Gli USA scagionano Rambus

Un giudice libera Rambus dalle accuse che la commissione federale sul commercio americana le aveva scagliato contro, spianandole così la strada all'ottenimento di royalty sulle memorie SDRAM


Roma – Dopo il pugno alla stomaco incassato pochi giorni fa in Europa, la sorte sembra tornare a sorridere a Rambus . La nota società americana che progetta tecnologie di memoria ha infatti portato a casa un’importantissima vittoria nei confronti della Federal Trade Commission ( FTC ), la Commissione federale americana per il commercio che lo scorso anno avviò un processo contro Rambus .

Secondo il giudice americano Stephen J. McGuire, le prove fornite dalla Commissione non sono sufficienti per dimostrare che Rambus abbia agito contro la concorrenza e i consumatori.

Come noto, l’FTC aveva accusato Rambus di violare le leggi antitrust attraverso azioni di concorrenza sleale mirate a danneggiare il JEDEC , il consorzio di produttori che sviluppa e promuove lo standard di memoria SDRAM.

Secondo l’FTC, fra il 1992 e il 1995 Rambus avrebbe deliberatamente commesso una serie di azioni e pratiche anticompetitive che sono servite per truffare una grande organizzazione industriale di standardizzazione, con effetti dannosi per la competizione e i consumatori. Oltre a questo, Rambus avrebbe colpevolmente ridotto la produzione di memorie SDRAM, disincentivato i produttori dal fabbricare questo tipo di memorie, scoraggiato le aziende a partecipare al JEDEC e incrinato la fiducia dell’industria delle memorie verso gli standard.

Ora che queste accuse sono state messe da parte, Rambus potrà, almeno negli USA, avere gioco più facile nel reclamare le royalty relative ad suo brevetto che, stando a quello che dice, si trova alla base della tecnologia di memoria SDRAM. Proprio negli Stati Uniti Rambus ha già vinto, lo scorso anno, un processo d’appello contro Infineon, uno dei maggiori produttori di memorie al mondo. Rambus sta portando avanti cause legali anche nei confronti di altri grossi membri del JEDEC, fra cui Micron e Hynix.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: i CD originali non sono cari
    E' ridicolo...è come riuscire a beccare un ladro che ti è entrato in casa e riprendersi la roba perchè vedi che è ancora nelle sue tasche....e poi arriva uno e ti dice:" fermo ladro!" e si invertono le parti...Ovviamente la legge contribuisce a rigirare la frittata; spero che il risultato indiretto di tutte le cose che stanno succedendo sia l'acquisizione di una ferrea consapevolezza da parte di noi "consumatori" (parola già detestabile)...tutto quello che non è prima necessità potremmo semplicemente distruggerlo non comprandolo più...
  • Anonimo scrive:
    Re: ma chi siete voi?
  • Anonimo scrive:
    Re: beh una cosa l'hanno ottenuta
    - Scritto da: Anonimo
    personalmente ho acquisito un odio immenso
    per le major, per la siae fimi riaa e tutto
    il loro bel gruppetto.... sommando poi che
    loro hanno calpestato i miei diritti e son
    bravi a sbaritare quando qualcuno pesta loro
    i piedi sono arrivato a una conclusione: un
    cd non lo volgio più vedere manco in
    fotografia e si possono scordare i download
    a pagamento. dal mio portafogli non
    uscirà mai più un cent per
    quella gente.
    torno alla modulazione di frequenza col la
    non tanto segreta speranza di vederli tutti
    un domani col culo per terraQuoto tutto, non compravo niente e nemmeno scaricavo niente, ma ora sono convinto che non comprerò mai più nemmeno per regalare niente a nessuno. Il prossimo regalo di compleanno faccio un libro o un maglione, i cd/dvd possono bruciare...
  • Anonimo scrive:
    beh una cosa l'hanno ottenuta
    personalmente ho acquisito un odio immenso per le major, per la siae fimi riaa e tutto il loro bel gruppetto.... sommando poi che loro hanno calpestato i miei diritti e son bravi a sbaritare quando qualcuno pesta loro i piedi sono arrivato a una conclusione: un cd non lo volgio più vedere manco in fotografia e si possono scordare i download a pagamento. dal mio portafogli non uscirà mai più un cent per quella gente.torno alla modulazione di frequenza col la non tanto segreta speranza di vederli tutti un domani col culo per terra
  • Anonimo scrive:
    siam quelli che pagano
    serve altro?
  • Anonimo scrive:
    Re: i CD originali non sono cari
    i cd originali sono cari, è stato dimostrato dati alla mano. c'è tuttora un cartello e i prezzi sono ingiustificati. che poi scaricarseli non sia legale è un altro paio di maniche ma pur restando una cosa scorretta non la recepisco molto come tale dato che va a ledere aziende che per prime hanno mantenuto un comportamento deplorevole e associazioni come la siae che tutto sono men che corrette. e questo è tutto.
  • Anonimo scrive:
    Re: download a pagamento
    sì i fessi ci sono anche qua
  • Anonimo scrive:
    ma Silvio B. ha detto che...

    "dai nostri calcoli-tipo, basandoci su
    statistiche-tipo inerenti situazioni-tipo
    SIMILI alla tua, SECONDO NOI tu hai
    dichiarato troppo poco .. 5 ANNI FA. Silvio l'altro giorno ha detto che se ti sembra di pagare troppe tasse è giusto che tu evada. Quindi puoi evadere.... se lo dice il capo del governo, dev'essere vero, no?
  • Anonimo scrive:
    Re: la siae ruba, ad esempio a teatro
    ;) Del resto per cosa sta SIAE:semplice: - Società Italiana Autorizzata a Estorcere!Scherzi a parte, io credo che non si possa limitare l'uso della tecnologia P2P - oggi è nato un diritto naturale che quello per cui tutto ciò che è duplicabile non è sottratto a nessuno e quindi è sacrosanto che venga condiviso (al contrario delle case, le auto e tutto ciò che verrebbe sottratto a qualcun altro), sfido chiunque a dimostrarmi di aver sottratto qualcosa che ho contribuito a moltiplicare. Il lato brutto è che gli autori potranno essere riconosciuti senza che ne possano trarre alcun vantaggio economico (ma solo per colpa della trasformazione tecnologica in atto) : non sarà possibile fissare un prezzo a qualunque opera dell'ingegno indipendentemente dal valore portatrice dell'opera stessa. Consiglio ai cantanti di tornare ai concerti e agli attori di tornare a teatro. Gli inventori producano qualcosa che si tocchi.... Tosco
  • Ekleptical scrive:
    Re: voi cosa fareste?

    E quello che gli PIACEREBBE fare, ma in
    pratica non possono farlo, a meno che non
    dimostrano lo scopo di lucro.Vedremo cosa faranno.... altrimenti gli basta avere un po' di pazienza ed aspettare la nuova normativa europea...In ogni caso non manderanno nessuan lettera di avvertimento! Questo è poco, ma sicuro!==================================Modificato dall'autore il 22/02/2004 17.56.07
    • Anonimo scrive:
      Re: voi cosa fareste?
      - Scritto da: Ekleptical

      E quello che gli PIACEREBBE fare, ma in

      pratica non possono farlo, a meno che
      non

      dimostrano lo scopo di lucro.

      Vedremo cosa faranno.... altrimenti gli
      basta avere un po' di pazienza ed aspettare
      la nuova normativa europea...

      In ogni caso non manderanno nessuan lettera
      di avvertimento! Questo è poco, ma
      sicuro!e cosa trona loro in tasca? dopo aver pescato quel pugno di 10/100/1000 grossi condivisori? che faranno? instaseranno i tribunali per i loro comodi denunciando tutti quelli edl network? è una geurra persa in partenza....
  • Ekleptical scrive:
    Re: download a pagamento
    - Scritto da: Anonimo
    scusate l'ingenuità... ma funziona?
    può avere mercato in italia?
    biDue tentativi ci sono già:http://www.messaggeriedigitali.it/home_download.phphttp://sib1.od2.com/common/config.asp?shop=35&associd=2oppurehttp://music.club.tiscali.it/che sono sempre su piattaforma OD2 (in pratica sono lo stesso sito in termini di database, con grafica diversa..e costi diversi, visto che spetta in parte al gestore decidere i prezzi e quanto vuole guadagnarci)Vedremo..... Fra abbonamento ormai da un annetto e acquisti io ho già contribuito.. :P
  • Anonimo scrive:
    download a pagamento
    scusate l'ingenuità... ma funziona? può avere mercato in italia?bi
  • Anonimo scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!

    purtroppo evdo che non hai capito per niente
    le contestazioni in oggetto..vediamo di
    chiarirla di nuovo per l'ennesima volta: se
    tu vedi lo stesso CD in vendita da un
    marocchino epr strada a 8 euro e lo stesso
    nei negozi a 20-25 euro quale preferisci
    prendere? la maggior parte dal marocchino.
    Questo eprchè? perchè il CD
    originale costa troppo. e perche' il cd originale viene forzatamente tenuto a costare 20 o piu' euro? ci ha mai pensato? risposta: perche' cosi' te lo vai a comprare dal marocchino. chi credi che sia a rifornire il mercato nero di cd/dvd masterizzati/contraffatti? pensi che ci sia piu' guadagno in un cd da 20 euro da cui devi detrarre tasse ed imposte od in un cd venduto al ribasso nel mercato nero? la seconda che hai detto...il mercato "regolare" e' solo uno specchio per le allodole e nessuno qui lo ha mai capito, rotflE allora ecoc he le
    case si lamentano e piangono a dirotto:
    siamo costretti ad aumentare i prezzi per la
    pirateria. Ma che balal clamorosa!!! se non
    los ai ancora solo il 9% del totale del
    rpezzo va agli autori, cioè in
    pratica circa 2 euro e rotti: e il resto???
    a chi va??? a tutti quelli che ci devono
    mangiare, che vogliono la loro fetta: SIAE,
    distributori, negozianti, grossisti e chi
    più ne ha più ne metta.
    Vogliamo combattere la pirateria seriamente?
    prezziamo i CD a 7-8 euro, max 10: in questo
    modo A) nessuno comrperà più
    lo stesso CD taroccato dal marocchino 2) non
    converrebbe neppure scaricarlo da internet a
    quel prezzo. Sì mi dirai, ma le case
    cosa ci guadagnerebbero a quel prezzo? se te
    pensi che in tal modo la pirateria finirebbe
    si venderebbero 10, anche 100 volte
    più CD di adesso: altro che
    guadagni!!!!
    ma le major non ci sentono, e ciò
    vuol dire che ci prendono per il culo o
    sbaglio??? è stato dimostrato che chi
    scarica muscia poi compra il CD,anche
    perchè uno non ha voglia di spendere
    25 euro magari per un CD dove su 10 canzoni
    solo 2 sono belle... quyesta sì che
    è una fregatura solenne!!!
    e la SIAE??? dato che siamo tutti pirati
    fetenti ci aumentano pure il prezzo sui CD
    vergini applicando ad una tassa che
    andrà a compensare gli autori per i
    mancati introiti..già Lucio Dalla e
    Jovanotti ne hanno bisogno di quei centesimi
    vero???? ma poi stà tassa
    chevoddì?? che abbiamo il cuore in
    pace e quindi possiamo scopiazzare quel che
    vogliamo???
    cara vecchia SIAE... ;)
  • Ekleptical scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!

    e il resto, il 20% lo regali a grossi
    cantanti che se ne fregano di quelli piccoli
    e che ridono alle tue spalle per il
    regalo...No, non compro CD di nessun grosso cantante.Anche le major non escono mica solo coi grandi nomi. Hanno dei cataloghi graaaandi!E i CD li compro per finanziarli. Quindi se coi miei soldi ci comprano un mattone per la villa al mare, son contento.Non ho mai pensato che tutti debbano guadagnare la stessa scarsa cifra, a questo mondo.Se compro i brani vuol dire che ritengo che i miei soldi se li meritino. Poi cosa ci facciano sono affari loro.==================================Modificato dall'autore il 22/02/2004 16.28.28
  • LockOne scrive:
    Re: ma chi siete voi?
    - Scritto da: Anonimo
    Ma chi siete voi per [cut]una volta qui il moderatore funzionava e fiondava i troll al loro posto.una volta.
  • Anonimo scrive:
    Re: ma chi siete voi?
    Caro (troll), siamo quelli che se non pagassero, i tuoi padroni andrebbero a lavare i vetri ai semafori.
  • Anonimo scrive:
    Re: voi cosa fareste?
    - Scritto da: Ekleptical
    E' non è una trollata! E' quello che
    intendono fare, dichiaratamente!!!E quello che gli PIACEREBBE fare, ma in pratica non possono farlo, a meno che non dimostrano lo scopo di lucro.
  • Anonimo scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!
    Allora....sto discorso lo rifacciamo tra qualche annetto. Sugli scaffali dei supermercati trovere delle belle fettine di carne clonata, le verdure cresciute con organismi geneticamente modificati. Tutte queste belle cosine avranno un prezzo popolare (cioè quello che hanno adesso le cose normale); poi troverete un piccolo inaccessibile reparto con le cose + o meno genuine (di sicuro più di qualcosa che testano su di noi) ad un prezzo decisamente fuori portata ( come ormai è già successo con tutti i prodotti tipici).Che bello, almeno non potrete più uscirvene con queste cazzate del paragone con i beni di prima necessità...forse quando sarete ridotti anche a non poter comprare altro che alimenti dalle dubbie ripercussioni sulla salute perchè non potrete ovviamente più permettervi quelli normal e costosi, allora forse vi si aprirà la mente...
  • Anonimo scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!
    - Scritto da: Ekleptical

    La concorrenza è un'operazione di
    tipo commerciale. Il p2p non fa concorrenza,
    fa pirateria. Sono 2 cose molto diverse.
    Peraltro ricordo che esiste anche il p2p
    legale. Si chiama Wippit, www.wippit.com.
    QUELLA è concorrenza. Come
    concorrenza sono iTune, Rapsody e compagnia,
    che infatti hanno causato una guerra sui
    prezzi.il P2P fa concorrenza eccome...è lo stesso caso ad esempio della Microsoft contro Linux: quest'ultimo, gratuito, sta sempre più conquistando fette di mercato professionale spiazzando la Microsoft stessa, che è costretta a fare offerte speciali come quella che hai visto qui su Punto Informatico (offre a scuole gratuitamente i CD di Win98 e 2000!!! mah..)

    beh se ti piace sperperare il tuo denaro

    affari tuoi...

    Non ritengo che spendere soldi per la musica
    sia uno "sperpero"!perchè, 20 euro per un CD di Britney Spear non lo sono???? (forse con quegli introiti si è potuta rifare le tette??? boh..)
    L' 80% dei miei CD e dei brani digitali che
    compro online sono di indipendenti. Dubito
    che si possano permettere di fare anche solo
    il pieno dell'auto, con quello che gli ho
    passato nell'ultimo anno...e il resto, il 20% lo regali a grossi cantanti che se ne fregano di quelli piccoli e che ridono alle tue spalle per il regalo...
  • Anonimo scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!
    - Scritto da: Anonimo
    bastano poche parole per rispondere al tuo
    lungo post...

    la musica, i film sono generi di prima
    necessita.

    quando sarai in grado di capire queste
    parole allora capirai anche quelli che tu
    chiami "pirati"...Se ci vogliamo inventare le definizioni ok, ma beni di prima necessità sono tutti quelli senza i quali si muore, di cui c'è un bisogno fisico... come cibo, acqua, assistenza sanitaria.Senza musica e film si sopravvive lo stesso, tanto più che c'è radio e televisione.
  • Ekleptical scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!

    P2P "illegale" visto che non c'è
    più concorrenza potrebbero anche
    aumentare questi prezzi o no??? se invece ci
    fosse concorrenza come si sa i prezzi
    calerebbero no?La concorrenza è un'operazione di tipo commerciale. Il p2p non fa concorrenza, fa pirateria. Sono 2 cose molto diverse.Peraltro ricordo che esiste anche il p2p legale. Si chiama Wippit, www.wippit.com.QUELLA è concorrenza. Come concorrenza sono iTune, Rapsody e compagnia, che infatti hanno causato una guerra sui prezzi.
    beh se ti piace sperperare il tuo denaro
    affari tuoi...Non ritengo che spendere soldi per la musica sia uno "sperpero"!
    se ti piace permettere ai
    dirigenti delle major di andare alle
    Seychelles coi tuoi soldi contento tu...L' 80% dei miei CD e dei brani digitali che compro online sono di indipendenti. Dubito che si possano permettere di fare anche solo il pieno dell'auto, con quello che gli ho passato nell'ultimo anno...
  • Anonimo scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!
    Infatti sono uno stedente. Il problema è che quando avevo 8 anni i cd non c'erano ancora e quindi non ho potuto iniziare subito subito a farmi il c**o in modo da poter in futuro regalare tutti i miei soldi a gente che fa della truffa un sistema perfettamente legale. ;)
  • Ekleptical scrive:
    Re: la siae ruba, ad esempio a teatro

    Qualcuno va a ricordar loro che lo
    spettacolo è stato scritto qualche
    secolo fa, e i diritti d'autore, anche se ci
    fossero stati, sono già scaduti da
    tempo?Oltre ai diritti, la SIAE ha il compito in esclusiva dallo stato di riscuotere le imposte statali sugli spettacoli. Diciamo che in qualche modo riscuote lei l'"IVA" sul biglietto...http://www.musiciansfriend.it/siae/quattro.htmQuindi in questo caso i diritti non c'entrano. Sono semplici tributi.
  • Anonimo scrive:
    Re: ma chi siete voi?
    Siamo il mercato. E tu sei solo un troll.
  • Ekleptical scrive:
    Re: Non se ne può più...
    Premesso che non sono del settore, ma semplice appassionato....
    Perché un CD da 40 minuti viene come
    uno da 70? Perchè il costo dei diritti è in funzione del numero di brani, non della durata. Il costo di produzione (non solo stampaggio) è grossomodo il medesimo.
    Perché un CD i cui videoclip sono
    costati miliardi viene come un CD che non ha
    avuto nessun videoclip?Perchè il videoclip viene fatto "aggratis" prendendo in anticipo una percentuale sulle vendite, a discapito dell'artista peraltro. Una volta fatto che glie frega? Dicograficamente è a costo zero
    Perché un CD della Emi viene come un
    CD della Sony?Non mi pare che la benzina vari di prezzo poi così tanto. E di grandi produttori al mondo ce n'è molti di più, rispetto ai grandi discografici. E una benzina vale l'altra, mentre un album è un bene unico, a sè stante.
    Perché un CD di Sting viene come un
    CD delle Lollipop?In base a quale logica dovrebbe costare diversamente? Al di là delle immancabili economie di scala, spalmate su tutta la produzione, quale dei due dovrebbe costare meno e perchè? Anche volendo, ci potrebbero essere 2 linee di condotta diverse, basate su valutazioni diverse.
    Perché un CD dei Pink Floyd
    rimasterizzato per la 150esima volta e
    venduto in passato anche nelle patatine
    viene come un CD di nuova produzione?Perchè le case discografiche vivono sul backcatalogue. Non ricordo le percentuali, cmq almeno il 30% (anche di più) del fatturato di una casa discografica viene dai CD vecchi, non da quelli nuovi.Del resto è comprensibile: al di là dei classici che vendono sempre, se viene fuori un gruppo "nuovo" (non proprio di pacca, ma prima non era stato notato dal grande pubblico), molti si precipiteranno a comrparne anche i CD vecchi. E' un guadagno di cascata, di cui si tiene ben conto.In ogni caso nessuna azienda sana di mente rinuncerebbe al 30% degli introiti!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!
    - Scritto da: Ekleptical

    Ribadisco che non avete capito.
    Soprattutto da quest'anno, con il 2004 che
    è stato ufficiosamente dichiarato
    l'anno del download a pagamento, il problema
    p2p per le case discografiche non è
    in relazione alle vendite dei CD, ma di
    quelle online.
    E' lì la concorrenza è
    innegabile.CENTRO!!! forse hai ragione: non è che ce l'avranno col P2P perchè rischia di andare contro gli interessi di iTune ecc dove si paga per la musica??? Ma pensaci un pò: lì paghi 90cent per 1 brano, se ne scarichi 10 sono 9?: se le major abbatterebbero definitivamente il P2P "illegale" visto che non c'è più concorrenza potrebbero anche aumentare questi prezzi o no??? se invece ci fosse concorrenza come si sa i prezzi calerebbero no?

