Gmail, uno spam di nome Phish

La posta di Google e i suoi utenti nel mirino di gente senza scrupoli che ha inondato la rete italiana di messaggi spammatori. Moltissime le segnalazioni. Dietro l'operazione un pericoloso eseguibile


Roma – “Manuela Manini ti ha invitato ad aprire un nuovo account di posta G-mail”: si presenta così un messaggio spammatorio che ieri ha raggiunto un numero enorme di utenti italiani, un’email che assomiglia ad un invito ad aprire un account sulla posta di Google ma che in realtà nasconde un’operazione di phishing .

Lo spam è stato intenso: nella sola giornata di ieri sono più di 200 le segnalazioni giunte in redazione da altrettanti utenti la cui mailbox è stata intasata , in alcuni casi persino decine di volte. Una reazione che sembra testimoniare anche un’accresciuta capacità di distinguere i messaggi truffaldini da quelli legittimi.

Nel messaggio viene proposto un link, come http://mail.g00gle.com/mail/c-8n84 561nt8-41p4mmt369-l7456tgb63, che è però un collegamento fasullo: punta infatti a http://www.secretwindow.biz/invito/crea_nuovo_account/. L’utilizzo di un nome a dominio simile a quello di Google, G00gle, si ritiene possa aver ingannato un alto numero di utenti.

Chi ha realizzato questa pagina ha sfruttato la foto di una ragazza probabilmente del tutto inconsapevole dell’uso della sua immagine per un’operazione di questo tipo. La pagina, vagamente somigliante a quelle del servizio Gmail di Google propone il download di un file.exe: qualsiasi link su quella pagina porta all’apertura del file.

“Come noterete – scrive Luca C. – non è stata usata nessuna tecnica “avanzata” per camuffare il link,è semplicemente HTML.Il sito non si propone di rubare l’identità dell’utente, ma solo di scaricare dei programmi eseguibili”. Per gli utenti Windows, aprire quel file può significare consegnare agli autori di questo schema il controllo del proprio computer , sia per indurre il computer a collegarsi a numeri a pagamento sia per tenere aperta una backdoor di accesso da remoto.

Da una ricerca sullo WHOIS emerge che a registrare il sito secretwindow.biz è stata una società di Wetchester , in California, ma è assai probabile che si tratti di una intestazione fittizia. Lo WHOIS rivela anche che i dati della registrazione sono stati aggiornati proprio ieri, segno che chi utilizza in questo momento questo dominio a fini truffaldini ha inondato la rete con i suoi messaggi di phishing subito dopo aver attivato quelle pagine web.

Dietro questa operazione dunque c’è probabilmente anche un domain hijacking , ossia un blitz da parte dei truffatori per acquisire abusivamente un dominio da utilizzare per i propri scopi, dominio registrato da altri il 21 giugno del 2004, come risulta dai record dello WHOIS.

Di un certo interesse, sebbene sia tutto meno che sorprendente, il fatto che l’IP a cui oggi corrisponde quel dominio web provenga da computer cinesi : non è la prima volta che server non protetti in Cina o computer di cui si sia preventivamente ottenuto il controllo siano utilizzati per operazioni di questo tipo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • EverythingYouKn scrive:
    ALLA FACCIA DELLA PRIVACY....
    ALLA FACCIA DELLA PRIVACY....
  • Anonimo scrive:
    link da leggere
    http://www.margheritaonline.it/stampa/scheda.php?id_stampa=19941http://www.ydea.com/article280.html
  • Anonimo scrive:
    SOLUZIONE:Telefoni con Skype incorporato
    Il problema intercettazioni è risolto: bastausare Skype! Usa AES a 256. Lo hanno annunciato da poco sul blogdi Skype: telefoni Wi-Fi che hanno Skypeincorporato e non necessitano piùneanche del PC. Basta un abbonamentoADSL e un wireless router da 50 euro.http://share.skype.com/blog/products_and_services/the_wifi_phone_prototype/
    • Anonimo scrive:
      Re: SOLUZIONE:Telefoni con Skype incorporato
      In effetti chiamando con Skype è tutto crittografato.
      • Anonimo scrive:
        Re: SOLUZIONE:Telefoni con Skype incorporato
        - Scritto da: Anonimo

