Gli SMS antikiller funzionano?

La St. John's University ha rischiato una nuova Virginia Tech, ma la Polizia e un sistema di alert wireless han fatto rientrare l'allarme senza colpo sparare

Roma – Mercoledì scorso l’ombra della strage della Virginia Tech si è stagliata sul campus della St. John’s University , ma la Polizia e il “passa-parola” elettronico hanno evitato la tragedia. Nessun ferito, nessun morto nel borough del Queens (New York), ma solo tanta paura.

Come riportano le cronache , 16 minuti dopo l’avvistamento del “cacciatore” ventiduenne Omesh Hiraman, che si aggirava armato per il campus universitario, la centrale operativa ha diramato SMS ed email di emergenza .

“Dalla pubblica sicurezza. Un maschio è stato trovato nel campus con un fucile. Vi preghiamo di rimanere nei vostri edifici fino a nuovo ordine. È già in custodia, ma per piacere aspettate fino alla fine dei controlli”, ha diramato elettronicamente Thomas Lawrence, vice presidente della pubblica sicurezza della St. John’s, a tutti gli studenti inscritti al nuovo servizio di alert.

Il giovane Hiraman, infatti, è stato catturato quasi istantaneamente dalla Polizia del Campus e dalla NYPD (New York Police Department). Fucile in spalla, felpa con il cappuccio e maschera di Halloween devono essere stati elementi sufficienti per far scattare l’allarme interno. Un sistema di sicurezza che ha funzionato brillantemente, e che nel mailing e messaging ha trovato un complemento.

“Lodo personalmente l’amministrazione della St. John’s University per aver attivato l’innovativo sistema di text-messaging quando si è manifestata la situazione di pericolo nel campus”, ha dichiarato Eliot Spitzer, Governatore dello Stato di New York. “Il sistema di allerta ha notificato agli studenti e allo staff il pericolo imminente, nel corretto tempismo e nel giusto modo”.

Lo scorso aprile infatti, durante l’ attentato suicida consumatosi presso la Virginia Tech University, a causa dell’eccesso di chiamate era saltato completamente il network mobile. Nessuno, insomma, riuscì a diramare un comunicato per informare gli studenti del pericolo.

Per far fronte a questo eventuale rischio molte università – come la St. John’s – hanno deciso di attivare un sistema specifico e indipendente. “Come conseguenza dell’incredibile tragedia che ha colpito la Virginia Tech, abbiamo ben chiaro del perché un sistema come questo sia importante”, ha sottolineato Spitzer. “Senza la cooperazione del campus e l’organizzazione dell’Università, questa situazione si sarebbe potuta concludere differentemente”.