    Di questi tempi chi non si unisce alla

    crociata anti-major e a favore dei
    poveri

    utilizzatori del p2p viene sbranato qua.

    Ma che te ne frega! Lasciali sbraitare.beh se ti piace sperperare il tuo denaro affari tuoi...se ti piace permettere ai dirigenti delle major di andare alle Seychelles coi tuoi soldi contento tu...
  • Ekleptical scrive:
    Re: voi cosa fareste?

    ora: se mai arrivasse una lettera dalla siae
    che cosa fareste? voglio dire, formattando
    tutto non rimane nullaC'è un problema nel ragionamento: la SIAE (o la FIMI) non ti manderà nessuna lettera. Ti denunciano direttamente, come già detto dal capoccia dott.Mazza su questo giornale.Ergo, questo vuol dire che non ti arriva nessun avvertimento. Ti si presenta la GdF a casa e il computer te lo porta via.Quindi il resto del discorso viene meno.E' non è una trollata! E' quello che intendono fare, dichiaratamente!!!
  • Ekleptical scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!

    scagliano sul grande nemico..ma ricordiamoci
    che se non fosse mai esistita la pirateria
    l'informatica non avrebbe avuto il booom di
    oggi...E che c'entra con la musica, di grazia???La musica è nata in un periodo totalmente pirateria-free!!I dischi in vinile mica li potevi masterizzare!E se ne vendevano carrettate! Numeri semplicemente irraggiungibili oggi!Vendeva molti più dischi Claudio Villa che CD Britney Spears!I dati di vendita erano paurosi all'epoca del vinile! Nemmeno confrontabili con quelli attuali!(C'è da dire anche che all'epoca l'attenzione era molto più sulla qualità artistica (in senso variabile da genere a genere) che sulla commercialità, ma questo è un lungo discorso)
  • Ekleptical scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!

    alibi per tenere i prezzi alti. (Quanto poi
    questa giustificazione sia vera è un
    altro discorso, io personalmente penso che
    il p2p incida poco o nulla sul prezzo dei
    cd, ma comunque questo non cambia il fatto
    che le major usano il p2p come pretesto).Ribadisco che non avete capito.Soprattutto da quest'anno, con il 2004 che è stato ufficiosamente dichiarato l'anno del download a pagamento, il problema p2p per le case discografiche non è in relazione alle vendite dei CD, ma di quelle online.E' lì la concorrenza è innegabile.Se non partite da questo non capirete il perchè dell'attacco massiccio che ci sarà quest'anno, sia sul piano legislativo che giudiziario.Ripeto: NON E' UNA BATTAGLIA PER I CD! E' per il download a pagamento!
    Di questi tempi chi non si unisce alla
    crociata anti-major e a favore dei poveri
    utilizzatori del p2p viene sbranato qua.Ma che te ne frega! Lasciali sbraitare.
  • Ekleptical scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!

    Al massimo venderebbero a quei prezzi un
    150% in più, ma proprio al massimo.Condivido una volta tanto il parere dell'Avvelenato. Coi prezzi dimezzati le vendite, se proprio va di lusso, raddoppierebbero. In pratica il guadagno calerebbe.Peraltro, se ci pensate un secondo, se vendo 10 pezzi a 20 e 20 pezzi a 10 il guadagno maggiore, a parità di spese fisse, ce l'ho nel primo caso!10x(20-3)=17020x(10-3)=140Prendere la calcolatrice prima di scrivere ogni tanto sarebbe utile.
    Le case cosa ci guadagnerebbero a quel
    prezzo? Rispondo io: l'arte del risparmio.Quella si può applicare anche con i prezzi attuali, guadaganndoci ancora di più! Dal punto di vista economico tagliare drasticamente i prezzi è una ca**ata pura e semplice!E le rioriganizzazioni hanno sempre un notevole costo economico! Non sono mai aggratis, ANZI, l'esatto opposto, sono l'investimento più costoso ed incerto in assoluto, nella maggioranza dei casi!
    Se poi si proponesse di ABOLISSE totalmente
    quella società di massoni e mafiosi
    che altri non è la SIAEL'equivalente SIAE esiste in tutti i paesi del globo. Casomai va liberalizzato il settore della gestione dei diritti, introducendo ditte concorrenti. E non c'entra una fava con deliranti cospirazioni contro la musica di qualità o per la crescita della musica italiana. Quando la capirete che la musica di qualità è apprezzata da pochi perchè a pochi interessa veramente la musica? Alla maggior parte della gente basta il pezzo di Britney per passare il tempo. Prendete un po' di amici commerciali e fategli ascoltare musica di qualità. Vedrete i risultati (deludenti).Nota finale: la SIAE prende soldi a teatro perchè dei soldi devono andare anche allo scrittore dello spettacolo, che cavolo!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!
    i media ti lavano il cervello con la loro m**da...insomma: MTV, deejayTV...etc pubblicità...TROPPA..OVUNQUE, tu hai bisogno di vedere i film(non dirmi che non hai mai visto matrix), ti avere la canzone.... è un prezzo che devono pagare(le major?) per la troppa pubblicità! diciamo che se una cosa non la conosci non ne senti nemmeno il bisogno!forse sono un po' trascendentale ma credo proprio che sia cosi'
  • Anonimo scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!
    bastano poche parole per rispondere al tuo lungo post...la musica, i film sono generi di prima necessita.quando sarai in grado di capire queste parole allora capirai anche quelli che tu chiami "pirati"...
  • Larry scrive:
    Re: i CD originali non sono cari
    - Scritto da: Anonimo
    I CD originali secondo me non sono cari, se
    per voi lo sono, NON COMPRATELI!
    E' un po' come per i dialer, ma come vi
    potete permettere di dire che le tariffe
    sono "care"? a parte il fatto che per i
    dialer il costo è stato fissato dal
    governo e non da privati, ma cmq per i CD
    è la stessa cosa, tutti a boicottare
    solo perché una cosa che tutti
    richiedono costa tanto.
    Finitela un po' di sparare sulle major, sui
    dialer, e sulle altre cose. Se volete che i
    CD non siano cari, vi basta guadagnare di
    più, ed invece di stare a "lavorare"
    (o meglio far finta di lavorare) in un
    ufficio, pagati dallo stato, datevi da fare
    e fate qualcosa nella vostra vita, vedrete
    che se ne siete capaci, non vi lamenterete
    più dei CD.buongiorno a te,io sono un panettiere.Se seguo il tuo consiglio da domani per comprarmi i CD che desidero, dovro' aumentare il prezzo del pane.Ebbene: lo raddoppiero'Praticamente per permettermi un genere voluttuario aumentero' il prezzo di un genere di prima necessita'.Ovviamente tutti i panettieri interessati ai CD faranno quello che ho fatto io.Poi tutti gli altri.Salumieri, droghieri, supermercati, benzinai, farmacisti, eccAlla fine NOI potremo permetterci di acquistare i CD.Tu non so se potrai permetterti il pane.
  • Anonimo scrive:
    Re: ma chi siete voi?
    - Scritto da: Anonimo
    Ma chi siete voi per decidere quanto vale un
    CD?
    Cmq ok, io vi faccio avere tutti i cd
    originali che volete, al prezzo che volete
    voi, però prima facciamo un contratto
    che lavorate per me 12 ore al giorno, e vi
    pago 0.50? al giorno (cinquanta centesimi al
    giorno), dato che SECONDO ME è quello
    che dovete guadagnare.
    CHI SIETE VOI PER DECIDERE QUANTO VALE UN CD?
    Non siete nessuno.perchè per cominciare non provi tu per dare il buon esempio ad andare avanti a 50 centesimi al giorno?? cioè 15? al mese? provaci provaci...
  • Anonimo scrive:
    Re: i CD originali non sono cari
    - Scritto da: Anonimo
    Se tu guadagni 1000? al mese sono cavoli
    tuoi se non riesci a comprarti i CD! Io ne
    guadagno di meno, ed i CD li compro solo se
    vale la pena.ma allora perchè vai a sbandierare ai quattro venti che se non lavori decentemente non te li prendi?? tu allora sei un barbun se guadagni meno di me e dici che bisogna lavorare sul serio???
    Se vivi in Italia e devi avere per forza il
    cellulare, la macchina super nuova e sempre
    lucidata, la bella casa, i bei vestiti di
    marca ecc, sono cavolacci tuoi se non riesci
    ad avere ste cose!!!e chi li vuole??? io no di certo..figurati che io l'altra settimana mi ero comprato una giacca imbottita sai dove??? da una bancarella di un cinese ad un mercatino..10? e se la avessi dovuta comprare in un negozio l'avrei pagato almeno 100? !!!!la macchina super nuova, la bella casa ecc me la posso scordare perchè con quel che guadagno ricorda che i prezzi grazie all'euro sono raddoppiati e si va avanti a malapena fino a fine mese...se dici che guadagni meno di me e dici stè cose allora 1) o racconti delle gran balle 2) vivi nel mondo dei sogni
    Vuoi anche i CD? e perché dovrebbero
    farteli pagare di meno?perchè nel 90-91 ricordo che mi compravo un bel CD a 10000-15000 lire, ora siamo a 40000 anche 50000 lire: non lo sapevi forse? PERCHE' stò aumento enorme??
  • Africano scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!
    - Scritto da: Anonimo
    Anche l'acqua in bottiglia è un bene
    di lusso, difatti come i cd è tassata
    del 20%...chi abita dove la rete idrica si
    blocca in estate, non si può proprio
    lamentare!

    Sul cibo si paga il 4%....lo sapete che con
    il pesce si sale al 10%? Avere
    un'alimentazione ricca è una roba di
    lusso evidentemente....

    Dai, andiamo tutti a mangiare il pane che
    ormai qui a Milano tocca i 4? al Kg....:@

    La musica è vita, l'arte è
    linfa per l'anima. Odio sentir dire che si
    tratta di un bene di lusso; per me dopo il
    cibo, l'aria, l'acqua e la salute viene
    l'arte. E mi disturba che non tutti possano
    permettersela perchè, già
    schiacciati dai costi (voluti) per la vita
    di chi ha lavori normali (lavori che devono
    esserci in quanto non possono esistere solo
    persone ricche in una società basata
    sui soldi), debbano anche esserci
    speculazioni oscene sui prezzi da renderla a
    molti quasi inaccessibile.see ma che vai dicendo? arte? anima? fai il bravo e vai a lavorare quando ti arrichisci allora avrai il diritto di parlare di categorie diverse dal pane e acqua. Ma roba da matti, parla di arte e anima e magari deve ancora pagare il mutuo. :|
  • Anonimo scrive:
    Re: ma chi siete voi?

    Come non sei nessuno tu, tutto qui.
    Chi sei tu per decidere che valgono il
    giusto? E adesso per favore, vai a fare
    qualcosa di utile per la società,
    signor nulla.Io non sono nessuno, come te del resto! E come te non posso decidere quanto pagare una cosa!Se io dico che il tuo lavoro vale 50 centesimi ogni 12 ore a te andrebbe bene?se ti andrebbe bene, guarda, dopo un mese di lavoro ti offro anche un CD originale come mancia.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma chi siete voi?
      - Scritto da: Anonimo


      Come non sei nessuno tu, tutto qui.

      Chi sei tu per decidere che valgono il

      giusto? E adesso per favore, vai a fare

      qualcosa di utile per la società,

      signor nulla.

      Io non sono nessuno, come te del resto! E
      come te non posso decidere quanto pagare una
      cosa!Si che puoi. Decidi quanto pagarla. Se la trovi al prezzo che hai deciso, o meno, la compri. Altrimenti la lasci li. Mi sembra più che evidente.
  • Anonimo scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!
    Anche l'acqua in bottiglia è un bene di lusso, difatti come i cd è tassata del 20%...chi abita dove la rete idrica si blocca in estate, non si può proprio lamentare! Sul cibo si paga il 4%....lo sapete che con il pesce si sale al 10%? Avere un'alimentazione ricca è una roba di lusso evidentemente....Dai, andiamo tutti a mangiare il pane che ormai qui a Milano tocca i 4? al Kg....:@La musica è vita, l'arte è linfa per l'anima. Odio sentir dire che si tratta di un bene di lusso; per me dopo il cibo, l'aria, l'acqua e la salute viene l'arte. E mi disturba che non tutti possano permettersela perchè, già schiacciati dai costi (voluti) per la vita di chi ha lavori normali (lavori che devono esserci in quanto non possono esistere solo persone ricche in una società basata sui soldi), debbano anche esserci speculazioni oscene sui prezzi da renderla a molti quasi inaccessibile.
  • Anonimo scrive:
    Re: i CD originali non sono cari
    - Scritto da: Anonimo
    Io ho il diritto di frequentare qualsiasi
    forum che mi piaccia, e secondo l'articolo
    21 della costituzione, ho il diritto di
    esprimere il mio pensiero.
    Io resto, se non vuoi leggermi VATTENE TU!Ma falla finita... e poi non venire a parlare di articolo 21 in italia, qui non si può più esprimere niente senza prendersi una manganellata.
  • Anonimo scrive:
    Re: ma chi siete voi?
    - Scritto da: Anonimo
    Ma chi siete voi per decidere quanto vale un
    CD?
    Cmq ok, io vi faccio avere tutti i cd
    originali che volete, al prezzo che volete
    voi, però prima facciamo un contratto
    che lavorate per me 12 ore al giorno, e vi
    pago 0.50? al giorno (cinquanta centesimi al
    giorno), dato che SECONDO ME è quello
    che dovete guadagnare.
    CHI SIETE VOI PER DECIDERE QUANTO VALE UN CD?
    Non siete nessuno.Come non sei nessuno tu, tutto qui.Chi sei tu per decidere che valgono il giusto? E adesso per favore, vai a fare qualcosa di utile per la società, signor nulla.
  • JRoger scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!
    - Scritto da: AnonimoE registrati perdiana!

    Poi tu mi parli di guerra eccetera: ma non
    esageriamo... si tratta solo di forti
    divergenze sul prezzo degli audiovisivi, che
    si risolve molto semplicemente, ma anche
    molto efficacemente, non comprando le loro
    merci. Questo è il vero modo di
    condurre la guerra contro i prezzi: quando
    le major e compagnia vedrebbero i loro
    profitti crollare verticalmente vedi come
    per magia i prezzi si dimezzerebbero.Mica troppo. Per quanto mi risulta, le major vorrebbero fare come in passato in USA, con le subpoenas, oppure i raid come in Australia.Io questa la chiamo guerra. Prova tu a presentarti alla mia porta col tesserino SIAE o di qualche discografico, e vedi se non ti faccio fare un giro di chiglia.
    Il p2p paradossalmente è il mezzo
    meno adatto per fare questa guerra ai prezzi
    degli audiovisivi: questo perché
    è illegale e fornisce alle major un
    alibi per tenere i prezzi alti. (Quanto poi
    questa giustificazione sia vera è un
    altro discorso, io personalmente penso che
    il p2p incida poco o nulla sul prezzo dei
    cd, ma comunque questo non cambia il fatto
    che le major usano il p2p come pretesto).Esatto. E' solo un pretesto. Quindi, se ce l'hai con me per una buona ragione, posso pure chinare il capo e ammettere che sbaglio.Se mi attacchi con un pretesto, sono cavoli tuoi.
    Di questi tempi chi non si unisce alla
    crociata anti-major e a favore dei poveri
    utilizzatori del p2p viene sbranato qua.Questo non ti suggerisce qualcosa? Per esempio che FORSE le majors stanno pisciando controvento?
  • Anonimo scrive:
    Re: ma chi siete voi?
    - Scritto da: Anonimo
    CHI SIETE VOI PER DECIDERE QUANTO VALE UN CD?
    Non siete nessuno.Ti sbagli, siamo i clienti e in questo gioco contiamo eccome. Almeno fino a quando le case discografiche non faranno musica da far ascoltare esclusivamente ai loro dirigenti e ai loro avvocati, successo o fallimento dipendono da noi. Anche le leggi che le case discografiche si sono pagate in fondo le abbiamo pagate noi, l'arroganza con cui ora ci insultano gliela abbiamo pagata noi, senza i nostri soldi non potrebbero permettersela. Cosa che, mi auguro, accada il prima possibile.
  • Africano scrive:
    Re: ma chi siete voi?
    Polifemo chi ti ha fatto del male?Nessuno, nessuno mi ha fatto del male.Allora fai la cortesia di non strillare che ce li hai belli che fracassati. :@==================================Modificato dall'autore il 22/02/2004 1.31.07
  • Anonimo scrive:
    Re: ma chi siete voi?
    - Scritto da: Anonimo
    Ma chi siete voi per decidere quanto vale un
    CD?
    Cmq ok, io vi faccio avere tutti i cd
    originali che volete, al prezzo che volete
    voi, però prima facciamo un contratto
    che lavorate per me 12 ore al giorno, e vi
    pago 0.50? al giorno (cinquanta centesimi al
    giorno), dato che SECONDO ME è quello
    che dovete guadagnare.
    CHI SIETE VOI PER DECIDERE QUANTO VALE UN CD?
    Non siete nessuno.Purtroppo, molti li comprano ancora.Io no, assolutamente. E neanche li scarico.Hai ragione, non sono nessuno perche` non hanno mai imparato ad organizzarsi.In fin dei conti siamo un paese di stupidi, quindi ci meritiamo anche che gente come te ci prenda per i fondelli.
  • Anonimo scrive:
    Re: ma chi siete voi?
  • Anonimo scrive:
    ma chi siete voi?
    Ma chi siete voi per decidere quanto vale un CD?Cmq ok, io vi faccio avere tutti i cd originali che volete, al prezzo che volete voi, però prima facciamo un contratto che lavorate per me 12 ore al giorno, e vi pago 0.50? al giorno (cinquanta centesimi al giorno), dato che SECONDO ME è quello che dovete guadagnare.CHI SIETE VOI PER DECIDERE QUANTO VALE UN CD?Non siete nessuno.
  • Anonimo scrive:
    Re: i CD originali non sono cari
    Non sono assolutamente un figlio di papà, e quello che guadagno è meno di quello che guadagni tu, ma per quanto mi riguarda, i CD non sono cari, ognuno decide il prezzo!Se tu guadagni 1000? al mese sono cavoli tuoi se non riesci a comprarti i CD! Io ne guadagno di meno, ed i CD li compro solo se vale la pena.Se vivi in Italia e devi avere per forza il cellulare, la macchina super nuova e sempre lucidata, la bella casa, i bei vestiti di marca ecc, sono cavolacci tuoi se non riesci ad avere ste cose!!!Vuoi anche i CD? e perché dovrebbero farteli pagare di meno?