        In effetti chiamando con Skype è tutto
        crittografato.Allora chi ha skype e' terrorista
  • Anonimo scrive:
    [OT] Dark side of the web...
    Schiavoni sei un genio!!!! :D
  • ilmusico scrive:
    Chi osa ancora dire che...
    Chi osa, adesso, affermare che l' Italia è un Paese retto da un regime democratico? Vediamo quale politicante, ha la faccia tosta di prenderci in giro!Che la Democrazia (ormai defunta) abbia le sue regole e che queste vadano osservate, messe in atto , siamo d'accordo. Ma che coloro che vengono a farci le prediche sulla democrazia, siano proprio quelli che per primi , non le osservano, è quanto mai provocatorio!:@.Quanto al Garante della Privacy (mai incarico è stato così inutile , alla luce di questa realtà) mi fa l' impressione che sia come Don Chisciotte della Mancia: lotta contro i mulini a vento. Egli , dovrebbe avere dietro di sé, tutta la popolazione italiana , (non solo chi naviga in Internet) che una volta attivata, potrebbe forse bloccare iniziative che di democratico NON HANNO ASSOLUTAMENTE NIENTE!Spero che si sia capito, chi sia il primo, vero nemico: ce l' abbiamo in casa! Questa stessa e-mail può costituire un' arma a doppio taglio ed essere usata contro di me: E' questa, la Democrazia?O i nostri sono solo dei falsi timori e abbiamo tratto errate conclusioni, in merito?Se qualcuno potesse "illuminarmi" su questa storia,gliene sarei grato.
  • Anonimo scrive:
    ma quale privacy?
    Voi pensate che abbiamo ancora un briciolo di privacy?illusi!!! la privacy e' morta e defunta da un pezzo visto che .Il proibire lo spiare il reprimere ad ogni costo e' diventata una constante nella nostra republica.ricordate poco tempo fa' parlando di p2p c'e' stato chi ha richiesto la consevazione delle traccie sia vocali che web per 5 anni almeno? ed ancora chi aveva chiesto il libero accesso (quindi senza autorizzazione del magistrato) hai tuoi dati personali attraverso il provider dove usuffruisci della linea adsl- Tutto questo ambaradan per cosa? per il reprimere il ragazzino che scarica un mp3 da un'altro pc di qualche amico conosciuto in rete.Quindi adesso tutto questo stupore su questa notizia data anche attraverso i media sembra un modo come un'altro per prenderci ulteriormente per il c....Dimenticavo il ragazzino che scarica l'mp3 riscia 4 anni di galera mentre chi si pappa i soldi di aziende come la parmalat fa il rito abbreviato e se la cava con menomeditate gente meditate w l'Italia
  • Anonimo scrive:
    Il mondo alla rovescia e la Pera
    Un giorno decidono che bisogna controllare tutte le comunicazioni internet a tutti ed a prescindere se uno è un delinquente o meno.Il giorno dopo si incaxxano a morte perché qualcuno, con tutti i mandati necessari e con più che validi motivi intercetta una loro telefonata.Questo è la dimostrazione di quanto il pensiero a Pera rappresenti il mondo alla rovescia.Tutto ciò che fanno i nostri politici in parlamento dovrebbe essere pubblico e trasparente. Non c'è privacy che tenga di fronte ad una persona che è eletta (e pagata) per mandato popolare, e quindi, tutto quello che fa, sopprattutto se lo fa nelle sedi istituzionali, dovrebbe essere a conoscenza di tutti. I quali tutti dovrebbero poi essere in grado di valutare e giudicare nelle urne. Discorso analogo anche per i dirigenti pubblici profumatamente pagati con le nostre tasse.Al contrario la violazione della privacy operata sulle comunicazioni internet private, senza nessun mandato e senza una imputazione precisa di reato, non scandalizza nessuno.Ma hanno mai pensato che verrebbero registrate anche tutte le connessioni internet dei politici ?Naturalmente sia quelle da casa che quelle dal parlamento.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il mondo alla rovescia e la Pera
      E' vero, tutte le comunicazioni dei poitici dovrebbero essere a disposizione del pubblico su internet, sia quelle telefoniche che altro, perche' devono nascondere cio' che fanno e dicono se e' il loro lavoro?
      Tutto ciò che fanno i nostri politici in
      parlamento dovrebbe essere pubblico e
      trasparente. Non c'è privacy che tenga di fronte
      ad una persona che è eletta (e pagata) per
      mandato popolare, e quindi, tutto quello che fa,
      sopprattutto se lo fa nelle sedi istituzionali,
      dovrebbe essere a conoscenza di tutti. I quali
      tutti dovrebbero poi essere in grado di valutare
      e giudicare nelle urne. Discorso analogo anche
      per i dirigenti pubblici profumatamente pagati
      con le nostre tasse.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il mondo alla rovescia e la Pera
        E anche tutte le comunicazioni dei dirigenti di enti pubblici, specialmente se in regime di monopolio:Banca d'Italia, Antitrust, ANAS ...
        • Anonimo scrive:
          Re: Il mondo alla rovescia e la Pera
          Info sulla pera, tanto per restare in tema:http://www.beppegrillo.it/archives/2005/07/braccia_rubate.html#amico
          • Anonimo scrive:
            Re: Il mondo alla rovescia e la Pera
            Era meglio quando c'era Craxi???Secondo me SI!!!!!!!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Il mondo alla rovescia e la Pera
            - Scritto da: Anonimo
            Era meglio quando c'era Craxi???
            Secondo me SI!!!!!!!!!!!ERA ? perche' ti sembra sia cambiato qualcosa ?L'onda purificatrice di mani pulite e' stata via via fremata e adesso siamo di nuovo nell'italia dei furbi.In pratica adesso siamo tornati ai tempi di crassi, ma continuiamo a camminare a gambe larghe.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il mondo alla rovescia e la Pera
      - Scritto da: Anonimo
      Ma hanno mai pensato che verrebbero registrate
      anche tutte le connessioni internet dei politici
      ?Naturalmente sia quelle da casa che quelle dal
      parlamento. Di fatto in qualche ente pubblico e` cosi`, ci sono tcpdump che registrano 24/7 tutto quel che passa, senza distinzioni. E viene tutto archivato per mesi o anni su nastri.(Non so dire se sia cosi` dappertutto avendo visto solo alcune limitate cose.)Poi, che qualcuno sia in grado e abbia mai il tempo di capirci qualcosa in queste registrazioni, e` tutto da dimostrare...
  • Anonimo scrive:
    Io non ci credo
    ... Se fosse vero avremmo praticamente tutti i delinquenti, terroristi, immigrati illegali, spacciatori, ecc. in galera o perlomeno sotto processo o arresto. Oppure spiano solo i bravi cittadini e i delinquenti no? Io non ci credo a queste cavolate.Ciao!- Andy
  • Anonimo scrive:
    Che bello......
    nessuno puo' intercettare le mie telefonate e lemie email.Grazie alla nostra legge liberale NON possonofarlo ne con me ne con nessun altro.....con nessuna delle persone che sono conme su questo vagone neache con il tiziodai lineamente arabi seduto accanto a me.Approposito...cosa sta facendo?BOOOOOOOOMMMMMMMMM :| :'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Che bello......
      Guarda che possono farlo e già lo fanno. In un paese liberale, però, serve l'autorizzazione di un magistrato.In una pseudo-democrazia come quella egiziana, invece, le intercettazioni sono più trasparenti. Vengono a prelevarti e ti massacrano di botte finchè tra un urlo e l'altro non intercettano quello che sapevi (o non sapevi). Se questo è il tuo mondo ideale, se questo ti appare come il più sublime equilibrio tra sicurezza e libertà, prego, trasferisciti in uno dei tanti paesi dove le cose procedono come piace a te.
  • Anonimo scrive:
    DB o armadio?
    Qualcuno sa dirmi se le intercettazioni vengono poi inserite in un bel db o piu' semplicemente accatastano i nastri delle registrazioni in un armadio?
    • Anonimo scrive:
      Re: DB o armadio?
      - Scritto da: Anonimo
      Qualcuno sa dirmi se le intercettazioni vengono
      poi inserite in un bel db o piu' semplicemente
      accatastano i nastri delle registrazioni in un
      armadio?La seconda che hai detto....
  • Anonimo scrive:
    Mentalità sbirresca e soldi buttati
    Non dimenticate che viviamo in un paese affetto da mentalità sbirresca nonchè voyeurismo: vuoi mettere poter origliare, tra una telefonata di un politico corrotto e quella di un camorrista, due amanti che si dicono un po' di porcate?E c'è anche il lato economico: consulenze, appalti, straordinari e altre cose che ci costano un fiume di quattrini.Che alla fine non servono a una minchia: possibile che questi ascoltando 30000000 di telefonate l'anno non riescono MAI a sentire, per esempio, provenzano che ordina a un picciotto di comprargli 1 etto di mortadella?Possibile che con tanti cazzi altrui intercettati abbiamo gente che latita da 40 anni? Mah, sarà...
    • Anonimo scrive:
      Re: Mentalità sbirresca e soldi buttati

