha chiesto a tutti coloro che possono permetterselo di seguire il suo esempio.

“Sostenere la vaccinazione dei bambini – ha dichiarato Gates – è indubbiamente il migliore investimento che abbiamo mai fatto. In soli cinque anni gli sforzi della GAVI hanno salvato la vita di centinaia di migliaia di bambini e in futuro saranno milioni ad essere salvati. Ma quello di oggi è soltanto un trasferimento di denaro. I paesi ricchi possono e devono accrescere la spesa per le vaccinazioni, per dare ai bambini nei paesi in via di sviluppo la possibilità di vivere una vita sana”.

Non è certo la prima volta che Gates veste i panni del filantropo. La sua Foundation negli anni ha devoluto enormi somme contro l’AIDS , il tetano , malaria e altre malattie, ed ha sostenuto il mondo povero collaborando alle iniziative internazionali di cooperazione.

“Siamo dinanzi alla sfida di offrire possibilità di salute per i popoli del mondo – ha spiegato ai reporter – perché quanto sta avvenendo è una tragedia di cui non si parla. Se si ritiene che la vita debba essere trattata con equità allora questo è un investimento per il quale si devono trovare le risorse”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Giambo scrive:
    Re: Giambo che tristezza che sei
    - Scritto da: Anonimo

    E, in ogni caso, se l'Iran ha la bomba

    atomica questa potrebbe fuinzionare come

    deterrente per un'azione sconsiderata da

    parte degli USA come quella intrapresa
    in

    Irak.

    Si forse, oppure la presenza di armi
    atomiche puo' essere usata come scusa per un
    attacco.Vabbeh che Bush non spicca per la sua intelligenza, ma voler attaccare una nazione che ha la bomba atomica pronta mi sembra una grossa cavolta.Tendo a credere che quella dell'atomica irachena era una scusa per ben altri interessi (Ma vah ?!?)
    "SE dobbiamo prendere posizione"
    "se" significa ipotesi. Potremmo quindi
    anche non prendere posizone. Visti i
    precedenti storici penso che l'Italia non
    rimarra' neutrale, ma nella mia frase
    l'ipotesi rimane, chiaro?L'ipotesi rimane, ma la conseguenza (Allearsi con una parte) mi pare sia ben chiara.
    A proposito, non ho mai scrittto per
    questioni "culturali". Ma sei analfabeta???
    Ma citi davvero inventando!! Ma chi sei, ma
    sei andato a scuola?Come ti ho gia' detto, non sono italiano.
    Non ho scritto che l'Iran e' nostro nemico,
    ma se vogliamo parlare dell'Iran in
    particolare, si puo' dire che sia un paese
    ostile agli USA e viceversa, questo con
    tutto che gli USA sono un paese belligerante
    ed aggressivo, l'attributo ostile si puo'
    legittimamente usare.Amen.

    una nazione che e' praticamente in
    perenne

    guerra con il resto del mondo ?

    Questa etichetta di "nazione ostile" (O

    stato canaglia) proprio non mi va' giu'

    Mai scritto "stato canaglia".Infatti era tra parentesi, e' un modo di dire che ho sentito spesso provenire da oltreoceano, non era affatto riferito a quel che dici te.Quello che voglio dire e' che sempre piu' spesso intere nazioni ogoverni vengono marchiati come "ostili" da interessi politici o economici, e molti seguono queta idea senza fermarsi a ragionare. "L'ha detto tal-dei-tali, dev'esse vero, a morte lo stato-canaglia !".

    Se parli di programmi atomici che danno

    fastidio agli USA e a "noi" e poco dopo

    parli di schierarsi da una parte ...
    Beh, il

    quadro mi pare piuttosto chiaro !

    Si e' chiaro che sto perdendendo tempo con
    te cercando di difendermi da cose che mi
    metti in bocca.Nessuno ti obbliga a farlo.
    Ancora una volta estrapoli quello che ti
    pare.Questo e' quel che ho capito io dal tuo messaggio.Sono ancora qui per questo, per capire che cosa intendevi dire, mica mi diverto ad attaccare il primo che passa con la schiuma alla bocca come un cane rabbioso !
    Vuoi capire quello che ti pare
    evidentemente. Segui il tuo binario e quello
    che ti spiego non ti tocca e se ti tocca lo
    dimentichi dopo 2 minuti, alteri quello che
    ti dico scrivendo frasi in cui mi
    attribuisci affermazioni da guerrafondaio
    imbecille.Se cosi' fosse, avrei smesso molto prima.Non capisco perche' la prendi cosi' sul personale, lungi da me metterti in bocca frasi che non hai detto, come affermato sopra volgio capire cosa intentevi dire con certe affermazioni.
    Mi sa che invece qui l'unico
    imbecille che si rifiuta di fare un discorso
    serio senza livore e' in Svizzera.No, e' uno Svizzero :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: Giambo che tristezza che sei
    - Scritto da: Giambo

    Grazie per avermi tirato fuori, anche
    perche' non sono italiano.E io non ci vivo.
    E, in ogni caso, se l'Iran ha la bomba
    atomica questa potrebbe fuinzionare come
    deterrente per un'azione sconsiderata da
    parte degli USA come quella intrapresa in
    Irak.Si forse, oppure la presenza di armi atomiche puo' essere usata come scusa per un attacco. La scusa delle armi e' stata usata con l'Irak che non ne aveva, figuriamoci con l'Iran di cui e' ben nota l'esistenza di un programma atomico.Staremo a vedere.

    Da tutto cio' tu ricavi che IO decido
    chi

    bombardare e chi no, che aggrego tutti
    "noi"
    La tua frase Ah finalmente hai imparato che non devi inventare.
    "
    Senza dire cattivi e buoni, se dobbiamo
    prendere posizione, tra il regime degli
    Ayatollah e gli USA, chi ci e' maggiormente
    vicino per sensibilita', storia, religione,
    vincoli ed interessi economici e politici?
    "

    mi pare chiara, no ? Si parla di prendere
    posizione e sottoindende che, per questioni
    "culturali", dobbiamo per forza schierarci
    ("Dobbiamo", ah-ah-ah !) Hai imparato a non inventare ma non a citare bene, o forse e' solo una svista di lettura (leggere per dio!). Ho scritto: "SE dobbiamo prendere posizione""se" significa ipotesi. Potremmo quindi anche non prendere posizone. Visti i precedenti storici penso che l'Italia non rimarra' neutrale, ma nella mia frase l'ipotesi rimane, chiaro?A proposito, non ho mai scrittto per questioni "culturali". Ma sei analfabeta??? Ma citi davvero inventando!! Ma chi sei, ma sei andato a scuola?
    da una parte senza
    considerare il fatto che si puo' restare
    neutrali o soppesare i motivi dei due
    schieramenti e quindi decidere per quale
    "tifare".Infatti c'e' un importante "se" che tu maliziosamente dimentichi per strada. Mi ci sto facendo il callo quasi.

    1) sai bene che non e' applicabile dato
    che

    la Francia e' uno storico alleato
    americano.

    Se un piano atomico preoccupa
    certo e'

    un piano atomico di una nazione ostile,
    non di una amica.

    "Ostile", ma ostile a chi ? Agli USA ?Buona domanda, infatti non ho scritto a chi. Perche'?Evidentemente non hai capito che era un discorso generale: e' peggio avere un amico armato o un nemico armato? Che poi sia giusto definire uno amico o nemico e' una faccenda diversa.Non ho scritto che l'Iran e' nostro nemico, ma se vogliamo parlare dell'Iran in particolare, si puo' dire che sia un paese ostile agli USA e viceversa, questo con tutto che gli USA sono un paese belligerante ed aggressivo, l'attributo ostile si puo' legittimamente usare.Per fare un esempio ebete, se la Nuova Zelanda attaccasse l'Australia, si direbbe che siano "reciprocamente ostili", anche se ovviamente l'uno e l'altro direbbero di essere dalla parte della ragione e definirebbero l'altro con mille epiteti ignobili. Me lo concedi dall'alto delle tue abilita' linguistiche che si possa dire in italiano "nazione ostile" senza offendere nessuno ed intendendo che è "avverso, contrario, nemico", come da dizionario? O hai un tuo linguaggio personale a chi si deve prestare fede quando si discute con te?
    una nazione che e' praticamente in perenne
    guerra con il resto del mondo ?
    Questa etichetta di "nazione ostile" (O
    stato canaglia) proprio non mi va' giu'Mai scritto "stato canaglia". Non continuare con il vecchio vizio di inventarti cose per screditare quello che dico. Inoltre "nazione ostile" non e', come la definsci con disprezzo tu, un "etichetta". Il perche' l'ho appena spiegato. E' un termine che non include un giudizio, come invece "canaglia".