    solo a sentire queste cose bisogna dirti:
    VERGOGNATI !!! ma chi sei, un riccone col
    papà ricco? tanto lui sgancia per
    farti comprare quel che vuoi..io mi guadagno
    a malapena 1000 euro al mese e devo fare i
    conti con stò c***o di euro tutti i
    giorni..stasera non sono manco uscito a
    comprarmi una pizza con la mia fidanzata
    perchè ho pochi soldi in tasca!!!
    VERGOGNATI di quel che dici!!! io scarico
    perchè altrimenti non posso
    permettermi certe cose...ti dovrei augurare
    di vivere con uno stipendio da fame
    così te ne accorgi !!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: i CD originali non sono cari
    Io ho il diritto di frequentare qualsiasi forum che mi piaccia, e secondo l'articolo 21 della costituzione, ho il diritto di esprimere il mio pensiero.Io resto, se non vuoi leggermi VATTENE TU!
    Scusa ma... a te l'ha detto il medico di
    frequentare questo forum?
    No, e allora trolla altrove.
    Nessuno ti ha cercato; ed anche tu non mi
    sembri molto interessato al forum visto che
    non hai speso nemmeno i 2 secondi necessari
    a registrarti.
    Per cui, vattene e non tornare.
    Sta' pru tranquillo che nessuno sentira' la
    tua mancanza.
  • Anonimo scrive:
    Re: i CD originali non sono cari
    - Scritto da: AnonimoSe volete che i
    CD non siano cari, vi basta guadagnare di
    più, ed invece di stare a "lavorare"
    (o meglio far finta di lavorare) in un
    ufficio, pagati dallo stato, datevi da fare
    e fate qualcosa nella vostra vita, vedrete
    che se ne siete capaci, non vi lamenterete
    più dei CD.solo a sentire queste cose bisogna dirti: VERGOGNATI !!! ma chi sei, un riccone col papà ricco? tanto lui sgancia per farti comprare quel che vuoi..io mi guadagno a malapena 1000 euro al mese e devo fare i conti con stò c***o di euro tutti i giorni..stasera non sono manco uscito a comprarmi una pizza con la mia fidanzata perchè ho pochi soldi in tasca!!! VERGOGNATI di quel che dici!!! io scarico perchè altrimenti non posso permettermi certe cose...ti dovrei augurare di vivere con uno stipendio da fame così te ne accorgi !!!!
  • Africano scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!
    - Scritto da: Anonimo
    Non è possibile che ogni notizia che
    riguardi la pirateria veda una presa di
    posizione massiccia contro le major ed in
    generale contro chi combatte la pirateria.
    Questo forum è un covo di pirati, non
    c'è altra spiegazione!come quello che in autostrada diceva che tutti gli altri andavano contromano :p
    Se non vi aggradano i prezzi con cui vengono
    venduti gli audiovisivi e i programmi NON
    COMPRATELI, nessuno vi obbliga a farlo.guarda che è quello che già si fa
    Non
    esistono contestazioni del tipo " il prezzo
    dei cd è troppo alto": il prezzo di
    un bene lo fa chi lo produce, non chi lo
    compra! Non ti sfugge qualche dettaglio? Mai sentito parlare di domanda e offerta? Non ti viene il sospetto che se il bene in questione è riproducibile facilmente ad libitum e addirittura è disponibile con una linea telefonica e non solo allora chi fa il prezzo il suo prezzo se lo può pure introdurre in cavità maleodoranti se è fuori dal mercato che gli è sfuggito di mano.
    Certo se non lo compra nessuno poi
    probabilmente quel prezzo verrà
    abbassato,Certo? ma guarda un po' è proprio la motivazione che usano per tenere altri i prezzi
    però è sempre chi
    produce che lo decide!e chi deve comprare che non lo compra visto che può fare a meno del produttore e dei suoi prezzi.
    Gli audiovisivi e i software non sono beni
    di prima necessita senza i quali si muore:la mettiamo sul patetico? Per difendere quattro ricconi in panne?
    c'è una differenza sostanziale fra il
    pane è un mp3 mi pare!
    Lo faccio
    notare perché qui spesso si parla
    degli mp3 come se fossero beni di prima
    necessità: ma dico stiamo scherzando?
    Il prezzo dei beni di prima necessità
    deve essere tenuto sotto controllo data la
    sua importanza sociale, per questo dovrebbe bastare la concorrenza che è quella che manca per i prodotti in oggetto.
    mentre il prezzo dei
    beni di lusso deve essere lasciato libero
    dato che non muore nessuno se tali beni
    costano tanto.difatti il prezzo è libero però se il prezzo libero è assurdo di cosa si lamenta chi non fa affari?
    Tutte queste considerazioni, che dovrebbero
    essere ovvie per qualsiasi persona civile,tutti incivile tranne te quindi?
    sono bellamente ignorate su questo forum.a me pare sia tu a ignorare un bel po' di cosine
    Perché? Siete tutti ignoranti? No non
    credo: la verità è
    semplicemente che vi piace rubare il lavoro
    altrui. a te invece piace dare del ladro a chi capita, vacci piano che potresti trovare persone un po' suscettibili.
    Perché non mettete in condivisione la
    vostra casa, la vostr auto, il vostro conto
    in banca?ROTFL ancora sto qui a risponderti? Ma non eri tu che parlavi di cose ovvie? lo vuoi spiegato?taglio qui perché sinceramente non vorrei mettermi a piangere per te. :'(
    Quando si tratta delle vostre
    proprietà però il vostro
    comportamento rientra molto rapidamente nei
    ranghi della logica e questo dimostra che
    siete ladri, egoisti e menefreghisti. Volete
    esserlo? No problem (almeno per me, per la
    GdF mi sa che di problemi ce ne sarebbero
    eccome), però almeno siate sinceri ed
    ammettetelo apertamente, senza arrampicarvi
    sugli specchi con scuse inverosimili e
    ridicole.

    PS 1: Mi scuso con tutti quegli utenti del
    forum che non sono pirati, ma usando il
    plurale mi riferisco solo a quelli che
    effettivamente lo sono, che sono comunque in
    larga maggioranza.

    PS 2: Non sono figlio di major, socio SIAE e
    cazzate simili, solo un utente come tanti
    che però è coerente e vorrebbe
    che anche gli altri lo fossero.
  • Anonimo scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!
    - Scritto da: Anonimo
    Non è possibile che ogni notizia che
    riguardi la pirateria veda una presa di
    posizione massiccia contro le major ed in
    generale contro chi combatte la pirateria.
    Questo forum è un covo di pirati, non
    c'è altra spiegazione!Ciao ekle...
  • Anonimo scrive:
    Re: i CD originali non sono cari
  • messalinaxxx scrive:
    Re: i CD originali non sono cari
    Ehmi cd sono carila cosa peggiore e' che agli artisti in tasca entra pocochi mangia?i distributorimangiano troppose segate le zampe a loro, gli artisti campano.le major... reggono il gioco ai distributori.meglio lavorare con etichette medie.:)
  • Africano scrive:
    Re: i CD originali non sono cari
    - Scritto da: Anonimo
    I CD originali secondo me non sono cari,se lo dici tu...
    se
    per voi lo sono, NON COMPRATELI!mi hai convinto
    E' un po' come per i dialer, ma come vi
    potete permettere di dire che le tariffe
    sono "care"? ah tu solo puoi dire cosa è caro e cosa no?Azzo stai coi dialer? Siamo a posto.
    a parte il fatto che per i
    dialer il costo è stato fissato dal
    governo e non da privati,urca e allora tutti zitti e mosca
    ma cmq per i CD
    è la stessa cosa, tutti a boicottare
    solo perché una cosa che tutti
    richiedono costa tanto.non è un buon motivo?
    Finitela un po' di sparare sulle major, sui
    dialer, e sulle altre cose. l'associazione major - dialer la stai facendo tu, singolare difendere associando la sorte del difeso a chi è ancor meno difendibile.
    Se volete che i
    CD non siano cari, vi basta guadagnare di
    più, toh, un fine economista, il vi basta già dice tutto, poi sai che motivazione all'arricchimento per poter comprare qualcosa che per poco non te la tirano dietro e in più, secondo te è possibile far guadagnare tanto tutti quelli che ora condividono senza far lievitare di conseguenza il prezzo dei cd? Il tuo ragionamento è questo, non tutti possono permettersi i cd che sono riservati solo a chi ha un certo reddito gli altri si arrangino, che è quanto avviene ora, gli altri si arrangiano.
    ed invece di stare a "lavorare"
    (o meglio far finta di lavorare) in un
    ufficio, pagati dallo stato, :|senza parole
    datevi da fare
    e fate qualcosa nella vostra vita, vedrete
    che se ne siete capaci, non vi lamenterete
    più dei CD.ho capito che non hai problemi a comprare i cd ma allora visto che per te non è un problema e non ti preoccupi dei problemi degli altri perché non te ne vai a comprare una camionata e ritorni quando hai finito di scassarti i timpani invece di scassare qui?vai va
  • Anonimo scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!
    - Scritto da: Anonimo
    Poi ovviamente ho letto anche gli insulti
    di uno che mi diceva che mi bevo tutto
    quello che mi dicono i media e i potenti: in
    base a quale criterio poi? Mi conosce? Non
    credo proprio.Se permetti sei stato tu ad esordire dicendo che eravamo tutti dei pirati. Saprai che l'equivalenza file sharer = pirata è uno dei cavalli di battaglia delle major un'equivalenza che non esiste nel nostro codice secondo cui il pirata è colui lucra sulle copie illegali, l'unica definizione di pirata che ho sempre riconosciuto, mentre quella delle major è solo un tentativo di influire sull'opinione pubblica affermando in continuazione il falso. Per questo, presentandoti in quel modo, ho arguito che avessi assorbito acriticamente il verbo delle major. Invece vedi, adesso che hai argomentato le tue opinioni è tutto piu' chiaro. Rimane una tua opinione ma perlomeno adesso è rispettabile.Luke
    Non capisco come certa gente si permetta di
    fare osservazioni senza fondamento. Solo
    perché hanno opinioni diverse dalle
    mie si devono permettere di disquisire sulla
    qualità delle mie opinioni? Chi
    glielo da questo diritto?
    Di questi tempi chi non si unisce alla
    crociata anti-major e a favore dei poveri
    utilizzatori del p2p viene sbranato qua.
  • Anonimo scrive:
    [OT] do NOT feed the TROLL
    come da oggetto.........
  • Anonimo scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!
    - Scritto da: Anonimo

    Dopo tutto sono aziende pure loro e basano
    la loro forza sul profitto, se viene a
    mancare questo scompaiono pure loro: quando
    ci sarebbe in ballo la loro stessa esistenza
    penso proprio che tutte le cazzate che hanno
    inventato per giustificare il prezzo dei cd
    scomparirebbero magicamente.
    Il p2p paradossalmente è il mezzo
    meno adatto per fare questa guerra ai prezzi
    degli audiovisivi: questo perché
    è illegale e fornisce alle major un
    alibi per tenere i prezzi alti. sai che ci stai dando ragione con queste parole???? chi scrive qua è gente incavolata che vorrebbe proprio questo: se noi non compriamo i loro profitti scenderanno paurosamente e proprio per questo il P2P ci accorre in aiuto: con esso SIAE, RIAA & company hanno paura di non avere più i soldi necessari per comprarsi ultimo idromassaggio della Jacuzzi o per andare alle Seychelles... e allora si scagliano sul grande nemico..ma ricordiamoci che se non fosse mai esistita la pirateria l'informatica non avrebbe avuto il booom di oggi...i computer in tal caso sarebbero solo il giocattolo per qualche ricco manager e stop...passiamo pure al campo del software con un piccolo esempio: credi che tutti i programmatori che ci sono in giro (e pure bravi) avrebbero potuto diventare tali se avessero dovuto acquistare Visual Studio originale, con quel che costa? non credo proprio..e i giochi per PC-XBOX-PS2???? costano una cifra folle, 60-70 euro e rotti!!!! ma sono malati di mente quelli delle grosse major del software..per il ragazzino che compra la PS2 e vede che i giochi costano troppo è meglio farsi copiare i giochi dall'amico col masterizzatore, no???? vedi, diciamo pure che le grosse case ci COSTRINGONO a fare così: del resto in un altra discussione hai visto che parlevamo di come si vanno diffondendo i lettori DVD-DIVX da tavolo: non mi verrai a dire che tu ne compri uno per vedere i filmini delle tue vacanze riversati dalla telecamera digitale in formato DivX vero???? come la chiameresti questa? io direi istigazione a delinquere...
  • Anonimo scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!
    - Scritto da: JRoger
    Ti hanno gia' risposto piu' che bene.
    Voglio solo associarmi a quanto ha detto
    Avvelenato: vogliono la guerra, e la
    avranno.

    Ci trattano da pirati, cercano di
    demonizzare il P2P, impongono un'IVA assurda
    ed una tassa sul supporto vergine quale
    "rimborso preventivo" per copie non
    autorizzate, tassa che paghiamo pure per
    farci un normalissimo backup.
    E poi ci vogliono pure far passare per
    delinquenti, stai a vedere che il crack
    PArmalat alla fine e' anche colpa nostra.

    La mettono cosi'? OK. Vediamo chi rimarra' a
    galla.Sono quello che ha aperto questo thread.Tutte le risposte che ho ricevuto evitano rigorosamente quello che a mio avviso invece è il punto centrale della questione: gli audiovisivi sono un bene di lusso e quindi se ne può fare benissimo a meno. Se mi costa tanto il pane ho tutte le ragioni di incazzarmi, ma se costa tanto un cd semplicemente non lo compro, non vedo dove sia il problema. Il fatto che il prezzo è alto non mi autorizza ad appropriarmene illegalmente a costo zero o a costo irrisorio.Sono d'accordo con te sul fatto che il prezzo dei cd dovrebbe diminuire di molto, che le major dovrebbero puntare molto di più sulle piattaforme online e via dicendo, però tutto ciò non ha niente a che vedere con il furto sistematico che avviene sul p2p. Qui c'è gente che snocciola dati presi dal nulla: uno diceva prima che "è dimostrato " che chi scarica dal p2p compra più cd. Chi lo ha dimostrato? Dov'è la fonte che lo dice? Non citare le fonti di cifre che si fanno è sinonimo di poca attendibilità.Poi tu mi parli di guerra eccetera: ma non esageriamo... si tratta solo di forti divergenze sul prezzo degli audiovisivi, che si risolve molto semplicemente, ma anche molto efficacemente, non comprando le loro merci. Questo è il vero modo di condurre la guerra contro i prezzi: quando le major e compagnia vedrebbero i loro profitti crollare verticalmente vedi come per magia i prezzi si dimezzerebbero.Dopo tutto sono aziende pure loro e basano la loro forza sul profitto, se viene a mancare questo scompaiono pure loro: quando ci sarebbe in ballo la loro stessa esistenza penso proprio che tutte le cazzate che hanno inventato per giustificare il prezzo dei cd scomparirebbero magicamente.Il p2p paradossalmente è il mezzo meno adatto per fare questa guerra ai prezzi degli audiovisivi: questo perché è illegale e fornisce alle major un alibi per tenere i prezzi alti. (Quanto poi questa giustificazione sia vera è un altro discorso, io personalmente penso che il p2p incida poco o nulla sul prezzo dei cd, ma comunque questo non cambia il fatto che le major usano il p2p come pretesto).Poi ovviamente ho letto anche gli insulti di uno che mi diceva che mi bevo tutto quello che mi dicono i media e i potenti: in base a quale criterio poi? Mi conosce? Non credo proprio.Non capisco come certa gente si permetta di fare osservazioni senza fondamento. Solo perché hanno opinioni diverse dalle mie si devono permettere di disquisire sulla qualità delle mie opinioni? Chi glielo da questo diritto?Di questi tempi chi non si unisce alla crociata anti-major e a favore dei poveri utilizzatori del p2p viene sbranato qua.
  • paperinox scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!
    - Scritto da: Anonimo
    Non è possibile che ogni notizia che
    riguardi la pirateria veda una presa di
    posizione massiccia contro le major ed in
    generale contro chi combatte la pirateria.
    Questo forum è un covo di pirati, non
    c'è altra spiegazione!
    Se non vi aggradano i prezzi con cui vengono
    venduti gli audiovisivi e i programmi NON
    COMPRATELI, nessuno vi obbliga a farlo. Non
    esistono contestazioni del tipo " il prezzo
    dei cd è troppo alto": il prezzo di
    un bene lo fa chi lo produce, non chi lo
    compra! Certo se non lo compra nessuno poi
    probabilmente quel prezzo verrà
    abbassato, però è sempre chi
    produce che lo decide!appunto, ed io applico questa forma di protesta da oltre 15 anni.... però continuo a prestare i miei vecchi dischi, cd e nastri e a farmi prestare dischi e cd.... non si potrebbe fare vero? ma lo abbiamo sempre fatto e sempre lo faremo, anche per duplicarceli in santa pace.... anche questo non si può fare, ma lo abbiamo sempre fatto e continueremo a farlo, con dischi, cd, dvd, audio e videocassette..... sennò perchè avrebbero inventato duplicatori di cassette, cd, dvd.....cosa sarà mai cambiato da qualche anno fa ad oggi?? assolutamente nulla, sempre scambio è (e probabilmente siamo sempre gli stessi come numero di "scambisti"), solo che viene fatto su scala mondiale.... abbiamo "globalizzato" lo scambio, mentre le major globalizzavano i risparmi e regionalizzavano i ricavi massimizzandoli.......
    Gli audiovisivi e i software non sono beni
    di prima necessita senza i quali si muore:
    c'è una differenza sostanziale fra il
    pane è un mp3 mi pare! Lo faccio
    notare perché qui spesso si parla
    degli mp3 come se fossero beni di prima
    necessità: ma dico stiamo scherzando?
    Il prezzo dei beni di prima necessità
    deve essere tenuto sotto controllo data la
    sua importanza sociale, mentre il prezzo dei
    beni di lusso deve essere lasciato libero
    dato che non muore nessuno se tali beni
    costano tanto.
    Tutte queste considerazioni, che dovrebbero
    essere ovvie per qualsiasi persona civile,
    sono bellamente ignorate su questo forum.
    Perché? Siete tutti ignoranti? No non
    credo: la verità è
    semplicemente che vi piace rubare il lavoro
    altrui. vedi, non siamo ignoranti, solo cerchiamo di capire le differenze definite dalle leggi.... se avessi letto tutto e non ti fossi fermato a quello che ti interessava, avresti capito che la condivisione NON è equiparata al furto dalla legge italiana, e quindi NON puoi chiamarci ladri, è solo un illecito amministrativo.... ma forse ti faceva comodo evitare di considerare questo dettaglio.....
    Perché non mettete in condivisione la
    vostra casa, la vostr auto, il vostro conto
    in banca?e rieccoci alla solita argomentazione priva di fantasia e totalmente avulsa dalla realtà.... quelli che consideri sono beni purtroppo non diplicabili... non posso duplicare la mia casa o la mia auto o il conto in banca (e se potessi non ne trarresti molto giovamento :D).... ma posso duplicare e condividere i brani musicali che ho su disco/cd ecc..... quindi per favore piantala di fare paragoni fantascientifici, tu e tutti gli altri patetici trinariciuti.......
    Quando si tratta delle vostre
    proprietà però il vostro
    comportamento rientra molto rapidamente nei
    ranghi della logica e questo dimostra che
    siete ladri, egoisti e menefreghisti. Volete
    esserlo? No problem (almeno per me, per la
    GdF mi sa che di problemi ce ne sarebbero
    eccome), però almeno siate sinceri ed
    ammettetelo apertamente, senza arrampicarvi
    sugli specchi con scuse inverosimili e
    ridicole.certo che sono egoista con le mie cose, al massimo te le presto, e solo quelle che possono essere prestate.... magari potessi duplicarle, avrei già risolto il problema della fame nel mondo, la carenza di alloggi e tutti avrebbero una macchina.....

    PS 1: Mi scuso con tutti quegli utenti del
    forum che non sono pirati, ma usando il
    plurale mi riferisco solo a quelli che
    effettivamente lo sono, che sono comunque in
    larga maggioranza.allora ci scuserai se, in quanto maggioranza, ti mandiamo democraticamente a farti un giro....... considerando che non solo non capisci le nostre ragioni ma che ti rifiuti anche solo di tentare di capirle.....