      E c'è anche il lato economico: consulenze,
      appalti, straordinari e altre cose che ci costano
      un fiume di quattrini.
      Che alla fine non servono a una minchia:
      possibile che questi ascoltando 30000000 di
      telefonate l'anno non riescono MAI a sentire, per
      esempio, provenzano che ordina a un picciotto di
      comprargli 1 etto di mortadella?
      Possibile che con tanti cazzi altrui intercettati
      abbiamo gente che latita da 40 anni? Mah, sarà...siamo in Italia....
    • Anonimo scrive:
      Re: Mentalità sbirresca e soldi buttati
      - Scritto da: Anonimo
      Non dimenticate che viviamo in un paese affetto
      da mentalità sbirresca nonchè voyeurismo: vuoi
      mettere poter origliare, tra una telefonata di un
      politico corrotto e quella di un camorrista, due
      amanti che si dicono un po' di porcate?
      E c'è anche il lato economico: consulenze,
      appalti, straordinari e altre cose che ci costano
      un fiume di quattrini.
      Che alla fine non servono a una minchia:
      possibile che questi ascoltando 30000000 di
      telefonate l'anno non riescono MAI a sentire, per
      esempio, provenzano che ordina a un picciotto di
      comprargli 1 etto di mortadella?
      Possibile che con tanti cazzi altrui intercettati
      abbiamo gente che latita da 40 anni? Mah, sarà...Di Provenzano no! Ma di colombo e Miccichè(per dirne 2)che trafficano in cocaina lo sanno bene...eccome se lo sanno ma a loro piace farsi i cazzi nostri
    • Anonimo scrive:
      Re: Mentalità sbirresca e soldi buttati
      - Scritto da: Anonimo
      Non dimenticate che viviamo in un paese affetto
      da mentalità sbirresca nonchè voyeurismo: vuoi
      mettere poter origliare, tra una telefonata di un
      politico corrotto e quella di un camorrista, due
      amanti che si dicono un po' di porcate?
      E c'è anche il lato economico: consulenze,
      appalti, straordinari e altre cose che ci costano
      un fiume di quattrini.
      Che alla fine non servono a una minchia:
      possibile che questi ascoltando 30000000 di
      telefonate l'anno non riescono MAI a sentire, per
      esempio, provenzano che ordina a un picciotto di
      comprargli 1 etto di mortadella?
      Possibile che con tanti cazzi altrui intercettati
      abbiamo gente che latita da 40 anni? Mah, sarà...E' un magna magna generalizzato a nostre spese per mantenere a vita questi spioni e guardoni da parco pubblico. Così questi depravati si assicurano un facile stipendio a vita a sbafo.
  • Anonimo scrive:
    avete sentito il presdelsen...
    ... come si é arrabbiato quando ha sospettato che membri del suo consesso fossero sotto controllo ?ha preteso 2 smentite e tiene ancora il muso...quando questa gente ci viene a dire "se non hai niente da nascondere perchè ti preoccupi" allora comincio a preoccuparmi ancora di più
    • Anonimo scrive:
      Re: avete sentito il presdelsen...
      - Scritto da: Anonimo
      ... come si é arrabbiato quando ha sospettato che
      membri del suo consesso fossero sotto controllo ?
      ha preteso 2 smentite e tiene ancora il muso...

      quando questa gente ci viene a dire "se non hai
      niente da nascondere perchè ti preoccupi" allora
      comincio a preoccuparmi ancora di piùPerché i nostri parlamentari hanno MOLTO da nascondere... Se non sbaglio una percentuale non irrisoria (superiore al 10%...) ha la fedina penale sporca!
      • Anonimo scrive:
        Re: avete sentito il presdelsen...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ... come si é arrabbiato quando ha sospettato
        che

        membri del suo consesso fossero sotto controllo
        ?

        ha preteso 2 smentite e tiene ancora il muso...



        quando questa gente ci viene a dire "se non hai

        niente da nascondere perchè ti preoccupi" allora

        comincio a preoccuparmi ancora di più

        Perché i nostri parlamentari hanno MOLTO da
        nascondere... Se non sbaglio una percentuale non
        irrisoria (superiore al 10%...) ha la fedina
        penale sporca!il 10% ???Ahahahahahahahhahahahahahahhttp://www.societacivile.it/primopiano/articoli_pp/berlusconi/candidati.htmlnon e' molto aggiornato ma e' sempre un buon inizio
  • Anonimo scrive:
    Proposta
    Proporrei di iniziare a fare telefonate tra di noi e parlare di bombe, aerei, del nostro sivlio e così via.Del tipo chiamate la nonna e ogni tanto mettete qualche parola strana, lei non capisce cmq e quelli che ascoltano si incasinano.Gli facciamo passare la voglia di spiare! ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta
      - Scritto da: Anonimo
      Proporrei di iniziare a fare telefonate tra di
      noi e parlare di bombe, aerei, del nostro sivlio
      e così via.
      Del tipo chiamate la nonna e ogni tanto mettete
      qualche parola strana, lei non capisce cmq e
      quelli che ascoltano si incasinano.
      Gli facciamo passare la voglia di spiare! ;)LooooLe poi va a finere come il ragazzo inglese che qualche mese fa si è trovato le forze speciali a casa :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta
      - Scritto da: Anonimo
      Proporrei di iniziare a fare telefonate tra di
      noi e parlare di bombe, aerei, del nostro sivlio
      e così via.
      Del tipo chiamate la nonna e ogni tanto mettete
      qualche parola strana, lei non capisce cmq e
      quelli che ascoltano si incasinano.
      Gli facciamo passare la voglia di spiare! ;)questo si chiama procurato allarme ed è un reato. Ed a parte il reato, se per controllarti a te le forze dell'ordine non possono fare un'altro controllo e a causa di questo fatto venisse fatto un'attentato come ti sentiresti dopo?
      • Anonimo scrive:
        Re: Proposta
        Ma quale reato e reato!Si è liberissimi di utilizzare l'intero vocabolario della lingua italiana nel corso di una conversazione PRIVATA, incluse le parole bomba, presidente, eccetera, eccetera. In effetti, le persone per bene lo fanno sempre (il nuovo computer? è una versa bomba! Il presidente [della società in cui si lavora]? a volte gli sparerei!) Sono i criminali ad utilizzare termini criptici o ad utilizzare SIM intestate ad insospettabili e dunque difficili da mettere sotto controlllo (a meno che si provi al magistrato che le SIM in oggetto siano ad uso dei sospettati).Bomba, bomba, bomba!
      • Anonimo scrive:
        Re: Proposta
        Personalmente non avrei nulla da rimproverarmi.Non ho intenzione di sterilizzare il mio lessico per favorire gente che ama ascoltare le mie conversazioni. Sarebbe come proporre, chessò, di recarsi in aeroporto nudo e con bagaglio trasparente per aiutare i controllori. Coi tempi che corrono temo che qualche idiota lo proporrà presto.Contro il terrorismo (e gran parte dei reati) le intercettazioni servono a poco o a nulla. C'è invece bisogno di servizi addestrati ed in gamba, esperti di lingue, che sappiano infiltrarsi nelle varie organizzazioni. Gli Stati Uniti, dopo l'11 settembre, hanno completamento rivisto l'agenda dei servizi che per troppi anni erano diventati dei carrozzoni burocratici che facevano troppo affidamento sulla tecnologia per le intercettazioni. Lì le cose stanno cambiando... Qui da noi invece... Non esiste nemmeno la possibilità di entrare nei servizi segreti, di cui allo stato attuale la gente comune sa davvero poco e nulla delle qualifiche dei suoi agenti o del loro modus operandi. Che intensifichino le intercettazioni, che perdano tempo a mettere il naso negli affari privati dei cittadini! Tutto questo non ci salverà dai prossimi attentati. IX13
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta
      - Scritto da: Anonimo
      Proporrei di iniziare a fare telefonate tra di
      noi e parlare di bombe, aerei, del nostro sivlio
      e così via.
      Del tipo chiamate la nonna e ogni tanto mettete
      qualche parola strana, lei non capisce cmq e
      quelli che ascoltano si incasinano.
      Gli facciamo passare la voglia di spiare! ;)Altro sistema per fargli passare la voglia di spiare:rispolverare le lingue e i dialetti che parlavano i nostri nonni, e dico nonni per intendere che si devono usare solo parole arcaiche, non la loro forma italianizzata, se mai esistesse.Andiamo di sardo, calabrese, bergamasco, friulano, molisano, albanese, occitano ecc...Poi voglio vedere l'agente Caputo a trascrivere un dialogo in occitano, oppure l'agente Rebaudengo a capire cosa si dicono due compaesani di Rizziconi :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Proposta
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Proporrei di iniziare a fare telefonate tra di

        noi e parlare di bombe, aerei, del nostro sivlio

        e così via.

