Germania, baby smartwatch al bando

Gli orologi intelligenti realizzati per la gioia dei bambini, ma con funzioni di monitoraggio ambientale a distanza per genitori apprensivi, sono stati messi al bando dalle autorità tedesche per violazione della privacy altrui e mancanza di sufficienti livelli di sicurezza

Roma – Il Bundesnetzagentur, l’agenzia federale tedesca che vigila sulle telecomunicazioni, ha annunciato la messa al bando di alcuni smartwatch pensati per i bambini con funzionalità di monitoring one-way .


La decisione, emessa lo scorso 17 Novembre, parla di diversi modelli di smartwatch, definiti veri e propri “dispositivi di spionaggio”: tali dispositivi – smartwatch dodati di SIM card e con limitate funzioni telefoniche – tramite l’utilizzo di un’app permettono ai genitori di ascoltare i rumori dell’ambiente in cui si trova il bambino, e ciò secondo il Presidente dell’agenzia federale Jochen Homann costituisce “un sistema di trasmissione non autorizzato”.

Per quanto, infatti, i dispositivi di monitoring siano di uso comune come device per l’infanzia, spesso sotto forma di semplici walkie talkie (uno dei quali lasciato nella stanza del bambino su cui vigilare), l’uso di un’app e di un dispositivo camuffatto in un orologio che non avverte dell’invio costante dei dati registrati rappresenterebbe una minaccia non trascurabile alla privacy , anche considerando che i nuovi device sono indirizzati ai bambini tra i 5 e i 12 anni e che pertanto tali device circolano fuori dalle case e in luoghi pubblici, permettendo a chi controlla l’app di registrare conversazioni e rumori di persone ignare di tutto ed estranee alle intenzioni (seppur comprensibili e giustificabili) dei genitori più ansiosi.

Per questo l’agenzia tedesca ha deciso il bando di tali device, invitando i genitori che li hanno acquistati per la sicurezza dei propri pargoli a distruggerli immediatamente e chiesto anche agli insegnanti di fare attenzione al loro utilizzo in classe .

A tale paura, peraltro, si aggiunge quella legata alla sicurezza dei dati così raccolti: i dispositivi non sembrano infatti garantire standard adeguati sia nella trasmissione che nella conservazione dei dati. Secondo la ricerca effettuata su tali dispositivi dal Norwegian Consumer Council su istruzioni della European Consumer Organisation (BEUC) tali dati sarebbero addirittura utilizzati e conservati senza alcuna cifratura.

Sulla scorta di tale ricerca, BEUC chiede che le istituzioni europee intervengano legislativamente stabilendo standard di sicurezza obbligatori per i prodotti connessi alla rete . Interessante, sul punto, notare tuttavia che in mancanza di tali normative ad hoc da applicare al mercato dei dispositivi che rientrano nella cosiddetta Internet of Things le autorità hanno potuto efficacemente applicare le normative vigenti in materia di privacy adattandole alle nuove fattispecie.