    2) non ho mai (rileggi piano: "MAI"
    capito

    cosa significa?) espresso la regola

    "bombardare chi ha la bomba atomica".
    Ancora

    una volta siamo di fronte a cose dette
    da

    te, estrapolate da te, dalla tua
    fantasia

    malata che genera frasi mai dette e me
    le

    rinfaccia. Che senso ha? Ti da
    soddisfazione

    contestare cose che hai detto tu stesso?

    Se parli di programmi atomici che danno
    fastidio agli USA e a "noi" e poco dopo
    parli di schierarsi da una parte ... Beh, il
    quadro mi pare piuttosto chiaro !Si e' chiaro che sto perdendendo tempo con te cercando di difendermi da cose che mi metti in bocca.Ancora una volta estrapoli quello che ti pare. Mi sono stancato di spiegarti che non ho mai affermato quello che dici, che non ho mai parlato di "fastidio" (citami se sei in grado), che cosa intendevo con "noi", che non ho mai scritto che dobbiamo schierarci, e tante altre cose che non ho mai detto e che continui a tirare fuori dal cilindo magico.Vuoi capire quello che ti pare evidentemente. Segui il tuo binario e quello che ti spiego non ti tocca e se ti tocca lo dimentichi dopo 2 minuti, alteri quello che ti dico scrivendo frasi in cui mi attribuisci affermazioni da guerrafondaio imbecille. Mi sa che invece qui l'unico imbecille che si rifiuta di fare un discorso serio senza livore e' in Svizzera.
  • Anonimo scrive:
    X LA REDAZIONE - Titolo articolo
    Il titolo dovrebbe essere "Bush da la caccia [...]".Infatti "dà" scritto con l'accento in italiano è imperativo, e non terza persona indicativo presente.
    • Anonimo scrive:
      Re: X LA REDAZIONE - Titolo articolo
      E' corretto scrivere "Bush dà la caccia...", basta consultare un qualsiasi dizionario della lingua italiana...
      • Anonimo scrive:
        Re: X LA REDAZIONE - Titolo articolo
        - Scritto da: Anonimo
        E' corretto scrivere "Bush dà la
        caccia...", basta consultare un qualsiasi
        dizionario della lingua italiana...gnegnegnè!
  • Anonimo scrive:
    A che bella la frase di Bush...
    ...Libereremo il mondo dai tiranni e gli oppressori...Ma secondo voi che cosa prende per dire frasi simile e fare subito dopo cose così
    • Anonimo scrive:
      Re: A che bella la frase di Bush...
      - Scritto da: Anonimo
      ...Libereremo il mondo dai tiranni e gli
      oppressori...
      Ma secondo voi che cosa prende per dire
      frasi simile e fare subito dopo cose
      così...magari medita il suicidio...
  • Anonimo scrive:
    Mmm non la vedo bene....
    Prima Bush li minaccia per interrompere il loro studio sul nucleare...Ora li caccia dai sui ISP....Senza saper nè leggere e nè scrivere.....se 2+2 fa 5....bastano un paio di bombe atomiche per scattare un'altra foto tragica della storia.SithDrew
  • Anonimo scrive:
    ...e' come Liberazione.it
    C'e' gente che parla bene e razzola male. Perche' l'Iran si ostina a dare contro il Grande Diavolo pero' poi si arrabbiano quando questi staccano la spina. Ma insomma...chi farebbe dei lavori per qualcuno che lo considera un nemico ? E' come liberazione.it che da contro agli imperialisti USA e poi hanno (o avevano visto che ora e' giu' pre gravi problemi) il server su IIS e pagine in aspInsomma...un po' di coerenza...l'Iran invece di lamentarsi dovrebbe attrezzarsi e fare in modo che gli studenti abbiano i siti da loro.Perche' non si chiedono il motivo per cui gli studenti vanno all'estero a mettere i loro siti ?
    • Giambo scrive:
      Re: ...e' come Liberazione.it
      - Scritto da: Anonimo
      C'e' gente che parla bene e razzola male.
      Perche' l'Iran si ostina a dare contro il
      Grande Diavolo pero' poi si arrabbiano
      quando questi staccano la spina.Se non sbaglio, ISNA e' piuttosto contro il regime degli Ayatollah.
      • LockOne scrive:
        Re: ...e' come Liberazione.it
        - Scritto da: Giambo

        - Scritto da: Anonimo

        C'e' gente che parla bene e razzola
        male.

        Perche' l'Iran si ostina a dare contro
        il

        Grande Diavolo pero' poi si arrabbiano

        quando questi staccano la spina.

        Se non sbaglio, ISNA e' piuttosto contro il
        regime degli Ayatollah.per essere contro il regime degli ayatollah, nel sito campeggia ben bene la fotina di khomeini.tra l'altro, nel sito non ho trovato nessun link alla versione in lingua inglese. son io che son distratto, oppure la versione inglese non c'e'? se cosi' fosse, non mi parrebbe una gran bella mossa..
        • Giambo scrive:
          Re: ...e' come Liberazione.it
          - Scritto da: LockOne

          Se non sbaglio, ISNA e' piuttosto
          contro il

          regime degli Ayatollah.

          per essere contro il regime degli ayatollah,
          nel sito campeggia ben bene la fotina di
          khomeini.Probabilmente sono obbligati a farlo (Vedo vicino anche una spece di "sigillo"). O forse non e' la stessa associazione degli studenti che qualche anno fa' si batteva per piu' democrazia.
          tra l'altro, nel sito non ho trovato nessun
          link alla versione in lingua inglese. son io
          che son distratto, oppure la versione
          inglese non c'e'? se cosi' fosse, non mi
          parrebbe una gran bella mossa..C'e' nessuno nel forum che parla/legge arabo ?
          • Anonimo scrive:
            Re: ...e' come Liberazione.it
            Io leggo e scrivo un po' di arabo.Ma in iran NON SONO ARABI: hanno un diverso alfabeto e una diversa lingua (che puo' sembrare strano ma e' indoeuropea come la nostra ed e' una tra le piu' antiche).Lo metto in maiuscolo non perche' voglia iniziare un flame (figuriamoci) ma perche' spesso si fa di ogni erba un fascio, chiamando "arabi" i marocchini, gli iraniani e talvolta persino gli indiani e dando per scontato che arabo = musulmano (e a volte) = terrorista.Inoltre si pensa che tutti parlino arabo... provate a mettere un marocchino in palestina: per farsi capire parlera' francese.L'"arabo" non esiste se non come lingua del Corano: e' complicatissimo, molto arzigogolato, ha i casi come il latino e nessuno lo parla.Gli esseri umani parlano solo dialetti, diversi da nazione a nazione (simili nelle nazioni confinanti) e spesso c'e' gente che "spiega loro" cosa c'e' scritto nelle sacre scritture (e ovviamente vi lascio immaginare quale sia il pericolo di tutto cio')Ora con i giornali sta nascendo una sorta di arabo scritto semplificato molto piu' "omogeneo", ma per parlare occorre sempre sapere i dialetti.Quindi: dolente ma nonostante la mia traballantissima conoscenza della lingua araba non posso proprio aiutarvi :)CoD
          • Giambo scrive:
            Re: ...e' come Liberazione.it
            - Scritto da: Anonimo
            Io leggo e scrivo un po' di arabo.