    PS 2: Non sono figlio di major, socio SIAE e
    cazzate simili, solo un utente come tanti
    che però è coerente e vorrebbe
    che anche gli altri lo fossero.infatti.... siamo tutti coerenti nella nostra voglia di condivisione.... se ci toglierete il P2P torneremo a scambiarci dischi cd dvd nastri a MANO come prima.... e a duplicarli come prima..... alla faccia della GDF (che con Parmalat ci ha fatto una figura di merda e che farebbe senz'altro meglio ad occuparsi di cose serie anzichè fare la polizia privata....) e delle MAJOR, che a furia di alzare i prezzi cancelleranno anche il poco mercato che hanno.....
  • avvelenato scrive:
    Re: i CD originali non sono cari
    - Scritto da: Anonimo
    I CD originali secondo me non sono cari, se
    per voi lo sono, NON COMPRATELI!e perché dovrei darti retta?
  • Rey_ scrive:
    Re: i CD originali non sono cari
    - Scritto da: Anonimo
    I CD originali secondo me non sono cari, se
    per voi lo sono, NON COMPRATELI!Infatti!
    governo e non da privati, ma cmq per i CD
    è la stessa cosa, tutti a boicottare
    solo perché una cosa che tutti
    richiedono costa tanto.Normale. Si chiama "mercato".
    Finitela un po' di sparare sulle major, sui
    dialer, e sulle altre cose. Se volete che i
    CD non siano cari, vi basta guadagnare di
    più, ed invece di stare a "lavorare"
    (o meglio far finta di lavorare) in un
    ufficio, pagati dallo stato, datevi da farePiano. Intanto non mi paga lo stato, ma la ditta per cui lavoro. E non mi sembri proprio tu quello che possa sindacare se IO lavoro o faccio finta.Sul guadagnare di piu', e' evidente che stai parlando sotto l'effetto di una dose di Trollina, e ti perdono.
    e fate qualcosa nella vostra vita, vedrete
    che se ne siete capaci, non vi lamenterete
    più dei CD.Onestamente ci son cose piu' urgenti ed importanti, e' vero. Ma anche su questioni di secondo piano, come la "battaglia" delle majors, l'esser presi per le terga da assai fastidio.==================================Modificato dall'autore il 21/02/2004 19.28.16
  • Anonimo scrive:
    Re: i CD originali non sono cari
    - Scritto da: Anonimo
    Finitela un po' di sparare sulle major, sui
    dialer, e sulle altre cose. Se volete che i
    CD non siano cari, vi basta guadagnare di
    più, ed invece di stare a "lavorare"
    (o meglio far finta di lavorare) in un
    ufficio, pagati dallo stato, datevi da fare
    e fate qualcosa nella vostra vita, vedrete
    che se ne siete capaci, non vi lamenterete
    più dei CD.ma chi sei??? il figlio del Berlusca per sparare simili ca***te???? quanto guadagni al mese????
  • The FoX scrive:
    Re: i CD originali non sono cari
    - Scritto da: Anonimo
    I CD originali secondo me non sono cari, se
    per voi lo sono, NON COMPRATELI!
    E' un po' come per i dialer, ma come vi
    potete permettere di dire che le tariffe[CUT]
    più, ed invece di stare a "lavorare"
    (o meglio far finta di lavorare) in un
    ufficio, pagati dallo stato, datevi da fare
    e fate qualcosa nella vostra vita, vedrete
    che se ne siete capaci, non vi lamenterete
    più dei CD.Scusa ma... a te l'ha detto il medico di frequentare questo forum?No, e allora trolla altrove.Nessuno ti ha cercato; ed anche tu non mi sembri molto interessato al forum visto che non hai speso nemmeno i 2 secondi necessari a registrarti.Per cui, vattene e non tornare.Sta' pru tranquillo che nessuno sentira' la tua mancanza.
  • Anonimo scrive:
    Re: i CD originali non sono cari
    - Scritto da: Anonimo
    Finitela un po' di sparare sulle major, sui
    dialer, e sulle altre cose.Adesso ti metti anche a difendere i dialer? E perchè non Saddam Hussein o Fidel Castro? Sei ridicolo. Se volete che i
    CD non siano cari, vi basta guadagnare di
    più, ed invece di stare a "lavorare"
    (o meglio far finta di lavorare) in un
    ufficio, pagati dallo stato, datevi da fare
    e fate qualcosa nella vostra vita, vedrete
    che se ne siete capaci, non vi lamenterete
    più dei CD.Ma torna tu a lavurar. Se sei felice di regalare 21 euro a CD a quei parassiti della SIAE e a un'intera organizzazione discografica che ormai è superata e satura di intermediari allora vuol dire che i soldi non li guadagni ma li rubi.
  • JRoger scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!
    Ti hanno gia' risposto piu' che bene.Voglio solo associarmi a quanto ha detto Avvelenato: vogliono la guerra, e la avranno.Ci trattano da pirati, cercano di demonizzare il P2P, impongono un'IVA assurda ed una tassa sul supporto vergine quale "rimborso preventivo" per copie non autorizzate, tassa che paghiamo pure per farci un normalissimo backup.E poi ci vogliono pure far passare per delinquenti, stai a vedere che il crack PArmalat alla fine e' anche colpa nostra.La mettono cosi'? OK. Vediamo chi rimarra' a galla.
  • Anonimo scrive:
    i CD originali non sono cari
    I CD originali secondo me non sono cari, se per voi lo sono, NON COMPRATELI!E' un po' come per i dialer, ma come vi potete permettere di dire che le tariffe sono "care"? a parte il fatto che per i dialer il costo è stato fissato dal governo e non da privati, ma cmq per i CD è la stessa cosa, tutti a boicottare solo perché una cosa che tutti richiedono costa tanto.Finitela un po' di sparare sulle major, sui dialer, e sulle altre cose. Se volete che i CD non siano cari, vi basta guadagnare di più, ed invece di stare a "lavorare" (o meglio far finta di lavorare) in un ufficio, pagati dallo stato, datevi da fare e fate qualcosa nella vostra vita, vedrete che se ne siete capaci, non vi lamenterete più dei CD.
  • Anonimo scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!
    - Scritto da: Anonimo
    Non è possibile che ogni notizia che
    riguardi la pirateria veda una presa di
    posizione massiccia contro le major ed in
    generale contro chi combatte la pirateria.
    Questo forum è un covo di pirati, non
    c'è altra spiegazione!Invece il posto da cui provieni tu deve essere evidentementeun circolo di individui ormai completamente privi del benchè minimo spirito critico, lobotomizzati dalla TV e dalla pubblicità che credono ciecamente in tutto quello che il potente dice o fa. Poveri noi.Non so francamente dove sei abituato a discutere dell'attuale strategia dell'industria del disco, dei cartelli, delle lobby e delle leggi da loro volute, ma sappi che questo non è un edulcolorato, omogeneizzato e silenziato forum governato col pugno di ferro, magari su un sito sponsorizzato da Microsoft, Sony o compagnia, quindi le opinioni sono esattamente quelle che troveresti domandando in giro.E prima di permetterti di giudicare tutti con una così scarsa capacità di argomentazione quando il dibattito qui ha toccato ben altri temi e ben altre profondità faresti meglio a leggere gli altri post, gli altri articoli e ad intervenire sullo specifico senza insultare il prossimo.Luke
  • avvelenato scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!
    - Scritto da: Anonimo

    Vogliamo combattere la pirateria seriamente?
    prezziamo i CD a 7-8 euro, max 10: in questo
    modo A) nessuno comrperà più
    lo stesso CD taroccato dal marocchino 2) non
    converrebbe neppure scaricarlo da internet a
    quel prezzo. Sì mi dirai, ma le case
    cosa ci guadagnerebbero a quel prezzo? se te
    pensi che in tal modo la pirateria finirebbe
    si venderebbero 10, anche 100 volte
    più CD di adesso: altro che
    guadagni!!!!pur condividendo il tono generale del tuo post, penso che sia assolutamente fuorviante la tua affermazione qua sopra da me riportata.Al massimo venderebbero a quei prezzi un 150% in più, ma proprio al massimo.Le case cosa ci guadagnerebbero a quel prezzo? Rispondo io: l'arte del risparmio.Togliere infiniti intermediari.Incominciare a vendere on line direttamente all'utente finale (a prezzi convenienti)Eliminare i ricarichi dove possibile.Ridurre l'iva al 4% (beni culturali, non beni di consumo per giuda!)Evitare sperperi.Ecco dove guadagnerebbero.Se poi si proponesse di ABOLISSE totalmente quella società di massoni e mafiosi che altri non è la SIAE, e di creare agevolazioni per i locali che decidessero di ospitare gruppi live a prezzo ridotto o gratuito, si potrebbero anche ridurre le spese di promozione con passaggi radio e video sprecasoldi pieni di 3d e poveri di idee in assoluto, e si favorirebbe la crescita di una cultura musicale tutta italiana, cosa che invece si vuole assolutamente impedire (forse è meglio venderci le robe americane, così che il loro colonialismo culturale possa procedere ai ritmi stabiliti?)
  • Anonimo scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!
    - Scritto da: Anonimo
    Non è possibile che ogni notizia che
    riguardi la pirateria veda una presa di
    posizione massiccia contro le major ed in
    generale contro chi combatte la pirateria.
    Questo forum è un covo di pirati, non
    c'è altra spiegazionepurtroppo evdo che non hai capito per niente le contestazioni in oggetto..vediamo di chiarirla di nuovo per l'ennesima volta: se tu vedi lo stesso CD in vendita da un marocchino epr strada a 8 euro e lo stesso nei negozi a 20-25 euro quale preferisci prendere? la maggior parte dal marocchino. Questo eprchè? perchè il CD originale costa troppo. E allora ecoc he le case si lamentano e piangono a dirotto: siamo costretti ad aumentare i prezzi per la pirateria. Ma che balal clamorosa!!! se non los ai ancora solo il 9% del totale del rpezzo va agli autori, cioè in pratica circa 2 euro e rotti: e il resto??? a chi va??? a tutti quelli che ci devono mangiare, che vogliono la loro fetta: SIAE, distributori, negozianti, grossisti e chi più ne ha più ne metta.Vogliamo combattere la pirateria seriamente? prezziamo i CD a 7-8 euro, max 10: in questo modo A) nessuno comrperà più lo stesso CD taroccato dal marocchino 2) non converrebbe neppure scaricarlo da internet a quel prezzo. Sì mi dirai, ma le case cosa ci guadagnerebbero a quel prezzo? se te pensi che in tal modo la pirateria finirebbe si venderebbero 10, anche 100 volte più CD di adesso: altro che guadagni!!!!ma le major non ci sentono, e ciò vuol dire che ci prendono per il culo o sbaglio??? è stato dimostrato che chi scarica muscia poi compra il CD,anche perchè uno non ha voglia di spendere 25 euro magari per un CD dove su 10 canzoni solo 2 sono belle... quyesta sì che è una fregatura solenne!!!e la SIAE??? dato che siamo tutti pirati fetenti ci aumentano pure il prezzo sui CD vergini applicando ad una tassa che andrà a compensare gli autori per i mancati introiti..già Lucio Dalla e Jovanotti ne hanno bisogno di quei centesimi vero???? ma poi stà tassa chevoddì?? che abbiamo il cuore in pace e quindi possiamo scopiazzare quel che vogliamo???cara vecchia SIAE... ;)
  • avvelenato scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!
    siccome la Siae si fa pagare anche quando non le spetta (ad esempio a teatro, o il caso ben più eclatante della tassa sui media vergini), siccome ci stanno proibendo il diritto della copia di backup con le loro protezioni scassatimpani, siccome hanno tremendamente paura che la gente, scoprendo generi differenti col P2P, smetta di considerare la musica come un bene di consumo (al pari degli spazzolini, o dei libri di wilbur smith), e inizia a pensare alla musica come bene culturale, pretendendo un'adeguamento nella struttura distributiva che giocoforza distribuirebbe anche in maniera meno centralizzata il denaro (con sommo dispiacere delle majors, a vantaggio delle case discografiche più piccole), SICCOME VOGLIONO GUERREGGIARE AFFINCHE' GLI OLIGOPOLISTI POSSANO RIMANERE IN CIMA ALLA LORO PIRAMIDE A DECIDERE COSA SI PUO' VENDERE E COSA NON SI TROVERA' MAI NE' NEI NEGOZI NE' ALTROVE, beh. Avranno guerra. avvelenato che prima della morte di AudioGalaxy era quasi rispettosissimo del (C)
  • Anonimo scrive:
    Re: SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!
    All'arrembaggio!
  • Anonimo scrive:
    SU QUESTO FORUM CI SONO SOLO PIRATI!
    Non è possibile che ogni notizia che riguardi la pirateria veda una presa di posizione massiccia contro le major ed in generale contro chi combatte la pirateria. Questo forum è un covo di pirati, non c'è altra spiegazione!Se non vi aggradano i prezzi con cui vengono venduti gli audiovisivi e i programmi NON COMPRATELI, nessuno vi obbliga a farlo. Non esistono contestazioni del tipo " il prezzo dei cd è troppo alto": il prezzo di un bene lo fa chi lo produce, non chi lo compra! Certo se non lo compra nessuno poi probabilmente quel prezzo verrà abbassato, però è sempre chi produce che lo decide!Gli audiovisivi e i software non sono beni di prima necessita senza i quali si muore: c'è una differenza sostanziale fra il pane è un mp3 mi pare! Lo faccio notare perché qui spesso si parla degli mp3 come se fossero beni di prima necessità: ma dico stiamo scherzando? Il prezzo dei beni di prima necessità deve essere tenuto sotto controllo data la sua importanza sociale, mentre il prezzo dei beni di lusso deve essere lasciato libero dato che non muore nessuno se tali beni costano tanto.Tutte queste considerazioni, che dovrebbero essere ovvie per qualsiasi persona civile, sono bellamente ignorate su questo forum. Perché? Siete tutti ignoranti? No non credo: la verità è semplicemente che vi piace rubare il lavoro altrui. Perché non mettete in condivisione la vostra casa, la vostr auto, il vostro conto in banca?Quando si tratta delle vostre proprietà però il vostro comportamento rientra molto rapidamente nei ranghi della logica e questo dimostra che siete ladri, egoisti e menefreghisti. Volete esserlo? No problem (almeno per me, per la GdF mi sa che di problemi ce ne sarebbero eccome), però almeno siate sinceri ed ammettetelo apertamente, senza arrampicarvi sugli specchi con scuse inverosimili e ridicole.PS 1: Mi scuso con tutti quegli utenti del forum che non sono pirati, ma usando il plurale mi riferisco solo a quelli che effettivamente lo sono, che sono comunque in larga maggioranza.PS 2: Non sono figlio di major, socio SIAE e cazzate simili, solo un utente come tanti che però è coerente e vorrebbe che anche gli altri lo fossero.
  • Anonimo scrive:
    Case Discografiche, vi spiego 2 cosette
    La musica, convertita in file perde tutta la sua gia bassa materialità. La si disancora dal suo sopporto, dal suo veicolo di diffusione. Ed è questo il punto sul quale costruire la vostra strategia di contrasto al file sharing: il cd, il dvd, il feticcio. Spostate l'interesse sempre più verso il supporto, il suo aspetto, le sue particolarità, la sua unicità, trasformandolo in un qualcosa di collezionabile più di quanto non lo sia ora. Solo così, chi veramente ama un artista o una band, vedrà il vantaggio relativo che il supporto fisico ha rispetto all'immaterialità dei propri files. E tale vantaggio dovrà compensare lo svantaggio di dover pagare.Vi porto un esempio, antecedente all'era Mp3.Nel '92 se non erro, noleggiai il cd degli Aerosmith, "Get a grip". Registrato su cassetta e aggiunto alla mia collezione, come molti altri. Qualche mese dopo, in un negozio di dischi, vidi un'edizione limitata con la custodia ricoperta di sintetico "pelo di mucca". Anche se non andavo pazzo per gli Aerosmith, me ne innamorai, ed ancora ha un posto d'onore nel mio scaffale.Altro caso: acquistai un cd dei Coldcut solo perchè c'era una traccia Rom coi campioni dei brani e un software di mixing, il tutto abbinato ad un contest mondiale di remix.In altre parole, puntate su ciò che affianca la musica, ma non è musica. Perchè la musica ormai è libera, prendetene atto.-N3-
  • avvelenato scrive:
    Re: Chi ruba ha diritti eccome!
    - Scritto da: Anonimo
    Con che faccia pontificate i vostri diritti,
    quando siete in torto marcio? Se scambiate
    file protetti, non c'è niente da
    fare: avete commesso un reato. Che poi lo
    facciano tutti, ovunque, poco importa. Se vi
    beccano, pagate. La prossima volta i CD ve
    li andate a comprare e se costano ascoltate
    la radio o lasciate perdere. Non è
    che "siccome la Ferrari costa allora la rubo
    e Montezemolo non deve rompere i coglioni,
    altrimenti lo contro-denuncio". Avete
    ru-ba-to. Punto, fine. è così
    semplice. Lo fanno tutti, benissimo. Si
    ringrazi il fatto che venga data la
    possibilità di patteggiare
    economicamente.che stupidaggine.E' come se dicessi "chi parcheggia in divieto di sosta non ha diritti"(e se è una bella gnocca non protesti troppo se il vigile le palpa il culo)i diritti sono inalienabili indipendentemente dai propri reati.
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    - Scritto da: Anonimo
    Con che faccia pontificate i vostri diritti,
    quando siete in torto marcio? Senti senti, per quel che ne sappiamo noi tu protesti avere sulla coscienza le peggiori nefandezze, quindi taci.Su una cosa hai ragione, chi ruba non ha diritti: dunque la RIAA e la SIAE non ne hanno.Saluti trollazzo (troll)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma anche il Fisco fa cosi'.
    - Scritto da: Anonimo
    Scrive lettere del tipo:

    "dai nostri calcoli-tipo, basandoci su
    statistiche-tipo inerenti situazioni-tipo
    SIMILI alla tua, SECONDO NOI tu hai
    dichiarato troppo poco .. 5 ANNI FA.
    Non abbiamo prove, ovviamente, ma a noi
    sembra che potrebbe anche essere cosi', a TE
    l'onere di DIMOSTRARE che le nostre FANTASIE
    sono errate.
    Se spendi tempo e denaro per farlo,
    ovviamente sono affari tuoi. Dimenticavamo:
    secondo noi hai evaso 5000 euro, ma se ce ne
    dai... diciamo, 1000 entro 60 giorni ci
    dimentichiamo tutto e ti eviti di doverci
    convincere della tua innocenza.
    Con simpatia, il Fisco (Agenzia delle
    Entrate di XX)"

    Questo accade tutti i giorni, e non e'
    illegale.

    A me sembra immondo.

    Burpcome ho già messo in un altro topic, a mio padre quelli delle tasse dicono che deve restituire dei soldi spesi per l'assistenza domiciliare a mia madre, morta di leucemia nel gennaio 1991. Solo ora quei farabutti delle tasse dicono che deve ridare i soildi indietro, circa 4000 euro dopo che mio padre aveva fatto notare già in una causa precedente che quyei soldi non sono assolutamente dovuti ed anzi la richiesta è illegale. Ma quelli che fanno? ordinano il blocco amministrativo della macchina di mio padre: o paghi o non vai più in macchina.Il responsabile è il servizio riscossioni dell'istituto di credito San Paolo. E mio poadre che deve fare? ha già fatto ricorso minacciando una denuncia per estorsione...
  • Anonimo scrive:
    Re: Una volta per tutte...
  • Anonimo scrive:
    Re: questa e' proprio buona!
    Ottima e lucida decisione anche se difficileda perseguire. Quindi solo supporto va a chidenuncia queste associazioni a delinquereriaa o siae che siano.Daimon
  • deltree scrive:
    Re: pro e contro
    - Scritto da: MadiC
    (IMHO)
    I miei pro P2P li trovo nel poter trovarci
    cose che mi sognerei di trovare nei negozi,
    e COSA PIU' IMPORTANTE scaricare e ascoltare
    musica che altrimenti non comprerei manco
    per 1 euro a pezzo (approposito: iTunes in
    italia? niente ancora? :().Non dire stronzate, se la musica te la senti la compreresti. Altrimenti sei un malato autolesionista. Io se una cosa mi fa schifo e non la comprerei mai non me la vado neanche a copiare. Coerenza e non nascondiamoci dietro un dito. Quello che uno copia, masterizza e encoda se non ci fosse la scappatoia illegalo lo avremmo almeno noleggiato (spendendo ragionevolmente poco) se non comperato. Perché ci interessa.E poi c'è il fascino tutto italiano per la cosa illegale e la furbata... Vedo idioti che comperano DVD pirata a prezzi osceni (circa 10 euro) oppure perdono un sacco di tempo a scaricarli (anche + volte, per trovare la versione perfetta) facendosi delle videoteche immense (centinania di film). Io il film se lo voglio vedere lo noleggio (ad 1 euro). Non avrò la videoteca da chi è più furbo degli altri e ha capito tutto della vita ma sto colla coscenza a posto e devo prendere un film circa 10 volte per pagarmi l'equivalente della scadente copia pirata...I giochi i DVD e i CD che voglio li prendo all'estero e li pago pochissimo e senza spese di spedizione (tipo su www.play.com) e sono contento così.Anche perché chi vuole farmi bere che comprerebbe in giochi, film e CD l'equivalente di quasi 6 mesi ininterrotti di riproduzione ogni mese è un gran cazzaro e di sicuro non è un'appassionato né un collezionista.
    • Anonimo scrive:
      Re: pro e contro
      - Scritto da: deltree

      - Scritto da: MadiC

      (IMHO)

      I miei pro P2P li trovo nel poter
      trovarci

      cose che mi sognerei di trovare nei
      negozi,

      e COSA PIU' IMPORTANTE scaricare e
      ascoltare

      musica che altrimenti non comprerei
      manco

      per 1 euro a pezzo (approposito: iTunes
      in

      italia? niente ancora? :().