Claudio Tamburrino

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • an0nim0 scrive:
    0-100 in 5 secondi
    Alcune considerazioni e alcuni dati:- lo 0-100 (0-96 km/h per l'esattezza) è coperto in 5 secondi (non a pieno carico, ovviamente): https://jalopnik.com/the-tesla-semi-truck-will-go-0-60-in-5-seconds-with-a-c-1820532013- la Model S già in vendita e ordinabile senza difficoltà e ritardi, col suo prezzo inferiore a 150.000 dollari, fa già da 0-100 in 2.3 secondi. La Ferrari "La Ferrari" che costa 1.000.000 di dollari (prezzo reale: il doppio) fa da 0-100 in 2.8 secondi- Tesla non è vaporware. Non solo fa auto elettriche veloci e con ottime autonomie, non solo le sue auto sono regolarmente in vendita (io ne incontro diverse dove vivo), ma sono dotate anche di "autopilot" avanzato (non sarà ancora la versione 5 ma certo batte il resto della produzione)- non c'è confronto con le altre case. Se si paragona la Model 3 (che in verità ha ritardi sulle consegne) con una Golf elettrica (costano uguali) è un po' come mettere Bruce Lee a combattere contro un neonato nato cieco e senza un braccioNon è una questione di tifoserie. Elon Musk ha abbinato ecologia e prestazioni, ormai tutti guardano all'elettrico come all'evoluzione della specie mentre l'ibrido rappresenta una fase intermedia che è già preistoria (grazie sempre a Musk che ha puntato direttamente sull'elettrico). Senza volerlo mitizzare, gli va riconosciuto che al momento non ha rivali in quanto a innovazione, tecnologia e capacità di produrre in tempi brevi
  • ego scrive:
    Tremate
    Impresa ardua creare un tir elettrico. Chilometri su chilometri, peso, rare stazioni di ricarica, soste dove capita, ha praticamente tutte le variabili contro.Facile che non funzioni. Ma se lo fa funzionare, sarà divertentissimo sentire l'italiota abbarbichino, piagnucolante che si guarda attorno non capendoci niente, con le manine rachitiche che cerca di fermare il progresso perché LAMMAGGHINA mentre LABBIRRA mentre GIOXXXXXLCIO. Tipo un grissino sulla traiettoria di un tir silenziosissimo e profumato sovraccarico di celle
    • ... scrive:
      Re: Tremate
      Ne hai vari esempi su questo forum.
    • maxsix scrive:
      Re: Tremate
      - Scritto da: ego
      Impresa ardua creare un tir elettrico. Tutti si stanno muovendo.Questo è un altro esempio.https://nikolamotor.com/one
      Chilometri
      su chilometri, peso, rare stazioni di ricarica,
      soste dove capita, ha praticamente tutte le
      variabili
      contro.
      Il problema della bilancia energetica è ancora troppo presente.Su questo marchionne ha ragione da vendere.
  • prova123 scrive:
    Certo ...
    800 km senza salite, discese, sorpassi, magari a 70 Km/h ... anche la mia auto fa i 30 km/l a gasolio in quelle condizioni, ma mai nè frenare nè accelerare. Ovviamente i beoti ci credono ...
    • prova123 scrive:
      Re: Certo ...
      e poi per ricaricare le batterie in autostrada fanno un paio di giorni di sosta vicino alle centrali nucleari che metteranno negli autogrill ... prima di credere a queste XXXXXXX cercate di ragionare.
      • panda rossa scrive:
        Re: Certo ...
        - Scritto da: prova123
        e poi per ricaricare le batterie in autostrada
        fanno un paio di giorni di sosta vicino alle
        centrali nucleari che metteranno negli autogrill
        ... prima di credere a queste XXXXXXX cercate di
        ragionare.E' un truck.Non ha bisogno di ricaricare batterie in viaggio.Puo' trasportare dozzine di batterie gia' cariche.
        • panda zozza scrive:
          Re: Certo ...
          Appunto. Oltretutto non hanno neanche gli stessi problemi di pericolosità del trasportare benzina. Se questo potrebber è un problema relativo per un'auto vista lo spazio limitato, CERTAMENTE non lo è per un camion.
          • panda rossa scrive:
            Re: Certo ...
            - Scritto da: panda zozza
            Appunto. Oltretutto non hanno neanche gli stessi
            problemi di pericolosità del trasportare benzina.
            Se questo potrebber è un problema relativo per
            un'auto vista lo spazio limitato, CERTAMENTE non
            lo è per un
            camion.E la ditta di autotrasporti si occupera' di ricaricare le batterie nella propria sede.Un camion parte con sufficienti batterie per andare e tornare, e intanto in azienda ricaricano le batterie scariche.Quando torna, lascia le batterie scariche del viaggio, imbarca quelle cariche e riparte per un altra spedizione.
          • mah scrive:
            Re: Certo ...
            - Scritto da: panda rossa
            E la ditta di autotrasporti si occupera' di
            ricaricare le batterie nella propria
            sede.Bene, quindi nonavrai solo una ditta di autotrasporti ma anche di magazzinaggio materiale esplosivo
            Un camion parte con sufficienti batterie per
            andare e tornare, e intanto in azienda ricaricano
            le batterie scariche.Si certo, bene se gestisci solo un mezzo, male se ne hai una decina, impossibile se ne hai di più
            Quando torna, lascia le batterie scariche del
            viaggio, imbarca quelle cariche e riparte per un
            altra spedizione.E smonti mezzo camion per cambiare batterie, visto che non stanno nel solito vano.Cerchiamo di non sparare le solite cretinate senza pensare prima, perché far propaganda è facile fornire soluzioni reali un po meno
          • iRoby scrive:
            Re: Certo ...
            Perché cambiare batterie? Stiamo andando verso la batteria sigillata a ricarica rapida.Poi perché esplosive? Non si useranno più le batterie ad elettrolita per queste applicazioni.La tecnologia delle batterie sta evolvendo molto velocemente. Tanto da essere considerata a rischio di investimento, perché se ti butti in una tecnologia ne pianifichi la produzione in volumi, c'è già qualcuno che ha brevettato quella successiva, migliore più efficiente e più sicura, e devi ricominciare il proXXXXX di test e produzione in volumi, bruciando l'investimento precedente.
          • ma dai scrive:
            Re: Certo ...
            - Scritto da: iRoby
            Perché cambiare batterie? Stiamo andando verso la
            batteria sigillata a ricarica
            rapida.

            Poi perché esplosive? Non si useranno più le
            batterie ad elettrolita per queste
            applicazioni.

            La tecnologia delle batterie sta evolvendo molto
            velocemente. Tanto da essere considerata a
            rischio di investimento, perché se ti butti in
            una tecnologia ne pianifichi la produzione in
            volumi, c'è già qualcuno che ha brevettato quella
            successiva, migliore più efficiente e più sicura,
            e devi ricominciare il proXXXXX di test e
            produzione in volumi, bruciando l'investimento
            precedente.ma dai?tu vivi nel mondo dei blog, esci ogni tanto, la batteria al litio e' stata inventata nel 1912 e' centenaria non si e' visto niente solo roboanti annunci su internet
          • iRoby scrive:
            Re: Certo ...
            Tu sei un idiota...https://www.tomshw.it/pila-eterna-brevetto-italiano-88566http://www.repubblica.it/tecnologia/2017/09/26/news/pila_eterna-176560826/http://www.adnkronos.com/sostenibilita/world-in-progress/2017/06/08/rinnovabili-addio-sistemi-accumulo-litio-nuove-batterie-sono-organiche_gEz4yaJbLBxiOKZTuVfKFO.htmlhttp://www.linkiesta.it/it/article/2017/03/25/il-94enne-mago-delle-batterie-che-ha-umiliato-elon-musk/33664/
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Certo ...
            Linkando siti a caso gli hai dato ragione.
          • iRoby scrive:
            Re: Certo ...
            Non sono siti a caso...Sono notizie di scoperte recenti nel settore batterie che vedremo applicate tra 3-4 anni.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Certo ...
            - Scritto da: iRoby
            Non sono siti a caso...