            Ma in iran NON SONO ARABI: hanno un diverso
            alfabeto e una diversa lingua (che puo'
            sembrare strano ma e' indoeuropea come la
            nostra ed e' una tra le piu' antiche).Urgh ! Professo la mia ignoranza ...
            Inoltre si pensa che tutti parlino arabo...
            provate a mettere un marocchino in
            palestina: per farsi capire parlera'
            francese.Urgh !!
            L'"arabo" non esiste se non come lingua del
            Corano: e' complicatissimo, molto
            arzigogolato, ha i casi come il latino e
            nessuno lo parla.Urgh !!!!!Grazie per le informazioni, ho sempre creduto il contrario !
    • Anonimo scrive:
      Re: ...e' come Liberazione.it
      - Scritto da: Anonimo
      C'e' gente che parla bene e razzola male.
      Perche' l'Iran si ostina a dare contro il
      Grande Diavolo pero' poi si arrabbiano
      quando questi staccano la spina. Ma
      insomma...chi farebbe dei lavori per
      qualcuno che lo considera un nemico ? Sì, però l'Iran non è UNA persona.Io non farei lavori per uno che considero un nemico, ma un cliente non è automaticamente un nemico solo perché proviene da un paese in cui il governo e/o l'opinione pubblica ce l'hanno con il mio paese o con il mio governo.Comunque, se sembra ragionevole considerare nemico mio il nemico del mio paese (ma la cosa non è poi così ovvia), non è affatto automatico considerare nemico mio il nemico del mio governo. Cerchiamo di non ragionare come i terroristi, che si incazzano per la politica di Bush e perciò sparano a me, secondo la logica per cui ogni italiano è amico di Berlusconi che appoggia Bush che rompe le palle e perciò ammazzo l'italiano qualunque. Sono cose, queste, che devono finire.Se dei provider subiscono pressioni dal proprio governo che li costringe a fare angherie a clienti di un altro paese, qualcosa di marcio c'è di sicuro, nel paese dei provider. Altro che democrazia.E se gli stessi provider fanno angherie deliberatamente, di propria spontanea volontà, per motivi ideologici, allora professionalmente fanno davvero cagare. E sono un pericolo per la democrazia e la vita civile.
      • Anonimo scrive:
        Re: ...e' come Liberazione.it
        Bravo YureW!- Scritto da: YureW

        - Scritto da: Anonimo

        C'e' gente che parla bene e razzola
        male.

        Perche' l'Iran si ostina a dare contro
        il

        Grande Diavolo pero' poi si arrabbiano

        quando questi staccano la spina. Ma

        insomma...chi farebbe dei lavori per

        qualcuno che lo considera un nemico ?

        Sì, però l'Iran non è
        UNA persona.
        Io non farei lavori per uno che considero un
        nemico, ma un cliente non è
        automaticamente un nemico solo perché
        proviene da un paese in cui il governo e/o
        l'opinione pubblica ce l'hanno con il mio
        paese o con il mio governo.
        Comunque, se sembra ragionevole considerare
        nemico mio il nemico del mio paese (ma la
        cosa non è poi così ovvia),
        non è affatto automatico considerare
        nemico mio il nemico del mio governo.
        Cerchiamo di non ragionare come i
        terroristi, che si incazzano per la politica
        di Bush e perciò sparano a me,
        secondo la logica per cui ogni italiano
        è amico di Berlusconi che appoggia
        Bush che rompe le palle e perciò
        ammazzo l'italiano qualunque. Sono cose,
        queste, che devono finire.
        Se dei provider subiscono pressioni dal
        proprio governo che li costringe a fare
        angherie a clienti di un altro paese,
        qualcosa di marcio c'è di sicuro, nel
        paese dei provider. Altro che democrazia.
        E se gli stessi provider fanno angherie
        deliberatamente, di propria spontanea
        volontà, per motivi ideologici,
        allora professionalmente fanno davvero
        cagare. E sono un pericolo per la democrazia
        e la vita civile.
  • Anonimo scrive:
    I tempi sono maturi per esportare...
    .. la democrazia anche in Iran, del resto è risaputo, noi occidentali ne abbiamo un surplus quindi esportiamola a chi ne ha meno di noi, è cosa buona e giusta...un po' pero' teniamocela, non è che ne esportiamo troppa poi ci manca...
    • Anonimo scrive:
      Re: I tempi sono maturi per esportare...
      - Scritto da: Anonimo
      .. la democrazia anche in Iran, del resto
      è risaputo, noi occidentali ne
      abbiamo un surplus quindi esportiamola a chi
      ne ha meno di noi, è cosa buona e
      giusta...

      un po' pero' teniamocela, non è che
      ne esportiamo troppa poi ci manca...Guerre a parte però, all'Iran servirebbe davvero.
      • Anonimo scrive:
        Re: I tempi sono maturi per esportare...
        - Scritto da: Anonimo
        Guerre a parte però, all'Iran
        servirebbe davvero.E chi sei tu per decidere che e' ora di imporla ?
        • Anonimo scrive:
          Re: I tempi sono maturi per esportare...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Guerre a parte però, all'Iran

          servirebbe davvero.

          E chi sei tu per decidere che e' ora di
          imporla ?
          e chi sei tu per decidere che non è ora di imporla?
          • Anonimo scrive:
            Re: I tempi sono maturi per esportare...
            Beh,visto che l'attuale governo iraniano e' li grazie agli stati uniti almeno dovrebbero starsene zitti...e poi questa questione dell'esportare la democrazia e' una buffonata: la democrazia deve nascere spontanea in una nazione,altrimenti si finisce come l'iraq,in cui i dissidenti arrivano a bruciare i pozzi di petrolio,prima fonte di introiti del loro paese,pur di cacciare queste forze che si dicono di polizia ma che sono di fatto forze di guerra.Insomma come si puo' pensare di portare il PROPRIO modello di democrazia in paesi che hanno storia,cultura,e tutto cio' che ci sta a contorno totalmente differenti dal paese dove tale modello e' nato???
          • Anonimo scrive:
            Re: I tempi sono maturi per esportare...
            - Scritto da: Anonimo
            Beh,visto che l'attuale governo iraniano e'
            li grazie agli stati uniti almeno dovrebbero
            starsene zitti...Komeini era stipendiato dalla CIA ?
            e poi questa questione dell'esportare la
            democrazia e' una buffonata: la democrazia
            deve nascere spontanea in una
            nazione,altrimenti si finisce come l'iraq,in
            cui i dissidenti arrivano a bruciare i pozzi
            di petrolio,prima fonte di introiti del loro
            paese,pur di cacciare queste forze che si
            dicono di polizia ma che sono di fatto forze
            di guerra.giusto l'imposizione della democrazia è sempre un'errore, vedi anche il kossovo oppure il dafur...o l'italia nel 1943...
            Insomma come si puo' pensare di portare il
            PROPRIO modello di democrazia in paesi che
            hanno storia,cultura,e tutto cio' che ci sta
            a contorno totalmente differenti dal paese
            dove tale modello e' nato???e allora perchè voler imporre la democrazia europea negli imperialisti USA ?
          • Anonimo scrive:
            Re: I tempi sono maturi per esportare...


