Gmail, cifratura sicura per tutti

Google avvia un progetto per le comunicazioni sicure tramite Gmail e browser Chrome, un'estensione open source che dovrebbe garantire la massima riservatezza, oltre a una facilità di utilizzo non comune

Roma – La nuova iniziativa di Google in materia di sicurezza si chiama End-To-End , un’estensione per il browser Chrome che promette la massima riservatezza delle comunicazioni veicolate da Gmail senza l’obbligo di avere a che fare con troppi tecnicismi.

End-To-End è open source, e usa OpenPGP (implementazione FOSS del seminale software di crittografia asimmetrica PGP) per cifrare le email dall’inizio alla fine del percorso da mittente a destinatario; la comunicazione “end-to-end” dovrebbe appunto garantire l’illeggibilità del messaggio fino alla decodifica sul client dell’utente a cui esso è destinato.

Al momento l’estensione End-To-End viene distribuita in stadio di alpha e non è quindi presente sullo “store” di Chrome, mentre Google incoraggia sviluppatori ed esperti a migliorare il codice, scoprire eventuali bug pericolosi e verificare la robustezza e la sicurezza del software.

La distribuzione del codice di End-To-End si accompagna a un rapporto di trasparenza incentrato sulle comunicazioni cifrate via HTTPS, un tipo di trasmissioni che a detta di Google è difficile garantire in pieno perché non tutti i provider di posta elettronica supportano tecnologie come TLS.