      Non dire stronzate, se la musica te la senti
      la compreresti. Altrimenti sei un malato
      autolesionista. Io se una cosa mi fa schifo
      e non la comprerei mai non me la vado
      neanche a copiare. Coerenza e non
      nascondiamoci dietro un dito. Quello che uno
      copia, masterizza e encoda se non ci fosse
      la scappatoia illegalo lo avremmo almeno
      noleggiato (spendendo ragionevolmente poco)
      se non comperato. Perché ci
      interessa.

      E poi c'è il fascino tutto italiano
      per la cosa illegale e la furbata... Vedo
      idioti che comperano DVD pirata a prezzi
      osceni (circa 10 euro) oppure perdono un
      sacco di tempo a scaricarli (anche + volte,
      per trovare la versione perfetta) facendosi
      delle videoteche immense (centinania di
      film). Io il film se lo voglio vedere lo
      noleggio (ad 1 euro). Non avrò la
      videoteca da chi è più furbo
      degli altri e ha capito tutto della vita ma
      sto colla coscenza a posto e devo prendere
      un film circa 10 volte per pagarmi
      l'equivalente della scadente copia pirata...
      I giochi i DVD e i CD che voglio li prendo
      all'estero e li pago pochissimo e senza
      spese di spedizione (tipo su www.play.com) e
      sono contento così.

      Anche perché chi vuole farmi bere che
      comprerebbe in giochi, film e CD
      l'equivalente di quasi 6 mesi ininterrotti
      di riproduzione ogni mese è un gran
      cazzaro e di sicuro non è
      un'appassionato né un collezionista.
      Si ma se io voglio una canzone di quello, una di quella e 2 di quelli? Col web certe personalizzazioni si possono fare eccome, perchè non lo fanno?L'anno scorso in occasione del cofanetto di Guerre Stellari (gli episodi più recenti) ho chiesto se c'era il cofanetto dei primi 3 episodi storici. Non era previsto che tra un paio d'anni. Cavolo! Quei film avranno minimo una decina di anni. Che gli ci vuole a metterli su Dvd?Non hanno capito che "l'hype" quì conta meno che in USA. Non c'è il tris dei vecchi film? E allora vadano in malora. Se e quando uscirà, non lo comprerò ne scaricherò perchè io lo volevo allora. Non mi va di aspettare i comodi delle major. Oltre che si pure sissignore?Si sono presi "l'onere" di gestire film e musica? Allora lo facciano bene. Ho chiesto quanto veniva un cd di Mango (Visto Così 1999): ? 21. No comment.
      • Anonimo scrive:
        Re: pro e contro
        Dimenticavo. Ho visto il sito (www.play.com). Bello.Ma i prodotti come ti arrivano: tramite corriere?Ci sono altre aggiunte oltre ai prezzi esposti (che so, tasse di qualche tipo)?Sono affidabili?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma anche il Fisco fa cosi'.
    - Scritto da: Anonimo
    Scrive lettere del tipo:

    "dai nostri calcoli-tipo, basandoci su
    statistiche-tipo inerenti situazioni-tipo
    SIMILI alla tua, SECONDO NOI tu hai
    dichiarato troppo poco .. 5 ANNI FA.
    Non abbiamo prove, ovviamente, ma a noi
    sembra che potrebbe anche essere cosi', a TE
    l'onere di DIMOSTRARE che le nostre FANTASIE
    sono errate.
    Se spendi tempo e denaro per farlo,
    ovviamente sono affari tuoi. Dimenticavamo:
    secondo noi hai evaso 5000 euro, ma se ce ne
    dai... diciamo, 1000 entro 60 giorni ci
    dimentichiamo tutto e ti eviti di doverci
    convincere della tua innocenza.
    Con simpatia, il Fisco (Agenzia delle
    Entrate di XX)"

    Questo accade tutti i giorni, e non e'
    illegale.

    A me sembra immondo.

    BurpSuccesso con L'ICI. Perso tempo per andare alla società incaricata con le ricevute di tutti i pagamenti avvenuti correttamente. Fila mostruosa e x ore di attesa per dimostrare la propria innocenza. Il loro fax ovviamente andava a singhiozzo. O sono degli incapaci coi conti, o fanno i furbi sperando che qualcuno paghi perchè si fida delle istituzioni.
  • Anonimo scrive:
    Re: Una volta per tutte...
    - Scritto da: Anonimo
    COPIARE NON E' UGUALE A RUBARE!!!e questo non vuol dire che tu sia autorizzato a farlo. Se qualcuno ti becca che scambi materiale protett da copyright, abbi la decenza di stare a testa bassa e subire la giusta punizione e non di controdenunciare chi ti ha beccato.volete la musica? compratela.e' troppo cara? non la comprate!
    • Anonimo scrive:
      Re: Una volta per tutte...
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      COPIARE NON E' UGUALE A RUBARE!!!

      e questo non vuol dire che tu sia
      autorizzato a farlo. Se qualcuno ti becca
      che scambi materiale protett da copyright,
      abbi la decenza di stare a testa bassa e
      subire la giusta punizione e non di
      controdenunciare chi ti ha beccato.

      volete la musica? compratela.
      e' troppo cara? non la comprate!Allora come faccio a sapere se l'album è valido? Dirai, vai nei negozi dove te li fanno ascoltare. E se non c'è in ascolto quello che interessa me? Se poi non mi piace mi ridanno i soldi?L'ovvia risposta: la radio non è un'opzione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Una volta per tutte...
      - Scritto da: Anonimo
      volete la musica? compratela.
      e' troppo cara? non la comprate!Non la compriamo. Grazie.
  • Anonimo scrive:
    questa e' proprio buona!
    ecco un'altra che ha perso completamente la brocca! ha compiuto un'azione illegale e cosa fa? INIZIA A DENUNCIARE!sarebbe come se io passo col rosso o parcheggio in seconda fila e poi denuncio il vigile che mi fa la multa.Ma mi faccia il piacere!!! Ha fatto una cosa che non doveva fare ed e' stata beccata. Almeno faccia la cortesia di starsi zitta e pagare.
  • Anonimo scrive:
    Re: voi cosa fareste?
    Sai cosa farei io? Mi metterei a ridere...poi andrei subito a contattare i maggiori quotidiani e periodici del paese cercando di vendere la mia stroria: ovvero di uno che possiede circa 20.000? in opere di vario genere protette da diritto d'autore, accusato di essere un ladro!...ma che figura farebbero?
  • Anonimo scrive:
    Ma anche il Fisco fa cosi'.
    Scrive lettere del tipo:"dai nostri calcoli-tipo, basandoci su statistiche-tipo inerenti situazioni-tipo SIMILI alla tua, SECONDO NOI tu hai dichiarato troppo poco .. 5 ANNI FA. Non abbiamo prove, ovviamente, ma a noi sembra che potrebbe anche essere cosi', a TE l'onere di DIMOSTRARE che le nostre FANTASIE sono errate.Se spendi tempo e denaro per farlo, ovviamente sono affari tuoi. Dimenticavamo: secondo noi hai evaso 5000 euro, ma se ce ne dai... diciamo, 1000 entro 60 giorni ci dimentichiamo tutto e ti eviti di doverci convincere della tua innocenza.Con simpatia, il Fisco (Agenzia delle Entrate di XX)"Questo accade tutti i giorni, e non e' illegale.A me sembra immondo.Burp
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono sempre + contento...

    ... Eppure stanno perdendo sul fronte
    più importante, far passare la
    condivisione di musica per una cosa immorale
    quanto il furto.
    Se la maggior parte della popolazione non
    percepisce come reato grave (o penale)
    condividere musica, le major hanno
    già perso...so per certo che la maggior parte della gente percepisce come furto il prezzo dei cd e non si fa troppi scrupoli a rispondere per le rime...
  • Anonimo scrive:
    Re: Attenzione all'Europa
    Per chi volesse scrivere ai parlamentari europei, qui si può trovare l'elenco:http://wwwdb.europarl.eu.int/ep5/owa/p_mep...artition?ilg=IT
  • exsinistro scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    E pagare con il suono delle monete?Come il noto personaggio che ha pagato il profumo dell'arrosto con appunto il suono delle monete?
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    -
    Ma che diavolo dici :| ?

    "Reato" significa "violazione della legge",
    quindi come fa un'azione ad non
    essere un reato e contemporaneamente a
    violare la legge?Guarda che ti conviene dare una ripassata ai libri di diritto...Reato e' un delitto o una contravvenzione contemplata dalle leggi penaliIllegale e' cio' che genericamente e' contro la legge.Ad esempio, un illecito amministrativo e' illegale ma non e' un reato. Come lasciare la macchina in sosta vieta.Molti reati sono stati depenalizzati con una legge del 1981, non sono piu' reati ma illeciti amministrativi.
  • Anonimo scrive:
    Re: (il)legalità
    - Scritto da: Orsogrigio
    Eppure è tutto così semplice
    ed evidente: se i ricchi rubano ai proveri
    (banche, assicurazioni, multinazionali, ...)
    è legale.
    Se i proveri rubano ai ricchi (file sharing)
    è illegale.
    Non ve ne eravate accorti?Sintesi perfetta. :)
  • mARCOs scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    - Scritto da: Anonimo
    Ecco a voi un altro che non ha capito la
    differenza che passa tra rubare e
    condividere!
    Adesso te la spiego con parole tue:
    se la tua donna ti lascia e va con un altro,
    puoi dire che l'altro ti ha rubato la donna.
    se la tua donna non ti lascia ma frequenta
    l'altro mentre tu stai qui a scrivere
    idiozie sul forum di P.I., l'altro non ti ha
    rubato nulla, anzi ci hai guadagnato in
    statura.
    Ti e' piu' chiaro il concetto spiegato in
    questo modo?Ottimo ed azzeccatissimo paragone ;) !Resta il fatto che se qualcuno ti ruba la donna, tu t'incaXXi, giusto? E se la tua donna è condivisa da 100000 persone per te va bene :s ?mARCOs
    • Africano scrive:
      Re: Chi ruba non ha diritti
      - Scritto da: mARCOs

      - Scritto da: Anonimo


      Ecco a voi un altro che non ha capito la

      differenza che passa tra rubare e

      condividere!


      Adesso te la spiego con parole tue:

      se la tua donna ti lascia e va con un
      altro,

      puoi dire che l'altro ti ha rubato la
      donna.

      se la tua donna non ti lascia ma
      frequenta

      l'altro mentre tu stai qui a scrivere

      idiozie sul forum di P.I., l'altro non
      ti ha

      rubato nulla, anzi ci hai guadagnato in

      statura.

      Ti e' piu' chiaro il concetto spiegato
      in

      questo modo?

      Ottimo ed azzeccatissimo paragone ;) !

      Resta il fatto che se qualcuno ti ruba la
      donna, tu t'incaXXi, giusto? E se la tua
      donna è condivisa da 100000 persone
      per te va bene :s ?


      mARCOsmagari vuole giocare a basket :D
  • Africano scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    - Scritto da: Baruch
    Un argomento veramente interessante.
    I bit non sono oggetti materiali in effetti
    e l'applicazione a senso unico della
    pre-esistente consuetudine commerciale
    andrebbe a tutto vantaggio solo di pochi
    (major).

    Hai trovato qualcosa a riguardo (siti web,
    pubblicazioni, ecc) che approfondiscano
    l'argomento?sinceramente non ho mai fatto ricerche , ogni tanto mi capita di postare qualcosa di questo genere ma non mi baso su nulla di letto, anche se non escludo che abbia letto cose simili, e visto che sei ben disposto mi autocito :| :http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=368507meglio che niente. :D
  • Anonimo scrive:
    Una volta per tutte...
    COPIARE NON E' UGUALE A RUBARE!!!Se lo mettano in testa i soliti che se ne vengono fuori con esempi del tipo, visto che non ho i soldi per comprarmi la Ferrari la rubo a Montezemolo!!!Ma fatemi il piacere!!!COPIARE NON E' UGUALE A RUBARE!!!COPIARE NON E' UGUALE A RUBARE!!!COPIARE NON E' UGUALE A RUBARE!!!COPIARE NON E' UGUALE A RUBARE!!!COPIARE NON E' UGUALE A RUBARE!!!
  • mARCOs scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    - Scritto da: Anonimo
    In alternativa...lo fai apposta, ma per
    risponderti:
    sharare file, anche protetti da diritto di
    autore NON è reato n-o-n è
    -r-e-a-t-o punto.
    E' illegale,Ma che diavolo dici :| ?"Reato" significa "violazione della legge", quindi come fa un'azione ad non essere un reato e contemporaneamente a violare la legge?Puoi dire che non è un reato penale (cioè non si va in galera) ma non che non sia reato.
    ma solo perchè la legge
    (quella seria) è stata fatta quando
    non esisteva il file sharing, mentre
    successivamente ci sono state solo leggi
    fatte su misura per chi sul copyright lucra.La legge è stata rivista verso fine 2000, quando il file sharing c'era eccome. Forse non era un fenomeno grande come è adesso ma c'era.L'art. 16 della legge è chiarissimo e si riferisce a Chiunque abusivamente utilizza con qualsiasi procedimento, anche via etere o via cavo, duplica, riproduce, in tutto o in parte, un?opera dell?ingegno tutelata dalla normativa sul diritto d?autore , quindi in questi "chiunque" sono evidentemente compresi anche gli "scambisti digitali".mARCOs
  • mARCOs scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    - Scritto da: Anonimo
    esatto, chi viola il diritto d'autore cioe'
    CHI SE NE APPROPRIA PER FINI DI LUCRO ma chi
    mette file in rete (magari per trasferirli
    tra 2 pc geograficamente distanti) non viola
    i diritti dichiarati (a meno che non
    trasmetta uno stream audio)Perché dici che non viola i diritti :o ?mARCOs
  • mARCOs scrive:
    Re: PER LA LEGGE ITALIANA
    - Scritto da: Anonimo
    IO NON HO RUBATO PROPRIO NIENTE, dato che la
    condivisione NON è equiparata al
    furto quindi tu, caro il mio trollone,
    saresti passibile di denuncia per calunnie,
    e se avessi il tempo ed i soldi ti
    denuncerei non sai quanto volentieri....
    quindi stai attento a quel che dici,
    perchè prima o poi a qualcuno con
    più disponibilità e meno
    pazienza potrebbe venire la voglia di
    strapparti le palline... e spero proprio che
    lo facciano.....Senti, mi fai la cortesia di riportare qui il testo della legge italiana sul diritto d'autore e indicare in che punto è specificato che attività come il condividere files protetti dal copyright SONO LECITE?mARCOs==================================Modificato dall'autore il 20/02/2004 19.04.14
    • Anonimo scrive:
      Re: PER LA LEGGE ITALIANA
      - Scritto da: mARCOs
      - Scritto da: Anonimo

      IO NON HO RUBATO PROPRIO NIENTE, dato
      che la

      condivisione NON è equiparata al

      furto quindi tu, caro il mio trollone,

      saresti passibile di denuncia per
      calunnie,

      e se avessi il tempo ed i soldi ti

      denuncerei non sai quanto volentieri....

      quindi stai attento a quel che dici,

      perchè prima o poi a qualcuno con

      più disponibilità e meno

      pazienza potrebbe venire la voglia di

      strapparti le palline... e spero
      proprio che

      lo facciano.....

      Senti, mi fai la cortesia di riportare qui
      il testo della legge italiana sul diritto
      d'autore e indicare in che punto è
      specificato che attività come il
      condividere files protetti dal copyright
      SONO LECITE?


      mARCOs

      ==================================
      Modificato dall'autore il 20/02/2004 19.04.14hemmm..... e tu mi dici dove ho detto che SONO LECITE??ho detto che NON E' EQUIPARATA AL FURTO...... e di conseguenza darmi del ladro può essere interpretato come calunnia....comunque, prima di scrivere, LEGGERE ATTENTAMENTE, ma mooooooooolto attentamente..... e hai pure modificato il commento.... hehehe.... forse comprare un buon paio di occhiali sarebbe d'aiuto :Dcià
  • Anonimo scrive:
    Re: Non se ne può più...
    Anonimo wrote:
    Perché a discapito di qualsiasi differenza il prezzo è
    sempre il medesimo [...]Aggiungo un paio di cose.Perke' quando fanno 'sto livellamento di m***a applicano un filtro basso?!Perke', nell' ipotesi peggiore, un CD Audio costa la meta' d' un DVD Video con un live?!
  • Anonimo scrive:
    Re: la siae ruba, ad esempio a teatro
    Avvelenato wrote:
    [...] i diritti d'autore [...] sono già scaduti da tempo?O_O''Stai skerzando, vero?!In pratica hai scritto ke dopo un numero imprecisato di anni, una persona non e' + proprietaria delle proprie opere... il ke sarebbe pazzesco!Mi sa ke ti stai confondendo il copyright col brevetto, il quale dura 20 anni e non puo' essere rinnovato. ;)Avvelenato also wrote:
    [...] i diritti d'autore, anche se ci fossero stati [...]Basta ke gli eredi dell' opera la registrino alla SIAE, e da quel momento anke il contratto di registrazione potra' trasmettersi agli eredi successivi (assieme all' opera stessa, of course).
    • Anonimo scrive:
      Re: la siae ruba, ad esempio a teatro
      - Scritto da: Anonimo
      Avvelenato wrote:

      [...] i diritti d'autore [...] sono
      Mi sa ke ti stai confondendo il copyright
      col brevetto, il quale dura 20 anni e non
      puo' essere rinnovato. ;)

      No, guarda che dopo 70 o 100 anni (non ricordo esattamente) dalla morte dello scrittore, cantante etc il diritto d'autore scade.

      Basta ke gli eredi dell' opera la registrino
      alla SIAE, e da quel momento anke il
      contratto di registrazione potra'
      trasmettersi agli eredi successivi (assieme
      all' opera stessa, of course).Certo che se (in questo caso) tu sai trovarmi eredi di Macchiavelli sei un grande ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: ops

        Certo che se (in questo caso) tu sai
        trovarmi eredi di Macchiavelli sei un grande
        ;)ovviamente ho sbagliato a scrivere MaChiavelli... :$
    • avvelenato scrive:
      Re: la siae ruba, ad esempio a teatro
      - Scritto da: Anonimo
      Avvelenato wrote:

      [...] i diritti d'autore [...] sono
      già scaduti da tempo?

      O_O''
      Stai skerzando, vero?!