            Sono notizie di scoperte recenti nel settore
            batterie che vedremo applicate tra 3-4
            anni.CVD
          • Utente sconsolato scrive:
            Re: Certo ...
            - Scritto da: iRoby
            Non si useranno più le batterie ad elettrolita per queste applicazioni.Eh?!? Hai aprofondito i link che hai inserito appena sotto? Nel caso delle batterie a flusso, in collaborazione con Harvard (siamo in fase di test sul campo), gli elettroliti sono costituiti dalla molecola organica chinone (interessante) e bromo:https://aziz.seas.harvard.edu/files/azizgroup/files/mja240.pdfNel caso delle batterie a stato solido di Goodenough (siamo in fase di ricerca), si parla sempre di batterie Li+ o Na+ (interessante) con elettrolita di vetro e non liquido:https://docs.wind-watch.org/braga2017.pdfNel caso del ricercatore Lisini (siamo in fase di brevetto e ricerca investitori) si parla invece di affiancare alle batterie supercondensatori (interessante) in un sistema ibrido:https://assets-b2matchgmbh.netdna-ssl.com/fa/517978/f198deeefa7d723d1f21cefde3c4bf365502c730.pdfSe alla fama di complottaro che ti porti dietro inserisci solo link qi quotidiani con i soliti titoli "Addio accumuli al Li", "La batteria eterna", "Nuova batteria rivoluzionaria", la frittata è fatta...Quello che deve interessare nel presente è: si prevede nei prossimi anni il calo del prezzo di vendita dei sistemi si storage ed attualmente bigogna stare attenti nel valutare se il costo di un accumulo ripaga effettivamente l'ee risparmiata aumentando la quota di autoconsumo.
          • Mago scrive:
            Re: Certo ...
            c'e' solo un'alternativa ed e' l'idrogeno
          • maxsix scrive:
            Re: Certo ...
            - Scritto da: Mago
            c'e' solo un'alternativa ed e' l'idrogenoSi se risolvono i problemi di esplosione derivata da incidente...
          • Mago scrive:
            Re: Certo ...

            Si se risolvono i problemi di esplosione derivata
            da
            incidente...l'idrogeno e' intrinsecamente molto piu' sicuro della benzina che si infiamma a 250 gradi mentre l'idrogeno ha bisogno di 550 gradihttp://www.eniscuola.net/argomento/idrogeno/utilizzi-dellidrogeno/la-questione-sicurezza/
          • maxsix scrive:
            Re: Certo ...
            - Scritto da: Mago

            Si se risolvono i problemi di esplosione
            derivata

            da

            incidente...

            l'idrogeno e' intrinsecamente molto piu' sicuro
            della benzina che si infiamma a 250 gradi mentre
            l'idrogeno ha bisogno di 550
            gradi

            http://www.eniscuola.net/argomento/idrogeno/utilizhttps://www.lifegate.it/persone/news/principio_di_funzionamento_delle_fuel_cells1
          • Lorenzo scrive:
            Re: Certo ...
            le batterie piu' pericolose in quanto ad esplosioni non sono quelle al piombo , le batterie al piombo sono corrorive e possono produrre un poco di gas infiammabili in fase di ricarica ma non in fase di scarica .
        • Utente sconsolato scrive:
          Re: Certo ...
          - Scritto da: panda rossa
          E' un truck.
          Non ha bisogno di ricaricare batterie in viaggio.
          Puo' trasportare dozzine di batterie gia' cariche.Devo avere capito male.Da un lato abbiamo 40 min di ricarica e soste obbligate (ma includiamoli pure come tempo perso), dall'altro un aumento del carico (e dei consumi) dovuto al trasporto eventuale di batterie già cariche. In viaggio o in sede c'è comunque l'acquisto di altre batterie e tempo speso a sostituirle (se possibile).(http://vitadacamionista.sicurauto.it/2014/04/25/quante-ore-puo-guidare-un-camionista/)Più che altro si deve puntare a migliorare l'autonomia esistente e la rete di ricarica.Era comunque più bello il tir di Over the top e vediamo un po' a quanto lo venderà, i conti si fanno a partire dal prezzo di vendita.
        • prova123 scrive:
          Re: Certo ...
          ma lo acquistano per trasportare materiale da vendere non per trasportare se stesso. Prima o poi dovra trovare una centrale nucleare dove ricaricare le batterie ... e pensano di venderne solo uno?
          • ... scrive:
            Re: Certo ...
            - Scritto da: prova123
            ma lo acquistano per trasportare materiale da
            vendere non per trasportare se stessoPerché, secondo te deve trasportare un container intero pieno di batterie? E dove deve andare, su Marte? (rotfl)
            Prima o
            poi dovra trovare una centrale nucleare dove
            ricaricare le batterie ...Sì perché le batterie non possono ricaricarle a terra al punto di destinazione (o vicino ad esso) mentre il camion viaggia? (rotfl)
          • mah scrive:
            Re: Certo ...
            - Scritto da: ...
            Perché, secondo te deve trasportare un container
            intero pieno di batterie? E dove deve andare, su
            Marte? (rotfl)Beh di solito non viaggia solo per 800 Km per poi fermarsi 2 giorni per ricaricare (mica detto che trovi presente o disponibile l'impianto di megaricarica)
            Sì perché le batterie non possono ricaricarle a
            terra al punto di destinazione (o vicino ad esso)
            mentre il camion viaggia?Cioè ripeti l'idiozia di panda? Smonti mezzo camino per togliere le batterie? Se le batterie sono inserite come le automobili col cavolo che le togli e se le togli devi mettere in conto lo stoccaggio di materiale pericolso
          • iRoby scrive:
            Re: Certo ...
            L'articolo e nella stessa presentazione di Musk dice chiaramente che per la ricarica bastano i 40 minuti della sosta che obbligatoriamente devono fare tutti i camionisti ogni tot di km percorsi.
          • mah scrive:
            Re: Certo ...
            - Scritto da: iRoby
            L'articolo e nella stessa presentazione di Musk
            dice chiaramente che per la ricarica bastano i 40
            minuti della sosta che obbligatoriamente devono
            fare tutti i camionisti ogni tot di km percorsi.No, la sosta obbligatoria è di 45' ogni 4:30 ore di guida, non a chilometraggio, (se sei da solo altrimenti diventano molte di più), ovviamente dovrai trovarti nei pressi di una piazzola con sistemi di ricarica tesla per ricaricare in 40' e sperare che non ci siano altri veicoli in attesa di ricarica, altrimenti i tuoi 40' te li scordi
        • maxsix scrive:
          Re: Certo ...
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: prova123

          e poi per ricaricare le batterie in
          autostrada

          fanno un paio di giorni di sosta vicino alle

          centrali nucleari che metteranno negli
          autogrill

          ... prima di credere a queste XXXXXXX
          cercate
          di

          ragionare.

