Giappone, scolari tracciati col Wi-Fi

AeroScout testerà a Yokohama la prima piattaforma Wi-Fi per monitorare lo spostamento bambini: i genitori, da casa, potranno essere sicuri che nel percorso casa/scuola non vi possano essere imprevisti


Yokohama (Giappone) – Tracking delle auto, tracking dei pallets, tracking dei cellulari, tracking di tutto ciò ci circonda. E se fin qui ci si è fermati alle più diverse categorie merceologiche , ora in Giappone un’azienda locale sta per lanciare un sistema per tracciare i movimenti degli scolari . AeroScout ha già testato – “brillantemente”, a detta dei tecnici – un sistema wireless che permetterà ai genitori di monitorare gli spostamenti dei propri figli al di fuori delle mura domestiche.

Il progetto pilota, in fase di implementazione presso la città di Yokohama, vedrà centinaia di bimbi dotati di un tag Wi-Fi che, in collegamento con centraline istallate nella sede stradale, segnaleranno i loro spostamenti agli ansiosi genitori. Nel caso un bimbo dovesse allontanarsi dal percorso prestabilito, il sistema centrale invierà un alert alle famiglie . Allo stesso tempo, se uno dei ragazzini dovesse trovarsi in difficoltà potrà, con la semplice pressione di un tasto integrato nel dispositivo portatile, chiedere aiuto a casa.

“La sicurezza degli scolari è una preoccupazione prioritaria per i genitori e le forze dell’ordine giapponesi; l’utilizzo di tecnologie Wi-Fi per la localizzazione è senza ombra di dubbio una soluzione vincente ed innovativa”, ha dichiarato Gabi Daniely, vice presidente marketing di AeroScout.

In passato, questo tipo di tecnologia era stata utilizzata solo ed esclusivamente per il tracking di oggetti in movimento . La tecnologia RFID, secondo Daniely, come alternativa non avrebbe potuto essere all’altezza delle esigenze. Per questo motivo AeroScout ha compiuto quasi una scelta obbligata: rendere il tracking Wi-Fi uno strumento per il quotidiano.

La piattaforma AeroScout è stata sviluppata per essere compatibile con i WLAN access point della Cisco. Sebbene questo impiego possa risultare curioso sembrano profilarsi per il futuro nuove aree di applicazione. L’azienda nippo-statunitense, infatti, sta già collaborando con altre società giapponesi, come Nissan Motor e l’operatore mobile NTT Data . Yokohama, quindi, in futuro potrebbe ospitare nuovi test sul campo. Perderà forse l’immagine di capitale della gomma, ma diventerà – di diritto – il regno del tracking umano.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    l'HDTV oggi con 1000 euro
    L'HDTV è possibile averlo oggi, e con una spesa minima. Non è una tecnologia del futuro.Io scarico regolarmente film con bittorrent in HDTV e li vedo con il mio proiettore Sanyo Z2. Mi sono comprato la XBOX360 e funziona da favola, PGR3 è uno spettacolo ad alta definizione.Ho raccontato la mia esperienza qui:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1199250&tid=1199250&p=1&r=PI
  • Anonimo scrive:
    dirotterò i miei risparmi
    Mi sà tanto che se andrà avanti con questa politica di DRM dirotterò i mie pochi risparmi verso qualcosa di più concreto, qualcosa di cui sono padrone e che posso utilizzare per sempre.
  • Anonimo scrive:
    scrocconi
    si preannunciano periodi duri per gli scrocconi... xbox360 blindata, hdtv intoccabile, ps3 con bluray da 60gb ... etc cominciate a mettere mano al portafoglio o lasciate stare queste amenità
    • Anonimo scrive:
      Re: scrocconi
      - Scritto da: Anonimo
      si preannunciano periodi duri per gli
      scrocconi... xbox360 blindata, hdtv intoccabile,
      ps3 con bluray da 60gb ... etc

      cominciate a mettere mano al portafoglio o
      lasciate stare queste amenitào sperare nei cinesi...per questa volta
      • Anonimo scrive:
        Re: scrocconi
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        si preannunciano periodi duri per gli

        scrocconi... xbox360 blindata, hdtv intoccabile,

        ps3 con bluray da 60gb ... etc



        cominciate a mettere mano al portafoglio o

        lasciate stare queste amenità

        o sperare nei cinesi...per questa voltache cloneranno il drm.
  • The Raptus scrive:
    Ti pareva!
    Ormai la SCART è vecchia, ma dobbiamo ammettere che ha fatto molto bene.Adesso porpongono un nuovo standard.Per il telecomando quasi gioisco, ma per il resto ...Firewire? Che fanno passare, la banda video nel firewire???Il vero motivo, come qualcuno qui sopra descrive, è integrare il DRM.Mi spiace ammetterlo ma spero che i cinesi, così poco rispettosi dei copyright altrui questa volta facciano L'UNICA COSA BUONA. ovviamente tutto IMHO, ma davvero 'sto DRM mi sta facendo venire la nausea (ed i brividi!)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ti pareva!
      drm a parte, che mi sta parecchio sulle palle, ma che ha che non va la firewire?è fatta apposta per il video.... e visto che le specifiche prevedono la velocità di 3200 mb/sec... (attualmente sono commercializzate solo la 400 e la 800, ma nell' articolo si parla del 2007)
  • Anonimo scrive:
    Sentivamo la mancanza...
    ...di un nuovo standard di connessione blindato.prima il DVI, poi HDMI ora Firewire, bisognerebbe cambiare un TV l'anno.. e io che pensavo che il mio TV LCD fosse avanti perchè ha il DVI. I lettori DVD con DVI sono già usciti di produzione rimpiazzati da quelli con HDMI, Bah...Quando ci sarà l'HDTV in europa (e io mi chiedo che stanno aspettando) toccherà cambare TV.Gab.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sentivamo la mancanza...

      ...di un nuovo standard di connessione blindato.
      prima il DVI, poi HDMI ora Firewire,FireWire esiste da un pezzo 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Sentivamo la mancanza...
      Per fortuna HDMI è compatibile con DVI ed esistono dei convertitori tra i vari formati, sicuramente sara' la stessa con il firewire: creeranno dei box che includeranno l'ingresso fireware e l'uscita in DVI o HDMI (simili a quelli esistenti per moltiplicare o convertire le scart in component).
  • Anonimo scrive:
    E ti pareva!
    "Tra gli altri obiettivi di HANA c'è quello di integrare nella propria piattaforma digitale una tecnologia di DRM (Digital Rights Management) che protegga i contenuti dalle copie non autorizzate, lasciando all'utente la libertà di condividere i video all'interno della rete domestica. "Ecco il vero motivo...
    • Anonimo scrive:
      Re: E ti pareva!
      Beh almeno te li lasciano girare liberamente x la rete interna... almeno quello!!! Potrebbe essere un compromesso.
Chiudi i commenti