      In pratica hai scritto ke dopo un numero
      imprecisato di anni, una persona non e' +
      proprietaria delle proprie opere... il ke
      sarebbe pazzesco!come ti è già stato specificato sotto, esiste un numero preciso di anni dalla morte dell'autore , in europa 70, in america recentemente portato a 90, dopo il quale qualsiasi opera diventa di dominio pubblico e utilizzabile e riutilizzabile e rimasticabile sia per fini commerciali che non.mi piacerebbe invece sapere perché tu lo reputi pazzesco... io reputo pazzesco che il diritto d'autore di un'opera si mantenga ben oltre la morte dello stesso autore.. secondo me è un assurdo legale! Come si può parlare di diritto d'autore, se non c'è più alcun autore???
    • Anonimo scrive:
      Re: la siae ruba, ad esempio a teatro
      - Scritto da: Anonimo
      Avvelenato wrote:

      [...] i diritti d'autore [...] sono
      già scaduti da tempo?

      O_O''
      Stai skerzando, vero?!

      In pratica hai scritto ke dopo un numero
      imprecisato di anni, una persona non e' +
      proprietaria delle proprie opere... il ke
      sarebbe pazzesco!Tu dovresti dare una ripassatina alla legge del diritto d'autore invece. Scade dopo 70 anni dalla morte dell'autore, credo, non sono sicuro, ma sono sicuro che ha una scadenza, e sarebbe ridicolo il contrario, non quello che dici tu.
      Basta ke gli eredi dell' opera la registrino
      alla SIAE, e da quel momento anke il
      contratto di registrazione potra'
      trasmettersi agli eredi successivi (assieme
      all' opera stessa, of course).Certo, nei secoli dei secoli, amen.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non se ne può più...
    - Scritto da: Anonimo
    Qualcuno del settore, mi spiega
    perché qualsiasi CD nuovo di
    qualsiasi casa discografica venga a costare
    praticamente lo stesso prezzo?
    Perché un CD da 40 minuti viene come
    uno da 70?
    Perché un CD i cui videoclip sono
    costati miliardi viene come un CD che non ha
    avuto nessun videoclip?
    Perché un CD della Emi viene come un
    CD della Sony?
    Perché un CD di Sting viene come un
    CD delle Lollipop?
    Perché un CD dei Pink Floyd
    rimasterizzato per la 150esima volta e
    venduto in passato anche nelle patatine
    viene come un CD di nuova produzione?
    Perché a discapito di qualsiasi
    differenza il prezzo è sempre il
    medesimo, contrariamente a qualsiasi altro
    bene prodotto in un mercato dove esista la
    concorrenza?Perchè hanno fatto cartello, come per i carburanti e qualunque altra cosa passi per il mercato. Sopratutto in italia, il paese dei cartelli, vedi assicurazione ad esempio. E nessuno dei nostri politici e/o garanti dice niente: in fondo quando guadagni 10.000 e più euro al mese di stipendio, cosa te ne frega del popolo?
  • Anonimo scrive:
    Non se ne può più...
    Qualcuno del settore, mi spiega perché qualsiasi CD nuovo di qualsiasi casa discografica venga a costare praticamente lo stesso prezzo?Perché un CD da 40 minuti viene come uno da 70? Perché un CD i cui videoclip sono costati miliardi viene come un CD che non ha avuto nessun videoclip?Perché un CD della Emi viene come un CD della Sony?Perché un CD di Sting viene come un CD delle Lollipop?Perché un CD dei Pink Floyd rimasterizzato per la 150esima volta e venduto in passato anche nelle patatine viene come un CD di nuova produzione?Perché a discapito di qualsiasi differenza il prezzo è sempre il medesimo, contrariamente a qualsiasi altro bene prodotto in un mercato dove esista la concorrenza?
  • Anonimo scrive:
    Re: Attenzione all'Europa
    Vai su ip justicehttp://www.ipjustice.orgEcco la richiesta in italianohttp://www.ipjustice.org/CODE/codeletter_it.shtmlPer il resto, è vero che ip justice farà del suo meglio, ma una (molte) email ai nostri rappresentanti all'unione europea possono fare anche di più, perchè sono personali, perchè gli mostrano che queste questioni non stanno a cuore solo ad una associazione, ma alle persone che dovrebbero rappresentare (che non sono dei criminali, ma delle persone che vedono i loro diritti attaccati in nome del denaro e del controllo)Lo scenario che le major e i politici che le sostengono vorrebbero vedere è così apocalittico che vale senz'altro la pena di farsi sentire anche singolarmente.
  • avvelenato scrive:
    la siae ruba, ad esempio a teatro
    perché per andare a vedere "La Mandragola" di Niccolò Machiavelli, il biglietto deve recare su il timbro siae?Qualcuno va a ricordar loro che lo spettacolo è stato scritto qualche secolo fa, e i diritti d'autore, anche se ci fossero stati, sono già scaduti da tempo? avvelenato che reputa la siae un'organizzazione criminale ==================================Modificato dall'autore il 20/02/2004 17.13.34
  • Anonimo scrive:
    ABBASSARE I PREZZI, ANCORA NO??????!!!!!
    :@ABB
  • Anonimo scrive:
    Difatti la siae ruba
    ogni volta che acquisto un cd vergine. non ha diritti. saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: Attenzione all'Europa
    Comunque sarebbe bello se ci fosse un sito di riferimento a cui aderire unendo un gran numero di persone per attuare una astensione ad altroanza all'acquisto di musica...io capisco quelli che dicono "già lo faccio"; ma bisognerebbe avere la consapevolezza di essere in molti e uniti...Alla fine se i cd costassero 5-7? (faccio notare per la millesiam volta che l'ultimo di sting costa 9,99$ su amazon.com, il che significa che con l'attuale cambio lo pagheremmo un pò più di 7,50?....segno quindi che i prezzi, almeno per le grandi case di distribuzione, dovrebbero scendere) gran parte di tutti i casini legati al p2p sparirebbero.In questo modo anche l'appassionato, spendendo 50-75 ? al mese, potrebbe accumulare in 10 circa 2000 titoli....abbastanza per sfamare anche i grandi consumatori!Ci vuole un sito di riferimento però, non credo basti sperare nel buon senso di chi specula sui prodotti da quando i cd sono entrati sul mercato.Se qualcuno ha notizia di sito, lo faccia presente.
  • Baruch scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    Un argomento veramente interessante.I bit non sono oggetti materiali in effetti e l'applicazione a senso unico della pre-esistente consuetudine commerciale andrebbe a tutto vantaggio solo di pochi (major).Hai trovato qualcosa a riguardo (siti web, pubblicazioni, ecc) che approfondiscano l'argomento?
  • Anonimo scrive:
    Re: Attenzione all'Europa
    - Scritto da: Anonimo
    Come riportato da PI qualche giorno fa (
    punto-informatico.it/p.asp?i=46991 ) , nelle
    prossime 2-3 settimane verrà discussa
    e votata una direttiva proposta per
    rinforzare le sanzioni e potenziare le armi
    delle case discografiche contro i pirati e
    anche contro le persone che scambiano senza
    scopo di lucro (in quanto non vengono fatte
    distinzioni in merito)...una direttiva che
    se verrà approvata fornirà a
    chi odia il p2p armi ancora più forti
    di quelle che aveva la RIIA fino a qualche
    mese fa In Italia è TOTALMENTE incostituzionale.
  • Anonimo scrive:
    Re: Attenzione all'Europa
    Sai se c'e' qualche iniziativa gia' avviata per fare pressioni sui parlamentari europei?- Scritto da: Anonimo
    Come riportato da PI qualche giorno fa (
    punto-informatico.it/p.asp?i=46991 ) , nelle
    prossime 2-3 settimane verrà discussa
    e votata una direttiva proposta per
    rinforzare le sanzioni e potenziare le armi
    delle case discografiche contro i pirati e
    anche contro le persone che scambiano senza
    scopo di lucro (in quanto non vengono fatte
    distinzioni in merito)...una direttiva che
    se verrà approvata fornirà a
    chi odia il p2p armi ancora più forti
    di quelle che aveva la RIIA fino a qualche
    mese fa (possibilità non solo di
    richiedere i nomi ma anche di perquisire le
    case dei sospettati e altre amenità
    del genere).
    Tale direttiva nella sua forma peggiore
    è chiaramente delirante, ma comunque
    venga modificata e limitata resta un mostro,
    la cui unica fine degna sarebbe la
    bocciatura totale.

    Già in termini di copyright abbiamo
    leggi generiche, interpretabili, esagerate,
    intolleranti e male applicate.
    Aggiungerne altre probabilmente non
    porterà nessun vantaggio a nessuno,
    ma guai e conflitti per tutti, quando una
    svolta verso la tolleranza e la definizione
    di poche regole chiare e non liberticide
    sarebbe probabilmente la soluzione ottimale
    (tranne che per i prepotenti e gli
    spaventati).

    Non so se servirà, ma mandare
    un'email al proprio rappresentante nel
    parlamento europeo non sarebbe una cattiva
    idea (oggi, domani magari sarà troppo
    tardi).
    Sforzarsi di propagare a più persone
    possibile i concetti che scambiare materiale
    senza fini di lucro NON è reato
    (è solo illegale) e soprattutto non
    è moralmente inaccettabile potrebbe
    essere un'altra.

    La battaglia per le libertà in rete
    è adesso. E non sta andando bene.
  • Akiro scrive:
    Re:
    se dovessero veramente far piazza pulita di chi ruba allora dovrebbero innanzi tutto fare un bel esame di coscienza ed abbassare i prezzi.non venitemi a raccontare che i prezzi vent'anni fa eran gli stessi e che gli aumenti han seguito l'inflazione... non facciamo come il nostro "caro" governo che minimizza ogni aumento..byez(linux)
  • Anonimo scrive:
    Attenzione all'Europa
    Come riportato da PI qualche giorno fa ( http://punto-informatico.it/p.asp?i=46991 ) , nelle prossime 2-3 settimane verrà discussa e votata una direttiva proposta per rinforzare le sanzioni e potenziare le armi delle case discografiche contro i pirati e anche contro le persone che scambiano senza scopo di lucro (in quanto non vengono fatte distinzioni in merito)...una direttiva che se verrà approvata fornirà a chi odia il p2p armi ancora più forti di quelle che aveva la RIIA fino a qualche mese fa (possibilità non solo di richiedere i nomi ma anche di perquisire le case dei sospettati e altre amenità del genere).Tale direttiva nella sua forma peggiore è chiaramente delirante, ma comunque venga modificata e limitata resta un mostro, la cui unica fine degna sarebbe la bocciatura totale.Già in termini di copyright abbiamo leggi generiche, interpretabili, esagerate, intolleranti e male applicate.Aggiungerne altre probabilmente non porterà nessun vantaggio a nessuno, ma guai e conflitti per tutti, quando una svolta verso la tolleranza e la definizione di poche regole chiare e non liberticide sarebbe probabilmente la soluzione ottimale (tranne che per i prepotenti e gli spaventati).Non so se servirà, ma mandare un'email al proprio rappresentante nel parlamento europeo non sarebbe una cattiva idea (oggi, domani magari sarà troppo tardi).Sforzarsi di propagare a più persone possibile i concetti che scambiare materiale senza fini di lucro NON è reato (è solo illegale) e soprattutto non è moralmente inaccettabile potrebbe essere un'altra.La battaglia per le libertà in rete è adesso. E non sta andando bene.
  • Anonimo scrive:
    E' una cosa ridicola
    Apprezzo il fatto che ci sia qualcuno disposto a non farsi calpestare da un gigante come la RIIA o la SIAE, devo anche dire però che utilizzandoil p2pper scaricare musica porta dei danni alle major.Dalmio punto di vista il danno però riguardo molto chi lavora in backgrounde non la major di per se o l'artista, visto che tra tour interviste e caxxate varie portano a casa bei soldini.Naturalmente quelli che ne risentono di più siamo noi consumatori, visto che un affare rotondo di un materiale economico sul quale visono incisi una serie di "1"e "0" ce lo fanno pagare quasi 20 euro a fronte di un costo di realizzazione forse 10 volte inferiore.La soluzione proposta da iTune mi sembra legittima, ascolti un brano, per intero e non solo i primi 30 sec, e se vuoi lo scarichi pagandolo 0.50 Euro, che secondo me è più che sufficiente.Così non sei costretto a spendere i fatidici 20 euro per una sola canzone.Naturalmente il repository musicale dovrebbe contenere tutta la musica disponibile e non solo le schifezze che fan passare su mtv e alla radio fino a nausearti.Mi rendo conto però, purtroppo, che il dio soldo la fa sempre da padronee finchè siamo noi a smenarci tutti ridono allegramentementre se chi ci smena sono le major scatta la rabbia e le ritorsioni finanziarie e legali.Sarebbe bello se tutti si rivoltassero al sistema, rifiutandosi di comprare CD, DVD, Videocassette e via dicendo cosìda dare un gran bel calcio nel sedere alla SIAE... ma non è fattibile come soluzione........Proponiamo altre alternative sensate visto che siamo ingrado di usare il cervello.Tutto il discorso non lho fatto come criminalizzazione del p2p anche perchè sono uno dei tanti che ne ha fatto uso in passato, però conoscendone le potenzialità si potrebbe sfruttarlo ancora di più favorendone lo sviluppo e non criminalizzandolo
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    Guarda che:1) Questa signora non è ancora stata condannata2) I diritti ce li ha, eccome. Uno dei diritti garantiti ad ogni persona è quello di potersi difendere in tribunale, se non lo sai3) Anche SE fosse colpevole, non toglie che pure la riaa possa essere colpevole. Un torto a casa mia non annulla un altro torto
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti [TROLL]
    - Scritto da: Anonimo
    Con che faccia pontificate i vostri diritti,
    quando siete in torto marcio? Se scambiate
    file protetti, non c'è niente daMa gli date ancora retta? Questo è lo stesso tizio che negli altri post si ostinava a mentire e dire il falso sul diritto d'autore. Scambiare files musicali senza scopo di lucro non è un reato, quindi questa gente ha maggiormente diritto di controdenunciare la RIAA se, al contrario, da parte loro sussistono reati penali come l'intimidazione o la violazione della privacy. Questo tizio deve essere il discografico in panne, UMM, oppure il fido elettore delle major, Ekleptical.Luke
    • mARCOs scrive:
      Re: Chi ruba non ha diritti [TROLL]
      - Scritto da: Anonimo
      Ma gli date ancora retta? Questo è lo
      stesso tizio che negli altri post si
      ostinava a mentire e dire il falso sul
      diritto d'autore. Scambiare files musicali
      senza scopo di lucro non è un reato,Non è reato secondo quali leggi? Secondo quelle italiano lo è eccome.Marco
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi ruba non ha diritti [TROLL]
        - Scritto da: mARCOs
        Non è reato secondo quali leggi?Secondo quelle italiane.
        Secondo quelle italiano lo è eccome.No, mi dispiace. E pensare che perfino qui su Punto Informatico sono stati pubblicati due esaurienti articoli sull'argomento. Fai uno sforzo e vai a rileggerteli.Luke
  • Anonimo scrive:
    cartelli
    ma poi scusate la RIAA non sarebbe un'organizzazione illegale? le leggi antitrust proibiscono alle societa' di organizzarsi in cartelli.
  • Africano scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Africano





    - Scritto da: Anonimo


    Con che faccia pontificate i vostri

    diritti,


    quando siete in torto marcio? Se

    scambiate


    file protetti, non c'è
    niente da


    fare: avete commesso un reato. Che
    poi

    lo


    facciano tutti, ovunque, poco
    importa.

    Se vi


    beccano, pagate. La prossima volta
    i CD

    ve


    li andate a comprare e se costano

    ascoltate


    la radio o lasciate perdere. Non

    è


    che "siccome la Ferrari costa
    allora la

    rubo


    e Montezemolo non deve rompere i

    coglioni,


    altrimenti lo contro-denuncio".
    Avete


    ru-ba-to. Punto, fine. è

    così


    semplice. Lo fanno tutti,
    benissimo. Si


    ringrazi il fatto che venga data la


    possibilità di patteggiare


    economicamente.



    Fosse così semplice...



    rubare è sottrarre qualcosa a un

    altro che a seguito di questa aritmetica

    furtiva vede scemare le sue

    proprietà.

    non scemano le sue proprietà se il
    file viene condiviso?e come? se tu hai 100 e ti rubano 9 te ne rimane 1 e di certo al massimo ti si potrà rubare 10, se hai 100 e quel 100 si può condividere può anche diventare miliardi e miliardi tu verresti forse sommerso dai debiti?

    condividere file protetti equivale a

    moltiplicarli e a seguito di quest'altra

    aritmetica espansiva l'oggetto del

    contendere diventa disponibile ben al di

    là delle politiche commerciali
    dei

    titolari dei diritti, politiche che si

    basano su una logica che cozza colle

    possibilità del digitale.

    cosa cambia scusa? il furto di una macchina
    è una cosa e quello di musica un
    altra so,o perchè i mezzi attuali
    rendono più facile rubare e
    condividere proprietà digitali
    piuttosto che fisiche? hai le idee confuse sul significato di rubare. I mezzi attuali semplicemente rendono sorpassate le logiche commerciali che si basano su teorie buone ad esempio per il commercio delle patate, non certo per i bit.
    In Italia qualcuno ha deciso che se io non
    chiudo a chiave la porta o la finestra di
    casa di notte o di giorno e qualcuno entra
    non è reato, perchè il
    lasciare aperto significa invitare altri ad
    entrare, quindi se hai caldo o metti mega
    sbarre o il climatizzatore ma non aprire
    quella porta... Stupidaggine. Casa mia e mia
    e se ci entri senza permesso comemtti un
    crimine.e questo cosa c'entra.
    La musica ha dei diritti in mano a delle
    persone, queste persone hanno diritto a
    tutelarla. Il fatto che sia relativamente
    facile rubarla e conviderla e renderla
    quindi a disposizione di tutti, secondo te
    legittima questo comportamento?