La situazione starebbe ad ogni modo migliorando, rivelano i numeri forniti da Google ed evidenziati dalla Electronic Frontier Foundation (EFF), perché in un anno il numero di messaggi protetti tramite TLS è salito dal 33 per cento al 58 per cento.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • bandolo scrive:
    chrome a 64 bit è una storia del 2009
    Godetevi questa discussione di CINQUE ANNI FA:http://lifehacker.com/5342631/64-bit-google-chrome-coming-to-linux
  • Teze scrive:
    benvenuti
    Safari è a 64 bit dalla notte dei tempi.Saranno 8 anni che siamo a 64 bit, qualcuno anche da più tempo.Immagino che fra 8 anni anche android si convertirà ai 64 bit...
    • bradipao scrive:
      Re: benvenuti
      - Scritto da: Teze
      Safari è a 64 bit dalla notte dei tempi.
      Saranno 8 anni che siamo a 64 bit, qualcuno anche
      da più tempo.Anche se è già a 64-bit, non è che si veda un granchè la differenza.Ma non è colpa di Safari, è che i 64-bit sono buoni per aumentare lo spazio di indirizzamento, ma a parità di codice finiscono per occupare un 30% di memoria in più con aumenti trascurabili di performance.
      • Carlo scrive:
        Re: benvenuti
        20% è un valore più realistico, e l'incremento di prestazioni nella gestione dei media non è poi così trascurabile; basti pensare alla riproduzione dei video e alla decodifica delle immagini, per esempio.
  • rico scrive:
    Chrome 64 bit canary installato...
    ...non dà problemi tranne che per i video in flash player, davvero più "scattosi" e lenti a caricarsi.Per quanto riguarda Firefox esiste da tempo Waterfox, ottimo e aggiornato spesso (ora versione 28) e Palemoon 64bit, quest'ultimo non più aggiornata dalla versione 24.
  • Shiba scrive:
    Ma che stai a di'?
    "Linux dovranno aspettare"$ file /opt/google/chrome/chrome/opt/google/chrome/chrome: ELF 64-bit LSB shared object, x86-64, version 1 (SYSV), dynamically linked (uses shared libs), for GNU/Linux 2.6.24, BuildID[sha1]=2c1eb186f4ca008da76780b8eb9103ba25d560d4, stripped-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 giugno 2014 12.54-----------------------------------------------------------
    • bubba scrive:
      Re: Ma che stai a di'?
      Modificato dall' autore il 05 giugno 2014 12.54
      --------------------------------------------------CREDO si riferissero alla 'canary build'...As stated in the site you linked, Canary builds are not available for Linux.The only release channels available for Linux are: Stable, Beta and Dev.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma che stai a di'?
        Allora, l'articolo parla della versione per WINDOWS non di quella LINUX! E' sulla versione windows mozilla si è fermata con lo sviluppo della versione a 64bit e cmq io uso sia Windows che Linux (entrambi a 64bit) e a parte qualche estensione specifica per win (esempio IETab) io non ho avuto particolari problemi ad eseguire le stesse estensioni sia su Firefox a 32bit su win e su Firefox a 64bit sotto Linux.
        • bubba scrive:
          Re: Ma che stai a di'?
          - Scritto da: Anonimo
          Allora, l'articolo parla della versione per
          WINDOWS non di quella LINUX! E' sulla versione
          windows mozilla si è fermata con lo sviluppo
          della versione a 64bit e cmq io uso sia Windows
          che Linux (entrambi a 64bit) e a parte qualche
          estensione specifica per win (esempio IETab) io
          non ho avuto particolari problemi ad eseguire le
          stesse estensioni sia su Firefox a 32bit su win e
          su Firefox a 64bit sotto
          Linux.no.. cioe' ni... l'articolo parla di "build dei canali Dev e Canary"... e' che riporta le cose in una maniera tale da far sembrare che chrome a 64bit (in generale) esista solo per windows, e sia nato adesso. E, come fatto notare, build a 64bit per linux esistono DA TEMPO (ma non quella canary,direi ... da cui la mia interpretazione sul senso dell'articolo )
  • Anonimo scrive:
    Sperando....
    Che sia l'input decisivo anche per Mozilla per migrare ai 64bit...
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Sperando....
      contenuto non disponibile
      • Anonimo scrive:
        Re: Sperando....
        Infatti, cmq se alcuni plugin sulla versione a 64bit non giravano non era un problema dei programmatori di firefox, ma di chi aveva programmato (evidentemente male) quei plugin.
    • Shiba scrive:
      Re: Sperando....
      $ file /usr/lib/firefox/firefox/usr/lib/firefox/firefox: ELF 64-bit LSB shared object, x86-64, version 1 (SYSV), dynamically linked (uses shared libs), for GNU/Linux 2.6.24, BuildID[sha1]=c7cb86ebde79fe27556799ad4dc95cb282b9a9ca, stripped
      • Qualcuno scrive:
        Re: Sperando....
        Su Debian:$ file /usr/lib/iceweasel/iceweasel/usr/lib/iceweasel/iceweasel: ELF 64-bit LSB executable, x86-64, version 1 (SYSV), dynamically linked (uses shared libs), for GNU/Linux 2.6.32, BuildID[sha1]=56add5594636bfb24adcdb7d8a1766d0143e9778, stripped$ file /usr/lib/chromium/chromium/usr/lib/chromium/chromium: ELF 64-bit LSB shared object, x86-64, version 1 (GNU/Linux), dynamically linked (uses shared libs), for GNU/Linux 2.6.32, BuildID[sha1]=351e94be0af7f2cfad0d1a3110a4762fcb2a0dcc, strippedQuindi, come già riportato da Shiba, Firefox (Iceweasel sulla Debina) e Chromium girano *da anni* a 64 bit su Linux, senza il minimo problema.
        • collione scrive:
          Re: Sperando....
          - Scritto da: Qualcuno
          anni* a 64 bit su Linux, senza il minimo
          problema.beh no, un problema c'è, si chiama flash :D32 bit e strabuggato, il peggio del peggio
          • Qualcuno scrive:
            Re: Sperando....
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: Qualcuno


            anni* a 64 bit su Linux, senza il minimo

            problema.

            beh no, un problema c'è, si chiama flash :D
            32 bit e strabuggato, il peggio del peggio$ file /usr/lib/flashplugin-nonfree/libflashplayer.so /usr/lib/flashplugin-nonfree/libflashplayer.so: ELF 64-bit LSB shared object, x86-64, version 1 (SYSV), dynamically linked, strippedFlash a 64 bit c'è *da anni* sotto Linux.
Chiudi i commenti