          E' un truck.
          Non ha bisogno di ricaricare batterie in viaggio.
          Puo' trasportare dozzine di batterie gia' cariche.Asino, e il peso?Ma lo fai apposta a fare figure di XXXXX così?
          • punto gialla scrive:
            Re: Certo ...
            - Scritto da: maxsix

            Non ha bisogno di ricaricare batterie in
            viaggio.

            Puo' trasportare dozzine di batterie gia'
            cariche.

            Asino, e il peso?Non c'è solo il peso.Il rimorchio serve solo per il carico.Caricare delle batterie su un rimorchio normale, oltre a togliere spazio al carico utile, non sarebbe poi così pratico, dato che non sarebbbe agevole poi scambiarle con quelle sulla motrice.Su un rimorchio specializzato come una cisterna poi non sarebbe proprio possibile caricare altro.Fare un rimorchio dedicato con un vano per le batterie invece, renderebbe nulli i vantaggi dell'autoarticolato, che derivano proprio dall'avere una motrice che è indipendente dal rimorchio.
          • Luca scrive:
            Re: Certo ...
            Perché un motore biella-pistone pesa quanto un elettrico.... Ma secondo te questi calcoli non li fanno quelli che puntano a questo business? Tutti cretini tranne te?
          • maxsix scrive:
            Re: Certo ...
            - Scritto da: Luca
            Perché un motore biella-pistone pesa quanto un
            elettrico.... Ma secondo te questi calcoli non
            li fanno quelli che puntano a questo business?
            Tutti cretini tranne
            te?Certo che li fanno, e ad oggi i compromessi sono ancora tanti, troppi. Andiamo dall'autonomia limitata, o al peso delle batterie per cui serve energia per spostarle, tempi di ricarica lunghi e via così...Ci arriveremo eh, ci vuole il suo tempo, ma ad oggi è ancora prematuro.
    • punto scrive:
      Re: Certo ...
      - Scritto da: prova123
      800 km senza salite, discese, sorpassi, magari a
      70 Km/h ... anche la mia auto fa i 30 km/l a
      gasolio in quelle condizioni, ma mai nè frenare
      nè accelerare. Ovviamente i beoti ci credono
      ...Che XXXXX ti vuoi sorpassare con un TIR? Stai a casa piuttosto
  • Michele Montanari scrive:
    Ma l'italiano...
    ... e' stato emendato?Secondo il C.d.S. il nome per questo tipo di veicolo è "trattore" o "motrice", manco **una volta** è stato usato nell'articolo.Il prodotto promette molto bene, come ogni anteprima dei parti "made by Elon Musk". Vediamo quanto ci sarà di concreto...
    • punto gialla scrive:
      Re: Ma l'italiano...
      - Scritto da: Michele Montanari
      ... e' stato emendato?
      Secondo il C.d.S. il nome per questo tipo di
      veicolo è "trattore" o "motrice", manco **una
      volta** è stato usato
      nell'articolo.Se è per questo la citata sigla TIR ha un significato ben diverso da quello di "autoarticolato" o "autotreno".
  • ... scrive:
    slang americano?!?
    intendi dire "slang statunitense", raffazonato cialtrone?
  • iRoby scrive:
    Inquinamento
    Dopo che Agnelli ci ha intossicato con gli Iveco bloccando a più livelli lo sviluppo delle reti ferroviarie, tramviarie e filobus in Italia, ci voleva Musk per toglierci dallo smog del diesel, (spostandolo nelle centrali elettriche è ovvio).
    • bradipao scrive:
      Re: Inquinamento
      - Scritto da: iRoby
      Dopo che Agnelli ci ha intossicato con gli Iveco
      bloccando a più livelli lo sviluppo delle reti
      ferroviarie, tramviarie e filobus in Italia, ci
      voleva Musk per toglierci dallo smog del diesel,
      (spostandolo nelle centrali elettriche è ovvio).C'è anche da dire che questi annunci cascano a fagiuolo per distogliere l'attenzione dalla produzione di Model 3 che stenta a partire.
    • Lorenzo scrive:
      Re: Inquinamento
      treni, metro , tram e filobus funzionano anche loro spostando lo smog nei luoghi dove sono le centrali , sempre se le stesse non sfruttano energie rinnovabili, cosa che sarebbe possibile se solo lo si volesse veramente.
      • mmhh scrive:
        Re: Inquinamento
        - Scritto da: Lorenzo
        treni, metro , tram e filobus funzionano anche
        loro spostando lo smog nei luoghi dove sono le
        centraliConcordo in parte su quanto hai detto, spostano si ma spostano l'inquinamento nella centrale ma anche un numero maggiore di "utenti" per quantità di energia usata. Tra l'altro abbattere lo smog di una centrale è molto più semplice che farlo per decine di automobili ... Poi c'è sempre la speranza (che rimarrà tale, per questo l'auto elettrica ancora non mi convince) che si passerà all'energia "verde" e ad un numero realmente significativo (non la burletta attuale) di punti di ricarica.
        • iRoby scrive:
          Re: Inquinamento
          Esattamente. Un SUV porta in giro di norma 1 sola persona su 3 tonnellate di ferro e minimo 20-30kw di energia bruciata.Un treno, tram, filobus, ne porta decine o centinaia, con un consumo pro-capite che non raggiunge il KW/h.Senza citare le energie rinnovabili come il geotermico i 4a generazione che renderebbe questo XXXXX di paese di beoti totalmente indipendente a livello energetico.È l'ignoranza della gente a permettere inciuci coi Moratti e l'ENI per non dare le rinnovabili a questo paese.
          • scoreggia micidiale scrive:
            Re: Inquinamento
            Il KW/h non esiste. Esiste il kWh.
          • mmhh scrive:
            Re: Inquinamento
            - Scritto da: XXXXXXXXX micidiale
            Il KW/h non esiste. Esiste il kWh.Al di la del tuo nick, grazie, non lo sapevo :-)
          • scoreggia micidiale scrive:
            Re: Inquinamento
            E questo perché Kilowattora = <b
            kW * h </b
            . Non <b
            kW / h </b
            , che non ha alcun senso (dividere la potenza per il tempo è senza alcun senso, moltiplicarla per il tempo invece ha senso perché si ottiene il consumo).
          • Utente sconsolato scrive:
            Re: Inquinamento
            za citare le energie rinnovabili come il
            geotermico i 4a generazione che renderebbe questo
            XXXXX di paese di beoti totalmente indipendente a
            livello
            energetico.Non è che confondi 4a generazione con 4a edizione?(http://www.sciencedirect.com/science/book/9780081008799)Potenzialità sì, paese totalmente indipendente non credo:(http://www.qualenergia.it/articoli/20170904-geotermia-italia-sostenibilita-modelli-e-prospettive-)(http://www.qualenergia.it/articoli/20170908-quale-ruolo-dell-italia-nella-geotermia)Se non altro ti rispondi parzialmente da solo riguardo al mantra dell'impatto negativo della mobilità elettrica in riferimento alle sole centrali elettriche non rinnovabili. La transizione è complessa e comprende anche la produzione di ee decentralizzata fino ai prosumers (consumatori e produttori) in un ottica di smart grid e accumulo. Oltre alla quota di produzione centralizzata potenziale proveniente dalle rinnovabili.Ecco, ricordati la parola 'complessa' che non se ne può più di analisi riduttive sull'indipendenza energetica. Uno legge e si perde in luoghi comuni, poi quando deve valutare le scelte della politica si perde in frasi fatte e utopie.E sì che da 'studente' in neuroscienze dovresti avere l'acXXXXX proxy dell'università alla banca dati di articoli scientifici per qualche review esplicativa.
        • Lorenzo scrive:
          Re: Inquinamento
          ti sei perso la parte importante , quella in cui andrebbero alimentati a rinnovabili :) per cui lo smog in centrale non dovrebbe esistere ; il mio intervento era per "contestare" il fatto che il camion elettrico spostasse l'inquinamento in centrale mentre gli altri mezzi elettrici no :) non sono contro i mezzi elettrici, anzi , io porterei tutto su elettrico , produzione da solare termodinamico, fotovoltaico ed eolico , accumulo del surplus con centrali idroelettriche e bacini con pompaggio in risalita per l'utilizzo nei momenti di non produzione e via non servirebbero le fonti fossili .
          • scoreggia micidiale scrive:
            Re: Inquinamento
            - Scritto da: Lorenzo
            ti sei perso la parte importante , quella in cui
            andrebbero alimentati a rinnovabili :) per cui
            lo smog in centrale non dovrebbe esistere ;