            Komeini era stipendiato dalla CIA ?
            bravo,un applauso......del resto non finanziavano anche i talebani all'inizio?

            giusto l'imposizione della democrazia
            è sempre un'errore, vedi anche il
            kossovo oppure il dafur...
            o l'italia nel 1943...
            per quanto riguarda kossovo e dafur non sono abbastanza documentato quindi non mi pronuncio,ma in italia dopo la liberazione mi pare ci sia stato un referendum su quale forma di governo adottare,non un'imposizione ....e mi pare anche che di liberarci dal dittatore fosse un NOSTRO desiderio

            e allora perchè voler imporre la
            democrazia europea negli imperialisti USA ?Io non voglio imporre nulla all'america,anzi la lascio nel suo brodo di pollo sperando che collassi su se stessa (cosa che beninteso non succedera' di sicuro ancora per decine e decine di anni purtroppo). E che per ogni persona fuori dai suoi confini nazionali che ha ucciso per imporre i suoi modelli (e per difendere i suoi interessi monetari) una famiglia americana,cominciando dalle + ricche,faccia la fame.Li voglio vedere in ginocchio tanto quanto ora sono loro a metere in ginocchio il mondo
          • Anonimo scrive:
            Re: I tempi sono maturi per esportare...
            - Scritto da: Anonimo




            Komeini era stipendiato dalla CIA ?


            bravo,un applauso......del resto non
            finanziavano anche i talebani all'inizio?Guarda che era ironico...




            giusto l'imposizione della democrazia

            è sempre un'errore, vedi anche il

            kossovo oppure il dafur...

            o l'italia nel 1943...


            per quanto riguarda kossovo e dafur non sono
            abbastanza documentato quindi non mi
            pronuncio,ma in italia dopo la liberazione
            mi pare ci sia stato un referendum su quale
            forma di governo adottare,non un'imposizioneTi pare male...Il referendum era fra repubblica e monarchia, non riguardava ne la forma di governo ne l'imostazione democratica del paese.
            ....e mi pare anche che di liberarci dal
            dittatore fosse un NOSTRO desiderioBeh... a dire il vero non mi sembra che gli irakeni fossero così contenti di Saddam...E stai tranquillo che neppure gli iraniani, in buona parte, stravedono per la dittatura teocratica...Ad ogni modo riporto una notizia in tema...http://www.ansa.it/main/notizie/awnplus/mondo/news/2005-01-26_3852338.htmlP.S. Non sto dicendo che bisogna invadere l'Iran, semplicemente mi sono limitato ad alcune considerazioni...
          • Anonimo scrive:
            Re: I tempi sono maturi per esportare...
            - Scritto da: Anonimo
            Beh,visto che l'attuale governo iraniano e'
            li grazie agli stati uniti almeno dovrebbero
            starsene zitti...
            e poi questa questione dell'esportare la
            democrazia e' una buffonata: la democrazia
            deve nascere spontanea in una
            nazione,altrimenti si finisce come l'iraq,in
            cui i dissidenti arrivano a bruciare i pozzi
            di petrolio,prima fonte di introiti del loro
            paese,pur di cacciare queste forze che si
            dicono di polizia ma che sono di fatto forze
            di guerra.
            Insomma come si puo' pensare di portare il
            PROPRIO modello di democrazia in paesi che
            hanno storia,cultura,e tutto cio' che ci sta
            a contorno totalmente differenti dal paese
            dove tale modello e' nato???ma a parte questo.. gli USA combattono prima il terrorismo(nota, il terrorismo ossia qualcosa che si annida potenzialmente ovunque) invadendo un paese con unesercito, poi insegnano la democrazia (che è un idea,un fatto culturale) sempre con un esercito che rade alsuolo un paese e uccide 100.000 (centomila) vittime(forse a questi l'idea a loro non era entrata in testa, sai il proiettile con cui sparar-la a volte ti ci può far rimaner secco)e qualcuno non ha ancora capito un..
          • Anonimo scrive:
            Re: I tempi sono maturi per esportare...
            - Scritto da: Anonimo

            E chi sei tu per decidere che e' ora di

            imporla ?

            e chi sei tu per decidere che non è
            ora di imporla?Hai ragione, mi hai convinto. Seguendo la tua logica stringente ti imporro' (Per il bene tuo e di tutta l'umanita') di girare con un cartello "kick me" sulla schiena. Non vorrai privarci di sano sport e qualche grassa risata !
        • Anonimo scrive:
          Re: I tempi sono maturi per esportare...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Guerre a parte però, all'Iran

          servirebbe davvero.

          E chi sei tu per decidere che e' ora di
          imporla ?Perche' confondere una frase in forma condizionale in cui si auspica una maggiore democrazia in Iran, con una esplicita ma mai espressa intenzione di imporre qualcosa?Tanto per fare polemica? O sei proprio carente in capacita' di comprensione?
      • Anonimo scrive:
        Re: I tempi sono maturi per esportare...

        Guerre a parte però, all'Iran
        servirebbe davvero.Anche a noi e pure agli USA dove la democrazia si riduce a scegliere tra due partiti uguali.
        • Anonimo scrive:
          Re: I tempi sono maturi per esportare...
          - Scritto da: Anonimo


          Guerre a parte però, all'Iran

          servirebbe davvero.

          Anche a noi e pure agli USA dove la
          democrazia si riduce a scegliere tra due
          partiti uguali.Meglio che uno solo.
  • Sandro kensan scrive:
    Che tristezza...
    Non pensavo avvenisse l'escalation così in fretta, che tristezza... Penso a tutti quelli che si nutrono di pane e americanismo che di fronte al dilemma "credere agli americani o credere agli iraniani" sceglieranno la prima con conseguente corollario di milioni di morti di cui sono complici.Mi pare che il tempo ci sia, bush è appena stato eletto, l'esercito americano è ai confini, la grande coalizione di chi salterà sul carro petrolifero si trova sempre, l'unico dato incerto è la data d'inizio dell'operazione umanitaria in Iraq.Vedrò altri squali che sbranano arabi per il petrolio. :'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Che tristezza...
      - Scritto da: Sandro kensan
      Vedrò altri squali che sbranano arabi
      per il petrolio. :'(Gli iraniani NON sono arabi, e l'Iran non è un paese arabo. È, tuttavia, islamico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che tristezza...
      L'unica magrissima consolazione in questa rincorsa al disastro e' che probabilmente il prossimo anno non ci saranno piu' nani da guerra a comandare in italia, costringendoci all'ennesima bruttissima figura di servilismo e di omologazione alle lucide follie americane.
    • shevathas scrive:
      Re: Che tristezza...
      - Scritto da: Sandro kensan
      Non pensavo avvenisse l'escalation
      così in fretta, che tristezza...
      Penso a tutti quelli che si nutrono di pane
      e americanismo che di fronte al dilemma
      "credere agli americani o credere agli
      iraniani" sceglieranno la prima con
      conseguente corollario di milioni di morti
      di cui sono complici.par condicio, perchè l'iran non permette l'accesso a siti americani, ? l'iran è uno dei paesi in cui è più forte la censura su internet, (per tutelare il popolo dalla pornografia) perchè non autorizza nel suo territorio siti di controinformazione da quello che dicono i capoccia della teocrazia?Evitiamo di cadere nell'errore che siccome gli americani sono cattivi chiunque vada contro quelli deve per forza essere il buono.
      • NeutrinoPesante scrive:
        Re: Che tristezza...
        - Scritto da: shevathas

        par condicio, perchè l'iran non
        permette l'accesso a siti americani, ?
        l'iran è uno dei paesi in cui
        è più forte la censura su
        internet, (per tutelare il popolo dalla
        pornografia) perchè non autorizza nel
        suo territorio siti di controinformazione da
        quello che dicono i capoccia della
        teocrazia?Proprio perche' il nostro sistema (occidentale) e' basato sulla liberta' di parola, noi occidentali abbiamo il dovere di lasciare ad ognuno il diritto di esprimersi.Non siamo ipocriti: il nostro sistema socio-economico-politico e' il migliore di quelli esistenti oggi (prova oggettiva: tutti quelli che vivono in sistemi diversi quando possono cercano di emigrare nei Paesi occidentali).Quindi la circolazione di idee diverse dalle nostre non vedo in che modo possa essere fonte di preoccupazione: qualcuno pensa davvero che gli occidentali si lascino convincere in massa dalla propaganda Iraniana e si convertano alla guerra santa?Semplicemente ridicolo.
        Evitiamo di cadere nell'errore che siccome
        gli americani sono cattivi chiunque vada
        contro quelli deve per forza essere il
        buono.Il fatto e' che gli Americani vanno contro i principi di base della civilta' occidentale quando:1) Censurano fonti di informazione (principio della liberta' di parola)2) Invadono altri Paesi per imporre un governo voluto da loro (principio di autodeterminazione dei popoli)E come occidentale questo non posso accettarlo, almeno per due ordini di ragioni.1) Idealisticamente, perche' credo in quei principi.2) Pragmaticamente, perche' se ammetto che quei principi possano essere impunemente violati quando mi fa comodo (e il petrolio a basso prezzo anche a me fa molto comodo), chi mi assicura che in un altro contesto non vengano poi violati contro i miei interessi (per esempio per censurare fonti di informazione occidentali "scomode"?)Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: Che tristezza...
        Ok,dato per scontato che entrambe le forze in campo buone non sono,perche; dobbiamo sempre allearci con una delle 2 (indovinate quale...)?
        • ammatwain scrive:
          Re: Che tristezza...