        Del tipo chiamate la nonna e ogni tanto mettete

        qualche parola strana, lei non capisce cmq e

        quelli che ascoltano si incasinano.

        Gli facciamo passare la voglia di spiare! ;)
        Altro sistema per fargli passare la voglia di
        spiare:
        rispolverare le lingue e i dialetti che parlavano
        i nostri nonni, e dico nonni per intendere che si
        devono usare solo parole arcaiche, non la loro
        forma italianizzata, se mai esistesse.
        Andiamo di sardo, calabrese, bergamasco,
        friulano, molisano, albanese, occitano ecc...
        Poi voglio vedere l'agente Caputo a trascrivere
        un dialogo in occitano, oppure l'agente
        Rebaudengo a capire cosa si dicono due compaesani
        di Rizziconi :-)Ma che te credi che questi ascoltano solo in italiano corretto??? Al massimo non ti possono capire se parli in alaskese..ma tanto se non capiscono in ogni caso ti registrano ti metto da parte e vedrai che ti traducono mi sà che giusto con il linguaggio animele avrebbero problemi
    • Anonimo scrive:
      5 --
  • Anonimo scrive:
    ancora credete a sta gente?
    Ricordate che i casini vengono fuori solo quando qualcuno di importante (quindi con i soldi) ci finisce dentro, altrimenti col cavolo... :IQuante mi fanno schifo i politici... i campi di lavoro ci vorrebbero :@Saluti,ByUlix Amiga lover since 1985(Amiga) (Linux) (C64)
  • Anonimo scrive:
    Brn vengano...
    ... se servissero a mandar a casa un po di gente...
  • devil64 scrive:
    E' solo colpa nostra.
    Nella dichiarazione dei redditi non abbiamo spuntato la voce: "Vuole destinare i fondi delle intercettazioni telefoniche alla sanita'?Solo colpa nostra.;)
    • Anonimo scrive:
      Re: E' solo colpa nostra.
      - Scritto da: devil64
      Nella dichiarazione dei redditi non abbiamo
      spuntato la voce: "Vuole destinare i fondi delle
      intercettazioni telefoniche alla sanita'?
      Solo colpa nostra.
      ;)Non ci scherzare troppo. Sai quanto progredirebbe la democrazia se ad ogni capitolo di spesa dello stato ogni tassato potesse mettere la crocetta? Fosse anche solo per dire somma congrua, eccessiva o da aumentare, sarebbe un passo avanti epocale....
      • Anonimo scrive:
        Re: E' solo colpa nostra.


        Nella dichiarazione dei redditi non abbiamo

        spuntato la voce: "Vuole destinare i fondi delle

        intercettazioni telefoniche alla sanita'?

        Solo colpa nostra.

        ;)

        Non ci scherzare troppo. Sai quanto progredirebbe
        la democrazia se ad ogni capitolo di spesa dello
        stato ogni tassato potesse mettere la crocetta?
        Fosse anche solo per dire somma congrua,
        eccessiva o da aumentare, sarebbe un passo avanti
        epocale....sarebbe un passo epocale anche solo se potessimo decidere di non destinare la grana a culti di varia natura :@
        • Anonimo scrive:
          Re: E' solo colpa nostra.
          - Scritto da: Anonimo


          Nella dichiarazione dei redditi non abbiamo


          spuntato la voce: "Vuole destinare i fondi
          delle


          intercettazioni telefoniche alla sanita'?


          Solo colpa nostra.


          ;)



          Non ci scherzare troppo. Sai quanto
          progredirebbe

          la democrazia se ad ogni capitolo di spesa dello

          stato ogni tassato potesse mettere la crocetta?

          Fosse anche solo per dire somma congrua,

          eccessiva o da aumentare, sarebbe un passo
          avanti

          epocale....

          sarebbe un passo epocale anche solo se potessimo
          decidere di non destinare la grana a culti di
          varia natura :@Forse non hai capito bene il sistema. Se non vuoi dare soldi a nessun culto, li dai allo stato e fine.
  • Anonimo scrive:
    9 --
  • eg scrive:
    Numeri
    30000000 in 5 anni :o6000000 in 1 anno :o16438,3 di media al giorno :obhà...mi sembrano numeri altini, così a naso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Numeri
      - Scritto da: eg
      30000000 in 5 anni :oHa detto in DIECI anni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Numeri
      - Scritto da: eg
      30000000 in 5 anni :o
      6000000 in 1 anno :o
      16438,3 di media al giorno :o

      bhà...mi sembrano numeri altini, così a naso.non sono 30.000.000 di intercettazioni firmate da un Magistrato!!!!Sono 30.000.000 di cittadini che O per avere il telefono sotto controllo O per essere stati chiamati da uno col tel sotto controllo O per aver chiamato uno con il tel sotto controllo O per avere inviato/ricevuto email sotto controllo O per aver visitato siti sotto controllo Hanno trovato tutte le loro frasi trascritte...Non mi sembra difficile da capire!1 singola persona intercettata = centinaia di persona "coinvolte"...
      • Anonimo scrive:
        Re: Numeri

        Andy se si parla di 10 anni si toccano 3
        legislature, centroSX compreso.


        Certo che se uno ha la coda di paglia...Sì, ma sappiamo già a chi andrà la colpa. Difatti problematiche del genere non sono mai state poste prima, che ricordi.Ciao!- Andy
  • Anonimo scrive:
    A me invece viene da ridere...
    ... quando le leggo! Come legale posso confermare che le intercettazioni sono oramai utilizzatissime nell'ambito dei procedimenti penali. Ma più di uso, parlerei di abuso. Soprattutto quando gli investigatori cercano di incriminare cittadini innocenti, talvolta--è vero--con qualche piccolo precedente alle spalle, per rapina sottolineando che l'intercettato nel corso della telefonata con il padrone di casa che reclamava i soldi dell'affitto sia sbottato con la frase "ma dove li vado a prendere adesso? vado a fare le rapine?". In sostanza, questa, secondo i CC, era la perla di giorni di intercettazioni, la prova inconfutabile del coinvolgimento del mio assistito che, infatti, è stato assolto. E come questa di tragiche barzellette ne ho a dozzine. Povera Italia!
    • Anonimo scrive:
      Re: A me invece viene da ridere...
      - Scritto da: Anonimo
      ... quando le leggo!

      Come legale posso confermare che le
      intercettazioni sono oramai utilizzatissime
      nell'ambito dei procedimenti penali. Ma più di
      uso, parlerei di abuso. Soprattutto quando gli
      investigatori cercano di incriminare cittadini
      innocenti, talvolta--è vero--con qualche piccolo
      precedente alle spalle, per rapina sottolineando
      che l'intercettato nel corso della telefonata con
      il padrone di casa che reclamava i soldi
      dell'affitto sia sbottato con la frase "ma dove
      li vado a prendere adesso? vado a fare le
      rapine?". In sostanza, questa, secondo i CC, era
      la perla di giorni di intercettazioni, la prova
      inconfutabile del coinvolgimento del mio
      assistito che, infatti, è stato assolto. E come
      questa di tragiche barzellette ne ho a dozzine.Concordo. Purtroppo quanta gente che non sa quanto hai indicato mentre continua a credere solo a cio' che gli propinano i mass media e cio' fintanto che non gli capita sulla loro pelle.
      Povera Italia!Solo?
      • Anonimo scrive:
        Re: A me invece viene da ridere...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ... quando le leggo!