            il mio intervento era per "contestare" il fatto
            che il camion elettrico spostasse l'inquinamento
            in centrale mentre gli altri mezzi elettrici no
            :)

            non sono contro i mezzi elettrici, anzi , io
            porterei tutto su elettrico , produzione da
            solare termodinamico, fotovoltaico ed eolico ,
            accumulo del surplus con centrali idroelettriche
            e bacini con pompaggio in risalita per l'utilizzo
            nei momenti di non produzione e via non
            servirebbero le fonti fossiliEh, "cervello sveglio" iRoby invece non ci ha pensato. Prima parla di "solo spostamento dell'inquinamento da un'altra parte" e poi manda al XXXXX tutto il discorso dicendo che l'elettricità si produce anche per vie rinnovabili come l'eolica, la solare e la geotermica. (rotfl)
          • Lorenzo scrive:
            Re: Inquinamento
            cosa centra il come e' rispetto al come potrebbe essere se si volesse ?
    • e3f173b21e0 scrive:
      Re: Inquinamento
      - Scritto da: iRoby
      Dopo che Agnelli ci ha intossicato con gli Iveco
      bloccando a più livelli lo sviluppo delle reti
      ferroviarie, tramviarie e filobus in Italia, ci
      voleva Musk per toglierci dallo smog del diesel,
      (spostandolo nelle centrali elettriche è
      ovvio).Hai letto l'articolo o no?Musk non è il primo e non è l'unico in questo campo. Ci voleva Musk perchè la stampa prezzolata si mettesse a parlare dell'argomento.
    • nome e cognome scrive:
      Re: Inquinamento
      - Scritto da: iRoby
      Dopo che Agnelli ci ha intossicato con gli Iveco
      bloccando a più livelli lo sviluppo delle reti
      ferroviarie, tramviarie e filobus in Italia, ci
      voleva Musk per toglierci dallo smog del diesel,
      (spostandolo nelle centrali elettriche è
      ovvio).Non sono stati proprio bravissimi sti Agnelli... l'Italia è il secondo paese al mondo come estensione della rete ferroviaria elettrificata in proporzione alla dimensione del paese (prima Germania).
      • panda rossa scrive:
        Re: Inquinamento
        - Scritto da: nome e cognome
        - Scritto da: iRoby

        Dopo che Agnelli ci ha intossicato con gli
        Iveco

        bloccando a più livelli lo sviluppo delle
        reti

        ferroviarie, tramviarie e filobus in Italia,
        ci

        voleva Musk per toglierci dallo smog del
        diesel,

        (spostandolo nelle centrali elettriche è

        ovvio).

        Non sono stati proprio bravissimi sti Agnelli...
        l'Italia è il secondo paese al mondo come
        estensione della rete ferroviaria elettrificata
        in proporzione alla dimensione del paese (prima
        Germania).Ma perche' in un articolo dove si prospetta maggior sicurezza nel trasporto su gomma, perche' non ci saranno piu' autisti rumeni strafatti di coca per stare aalla guida 24 ore consecutive, si finisce a parlare di Agnelli e di treni?
        • Trono di Ceramiche scrive:
          Re: Inquinamento
          - Scritto da: panda rossa
          Ma perche' in un articolo dove si prospetta
          maggior sicurezza nel trasporto su gomma, perche'
          non ci saranno piu' autisti rumeni strafatti di
          coca per stare aalla guida 24 ore consecutive, si
          finisce a parlare di Agnelli e di
          treni?Semplice: per far rosicare te che vorresti tanto fare il moderatore del forum e invece non ti si fila nessuno (rotfl)
        • bertuccia scrive:
          Re: Inquinamento
          - Scritto da: panda rossa