          Ok,dato per scontato che entrambe le forze
          in campo buone non sono,perche; dobbiamo
          sempre allearci con una delle 2 (indovinate
          quale...)?Dunque... tu intendi dopo cheavremo tentato di allearci in segreto con tuttee due le forze contemporanamente e dopo che ci avranno sgamato, messo alle cordee costretti a scegliere...allora...se ci alleiamo con gli americani e vinciamo...poi ci odiera' il resto del mondo islamico ...mumble mumble, saremo vittima diattentati... del resto, se dovessimo perdere,ci tagliano la testa come minimo...De Crescenzo direbbe: "Con gli iraniani, e ovvio!Cosi, se vinciamo, abbiamo vinto.Se invece perdiamo, ci fanno prigionieri e cideportano in America! La con un po' di fortuna,quando usciamo, apriamo una pizzeria efacciamo i dollari a bizzeffe."Soffriremo qualche mesetto nelle prigioniamericane, evvabbè, al limite ci farannomimare qualche atto sessuale, tanto a noic'importa una ricca sega, siamo abituati abuttarcelo a vicenda da millenni, capirai...!
      • Anonimo scrive:
        Re: Che tristezza...

        l'iran è uno dei paesi in cui
        è più forte la censura su
        internetanche gli USA però ultimamente ce la stanno mettendo tutta
        • Anonimo scrive:
          Re: Che tristezza...
          - Scritto da: Anonimo

          l'iran è uno dei paesi in cui

          è più forte la censura su

          internet

          anche gli USA però ultimamente ce la
          stanno mettendo tuttaIn Iran il governo sta creando una grande intranet in cui far navigare i proprio cittadini, sul modello della Cina.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che tristezza...
      - Scritto da: Sandro kensan
      Non pensavo avvenisse l'escalation
      così in fretta, che tristezza...Veramente anche Clinton aveva pensato a suo tempo ad una guerra contro l'Iran, ed e' da anni ed anni che USA e Iran hanno conti da regolare, si pensi alla base dei Marines esplosa a Beirut nel 1983 che uccise 242 americani, strage compiuta dall'organizzazione iraniana di Hizbullah. Si pensi poi al programma di sviluppo atomico iraniano (altro che superarmi nascoste, molto peggio) che non puo' certo fare piacere agli americani (e in fondo neanche a noi). Ma poi Clinton aveva eslcuso una guerra all'Iran a causa una serie di circostanze poco favorevoli, optando per azioni limitate di guerriglia. Anche i Bush devono essere stati della stessa opinione, ma la situazione sta cambiando. Adesso che lo stato Irakeno e' debole, gli iraniani e gli americani si scontrano sul suolo irakeno. Gli iraniani premono ai confini, infiltrano agenti e truppe, e in pubblico mettono in cattiva luce il nemico americano reclamando libere elezioni in Iraq quando loro stesso sono i primi a negarle nel proprio paese.C'e' gia' quindi una partecipazione iraniana in questa guerra, e potrebbe non mancare molto ad un nuovo scontro diretto. C'e' da chiedersi tuttavia se gli USA avranno la forza di scontrarsi con l'Iran paese dal territorio ostico, ben armato, con un governo un po' frammentario ma che potrebbe fare cerchio contro una invasione nemica.
      Penso a tutti quelli che si nutrono di pane
      e americanismo che di fronte al dilemma
      "credere agli americani o credere agli
      iraniani" sceglieranno la prima con
      conseguente corollario di milioni di morti
      di cui sono complici.Senza dire cattivi e buoni, se dobbiamo prendere posizione, tra il regime degli Ayatollah e gli USA, chi ci e' maggiormente vicino per sensibilita', storia, religione, vincoli ed interessi economici e politici? Credo nessuno voglia vedere ancora americani che torturano, con iraniani al posto di irakeni, ma non abbiamo nell'Iran certamente un paese paladino di liberta', democrazia, diritti e pace. Chi vuole scegliere gli americani come fazione da sostenere, forse sbaglia, ma altrettanto chi opta per l'Iran.
      Vedrò altri squali che sbranano arabi
      per il petrolio. :'(Persiani, non arabi, persiani.
      • Giambo scrive:
        Re: Che tristezza...
        - Scritto da: Anonimo
        Si pensi poi al programma di sviluppo
        atomico iraniano (altro che superarmi
        nascoste, molto peggio) che non puo' certo
        fare piacere agli americani (e in fondo
        neanche a noi).A me da fastidio il programma francese, quello israeliano e quello cinese. A quando lo sbarco di marines USA in questi paesi ?
        Senza dire cattivi e buoni, se dobbiamo
        prendere posizione, tra il regime degli
        Ayatollah e gli USA, chi ci e' maggiormente
        vicino per sensibilita', storia, religione,
        vincoli ed interessi economici e politici?Mi pare una buona ragione per mandare bombe intelligenti a massacrare qualche civile.Se uno non e' vicino alla mia storia (Olocausto), religione (Crociate, Santa Inquisizione), interessi economici (WTO, Tangentopoli) e politici (...), allora si merita un bastimento carico di ... bombe !
        Credo nessuno voglia vedere ancora americani
        che torturano, con iraniani al posto di
        irakeni, ma non abbiamo nell'Iran certamente
        un paese paladino di liberta', democrazia,
        diritti e pace.Quindi e' giusto raderlo al suolo. Magari eliminiamo pure la popolazioni (Si sa', le idee si radicano nel profondo) e rimpiazziamo gli abitanti con degli occidentali democratici alti, biondi e con gli occhi azzurri.
        Chi vuole scegliere gli
        americani come fazione da sostenere, forse
        sbaglia, ma altrettanto chi opta per l'Iran.Perche' parli di scegliere ? Perche' bisogna andare a rompere la palle agli iraniani ? Chi sei tu per decidere chi merita le tue bombe e chi no ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Giambo che tristezza che sei
          - Scritto da: Giambo

          - Scritto da: Anonimo


          Si pensi poi al programma di sviluppo

          atomico iraniano (altro che superarmi

          nascoste, molto peggio) che non puo'
          certo

          fare piacere agli americani (e in fondo

          neanche a noi).

          A me da fastidio il programma francese,
          quello israeliano e quello cinese. A quando
          lo sbarco di marines USA in questi paesi ?Io parlavo di uno dei motivi di attrito tra Iran e USA. Che c'entra citare i suoi alleati e la ben diversa realta' cinese (i rapporti USA Cina non sono certo buoni ma e' indubbi che siano stretti)? Che gli alleati USA o i pidocchi o chi canta la notte diano fastidio a te non c'entra con il discorso.Ma se vuoi delirare accomodati.

          Senza dire cattivi e buoni, se dobbiamo

          prendere posizione, tra il regime degli

          Ayatollah e gli USA, chi ci e'
          maggiormente

          vicino per sensibilita', storia,
          religione,

          vincoli ed interessi economici e
          politici?

          Mi pare una buona ragione per mandare bombe
          intelligenti a massacrare qualche civile.Davvero? A me no.
          Se uno non e' vicino alla mia storia
          (Olocausto), religione (Crociate, Santa
          Inquisizione), interessi economici (WTO,
          Tangentopoli) e politici (...), allora si
          merita un bastimento carico di ... bombe !Sono parole tue non mie.

