Gli anni '60 in un palmo

C'è chi vorrebbe comprarlo , chi ne è innamorato e chi si limita a definirlo interessante , di certo non è il solito microconcept dei lab Sony. Non tanto perché è un televisore, anzi, quello è un concetto obsoleto in sé, ma perché le
C'è chi vorrebbe comprarlo , chi ne è innamorato e chi si limita a definirlo interessante , di certo non è il solito microconcept dei lab Sony. Non tanto perché è un televisore, anzi, quello è un concetto obsoleto in sé, ma perché le

C’è chi vorrebbe comprarlo , chi ne è innamorato e chi si limita a definirlo interessante , di certo non è il solito microconcept dei lab Sony. Non tanto perché è un televisore, anzi, quello è un concetto obsoleto in sé, ma perché le sue origini stimolano gridolini vintage nei più sensibili.

La microtv è figlia di quella tv vagamente sci-fi che Sony ha presentato nei primi anni ’60, favolosi apparecchi che sembrano usciti da Arancia Meccanica e che non sfigurerebbero neppure oggi. I designer hanno preso quei televisori, fatti per essere letteralmente abbracciati , e li hanno trasformati in una pallina che si tiene in una mano, ricoperta di tessuto, fatta per accarezzare le dita.

Inutile chiedersi chi la comprerebbe, è impensabile che vedano davvero il mercato. Sempre che non diventino dei cellulari.

[ Il lab Sony ]

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 12 2007
Link copiato negli appunti