Il sistema di alert dell’Università newyorchese inizialmente vantava non più di 2100 abbonati, su circa 20 mila potenziali. Dopo neanche 24 ore dalla cattura del folle il numero complessivo degli iscritti è salito a 6500. Come sottolinea però la testata mocoNews sebbene il primo comunicato sia stato spedito dopo la cattura del giovane, gli SMS si sono dimostrati un ottimo strumento di comunicazione di massa per tenere le persone informate e prevenire che le chiacchiere nei campus alimentino “battute di caccia” indiscriminate.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • adidas scrive:
    ddddddd
    ssss
  • xtommy scrive:
    Troppo caro
    Da anni si parla della tecnologia oled, descrivendola come intrinsecamente più economica di quella LCD. Tuttavia sono convinto del fatto che ancora per diversi anni i prezzi dei Televisoni Oled verranno tenuti artificiosamente più alti rispetto a LCD e Plasma.
    • miomao scrive:
      Re: Troppo caro
      Ci ricordiamo quanto costavano i primi monitor LCD desktop e che qualità di immagine avevano?Roba da far accapponare la pelle...:)
  • L.B. scrive:
    La fine degli LCD
    La tecnologia LCD è sempre stata imperfetta.Sono stato quasi costretto a prendere un monitor LCD per questioni di spazio pur sapendo che la qualità CRT, una tecnologia che ha 60 anni, è molto superiore.Il prossimo monitor che prenderò non sarà di sicuro un LCD e probabilmente sarà un OLED. Appena cominceranno a girare a prezzi accessibili modelli da 19 a 40 pollici sia per tv che per monitor da pc sarà la fine degli LCD e dei plasma.E devo dire che questo non mi dispiace affatto.
  • miomao scrive:
    Longevità dichiarata di 30.000 ore
    Secondo PC World la longevità dichiarata è di 30.000 ore.http://www.pcworld.com/article/id,137884-pg,1/article.htmlQuindi non si tratta di una tigre di carta, almeno dal punto di vista tecnologico. Perchè come risoluzione e diagonale è un po' ridicola come TV.Tanto è vero che Sharp, che recentemente ha criticato stizzita la mossa di Sony e decantato la superiorità degli LCD, sta già stringendo accordi per lo sviluppo di OLED-TV.Il prox. anno commercializzeranno il prototipo full-HD da 27'' e allora si farà sul serio... ;)
    • Guybrush scrive:
      Re: Longevità dichiarata di 30.000 ore
      Bel passo avanti: appena usciti gli oled arrivavano a 3000 ore.GT
      • miomao scrive:
        Re: Longevità dichiarata di 30.000 ore
        Sicuramente notevole, anche se il dato va approfondito.Il problema potrebbe essere che le tre componenti RGB degradano con velocità diverse. Provocando un cambiamento della corrispondenza cromatica nel tempo.Per il resto sembra veramente il display definitivo.Gli LCD probabilmente non raggiungeranno mai queste prestazioni.Per il semplice fatto che dovrebbero avere come sorgente di retroilluminazione un pannello OLED.Il che, alla luce della mossa di Sony, sarebbe assurdo.
        • codroipo scrive:
          Re: Longevità dichiarata di 30.000 ore
          - Scritto da: miomao
          Sicuramente notevole, anche se il dato va
          approfondito.
          Il problema potrebbe essere che le tre componenti
          RGB degradano con velocità diverse. Provocando un
          cambiamento della corrispondenza cromatica nel
          tempo.
          il vero problema è il burn-in, che speravo d'essermi tolto di mezzo con gli lcd (su alcuni c'è ancora ma è reversibile, non come sui CRT!).Questo rende gli oled non molto adatti all'uso informatico.A meno che dopo 2 anni d'uso non vuoi la barra di windows marchiata a fuoco in basso... (o equivalenti linare o macache).
          Per il resto sembra veramente il display
          definitivo.
          Gli LCD probabilmente non raggiungeranno mai
          queste
          prestazioni.
          Per il semplice fatto che dovrebbero avere come
          sorgente di retroilluminazione un pannello
          OLED.
          Il che, alla luce della mossa di Sony, sarebbe
          assurdo.gli lcd sembrano migliori alla luce del sole.Sembra assurdo ma in realtà è semplice da capire, specialmente in schermi studiati ad hoc per la luce, questa penetra i cristalli liquidi, viene riflessa da uno strato opportunamente posto (tipico nei cosiddetti schermi transreflective), e ritorna ripassando dai cristalli. Questo migliora un po' la visibilità alla luce, cosa che sugli oled sembra un tallone d'achille.
  • MeX scrive:
    bello...
    il design a "lampada"... ma dov'è che l'avevo visto già qualche anno fa?
    • ruppolo scrive:
      Re: bello...
      - Scritto da: MeX
      il design a "lampada"... ma dov'è che l'avevo
      visto già qualche anno
      fa?Qualche anno fa, nell'Apple iMac G4.
  • codroipo scrive:
    longevità inferiore, errore nell'articol
    Per contro, i display OLED hanno generalmente una longevità inferiore rispetto a quella delle tecnologie concorrenti, dovuta al deterioramento dei materiali organici di cui sono costituiti. Sostituire "per contro," con "un ulteriore vantaggio per i produttori è che"
    • demi scrive:
      Re: longevità inferiore, errore nell'articol
      - Scritto da: codroipo
      Per contro, i display OLED hanno
      generalmente una longevità inferiore rispetto a
      quella delle tecnologie concorrenti, dovuta al
      deterioramento dei materiali organici di cui sono
      costituiti.