          Credo nessuno voglia vedere ancora
          americani

          che torturano, con iraniani al posto di

          irakeni, ma non abbiamo nell'Iran
          certamente

          un paese paladino di liberta',
          democrazia,

          diritti e pace.

          Quindi e' giusto raderlo al suolo. MagariAncora assurdita' esagerate, continua continua.
          eliminiamo pure la popolazioni (Si sa', le
          idee si radicano nel profondo) e
          rimpiazziamo gli abitanti con degli
          occidentali democratici alti, biondi e con
          gli occhi azzurri.No meglio corpargere tutto di sale, molto piu' pulito.

          Chi vuole scegliere gli

          americani come fazione da sostenere,
          forse

          sbaglia, ma altrettanto chi opta per
          l'Iran.

          Perche' parli di scegliere ?Perche' rispondevo ad un messaggio in cui si parlava di quelli che parteggiano per gli americani. Per cui stavo parlando di prese di posizione. Non ho mai scritto che si debba prendere posizione o bombardare qualcuno.
          Perche' bisogna
          andare a rompere la palle agli iraniani ?Le possibili motivazioni americane le ho scritte, rileggi.
          Chi sei tu per decidere chi merita le tue
          bombe e chi no ?Io?Non sai distinguere tra "io penso" e "loro pensano" e attribuisci a me presunte posizioni americane esposte in precedenza. Che vuoi che ti dica, ricomincia a studiare italiano - se mai lo hai fatto - per capire il soggetto di una frase. Oppure leggi senza tanto livore.
          • Giambo scrive:
            Re: Giambo che tristezza che sei
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Giambo



            - Scritto da: Anonimo




            Si pensi poi al programma di
            sviluppo


            atomico iraniano (altro che
            superarmi


            nascoste, molto peggio) che non
            puo'

            certo


            fare piacere agli americani (e in
            fondo


            neanche a noi).



            A me da fastidio il programma francese,

            quello israeliano e quello cinese. A
            quando

            lo sbarco di marines USA in questi
            paesi ?

            Io parlavo di uno dei motivi di attrito tra
            Iran e USA.No, rileggi quello chehai scritto, hai detto chiaro e tondo "che non puo' certo fare piacere agli americani (e in fondo neanche a noi)."Ecco, io mi dissocio da quel "noi" e rilancio con altri paesim senza arrogarmi il diritto di dire "noi".

            Mi pare una buona ragione per mandare
            bombe

            intelligenti a massacrare qualche
            civile.

            Davvero? A me no.Apri un dizionario e cerca "ironia".

            Se uno non e' vicino alla mia storia

            (Olocausto), religione (Crociate, Santa

            Inquisizione), interessi economici (WTO,

            Tangentopoli) e politici (...), allora
            si

            merita un bastimento carico di ...
            bombe !

            Sono parole tue non mie.Vedi sopra (Mamma mia !)

            Perche' bisogna

            andare a rompere la palle agli iraniani
            ?

            Le possibili motivazioni americane le ho
            scritte, rileggi."Noi" ...

            Chi sei tu per decidere chi merita le
            tue

            bombe e chi no ?

            Io?Hai ragione, "noi" :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Giambo che tristezza che sei
            - Scritto da: Giambo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Giambo





            - Scritto da: Anonimo






            Si pensi poi al programma di

            sviluppo



            atomico iraniano (altro che

            superarmi



            nascoste, molto peggio) che
            non

            puo'


            certo



            fare piacere agli americani
            (e in

            fondo



            neanche a noi).





            A me da fastidio il programma
            francese,


            quello israeliano e quello cinese.
            A

            quando


            lo sbarco di marines USA in questi

            paesi ?



            Io parlavo di uno dei motivi di attrito
            tra

            Iran e USA.

            No, rileggi quello chehai scritto, hai detto
            chiaro e tondo "che non puo' certo fare
            piacere agli americani (e in fondo neanche a
            noi)."
            Ecco, io mi dissocio da quel "noi" e
            rilancio con altri paesim senza arrogarmi il
            diritto di dire "noi".Bene allora ti escludo da quelli a cui non fa piacere che l'iran abbia armi nucleari. Peccato pero'. Credevo che la non proliferazioni di armi atomiche facesse piacere a tutti. Mi sbagliavo evidentemente, c'e' chi e' contento di un Iran armato di missili.
            Apri un dizionario e cerca "ironia".L'ho capita la tua ironia ma era cosi' becera, esagerata e fuori luogo che non meritava risposta alcuna.


            Se uno non e' vicino alla mia
            storia


            (Olocausto), religione (Crociate,
            Santa


            Inquisizione), interessi economici
            (WTO,


            Tangentopoli) e politici (...),
            allora

            si


            merita un bastimento carico di ...

            bombe !



            Sono parole tue non mie.

            Vedi sopra (Mamma mia !)Ti ripeto, sono parole tue, stai portando il discorso ad assudita' che io non ho mai nemmeno pensato di sostenere. Solo per dare contro. Contento tu.


            Perche' bisogna


            andare a rompere la palle agli
            iraniani

            ?



            Le possibili motivazioni americane le ho

            scritte, rileggi.

            "Noi" ...Non ho scritto che NOI abbiamo motiivi di fare la guerra all'Iran ma che anche a noi non fa piacere che l'Iran abbia armi termonucleari. Rileggi.


            Chi sei tu per decidere chi merita
            le

            tue


            bombe e chi no ?



            Io?

            Hai ragione, "noi" :DNon hai capito eh? Allora non era livore, proprio mancanza di intelligenza.
          • Giambo scrive:
            Re: Giambo che tristezza che sei
            - Scritto da: Anonimo

            Ecco, io mi dissocio da quel "noi" e

            rilancio con altri paesim senza
            arrogarmi il

            diritto di dire "noi".

            Bene allora ti escludo da quelli a cui non
            fa piacere che l'iran abbia armi nucleari.
            Peccato pero'. Credevo che la non
            proliferazioni di armi atomiche facesse
            piacere a tutti. Mi sbagliavo evidentemente,
            c'e' chi e' contento di un Iran armato di
            missili.Se l'Iran o la Corea del Nord o la Cina non avessero avuto la bomba atomica, gli Americani avrebbero gia' scatenato un paio di guerre.

            Apri un dizionario e cerca "ironia".

            L'ho capita la tua ironia ma era cosi'
            becera, esagerata e fuori luogo che non
            meritava risposta alcuna.E invece hai risposto, male !La prossima volta morditi le mani o capovolgi la tastiera.


            Sono parole tue non mie.



            Vedi sopra (Mamma mia !)

            Ti ripeto, sono parole tue, stai portando il
            discorso ad assudita' che io non ho mai
            nemmeno pensato di sostenere. Solo per dare
            contro. Contento tu.Non sono assurdita', e' il tuo ragionamento visto in maniera piu' generale. Non puoi fare una regola e adottarla solo in minima parte e solo a chi vuoi tu e come vuoi tu.Se comincia bombardare l'Iran perche' di da' fastidio la bomba atomica, allora nulla ti vieta di passare ad altre nazioni usando la stessa linea di condotta."Oggi l'Iran, domani il mondo !"

            "Noi" ...

            Non ho scritto che NOI abbiamo motiivi di
            fare la guerra all'Iran ma che anche a noi
            non fa piacere che l'Iran abbia armi
            termonucleari. Rileggi.E me invece da' un senso di sicurezza, un po' come quando c'erano solo USA e URSS ad avere la bomba atomica, ed e' per questa ragione che siamo ancora in piedi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Giambo che tristezza che sei
            - Scritto da: Giambo

            - Scritto da: Anonimo



            Ecco, io mi dissocio da quel "noi"
            e


            rilancio con altri paesim senza

            arrogarmi il


            diritto di dire "noi".



            Bene allora ti escludo da quelli a cui
            non

            fa piacere che l'iran abbia armi
            nucleari.

            Peccato pero'. Credevo che la non

            proliferazioni di armi atomiche facesse

            piacere a tutti. Mi sbagliavo
            evidentemente,

            c'e' chi e' contento di un Iran armato
            di

            missili.