        Come legale posso confermare che le

        intercettazioni sono oramai utilizzatissime

        nell'ambito dei procedimenti penali. Ma più di

        uso, parlerei di abuso. Soprattutto quando gli

        investigatori cercano di incriminare cittadini

        innocenti, talvolta--è vero--con qualche piccolo

        precedente alle spalle, per rapina sottolineando

        che l'intercettato nel corso della telefonata
        con

        il padrone di casa che reclamava i soldi

        dell'affitto sia sbottato con la frase "ma dove

        li vado a prendere adesso? vado a fare le

        rapine?". In sostanza, questa, secondo i CC,
        era

        la perla di giorni di intercettazioni, la prova

        inconfutabile del coinvolgimento del mio

        assistito che, infatti, è stato assolto. E come

        questa di tragiche barzellette ne ho a dozzine.


        Concordo.

        Purtroppo quanta gente che non sa quanto hai
        indicato mentre continua a credere solo a cio'
        che gli propinano i mass media e cio' fintanto
        che non gli capita sulla loro pelle.


        Povera Italia!

        Solo?il fatto e' che questa abitudine di farsi i cazzi nostri non e' che nasce oggi ma e' da parecchio che le cose stanno cosi. Mi meraviglio del clamore attorno alla notizia, ma che pensate ancora di poter fare quello che vi pare con tanta liberta???? Beata ignoranza
    • Anonimo scrive:
      Re: A me invece viene da ridere...
      :s Spero che tu ti occupi solo di cause civili... Un chiarimento: Se per telefono dico che ucciderò una persona e poi l'omicidio avviene, allora il contenuto dell'intercettazione vale come fonte di prova e serve a provare la premeditazione. Ma se non avviene nessun omicidio non posso venir punito per l'intenzione di commetterlo o per averlo detto al telefono, a meno che non abbia messo successivamente in atto atti idonei diretti in modo non equivoco a farlo (reato tentato) per i quali la legge prevede una sanzione. 30 milioni di intercettazioni non vogliono dire che lo stesso numero di persone sono state intercettate, come saprai bene alcuni delinquenti (che magari sono clienti tuoi) cambiano SIM ed IMEI anche una volta al giorno per evitare di essere intercettati, ed ogni volta risulta sul registro delle intercettazioni una nuova intercettazione.... facile arrivare ai numeri da prima pagina vero?Personalmente, considerato che per intercettare legalmente un numero telefonico occorre:- Una richiesta motivata della polizia Giudiziaria con l'indicazione delle motivazioni ritenute "assolutamernte indispensabile per il proseguimento delle indagini" - Una richiesta/avvallo del Pubblico ministero;- Un'autorizzazione del G.I.P..... sto tranquillo per la mia privacy. Se anche qualche zelante carabiniere/pubblico ministero/giudice decidesse di intercettare, per oscure motivazioni, le mie comunicazioni ... non avrei nulla da nascondere in quanto sono una persona onesta che non ha nulla da nascondere e probabilmente l'attività di sorveglianza cesserebbe autonomamente viste le risultanze.E' simpatico poi notare che sono sempre coloro che hanno la "coda di paglia" o qualche interesse (o magari dei propri clienti) a scagliarsi contro le intercettazioni, le telecamere sulle strade,ecc.. io mi sento tutelato da una telecamera sulla strada non minacciato. (un mese fa chi mi ha aperto la macchina e rubato la borsa - della palestra :D - è stato rintracciato- tramite la targa dello scooter - grazie alla telecamera posta su un semaforo)E' giusto colpire però coloro che passano i verbali di trascrizione ai giornalisti per creare lo scoop... coloro che divulgano notizie riservate coperte dal segreto istruttorio... basta poco per risolvere il problema... applicare le regole che si applicano nelle aziende private quando qualcuno non rispetta le regole di riservatezza imposte dall'azienda. Sicuramente adesso il Berlusca passerà da salvatore dei diritti civili promuovendo una legge che limita le intercettazioni....(magari escludendo l'utilizzo per i reati finanziari) ... semplice no? Capisco che per chi difende (legittimamente) i delinquenti, limitare gli strumenti della "legge" può risultare conveniente nell'aula di un tribunale ... ma almeno cerchiamo di non far passare per violazione dei diritti civili una normale attività di polizia tesa a rendere la vita difficile ai delinquenti.Chi è onesto non ha nulla da nascondere.ciao e scusa della sfuriata.Luca
  • Anonimo scrive:
    technologia
    Gli scienziati della British Telecom sono impegnati nello sviluppo di un nuovo progetto tecnologico la cui distribuzione è prevista nel 2025. Il microchip, da tecnologia futuristica, verrà impiantato sugli esseri umani nel cranio e sarà in grado di registrare pensieri, esperienze e sensazioni del soggetto. Il suo nome? Soul Catcher 2025.
  • Anonimo scrive:
    9 --
  • Anonimo scrive:
    ?! ma siamo proprio dei pulcini...
    Anche queste intercettazioni rientrano nella lotta al terrorismo?quanto ci pigliano per il culo...e pensare che quando dico che mando mail cifrate in tanti si mettono a ridere...Hal Incandenza
    • Anonimo scrive:
      Re: ?! ma siamo proprio dei pulcini...
      - Scritto da: Anonimo
      Anche queste intercettazioni rientrano nella
      lotta al terrorismo?
      quanto ci pigliano per il culo...

      e pensare che quando dico che mando mail cifrate
      in tanti si mettono a ridere...

      Hal Incandenzasi come l'occupazione dell'iraq....le mie mail dicono solo stronzate....così gli trovo qualcosa da fare....
  • Anonimo scrive:
    A me viene da piangere...
    Considerando che in Italia siamo 58 milioni di italiani circa (fonte Wikipedia), se è vero che ne hanno spiato 30 milioni... bé... un italiano su due...Siamo sicuri che siano proprio 30 milioni? Ma chi paga per tutto questo? E a che pro? Come si giustifica una così vasta operazione di spionaggio ai danni dei cittadini italiani?E poi non dovrei preoccuparmi?
    • Anonimo scrive:
      Re: A me viene da piangere...
      Azzo! Allora avranno sicuramente origliato anche me.. ..mentre inpapucchiavo le mie donzelle al telefono!! :DCAV.atappi! ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: A me viene da piangere...

      Considerando che in Italia siamo 58 milioni di
      italiani circa (fonte Wikipedia), se è vero che
      ne hanno spiato 30 milioni... bé... un italiano
      su due...Allora io ghe esere egsdragomunidario non esere sbiado? O anghe noi sbiare uno zu due?Ubuntu
    • matcion scrive:
      Re: A me viene da piangere...
      - Scritto da: Wakko Warner
      Considerando che in Italia siamo 58 milioni di
      italiani circa (fonte Wikipedia), se è vero che
      ne hanno spiato 30 milioni... bé... un italiano
      su due...
      Siamo sicuri che siano proprio 30 milioni?

      Ma chi paga per tutto questo? E a che pro? Come
      si giustifica una così vasta operazione di
      spionaggio ai danni dei cittadini italiani?