          Ma perche' in un articolo dove si prospetta
          maggior sicurezza nel trasporto su gomma, perche'
          non ci saranno piu' autisti rumeni strafatti di
          coca per stare aalla guida 24 ore consecutive, si
          finisce a parlare di Agnelli e di treni?niente, ormai non resta che portarti all'ospizioè già la seconda volta che rispondi al messagigo sbagliato: è stato iRoby a scrivere <i
          "Dopo che <b
          Agnelli </b
          ci ha intossicato con gli Iveco bloccando a più livelli lo sviluppo delle <b
          reti ferroviarie </b
          " </i
          cambia dosaggio, mettiti gli occhiali, fai qualcosa insomma perchè così non ne azzecchi una
        • ... scrive:
          Re: Inquinamento
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: nome e cognome

          - Scritto da: iRoby


          Dopo che Agnelli ci ha intossicato con
          gli

          Iveco


          bloccando a più livelli lo sviluppo
          delle

          reti


          ferroviarie, tramviarie e filobus in
          Italia,

          ci


          voleva Musk per toglierci dallo smog del

          diesel,


          (spostandolo nelle centrali elettriche è


          ovvio).



          Non sono stati proprio bravissimi sti
          Agnelli...

          l'Italia è il secondo paese al mondo come

          estensione della rete ferroviaria
          elettrificata

          in proporzione alla dimensione del paese
          (prima

          Germania).


          Ma perche' in un articolo dove si prospetta
          maggior sicurezza nel trasporto su gomma, perche'
          non ci saranno piu' autisti rumeni strafatti di
          coca per stare aalla guida 24 ore consecutive, si
          finisce a parlare di Agnelli e di treni?per lo stesso motivo per qui in un argomento quasiasi, se entri ti fa a finire che sputi XXXXX su apple, caro il mio Panda "minix" Rossa.
      • 4fb962bd682 scrive:
        Re: Inquinamento

        l'Italia è il secondo paese al mondo come
        estensione della rete ferroviaria elettrificata
        in proporzione alla dimensione del paese (prima
        Germania).Peccato che i treni che viaggiano su quella rete facciano schifo. Peccato che i terminali di scambio treno/nave e treno/TIR siano troppo pochi. Le infrastrutture andrebbero fatte curando tutti gli aspetti che le riguardano, non limitandosi a mettere giù due binari.
    • BSD_like scrive:
      Re: Inquinamento
      Vorrei ricordare a tutti, che i motori elettrici hanno un rendimento molto migliore rispetto ai motori benzina/diesel (con oltre il 90% fronte di poco oltre il 60%); pur nonostante che negli ultimi anni l'introduzione di centraline elettriche e computeristica abbia migliorato la situazione sulle emissioni per km/percorso (non tanto sul rendimento del motore) con stop/start, etc..Quindi affermare che è semplicemente uno spostamento dell'inquinamento è molto riduttivo. Se tutta la trazione automobilistica passasse all'elettrica si avrebbe un'abbattimento dei consumi di circa il 25%.
      • scoreggia micidiale scrive:
        Re: Inquinamento
        Eh, ma il XXXXXXXX iRoby attinge le sue notizie da pensieridalXXXX.altervista.org, quindi come non fidarsi di lui.
      • bradipao scrive:
        Re: Inquinamento
        - Scritto da: BSD_like
        Vorrei ricordare a tutti, che i motori elettrici
        hanno un rendimento molto migliore rispetto ai
        motori benzina/diesel (con oltre il 90% fronte
        di poco oltre il 60%) ...Che siano meno inquinanti è fuor di dubbio, ma la tua è una semplificazione un po' scorretta, perchè l'efficienza è tutto sommato irrilevante e perchè confronti tutto il ciclo di trasformazione del motore a combustione (dalla fonte energetica alle ruote) con solo l'ultimissima fase del motore elettrico (dall'elettricità alla trazione).Dati per un confronto corretto esistono, puoi trovarli googlando la parola "well-to-wheel", usata per condensare tutti contributi di inquinamento dall'estrazione di energia (well=pozzo) alla trazione del veicolo (wheel=ruota).Uno degli ultimi studi condotti in tal senso riportava che, essendo oggi l'energia principalmente prodotta con combustibili fossili, passare all'auto elettrica avrebbe portato un miglioramento di circa il 20% dell'inquinamento well-to-wheel, che miglioreranno progressivamente man mano che i combustibili fossili saranno abbandonati.
        • 4fb962bd682 scrive:
          Re: Inquinamento

          Dati per un confronto corretto esistono, puoi
          trovarli googlando la parola "well-to-wheel",
          usata per condensare tutti contributi di
          inquinamento dall'estrazione di energia
          (well=pozzo) alla trazione del veicolo
          (wheel=ruota).
          Peccato che tutti quegli studi prendano in considerazione l'efficienza dei motori termici nuovi di fabbrica e in perfetto stato di manutenzione, il che vale per una piccola parte dei motori termici in circolazione. Il motore elettrico invece perde pochissima efficienza col tempo, anche con scarsa manutenzione.Peccato che tutti quegli studi prendano in considerazione al massimo consumi valutati sul ciclo urbano, che non riproduce proprio al meglio il consumo vero di milioni di auto regolarmente bloccate negli ingorghi o che vanno a passo d'uomo sulla tangenziale.