            Se l'Iran o la Corea del Nord o la Cina non
            avessero avuto la bomba atomica, gli
            Americani avrebbero gia' scatenato un paio
            di guerre.Mi pare che si possa dire la stessa cosa anche al contrario. E allora? Pro o contro?


            Apri un dizionario e cerca
            "ironia".



            L'ho capita la tua ironia ma era cosi'

            becera, esagerata e fuori luogo che non

            meritava risposta alcuna.

            E invece hai risposto, male !
            La prossima volta morditi le mani o
            capovolgi la tastiera. Si maestro.



            Sono parole tue non mie.





            Vedi sopra (Mamma mia !)



            Ti ripeto, sono parole tue, stai
            portando il

            discorso ad assudita' che io non ho mai

            nemmeno pensato di sostenere. Solo per
            dare

            contro. Contento tu.
            Non sono assurdita', e' il tuo ragionamento
            visto in maniera piu' generale. Non puoiNo, non e' il mio ragionamento, io ho scritto quello che puoi ancora leggere, non altro. Se vuoi da questo ricavare quello che vuoi e' solo un tuo problema di lucidita'.
            fare una regola e adottarla solo in minima
            parte e solo a chi vuoi tu e come vuoi tu.
            Se comincia bombardare l'Iran perche' di da'Ecco di nuovo: io non ho mai scritto che voglio bombardare l'Iran. Ma sai distinguere tra "io voglio attaccare l'Iran" e "Gli americani hanno una serie di motivi per considerare l'Iran un nemico"? Sei bravo a distinguere tra "noi" e "io", ma per distinguere tra "Io" e "loro" sei una schiappa.Come pretendi che ti risponda seriamente se estrapoli quello che ti pare? Divertiti da solo o beccati solo beffarde battutine, cosi' perdo poco tempo e mi diverto.

            Non ho scritto che NOI abbiamo motiivi
            di

            fare la guerra all'Iran ma che anche a
            noi

            non fa piacere che l'Iran abbia armi

            termonucleari. Rileggi.
            E me invece
            da' un senso di sicurezza, un
            po' come quando c'erano solo USA e URSS ad
            avere la bomba atomica, ed e' per questa
            ragione che siamo ancora in piedi.Pero' hai detto che l'atomica dei francesi ti sta sulle palle. "A me da fastidio il programma francese...". Allora "non puoi fare una regola e adottarla solo in minima parte e solo a chi vuoi tu e come vuoi tu." Mah...
          • Giambo scrive:
            Re: Giambo che tristezza che sei
            - Scritto da: Anonimo

            Se l'Iran o la Corea del Nord o la Cina
            non

            avessero avuto la bomba atomica, gli

            Americani avrebbero gia' scatenato un
            paio

            di guerre.

            Mi pare che si possa dire la stessa cosa
            anche al contrario. E allora? Pro o contro?O tutti o nessuno. Trovo odioso che una nazione possa arrogarsi il diritto di dire "tu si" e "tu no".

            E invece hai risposto, male !

            La prossima volta morditi le mani o

            capovolgi la tastiera.

            Si maestro.Ah, bene :D !

            fare una regola e adottarla solo in
            minima

            parte e solo a chi vuoi tu e come vuoi
            tu.

            Se comincia bombardare l'Iran perche'
            di da'

            Ecco di nuovo: io non ho mai scritto che
            voglio bombardare l'Iran. Ma sai distinguere
            tra "io voglio attaccare l'Iran" e "Gli
            americani hanno una serie di motivi per
            considerare l'Iran un nemico"? Sei bravo a
            distinguere tra "noi" e "io", ma per
            distinguere tra "Io" e "loro" sei una
            schiappa.Se nella stessa frase parli degli americani che vogliono bombardare a destra e a manca chi da' fastidio a loro e a "noi" ...

            E me invece

            da' un senso di sicurezza, un

            po' come quando c'erano solo USA e URSS
            ad

            avere la bomba atomica, ed e' per questa

            ragione che siamo ancora in piedi.

            Pero' hai detto che l'atomica dei francesi
            ti sta sulle palle. "A me da fastidio il
            programma francese...".Stavo appunto cercando di farti capire che la "tua" regola (O la regola degli USA) di bombardare chi ha la bomba atomica, puo' facilmente essere applicata anche a nazioni che danno un pochino meno fastidio dell'Iran.
            Allora
            "non puoi fare una regola e adottarla solo
            in minima parte e solo a chi vuoi tu e come
            vuoi tu." Mah...Ecco, vedi che alla fine hai capito :) ?
          • Sky scrive:
            Re: Giambo che tristezza che sei
            Pensate che a me invece sta sulle palle che gli USA abbiano l'atomica... ma non solo... che le tengano pure un Italia... e che se ne vadano in giro con tutto quel po po di ferraglia per i mari (inquinando) a spaventare altri stati sovrani (che peraltro attaccano anche)... insomma... direi che ce n'è a sufficienza, secondo i migliori canoni USA, no?.. attacchiamo gli Stati Uniti: ne abbiamo il diritto!:D :D :D :D Ahhh... poveri americani... così simpatici, eclettici ed intelligenti quando si tratta di scienza... e così idioti quando si tratta di politica... Guardate... non vorrei bombardarli solo perchè, come "noi" ( ), sono vittime (di Bush, della propria idiozia, ecc.) :(
          • Anonimo scrive:
            Re: Giambo che tristezza che sei
            - Scritto da: Sky
            Ahhh... poveri americani... così
            simpatici, eclettici ed intelligenti quando
            si tratta di scienza... e così idioti
            quando si tratta di politica... Guardate...
            non vorrei bombardarli solo perchè,
            come "noi"Ecco un altro genio incapace di leggere.
          • Sky scrive:
            Re: Giambo che tristezza che sei
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Sky

            Ahhh... poveri americani... così

            simpatici, eclettici ed intelligenti

            (...) e così idioti

            quando si tratta di politica...
            Ecco un altro genio incapace di leggere. Pur ringraziandoti per il complimento (ovviamente ironico) preferirei che esprimessi un tuo parere a proposito (o sproposito) di quanto ho scritto... invece che fare illazioni sulla mia (eventuale) incapacità di leggere. ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Giambo che tristezza che sei
            - Scritto da: Sky
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Sky


            Ahhh... poveri americani...
            così


            simpatici, eclettici ed
            intelligenti


            (...) e così idioti


            quando si tratta di politica...

            Ecco un altro genio incapace di leggere.

            Pur ringraziandoti per il complimento
            (ovviamente ironico) preferirei che
            esprimessi un tuo parere a proposito (o
            sproposito) di quanto ho scritto...Un parere su quanto hai scritto:tono sarcastico e strafottente, luoghi comuni, semplicismi.Un vero invito a conversare civilmente su cose concrete.
          • Sky scrive:
            Re: Giambo che tristezza che sei
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Sky

            Pur ringraziandoti per il complimento

            (ovviamente ironico) preferirei che

            esprimessi un tuo parere a proposito (o

            sproposito) di quanto ho scritto...
            Un parere su quanto hai scritto:
            tono sarcastico e strafottente, luoghi
            comuni, semplicismi.
            Un vero invito a conversare civilmente su
            cose concrete. Mi spiace ma almeno la conoscenza dell'italiano è richiesta, per partecipare ad un forum: io non ti ho chiesto un parere su di ME ma sull'argomento o su quanto avevo scritto io in seguito: se hai argomentazioni da esporre sarò lieto di leggerle e, nel caso, esporrò mie eventuali altre.... altrimenti i tuoi giudizi te li puoi anche tenere. Oltre a questo, ritengo, come ogni altro utente del forum, di avere la libertà di esprimermi secondo il mio stile, finchè non offendo altri utenti (nel qual caso, magari, dovrebbero essere i moderatori ad intervenire)... quindi cose come "strafottente" e "conversazione civile" mi pare che ci stiano come i cavoli a merenda. Accetto invece, senza problemi, "luoghi comuni" e "semplicismi"... e che ci vuoi fare: evidentemente riesco ad esprimere solamente un così basso livello di significati... sicuramente non adatto al tuo livello, molto più eccelso... non so proprio come scusarmi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Giambo che tristezza che sei
            - Scritto da: Giambo

            Ecco di nuovo: io non ho mai scritto che

            voglio bombardare l'Iran. Ma sai
            distinguere

            tra "io voglio attaccare l'Iran" e "Gli

            americani hanno una serie di motivi per

            considerare l'Iran un nemico"? Sei
            bravo a

            distinguere tra "noi" e "io", ma per

            distinguere tra "Io" e "loro" sei una

            schiappa.