    anche rubare un bici non chiusa e poi usarla
    in condivisione non è reato secondo
    te, secondo me una bici è qualcosa di ben diverso dai dei bit e non capisco come tu non te ne renda conto.
    io vorrei un mondo senza serratura etu
    dimostri che il mondo è possibile con
    solos empre più profonde blindaturetu vorresti invece, come molti produttori di digitale, che le possiblità offerte dai bit di duplicazione senza limiti fossero sfruttate solo da loro mentre gli altri dovrebbero far finta che i bit fossero come patate.ciao
  • MadiC scrive:
    pro e contro
    (IMHO)I miei pro P2P li trovo nel poter trovarci cose che mi sognerei di trovare nei negozi, e COSA PIU' IMPORTANTE scaricare e ascoltare musica che altrimenti non comprerei manco per 1 euro a pezzo (approposito: iTunes in italia? niente ancora? :().E diciamolo... sono daccordo con chi dice di farlo per ledere un poco anche queste organizzazioni a delinquere legalizzate quali SIAE, RRIAAAAAAA, ecc. In questo pero' vorrei dire che in fondo quando scarico non penso "fanculo SIAE", e devo dire che neanche penso a comprare un CD perche' mi piace il singolo o un pezzo dell'LP. Costano troppo per rischiare di avere una fregatura, e per quanto mi riguarda anche se ci trovo un solo pezzo "riempi CD" mi girano!!! Se mi capita di ascoltare qualcosa degno di 20 (!!!) euro... allora mi piego al volere della "cupola" SIAE, e cerco dove posso trovare il CD a prezzo migliore (anche su internet).Perche' lo faccio e non mi scarico tutto l'album via P2P?primo: sicuramente scarico tutto l'album! devo cmq controllare :)secondo: credo ancora nel valore dell'arte, e nonostante non sia ricco, cerco di premiare cio' che vale.Ma il livello artistico di "breakdown" per cui decido di comprare il disco diventa piu' alto, perche' 20 euro sono 20 euro! Questo significa che pochi possono essere (almeno da me) premiati del loro talento e lavoro (max 7/8 all'anno). adesso mi incazzo:La situazione e' che alla fine il grosso scambiato via P2P e quindi danneggiato, sono i pezzi dei big presi da MTV. E per colpa di questi che non vogliono che ci sia un metodo migliore per selezionare musica. Per due motivi: 1. Vogliono le pecore da addestrare con MTV, se la gente puo' ascoltare di meglio raffinera' il palato e i loro investimenti in marketing e video andranno a farsi fottere. 2. Vogliono pochi big, cosi' non si frammenta il mercato e si possono avere delle fette di mercato tali da permettere di fare concerti megasuperpomposi, promozioni dal budget esagerato, ecc.Alla fine sono quelli piu' danneggiati dal P2P. Mi girano anche (come a tutti credo) il fatto che la SIAE (che non e' un ente statale) possa, TRAMITE UNA LEGGE ITALIANA, usufruire di una tassa assurda sui CD Vergini. Cioe' pure se voglio fare musica "opensource" e voglio dare la mia musica a tutti, devo pagare la siae indirettamente!! mi girano!!!! miiii quanto mi girano!!! e quanto mi girano per il fatto di pagare la siae anche per i miei backup dati!!La situazione in Italia e' che il massimo della protesta che ho visto, la trovo in questi forum... e forse qualche altro sito di "protesta"....e....??? ma dove sono finite le proteste civili ma serie? ok.. passiamo ai contro:e' un reato. Non e' un bene andare controlegge... altrimenti si creano situazioni di anarchia. La regola e' che se c'e' una legge non giusta, si fa una petizione e si propone una legge alternativa (richiamo tutti quelli che hanno buone proposte ad inviarmi un messaggio privato via PI), non andare contro legge e basta!! Altro contro, e' che si facilita il commercio illegale di CD (che come tutti gli oggetti illegali) al di la della loro provenienza, porta semplicemente a rendere economicamente piu' potente le organizzazioni criminali.E non mi venite a dire "tanto scarico tutto" perche' c'e' chi non scarica che ottiene i cd proprio dalle bancarelle che vengono fornite dalla criminalita' organizzata, che a sua volta si serve di tutti noi tramite P2P per "rifornirsi" di musica da vendere.Questa e' purtroppo la situazione.Altra soluzione?? boicottare la SIAE a monte: non affidare la propria musica alla SIAE.Ognuno di noi puo' certificare la data di creazione di un brano, semplicemente inviando a se stesso una registrazione del brano su CD (ovviamente tassato...:)) e il vostro nome completo di dati anagrafici; conservare la busta che ci arriva, CHIUSA. La busta col timbro postale, identifica il nostro pezzo come nostro. In caso di plagio si aprira' la busta davanti ad un notaio ed un commissario che certifichera' il brano come vostro dalla data del timbro.Un po' laborioso??si... ma la siae non puo' avere tanto potere e usarlo cosi' male.E ci vorrebbe il coraggio da parte delle case discografiche di abbassare i margini di profitto, vendere tramite canali alternativi, per abbassare i prezzi.Impossibile? ma la speranza e' ultima a morire...p.s.wow che post lungo!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    - Scritto da: Anonimo
    Ecco a voi un altro che non ha capito la
    differenza che passa tra rubare e
    condividere!

    Adesso te la spiego con parole tue:
    se la tua donna ti lascia e va con un altro,
    puoi dire che l'altro ti ha rubato la donna.
    se la tua donna non ti lascia ma frequenta
    l'altro mentre tu stai qui a scrivere
    idiozie sul forum di P.I., l'altro non ti ha
    rubato nulla, anzi ci hai guadagnato in
    statura.
    Ti e' piu' chiaro il concetto spiegato in
    questo modo?ROTFL!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    Tu dimostri soprattutto due cose:1) non hai capito nulla del file sharing2) non hai mai letto i molti post intelligenti che rifiutano l'equivalenza che cerchi di fare passare.In alternativa...lo fai apposta, ma per risponderti:sharare file, anche protetti da diritto di autore NON è reato n-o-n è -r-e-a-t-o punto.E' illegale, ma solo perchè la legge (quella seria) è stata fatta quando non esisteva il file sharing, mentre successivamente ci sono state solo leggi fatte su misura per chi sul copyright lucra.
  • Anonimo scrive:
    FORZA!!!
    Grange Michelle!Lotta dura senza paura!
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAma vatti a leggere beccaria bifolco
  • Anonimo scrive:
    Re: (il)legalità
    - Scritto da: Orsogrigio
    Eppure è tutto così semplice
    ed evidente: se i ricchi rubano ai proveri
    (banche, assicurazioni, multinazionali, ...)
    è legale.
    Se i proveri rubano ai ricchi (file sharing)
    è illegale.
    Non ve ne eravate accorti?comunista comunista ecco uno sporco comunista!al rogo al rogo w le banche e le assicurazioni che sono le migliori amiche dei consumatori.com'e' che non te l'ha ancora detto nessuno? vuoi vedere che cominciamo a svegliarci?
    • Anonimo scrive:
      Re: (il)legalità
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Orsogrigio

      Eppure è tutto così
      semplice

      ed evidente: se i ricchi rubano ai
      proveri

      (banche, assicurazioni, multinazionali,
      ...)

      è legale.

      Se i proveri rubano ai ricchi (file
      sharing)

      è illegale.

      Non ve ne eravate accorti?

      comunista comunista ecco uno sporco
      comunista!
      al rogo al rogo w le banche e le
      assicurazioni che sono le migliori amiche
      dei consumatori.

      com'e' che non te l'ha ancora detto nessuno?
      vuoi vedere che cominciamo a svegliarci?non ha mika tutti i torti.....se guardi bene
      • Anonimo scrive:
        Re: (il)legalità
        - Scritto da: Anonimo

        non ha mika tutti i torti.....se guardi bene ^in effetti detto da uno che okkupa tutto!usate ch al posto di k.
  • Anonimo scrive:
    Re: Infatti è estorsione
    - Scritto da: Anonimo
    Ed è una pratica estorsiva applicata
    anche qui in Italia contro i deboli dalla
    burocrazia e da certeleggi liberticide che
    non appartengono ad uno Stado di Diritto.Rispondo qui all'OT successivo, c'era una canzone dei derozer sulla SIAE...
  • Anonimo scrive:
    Re: Pizzicato anche Bill Gates
    hihih si si che belloooooooooo vedere la ria che finisce per aria e disintegrata dalle loro stesse leggi
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono sempre + contento...
    - Scritto da: Anonimo
    Se la maggior parte della popolazione non
    percepisce come reato grave (o penale)
    condividere musica, le major hanno
    già perso...La maggior parte della popolazione percepisce il file sharing come atto dovuto per avere investito in PC, masterizzatore e banda larga.E quello che viene sharato sono soprattutto le musicacce commerciali, quelli che durano lo spazio di tempo che li separa dall'orrendo brano successivo, e poi vengono dimenticate...I brani d'autore, quelli che resistono al tempo, quelli che tutti conoscono, tutti quelli che li apprezzano li possiedono in originale.L'arte e la qualita' il compenso lo trovano, nonostante il P2P.
    • maciste scrive:
      Re: Sono sempre + contento...

      E quello che viene sharato sono soprattutto
      le musicacce commerciali, quelli che durano
      lo spazio di tempo che li separa
      dall'orrendo brano successivo, e poi vengono
      dimenticate......e soprattutto sono quelle musiche che se non trovi sul p2p trovi invece presso il tuo venditore ambulante di fiducia per una cifra cinque volte inferiore all'originale.
  • Anonimo scrive:
    Re: patteggiamento fiscale
    - Scritto da: max59
    Patteggiamento fiscale, accordo
    tra l'amministrazione finanziaria e il
    contribuente per la definizione di
    controversie in materia tributaria tramite
    il versamento di un importo inferiore a
    quello richiesto.

    quindi anche in Italia la SIAE potrebbe fare
    lo stesso, come la RRIA con Michelle :|

    per il costo eccessivo dei cd, si può
    solo sperare nelle offerte promozionali :(
    vero, ma il fisco prima accerta e acquisisce le provee la multa e' in base all'effettiva evasione.....poipuoi patteggiare o andare davanti ad un giudice....la riia (ente privato) ti manda una lettera dicendo che glidevi pagare tutto quello che secondo loro hanno persocon il p2p fino ad oggi....le prove della ria sono un logine un indirizzo ip....ma non sanno chi c'e' davanti al pc....sai in italia quanto ci vuole a farsi dare un login a nome di un'altro ???? lo fai on line in 5 minuti....gpl
    • Anonimo scrive:
      Re: indagando...
      - Scritto da: Anonimo
      la riia (ente privato) ti manda una lettera
      dicendo che gli
      devi pagare tutto quello che secondo loro
      hanno perso
      con il p2p fino ad oggi....le prove della
      ria sono un login
      e un indirizzo ip....ma non sanno chi c'e'
      davanti al pc....

      sai in italia quanto ci vuole a farsi dare
      un login a nome di un'altro ???? lo fai on
      line in 5 minuti....

      gplma nel log del server risultano questi passaggi, quindi si può risalire all'indirizzo iniziale...
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti

    Vedi...a differenza delle macchine, ce ne
    sono per tutte le fasce di reddito...i cd
    invece no. Prophilax: grande musica, prezzo nullo, grandi concerti
  • Anonimo scrive:
    risposta al troll (Re: Chi ruba non ha d
    - Scritto da: Anonimo
    Con che faccia pontificate i vostri diritti,
    quando siete in torto marcio?Ehi trollone ignorante, i diritti non vengono negati neppure agli assassini, figurati a quelli che rifiutano di arricchire ogni volta i tuoi padroni secondo i loro capricci. La condivisione non è un furto assolutamente. Scambiare i file protetti sarà anche reato, ma devi prima chiedere ai tuoi padroni per quale ragione non era reato scambiarsi i CD o i libri o leggerseli in biblioteca fino a poco tempo fa...Inoltre dì ai tuoi padroni che loro non hanno alcun diritto di comportarsi da delinquenti calpestando la privacy degli altri o estorcendo loro del denaro, solo perché non si accontentano di tutti gli introiti che hanno dalle varie gabelle (tasse su CD, filodiffusione, concerti pubblici anche di musica non protetta da copyright e composta dagli stessi esecutori, bollini SIAE anche sulla musica propria ecc. ecc.).
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    - Scritto da: Anonimo
    Con che faccia pontificate i vostri diritti,
    quando siete in torto marcio? Se scambiate
    file protetti, non c'è niente da
    fare: avete commesso un reato. Che poi lo
    facciano tutti, ovunque, poco importa. Se vi
    beccano, pagate. La prossima volta i CD ve
    li andate a comprare e se costano ascoltate
    la radio o lasciate perdere. Non è
    che "siccome la Ferrari costa allora la rubo
    e Montezemolo non deve rompere i coglioni,
    altrimenti lo contro-denuncio". Avete
    ru-ba-to. Punto, fine. è così
    semplice. Lo fanno tutti, benissimo. Si
    ringrazi il fatto che venga data la
    possibilità di patteggiare
    economicamente.Ecco a voi un altro che non ha capito la differenza che passa tra rubare e condividere!Adesso te la spiego con parole tue:se la tua donna ti lascia e va con un altro, puoi dire che l'altro ti ha rubato la donna.se la tua donna non ti lascia ma frequenta l'altro mentre tu stai qui a scrivere idiozie sul forum di P.I., l'altro non ti ha rubato nulla, anzi ci hai guadagnato in statura.Ti e' piu' chiaro il concetto spiegato in questo modo?
  • Anonimo scrive:
    Sono sempre + contento...
    ...non per le sentenze in merito al P2P, non per le nuove leggi riguardanti i diritti d'autore, e men che mai per l'interpretazione creativa che le major stanno facendo delle attuali leggi...... Eppure stanno perdendo sul fronte più importante, far passare la condivisione di musica per una cosa immorale quanto il furto.Se la maggior parte della popolazione non percepisce come reato grave (o penale) condividere musica, le major hanno già perso...Dove c'è una domanda nasce l'offerta e non saranno leggi da medioevo, sentenze creative o intimidazioni da mafiosi a piegare il popolo del P2P. Se necessario nasceranno nuovi sistemi di condivisione, qualcuno comincierà a battersi in nome dei suoi diritti civili, e a lungo andare sarà il popolo del P2P a schiacciare le Major.
  • non registrato scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: non registrato


    Non è la RAI (non il programma
    :D),

    ma l'Agenzia delle Entrate che invia i

    bollettini di pagamento... perché

    l'abbonamento è una tassa di
    possesso

    del televisore.

    anche questa è una cosa
    assurda..perchè devo pagare una tassa
    su una cosa che ho comprato con i MIEI
    soldi??? forse la domanda è: perché si devono pagare le tasse? :)Perché si pagano su qualunque cosa, non solo la TV, ma anche l'auto, la casa, il reddito...
    al riguardo vorrei dire una
    curiosità: quelli delle tasse
    contestano a mio padre dei soldi che ha
    già dimostrato non deve assolutamente
    dare (e questo in tribunale..) ma quelli
    delle finanze li vogliono e hanno
    addirittura ordinato il fermo amministrativo
    della macchina di mio padre finchè
    non paga. E questa allora non è forse
    estorsione e ricatto????purtroppo in Italia è difficile far valere le proprie ragioni. Non avete scelta che opporvi ad ogni decreto o provvedimento esibendo la vostra documentazione e sperare bene.
  • Orsogrigio scrive:
    (il)legalità
    Eppure è tutto così semplice ed evidente: se i ricchi rubano ai proveri (banche, assicurazioni, multinazionali, ...) è legale.Se i proveri rubano ai ricchi (file sharing) è illegale.Non ve ne eravate accorti?
  • Orsogrigio scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    Ma tu sei proprio così gnucco o è una posa?Dimmi che voti Berlusconi, così tutto torna.
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    - Scritto da: non registrato
    Non è la RAI (non il programma :D),
    ma l'Agenzia delle Entrate che invia i
    bollettini di pagamento... perché
    l'abbonamento è una tassa di possesso
    del televisore.anche questa è una cosa assurda..perchè devo pagare una tassa su una cosa che ho comprato con i MIEI soldi??? e appunto se non paghi minacciano pure..questa forse non è estorsione??? al riguardo vorrei dire una curiosità: quelli delle tasse contestano a mio padre dei soldi che ha già dimostrato non deve assolutamente dare (e questo in tribunale..) ma quelli delle finanze li vogliono e hanno addirittura ordinato il fermo amministrativo della macchina di mio padre finchè non paga. E questa allora non è forse estorsione e ricatto????
  • non registrato scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    - Scritto da: Anonimo
    Anche la RAI quando trova un non-abbonato
    esegue la stessa procedura......denunciamo
    anche lei? :DNon è la RAI (non il programma :D), ma l'Agenzia delle Entrate che invia i bollettini di pagamento... perché l'abbonamento è una tassa di possesso del televisore.
  • Anonimo scrive:
    PER LA LEGGE ITALIANA
    IO NON HO RUBATO PROPRIO NIENTE, dato che la condivisione NON è equiparata al furto quindi tu, caro il mio trollone, saresti passibile di denuncia per calunnie, e se avessi il tempo ed i soldi ti denuncerei non sai quanto volentieri....quindi stai attento a quel che dici, perchè prima o poi a qualcuno con più disponibilità e meno pazienza potrebbe venire la voglia di strapparti le palline... e spero proprio che lo facciano.....
  • Anonimo scrive:
    Re: patteggiamento fiscale
    Si, ma la RIAA e la SIAE non sono enti statali! :@
    • Anonimo scrive:
      Re: patteggiamento fiscale
      - Scritto da: Anonimo
      Si, ma la RIAA e la SIAE non sono enti
      statali! :@si, ma per interpretazione estensiva di legge possono farlo :(
      • Anonimo scrive:
        Re: patteggiamento fiscale
        - Scritto da: max59

        - Scritto da: Anonimo

        Si, ma la RIAA e la SIAE non sono enti

        statali! :@

        si, ma per interpretazione estensiva di
        legge possono farlo :(Tra un po' lo potra fare anche la mafia!
  • Anonimo scrive:
    patteggiamento fiscale
    Patteggiamento fiscale, accordo tra l'amministrazione finanziaria e il contribuente per la definizione di controversie in materia tributaria tramite il versamento di un importo inferiore a quello richiesto .quindi anche in Italia la SIAE potrebbe fare lo stesso, come la RRIA con Michelle :|per il costo eccessivo dei cd, si può solo sperare nelle offerte promozionali :(
  • Anonimo scrive:
    [OT] TROLL DETECTED
    come da oggetto....
  • Anonimo scrive:
    Re: Infatti è estorsione
    Vedi la RAI ( se non paghi x un anno, l'anno successivo ti arriva una lettera intimidatoria, dove *SE* paghi 196 euro, non proseguono ...... )
    • Anonimo scrive:
      Re: Infatti è estorsione
      - Scritto da: Anonimo
      Vedi la RAI ( se non paghi x un anno, l'anno
      successivo ti arriva una lettera
      intimidatoria, dove *SE* paghi 196 euro, non
      proseguono ...... )Bhe non è proprio uguale, anche perché il canone è una tassa e la rai non è un società privata ma statale, quindi può utilizzare il patteggiamento tributario...
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    Anche la RAI quando trova un non-abbonato esegue la stessa procedura......denunciamo anche lei? :D
  • Max3D scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    giusto qualche giorno fa su PI c'era un'articolo dove la persona intervistata diceva:in 10 minuti posso beccarti nel P2P 10 pedofili, ma il problema e' che le prove che raccoglierei sarebbero di fatto un furto, ed una violazione della privacy e di conseguenza la GDF, Polizia Postale o chi per loro, non potrebbero usare queste prove perche' aquisite commettendo di fatto un reato.Adesso vuoi ditemi come fa la RIAA o chi per loro a sapere io cosa ho nel mio HD e che uso ne faccio :@
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    - Scritto da: Anonimo
    Avete ru-ba-to. Punto, fine. è così semplice.Chi ruba, anche se in effetti di furto non si tratta, ha gli stessi diritti degli altri.Il tuo principio è proprio delle peggiori dittature africane, dove la legge viene plasmata a seconda delle esigenze dei potenti.Se ho commesso una infrazione devo pagare il pegno che prevede la legge, ma il mio errore non autorizza la parte lesa a non rispettare la legge.Visto che fai l'esempio delle macchine, te ne faccio uno analogo: se becchi qualcuno che ti sta rubando la macchina tu cosa faresti? Io lo gonfierei di botte. Ma non posso farlo. Se lui ha infranto la legge, io non sono autorizzato a infrangerla a mia volta, neanche per far rispettare i miei diritti.E' una delle norme fondamentali del diritto internazionale.E ti dirò di più, neanche la polizia può infrangere una legge per farne rispettare un'altra. A meno che non ti trovi in uno degli stati africani di cui sopra.Spero sia abbastanza chiaro.CiaoVanHelsing
  • Anonimo scrive:
    Pizzicato anche Bill Gates
    E se per caso pizzicassero anche Bill Gates mentre digita titoli di brani musicali su Kazaa? questa sarebbe proprio bella da vedere...in tribunale.:D:D:D
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    - Scritto da: Anonimo
    Con che faccia pontificate i vostri diritti,
    quando siete in torto marcio? Se scambiate
    file protetti, non c'è niente da
    fare: avete commesso un reato. Che poi lo
    facciano tutti, ovunque, poco importa. Se vi
    beccano, pagate. La prossima volta i CD ve
    li andate a comprare e se costano ascoltate
    la radio o lasciate perdere. Non è
    che "siccome la Ferrari costa allora la rubo
    e Montezemolo non deve rompere i coglioni,
    altrimenti lo contro-denuncio". Avete
    ru-ba-to. Punto, fine. è così
    semplice. Lo fanno tutti, benissimo. Si
    ringrazi il fatto che venga data la
    possibilità di patteggiare
    economicamente.Che gli utenti p2p violino una legge è sicuramente un fatto. Questo, però, non è una giustificazione valida per calpestare i diritti riconosciuti dalla legge ad ogni cittadino. Il sistema giuridico sancisce una serie di regole e di "punizioni" per chi le infrange, ma definisce anche i limiti entro i quali le forze dell'ordine e la magistratura devono agire. Se fosse altrimenti, sarebbe il caos.Vorrei ricordarti, che nella vicenda delle denunce della RIAA, gli ISP americani sono stati costretti, sotto la pressione delle case discografiche, a rivelare l'identità dei loro utenti SENZA un ordine del tribunale e VIOLANDO il loro diritto alla privacy.
  • SiN scrive:
    Societò Italiana Anonima Estorsioni
    Non si chiama così, del resto, l'equivalente italinao della RIAA?
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    - Scritto da: Gallone
    Eheh è molto comico vedere come
    saltan sempre fuori persone alle quali rode
    così tanto che la gente si prenda
    gioco delle major, ed è troppo
    divertente vederli sbraitare su PI facendo
    sempre il solito paragone della macchina che
    non ti puoi comprare hahahahahaahNon sempre.Il fan delle major di ieri faceva il paragone con il furto di jeans... :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    Innanzitutto chi ruba HA diritti, come chiunque altro. Ha diritto a un processo equo, ad un avvocato che lo difenda, alla presunzione di innocenza fino alla condanna.Il patteggiamento extragiudiziale proposto dalla RIAA fa venire meno tutti questi diritti, è un'intimidazione bella e buona basata sulla consapevolezza della propria potenza. Se io fossi stato raggiunto da una loro "lettera amichevole" e fossi stato estraneo ai fatti probabilmente avrei cercato di venire loro incontro perchè fortemente intimidito, perchè non posso permettermi un pool di avvocati come il loro, per evitare perdite di tempo e un processo dove l'alea sarebbe stata troppo alta.Per me è racket.
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    esatto, chi viola il diritto d'autore cioe' CHI SE NE APPROPRIA PER FINI DI LUCRO ma chi mette file in rete (magari per trasferirli tra 2 pc geograficamente distanti) non viola i diritti dichiarati (a meno che non trasmetta uno stream audio) e il principio che non mi piace e' che LE MAJOR VOGLIONO CHE MI TRASFORMI IN UNA GUARDIA AL LORO SERVIZIO PER PROTEGGERE UN LORO BENE DI CUI MI VENDONO L'USO A UN PREZZO ASSURDO SCIACALLANDO GLI ARTISTI BRAVI E SPENDENDO CIFRE PAZZESCHE IN PROMOZIONI DI ARTISTI INCAPACI INQUINANDO LE PROGRAMMAZIONI RADIOFONICHE una corretta applicazione della legge dovrebbe essere: major, rivaletevi su chi ha scaricato musica ma solo dopo aver raccolto prove che ne fa uso a fini di lucro, la persecuzione da parte della legge verso chi mette in condivisione come viene fatta oggi e' un uso scorretto della forza pubblica a fini privati
  • Gallone scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    - Scritto da: Anonimo
    Con che faccia pontificate i vostri diritti,
    quando siete in torto marcio? Se scambiate
    file protetti, non c'è niente da
    fare: avete commesso un reato.Eheh è molto comico vedere come saltan sempre fuori persone alle quali rode così tanto che la gente si prenda gioco delle major, ed è troppo divertente vederli sbraitare su PI facendo sempre il solito paragone della macchina che non ti puoi comprare hahahahahaahSiete ridicolie io GODO ogni giorno a sapere sia che la prendete in quel posto sia che c'è sempre più gente che scarica, sia a leggere notizie come quella di oggi :)Con affetto e senza rancore, un simpatizzante p2p
  • BlueSky scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti

    Con che faccia pontificate i vostri diritti,
    quando siete in torto marcio? Se scambiate
    file protetti, non c'è niente da
    fare: avete commesso un reato. Che poi loNon so se vedi la sproporzione. Prima ti intimido minacciandoti centinaia di migliaia di dollari di risarcimento, quindi ti propongo di sanare il tutto con una piccola ammenda.Il risarcimento iniziale chiesto non ha nulla a che vedere con il reale danno subito e serve solo ad intimidire.I metodi usati, a mio parere, si possono considerare estorsione.
  • Anonimo scrive:
    Infatti è estorsione
    Ed è una pratica estorsiva applicata anche qui in Italia contro i deboli dalla burocrazia e da certeleggi liberticide che non appartengono ad uno Stado di Diritto.
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    E allora sai cosa faccio ? sai cosa faccio ???Mi faccio eleggere capo del Governo, rompo i maroni a tutti perchè votino la MIA legge, depenalizzazione di tutti i reati di sharing :-) anzi incentivi alla ristrutturazione delle reti.Se dovessero accusarmi , io parlerò solo se il capo del Governo sarà lì con me ad ammettere gli altri suoi "reati".Cercate su google la storia di Europa 7 che sta ancora aspettando le licenze di trasmissione tv, perchè il caro amico su rete4 non vuole sloggiare.L'ultima legge che verrà approvata sarà perchè volevano bene a Raitre e le permetteranno di raccogliere ancora denaro ? nahhhE vogliamo parlare della sua richiesta a depenalizzare i reati del falso in bilancio ? nahhh... Parmalat non c'entra :-9 non è colpa mia, volevo solo alleggerire il lavoro ai giudici.Falso in Bilancio con magari anche migliaia di lavoratori sulla strada e ti rischi finno a due anni.Violazione dei diritti d'autore qualora ti venga convalidata l'ipotesi di lucro sono fino a 3 anni...Assurdo...poi ognuno paghi quello che deve..ma il primo dia il buon esempio.Crazy
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    - Scritto da: Anonimo
    Con che faccia pontificate i vostri diritti,
    quando siete in torto marcio? Se scambiate
    file protetti, non c'è niente da
    fare: avete commesso un reato. Che poi lo
    facciano tutti, ovunque, poco importa. Se vi
    beccano, pagate. La prossima volta i CD ve
    li andate a comprare e se costano ascoltate
    la radio o lasciate perdere. Non è
    che "siccome la Ferrari costa allora la rubo
    e Montezemolo non deve rompere i coglioni,
    altrimenti lo contro-denuncio". Avete
    ru-ba-to. Punto, fine. è così
    semplice. Lo fanno tutti, benissimo. Si
    ringrazi il fatto che venga data la
    possibilità di patteggiare
    economicamente.il torto marcio ce l'hanno le case discografiche che ci pigliano in giro...coi prezzi che hanno i CD credono che siamo tutti parenti del Berlusca..che abbassino i prezzi dei CD così nessuno li comprerà mai più dai marocchini per strada e non sarà più conveniente neppure scaricarli da internet..tanto non lo faranno mai perchè c'è tantissima gente che su ogni CD venduto vuole la sua fetta di torta e non ci vuole rinunciare...
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    - Scritto da: Anonimo
    Con che faccia pontificate i vostri diritti,
    quando siete in torto marcio? Se scambiate
    file protetti, non c'è niente da
    fare: avete commesso un reato. Che poi lo
    facciano tutti, ovunque, poco importa. Se vi
    beccano, pagate. La prossima volta i CD ve
    li andate a comprare e se costano ascoltate
    la radio o lasciate perdere. Non è
    che "siccome la Ferrari costa allora la rubo
    e Montezemolo non deve rompere i coglioni,
    altrimenti lo contro-denuncio". Avete
    ru-ba-to. peccato che non trattasi di furto ma di violazione di diritto d'autore, vedi...la differenza è sostanziale perché nel primo caso io sottraggo un bene che non è di mia proprietà mentre nel secondo io non pago una sorta di tassa che mi consenta il libero ascolto della musica; il primo è un reato penale, il secondo un illecito amministrativo...tutto questo per la precisione e non per difendere nessuno.
  • Africano scrive:
    Re: Chi ruba non ha diritti
    - Scritto da: Anonimo
    Con che faccia pontificate i vostri diritti,
    quando siete in torto marcio? Se scambiate
    file protetti, non c'è niente da
    fare: avete commesso un reato. Che poi lo
    facciano tutti, ovunque, poco importa. Se vi
    beccano, pagate. La prossima volta i CD ve
    li andate a comprare e se costano ascoltate
    la radio o lasciate perdere. Non è
    che "siccome la Ferrari costa allora la rubo
    e Montezemolo non deve rompere i coglioni,
    altrimenti lo contro-denuncio". Avete
    ru-ba-to. Punto, fine. è così
    semplice. Lo fanno tutti, benissimo. Si
    ringrazi il fatto che venga data la
    possibilità di patteggiare
    economicamente.Fosse così semplice...rubare è sottrarre qualcosa a un altro che a seguito di questa aritmetica furtiva vede scemare le sue proprietà.condividere file protetti equivale a moltiplicarli e a seguito di quest'altra aritmetica espansiva l'oggetto del contendere diventa disponibile ben al di là delle politiche commerciali dei titolari dei diritti, politiche che si basano su una logica che cozza colle possibilità del digitale.L'esempio che porti infatti, c'entra ben poco, forse che si può mettere un bolide in file sharing e trovarne poi le strade invase?ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi ruba non ha diritti
      - Scritto da: Africano


      - Scritto da: Anonimo

      Con che faccia pontificate i vostri
      diritti,

      quando siete in torto marcio? Se
      scambiate

      file protetti, non c'è niente da

      fare: avete commesso un reato. Che poi
      lo

      facciano tutti, ovunque, poco importa.
      Se vi

      beccano, pagate. La prossima volta i CD
      ve

      li andate a comprare e se costano
      ascoltate

      la radio o lasciate perdere. Non
      è

      che "siccome la Ferrari costa allora la
      rubo

      e Montezemolo non deve rompere i
      coglioni,

      altrimenti lo contro-denuncio". Avete

      ru-ba-to. Punto, fine. è
      così

      semplice. Lo fanno tutti, benissimo. Si

      ringrazi il fatto che venga data la

      possibilità di patteggiare

      economicamente.

      Fosse così semplice...

      rubare è sottrarre qualcosa a un
      altro che a seguito di questa aritmetica
      furtiva vede scemare le sue
      proprietà.non scemano le sue proprietà se il file viene condiviso?
      condividere file protetti equivale a
      moltiplicarli e a seguito di quest'altra
      aritmetica espansiva l'oggetto del
      contendere diventa disponibile ben al di
      là delle politiche commerciali dei
      titolari dei diritti, politiche che si
      basano su una logica che cozza colle
      possibilità del digitale.cosa cambia scusa? il furto di una macchina è una cosa e quello di musica un altra so,o perchè i mezzi attuali rendono più facile rubare e condividere proprietà digitali piuttosto che fisiche? In Italia qualcuno ha deciso che se io non chiudo a chiave la porta o la finestra di casa di notte o di giorno e qualcuno entra non è reato, perchè il lasciare aperto significa invitare altri ad entrare, quindi se hai caldo o metti mega sbarre o il climatizzatore ma non aprire quella porta... Stupidaggine. Casa mia e mia e se ci entri senza permesso comemtti un crimine.La musica ha dei diritti in mano a delle persone, queste persone hanno diritto a tutelarla. Il fatto che sia relativamente facile rubarla e conviderla e renderla quindi a disposizione di tutti, secondo te legittima questo comportamento?anche rubare un bici non chiusa e poi usarla in condivisione non è reato secondo te, io vorrei un mondo senza serratura etu dimostri che il mondo è possibile con solos empre più profonde blindature
  • Anonimo scrive:
    Chi ruba non ha diritti
    Con che faccia pontificate i vostri diritti, quando siete in torto marcio? Se scambiate file protetti, non c'è niente da fare: avete commesso un reato. Che poi lo facciano tutti, ovunque, poco importa. Se vi beccano, pagate. La prossima volta i CD ve li andate a comprare e se costano ascoltate la radio o lasciate perdere. Non è che "siccome la Ferrari costa allora la rubo e Montezemolo non deve rompere i coglioni, altrimenti lo contro-denuncio". Avete ru-ba-to. Punto, fine. è così semplice. Lo fanno tutti, benissimo. Si ringrazi il fatto che venga data la possibilità di patteggiare economicamente.
  • Anonimo scrive:
    anche in Italia
    Michele Scimeca che vinca o che perda poco importa, secondo me è da ammirare per il coraggio dimostrato. Anche in Italia qualche avvocato dovrebbe avere il coraggio di intraprendere azioni legali di questo tipo. Le tecniche intimidatorie con tentativi di soluzioni extragiudiziali in Italia sono all'ordine del giorno, speriamo che il sig. michele sia di buon esempio anche da noi.
    • Max3D scrive:
      Re: anche in Italia
      piu' che altro e' da ammirare per i soldi che e' disposta a spendere...penso che molti in sostanza si siano arresi perche' non poi così benestanti da potersi permettere una battaglia legale lunga qualche anno.:
  • Anonimo scrive:
    evvai
    spero che la riaa si becchi un fracco di legnate in tribunale.
  • Anonimo scrive:
    In Italia..
    In america chi si trova in guai simili non perde certo tempo aspettando l'esito dei processi per controdenunciare chi muove accuse. In Italia ci affidiamo agli avvocati che dicono aspetta, aspetta, aspetta...Vi pongo una domanda a cui nessun avvocato ha mai voluto dar risposta precisa... si può controquerelare una procura che apre indagini come quelle di Cagliari?
    • Anonimo scrive:
      Re: In Italia..
      se hai buoni motivi sil'importante e che 6 preciso (molto)
    • Anonimo scrive:
      Re: In Italia..
      - Scritto da: Anoni
      Vi pongo una domanda a cui nessun avvocato
      ha mai voluto dar risposta precisa... si
      può controquerelare una procura che
      apre indagini come quelle di Cagliari?certo. qualunque atto della pubblica amministrazione puo' essere impugnato davanti al tribunale amministativo e poi su fino al consiglio di stato (che credo sia il massimo grado d'appello per queste cose)
  • HotEngine scrive:
    In talia sarebbe estorsione.
    Il comportamento tenuto dalla RIAA sarebbe equivalente ad una estorsione secondo il codice italiano.
    • Anonimo scrive:
      Re: In talia sarebbe estorsione.
      - Scritto da: HotEngine
      Il comportamento tenuto dalla RIAA sarebbe
      equivalente ad una estorsione secondo il
      codice italiano.Non a caso è cosi che si comportano le major! :sSe è questo che intendono per capitalismo faranno poca strada:dovranno passare sopra molti utenti anzi milioni di utenti!
    • Anonimo scrive:
      Re: In talia sarebbe estorsione.
      - Scritto da: HotEngine
      Il comportamento tenuto dalla RIAA sarebbe
      equivalente ad una estorsione secondo il
      codice italiano.Si', ma certe leggi anche in Italia vengono applicate solo ai poveracci altrimenti quelli della SIAE sarebbero tutti dentro.Non so se li hai mai visti arrivare ad una festa privata quei farabutti...
      • Anonimo scrive:
        Re: In talia sarebbe estorsione.

        Si', ma certe leggi anche in Italia vengono
        applicate solo ai poveracci altrimenti
        quelli della SIAE sarebbero tutti dentro.
        Non so se li hai mai visti arrivare ad una
        festa privata quei farabutti...Sì: gli ho detto "per me o pagate il biglietto o non entrate...". Poi ovviamente il mio capo li ha fatti entrare, cazziandomi etc etc, ma dovevo lavorare lì solo quella sera, quindi... Una piccola soddisfazione :)Marco
    • Anonimo scrive:
      Re: In Italia sarebbe estorsione?
      - Scritto da: HotEngine
      Il comportamento tenuto dalla RIAA sarebbe
      equivalente ad una estorsione secondo il
      codice italiano.ma la RIAA sta proteggendo i suoi dirittie la soluzione proposta a Michelle è alla luce del sole...c'è solo da sperare nella concorrenza perchè qualche produzione faccia offerte al ribasso
      • Anonimo scrive:
        Re: In Italia sarebbe estorsione?
        i propri diritti uno li difende in tribunale, se pensa di spuntarla;se invece vai da uno minacciandolo di una denuncia e gli dici "se paghi non ti denuncio" è intimidazione e estorsione.gli accordi tra le parti si possono fare negli usa, ma DURANTE il processo; addirittura gli avvocati prima dell'aula non possono prometterti accordi perchè l'ordine degli avvocati lo ha espressamente proibito.si va in tribunale e si vede:- se pensi di farcela vai fino in fondo- se pensi di non farcela proponi/accetti una composizionema DURANTE NON PRIMA
        • Anonimo scrive:
          Re: patteggiamento fiscale
          - Scritto da: Anonimo
          gli accordi tra le parti si possono fare
          negli usa, ma DURANTE il processo;

          si va in tribunale e si vede:
          - se pensi di farcela vai fino in fondo
          - se pensi di non farcela proponi/accetti
          una composizione

          ma DURANTE NON PRIMA Patteggiamento fiscale: accordo tra l'amministrazione finanziaria e il contribuente per la definizione di controversie in materia tributaria tramite il versamento di un importo inferiore a quello richiesto. quindi è cosa fattibile anche in Italia
  • Anonimo scrive:
    sono d'accordo. INTIMIDAZIONE.
    vieni da noi, antrimendi vethrai ... ahhh
  • Anonimo scrive:
    Avanti così... forza Michele
    L'importante è mettere tanti di quei chiodi in mezzo alle ruote di questi squali prepotenti, che forse comincino a riflettere se non sia il caso piuttosto di rivedere queste assurde politiche commerciali anziché cercare di calpestare ogni diritto fondamentale di uno solo perché si è ascoltato qualche musica senza pagarla per la miliardesima volta i loro assurdi prezzi.Michelle e chi come te, siamo tutti con te...
    • Anonimo scrive:
      Re: Avanti così... forza Michele
      - Scritto da: Anonimo
      L'importante è mettere tanti di quei
      chiodi in mezzo alle ruote di questi squali
      prepotenti, che forse comincino a riflettere
      se non sia il caso piuttosto di rivedere
      queste assurde politiche commerciali
      anziché cercare di calpestare ogni
      diritto fondamentale di uno solo
      perché si è ascoltato qualche
      musica senza pagarla per la miliardesima
      volta i loro assurdi prezzi.

      Michelle e chi come te, siamo tutti con te...Se questa si apre un conto corrente, qualche soldo glielo mando volentieri per pagare gli avvocati.
      • Anonimo scrive:
        Re: Avanti così... forza Michele
        io purema se spera di vincere di dollari gliene serviranno veramentetanti calcolando quanto costa un avvocato in America !!è per questo che molti preferiscono pagare che andare in giudicato, il prob non è chi ha ragione o chi torto ma la disponibilitàfinanziaria per dimostrarlo !!!!Poi, anche ammesso che vinci (SE VINCI !) bisogna vedere quanto ti è costato lo scherzo ,sempre ammesso che si arriviad una conclusione favorevole !!!Buiona fortuna amico te ne servirà veramente molta !!!!
        • ElfQrin scrive:
          danno punitivo
          - Scritto da: Anonimo
          Poi, anche ammesso che vinci (SE VINCI !)
          bisogna vedere
          quanto ti è costato lo scherzo
          ,sempre ammesso che si arrivi
          ad una conclusione favorevole !!!Vero... però ricordati che negli USA esiste il "danno punitivo" ("punitive damage") grazie al quale puoi chiedere risarcimenti di fantastiliardi anche se non hai ricevuto un danno effettivo, ma proprio per punire il comportamento scorretto di un soggetto.
        • Anonimo scrive:
          Re: Avanti così... forza Michele
          - Scritto da: Anonimo
          io pure

          ma se spera di vincere di dollari gliene
          serviranno veramente
          tanti calcolando quanto costa un avvocato in
          America !! Non dimenticare il popolo della rete.Questa causa costituira' un precedente importantissimo.Vincera' e in questo modo la mafia della RIAA non potra' piu' proseguire in questa politica infame...I soldi arriveranno...Per ogni CD scaricato risparmi 20$ e puoi donarne uno alla causa...
Chiudi i commenti