          Uno degli ultimi studi condotti in tal senso
          riportava che, essendo oggi l'energia
          principalmente prodotta con combustibili fossili,
          passare all'auto elettrica avrebbe portato un
          miglioramento di circa il 20% dell'inquinamento
          well-to-wheel, che miglioreranno progressivamente
          man mano che i combustibili fossili saranno
          abbandonati.Ho visto studi che sostengono una cosa e studi che sostengono tutto il contrario. C'è troppa confusione (voluta) nel campo.
        • iRoby scrive:
          Re: Inquinamento
          La vera svolta nell'autotrazione avverrà col 100% di energia da fonti rinnovabili.
          • ff867ad8c0d scrive:
            Re: Inquinamento
            - Scritto da: iRoby
            La vera svolta nell'autotrazione avverrà col 100%
            di energia da fonti rinnovabili.La solita XXXXXXXta dei benaltristi. O risolviamo al 100% o niente. In realtà i cambiamenti sono sempre graduali, la storia del 100% è una scusa per fare resistenza.
          • Risposta al commento scrive:
            Re: Inquinamento
            Ma sì iRoby è il tipico XXXXXXXX da sito complottista... dice che va cambiato tutto poi quando si tratta di cambiare non vuol fare niente, dice di avercela col consumismo e il capitalismo selvaggio poi appena esce che un'azienda multinazionale ha truffato gli utenti dice che è complotto per demolirli, etc.
          • iRoby scrive:
            Re: Inquinamento
            Ho scritto che sarà la vera svolta, non che bisogna contrastarla.Il problema non è l'elettrico in se, ma come viene gestito nei paesi dove ci sono forti interessi lobbistici dei petrolieri.Questo paese non fa che incentivare l'automobilismo di massa. Incentivi rottamazione e grossi regali ai soliti venditori di automobili. Ma gli incentivi alle rinnovabili dovrebbero essere permanenti, invece ci sono stati per brevi periodi.E so per certo che non vengono finanziate o anche sabotate tutte le ricerche sulle rinnovabili e sulle pile perpetue ad alta efficienza.L'inventore italiano dell'ultima innovazione sulle batterie ha venduto tutto all'estero.
    • scoreggia micidiale scrive:
      Re: Inquinamento
      - Scritto da: iRoby
      - Scritto da: Sg@bbio
      Ora come ora l'elettrico è una delle più grandi
      truffe ai danni dell'umanitàLOL.
      Sappiamo benissimo che le ultime generazioni di
      eolico, solare, geotermico, sono in grado di
      rendere quasi tutti i paesi indipendenti dalle
      fonti
      fossiliGià peccato che appunto le auto elettriche potranno essere alimentate anche grazie a queste energie, mentre le auto tradizionali no.
      L'unica scelta intelligente in questo pianeta
      l'ha fatta la Corea del Nord, e più che altro a
      causa degli embargo.

      Non ha mai incentivato l'automobilismo di massa,
      favorendo quello elettrico
      pubblico.
      Risultato, pochissimo inquinamento, traffico
      quasi inesistente, ritmi di vita meno frenetici,
      meno stress, meno
      malattie.LOL
    • ff867ad8c0d scrive:
      Re: Inquinamento
      - Scritto da: Sg@bbio
      - Scritto da: iRoby

      Dopo che Agnelli ci ha intossicato con gli Iveco

      Sei sempre il solito italiano che si lamenta per
      ogni minima cosa senza proporre alternative
      intelligenti oltre che quelle del
      complotto.L'Italia è il paese europeo che dipende di più dai trasporti su gomma. Pure nella Germania patria di tanti costruttori di auto e camion una forte percentuale delle merci viene trasportata dalle chiatte fluviali. Stesso discorso vale per i trasporti pubblici, costruire metropolitane in Italia costa sempre cifre enormi tanto che solo le grandi città possono permettersi una metopolitana, all'estero trovi metropolitane pure in città grandi come Bologna.Altra domanda come mai i produttori di arance siciliane sono costretti a dipendere dai camion? Caricare le arance su una nave e scaricarle e Trieste o Genova che hanno terminal nave/ferrovia avrebbe tagliato i costi. Invece nei mercati del nord Europa trovi solo arance spagnole perché trasportarle costa meno. Il tutto avviene non perché l'Italia ha speso poco in passato, ma perché ha speso male. Sarà tutto un complotto?
    • Sg@bbio scrive:
      Re: Inquinamento
      - Scritto da: iRoby

      Ora come ora l'elettrico è una delle più grandi
      truffe ai danni dell'umanità. Prima bisognava
      investire miliardi nelle rinnovabili, li stanno
      invece investendo nella A.I. anche dei veicoli
      elettrici o a
      petrolio.Sai che la AI e la ricerca e sviluppo dell'efficienza delle rinnovabili, sono due settori totalmente diversi, si ?
      Sappiamo benissimo che le ultime generazioni di
      eolico, solare, geotermico, sono in grado di
      rendere quasi tutti i paesi indipendenti dalle
      fonti
      fossili.
      Poi il surplus lo investi nell'autotrazione di
      massa
      elettrica.Quindi prima che una nazione possa usare totalmente fonti rinnovabili con infrastrutture e tutto, teniamo al palo per altri 30 anni l'auto elettrica ?
      L'unica scelta intelligente in questo pianeta
      l'ha fatta la Corea del Nord, e più che altro a
      causa degli embargo.Bell'esempio! Un paese con un popolo alla fame, con una dittatura militare con le pezze al XXXX, SOGNI ?
      Non ha mai incentivato l'automobilismo di massa,
      favorendo quello elettrico
      pubblico.
      Risultato, pochissimo inquinamento, traffico
      quasi inesistente, ritmi di vita meno frenetici,
      meno stress, meno
      malattie.Fonti ? Tuo cugggino ? I giornalisti che conoscono la corea del nord, ti dicono che la situazione è tutt'altro che rosea li.
      • iRoby scrive:
        Re: Inquinamento
        - Scritto da: Sg@bbio
        Sai che la AI e la ricerca e sviluppo
        dell'efficienza delle rinnovabili, sono due
        settori totalmente diversi, si ?Certo, ma i miliardi li stanno investendo nel posto sbagliato.
        Quindi prima che una nazione possa usare
        totalmente fonti rinnovabili con infrastrutture e
        tutto, teniamo al palo per altri 30 anni l'auto
        elettrica ?No devono andare di pari passo, non stanno facendo così in tutte le nazioni in Italia c'è l'azione lobbistica dell'ENI e dei petrolieri per non incentivare rinnovabili e investimenti nelle batterie perpetue. Ossia quelle di grande capacità, ricaricabili all'infinito e velocemente. Queste invenzioni in Italia non solo non vengono finanziate, ma quando scoperte, vengono boicottate.
        Bell'esempio! Un paese con un popolo alla fame,
        con una dittatura militare con le pezze al XXXX,
        SOGNI ?