      Sostituire "per contro," con "un ulteriore
      vantaggio per i produttori è
      che"nessuno ti vieta di inventare un polimero che abbia oltre alle consuete caratteriste durate maggiori, poi lo brevetti e ci fai un sacco di soldi.
    • Illusionist scrive:
      Re: longevità inferiore, errore nell'articol
      Ma sì dai, è chiaro, metteranno sulla scatola un bel "best before (data)" o "consumare preferibilmente entro (data)". Et voilà, il televisore "deperibile" è servito, se poi sarà anche riciclabile ci saranno le "campane" in strada dedicate alla raccolta differenziata, non male, non male... :D
      • acno scrive:
        Re: longevità inferiore, errore nell'articol
        Gli OLED non scadono, semplicemente si "degradano" nell'uso, come i fosfori dei plasma e dei tubi catodici. A oggi per il giallo si arriva anche a 50K ore, ma per il blu' solo poche migliaia di ore. Va bene per un cellulare o un lettore mp3 (dove sono gia' molto usati), per un televisore e' presto, male potenzialita' sono infinite. Ci sono prototipi di displayflessibili e trasparenti!
        • ruppolo scrive:
          Re: longevità inferiore, errore nell'articol
          - Scritto da: acno
          Gli OLED non scadono, semplicemente si
          "degradano" nell'uso, come i fosfori dei plasma e
          dei tubi catodici. A oggi per il giallo si arriva
          anche a 50K ore,Il giallo? Tu si che sei esperto...
          ma per il blu' solo poche
          migliaia di ore.dopo il giallo, il blu', più blu del blu.Ecco perché su cellulari usano il blu...
          • acno scrive:
            Re: longevità inferiore, errore nell'articol
            Il giallo, esatto, il primo colore messo in venditaper gli oled e il piu' affidabile. In realta' e' un gialloche tende un po' al verde, comunque sempre giallo e'.Ho giusto un paio di display di questo colore sulla scrivania, sono due 128x64 4 bit per pixel, li sto usando come interfaccia utente per uno strumento di misura.Quelli che ho esposto erano gli estremi, dal migliore al peggiore.Prima di parlare (attaccare), controllare che il cervellosia connesso.... ;-)
          • ruppolo scrive:
            Re: longevità inferiore, errore nell'articol
            - Scritto da: acno
            Il giallo, esatto, il primo colore messo in
            vendita
            per gli oled e il piu' affidabile. In realta' e'
            un
            giallo
            che tende un po' al verde, comunque sempre giallo
            e'.
            Ho giusto un paio di display di questo colore
            sulla scrivania, sono due 128x64 4 bit per pixel,
            li sto usando come interfaccia utente per uno
            strumento di
            misura.
            Quelli che ho esposto erano gli estremi, dal
            migliore al
            peggiore.
            Prima di parlare (attaccare), controllare che il
            cervello
            sia connesso.... ;-)Visto che l'argomento riguarda i TELEVISORI A COLORI, del giallo non ce n'e' puo' fregare di meno. Forse devi controllare le tue sinapsi...
          • acno scrive:
            Re: longevità inferiore, errore nell'articol
            - Scritto da: ruppolo
            Visto che l'argomento riguarda i TELEVISORI A
            COLORI, del giallo non ce n'e' puo' fregare di
            meno. Forse devi controllare le tue
            sinapsi...Il verde del televisore e' una variante del giallo,E la mia risposta era volta a chi pensa che gli OLEDabbiano un scadenza.Ma e' inutile continuare.Nervoso?Hai troppi forum da seguire per attaccare briga?
        • Macs scrive:
          Re: longevità inferiore, errore nell'articol
          in realta' il problema del blu e' gia stato superato da diversi laboratori, la tecnologia OLED non ha piu' questo problema. Tocca vedere pero' se su questo modello e sui prossimi in uscita hanno adottato tale soluzioni ( non ho idea di quanto siano vantaggiose o meno per i produttori ).
        • demi scrive:
          Re: longevità inferiore, errore nell'articol
          - Scritto da: acno
          Gli OLED non scadono, semplicemente si
          "degradano" nell'uso, come i fosfori dei plasma e
          dei tubi catodici. A oggi per il giallo si arriva
          anche a 50K ore, ma per il blu' solo poche
          migliaia di ore. Va bene per un cellulare o un
          lettore mp3 (dove sono gia' molto usati), per un
          televisore e' presto,
          ma
          le potenzialita' sono infinite. Ci sono prototipi
          di
          display
          flessibili e trasparenti!prima di tutto mi devi spiegare a che serve il giallo in un sistema RGB.Poi per quanto riguarda la durata, il problema è praticamente superato, la durata del blu che è quello che "dura di meno" è ormai di 40000 ore il che vuol dire più di 10 anni di funzionamento, dopo dei quali potrebbe iniziare la degradazione.
          • allanon scrive:
            Re: longevità inferiore, errore nell'articol
            - Scritto da: demi
            - Scritto da: acno

            Gli OLED non scadono, semplicemente si

            "degradano" nell'uso, come i fosfori dei plasma
            e

            dei tubi catodici. A oggi per il giallo si
            arriva

            anche a 50K ore, ma per il blu' solo poche

            migliaia di ore. Va bene per un cellulare o un

            lettore mp3 (dove sono gia' molto usati), per un

            televisore e' presto,

            ma

            le potenzialita' sono infinite. Ci sono
            prototipi

            di

            display

            flessibili e trasparenti!

            prima di tutto mi devi spiegare a che serve il
            giallo in un sistema
            RGB.
            Poi per quanto riguarda la durata, il problema è
            praticamente superato, la durata del blu che è
            quello che "dura di meno" è ormai di 40000 ore il
            che vuol dire più di 10 anni di funzionamento,
            dopo dei quali potrebbe iniziare la
            degradazione.Infatti il punto è questo: chi spende 1500 euro per un televisore di solito lo tiene meno di 10 anni, non per il degrado, ma perché ama rincorrere l'ultima novità :)
          • acno scrive:
            Re: longevità inferiore, errore nell'articol
            Il verde dei televisori OLED e' una variante del giallo.La durata e' direttamente proporzionale alla correnteassorbita e quindi alla luminosita' prodotta. Un blu' da 100cd/m² iniziali, che ha una vita utile di 100K ore, dura appena 6K ore a 400cd/m².Inoltre il degrado inizia immediatamente, e' come se il led organico si consumasse con l'uso.Il problema per i televisori e' la differente curva di degrado dei diversi colori, che puo' portare a dominanti sul pannello nelle zone dove ci sono immagini statiche, tipo i loghi delle emittenti.Per l'uso di massa e' comunque solo questione di tempo,tempo per abbattere i costi.
Chiudi i commenti