      E poi non dovrei preoccuparmi?I giornalisti con i numeri non sono mai stati bravi.Saranno stati 30 milioni di telefonate.
    • Anonimo scrive:
      Re: A me viene da piangere...
      - Scritto da: Wakko Warner
      Considerando che in Italia siamo 58 milioni di
      italiani circa (fonte Wikipedia), se è vero che
      ne hanno spiato 30 milioni... bé... un italiano
      su due...
      Siamo sicuri che siano proprio 30 milioni? Probabilmente si, dato che forse non hanno spiato i bambini al di sotto dei 4 anni e i vecchietti (potrebbero essere non attendibili, oppure rivelare fatti e persone di avvenimenti fino al 25 aprile 1945). Insomma, se sono davvero 30 milioni di persone, escludendo qualche categoria di persone, poco rilevanti ai fini dello spionaggio degli affari nostri, direi che siamo stati spiati sistematicamente con precisione scientifica.
      • Anonimo scrive:
        Re: A me viene da piangere...
        quando telefonate dite sempre spione fottiti, vaafanzulocrepafigliodiputtamerdacchiaetcetc.almeno avete la soddisfazione di offenderli.
    • Anonimo scrive:
      Re: A me viene da piangere...
      ah e da quando wikipedia è diventata la fonte ufficiale sui dati demografici, economici del nostro Paese.Pensavo ci fosse una certa ISTAT...(idea)
      • Anonimo scrive:
        Re: A me viene da piangere...
        - Scritto da: Anonimo
        ah e da quando wikipedia è diventata la fonte
        ufficiale sui dati demografici, economici del
        nostro Paese.

        Pensavo ci fosse una certa ISTAT...


        (idea)per affidabilita' una vale l'altra
        • Anonimo scrive:
          Re: A me viene da piangere...
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          ah e da quando wikipedia è diventata la fonte

          ufficiale sui dati demografici, economici del

          nostro Paese.



          Pensavo ci fosse una certa ISTAT...





          (idea)

          per affidabilita' una vale l'altra;)
      • Anonimo scrive:
        Re: A me viene da piangere...
        - Scritto da: Anonimo
        ah e da quando wikipedia è diventata la fonte
        ufficiale sui dati demografici, economici del
        nostro Paese.

        Pensavo ci fosse una certa ISTAT...


        (idea)Intendi affermare che non siamo 58 milioni? E cosa cambia anche se siamo 59 milioni o 57 milioni? Quando non si sa che dire si spara cazzate?
        • Anonimo scrive:
          Re: A me viene da piangere...
          Si, pratica molto diffusa da ste parti! Un sacco di genii dell'information tecnologi che, a quanto pare, hanno parecchio tempo da buttare!
    • Anonimo scrive:
      Re: A me viene da piangere...
      - Scritto da: Wakko Warner
      Considerando che in Italia siamo 58 milioni di
      italiani circa (fonte Wikipedia), se è vero che
      ne hanno spiato 30 milioni... bé... un italiano
      su due...
      Siamo sicuri che siano proprio 30 milioni?

      Ma chi paga per tutto questo? E a che pro? Come
      si giustifica una così vasta operazione di
      spionaggio ai danni dei cittadini italiani?

      E poi non dovrei preoccuparmi?al telegiornale dicevano 3 su 4non stento a crederci...perchè tipo se mettono sotto controllo il mio telefono automaticamente vengono spiate anche le 250 persone che ho in rubrica... perchè controllano sia le entrate che le uscite...1mandato = 250personemi sembra che i numeri per per arrivare ai 30.000.000 ci siano tutti..aggiungici i controlli su internet che sono SISTEMATICI e ci siamo...
    • Anonimo scrive:
      Re: A me viene da piangere...
      ma che significa che spiano pure i bambini dai 12 anni in giu ?visto che sono conteggiati come popolazione :|
  • Anonimo scrive:
    300 milioni di euro l'anno
    E' un vero business!O:)
  • Anonimo scrive:
    Cosa se ne fanno?
    Chiedetevi quale sia il motivo che giustifica siffatte spese. Siamo tutti controllati, al fine di essere ricattati, se un giorno... cominciassimo a dare fastidio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa se ne fanno?
      e se uno non ha niente con cui farsi ricattare ????? :|
      • Anonimo scrive:
        Re: Cosa se ne fanno?
        - Scritto da: Anonimo
        e se uno non ha niente con cui farsi ricattare
        ????? :|Qualcosa si trova sempre
        • Anonimo scrive:
          Re: Cosa se ne fanno?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          e se uno non ha niente con cui farsi ricattare

          ????? :|

          Qualcosa si trova sempre... o si mette.
        • Anonimo scrive:
          Re: Cosa se ne fanno?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          e se uno non ha niente con cui farsi ricattare

          ????? :|

          Qualcosa si trova sempreBasta dire "sappiamo tutto" e uno si sente in colpa, e confessa! :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa se ne fanno?
      - Scritto da: Anonimo
      Chiedetevi quale sia il motivo che giustifica
      siffatte spese. Siamo tutti controllati, al fine
      di essere ricattati, se un giorno...
      cominciassimo a dare fastidio.Non se ne fanno niente!!! I dati vengono conservati chissà dove per 5 anni minimo, in compenso, con tutti quei soldi molta gente mangia
      • Anonimo scrive:
        Re: Cosa se ne fanno?
        Come al solito si dibatte sull'utilità di spendere così tanti soldi...adducendo persino maxi-cospirazioni nazionali contro i possibili nemici futuri... non dimentichiamo che oggi fare una intercettazione non è così "semplice" come si vuole far credere...i tempi di attivazione, le richieste, le autorizzazioni e la rendicontazione delle attività da parte degli investigatori diciamo pure che non consentono proprio un utilizzo personale...come qualcuno sta iniziando a farci credere.Però nella nostro paese succede anche questo... scandalo intercettazioni...spese pazze...tagliamo fondi e rifacciamo i regolamenti... ...poi succede qualcosa di brutto......e tutti che si lamentano dell'inefficienza del nostro sistema investigativo....insomma...non voglio creare inutili polemiche.. però prima di dire che le intercettazioni sono una fonte di spesa...è basta...bisogna ricordare che è rimasta una delle poche forme di intercettazioni ancora valide.Su quanto riguarda la privacy e la tutela di tutti i cittadini sono d'accordo con voi...è fondamentale ed importantissima...ma come qualsiasi esperto di sicurezza ci insegna...la protezione della collettività può limitare la libertà di un singolo...(con tutte le dovute cautele...)saluti
        • Anonimo scrive:
          Re: Cosa se ne fanno?
          - Scritto da: Anonimo
          Come al solito si dibatte sull'utilità di
          spendere così tanti soldi...adducendo persino
          maxi-cospirazioni nazionali contro i possibili
          nemici futuri... non dimentichiamo che oggi fare
          una intercettazione non è così "semplice" come si
          vuole far credere...
          i tempi di attivazione, le richieste, le
          autorizzazioni e la rendicontazione delle
          attività da parte degli investigatori diciamo
          pure che non consentono proprio un utilizzo
          personale...Su questo ho dei grandi dubbi. Ti servono prove?
          Però nella nostro paese succede anche questo...
          scandalo intercettazioni...spese pazze...tagliamo
          fondi e rifacciamo i regolamenti...
          ...poi succede qualcosa di brutto...
          ...e tutti che si lamentano dell'inefficienza del
          nostro sistema investigativo....
          insomma...non voglio creare inutili polemiche..
          però prima di dire che le intercettazioni sono
          una fonte di spesa...è basta...bisogna ricordare
          che è rimasta una delle poche forme di
          intercettazioni ancora valide.Forse , ma sicuramente per come oggi viene usata è piu fonte idi spesa che di prova.
          Su quanto riguarda la privacy e la tutela di
          tutti i cittadini sono d'accordo con voi...è
          fondamentale ed importantissima...ma come
          qualsiasi esperto di sicurezza ci insegna...la
          protezione della collettività può limitare la
          libertà di un singolo...NO. questo è un pensiero filosofico non di esperto di sicurezza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa se ne fanno?
            ...