        Fonti ? Tuo cugggino ? I giornalisti che
        conoscono la corea del nord, ti dicono che la
        situazione è tutt'altro che rosea li.Le mie fonti sono documentari, e tantissimi video indipendenti di viaggi e interviste in giro per il paese, fatti da viaggiatori occasionali e giornalisti di inchiesta.Quello che sai tu di quel paese sono le immagini precotte fornite dai media di regime.Tu dai per buona tutta la XXXXX precotta che ti arriva dai media di regime, e dai del complottista a tutti coloro che hanno fonti diverse dalle tue.
        • Sg@bbio scrive:
          Re: Inquinamento
          - Scritto da: iRoby

          Certo, ma i miliardi li stanno investendo nel
          posto
          sbagliato.E' lo dice "complottismo.altervissta.org" ? Chi ti dice che non ci siano investimenti in altri settori ?

          No devono andare di pari passo, non stanno
          facendo così in tutte le nazioni in Italia c'è
          l'azione lobbistica dell'ENI e dei petrolieri per
          non incentivare rinnovabili e investimenti nelle
          batterie perpetue. Ossia quelle di grande
          capacità, ricaricabili all'infinito e
          velocemente. Queste invenzioni in Italia non solo
          non vengono finanziate, ma quando scoperte,
          vengono
          boicottate.Complotto giudiacio vegano time.

          Le mie fonti sono documentari, e tantissimi video
          indipendenti di viaggi e interviste in giro per
          il paese, fatti da viaggiatori occasionali e
          giornalisti di
          inchiesta.Gli stessi che dicono com'è mal messa la corea del nord per la sua dittatura sanguinaria.
          Quello che sai tu di quel paese sono le immagini
          precotte fornite dai media di
          regime.
          Tu dai per buona tutta la XXXXX precotta che ti
          arriva dai media di regime, e dai del
          complottista a tutti coloro che hanno fonti
          diverse dalle
          tue.A dire il vero, io dubito sempre di quel che dicono i media, non solo alle tua fantastichreie complottiste dove si loda un paese conciato alla fame.
          • iRoby scrive:
            Re: Inquinamento
            - Scritto da: Sg@bbio
            E' lo dice "complottismo.altervissta.org" ? Chi
            ti dice che non ci siano investimenti in altri
            settori ?
            A dire il vero, io dubito sempre di quel che
            dicono i media, non solo alle tua fantastichreie
            complottiste dove si loda un paese conciato alla
            fame.Si vabbè sei di una superficialità impressionante!Cuba è un paese povero? E se rispondi sì, è povero per colpa sua?Cuba ha pianto decenni di embargo, e tutto per un solo motivo, il suo sistema politico e il suo leader non piaceva agli USA.Quindi è un paese povero? Sì. E perché è povero, a causa sua e della sua gestione?Sostituisci Cuba con la Corea del Nord.Eppure basta poca capacità logico-deduttiva, ma basta proprio quella di livello infantile o adolescenziale...
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Inquinamento
            Vedere come hai saltato tutto fa ben capire che persona sei.- Scritto da: iRoby

            Si vabbè sei di una superficialità impressionante!Perché non credo ad ogni XXXXXXX che propagandi nel forum ?

            Cuba è un paese povero?
            E se rispondi sì, è povero per colpa sua?Cuba è un paese che solo di recente si è aperto, turismo a parte. La Corea del Nord è sempre stato chiuso, poco e nulla trapela all'esterno tra i fuggitivi e i rari report che vengono fatti li.
            Cuba ha pianto decenni di embargo, e tutto per un
            solo motivo, il suo sistema politico e il suo
            leader non piaceva agli
            USA.Ma cosa c'entra Cuba con il tuo lodare una dittatura sanguinaria e chiusa come quella della Corea del nord ?
            Quindi è un paese povero? Sì. E perché è povero,
            a causa sua e della sua
            gestione?Come sopra-
            Sostituisci Cuba con la Corea del Nord.

            Eppure basta poca capacità logico-deduttiva, ma
            basta proprio quella di livello infantile o
            adolescenziale...Invece d'insultare, sei tu QUI che lodava la Corea del nord come un paese bellissimo e di come i media cattivi lo dipingono come l'inferno. Non importa che le politiche di continua chiusura del paese abbia spinto tale nazione alla fame, non importa che la dittatura presente, molti scappano o provano a scappare dal paese. Ehhh ma sono cosi per colpa dell'ammmerika kattiva, mica perché c'è una dittatura che ha schiavizzato l'intero popolo indottrinandolo senza libertà e diritti! Smettila di leggere i siti complottari come se fossero la verità assoluta.
          • iRoby scrive:
            Re: Inquinamento
            Ma chi te lo dice che c'è dittatura sanguinaria?Come le armi di distruzione di massa di Saddam?Sanguinario e persone giustiziate sono solo nei titoli di Repubblica e Panorama. Ed il loro equivalente degli altri paesi occidentali.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Inquinamento
            - Scritto da: iRoby
            Ma chi te lo dice che c'è dittatura sanguinaria?Le varie persone che sono riuscite a fuggire ?
            Come le armi di distruzione di massa di Saddam?I test missilistici che finivano verso il Giappone non sono una invenzione dei media, eh ? Va bene che sono cose tirate su con spago e colla vinilica, ma il caro leader del posto, preferisce mostrare i muscoli che far vivere il suo popolo decentemente.
            Sanguinario e persone giustiziate sono solo nei
            titoli di Repubblica e Panorama. Ed il loro
            equivalente degli altri paesi
            occidentali.KOMPLODO! Come al solito non vedi aldilà del tuo mondo complottaro. Le varie testimonianze di chi è fuggito non ti dicono nulla ? Se non fosse un paese oppresso, perché la gente fugge ?
Chiudi i commenti