            Se nella stessa frase parli degli americani
            che vogliono bombardare a destra e a manca
            chi da' fastidio a loro e a "noi" ...Se tu semplifichi tanto le cose in questo modo per forza che la cosa ti da fastidio, ma quello che tu ci hai voluto leggere e' ben diverso da quello che ho scritto.Rileggiamo insieme:"... e' da anni ed anni che USA e Iran hanno conti da regolare. ... Si pensi poi al programma di sviluppo atomico iraniano (altro che superarmi nascoste, molto peggio) che non puo' certo fare piacere agli americani (e in fondo neanche a noi)."TRADUZIONE per i bambini e per GiamboPer quanto i rapporti tra Italia e Iran non abbiano motivo di tensione e l'Iran, quanto l'Italia, sia uno stato sovrano che ha diritto di provvedere alla sua difesa, l'Iran non e' un paese nostro alleato. In un eventuale e non auspicabile scontro mondiale, allo stato attuale e' difficile immaginare l'Iran al nostro (Italia) fianco. Quindi il fatto che l'Iran abbia intrapreso la strada di un piano di sviluppo atomico non puo' farci piacere (inteso, all'Italia - tranne che a Giambo).Quindo ancora una volta NON c'e' scritto quello che dici, non c'e', nella stessa frase su americani che vogliono bombardare a destra e a manca (ancora una volta solo e sempre parole tue) chi da' fastidio ("fastidio", ancora parole tue) a loro e a "noi". C'e' scritto "gli americani hanno questi e questi motivi di attrito, tra cui lo sviluppo atomico che e' motivo di preoccupazione anche per lo stato Italiano". Chiaro? Capito? Vuoi che ti mando per posta un maestro di scuola?Da tutto cio' tu ricavi che IO decido chi bombardare e chi no, che aggrego tutti "noi" alla campagna americana, ed altre baggianate mettendomi in bocca meschinamente e con una leggerezza inaudita, un vortice di esagerazioni tali che fanno dubitare davvero della tua capacita' lessicale, della tua lucidita', della tua serenita' e capacita' di discutere senza astio e livore.


            E me invece


            da' un senso di sicurezza, un


            po' come quando c'erano solo USA e
            URSS

            ad


            avere la bomba atomica, ed e' per
            questa


            ragione che siamo ancora in piedi.



            Pero' hai detto che l'atomica dei
            francesi

            ti sta sulle palle. "A me da fastidio il

            programma francese...".

            Stavo appunto cercando di farti capire che
            la "tua" regola (O la regola degli USA) di
            bombardare chi ha la bomba atomica, puo'
            facilmente essere applicata anche a nazioni
            che danno un pochino meno fastidio
            dell'Iran.Era un esempio perfettamente idiota:1) sai bene che non e' applicabile dato che la Francia e' uno storico alleato americano. Se un piano atomico preoccupa - e non ho mai detto che giustifica un attacco, sempre ad esagerare, sempre a mettere parole in bocca al prossimo, sei proprio meschino - certo e' un piano atomico di una nazione ostile, non di una amica. 2) non ho mai (rileggi piano: "MAI" capito cosa significa?) espresso la regola "bombardare chi ha la bomba atomica". Ancora una volta siamo di fronte a cose dette da te, estrapolate da te, dalla tua fantasia malata che genera frasi mai dette e me le rinfaccia. Che senso ha? Ti da soddisfazione contestare cose che hai detto tu stesso?Complimenti per l'onesta' intellettuale. La prossima volta, se vuoi contestare qualcuno, almeno impara a citare le sue frasi. Se volevi invece solo delirare e perdere tempo, allora sei stato magnifico.
          • Giambo scrive:
            Re: Giambo che tristezza che sei
            - Scritto da: Anonimo
            Quindi il fatto che l'Iran abbia intrapreso
            la strada di un piano di sviluppo atomico
            non puo' farci piacere (inteso, all'Italia -
            tranne che a Giambo).Grazie per avermi tirato fuori, anche perche' non sono italiano.E, in ogni caso, se l'Iran ha la bomba atomica questa potrebbe fuinzionare come deterrente per un'azione sconsiderata da parte degli USA come quella intrapresa in Irak.
            Da tutto cio' tu ricavi che IO decido chi
            bombardare e chi no, che aggrego tutti "noi"
            alla campagna americana, ed altre baggianate
            mettendomi in bocca meschinamente e con una
            leggerezza inaudita, un vortice di
            esagerazioni tali che fanno dubitare davvero
            della tua capacita' lessicale, della tua
            lucidita', della tua serenita' e capacita'
            di discutere senza astio e livore.La tua frase "Senza dire cattivi e buoni, se dobbiamo prendere posizione, tra il regime degli Ayatollah e gli USA, chi ci e' maggiormente vicino per sensibilita', storia, religione, vincoli ed interessi economici e politici?"mi pare chiara, no ? Si parla di prendere posizione e sottoindende che, per questioni "culturali", dobbiamo per forza schierarci ("Dobbiamo", ah-ah-ah !) da una parte senza considerare il fatto che si puo' restare neutrali o soppesare i motivi dei due schieramenti e quindi decidere per quale "tifare".
            1) sai bene che non e' applicabile dato che
            la Francia e' uno storico alleato americano.
            Se un piano atomico preoccupa - e non ho mai
            detto che giustifica un attacco, sempre ad
            esagerare, sempre a mettere parole in bocca
            al prossimo, sei proprio meschino - certo e'
            un piano atomico di una nazione ostile, non
            di una amica."Ostile", ma ostile a chi ? Agli USA ? Ad una nazione che e' praticamente in perenne guerra con il resto del mondo ?Questa etichetta di "nazione ostile" (O stato canaglia) proprio non mi va' giu'
            2) non ho mai (rileggi piano: "MAI" capito
            cosa significa?) espresso la regola
            "bombardare chi ha la bomba atomica". Ancora
            una volta siamo di fronte a cose dette da
            te, estrapolate da te, dalla tua fantasia
            malata che genera frasi mai dette e me le
            rinfaccia. Che senso ha? Ti da soddisfazione
            contestare cose che hai detto tu stesso?Se parli di programmi atomici che danno fastidio agli USA e a "noi" e poco dopo parli di schierarsi da una parte ... Beh, il quadro mi pare piuttosto chiaro !
      • Sandro kensan scrive:
        Re: Che tristezza...
        - Scritto da: Anonimo
        Chi vuole scegliere gli
        americani come fazione da sostenere, forse
        sbaglia, ma altrettanto chi opta per l'Iran.Ti prego di vedere questa mia risposta in positivo.Le scelte binarie fanno parte di processi della vita che vanno superati. Una volta interiorizzate capacità relazionali adeguate si scopre che la logica binaria è inconsistente e si prosegue il proprio cammino con una diffidenza di fronte agli aut-aut logici che la vita e gli altri vedono. In poche parole si impara.
        Persiani, non arabi, persiani.Scusa, persiani.Una piccola storielle che è molto orientale e che forse calza:Esiste una trappola per scimmie fatta con una scatola di legno legata a terra dove è praticato un foro grande come una mano aperta e contenente sul fondo delle noccioline.La trappola consiste nel fatto che la scimmia introduce la mano dentro la scatola, prende le noccioline ma la mano chiusa non esce.
Chiudi i commenti