            Su quanto riguarda la privacy e la tutela di

            tutti i cittadini sono d'accordo con voi...è

            fondamentale ed importantissima...ma come

            qualsiasi esperto di sicurezza ci insegna...la

            protezione della collettività può limitare la

            libertà di un singolo...
            NO. questo è un pensiero filosofico non di
            esperto di sicurezza.
            Mi dispiace...ma non sono d'accordo con te...azzardo un paragone che, spero, non susciti troppo clamore... la sicurezza informatica è la disciplina che si occupa di prevenire, ridurre ed analizzare cause e conseguenze legate agli incidenti informatici.Con il termine incidenti informatici si intende qualsiasi evento che minaccia o preclude uno dei tre fattori (confidenzialità, integrità e disponibilità).Nella progettazione di un qualsiasi sistema informativo per la protezione di tali entità devo necessariamente "precludere" e/o "limitare" i servizi ed il comportamento dei soggetti coinvolti.In un qualsiasi sistema informativo (compreso quello solo informatico) i soggetti possono subire "policy" restrittive che consentono una riduzione del "rischio" di incident.Alla base di ogni risk assessment...c'è questa filosofia...ed il risk assessment è alla base di ogni rispettabile esperto di sicurezza........e poi considerato che un esperto informatico è pur sempre una persona (più stressata...ma sempre una persona...) chi dice che tali persone non possano avere pensieri filosofici ??? :-))saluti
        • Anonimo scrive:
          Re: Cosa se ne fanno?
          - Scritto da: Anonimo
          Come al solito si dibatte sull'utilità di
          spendere così tanti soldi...adducendo persino
          maxi-cospirazioni nazionali contro i possibili
          nemici futuri... non dimentichiamo che oggi fare
          una intercettazione non è così "semplice" come si
          vuole far credere...
          i tempi di attivazione, le richieste, le
          autorizzazioni e la rendicontazione delle
          attività da parte degli investigatori diciamo
          pure che non consentono proprio un utilizzo
          personale...come qualcuno sta iniziando a farci
          credere.E' per quello che "solo" 30 milioni di italiani vengono intercettati?
          Però nella nostro paese succede anche questo...
          scandalo intercettazioni...spese pazze...tagliamo
          fondi e rifacciamo i regolamenti...
          ...poi succede qualcosa di brutto...
          ...e tutti che si lamentano dell'inefficienza del
          nostro sistema investigativo....
          insomma...non voglio creare inutili polemiche..
          però prima di dire che le intercettazioni sono
          una fonte di spesa...è basta...bisogna ricordare
          che è rimasta una delle poche forme di
          intercettazioni ancora valide.Ci stai dicendo che nei paesi dove le intercettazioni non vengono fatte in cosi' alto numero non risolvono nulla a livello investigativo?
          Su quanto riguarda la privacy e la tutela di
          tutti i cittadini sono d'accordo con voi...è
          fondamentale ed importantissima...ma come
          qualsiasi esperto di sicurezza ci insegna...la
          protezione della collettività può limitare la
          libertà di un singolo...
          (con tutte le dovute cautele...)Che evidentemente non sono l'intercettazione di 30 milioni di cittadini.
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa se ne fanno?
            ...
            Che evidentemente non sono l'intercettazione di
            30 milioni di cittadini.Ancora una volta si parla senza leggere bene i criteri di stima di queste cifre che...come al solito...provocano ripudio e scalpore per fini ben precisi !!!Se prendete la nota ufficiale si legge chiaramente che..."La cifra è stata stimata in base all'ipotesi che ogni utenza intercettata possa avere coinvolto, nei periodi d'indagine autorizzati dalla magistratura nell'ultimo decennio, almeno cento soggetti tra familiari, parenti, amici, colleghi, collaboratori e altri soggetti"Questo significa che la cifra reale dovrebbe aggirarsi sui 300 mila cittadini oggetto di intercettazione in 10 anni...ben lontani dai 300 milioni !!Cerchiamo di evitare di abboccare a questi clamorosi richiami al clamore popolare...ed atteniamoci ai fatti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa se ne fanno?
            - Scritto da: Anonimo
            ...

            Che evidentemente non sono l'intercettazione di

            30 milioni di cittadini.

            "La cifra è stata stimata in base all'ipotesi che
            ogni utenza intercettata possa avere coinvolto,
            nei periodi d'indagine autorizzati dalla
            magistratura nell'ultimo decennio, almeno cento
            soggetti tra familiari, parenti, amici, colleghi,
            collaboratori e altri soggetti"

            Questo significa che la cifra reale dovrebbe
            aggirarsi sui 300 mila cittadini oggetto di
            intercettazione in 10 anni...ben lontani dai 300
            milioni !!

            Cerchiamo di evitare di abboccare a questi
            clamorosi richiami al clamore popolare...ed
            atteniamoci ai fatti.Appunto. I fatti sono che non viene intercettato solo il mafioso, ma tutti quelli con cui parla. Se poi sono 10, 100, 1000 è da vedere. Comunque credo che molti di noi intrattengano relazioni con persone di cui non conoscono la fedina penale. Il commerciale medio ha contatti con centinaia di persone all'anno.
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa se ne fanno?
            30 milioni di intercettazioni non corrispondono ovviamente allo stesso numero di persone intercettate. dato che i delinquenti "seri" cambiano quasi ogni giorno sim e imei ogni volta nei registri di intercettazione delle procure viene registrata " una nuova intercettazione. Ed ecco che il numero arriva a 30 milioni. Il commerciante che parla di salami con trecento clienti non viene evidentemente intercettato per carpire la qualità dei salumi. In caso di semplice omicidio, come ripetuto da tutti i media, vengono intercettati i telefoni di tutti i familiari per carpire commenti poi risultati utili a risolvere il caso (vds. omicuidio bambina ad opera della madre) Personalmente se anche mi intercettano non ho nessun problema. Sono una persona onesta e se mi capitasse di parlare con una persona intercettata sicuramente non potrebbero accusarmi di nulla se non di quello che ho detto nel pieno della mia onestà.Chi grida allo scandalo del "siamo tutti controllati" di solito ha la coda di paglia e non sa, ad esempio che fine fanno le bobine delle registrazioni a fine del procedimento.... ma del resto in Italia parla sempre di salami chi vende patate e ha un amico che gli ha detto come si fanno i salami...ciaoLuca
        • Anonimo scrive:
          Re: Cosa se ne fanno?
          Non sono assolutamente d'accordo con quanto da Lei enunciato. Potrei iniziare una lunga e dettagliata disquisizione ma non avendone il tempo e la voglia ed essendo profondamente disgustato da uno stato che sembra tutto fuorché democratico invito Lei e tutti a ricordare o leggere (fonte: http://www.quirinale.it/costituzione/costituzione.htm):LA COSTITUZIONELa Costituzione della Repubblica Italiana Lo Statuto Albertinosfondo articoli relativi al Presidente della RepubblicaIn evidenza gli articoli relativi alla figura del Presidente della Repubblica PRINCIPI FONDAMENTALIArt. 1.L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.Art. 2.La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.Art. 3.Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa se ne fanno?
            Attenzione a non confondere la cautela con la quale invito tutti a considerare dati e fatti pubblicati dai giornali...con i principi e l'etica sui cui si fonda uno stato civile....Quando si invita a non considerare troppo facile iniziare una intercettazione telefonica nei confronti di "ignoti"...non significa che si giustifica un operato distorto e personale...Sono aperto a commenti, discussioni e considerazioni ma non accetto "notizie ansia"..."allarmismi" e "polemiche della domenica"...La situazione è che il nostro paese ha dei meccanismi un po' contorti che andrebbero sicuramente ridefiniti...ma attenzione a trovare sempre il giusto compromesso tra sicurezza nazionale e privacy del privato.Non è facile...e non si può certo risolvere in un post su Internet... ma non è altrettanto facile generalizzare problemi con soluzioni "del tutto/niente".A tutti quelli che stimolano ed incentivano cospirazioni paranoiche, ricordo che il nostro paese è stato uno dei primi a recepire la direttiva europea sulla privacy, ad istituire un Garante e a redarre un D.Lgs. specifico con tanto di testo unico.
        • Anonimo scrive:
          Re: Cosa se ne fanno?
          scusa ma la tua illazione lascia molto a desiderare !Benjamin Franklin: "Those who would give up essential Liberty, to purchase a little temporary Safety, deserve neither Liberty nor Safety."
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa se ne fanno?
            Bravo...vorrei che citassi B.F. a tutti gli amici e parenti delle vittime degli attentati....Possiamo elevare la discussione su livelli più atratti di principi filosofici...ma un forum su internet penso debba avere meno pretese e fermarsi ad analizzare fatti concreti.- Scritto da: Anonimo

            scusa ma la tua illazione lascia molto a
            desiderare !

            Benjamin Franklin:

            "Those who would give up essential Liberty, to
            purchase a little temporary Safety, deserve
            neither Liberty nor Safety."
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa se ne fanno?
            ...e perchè non citarla anche a TUTTE le vittime innocenti che ogni giorno al mondo muoiono non a causa di attentati.Ah perdonateci le bombe non erano per voi, abbiamo sbagliato mira, ah ma come siete tutti morti? bah pazienza riprendiamo , dove dobbiamo sganciarle le bombe ora?tutte le vittime innocenti sono uguali attentato o meno!
          • Anonimo scrive:
            5 --
            Si fanno le pi*** guardando la foto del nano malefico!
          • Anonimo scrive:
            9 --
        • castigo scrive:
          Re: Cosa se ne fanno?
          - Scritto da: Anonimo
          Come al solito si dibatte sull'utilità di
          spendere così tanti soldi...adducendo persino
          maxi-cospirazioni nazionali contro i possibili
          nemici futuri... non dimentichiamo che oggi fare
          una intercettazione non è così "semplice" come si
          vuole far credere...
          i tempi di attivazione, le richieste, le
          autorizzazioni e la rendicontazione delle
          attività da parte degli investigatori diciamo
          pure che non consentono proprio un utilizzo
          personale...come qualcuno sta iniziando a farci
          credere.
          Però nella nostro paese succede anche questo...
          scandalo intercettazioni...spese pazze...tagliamo
          fondi e rifacciamo i regolamenti...
          ...poi succede qualcosa di brutto...
          ...e tutti che si lamentano dell'inefficienza del
          nostro sistema investigativo....LOL.... se nonostante ci siano tutte queste intercettazioni capita quel che capita (mafia, "terrorismo" ecc...) dimmi un pò A CHI CAZZO SERVONO TUTTE LE INTERCETTAZIONI CHE FANNO?????????
          insomma...non voglio creare inutili polemiche..
          però prima di dire che le intercettazioni sono
          una fonte di spesa...è basta...bisogna ricordare
          che è rimasta una delle poche forme di
          intercettazioni ancora valide.
          Su quanto riguarda la privacy e la tutela di
          tutti i cittadini sono d'accordo con voi...è
          fondamentale ed importantissima...ma come
          qualsiasi esperto di sicurezza ci insegna...la
          protezione della collettività può limitare la
          libertà di un singolo...certo, certo, tutto per la "sicurezza".... quando poi si scopre che non è la libertà del singolo ad essere limitata ma quella dei molti allora è un tantinino tardi, vero??
        • Anonimo scrive:
          Re: Cosa se ne fanno?
          - Scritto da: Anonimo
          Come al solito si dibatte sull'utilità di
          spendere così tanti soldi...adducendo persino
          maxi-cospirazioni nazionali contro i possibili
          nemici futuri... non dimentichiamo che oggi fare
          una intercettazione non è così "semplice" come si
          vuole far credere...
          i tempi di attivazione, le richieste, le
          autorizzazioni e la rendicontazione delle
          attività da parte degli investigatori diciamo
          pure che non consentono proprio un utilizzo
          personale...come qualcuno sta iniziando a farci
          credere.
          Però nella nostro paese succede anche questo...
          scandalo intercettazioni...spese pazze...tagliamo
          fondi e rifacciamo i regolamenti...
          ...poi succede qualcosa di brutto...
          ...e tutti che si lamentano dell'inefficienza del
          nostro sistema investigativo....
          insomma...non voglio creare inutili polemiche..
          però prima di dire che le intercettazioni sono
          una fonte di spesa...è basta...bisogna ricordare
          che è rimasta una delle poche forme di
          intercettazioni ancora valide.
          Su quanto riguarda la privacy e la tutela di
          tutti i cittadini sono d'accordo con voi...è
          fondamentale ed importantissima...ma come
          qualsiasi esperto di sicurezza ci insegna...la
          protezione della collettività può limitare la
          libertà di un singolo...
          (con tutte le dovute cautele...)
          salutiMa non dire stronzate. Trenta milioni di persone spiate, quando in italia siamo sessanta milioni, ti dice niente? La libertà, la sicurezza, ma de che? E indovina dove li prendono tutti quei fantastiliardi per tenere in piedi la baracca? BRAVO, DALLE TUE TASSE, vedi che se vuoi ci arrivi. E magari se ti piglia un cancro ti danno sei mesi di vita con la faccia scocciata perchè invece di curarti hanno da pensare ad andare a scoparsi l'infermiera sullo yatch, e questo perchè invece di garantirci un sistema sanitario decente con quei soldi, ci devo sovvenzionare uno sbirro di bassa lega che ascolta le mie telefonate perchè ho il cognome di un boss della mafia, però sono un morto di fame quindi con la mafia che cazzo centro? Boh. Solite puttanate all'italiana per sperperare i soldi del cittadino e farci prendere per il culo persino da nazioni disastrate.
  • Anonimo scrive:
    quesiti quindi
    sarebe bello leggere la relazione su questi quesiti :|
Chiudi i commenti